Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Intervista al Buttafuori.

(Letto 1717 volte)

Intervista al Buttafuori.

« del: 06 Dicembre 2008, 18:29:11 »

Segue un'approfondita intervista a Mark73, a mio avviso uno degli utenti più interessanti del forum.
E' stata pubblicata anche qui:
http://pieroit.giovani.it...rvista_al_buttafuori.html
_________________________________

- La domanda con cui si inizia sempre: chi sei?

Uno che NON si accontenta…

E poi…e poi mi piace anche definirmi come una persona “sacra”, ma non nel senso che viene normalmente dato a questo termine. Credo di essere quanto di più LONTANO possa esistere dal comune significato che la gente attribuisce al termine “sacro”.

Semplicemente, anni fa, lessi una bellissima poesia di un autore sconosciuto e mi ci sono riconosciuto al 100%! Tuttora, quando la rileggo, non posso fare a meno di commuovermi:

Una persona sacra non è un santo
deve poter cadere in basso quanto un pidocchio
deve poter volare alto quanto un'aquila
dev'essere dio e diavolo insieme,
essere anche pazzo.
Perché anche questo è sacro.

- In che misura ti riconosci nel ruolo di "buttafuori", per come inteso nell'immaginario comune?

Se per buttafuori si intende un energumeno quasi sempre incazzato e con capacità logico/cognitive sottosviluppate, allora non mi ci riconosco per nulla in questo ruolo.

- Quali tecniche di lotta conosci?

Submission wrestling, qualcosa di lotta libera (più che altro il discorso dei takedown e relativa difesa dagli stessi) e thay boxe.

- Quali sono le tecniche di combattimento più efficaci in strada? Per quali motivi?

La “tecnica” più efficace in strada è SCALTREZZA + SANGUE FREDDO. Se poi hai anche il fisico e una buona padronanza delle tecniche sopra citate, allora direi che stai nettamente sopra la media.

- Ci racconti gli episodi più eclatanti della tua carriera da buttafuori? L'episodio più violento? Quello più comico?

Te ne racconto uno, discretamente allucinante, che racchiude un po’ tutte queste caratteristiche.

Carnevale di 3 anni fa, Martedì Grasso. Festa con musica a palla, tanta tanta gente. Individuo subito un tipo ultra accelerato e capisco che farà casino al 200%!! Dopo manco 5 minuti inizia a prendere a spallate un grossa cassa acustica. Gli dico di calmarsi. Lui mi sorride e smette. Dopo 2 minuti rinizia peggio di prima. Lo prendo di peso, lo porto fuori e dico al mio amico/collega, che quella sera lavorava con me, di non farlo rientrare.

Dopo 10 minuti arrivano 2 tipi stravolti “Mark corri fuori che l’altro buttafuori sta ammazzando uno!!”. Esco e vedo il mio amico (un animale, fisico e forza mostruosi, in più anche lui lottatore e pure bravo!) che letteralmente solleva di peso il tipo, lo scaraventa a 5-6 metri di distanza, il tipo sviene 40-50 secondi, poi riprende i sensi, si rialza di scatto tipo il Terminator del primo film che pare che non crepa mai e torna subito all’attacco. Era TOTALMENTE FATTO di droghe, completamente ANESTETIZZATO, non sentiva un caxxo di dolore!!!

Mi impaurisco perché penso che, se lo lascio ancora sotto le mani del mio collega, questo ci rimette la pelle. Dico che ci penso io e faccio prendere all’altro buttafuori il mio posto dentro. Cerco di calmare il tipo che è completamente ALLUCINATO. Lui fa finta di rabbonirsi, io mi distraggo un attimo e, come una saetta, si butta dentro il locale, corre in direzione del cassa e spara un mega schiaffone a mano aperta – ovviamente senza alcun motivo! – al cassiere. Io mi precipito dentro, lo prendo in Doppia Nelson da in piedi (è una tecnica di bloccaggio che fa leva anche sulla cervicale) e lo riporto fuori.

Mentre lo porto fuori questo maledetto smania e riesce ad assestare una manata in faccia ad un tipo mezzo ubriaco che c’è mancato poco che fa scoppiare un casino…

Quando, finalmente, è fuori mi minaccia e me ne dice di tutti i colori “figlio di prostituta, ti ammazzo, ti sparo, ti accoltello, io sono sardo, tu non sai che caxxo ti faccio, chi sono io, bla bla bla bla”.

Decido che è ora di farlo spaventare un pochino di più. Lo prendo in Mataleao (è una tecnica molto efficace di strangolamento) e metto il 30% della forza per 7-8 secondi circa…giusto per fargli mancare un po’ il fiato ed impaurirlo un minimo. Lo lascio e lui si accascia al suolo come una pera cotta…insomma questo escremento era svenuto davvero!!!

Non faccio in tempo a fare nulla che il mio collega mi richiama dentro perché il tipo mezzo ubriaco che era stato colpito sta facendo casini neri e rischia di far scoppiare una mega rissa. Rientro e lo sedo in pochi secondi.

Non faccio in tempo a rilassarmi che sento delle urla disumane “TI AMMAZZOOOOOOOOO!!!!” …Era il tipo di prima che avevo fatto svenire.

Non mi ero accorto che, accasciandosi di botto al suolo, aveva sbattuto violentemente la testa e si era fatto uno sbraco enorme che gli solcava in diagonale tutta la fronte. Pisciava sangue come una fontana. La faccia era una maschera grottesca e deformata d’odio dove si mischiavano sangue, sporcizia, saliva e sudore. Il suo sangue zampillava copiosamente e si spargeva in ogni dove. Di fronte a questa visione la gente era letteralmente TERRORIZZATA!!

Confesso che ho avuto un attimo di esitazione (caxxo mi faceva schifo tutto quel sangue!!), il mio amico/collega era sparito e per un momento non ho saputo cosa fare. Ma poi d’istinto gli sono andato di scatto dietro la schiena e l’ho ripreso in Doppia Nelson. Se non fossi intervenuto sarebbe successa un’ECATOMBE nel locale, il tipo si sarebbe buttato tutto insanguinato sulla gente e non oso manco immaginare cosa sarebbe accaduto!

…Insomma lo riporto fuori, cerco di calmarlo ma lui desidera solamente UCCIDERMI. Per miracolo riesco a far rintracciare l’amico con cui è venuto. Il suo amico cerca di calmarlo, gli dice che deve solo salire in macchina e poi ci pensa lui…allora io lo lascio e cosa ti fa questo escremento? CERCA DI MENARE ALL’AMICO!!!!!!

Forse tu che leggi ti starai chiedendo il perché. La risposta è semplice: era in preda ad un vero e proprio delirio idrofobo, ma manteneva quel minimo barlume di razionalità che gli suggeriva che gettarsi contro di me sarebbe stata la sua fine e così, pur di sfogare la sua RABBIA omicida, si è lanciato contro l’amico. Per fortuna lo riagguanto subito nella solita Doppia Nelson. Lo tengo così un’ora buona e alla fine, dopo che in 4-5 ci parliamo e lo convinciamo che ogni suo tentativo di violenza è vano, si lascia convincere ad entrare nell’auto dell’amico e FINALMENTE – sono circa le quattro del mattino!! – se ne va fuori dai COGLIONI!!!

Sono completamente ricoperto dal suo sangue…che schifo mio Dio!!!!

Mai più rivisto per fortuna…

- Cosa succede di scabroso nei night club? Che tipo di uomini e donne frequentano questi luoghi?

Iniziamo subito col dire una cosa che sanno in pochi: nei night i buttafuori NON fanno entrare le donne da sole. Teoricamente è una cosa illegale in quanto, in un locale pubblico quali sono i night, possono entrare tutti i maggiorenni uomini o donne che siano. Tuttavia, in pratica, le donne da sole NON entrano perché dentro potrebbe esserci il loro marito o fidanzato e così…

Per quanto riguarda il discorso dello scabroso, direi che nei night succede ben poco: qualche palpatina, qualche leccata di tetta e toccata di figa…insomma sesso nada perché IN ITALIA (…come dice quella canzone??!! Hahahah!!!;-) sarebbe configurabile il reato penale di “atti osceni in luogo pubblico”, per non parlare del discorso dello sfruttamento della prostituzione.

Il mio parere sui night? DEPRIMENTI! Da evitare del tutto se si ha un minimo di amor proprio.

Altra cosa sono i club privee che NON sono locali pubblici, in quanto vi possono entrare solo i tesserati. La morale della favola è che, con questo escamotage, in codesti posti si TROMBA. Più che altro sono frequentati da coppie e scambisti. Per quel poco che ho avuto modo di vedere, almeno nella mia zona, sono posti di uno squallore enorme. Roba che se ci vai per sbaglio una sera, ti induce a prendere il Prozac per 2 anni di fila onde riprenderti dalla depressione dello squallore umano che, in genere, frequenta tali posti.

Per carità, non ho nulla contro i frequentatori dei privee, siamo in democrazia e ognuno – nei limiti imposti dalla legge – è libero di fare ciò che vuole. Dico solo che non fanno per me.

Altro discorso ancora sono le sexy disco. Divertenti per passare una serata in allegria fra amici, senza chissà quali pretese, e/o organizzarci un addio al celibato.

HAHAHAHAHA mi mi viene da ridere, sto ridendo da solo come un cretino…il fatto è che, pensando alle sexy disco, mi è venuta in mente la primissima volta che ci andai parecchi anni fa. Una tipa, dopo avermi sbattuto ripetutamente in faccia le sue chiappe sudate, si gira e mi fa “ti piaccio?”, risposta “sì hai un BUCO DI CULO stupendo!!” Poi entrambi sbottiamo a ridere come matti e lei mi dice “mi hanno detto di tutto, ma un simile complimento…” :-D

- Potresti dare dei consigli ai lettori per evitare situazioni difficili nei locali? In particolare, come evitare lo scontro diretto con un buffoncello coatto senza perderci la faccia?

Regola numero 1: lo scontro si evita NON alimentandolo! Potrà sembrare banale, ma la mia esperienza mi ha fatto capire che è più facile uccidere King Kong quando è ancora in fasce. A buon intenditor…

Inoltre: non vi ubriacate, non usate droghe, non vi atteggiate da duri e altre escrementate simili. Sono tutte cose da INSICURI & PERDENTI e, normalmente, chi provoca e/o incappa nelle risse sono persone di questo genere.

Infine: POSITIVE THINKING! Ho riscontrato che una mentalità felice, sorridente e positiva è il miglior repellente contro gli escrementi che possa esistere. Garantito!

- Cosa ne pensi della teoria della "manata n'faccia" e di quella del "chi mena prima, mena du volte"? Cheesy

La seconda, in strada, è SACROSANTA! La prima lascia un po’ il tempo che trova…insomma dipende chi è che dà la manata e chi è che la riceve. Ho visto tipi che davano la “manata n’faccia” che dopo mezzo secondo si sono ritrovati STESI da un diretto destro di chi l’aveva ricevuta…

- Di cosa si parla, tra buttafuori? Come vi confrontate? Come vi trattate l'un l'altro? Siete mai in competizione?

Ti dico il discorso e il “confronto” che questa sera ho avuto in palestra con un mio amico buttafuori. Lui lavora in una sexy disco da qualche anno e, dopo aver visto montagne di passere & culi al vento, è arrivato alla saggia conclusione (che io approvo!) che – sue testuali parole – “Per la ragazza fissa, insomma quella seria, è meglio avere la classica tipa longilinea, con un bel fisichetto, bella curata e fine. Mentre invece per una SANA MAIALATA sono nettamente meglio le porcone cellulitose con le seste/settime di seno e con un po’ di bella panzettina…ma quella giusta!”

A parte questa “chicca” ;-), in genere si parla di allenamenti, tecniche di combattimento, alimentazione sportiva, quanto ti pagano al locale X …e poi di tutto il resto di cui si parla fra comuni mortali…

Per il resto direi che, in genere, ci si tratta con rispetto e la competizione non esiste (e non DEVE esistere!) perché questo è un mestiere dove si deve collaborare e non competere.

- La calma, la severità e la sicurezza che proiettate, fa parte del ruolo o vi accompagna sempre e comunque?

Il discorso è che un po’ ci fai e un po’ ci sei, almeno nel mio caso.

- Come si sviluppa la capacità di spezzare il collo a qualcuno senza approfittarne? Come gestisci la tua aggressività?

HAHAHAHA, ma tu sei fuori!!! Direi che nel momento in cui hai spezzato il collo a qualcuno te ne sei già più che “approfittato” (giusto per usare un eufemismo!). Insomma, come dire: “scusa come faccio a trombarmi tizia senza però sverginarla??” ;-)

…O forse tu volevi dire “come si fa a domare qualcuno senza eccedere”, allora in questo caso direi che le tecniche offerte dalla submission wrestling sono le migliori, ti mettono in condizione di “disarmare” una persona senza lasciargli segni addosso, al contrario delle comuni tecniche di percussione (pugni, calci, ginocchiate, gomitate). Ovviamente la submission non deve essere portata fino a “chiusura” – come si dice in gergo – ma controllata, altrimenti in un attimo fai partire articolazioni e tendini al povero malcapitato di turno.

- Cosa cambia nel comportamento delle ragazze quando sei in orario lavorativo, rispetto a quando sei in giro per semplice divertimento?

Cambia TUTTO! Se sto lavorando non mi sognerei MAI E POI MAI di andare a cimentare (come si dice dalle mie parti) una tipa. Non sarebbe professionale. Non me ne frega niente se altri colleghi lo fanno. Io non l’ho mai fatto e anche questo è, secondo me, uno dei motivi per cui non ho quasi mai avuto grossi problemi durante la maggior parte delle serate…

- Che tipo di ragazza gira intorno al buttafuori? Hai notato delle differenze rispetto a quelle che girano intorno al DJ o al Barman?

Sì. Le ragazze che girano intorno al Barman e soprattutto al DJ sono tipe, in genere, particolarmente modaiole/conformiste: amano ronzare intorno a questi personaggi perché fa molto “social circle”, a prescindere dal fatto che poi possano piacergli o meno.

Invece quelle che ronzano vicino a un buttafuori sono caratterialmente più indipendenti e sicure di se: hanno individuato il tipo di maschio che gli piace davvero e se ne fregano se è alla moda o no, se le fa stare al centro dell’attenzione e altre cose simili. E’ un po’ la solita vecchia storia: ad alcune piace molto l’apparire, ad altre la concretezza. A ognuno il suo.

_________________________
[segue la seconda parte]...

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Intervista al Buttafuori.

« Risposta #1 del: 06 Dicembre 2008, 18:31:28 »

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Intervista al Buttafuori.

« Risposta #2 del: 06 Dicembre 2008, 19:10:29 »

Concordo con Acqua, Mark73 è un tipo davvero molto interessante. Mi piace molto la sua sicurezza, e il suo modo di vedere la vita! Kleos, lo vedo anche qui dalle mie parti, se la tua domanda è "come mai le ragazze sono attratte dai DJ", è perchè questi hanno molto SP. La maggior parte delle ragazze che frequentano le discoteche, sono le tipiche modaiole e, se vogliamo definirle così, truzzette, attratte dalla figura CONOSCIUTA del Dj. Questo è un mio punto di vista, di seduzione non so ancora niente perchè sono un newbie Smile , ma da quello che ho potuto vedere fino ad ora, mi sono fatto quest'idea.

Loggato

villevalo

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 86

Re: Intervista al Buttafuori.

« Risposta #3 del: 06 Dicembre 2008, 21:28:39 »

Citato da: Acqua il 06 Dicembre 2008, 18:29:11

…In giro vedo troppi aspiranti “seduttori” che si atteggiano: troppe “pose”, troppe battutine idiote, troppe cazzate, troppi ORPELLI. Io dico che la SEMPLICITA’ è la miglior “arma”. Ti presenti così per come sei, ad alcune piacerai, ad altre no…easy! Di certo la strada giusta non sarà MAI quella di snaturarsi per cercare di piacere a tutte perché, in questo modo, la maggior parte delle volte si finisce per non piacere a NESSUNA…

+1

Loggato

Kant

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 170
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1372

Re: Intervista al Buttafuori.

« Risposta #4 del: 06 Dicembre 2008, 21:47:14 »

Bellissima intervista! Complimenti a Mark ed Acqua Wink

Certo che ne ha di sangue freddo, specie per placare il tipo drogato e sanguinante senza distruggerlo...

Loggato


life is too short to be afraid

JBGrenouille

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 95
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 38
  • Residenza: La Perfida Albione
  • Posts: 1209

Re: Intervista al Buttafuori.

« Risposta #5 del: 07 Dicembre 2008, 11:44:42 »

Citato da: Kleos il 06 Dicembre 2008, 18:51:18

Bell'intervista, complimenti all'intervistatore e all'intervistato. Smile

Grazie per i complimenti Kleos!

Venendo alle tue domande: mi è capitato solo un paio di volte che, in servizio, mi hanno
fatto delle avances abbastanza dirette. Per il resto, questo è un lavoro dove meno dai
confidenza e meglio è. Lo dico per esperienza. Si vengono a creare situazioni strane che
è meglio EVITARE...

Ci sono persone che hanno dovuto smettere perché di natura TROPPO espansiva: non
ce la facevano a non chiacchierare, sorridere alle ragazze, eccetera. Questo è un lavoro
dove, se vuoi durare, ti devi fare i sacrosanti cazzi tuoi!

Tornando al discorso ragazze...molto dipende anche dove lavori. Se stai in posti dove il
target è under 25 allora non ti si filano proprio, in quanto sei TROPPO distante dal loro
universo. Anche se una volta mi è capitata un'eccezione con una di 16 anni...a cui
ovviamente non ho dato molta confidenza.

Il discorso cambia se sei in un posto con una clientela più matura. Se poi ti capita di lavorare
in night e sexy disco, allora là è impossibile non trombare!!

Loggato

Mark73

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 29
  • Offline Offline
  • Posts: 121

Re: Intervista al Buttafuori.

« Risposta #6 del: 07 Dicembre 2008, 11:47:11 »

Citato da: JBGrenouille il 06 Dicembre 2008, 21:47:14

Bellissima intervista! Complimenti a Mark ed Acqua Wink

Certo che ne ha di sangue freddo, specie per placare il tipo drogato e sanguinante senza distruggerlo...

Grazie per i complimenti!  Smile

Ti dico la verità: un attimo di esitazione l'ho avuto...come ho avuto anche la tentazione
di ammazzarlo!!! Credimi se ti dico che l'ho odiato veramente quella sera...  Angry

Loggato

Mark73

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 29
  • Offline Offline
  • Posts: 121

Re: Intervista al Buttafuori.

« Risposta #7 del: 07 Dicembre 2008, 13:01:01 »

Citato da: Mark73 il 07 Dicembre 2008, 11:47:11

Grazie per i complimenti!  Smile

Ti dico la verità: un attimo di esitazione l'ho avuto...come ho avuto anche la tentazione
di ammazzarlo!!! Credimi se ti dico che l'ho odiato veramente quella sera...  Angry

Ci credo al 100%, ho amici buttafuori che mi han raccontato episodi simili.
In questo caso credo serva davvero taaanto autocontrollo per non fargli davvero male (tipo rompergli qualcosa) e rischiare magari una denuncia.

Per curiositá, ma in quel caso non potevate chiamare la polizia e lasciarlo a loro, o sarebbe stato peggio?

Loggato


life is too short to be afraid

JBGrenouille

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 95
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 38
  • Residenza: La Perfida Albione
  • Posts: 1209

Re: Intervista al Buttafuori.

« Risposta #8 del: 07 Dicembre 2008, 13:26:10 »

Citato da: JBGrenouille il 07 Dicembre 2008, 13:01:01

In questo caso credo serva davvero taaanto autocontrollo per non fargli davvero male (tipo rompergli qualcosa) e rischiare magari una denuncia.

E' da sempre che lo dico: paradossalmente il rischio maggiore che corri facendo questo
lavoro non è di ricevere le botte, ma di DARLE!!!

Citato da: JBGrenouille il 07 Dicembre 2008, 13:01:01

Per curiositá, ma in quel caso non potevate chiamare la polizia e lasciarlo a loro, o sarebbe stato peggio?

Sul blog di Acqua mi hanno fatto la stessa identica domanda. Copio/incollo la mia risposta:

E' capitato un paio di volte di chiamare gli sbirri, ma in questo caso non mi è passato manco per l'anticamera del cervello!

Fino a quando il tizio non si era spaccato la testa, si trattava di ordinaria amministrazione. Nel momento in cui si era trasfigurato in una mezza specie di "La Cosa" alla John Carpenter...beh non è che potevo dirgli "scusa amico adesso mettiti un attimo comodo prima di spargere i tuoi umori sugli astanti, in quanto dovrei chiamare gli sbirri onde sedare il tuo epico furore." Insomma ho dovuto agire...e SUBITO!!

Per il dopo, quando lo avevo portato fuori e ormai avevo salvato il locale dall'ecatombe, figurati se chiamavo le forze dell'ordine...vedendolo con la testa spaccata avrebbero chiesto come e perché...e magari a quell'idiota sarebbe (forse) venuto in mente di denunciarmi...

Loggato

Mark73

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 29
  • Offline Offline
  • Posts: 121

Re: Intervista al Buttafuori.

« Risposta #9 del: 11 Febbraio 2009, 09:32:32 »

Meravigliosa intervista... davvero, non ho parole.
Alcuni dei concetti, espressi in maniera semplice e comprensibile, sono di una profondita' impressionante.

Il +1  Thumbs Up te lo do volentieri, ma ci vorrebbe ben altro...

Loggato

pippo

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 19
  • Offline Offline
  • Posts: 121

Re: Intervista al Buttafuori.

« Risposta #10 del: 12 Febbraio 2009, 22:16:03 »

Citato da: pippo il 11 Febbraio 2009, 09:32:32

Alcuni dei concetti, espressi in maniera semplice e comprensibile, sono di una profondita' impressionante.

Ti ringrazio per il "semplice e comprensibile", è uno dei più bei complimenti che mi
può capitare di sentire, davvero!  Smile

Purtroppo molti pensano che semplicità faccia rima con stupidità, mediocrità,
ignoranza, mancanza di cura per se stessi...che IMMANE luogo comune!

Essere semplice è forse la cosa più complicata che possa esistere...specie
in tempi come i nostri...

Loggato

Mark73

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 29
  • Offline Offline
  • Posts: 121
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: