Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Utilità di un corso di recitazione.

(Letto 2069 volte)

Utilità di un corso di recitazione.

« del: 11 Settembre 2011, 17:28:28 »

Ogni anno mi sono imposto di acquisire una nuova capacità/abilità per arricchire la mia persona, la mia vita e conoscere nuove persone.
Quest'anno stavo pensando di frequentare un corso di recitazione/teatro sia perché lo ritengo utile nel rimorchio,in particolare per il body language e l'espressività, ma anche perché penso che trovarsi su di un palcoscenico possa essere utile a tutti, particolarmente ai timidi e a coloro che inconsciamente tendono a nascondersi piuttosto che a mettersi in evidenza.
Cosa ne pensate marpions? qualcuno ha frequentato o frequenta corsi di teatro per arricchimento personale e non per ragioni professionali? Mi piacerebbe anche ricevere l'opinione del Gran Marpione che, conoscendomi, può consigliarmi in merito.

Loggato

geggio

  • SI-Reliable User
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 52

Re: Utilità di un corso di recitazione.

« Risposta #1 del: 11 Settembre 2011, 18:07:45 »

Anche io ho avuto la tua stessa idea.
Purtroppo sono completamente profano di questo mondo quindi una discussione su questo argomento non che può che interessarmi parecchio.

Loggato


Economia, Orazio, economia!
Gli arrosti del banchetto funerario
son serviti a guarnire, ancora caldi,
la tavolata di quello nuziale. Amleto

aster

  • SI-Reliable User
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 27
  • Posts: 81

Re: Utilità di un corso di recitazione.

« Risposta #2 del: 11 Settembre 2011, 18:34:21 »

Citato da: geggio il 11 Settembre 2011, 17:28:28

Ogni anno mi sono imposto di acquisire una nuova capacità/abilità per arricchire la mia persona, la mia vita e conoscere nuove persone.
Quest'anno stavo pensando di frequentare un corso di recitazione/teatro sia perché lo ritengo utile nel rimorchio,in particolare per il body language e l'espressività, ma anche perché penso che trovarsi su di un palcoscenico possa essere utile a tutti, particolarmente ai timidi e a coloro che inconsciamente tendono a nascondersi piuttosto che a mettersi in evidenza.
Cosa ne pensate marpions? qualcuno ha frequentato o frequenta corsi di teatro per arricchimento personale e non per ragioni professionali? Mi piacerebbe anche ricevere l'opinione del Gran Marpione che, conoscendomi, può consigliarmi in merito.

non sono il gran marpione ma te lo consiglio vivamente.

se vuoi un consiglio, improvvisazione teatrale, non teatro normale.
Ti diverti di più, e impari anche a imporvvisare e interagire con i tuoi compragni di palco.

Ciao, P.

Loggato

Poncho

  • SI-Reliable User
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 80
  • Offline Offline
  • Posts: 856

Re: Utilità di un corso di recitazione.

« Risposta #3 del: 12 Settembre 2011, 05:08:44 »

Citato da: geggio il 11 Settembre 2011, 17:28:28

Cosa ne pensate marpions? qualcuno ha frequentato o frequenta corsi di teatro per arricchimento personale e non per ragioni professionali? Mi piacerebbe anche ricevere l'opinione del Gran Marpione che, conoscendomi, può consigliarmi in merito.

Sicuramente l'affrontare un palco giova alla personalità.
Riguardo però ai corsi di recitazione, sebbene li abbia consigliati vivamente in passato, comincio a nutrire qualche perplessità.
Così come avviene per le palestre, è fondamentale avere un istruttore capace.
E non è detto che un qualsiasi nessuno, sia effettivamente una persona capace di insegnare ad altri l'arte dell'improvvisazione.
Il consiglio è quindi si al corso di recitazione, ma a patto di avere come maestro un vero istrione.

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10003

Re: Utilità di un corso di recitazione.

« Risposta #4 del: 12 Settembre 2011, 08:56:24 »

Io ho fatto 3 anni di scuola di teatro.
Secondo me serve a patto, come dice giustamente TermY, che l'insegnante sappia farti tirare fuori quello che hai davvero dentro.
Cosa vuol dire?
Mettere insieme uno spettacolo su un copione già fatto serve a poco: ti fa solo indossare una maschera per l'occasione che poi butti quando è finito lo spettacolo.
La cosa migliore è un corso di improvvisazione teatrale: ti mette ogni volta davanti a situazione nuove a cui reagisci con la tua creatività nei tempi stretti di un'improvvisazione

Loggato


III TermYraduno: io c'ero!

La seduzione è l'arte che ci porta a conoscere realmente chi siamo.-TermY

Un Vero Uomo ha come Maestro ed Idolo solo se stesso.-TermY

L'armonia con se stessi, è il premio per aver fatto di se un'opera d'arte.-TermY

Il fare di te stesso un'opera d'arte, il conoscerti rispecchiandoti in una donna, il trovare in lei una complice, il diventare il suo punto di riferimento e l'uomo nelle cui braccia lei si abbandonerà-Me medesimo

blackhat

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 48
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: provincia milanese
  • Posts: 259

Re: Utilità di un corso di recitazione.

« Risposta #5 del: 12 Settembre 2011, 09:14:15 »

Non ho mai fatto teatro, ma concordo con Poncho e blackhat sul fatto di fare improvvisazione teatrale.

Ti pongo però una domanda: non è che per caso stai cercando una sorta di "pillola magica" che risolva i tuoi problemi? Qualcosa insomma che faccia sparire come per magia ogni tua insicurezza con le donne?

Magari sbaglio, però pensaci un attimo...

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1373

Re: Utilità di un corso di recitazione.

« Risposta #6 del: 12 Settembre 2011, 14:03:12 »

Citato da: Poncho il 11 Settembre 2011, 18:34:21

se vuoi un consiglio, improvvisazione teatrale, non teatro normale.

Ciao, P.

ciao Poncho, grazie per la dritta, non sapevo neanche che esistessero tali corsi, il difficile sarà ora trovarlo dalle mie parti. almeno so cosa cercare  Wink

Citato da: TermYnator il 12 Settembre 2011, 05:08:44

Sicuramente l'affrontare un palco giova alla personalità.
Il consiglio è quindi si al corso di recitazione, ma a patto di avere come maestro un vero istrione.

Temo che dovrò valutare quello che passa il convento, ammesso che ci sia un "convento" di improvvisazione dalle mie parti, GM, o qualche fortunata coincidenza vicino casa una volta a settimana! Magari a Roma, almeno ne approfitto per andare anche a Campo dei Fiori! C'è qualcosa di interessante a Roma, magari il venerdì sera

Citato da: AlterEgo il 12 Settembre 2011, 09:14:15

Ti pongo però una domanda: non è che per caso stai cercando una sorta di "pillola magica" che risolva i tuoi problemi? Qualcosa insomma che faccia sparire come per magia ogni tua insicurezza con le donne?

Magari sbaglio, però pensaci un attimo...

?
Scusa, non capisco l'attinenza della domanda con il corso di teatro. Non esiste pillola magica IMHO. Un corso di improvvisazione teatrale favorirà sicuramente anche il rapporto con le donne, ma anche i rapporti sociali in generale e quelli in ambito lavorativo. E' un investimento su e per me stesso.

Loggato

geggio

  • SI-Reliable User
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 52

Re: Utilità di un corso di recitazione.

« Risposta #7 del: 12 Settembre 2011, 16:41:10 »

Citato da: geggio il 12 Settembre 2011, 14:03:12

?
Scusa, non capisco l'attinenza della domanda con il corso di teatro. Non esiste pillola magica IMHO. Un corso di improvvisazione teatrale favorirà sicuramente anche il rapporto con le donne, ma anche i rapporti sociali in generale e quelli in ambito lavorativo. E' un investimento su e per me stesso.

era un dubbio che mi era venuto e ho voluto scriverlo, nulla di che, comunque concordo anch'io sul teatro, meglio se improvvisazione

« Ultima modifica: 12 Settembre 2011, 16:42:50 da AlterEgo »

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1373

Re: Utilità di un corso di recitazione.

« Risposta #8 del: 13 Settembre 2011, 14:07:16 »

Aassolutamente dipende tutto da chi fa il corso. "Corso di teatro", infatti, vuol dire tutto è niente. ci sono diverse impostazioni, diversi stili di insegnamento, alcuni certamente più funzionali di altri alla crescita personale.
L'unica cosa da fare è provare, vedrai che non ci vorrà molto a capire "che aria tira".

Loggato

Edward Bloom

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 160
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 34
  • Posts: 410

Re: Utilità di un corso di recitazione.

« Risposta #9 del: 19 Novembre 2011, 22:11:35 »

Citato da: Edward Bloom il 13 Settembre 2011, 14:07:16

Aassolutamente dipende tutto da chi fa il corso. "Corso di teatro", infatti, vuol dire tutto è niente. ci sono diverse impostazioni, diversi stili di insegnamento, alcuni certamente più funzionali di altri alla crescita personale.
L'unica cosa da fare è provare, vedrai che non ci vorrà molto a capire "che aria tira".

anche tu Edward hai fatto un corso di recitazione creativa?
puoi descrivere in quali aree ritieni di essere molto migliorato?
grazie (ho apprezzato molto il tuo post sul territorio virtuale, veramente esplicativo!!)

Loggato

geggio

  • SI-Reliable User
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 52

Re: Utilità di un corso di recitazione.

« Risposta #10 del: 30 Novembre 2011, 12:24:46 »

Citato da: geggio il 19 Novembre 2011, 22:11:35

anche tu Edward hai fatto un corso di recitazione creativa?
puoi descrivere in quali aree ritieni di essere molto migliorato?
grazie (ho apprezzato molto il tuo post sul territorio virtuale, veramente esplicativo!!)

Ho fatto un corso di recitazione "standard", testi classici e metodologie che richiamano il noto metodo Stanislavski. Il fulcro del lavoro era entrare nella parte, essere un personaggio, per poi comportarsi di conseguenza. In questa impostazione non ti viene detto "fai così con braccio, in quel modo", ma ti viene insegnato come (cercare di) sentire e vivere sulla tua pelle quello che il personaggio vive.
A me è servito perché ho messo in pratica tutto quello che sapevo attraverso i forum e i libri di miglioramento personale, avendo davanti un'insegnante che mi cazziava quando ero "finto" e mi premiava quando, invece, riuscivo a rappresentare un personaggio mostrando una parte di me e, pertanto, essendo "vero".
Così ho capito il fondamentale concetto, sui cui insisto in tutti i miei post, tra "essere" e "fare". Capito quello, capito che puoi recitare senza recitare, tutto il resto è stata una piacevole conseguenza.

Loggato

Edward Bloom

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 160
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 34
  • Posts: 410
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: