Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

paura di rimanere solo

(Letto 5052 volte)

paura di rimanere solo

« del: 19 Novembre 2011, 12:42:58 »

Salve a tutti ragazzi...
bhe prima di raccontarvi quella che più che una paura è qualcosa che in parte si avvera vorrei descrivermi un attimino Smile
Sono un ragazzo come tanti altri, ho 17 anni vivo in un paese in provincia di Bari.
Sono parecchio estroverso, simpatico, a cui piace vestirsi bene.. insomma un soggetto in piena regola, nessuna anomalia.
Ultimamente mi sto accorgendo, che non ho VERI amici con cui sentirmi, di cui fidarmi.
Nel senso che fin quando si era piccolini la cosa andava avanti solo a scuola etc, ma più in là si ha il bisogno di avere una spalla su cui
piangere insomma..
In passato avevo una comitiva ma dato che l'estate mi trasferisco nel giro di tre mesi " l'ho presa" e in un certo modo mi hanno respinto
al mio ritorno, con la scusa che la comitiva si era sciolta.
Tutt'ora non ho una comitiva fissa, sono aggrappato ad un amico.. che è la persona di cui mi fido di più.. ma ci sono vari problemi
per uscire, del tipo che anche lui cambia spesso comitiva (ne ha due) e problemi anche di spostamento ma vabbè..

Il fatto è che mi sto rendendo conto di essere solo.. e se dapprima pensavo non avessi trovato le persone guiste ora mi viene il dubbio
che forse sbaglio qualcosa..
Per carità a scuola sono molto estroverso, parlo rido scherzo ma niente più.. niente di extrascolastico.
Vorrei fare qualcosa per superare ciò perchè la solitudine è la cosa peggiore..
Molti mi dicono, fai nuove conoscenze esci etc, ma non è così facile.. cioè non puoi presentarti a qualcuno e dire usciamo insieme..
non vanno così le cose.. non è come le ragazze (prese singolarmente) che si chiede di uscire.
Sotto quel punto di vista non mi posso lamentare, qualche due di picche, ogni tanto va, ma poi niente di che, ma non è un problema
perchè l'amroe va e viene gli amici no, o almeno non dovrebbero..
Il fatto è che in classe vedo tutta gente "sistemata" nel senso che piano piano si stanno delineando le amicizie  e sembra impossibile
inserirsi.. secondo voi cosa dovrei fare per migliorare me stesso e il rapporto con la gente?
Non ho dei comportamenti "strani" eppure non so..

Loggato

pathetic

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 17

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #1 del: 20 Novembre 2011, 02:56:14 »

Penso che l'amicizia, in particolare tra uomini, abbia come input attività o interessi in comune.
Esempio personale, ho visto accrescere esponenzialmente le amicizie aumentando le attività. E così ho conosciuto gente che suonava la chitarra come me e andava ai corsi con me, chi aveva la passione per la fotografia e si andava in campagna a far foto, chi giocava a calcetto e chi amava la figa.
Conoscendo sempre più persone ho potuto poi coltivare le amicizie più profonde e tagliare i rami secchi.
Quindi il mio consiglio è di provare magari a fare attività che interessino te e condividi momenti con altri che amino le stesse cose!

Loggato

Saccottino

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Residenza: Bologna
  • Posts: 82

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #2 del: 20 Novembre 2011, 04:15:52 »

Citato da: pathetic il 19 Novembre 2011, 12:42:58

Ultimamente mi sto accorgendo, che non ho VERI amici con cui sentirmi, di cui fidarmi.
Nel senso che fin quando si era piccolini la cosa andava avanti solo a scuola etc, ma più in là si ha il bisogno di avere una spalla su cui
piangere insomma..
[..]

consiglio? fregatene!
l'amicizia fra uomini è fatta di passioni comuni e di occasioni.
Ho amici con cui da piccoli ci si vedeva tutti i giorni, magari adesso ci salutiamo per strada, ma niente più. Altri persi di vista per 15 anni, ritrovati per una passione comune. Ho un amico conosciuto a un corso di aggiornamento, con cui ho iniziato a uscire per caso, ma quando eravamo a caccia bastava uno sguardo per capirsi..

Tutto poi cambia, altre "vite", altri interessi. Ti rimane comunque la consapevolezza di sapere su chi puoi contare veramente quando hai bisogno.

Ciao, P.

Loggato

Poncho

  • SI-Reliable User
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 80
  • Offline Offline
  • Posts: 856

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #3 del: 20 Novembre 2011, 23:38:18 »

La verita' è che gli amici veri non te li scegli ma vengono per caso.
Cio' su cui puoi puntare è un'adattabilita' alle situazioni, che ti apre spiragli sia verso conoscenti che verso potenziali amici.
Devi crearti interessi, e inoltre leggere, in quanto aiuta ad acquistare l'ascolto verso gli altri, fattore importante in ogni tipo di relazione.
Sappi inoltre che gli amici nel corso del tempo si smarriranno ognuno verso la propria strada che quasi mai coincidera' con la tua. I contatti rimarranno ma anche l'amicizia non puo' essere goduta per sempre.
Devi adattarti e acquistare sicurezza in te.
Questa frase la possiedono in pochi, veramente pochi.
Quando sembra che l'hai acquisita, succede qualcosa che te la fa scoppiare tra le mani.
Il lavoro è lungo ma la strada non è vietata a nessuno, e prima si intraprende prima si arriva da qualche parte, certamente migliore di quella di partenza.

Loggato


La poesia prudente
e gli uomini
prudenti
durano
solo lo stretto
necessario
per morire
tranquilli


Charles Bukowski

sofficemaremoto

  • CSI-2-Iced
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 24
  • Offline Offline
  • Posts: 439

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #4 del: 21 Novembre 2011, 14:30:53 »

Innanzittuto grazie a tutti dei consiglio comunque..

Citato da: sofficemaremoto il 20 Novembre 2011, 23:38:18

Quando sembra che l'hai acquisita, succede qualcosa che te la fa scoppiare tra le mani.
Il lavoro è lungo ma la strada non è vietata a nessuno, e prima si intraprende prima si arriva da qualche parte, certamente migliore di quella di partenza.

Hai centrato in pieno..!
Quando sento di aver acquistato un po' più di autostima in me, succede qualcosa, un comportamento offensivo di qualcuno, o semplicemente
il parlare molto ma molto schiettamente con lo scopo di ferire, che ti fa perdere la sicurezza.. Qualcuno che ti rinfaccia il fatto che non sei
quello figo che ha 800 amici, e anche se so che il parere di quella persona vale zero, un po' mi fa rimanere male..
Il fatto è che l'ho capito il problema su per giù, ma non so proprio come superarlo.. Interessi attività.. si ma alla fine è molto generale..
Ad esempio descrivendoti un po' che tipo sono,  chessò mi piace andare allo stadio, vado in palestra, e quando capita a cercare figa  Laughing
ma tutto ciò non mi permette di accrescere o fare nuove ocnoscenze..

Loggato

pathetic

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 17

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #5 del: 22 Novembre 2011, 03:32:10 »

Anche io sono di un paesino vicino Bari  Thumbs Up

Di Giovinazzo per essere precisi! Spero tu non sia del mio stesso paese...perchè prima o poi gli darò fuoco  Thumbs Up

Il miglior consiglio per il momento a mio parere te l'ha dato Poncho...quindi rifilettici su. Passioni comuni e occasioni.
Ovviamente le occasioni te le devi creare,non ti limitare alla scuola, cerca di ampliare i tuoi circoli sociali! Come?  non so quali siano i tuoi interessi, incomincia a fare qualche sport che ti possa piacere,e....oppure frequenta un oratorio....iscriviti agli scout....Ah no cosi diventeresti uno sfigato  Exclamation

Loggato


La demenza senile é una malattia, la demenza giovanile una tragedia...

Nero

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 22
  • Offline Offline
  • Posts: 368

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #6 del: 22 Novembre 2011, 03:35:43 »

INsomma, non rimanere a casa a piangerti addosso, esci e fai qualcosa (qualsiasi cosa), conoscerai nuova gente, le teste di caxxo scartale pure. Le persone che hanno qualcosa in comune con te le saprai riconoscerle...con quelle cerca di stringere amicizia. Per ulteriori approfondimenti sull argomento ti consiglio la lettura di ''cuore''e ''il piccolo principe''
Cmq qua si parla di come guadagnarsi la gnocca non di come avere tanti amici e una vita sociale avventurosa  Thumbs Up

Loggato


La demenza senile é una malattia, la demenza giovanile una tragedia...

Nero

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 22
  • Offline Offline
  • Posts: 368

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #7 del: 22 Novembre 2011, 11:43:19 »

Citato da: Nero il 22 Novembre 2011, 03:35:43

Cmq qua si parla di come guadagnarsi la gnocca non di come avere tanti amici e una vita sociale avventurosa  Thumbs Up

Sicuro ? Perché a me pare che la sezioni invece si chiami proprio "Miglioramento personale a 360°"  Wink

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #8 del: 22 Novembre 2011, 17:42:25 »

Eh ma tu non hai colto il senso che sottoindente quella frase :   pensa alla gnocca....che gli amici vanno e vengono   Exclamation

Loggato


La demenza senile é una malattia, la demenza giovanile una tragedia...

Nero

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 22
  • Offline Offline
  • Posts: 368

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #9 del: 23 Novembre 2011, 09:14:21 »

Citato da: Nero il 22 Novembre 2011, 17:42:25

Eh ma tu non hai colto il senso che sottoindente quella frase :   pensa alla gnocca....che gli amici vanno e vengono   Exclamation

Se questo è il senso che sottintende, allora sono ancora più in disaccordo, credo sia vero l'esatto contrario.

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #10 del: 23 Novembre 2011, 12:53:36 »

Sono d' accordo con Alpha. Se si parla di amici veri, e non semplici conoscenti.

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #11 del: 23 Novembre 2011, 18:15:28 »

Citato da: Maschio Alpha il 23 Novembre 2011, 09:14:21

Se questo è il senso che sottintende, allora sono ancora più in disaccordo, credo sia vero l'esatto contrario.

DIte???? Invece spesso gli amici hanno la tendenza a ''fare i propri interessi'', questa frase non va interpretata in senso negativo, ma in senso logico. Un amico trovandosi in una situazione che comporta uno svantaggio per noi e un interesse per lui, tendenzialmente non si fa scrupoli a trarne vantaggio.
I vari esempi di migliori amici che si trombano le fidanzate ce ne sono a palate (Federica Pellegrini é un buon esempio), al contrario la donna a volte anche dopo la fine del rapporto continua a mantenere un certo tipo di sentimento  (dipende da tante variabili certo) magari in modo diverso, ma continua a volere bene all'ex parter...
Come ha detto il Termy in un altro post é più difficile trovare un vero amico che una donna..

Quindi da li il mio ''consiglio'' di non preoccuparsi tanto del giro di amici...meglio farsi una trombata con una patatetta  che una birra con tanti maschioni..

Loggato


La demenza senile é una malattia, la demenza giovanile una tragedia...

Nero

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 22
  • Offline Offline
  • Posts: 368

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #12 del: 24 Novembre 2011, 13:38:27 »

Citato da: Nero il 23 Novembre 2011, 18:15:28

DIte???? Invece spesso gli amici hanno la tendenza a ''fare i propri interessi'', questa frase non va interpretata in senso negativo, ma in senso logico. Un amico trovandosi in una situazione che comporta uno svantaggio per noi e un interesse per lui, tendenzialmente non si fa scrupoli a trarne vantaggio.

Il tuo concetto dell'amicizia rende chiaro che tipo di amico sai essere tu.
L'amicizia è un altra cosa, il resto sono surrogati della conoscenza interessata, del rapporto d'interesse tra due o più persone.

Citazione

I vari esempi di migliori amici che si trombano le fidanzate ce ne sono a palate (Federica Pellegrini é un buon esempio)

Come sopra. Il concetto stesso che un individuo possa causarti coscientemente e volutamente sofferenza trombando la tua fidanzata ma anche solo tradendoti in qualsivoglia altra maniera lo proscioglie da ogni titolo d'amicizia, figuriamoci poi dal titolo di "Miglior Amico".
Se tu avessi un cane da guardia che non fa la guardia, non sarebbe più un cane da guardia, anche se la parvenza potrebbe essere tale.

Citazione

al contrario la donna a volte anche dopo la fine del rapporto continua a mantenere un certo tipo di sentimento  (dipende da tante variabili certo) magari in modo diverso, ma continua a volere bene all'ex parter...

La donna, questo strano essere alieno che fa cosa assurde.
Si chiama "voler bene", "affetto", ed è una cosa che non ha sesso quando è sincera.

Citazione

Come ha detto il Termy in un altro post é più difficile trovare un vero amico che una donna..

Nulla di più vero. Proprio per questo la tua frase "pensa alla gnocca....che gli amici vanno e vengono" è contraddittoria.

Citazione

Quindi da li il mio ''consiglio'' di non preoccuparsi tanto del giro di amici...meglio farsi una trombata con una patatetta  che una birra con tanti maschioni..

...e meglio un culo gelato che un gelato nel culo. Ma non è ciò di cui stiamo parlando.
A scroto svuotato e mente lucida, quella birra con gli amici varrà più di qualunque altra scopata.

A.

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #13 del: 24 Novembre 2011, 15:28:12 »

Si vive insieme e si muore da soli amico mio...
Cazzate a parte, l'uomo nella vita crea tanti contatti e sembra che il rapporto con il prossimo sia la base di tutto. Ma in definitiva solo chi sa stare in piedi da solo ha imparato a vivere e potrà pensare di essere felice davvero.
Pensa a quando da vecchio i figli se ne saranno andati e la tua compagna pure. Sarà molto dura ricominciare a vivere se non si è capito che di base, l'essere umano è solo.
Ti consiglio di trovarti delle vere passioni a cui dedicarti.

Loggato


"Sunbeam: il porco per antonomasia." -TermYnator
"Mai sottovalutare la stupidità femminile." -ex ragazza

SunBeam

  • SI-Creators
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 329
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Monte di Venere
  • Posts: 4866
  • WWW

Re: paura di rimanere solo

« Risposta #14 del: 24 Novembre 2011, 16:39:59 »

Trovo questo thread da best of, e vi spiego perchè.
In questo thread ci sono 4 fotografie di 4 diversi stili e momenti della vita.
C'è il giovane insicuro, che non riesce a trovare quello che hanno gli altri, e mette in dubbio le sue capacità. La sua giovanile energia lo spingerà a crescere in una dimensione diversa.
C'è il giovane uomo, che gode appieno di un compromesso esperienza/energia, che gli fa ritenere le amicizie un accessorio, secondario alla topa.
C'è poi il giovane uomo, che forse a causa delle inevitabili palate che si prendono nella vita, apprezza il valore della vera amicizia e lo pone sopra ogni altro. Ed è correttissima la sua posizione riguardo al miglioramento: una persona migliorata, tendenzialmente ha sempre delle amicizie vere.
Viene poi l'uomo più consumato e disilluso, che si rende perfettamente conto che spesso e volentieri, l'amicizia, per quanto sentita, è spesso una illusione: perchè realmente nasciamo e moriamo da soli, ma è grazie agli interessi che viviamo in compagnia. E qualche volta, gli interessi si mangiano le amicizie.
Tanto vale quindi poter contare solo su se stessi.

Unisco il pensiero del pensionato della figa:
fate si che il vostro miglior amico sia la vostra donna. Avrete tutto, e forse qualcosa di più.

« Ultima modifica: 24 Novembre 2011, 16:45:44 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005
Pagine: [1] 2   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: