Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

(Letto 6801 volte)

Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« del: 07 Novembre 2008, 10:32:39 »

Su richiesta di Pitix (ormai di un pò di tempo fa  Rolling Eyes) posto qui gli appunti che presi quando lessi questo libro, festeggiando i 2000 post.
Di conseguenza riporto semplicemente quello che io ho ritenuto essere il succo del libro. Per qualcuno le cose importanti potrebbero essere state altre.

Credo di aver riportato anche i titoli dei capitoli, non ne sono sicuro che siano tutti, non ho più il libro. Comunque è tranquillo da leggere, ma leggendo qui è sufficiente, IMHO. In fondo capirete che basta farsi furbi in certe occasioni e avere una buona educazione.

Buona lettura!
Ah, per quanto riguarda i punti karma. Non datemi punti karma, io ho solo copiato, questa roba è di Carniege. Preferisco un grazie sincero, guardandoci neglio occhi o nell'avatar, piuttosto che karma e adulazioni false.  Laughing

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

COME TRATTARE GLI ALTRI E FARSELI AMICI

PARTE PRIMA: Tecniche fondamentali per trattare con la gente.

SE VUOI PRENDERTI IL MIELE, NON TIRAR CALCI ALL’ALVEARE

Il 99% delle volte la gente non accetta critiche sul proprio modo di comportarsi, per quanto sbagliato possa essere. La critica è pericolosa perché ferisce l’orgoglio della gente, la fa sentire impotente e suscita risentimento. Con la critica non solo non si riesce a correggere gli errori della gente, ma si suscita risentimento.

Hans Selege: “Siamo tanto smaniosi di approvazione quanto timorosi di critiche”.

Lincoln. “Non giudicare per non essere giudicato”

Trattando con la gente ricordiamoci che abbiamo a che fare con creature governate non dalla logica ma dalle passioni, impastate di pregiudizi e mosse dall’orgoglio e dalla vanità.

Carlyle:  “Un grande uomo mostra la sua grandezza dal modo in cui tratta gli altri”

Invece di condannare l’ooperato della gente cercate piuttosto di capirla. Cercate di immaginare perché la gente fa quello che fa. E’ molto più utile e interessante che criticare, senza contare che genera simpatia, tolleranza e gentilezza. “Chi tutto sa, tutto perdona”

PRINCIPIO: Non criticate, non condannate, non recriminate.

IL GRANDE SEGRETO PER TRATTARE CON LA GENTE

Fare in modo che l’altra persona voglia quello che vogliamo noi. E’ l’unico sistema. Il solo sistema valido perché io ottenga da voi quello che voglio è che anche voi lo vogliate. Sigmund Freud sostiene che alla base di ogni azione umana stanno due motivazioni: l’impulso sessuale e il desiderio di grandezza, cioè il desiderio di essere importanti.

A tutti fanno piacere i complimenti; una della più radicate caratteristiche della natura umana è quella di perseguire infaticabilmente l’apprezzo altrui.
La gente ha bisogno di incoraggiamento continuo.

Schwab:  “Non ho mai conosciuto nessuno che non lavorasse meglio e non rendesse di più in un atmosfera di approvazione piuttosto che di critica”

L’attore Alfred Lurt: “Non c’è niente di cui io abbia tanto bisogno quanto del nutrimento per la mia autostima”

Qual è la differenza tra apprezzamento e adulazione? Semplice. L’apprezzamento è sincero. L’adulazione è falsa. Non aver paura degli amici che ti attaccano, ma guardati dagli amici che ti adulano. L’adulazione consiste nel dire a un’altra persona esattamente quello che lei pensa di se stessa. Una delle virtù meno apprezzate oggigiorno è proprio quello di sapere gratificare la gente.

Nei rapporti interpersonali non dobbiamo dimenticare che i nostri compagni di vita o di lavoro sono esseri umani e in quanto tali avidi di gratificazione. E’ questo il segreto. Un aprrezzamento sincero da molti risultati della critica a oltranza o dello scherno. Ferire la gente non solo non la induce a cambiare, ma è sempre una mossa sbagliata.

PRINCIPIO: Siate prodighi di apprezzamenti onesti e sinceri.

CHI MI SEGUIRA’ AVRA’ IL MONDO DALLA SUA, CHI NON LO FARA’ CAMMINERA’ SOLO IN UN DESERTO

Ciascuno prova interesse per ciò che desidera, anche se agli altri non importa niente. La sola via sicura per influenzare una persona consiste nel conversare di quanto le interessa. La chiave è il punto di vista degli altri.

Il mondo è pieno di gente egoista e attenta solo al proprio profitto. Cosi le poche persone che danno la sensazione di occuparsi in qualche modo degli altri riscuotono un successone.

PRINCIPIO: Suscitate negli altri la vostra stessa volontà.

PARTE SECONDA: Sei modi per farsi ben volere

COME ESSERE BENE ACCOLTI OVUNQUE

Mostrarsi sinceramente interessato agli altri.
Essere amichevoli con tutti.
Tutti, dal più umile stradino al più potente re sul suo trono provano simpatia e affetto nei confronti di chi ci ammira. Se vogliamo farci degli amici, entriamo nell’ordine di idee di fare qualcosa per gli altri. Comincio col chiedere loro se credono che la data di nascita abbia influenza sul carattere ecc.
Nel gennaio di ogni anno annoto sul calendario tutte le ricorrenze che devo ricordare. E al momento giusto mi faccio vivo: una telefonata, una lettera, un telegramma, un fax, (un pm ahahaha n.t.z ).

E’ sempre un successone. Spesso sono la sola persona al mondo che se ne ricordi. Se vogliamo avere degli amici, salutiamo la gente con entusiasmo e vivacità. Ci interessiamo degli altri solo quando loro si interessano a noi. La manifestazione di interesse, come ogni altro rpincipio enlla relazioni umane, dev’essere sincera.

PRINCIPIO: Interessatevi sinceramente alle altre persone.

UN MODO SEMPLICE PER FARE SUBITO BUONA IMPRESSIONE

Il sorriso dice di più di mille parole. “Mi piaci, sono contento di vederti!”.
Non sorrisi falsi, stereotipati, che non ingannano nessuno. Parlo del sorriso semplice, spontaneo, cordiale, che conquista i cuori. Perché l’incoraggiamento è un sistema educativo più efficace della repressione. Se volete che la gente sia contenta di stare con voi, bisogna che anche voi dimostriate che siete contenti di trovarvi in loro compagnia. Con il sorriso sulle labbra è molto più facile accomodare tutto quanto. Ho scoperto che il sorriso mi frutta denaro, sempre denaro ogni giorno che passa.

PRINCIPIO: Sorridete

SE NON SEGUITE QUESTO CONSIGLIO, AVRETE PROBLEMI

Le persone di solito sono più interessate al proprio nome che non a tutti gli altri che esistono sulla terra. Ricorda quel nome e ripetilo appena ti si presenta l’occasione e avrai fatto un sottile ed efficacissimo complimento.

PRINCIPIO: Ricordatevi che per una persona il suo nome è il suono più importante e più dolce in qualsivoglia lingua.

UN MONDO FACILE PER DIVENTARE BUON CONVERSATORI

Ascolta con molta attenzione l’altro, facendo vedere che sei veramente interessato e farglielo capire. Basta prestare la massima attenzione alla persona che parla. Anche la persona più brutale, più attaccabrighe, più criticona di questo mondo si calma e si acquieta alla presenza di uno che lo ascolti con pazienza con pazienza e simpatia, che se ne sta silenziosa mentre lui va su tutte le furie e sprizza veleno da tutti i pori.

Molta gente non riesce a fare una buona impressione perché non ascolta con attenzione. Sono cosi preoccupati di quello che stanno per dire che non si preoccupano certo di ascoltare. Persone molto importanti mi hanno detto che preferiscono avere a che fare con buoni ascoltatori piuttosto che con buoni parlatori.

La gente che parla solo di se stessa pensa solo a se stessa. Se volete diventare un buon conservatore, siate prima di tutto un ascoltatore attento. Per interessare, mostratevi interessati. Fate domande che sapete fanno piacere al vostro interlocutore. Incoraggiatelo a parlare di sé e dei propri successi. Ricordatevi che la gente alla quale state parlando si interessa molto di più ai suoi problemi che ai vostri.

PRINCIPO: Siate buoni ascoltatori. Incoraggiate gli altri a parlare di sé stessi.

COME SUSCITARE L’INTERESSE DELLA GENTE

Parlare tenendo conto degli interessi dell’altra persona è utile a entrambi gli interlocutori.

COME RESTARE SUBITO SIMPATICI ALLA GENTE

Date sempre agli altri l’impressione di essere importanti.
William James: “Il più grande desiderio della natura umana è quello di venire apprezzati”

Fate agli altri quello che vorreste fosse fatto a voi. Si ha sempre bisogno dell’approvazione di coloro con i quali si viene in contatto. Si vuol vedere riconosciuta la propria dignità. Si vuole la consapevolezza di sentirsi importanti sul nostro piccolo mondo. Niente adulazione falsa, un’approvazione sincera.

Frasi come “Scusi il disturbo”, “Per favore”, “Grazie” aiutano molto e sono anche segno di buona educazione. L’innegabile verità è che tutta la gente che incontriamo si sente superiore a noi in qualcosa, e un modo sicuro per giunger al loro cuore è quello di far loro credere che riconosciete questa pretesa superiorità. Parla alla gente di sé stessa.

PRINCIPIO: Fate in modo che gli altri i sentano importanti, e cercate sempre di ottenere questo risultato con la massima naturalezza e sincerità. 

PARTE TERZA: Come convincere il prossimo a condividere le vostre opinioni

IMPOSSIBILE AVERE LA MEGLIO DISCUTENDO

9 volte su 10, alla fine di una controversia gli avversari si ritrovano esattamente dello stesso parere, più convinti che mai di essere dalla parte del giusto. E’ impossibile avere la meglio discutendo. Una forzata convinzione non farà mai cambiare opinione. Discutendo, polemizzando e contraddicendo, a volte si può anche vincere; ma è una vittoria di Pirro (?) perché non si otterrà mai la simpatia dell’avversario.

Buddha: “L’odio non si spegne con l’odio, ma con l’amore”.

E un malinteso non si chiarirà mai discutendo ma usando tatto e diplomazia, dimostrando un atteggiamento conciliante e il desiderio di capire il punto di vista dell’altro. In una discussione: mantenere la calma e tenere sotto controllo la reazione istintiva. Dare sempre all’avversario la possibilità di parlare. Non opporre resistenza, difese o discussioni: crea solo delle barriere. Costruire ponti di comprensione, non muri di incomprensione. Considerare i punti d’accordo. Scusarsi se ci si sbaglia. Servirà a disarmare l’avversario e a fargli abbassare la guardia.

PRINCIPIO: Il modo migliore per avere la meglio in una discussione consiste nell’evitarla.

COME FARSI SICURAMENTE DEI NEMICI E COME EVITARLO

Lord Chesterfield: “Sii più saggio degli altri, s ci riesci; ma non andarglielo mai a dire”.

Se qualcuno fa un’affermazione e te la pensi diversamente: “Forse mi sbaglio. Mi succede spesso. Esaminiamo il problema”.

Ammettendo di poter sbagliare non ci si troverà mai in difficoltà. Impedirà ogni discussione e disporrà l’avversario in uno stato d’animo chiaro e aperto come il vostro. Sarà pronto ad ammettere di potersi sbagliare a sua volta. Se ci viene detto che siamo in torto, ci sentiamo sotto accusa e ci mettiamo sulla difensiva.
Non si può far niente di buono e si dice chiaro e tondo ad una persona che ha sbagliato. Se riesce solo a distruggere la dignità di quella persona e a rendersi antipatici.
Date ragione ai vostri avversari. Non dire all’altro che sta sbagliando, non fatelo inalberare: usate un po’ di diplomazia.

PRINCIPO: Mostrate rispetto per le altrui opinioni. Non dite mai: “Lei ha torto!”

SE AVETE TORTO, AMMETTETELO

Suscitate nell’avversario un atteggiamento magnanimo e di perdono e i vostri errori verranno minimizzati. Se sei nel torto ammettilo subito e in modo chiaro.

Proverbio: “Lottando si ottiene sempre poco; cedendo si ottiene sempre di più di quanto si sperava.”

PRINCIPIO: Se avete torto, ammettetelo subito e spassionatamente. Questo metterà l’altro in condizione di sentirsi a voi superiore e di avere la ragione nella discussione.

« Ultima modifica: 07 Novembre 2008, 10:42:17 da zlatan »

Loggato


Kant, Dylan, Bonnie, Reaper, Delbuon, link, intrepido, Extreme, bagnoale, sexypit, omega, Sunbeam, alpine, zak, Ags, thirsty, Ozio, scrat, Pitix, Anrea, hitch, Partyboy, William, MrPsycho, Andy, Alfasigma, JohnH, Lupin, Dante1982, DocSleazo, Ivanilgrande, Sombrero, G-Key, Narciso, eFFe, Fabrix, Ruby, Lovedreamer, Innerlight, Brandon, Nat, Seeker, SAKU39, Estìlo/james.mar, Poncho, Silvers, Cassim, Neij, Trombler, AlterEgo, Winner, TermYnator, ErDandi, ErFreddo, Yowriter, erick.83, Smooth, Edward Bloom, doppiume, Nuke, Alfaleph, Acqua, Dan, Dr Jerry, Alex de Large, Mailin, Nova99, Escalus, a to z, Athos, Zheeno, Torello, Blackhat, PaladinoFugace, Voltarecchie, Sunrise, hustler2k8, Zerg010, Guy Montag, Hancock, Social_Hacker, Hitman, pippo, Humanist & Pivot, Boyz, RK, Festadanzante, Shark72, Kleos. Expeausition, MVA, Neo1987, Spider



II TermYraduno: "AlY' Papà e i 40 Marpioni". Io c'ero.


Ogni ostacolo che si pone tra te e i tuoi sogni non è altro che una prova per verificare quanto veramente desideri raggiungerli


Se le persone che non si comprendono, comprendessero almeno di non comprendersi, si comprenderebbero meglio di quando, non comprendendosi, non comprendono nemmeno che non si comprendono - Gustave Ichheiser

zlatan

  • 100% Key Joker
  • SI-Reliable User
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 223
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 33
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 2855
  • Only god can judge me

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #1 del: 07 Novembre 2008, 10:40:09 »

UNA GOCCIA DI MIELE

Il sole e il vento litigavano su chi fosse il più forte. Il vento diceva: “Ti proverò ce sono io il più forte. Guarda quel vecchio laggiù con l’impermeabile, scommetto che glielo toglierò prima di quanto riusciresti a fare tu”. Così il sole andò dietro ad una nuvola e il vento soffiò fino a diventare un tornado a più forte lui soffiava, più stretto il vecchio si teneva il suo impermeabile. Alla fine rinunciò e il sole venne fuori da dietro le nubi e sorrise gentilmente al vecchio. Lui si asciugò la fronte e si sfilò il soprabito. Il sole disse al vento che la gentilezza
e la cordialità sono sempre più potenti della forza bruta.

PRINCIPIO: Cominciate sempre col mostrarvi amici.

IL SEGRETO DI SOCRATE

Quando si parla con una persona, non bisogna cominciare subito a discutere di cose sulle quali non si è d’accordo. Una risposta negativa è l’handicap più difficile da superare. Quando si è detto no, l’orgoglio richiede di restare coerenti con sé stessi.

PRINCIPIO: Fate in modo che il vostro interlocutore sia indotto a rispondere “Si” fin dal principio.

LA VALVLA DI SICUREZZA PER FAR FRONTE ALLE LAMENTELE

Quando vogliamo indurre gli altri a condividere le nostre idee, abbiamo il vizio di parlare troppo. Lasciamo invece che siano gli altri a parlare. Cosi facciamo loro delle domande. Lasciamoli parlare. Se non siamo d’accordo con loro, avremo la tentazione di interromperli. Questa è una cosa da non fare. E’ pericoloso. Se hanno ancora un sacco di cose da dire, non ci staranno nemmeno a sentire.
Perfino i nostri amici preferiscono di gran lunga parlare di sé stessi piuttosto che stare ad ascoltare le nostre spacconate.

La Rochefoucauld: “Se vuoi crearti dei nemici, mostrati superiore ai tuoi amici. Ma se vuoi farti degli amici, lascia che i tuoi amici si credano superiori a te”.

Perché questo è vero? Perché quando i nostri ci superano, provano un senso di importanza, ma quando siamo noi a superarli, loro, almeno la maggior parte, si sentono inferiori e provano invidia.

La Rochefoucauld: “E’ una grande abilità saper nascondere le proprie abilità”.

PRINCIPIO: Lasciate che i vostri interlocutori chiacchierino quanto vogliono.

COME RIUSCIRE A OTTENERE COLLABORAZIONE DAI NOSTRI SIMILI

La tattica di dare agli altri l’impressione di essere stati loro ad aver avuto l’idea non funziona solo sul lavoro, negli affari o in politica, ma anche nella vita familiare. Così il saggio che desidera porsi al di sopra degli uomini di fatto si pone al di sotto di loro; il saggio che desidera porsi davanti agli altri uomini, di fato si pone dopo di loro.

PRINCIPIO: Date agli altri la sensazione che siano stati loro per primi ad aver l’idea giusta.

La Rochefoucauld“Le menti mediocri condannano tutto ciò che è a loro superiore.


UN SISTEMA CHE FARA’ MERAVIGLIE

Ricordate che il vostro interlocutore può anche aver torto marcio, ma è convinto del contrario. Non condannatelo per partito preso, tutti gli stupidi ne sarebbero capaci. Cercate di capirlo. Solo le persone sagge, tolleranti e fuori del comune ci riescono. C’è sempre un motivo se gli altri si comportano in un certo modo. Scovate questo motivo e avrete in mano la chiave del loro comportamento, per non dire addirittura della loro personalità. Chiedetevi: “Se fosse nei pani di questo qui come mi sentirei? Come reagirei?
In effetti il successo nei rapporti interpersonali dipende dalla capacità di vedere le cose dal punto di vista altrui.

PRINCIPIO: Cercate di vedere onestamente le cose dal punto di vista del vostro interlocutore

QUELLO CHE TUTTI VOGLIONO

“Non la biasimo affatto se la pensa cos’. Anzi, se fossi nei suoi panni credo proprio che anch’io farei lo stesso”.
E ricordate che le persone che vengono da voi irritate e infuriate hanno ben poca colpa di esere quello che sono. Cercate di capirle: i tre quarti delle persone che incontrate abitualmente hanno fame e sete della vostra comprensione.

Il bambino quando si fa male mostra subito i lividi e le piccole ferite per destare simpatia nei grandi; allo stesso modo gli adulti parlare volentieri dei loro problemi, della malattie, degli accidenti e delle operazioni chirurgiche. A tutti piace venir compassionati per delle sventure reali o immaginarie che siano.

PRINCIPIO: Siate comprensivi nei confronti delle idee e dei desideri altrui.

UN APPELLO CHE NON RESTA INASCOLTATO

Tutte le persone hanno una grande opinione di sé stesse, noi compresi e si considerano buone, care e altruiste. Le persone sono oneste e vogliono pagare i loro debiti.

PRINCIPIO:  Fate appello ai motivi più nobili.

CINEMA E TV LO FANNO: PERCHE’ VOI NO?

PRINCIPIO: Drammatizzate le vostre idee

SE NON RIUSCITE  IN ALTRO MODO PROVATE QUESTO SISTEMA

Il modo per fare le cose è di stimolare la competizione, non in un modo sordido e calcolatore, ma per il desiderio di eccellere in sé per sé. E’ questo il segreto: il desiderio di sentirsi importanti.

PRINCIPIO: Lanciate una sfida.

SE PROPRIO SI DEVE CRITICARE UN DIFETTO ECCO COME COMINCIARE

PRICNIPIO: Iniziate sempre con le lodi e l’apprezzamento  sincero.

COME CRITICARE SENZA FARSI ODIARE

Nell’esprimere le loro critiche molto esordiscono con lodi sincere, terminano il primo periodo del discorso con un “ma” e finiscono con una frase di critica. Esempio: “Siamo davvero orgogliosi di te Zlatan perché hai superato gli esami, MA se tu ti fossi applicato un po’ di piè n algebra i risultati sarebbero stati migliori”.

In questo caso Zlatan potrebbe sentirsi incoraggiato fino al fatidico MA. A questo punto di chiederà se la lode è davvero sincera.

Invece: “Siamo veramente orgogliosi di te Zlatan perché hai superato gli esami (si del sangue n.t.z.) E continuando ad applicarti potrai laurearti prima del 2028 (ahaha)”

Ora Zlatan potrebbe accettare le lodi. Richiamare l’attenzione sugli errori in maniera indiretta fa meravigle con le persone sensibili che potrebbero risentirsi tremendamente di ogni critica diretta.

PRINCIPIO: Richiamate l’attenzione sugli errori altrui in maniera indiretta.

PARLARE DEI PROPRI ERRORE E DIFETTI

Ammettere gli errori, anche se non si è in grado di correggerli, può aiutare a convincere l’interlocutore a combinare il suo atteggiamento.

PRINCIPIO: Parlate dei vostri errori prima di sottolineare quelli altrui.

A NESSUNO PIACE SENTIRSI DARE ORDINI

Fare domande non solo rende un ordine più tollerabile, spesso stimola la creatività delle persone cui viene impartito. Gli altri accettano più volentieri un ordine se hanno una parte nella decisione che porta all’ordine stesso.

PRINCIPIO: Fate domande invece di impartire ordini diretti.

PERMETTERE AGLI ALTRI DI SALVARE LA FACCIA

Rinfacciando colpe, criticando, rimproverando un bambino o un dipendente di fronte agli altri senza nemmeno pensare di ferire profondamente la gente. Anche se abbiamo ragione e l’altro ha torto marcio, facendogli perdere la faccia riusciamo solo a distruggere il suo ego.

PRINCIPIO: Fate in modo che l’altra persona salvi la faccia. Non umiliare.

COME SPRONARE LAGENTE AL SUCCESSO

Lodiamo anche il più piccolo miglioramento. Questo fa si che l’altro voglia migliorare ancora. E’ sempre meglio che scendere nel dettaglio, quando si fanno dei complimenti, non mantenersi sulle generali; cosi la lode risulta molto più incisiva e gradita a che la riceve. A tutti fa piacere essere lodati, una s la lode è specifica, diventa più sincera e non soltanto qualcos che si dice per far paicere all’altro.

PRINCIPIO: Lodate il più piccolo progresso. Siate calorosi nell’approvazione e prodighi di lodi (se esiste il lodabile.

L’IMPORTANZA DI UNA REPUTAZIONE DA DIFENDERE

In breve se vuoi migliorare il comportamento di una persona agisci come se quella virtù particolare che ti interessa fosse già una delle sue principali caratteristiche.

Shakespeare: “Presumete nell’altro una virtù anche se ancora non esiste”.

Date a chiunque una buona reputazione da sostenere e vedrete che farà sforzi prodigiosi piuttosto che disilludervi.

PRINCIPIO:  Date agli altri l’impressione di avere una reputazione da difendere. In questa maniera non ci smentiranno.

FATE IN MODO CHE OGNI ERRORE SEMBRI FACILE DA CORREGGERE

Facendo sembrare facile ogni problema, facendo sentire all’altra persona che avete fiducia nelle sue possibilità, che ha un sacco di potenzialità non sviluppate da tirar fuori, e quella si darà da fare dala mattina alla sera per diventare in gamba sul serio.

PRINCIPIO: Usate l’incoraggiamento., Mostrate quant’è facile correggere gli errori.

FATE IN MODO CHE LA GENTE SIA CONTENTA DI FARE QUEL CHE LE CHIEDETE

Quando chiedi quello che vuoi, mettila in modo che l’altra persona abbia l’impressione di poterne ricavare un vantaggio personale.

PRINCIPIO: Fate si che l’altra persona sia felice di fare quanto le suggerite.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ogni correzione è ben accetta, di qualsiasi tipo.

Zlatan

Loggato


Kant, Dylan, Bonnie, Reaper, Delbuon, link, intrepido, Extreme, bagnoale, sexypit, omega, Sunbeam, alpine, zak, Ags, thirsty, Ozio, scrat, Pitix, Anrea, hitch, Partyboy, William, MrPsycho, Andy, Alfasigma, JohnH, Lupin, Dante1982, DocSleazo, Ivanilgrande, Sombrero, G-Key, Narciso, eFFe, Fabrix, Ruby, Lovedreamer, Innerlight, Brandon, Nat, Seeker, SAKU39, Estìlo/james.mar, Poncho, Silvers, Cassim, Neij, Trombler, AlterEgo, Winner, TermYnator, ErDandi, ErFreddo, Yowriter, erick.83, Smooth, Edward Bloom, doppiume, Nuke, Alfaleph, Acqua, Dan, Dr Jerry, Alex de Large, Mailin, Nova99, Escalus, a to z, Athos, Zheeno, Torello, Blackhat, PaladinoFugace, Voltarecchie, Sunrise, hustler2k8, Zerg010, Guy Montag, Hancock, Social_Hacker, Hitman, pippo, Humanist & Pivot, Boyz, RK, Festadanzante, Shark72, Kleos. Expeausition, MVA, Neo1987, Spider



II TermYraduno: "AlY' Papà e i 40 Marpioni". Io c'ero.


Ogni ostacolo che si pone tra te e i tuoi sogni non è altro che una prova per verificare quanto veramente desideri raggiungerli


Se le persone che non si comprendono, comprendessero almeno di non comprendersi, si comprenderebbero meglio di quando, non comprendendosi, non comprendono nemmeno che non si comprendono - Gustave Ichheiser

zlatan

  • 100% Key Joker
  • SI-Reliable User
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 223
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 33
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 2855
  • Only god can judge me

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #2 del: 07 Novembre 2008, 11:11:54 »

Sei stato bravissimo zlatan!!L'ho letto anch io il libro..
La tua sintesi è da stampare e infilare dentro il libro qualora qulcuno voglia rinfrescarsi un po' i concetti..  Wink

certe volte però mi sono chiesto se i concetti di Carnegie non siano un po' superati..Ricordiamo che il libro è vecchio come il mondo..
Al giorno d'oggi un eccesso di gentilezza potrebbe essere interpretato come ruffianaggio..
Mi riferisco ai complimenti ad es..
E' sottinteso che tutto ciò che dice il libro vada fatto con spontaneità,ma in una società come la nostra è facile essere fraintesi..

« Ultima modifica: 07 Novembre 2008, 11:15:44 da Dally85 »

Loggato


BANNATO

Dally85

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 565

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #3 del: 07 Novembre 2008, 11:35:02 »

Si Dally, hai detto delle cose giuste. Ricorda infatti che non è un libro di sarge e di rimorchio. Ci sono spunti riutilizzabili in alcune circostante. Per esempio, riempire di compliementi le donne è una cosa da limitare.

Però, quando spiega come trattare gli altri per farseli amici, sono concetti utili se ad esempio apri un set misto. Insomma, per befriendare i mag del set, o anche una CB.

Zlatan

Loggato


Kant, Dylan, Bonnie, Reaper, Delbuon, link, intrepido, Extreme, bagnoale, sexypit, omega, Sunbeam, alpine, zak, Ags, thirsty, Ozio, scrat, Pitix, Anrea, hitch, Partyboy, William, MrPsycho, Andy, Alfasigma, JohnH, Lupin, Dante1982, DocSleazo, Ivanilgrande, Sombrero, G-Key, Narciso, eFFe, Fabrix, Ruby, Lovedreamer, Innerlight, Brandon, Nat, Seeker, SAKU39, Estìlo/james.mar, Poncho, Silvers, Cassim, Neij, Trombler, AlterEgo, Winner, TermYnator, ErDandi, ErFreddo, Yowriter, erick.83, Smooth, Edward Bloom, doppiume, Nuke, Alfaleph, Acqua, Dan, Dr Jerry, Alex de Large, Mailin, Nova99, Escalus, a to z, Athos, Zheeno, Torello, Blackhat, PaladinoFugace, Voltarecchie, Sunrise, hustler2k8, Zerg010, Guy Montag, Hancock, Social_Hacker, Hitman, pippo, Humanist & Pivot, Boyz, RK, Festadanzante, Shark72, Kleos. Expeausition, MVA, Neo1987, Spider



II TermYraduno: "AlY' Papà e i 40 Marpioni". Io c'ero.


Ogni ostacolo che si pone tra te e i tuoi sogni non è altro che una prova per verificare quanto veramente desideri raggiungerli


Se le persone che non si comprendono, comprendessero almeno di non comprendersi, si comprenderebbero meglio di quando, non comprendendosi, non comprendono nemmeno che non si comprendono - Gustave Ichheiser

zlatan

  • 100% Key Joker
  • SI-Reliable User
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 223
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 33
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 2855
  • Only god can judge me

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #4 del: 07 Novembre 2008, 12:49:02 »

Minchia che bel lavoretto... sei proprio un nerd  Laughing

Loggato


quelle sue faccine da msn umane che riesce a fare sono assurde © Lù

è molto cambiato da quando l'ho visto la prima volta, ottimo autocontrollo e tratta chiunque:pua,sof,ug,hb come persone e le fa sentire bene © Knives

un Vero uomo dal profilo umano , sempre sorridente energia alle stelle..mi ha sempre fatto spaccare dalle risate © Lù

Nerd © Zlatan

SOF © Kant

prostituta!!! © La migliore amica

BAU!!! © Il cane

Nat

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 117
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: In the bushes in front of your girlfriend's house
  • Posts: 973
  • No one can hurt me — that's my job. B. Katye

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #5 del: 07 Novembre 2008, 13:26:43 »

Citato da: zlatan il 07 Novembre 2008, 10:40:09

La Rochefoucauld: “E’ una grande abilità saper nascondere le proprie abilità”.

Zlatan, complimenti... me lo stampo subito e lo infilo dentro (il culo... ahahah) la cartella dove ho il materiale per il rimorchio.
Leggendo mi sono venute in mente due osservazioni, ecchitele:

1 - la parte difficile in tutto ciò è continuare a dare, dare, dare senza ammosciarsi se non si riscontrano buoni feedback. Ossia puoi tessere le lodi sincere ed incoraggiare tutti, ma se loro se ne approfittano facendosi grossi e calpestandoti può essere che demordi. Quello che nel libro non c'è scritto forse, è che per mettere in pratica SISTEMATICAMENTE questi consigli ci vuole una base di coraggio, amorproprio e fiducia nel mondo non indifferente.
Però noi queste cose ce le abbiamo, quindi... Wink  Cheesy  Cool

2 - ho trovato in questa sintesi molti dei suggerimenti del TermYnator su come sviluppare carisma, quindi credo che sia utile per chi legge quel 3d, di leggere anche questo e viceversa Cheesy
---> http://seduzioneitaliana....um/index.php?topic=1811.0

EDIT: la storia del vento e del sole mi ha fatto letteralmente sborrare.

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #6 del: 07 Novembre 2008, 13:44:19 »

Ben fatto,
ti meriti una mancia

Loggato


La seduzione è l'arte di creare un mondo immaginario nel quale tu e la donna con la quale interagisci, vivono un sogno. TernYnator

Cmq alò, potremmo deh, o no? il tutto imho

Ambizione, tenacia e consapevolezza, faranno la ricchezza...Pitix

Pitix

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 23
  • Offline Offline
  • Posts: 371

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #7 del: 07 Novembre 2008, 13:49:14 »

Poi arrivai io mi misi il caschettino marcio.. e il giorno dopo tutti avevano il caschettino marcio....

Ma ti levi da - - - - - - - eh - - -   - - - e!!!!

Loggato

Kant

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 170
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1372

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #8 del: 07 Novembre 2008, 14:16:58 »

Citato da: zlatan il 07 Novembre 2008, 11:35:02

Si Dally, hai detto delle cose giuste. Ricorda infatti che non è un libro di sarge e di rimorchio. Ci sono spunti riutilizzabili in alcune circostante. Per esempio, riempire di compliementi le donne è una cosa da limitare.

Però, quando spiega come trattare gli altri per farseli amici, sono concetti utili se ad esempio apri un set misto. Insomma, per befriendare i mag del set, o anche una CB.

Zlatan

quello è vero si..però anche in quei contesti ci vuole un po' di moderazione..  Wink

Loggato


BANNATO

Dally85

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 565

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #9 del: 07 Novembre 2008, 15:39:20 »

Citato da: zlatan il 07 Novembre 2008, 10:40:09

...
La Rochefoucauld: “Se vuoi crearti dei nemici, mostrati superiore ai tuoi amici. Ma se vuoi farti degli amici, lascia che i tuoi amici si credano superiori a te”.
...
La Rochefoucauld: “E’ una grande abilità saper nascondere le proprie abilità”.
...
PRINCIPIO: Date agli altri la sensazione che siano stati loro per primi ad aver l’idea giusta.
...
La Rochefoucauld“Le menti mediocri condannano tutto ciò che è a loro superiore.
...
PRINCIPIO: Cercate di vedere onestamente le cose dal punto di vista del vostro interlocutore

Gran bel lavoro + Thumbs Up
Però su questi punti, dissento apertamente.
La Rochefoucauld appartiene ad un periodo particolare, nel quale il cerimoniale imponeva
un eccesso di salamelecchi poco in linea con il nostro tempo.
Le sue strategie, inoltre, sono dettate dall'inserirsi al meglio in una piramide di potere, nella
quale si sa a priori di non poter mai coprire il ruolo principale.
Non bisogna infatti dimenticare che a quei tempi, un nobile che non fosse appartenente alla
famiglia reale, per aumentare il suo potere poteva solo entrare nelle grazie del Re.
Mostrarsi abile, in questo contesto, avrebbe generato invidie nei "parigrado", che avrebbero
complottato per infamarlo agli occhi del sovrano.
E' quindi logico apparire "piccoli" agli occhi degli "amici" per non incappare nelle loro invidie
e nel loro tentativo di diffamarti, per porsi invece come estremo lecchino del potente per
ottenere i suoi favori. Ma è una logica da gregario, conscio di non poter mai essere il leader.
In un'ottica senza questo limite, il comportamento di La Rochefoucauld è un comportamento
Beta, teso a rimanere tale.

PRINCIPIO: Cercate di vedere onestamente le cose dal punto di vista del vostro interlocutore

Questo principio è giusto, ma è ambiguo nelle implicazioni.
Se il tuo interlocutore è in buona fede, ovvero la discussione nasce casualmente a causa del dissenso
su un argomento, è buona cosa applicare il principio:
"Quando mi accingo ad un dibattito dialettico, cerco sempre di capire le ragioni del mio interlocutore"
(Cit.  Grin )
Ma se pensi che non sia così, DEVI usare un metro diverso.

Tanto per usare esempi comuni, a titolo di studio del comportamento umano, si è recentemente
assistito ad un incredibile tentativo di discredito di alcuni nostri fratelli del forum.
Applicando il principio che citi, in tutta onestà, non si può affermare che l'intenzione di chi ha
alimentato la polemica fosse un dissenso su argomenti risolvibili: era una chiara aggressione, con il
puro intento di far male. Il male per il male.
Non c'è quindi argomento di discussione, e non c'è dialettica che tenga: perchè non c'è
nell'interlocutore una volontà a cercare una verità, ma solo lo stupido intento di perseguire
lo scopo personale di danneggiare qualcuno ai danni degli altri, per mostrarsi grande.

E' quello che succede pari pari nei rimorchi, quando mentre ti lavori una tipa, si presenta il
medesimo tipo di beta decerebrato, che tenta di buttarti giu ai suoi occhi per apparire più alpha di te.
Ed è evidente che non puoi porgli l'altra guancia, ma devi essere abbastanza furbo da farlo sparire
come uomo sfruttando le sue stesse parole.
E' il principio dell'amog destruction.
Ed in questi casi, Budda non si può applicare, mentre si applica alla perfezione
la nota massima di De Coubertin:
"A la guerre comme a la guerre"

TermYnator

« Ultima modifica: 07 Novembre 2008, 15:54:32 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Online Online
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10007

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #10 del: 07 Novembre 2008, 15:54:35 »

Citato da: TermYnator il 07 Novembre 2008, 15:39:20

Gran bel lavoro + Thumbs Up
Però su questi punti, dissento apertamente.
La Rochefoucauld appartiene ad un periodo particolare, nel quale il cerimoniale imponeva
un eccesso di salamelecchi poco in linea con il nostro tempo.
Le sue strategie, inoltre, sono dettate dall'inserirsi al meglio in una piramide di potere, nella
quale si sa a priori di non poter mai coprire il ruolo principale.
Non bisogna infatti dimenticare che a quei tempi, un nobile che non fosse appartenente alla
famiglia reale, per aumentare il suo potere poteva solo entrare nelle grazie del Re.
Mostrarsi abile, in questo contesto, avrebbe generato invidie nei "parigrado", che avrebbero
complottato per infamarlo agli occhi del sovrano.
E' quindi logico apparire "piccoli" agli occhi degli "amici" per non incappare nelle loro invidie
e nel loro tentativo di diffamarti, per porsi invece come estremo lecchino del potente per
ottenere i suoi favori. Ma è una logica da gregario, conscio di non poter mai essere il leader.
In un'ottica senza questo limite, il comportamento di La Rochefoucauld è un comportamento
Beta, teso a rimanere tale.

grazie termy per l'intervento.
Sono pienamente d'accordo con la parte che ho quotato. Non avevo proprio pensato al motivo per cui La Rochefoucauld avesse scritto quelle cose, e nemmeno ci sarei arrivato. In effetti torna tutto pienamente.

Difatti, come in ogni cosa, le teorie e i principi di questo libro vanno applicati nel contesto giusto per ottenere certi risultati, come è anche inutile prenderli completamente alla lettera.

Zlatan

Loggato


Kant, Dylan, Bonnie, Reaper, Delbuon, link, intrepido, Extreme, bagnoale, sexypit, omega, Sunbeam, alpine, zak, Ags, thirsty, Ozio, scrat, Pitix, Anrea, hitch, Partyboy, William, MrPsycho, Andy, Alfasigma, JohnH, Lupin, Dante1982, DocSleazo, Ivanilgrande, Sombrero, G-Key, Narciso, eFFe, Fabrix, Ruby, Lovedreamer, Innerlight, Brandon, Nat, Seeker, SAKU39, Estìlo/james.mar, Poncho, Silvers, Cassim, Neij, Trombler, AlterEgo, Winner, TermYnator, ErDandi, ErFreddo, Yowriter, erick.83, Smooth, Edward Bloom, doppiume, Nuke, Alfaleph, Acqua, Dan, Dr Jerry, Alex de Large, Mailin, Nova99, Escalus, a to z, Athos, Zheeno, Torello, Blackhat, PaladinoFugace, Voltarecchie, Sunrise, hustler2k8, Zerg010, Guy Montag, Hancock, Social_Hacker, Hitman, pippo, Humanist & Pivot, Boyz, RK, Festadanzante, Shark72, Kleos. Expeausition, MVA, Neo1987, Spider



II TermYraduno: "AlY' Papà e i 40 Marpioni". Io c'ero.


Ogni ostacolo che si pone tra te e i tuoi sogni non è altro che una prova per verificare quanto veramente desideri raggiungerli


Se le persone che non si comprendono, comprendessero almeno di non comprendersi, si comprenderebbero meglio di quando, non comprendendosi, non comprendono nemmeno che non si comprendono - Gustave Ichheiser

zlatan

  • 100% Key Joker
  • SI-Reliable User
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 223
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 33
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 2855
  • Only god can judge me

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #11 del: 07 Novembre 2008, 16:10:15 »

Che lavorone di post! devo ancora finire di leggere la seconda parte.
Molto utile per il befriending quindi +1  Thumbs Up

occhio pero' a non esagerare senno' si finisce che ci inzerbiniamo e otteniamo un effetto controproducente  Laughing

Loggato


the one who hesitates...masturbates

Neji

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 29
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 28
  • Posts: 389
  • Re-Emotioning

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #12 del: 07 Novembre 2008, 16:22:37 »

Citato da: TermYnator il 07 Novembre 2008, 15:39:20

Tanto per usare esempi comuni, a titolo di studio del comportamento umano, si è recentemente
assistito ad un incredibile tentativo di discredito di alcuni nostri fratelli del forum.
Applicando il principio che citi, in tutta onestà, non si può affermare che l'intenzione di chi ha
alimentato la polemica fosse un dissenso su argomenti risolvibili: era una chiara aggressione, con il
puro intento di far male. Il male per il male.

Che è successo?
Questo spazio è pubblico, se dici questo davanti al volgo devi dire pure i nomi.

Per il resto ti dò ragione, ma dò ragione pure a Zlat. Non è che la vita è solo salire come dici tu. Certe volte bisogna mettersi da parte, perchè se tutti cercano di arrivare in cima alla piramide alla fine non ci arriva nessuno.

Il distinto,
Acqua

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #13 del: 07 Novembre 2008, 16:40:02 »

Citato da: Acqua il 07 Novembre 2008, 16:22:37

Che è successo?

Lo sanno pure i sassi...   Wink
Scendere in ulteriori dettagli è OT.

Citazione

Per il resto ti dò ragione, ma dò ragione pure a Zlat. Non è che la vita è solo salire come dici tu. Certe volte bisogna mettersi da parte, perchè se tutti cercano di arrivare in cima alla piramide alla fine non ci arriva nessuno.

Uno ci arriva comunque...
O più d'uno se la piramide è fondata su un concetto democratico piuttosto che dittatoriale.
Inoltre, tra due persone, perchè questo è in realtà il contesto d'applicazione del rimorchio,
se il leader non sei tu, colui che conduce diventa lei.
E sappiamo bene che le donne amano essere condotte...
Ergo, ducere est conditio sine qua non seducere.
Minchia come m'è venuta bene questa... Mo me l'appunto  Laughing

TermYnator

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Online Online
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10007

Re: Come trattare gli altri e farseli amici - Dale Carnegie

« Risposta #14 del: 07 Novembre 2008, 18:13:13 »

Citato da: TermYnator il 07 Novembre 2008, 16:40:02

Uno ci arriva comunque...

Fascistello.  Knuppel

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano
Pagine: [1] 2   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: