Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2 3   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Tirar Fuori le palle

(Letto 3729 volte)

Tirar Fuori le palle

« del: 16 Gennaio 2011, 14:17:39 »

ed essere spudorati...quando mi sento carico mi sembra la cosa più facile del mondo all'atto pratico mi sembra impossibile e quando riesco ad attaccar bottone divento estremamente insicuro.
Ho lavorato su di me, sia sul Look che sull'aspetto fisico e sento di piacermi come mai non mi era successo prima, ma l'approccio iniziale mi crea ancora problemi. Come posso fare?

Loggato


La demenza senile é una malattia, la demenza giovanile una tragedia...

Nero

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 22
  • Offline Offline
  • Posts: 368

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #1 del: 16 Gennaio 2011, 14:21:33 »

Citato da: Nero il 16 Gennaio 2011, 14:17:39

sento di piacermi come mai non mi era successo prima, ma l'approccio iniziale mi crea ancora problemi. Come posso fare?

se la premessa è vera e non soltanto un autoconvincimento da frame pompato, continua ad approcciare.

Loggato

Expeausition

  • Visitatore

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #2 del: 16 Gennaio 2011, 14:25:14 »

Citato da: Expeausition il 16 Gennaio 2011, 14:21:33

se la premessa è vera e non soltanto un autoconvincimento da frame pompato, continua ad approcciare.

Ho aperto un set...e approciato una sconosciuta in Biblioteca, pensavo di essere pronto, ma ieri sera in discoteca, ho avuto troppa paura concludendo soltanto con 2 fallimenti e una conversazione semidecente...dici che dovrei fare un passo indietro e migliorare ulteriormente il mio inner?

Loggato


La demenza senile é una malattia, la demenza giovanile una tragedia...

Nero

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 22
  • Offline Offline
  • Posts: 368

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #3 del: 16 Gennaio 2011, 17:22:43 »

Citato da: Nero il 16 Gennaio 2011, 14:25:14

Ho aperto un set...e approciato una sconosciuta in Biblioteca, pensavo di essere pronto, ma ieri sera in discoteca, ho avuto troppa paura concludendo soltanto con 2 fallimenti e una conversazione semidecente...dici che dovrei fare un passo indietro e migliorare ulteriormente il mio inner?

Uno degli aspetti del TM che spesso viene sottovalutato è l'estrema importanza attribuita alla preparazione teorica/personale. Non per altro, contrariamente ad altri modelli, il TM invita a non gettarsi in aperture fine a se stesse e fondate sul nulla, bensì ad una preparazione preliminare su se stessi che porti poi ad azioni sul campo mirate. Questo non significa ovviamente che la pratica sia declassata: si sottolinea unicamente la necessità di avere le idee chiare prima di agire.
Se potessi ipoteticamente tornare indietro coi giorni, dedicherei molto più tempo iniziale a questo aspetto. Invece pure io ho iniziato a buttarmi nella pratica più sull'onda dell'entusiasmo che su un'effettiva consapevolezza. E difatti più andavo avanti e più mi rendevo conto di non essere "del tutto pronto".
Proprio per questo ultimamente mi sono ritirato e ho (quasi) ricostruito i fondamentali una volta per tutte.
Se uno mi chiede un'opinione, io mi sento di dire: stattene a casa fin tanto che non avrai davvero capito cosa vuoi, quali sono i tuoi obiettivi, i tuoi difetti, i tuoi punti di forza e i personaggi che ti animano. Quando avrai capito questo, esci ed apri.

Loggato

Expeausition

  • Visitatore

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #4 del: 16 Gennaio 2011, 19:34:55 »

Citato da: Expeausition il 16 Gennaio 2011, 17:22:43

Uno degli aspetti del TM che spesso viene sottovalutato è l'estrema importanza attribuita alla preparazione teorica/personale. Non per altro, contrariamente ad altri modelli, il TM invita a non gettarsi in aperture fine a se stesse e fondate sul nulla, bensì ad una preparazione preliminare su se stessi che porti poi ad azioni sul campo mirate. Questo non significa ovviamente che la pratica sia declassata: si sottolinea unicamente la necessità di avere le idee chiare prima di agire.
Se potessi ipoteticamente tornare indietro coi giorni, dedicherei molto più tempo iniziale a questo aspetto. Invece pure io ho iniziato a buttarmi nella pratica più sull'onda dell'entusiasmo che su un'effettiva consapevolezza. E difatti più andavo avanti e più mi rendevo conto di non essere "del tutto pronto".
Proprio per questo ultimamente mi sono ritirato e ho (quasi) ricostruito i fondamentali una volta per tutte.
Se uno mi chiede un'opinione, io mi sento di dire: stattene a casa fin tanto che non avrai davvero capito cosa vuoi, quali sono i tuoi obiettivi, i tuoi difetti, i tuoi punti di forza e i personaggi che ti animano. Quando avrai capito questo, esci ed apri.

Questo post meriterebbe un + 100, e dovrebbe essere letto da chiunque voglia avvicinarsi al TM.
Ottimo.
+ Thumbs Up

« Ultima modifica: 16 Gennaio 2011, 19:36:44 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #5 del: 16 Gennaio 2011, 19:53:35 »

Citato da: Expeausition il 16 Gennaio 2011, 17:22:43

Proprio per questo ultimamente mi sono ritirato e ho (quasi) ricostruito i fondamentali una volta per tutte.
Se uno mi chiede un'opinione, io mi sento di dire: stattene a casa fin tanto che non avrai davvero capito cosa vuoi, quali sono i tuoi obiettivi, i tuoi difetti, i tuoi punti di forza e i personaggi che ti animano. Quando avrai capito questo, esci ed apri.

Quello che io non riesco a fare è proprio questo.  Riesco a trovare una soluzione al problema ma non riesco a concretizzarla, a renderla efficace nei rapporti interpersonali.
Spesso ad esempio, quando sono giù di morale, mi metto a scrivere su un pezzo di carta tutto quello a cui sto pensando, riesco a trovare le ragioni di quello stato d'animo e il modo di superarlo la prossima volta ma non riesco a metterlo in pratica.
Consigli?

Loggato

hasky

  • Cacasenno
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 38

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #6 del: 16 Gennaio 2011, 19:59:35 »

Citato da: Expeausition il 16 Gennaio 2011, 17:22:43

Uno degli aspetti del TM che spesso viene sottovalutato è l'estrema importanza attribuita alla preparazione teorica/personale. Non per altro, contrariamente ad altri modelli, il TM invita a non gettarsi in aperture fine a se stesse e fondate sul nulla, bensì ad una preparazione preliminare su se stessi che porti poi ad azioni sul campo mirate. Questo non significa ovviamente che la pratica sia declassata: si sottolinea unicamente la necessità di avere le idee chiare prima di agire.
Se potessi ipoteticamente tornare indietro coi giorni, dedicherei molto più tempo iniziale a questo aspetto. Invece pure io ho iniziato a buttarmi nella pratica più sull'onda dell'entusiasmo che su un'effettiva consapevolezza. E difatti più andavo avanti e più mi rendevo conto di non essere "del tutto pronto".
Proprio per questo ultimamente mi sono ritirato e ho (quasi) ricostruito i fondamentali una volta per tutte.
Se uno mi chiede un'opinione, io mi sento di dire: stattene a casa fin tanto che non avrai davvero capito cosa vuoi, quali sono i tuoi obiettivi, i tuoi difetti, i tuoi punti di forza e i personaggi che ti animano. Quando avrai capito questo, esci ed apri.

Se mi chiedi qual'è la parte che mi riesce più difficile del pilotare uno space shuttle io ti rispondo che non lo so... magari se però prima faccio un po di prove, testo le diverse fasi del decollo... beh c'è anche caso che capisca cosa mi riesce meglio e cosa mi riesce peggio... imparo a conoscermi ed a conoscere la materia.

"Starsene a casa" (sia all'atto pratico che metaforicamente parlando) non ha mai aiutato nessuno a cambiare ne tanto meno a migliorarsi...

Naturalmente, come sempre, IMHO

Citazione

ed essere spudorati...quando mi sento carico mi sembra la cosa più facile del mondo all'atto pratico mi sembra impossibile e quando riesco ad attaccar bottone divento estremamente insicuro.
Ho lavorato su di me, sia sul Look che sull'aspetto fisico e sento di piacermi come mai non mi era successo prima, ma l'approccio iniziale mi crea ancora problemi. Come posso fare?

Nero, nulla di nuovo, ci sono passati tutti.
La sicurezza non si apprende in un libro, la si acquista col tempo, provando e sbagliando... facendosi male e rendendosi conto che non c'è davvero nulla di drammatico nello sbagliare.

Come dicevo qualche giorno fa ad un altro ragazzo della community, c'è di peggio del fallire...
Ovvero il "non fallire" perché non hai provato ed il fallire senza aver imparato nulla  Wink

Esci, prova tu stesso, il mondo è pieno di donne e se anche prenderai 2 di picche dalle prime cento o mille che incontrerai nel tuo percorso, sappi comunque che ognuno di quei fallimenti ti ha lasciato qualcosa... ti ha insegnato molto più di tutte le parole che puoi leggere in questo forum ed in tutti gli altri.

Vai e sbaglia.  Smile

A.

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #7 del: 16 Gennaio 2011, 20:13:04 »

Citato da: Maschio Alpha il 16 Gennaio 2011, 19:59:35

Se mi chiedi qual'è la parte che mi riesce più difficile del pilotare uno space shuttle io ti rispondo che non lo so... magari se però prima faccio un po di prove, testo le diverse fasi del decollo... beh c'è anche caso che capisca cosa mi riesce meglio e cosa mi riesce peggio... imparo a conoscermi ed a conoscere la materia.

"Starsene a casa" (sia all'atto pratico che metaforicamente parlando) non ha mai aiutato nessuno a cambiare ne tanto meno a migliorarsi...

Il discorso fila se non hai il manuale di istruzioni dello shuttle, e la spiegazione delle varie procedure.
Vai a caso, accendi il motore, e ti pianti sul primo asteroide (se decolli   Laughing ).
Se invece hai una traccia precisa con la quale valutare criticamente il tuo operato, diventi autoreferenziante:
e stando a casa, colmi da solo le tue lacune, perfezionando (o aggiungendo materiale che ti manca) quello che sai fare. Questo sta facendo Expeau.

Citazione

Naturalmente, come sempre, IMHO

Come per tutti...

Citazione

Nero, nulla di nuovo, ci sono passati tutti.
La sicurezza non si apprende in un libro, la si acquista col tempo, provando e sbagliando... facendosi male e rendendosi conto che non c'è davvero nulla di drammatico nello sbagliare.

Come dicevo qualche giorno fa ad un altro ragazzo della community, c'è di peggio del fallire...
Ovvero il "non fallire" perché non hai provato ed il fallire senza aver imparato nulla  Wink

Esci, prova tu stesso, il mondo è pieno di donne e se anche prenderai 2 di picche dalle prime cento o mille che incontrerai nel tuo percorso, sappi comunque che ognuno di quei fallimenti ti ha lasciato qualcosa... ti ha insegnato molto più di tutte le parole che puoi leggere in questo forum ed in tutti gli altri.

Ma chi ti dice che non l'abbia gia fatto?
Chi ti dice che la sua insicurezza non derivi dal feedbackl ottenuto dei suoi pali?

E' vero che la sicurezza deriva dalla conoscenza applicata, ovvero dall'esperienza.
Ma è altrettanto vero che l'insicurezza derivi dall'aver applicato la non conoscenza, e dall'aver quindi interiorizzato che è meglio non agire per non subire ulteriormente.
Ecco perchè è meglio stare a casa a studiare, per poi andare a sperimentare sul campo ciò che si è imparato.
Questo è l'unico modo per creare sicurezza in chi non ne ha Wink

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #8 del: 16 Gennaio 2011, 20:24:03 »

Citato da: TermYnator il 16 Gennaio 2011, 20:13:04

E' vero che la sicurezza deriva dalla conoscenza applicata, ovvero dall'esperienza.
Ma è altrettanto vero che l'insicurezza derivi dall'aver applicato la non conoscenza, e dall'aver quindi interiorizzato che è meglio non agire per non subire ulteriormente.
Ecco perchè è meglio stare a casa a studiare, per poi andare a sperimentare sul campo ciò che si è imparato.
Questo è l'unico modo per creare sicurezza in chi non ne ha Wink

Termy, ma hai per caso un post in cui è descritto il modo per studiare se stessi? Io ci ho provato molte volte e ho sbattuto la testa contro un muro. Esco e rivedo gli stessi errori, anche se ci ho meditato sopra per ore. Forse sbaglio proprio il modo di dialogare con me stesso.

Loggato

hasky

  • Cacasenno
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 38

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #9 del: 16 Gennaio 2011, 20:38:37 »

Non capisco una cosa! Ma già ricevere un feedback negativo, ammesso di essere onesti con sè stessi, può essere considerato un passo in avanti, in quanto si escludono comportamenti inefficaci ai fini della seduzione. Si tenterà quindi, dopo una piccola analisi dell'interazione, un compotamento diverso, e cosi' via fino ai primi segnali positivi.
Dopo poco si saranno scartate le tante cose che non funzionano e trattenuti i comportamenti efficienti, cercando
cosi' di instaurare un circolo virtuoso che ha il pregio di essere emerso dalla realtà, a contatto con gli altri e negli ambienti in cui viviamo.

Certamente non è facile, perchè il percoso è lungo e difficile e richiede costanza e tenacia, ma è sicuramente affascinante e spesso gratificante in sè, se alla base esiste una genuina passione per lo studio della seduzione
e della crescita personale.

L'avvocato del diavolo Wink

Loggato


BANNATO

ilmaredinemo

  • SI-Bannati
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 18
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 40
  • Residenza: napoli
  • Posts: 220

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #10 del: 16 Gennaio 2011, 21:46:07 »

Citato da: TermYnator il 16 Gennaio 2011, 20:13:04

Il discorso fila se non hai il manuale di istruzioni dello shuttle, e la spiegazione delle varie procedure.
Vai a caso, accendi il motore, e ti pianti sul primo asteroide (se decolli   Laughing ).
Se invece hai una traccia precisa con la quale valutare criticamente il tuo operato, diventi autoreferenziante:
e stando a casa, colmi da solo le tue lacune, perfezionando (o aggiungendo materiale che ti manca) quello che sai fare. Questo sta facendo Expeau.Come per tutti...

Penso sia presuntuoso pensare che la seduzione segua uno schema preciso derivabile ed affrontabile matematicamente con l'utilizzo di un "method generico"
Penso sia presuntuoso definire un "method generico" un libretto di istruzioni per la donna o addirittura per la seduzione stessa.
Definisco "method generico" un qualunque "method" scritto con l'intenzione di creare una linea guida precisa, dettagliata ed infallibile in ogni situazione sargistica.

Definisco un "method personale"  un qualsiasi foglio di carta straccia in cui ho personalmente scritto ciò che PER ME funziona, ciò che PER I MIEI TARGET funziona, ciò che PER LA MIA VITA funziona e per definizione NON PUO' funzionare per un ampio bacino di seduttori... al massimo e grossomodo solo per coloro che si avvicinano alle mie skill seduttive innate, alla mia tipologia di target e ad uno stile ed una visione di vita non troppo dissimile dal mio.

Il "method personale" funziona. Il "method generico" può funzionare.

Il "method personale" è un libretto di istruzioni. Il "method generico" è un trattato teorico valorizzato da feedback di grande impatto ma di scarso valore statistico.

ESEMPIO PRATICO
Se a me piacciono solo le zozzone ignorantone con la sensibilità di uno zerbino, ma belle... il TM non mi serve a nulla, è troppo... è come voler fare un castello di sabbia con l'ausilio di un catherpillar.

Le mie lacune non le colmo leggendo un libro ma facendo 70 volte lo stesso errore fino a dirmi "ehi... un momento, ho capito cosa sbaglio !!!"
Non si tratta di rischiare la testa mettendola nella bocca di un leone pur sapendo che istintivamente ci mangerà... è meno drammatico... ed è ESSENZIALE capire, affrontare e sconfiggere questa paura a priori e non perché un libro ci aiuta ad aggirarla... si ripresenterebbe comunque con altre mille e mille forme.

Citazione

Come per tutti...

si ma di sti tempi meglio specificare... l'ultima volta che ho dimenticato di farlo mi hanno chiesto chi o cosa mi credessi di essere  Exclamation

Citazione

Ma chi ti dice che non l'abbia gia fatto?
Chi ti dice che la sua insicurezza non derivi dal feedbackl ottenuto dei suoi pali?

Nessuno, presumo l'abbia già fatto e presumo anche che non l'abbia fatto abbastanza... altrimenti ora sarebbe immune a questo timore.
Chiedi ad un campione olimpico di tuffi se nel primo mese di allenamento insegnano la tecnica... o piuttosto semplicemente a buttarsi dal trampolino in tutti i modi possibili per sconfiggere il timore dell'altezza  Wink

Citazione

è meglio non agire per non subire ulteriormente.
Ecco perchè è meglio stare a casa a studiare, per poi andare a sperimentare sul campo ciò che si è imparato.

ma subire che !??!?! è questo il punto !!! subire un due di picche ? un rifiuto ? questo è ciò da cui vuole proteggerci il mondo commerciale che ruota attorno alla seduzione ?
beh, no grazie... non credo di averne bisogno, non morirò per un rifiuto  Grin

Citazione

Questo è l'unico modo per creare sicurezza in chi non ne ha

hai dimenticato "IMHO"  Grin

A.

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #11 del: 16 Gennaio 2011, 21:47:08 »

Citato da: hasky il 16 Gennaio 2011, 20:24:03

Termy, ma hai per caso un post in cui è descritto il modo per studiare se stessi? Io ci ho provato molte volte e ho sbattuto la testa contro un muro. Esco e rivedo gli stessi errori, anche se ci ho meditato sopra per ore. Forse sbaglio proprio il modo di dialogare con me stesso.

Studiare se stessi non è cosa facile. Il motivo è semplice: se fai una cosa,è perchè tendenzialmente pensi di fare la cosa giusta. Il problema è che spesso, non abbiamo una visione oggettiva di noi stessi.
Il primo passo, è quindi il dare ascolto ad un vasto campione di persone, per renderci effettivamente conto di quale sia la nostra IR.
Il passo successivo, è capire le critiche, ed il tentare di farle proprie.
Poi, si passa alla ricerca di soluzioni.

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #12 del: 16 Gennaio 2011, 21:52:09 »

Citato da: Maschio Alpha il 16 Gennaio 2011, 21:46:07

ma subire che !??!?! è questo il punto !!! subire un due di picche ? un rifiuto ? questo è ciò da cui vuole proteggerci il mondo commerciale che ruota attorno alla seduzione ?
beh, no grazie... non credo di averne bisogno, non morirò per un rifiuto  Grin

Appunto. TU non morirai per un rifiuto.
Ma alcune persone di questo forum cui ti rivolgi e cui dai consigli, sì. Ed è su di loro che devi calibrarti.
Facile parlare quando la natura ci ha dotati di un discreto aspetto estetico e di conseguenza i feedback ricevuti sono stati mediamente "discreti".

Il consiglio di termy di studiare prima di uscire vale soprattutto per coloro che tale vantaggio non l'hanno avuto e che le volte in cui si sono messi sul campo, hanno ricevuto feedback disastrosi.
In questi casi ci vuole un buon "restructuring from the beginning".

Nessuno consiglierebbe ad un ragazzo carino e non complessato di stare in casa 2 mesi prima di provare un opener.
Nel suo caso il consiglio sarebbe unire teoria e pratica e puntare maggiormente sulla teoria nel momento in cui ci si ritrova davanti ad uno scoglio costante che fatica a cedere.

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #13 del: 16 Gennaio 2011, 22:01:33 »

Citato da: Maschio Alpha il 16 Gennaio 2011, 21:46:07

Il "method personale" è un libretto di istruzioni. Il "method generico" è un trattato teorico valorizzato da feedback di grande impatto ma di scarso valore statistico.

ESEMPIO PRATICO
Se a me piacciono solo le zozzone ignorantone con la sensibilità di uno zerbino, ma belle... il TM non mi serve a nulla, è troppo... è come voler fare un castello di sabbia con l'ausilio di un catherpillar.

Non è vero: basta che parli con qualcuno che conosce per intero il TM, e ti dirà che quando spiego il modello, parto dalle strappone con QI=0, fino ad arrivare alle Levi Montalcino.
Capisco che le INFO attualmente disponibili siano insufficienti, ma se dai un'occhiatina in giro, trovi delle "guide alla strappona" fatte scopiazzando pari pari parti del TM. Come il disorientamento spazio temporale, tradotto in termini molto più sgrammaticati.

Citazione

Le mie lacune non le colmo leggendo un libro ma facendo 70 volte lo stesso errore fino a dirmi "ehi... un momento, ho capito cosa sbaglio !!!"
Non si tratta di rischiare la testa mettendola nella bocca di un leone pur sapendo che istintivamente ci mangerà... è meno drammatico... ed è ESSENZIALE capire, affrontare e sconfiggere questa paura a priori e non perché un libro ci aiuta ad aggirarla... si ripresenterebbe comunque con altre mille e mille forme.

Se hai tempo da perdere, e l'elasticità mentale adatta (15/20 anni) si.
Se ne hai 30, no.
D'altronde, se l'empirismo è stato abolito come forma di conoscenza, ci sarà un motivo?

Citazione

Chiedi ad un campione olimpico di tuffi se nel primo mese di allenamento insegnano la tecnica... o piuttosto semplicemente a buttarsi dal trampolino in tutti i modi possibili per sconfiggere il timore dell'altezza  Wink

Buttati dai dieci metri di panza e sarà tuo fratello a dover riportare la notizia...
Prima di farti buttare dai 10, ti insegnano come equilibrarti in volo: non farai un bel tuffo, ma sopravvivi.
E si fa in palestra, non in volo.

Citazione

ma subire che !??!?! è questo il punto !!! subire un due di picche ? un rifiuto ? questo è ciò da cui vuole proteggerci il mondo commerciale che ruota attorno alla seduzione ?
beh, no grazie... non credo di averne bisogno, non morirò per un rifiuto  Grin

TU NON MORIRAI PER QUESTO!!!
Ma secondo te le persone che scrivono qui sopra bramando consigli hanno questa serenità?
Leggi il forum, e cerca di seguire il metro che tu stesso dai per i metodi: non siamo tutti eguali.
Qui ci sono persone crucciate, preoccupate per il loro futuro, perchè dopo mille tentativi non hanno concluso nulla, o non sono neanche riusciti a dire una parola. Ma pensi veramente che basti dargli un calcio in culo per vederli far miracoli? Fai questa esperienza per rendeti conto di come stanno veramente le cose: prendi un supertimido imbranato, e portatelo sul campo.

Citazione

hai dimenticato "IMHO"  Grin

L'avrei dimenticato 20 anni fa. In questo caso npon c'è proprio... Grin

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Tirar Fuori le palle

« Risposta #14 del: 16 Gennaio 2011, 22:38:12 »

Citato da: TermYnator il 16 Gennaio 2011, 22:01:33

D'altronde, se l'empirismo è stato abolito come forma di conoscenza, ci sarà un motivo?

Ciao, devo essermi perso qualcosa. Quale sarebbe la nuova forma di conoscenza?
Grazie Smile

Loggato


BANNATO

ilmaredinemo

  • SI-Bannati
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 18
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 40
  • Residenza: napoli
  • Posts: 220
Pagine: [1] 2 3   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: