Ti chiamerò trottolino (poli)amoroso

Negli Stati Uniti si diffonde l'abitudine di avere più storie di sesso in cui tutto è lecito purché si sia sinceri con i partner

Dal nostro inviato PAOLO VALENTINO

TAMPA – La signora Shara Smith, 35 anni, ha tre fidanzati, due qui a Tampa, l’altro a Portland, sempre in Florida. Quello di Portland si divide tra sei partner, compresa Shara. I due di Tampa sono sposati e hanno anche un affaire con le rispettive mogli. Tutto avviene alla luce del sole, nel senso che tutti sanno tutto. Ma la signora Smith e gli altri non parlano dei loro partner come di amanti, in qualche caso adulteri. Si definiscono invece polyamorist, poliamorosi, uno stile di vita che guadagna adepti negli Stati Uniti e si basa sul principio che non tutte le persone siano fatte per essere monogame. Normalmente poco incline a star sotto i riflettori, raccontando in giro i propri gusti sessuali, Shara è insorta la scorsa settimana quando il tema del «matrimonio aperto» è balzato al centro del dibattito politico nazionale.

«VOLGARE TRADIMENTO» - E’ successo dopo che l’ex moglie di Newt Gingrich, il candidato repubblicano alla Casa Bianca che ha lanciato una sfida populista al favorito Mitt Romney, ha rivelato che a suo tempo il marito, scoperto in flagrante, le aveva proposto un menage a trois con la sua allora amante e attuale terza sposa, Callista. Lungi dal salutare Gingrich come uno dei loro, Smith e molti altri nella comunità dei polyamorist lo hanno attaccato accusandolo di screditare e mettere sotto una luce negativa il loro lifestyle. «Quello di Gingrich, che aveva gia’ avuto una relazione extraconiugale durante il suo primo matrimonio, è volgare tradimento. Nell’universo dei polyamorist la cosa fondamentale è che puoi avere quanti partner vuoi a condizione che neppure uno sia all’oscuro», ha detto al Tampa Bay Times la signora Smith, secondo cui il poliamore comporta un impegno immenso da parte di chi lo pratica, poiché èindispensabile «assicurare la felicita’ di tutte le parti coinvolte».
LOVING MORE - Per quanto ancora di nicchia, il movimento poliamoroso e’ in crescita. Numeri precisi non se ne hanno, ma nella sola Florida si contano decine di gruppi e organizzazioni che lo promuovono. Loving More, una della piu’ grandi associazioni dei polyamorist, ha una banca dati di 40 mila persone che hanno partecipato a eventi, ordinato libri sul tema o semplicemente usato il sito per incontrare altri che la pensano come loro. «La nostra comunità è aumentata significativamente negli ultimi anni in tutti gli Stati Uniti», dice la direttrice di Loving More, Robyn Trask, 46 anni, che ha attualmente tre partner: uno sposato che vive in Cina, un altro a New York, anche lui impegnato sentimentalmente su più fronti, e un terzo in Colorado. «La gente - spiega Trask - mi chiede perchè ho bisogno di un’altra relazione. Io rispondo, perché si ha bisogno di più di un amico? O di due o tre figli? Non è un problema di sesso, ma di amore. L’amore è amore. E io sono innamorata di più persone allo stesso tempo».