Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Ascolto ed attenzione

(Letto 976 volte)

Ascolto ed attenzione

« del: 17 Marzo 2010, 05:12:13 »

Stasera, in un locale con un gruppo di amici, ho ricevuto uno shit-test a cui li per li non ho saputo rispondere.
Poco male, può succedere, e cmq ora a posteriori saprei rispondervi a tono.

Il problema però è un altro: la situazione in cui questo "spiazzamento" causato dallo shittest si è venuto a creare.
E' una situazione che mi sta capitando sempre più di frequente negli ultimi mesi, forse anni:
ho difficoltà a sentire quello che viene detto, o per lo meno parti di esso
(con tutte le difficoltà a ciò connesse, come il rispondere a tono agli shit test, o l'essere attivo in una chiacchierata fra amici, requisito fondamentale per poter gestire un gruppo in cui c'è una che si vuole rimorchiare).

Ad esempio, ponendo di esser seduti ad un tavolo con 2 persone a destra ed 1 esattamente davanti a me,
e ponendo che le 2 persone a destra stiano parlando a voce normale fra di loro, mi capita che io mi perda grosse parti del loro discorso,
essendo quindi impossibilitato ad intervenire, mentre la persona davanti a me riesce ad intervenire normalmente (ipotizzo quindi che riesca anche a sentire tutto).

Il punto è che ho fatto ben 2 controlli a mesi di distanza, sospettando un possibile deficit uditivo, ed è risultato che il mio udito è perfettamente funzionante su tutta la scala di frequenze udibili dall'orecchio umano,
tanto che sottoponendo la questione ai medici, questi hanno ipotizzato che potesse essere invece un problema di mancanza di attenzione o concentrazione.

Ora, a pensarci bene, fino a pochi anni fà mi capitava spesso ad esempio che, dopo aver seguito una lezione, senza aver ne aperto libro ne letto altro pertinente all'argomento del giorno, riuscissi a ripeterla in maniera integrale a chiunque me lo chiedesse, anche ad ore o giorni di distanza, con una semplicità estrema. Era una cosa che riuscivo a fare da sempre.
Col passare del tempo, negli ultimi 3 4 anni questa cosa è andata parecchio scemando, tant'è che in quest'ultimo periodo sto facendo sempre più fatica anche solo a studiare materie che dovrei fare senza problemi, e le "resistenze" di concentrazione e memoria sono calate di parecchio. Ormai non mi ricordo neanche i nomi e le facce di persone nuove appena conosciute.
Ad esser sinceri, gli unici momenti in cui ormai mi rendo conto di esser realmente concentrato al 100% su ciò che sto facendo sono rimasti soltanto quelli in cui leggo un libro che realmente mi appassiona, talvolta quando faccio sparring in palestra, e talvolta quando giochicchio a qualche gioco su pc. Quando ciò mi capita quando sto con una ragazza riesco a flirtare in modo molto più spontaneo e naturale del solito.
Durante tutto il resto della giornata mi sembra sempre di pensare a 2 cose contemporaneamente, di cui una in primo piano ed una sullo sfondo, e di non riuscire mai ad identificare cosa sia quella che mi frulla in background, ne a bloccarla.

E questo anche a fini marpionistici mi sta diventando un problema, perchè così come ci sono serate che il pensiero sullo sfondo lo percepisco solo minimamente, c'è ne sono altre in cui mi sento talmente distratto che non riesco neanche a seguire il discorso di coloro che mi stanno intorno.
Mi sembra quasi di aver infilato un preservativo sul cervello, e non so come levarlo. o_O

Mi chiedevo se ci fosse qualcun'altro che ha o ha avuto un problema simile, e se qualcuno ha anche solo una qualche pallida idea su come risolverlo.

« Ultima modifica: 17 Marzo 2010, 05:20:41 da Alfaleph »

Loggato


Per aspera ad astra!

Alfaleffo

  • Photo Expert
  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 30
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Roma
  • Posts: 570
  • Naso Magister Erat

Re: Ascolto ed attenzione

« Risposta #1 del: 17 Marzo 2010, 07:46:07 »

E' interessante il problema che poni: il modo in cui è strutturata l'informazione oggi rende quasi impossibile la concentrazione su un solo pensiero, cosa che aumenta la flessibilità mentale ma rende pressochè impossibile l'eccellenza.
E' possibile che mentre sei con gli amici in realtà stai pensando al tuo status facebook da aggiornare, perchè sai che puoi farlo dal cellulare, mentre guardi nel locale di sfuggita la TV nell'angolo e chissà quante altre cose.
Da un lato posso dirti che alla lunga ci si abitua, dall'altro non so se è davvero una cosa buona.
Dovresti provare innanzitutto a chiederti se il tuo gruppo di amici ti stimola e ti interessa davvero, e poi provare a ridurre gli stimoli esterni almeno per qualche ora al giorno.
Oppure sforzarsi di lasciare a casa il cellulare o tenerlo spento: insomma ridurre la complessità della tua vita.
Io l'altro giorno ho preso una decisione storica: l'email lavorativa verrà consultata tre volte al giorno (mattina, dopo pranzo, sera prima di uscire). Questo perchè al contrario di quella privata (+facebook, +forum vari) che richiede un flusso costante emozionale piu' che un ragionamento mirato, le email lavorative necessitano di focus.

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Ascolto ed attenzione

« Risposta #2 del: 17 Marzo 2010, 12:40:44 »

Non è la prima volta che sento una cosa del genere, mi verrebbe da farti una domanda a cui però non esigo certo una risposta.
Per caso in passato hai fatto uso di droghe pesanti ?
Hai mai avuto periodi nella tua vita in cui hai abusato dei videogames ? (intendo dire, giocare svariate ore, ogni giorno, per mesi/anni...)

Nel primo caso inutile dirti che la corteccia celebrale può essersi danneggiata anche solo lievemente ma con estrema facilità causando in seguito un deficit dell'attenzione... non è una cosa offensiva, è un dato di fatto che può capitare.

Nel secondo caso, tempo fa lessi un articolo che da una parte esaltava l'uso (abuso ?) dei videogiochi in età adolescenziale  in quanto capaci di stimolare creatività e reattività ma dall'altra parte notificava a chiare righe che un abuso poteva portare il cervello ad una sorta di input diseducativo e nello specifico difficoltà mnemoniche di natura uditiva.... al contrario la capacità mnemonica visiva ne risultava sovrastimolata.

Tu hai chiesto un parere ed io ti ho dato il mio che non è affatto un opinione medica quindi ti consiglio di rivolgerti ad un neurologo perché sicuramente è quello che più di tutti potrebbe rassicurarti.

A.

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917

Re: Ascolto ed attenzione

« Risposta #3 del: 17 Marzo 2010, 17:45:19 »

Innanzitutto grazie per le risposte  Smile

Citazione

E' interessante il problema che poni: il modo in cui è strutturata l'informazione oggi rende quasi impossibile la concentrazione su un solo pensiero, cosa che aumenta la flessibilità mentale ma rende pressochè impossibile l'eccellenza.
E' possibile che mentre sei con gli amici in realtà stai pensando al tuo status facebook da aggiornare, perchè sai che puoi farlo dal cellulare, mentre guardi nel locale di sfuggita la TV nell'angolo e chissà quante altre cose.
Da un lato posso dirti che alla lunga ci si abitua, dall'altro non so se è davvero una cosa buona.
Dovresti provare innanzitutto a chiederti se il tuo gruppo di amici ti stimola e ti interessa davvero, e poi provare a ridurre gli stimoli esterni almeno per qualche ora al giorno.
Oppure sforzarsi di lasciare a casa il cellulare o tenerlo spento: insomma ridurre la complessità della tua vita.
Io l'altro giorno ho preso una decisione storica: l'email lavorativa verrà consultata tre volte al giorno (mattina, dopo pranzo, sera prima di uscire). Questo perchè al contrario di quella privata (+facebook, +forum vari) che richiede un flusso costante emozionale piu' che un ragionamento mirato, le email lavorative necessitano di focus.

Ti dirò, ho sempre fatto bene solo 1 cosa alla volta. Ricordo che avevo un amico alle superiori che studiava con la TV accesa, e che io non riuscivo a capire come facesse visto che mi era assolutamente impossibile. Odio il "multitasking" mentale perchè a mio parere fa perdere solo tempo. Ma queste ovviamente sono preferenze personali. C'è un commento interessante di Feynman a proposito di questo:

<a href="http://www.youtube.com/v/lr8sVailoLw&amp;ap=%2526fmt%3D18&amp;rel=0" target="_blank">http://www.youtube.com/v/lr8sVailoLw&amp;ap=%2526fmt%3D18&amp;rel=0</a>

C'è da dire che di recente mi sono accorto di riuscire a leggere ed ad ascoltare musica allo stesso tempo senza particolari fastidi, anche se mi rendo conto che in questo caso la mia efficienza nella lettura non è quella che sarebbe se leggessi e basta. Io quando leggo e sono concentrato non vedo più parole ma immagino, mi immergo in quello che leggo, e la musica mi limita questa capacità di immersione, per me fondamentale per comprendere e memorizzare ciò che leggo.
Tuttavia un modo utile per sfruttare questa "falla" è di effettuare uno sforzo ripetuto per lungo tempo ed a ritmi medio bassi (correre sotto la soglia anaerobica, pedalare in bici con frequenza di pedalate medio-bassa con rapporti abbastanza pesanti, etc) e contemporaneamente occupare la mente con altro, tipo musica o anche solo pensieri e riflessioni su argomenti abbastanza complessi e di cui siamo abbastanza competenti da potervi instaurare sopra un monologo che duri ben più di qualche minuto. Non avverto minimamente lo sforzo in questo caso. E' come se lo anestetizzasse.

Riguardo il gruppo, questo gruppo di persone in particolare è un gruppo che mi interessa davvero parecchio, perchè frequenta una zona che prima non frequentavo e che si è rivelata molto interessante (san lorenzo), perchè è pieno di ragazze, perchè i ragazzi sono tutti un pò natural, perchè sono tutti attivi e propositivi. Mi interessa così tanto che talvolta mi devo frenare per non rischiare di diventare "needy" nei loro confronti, e questa è una cosa che non mi capitava da almeno 3 anni a questa parte (ben prima che iniziassi il game) verso nessun gruppo misto di persone. Questo per farti capire il livello di interesse Smile
Però non è solo con questo gruppo che si verifica il "problema", è qualcosa di più generale.
Vi sono anche dei momenti in cui invece di essere me stesso mi sembra di arrivare ad osservare me stesso da fuori, come in terza persona, e questi sono i momenti in cui lo "scollamento involontario" da ciò che mi circonda diventa maggiore. (al contrario per scollamento volontario intendo ad esempio quando mi concentro volontariamente su qualcosa estraniandomi dal resto, ad esempio per studiare).
Che poi sarà veramente involontario? Magari è una reazione al fatto di non riuscire a seguire il discorso del tipo "visto che manco li sento, almeno controllo che sia tutto apposto e salvo le apparenze".
Ovviamente è assolutamente controproducente. Generalmente quando succede, o la butto a parlare di qualcosa di estremamente logico, anche interessante eh, dove però il fatto di essere un argomento logico non richiede per portarlo avanti la reattività e la prontezza necessaria per fare 2 battute ed 1 risata, o faccio armi e bagagli e me ne torno a casa, visto che tanto ormai la serata è rovinata.
Sinceramente è una situazione che mi dà profondamente fastidio.

Citato da: Maschio Alpha il 17 Marzo 2010, 12:40:44

Per caso in passato hai fatto uso di droghe pesanti ?
Hai mai avuto periodi nella tua vita in cui hai abusato dei videogames ? (intendo dire, giocare svariate ore, ogni giorno, per mesi/anni...)

Per quanto riguarda droghe, mai usate in vita mia, di nessun tipo (neanche fumo sigarette...), e l'alcool sempre in maniera molto contenuta.
Invece per quanto riguarda il pc, purtroppo invece in passato posso dire di averne abusato parecchio per dei periodi.
Però non riscontro alcun guadagno degno di nota dal punto di vista mnemonico visivo, anche perchè studiare sui libri è una attività che dovrebbe essere proprio mnemonica visiva, e mi risulta più faticosa di prima.

Hai mica modo di rintracciare l'articolo che citi? Mi piacerebbe poterlo leggere.

« Ultima modifica: 17 Marzo 2010, 18:06:24 da Alfaleph »

Loggato


Per aspera ad astra!

Alfaleffo

  • Photo Expert
  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 30
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Roma
  • Posts: 570
  • Naso Magister Erat

Re: Ascolto ed attenzione

« Risposta #4 del: 17 Marzo 2010, 18:16:32 »

per il momento non ho molto da aggiungere a livello di contenuti, ma cavolo voto best of!
Molto interessante  Thumbs Up

Loggato


"ti avverto: stasera non ho intenzione di fare niente"
fclose ;-)
-
"Le conferme di effe sono come la panna sulle tette, sempre graditissima" - sfigatto

-eFFe-

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 164
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 2232

Re: Ascolto ed attenzione

« Risposta #5 del: 18 Marzo 2010, 09:42:40 »

Citato da: Alfaleph il 17 Marzo 2010, 17:45:19

Per quanto riguarda droghe, mai usate in vita mia, di nessun tipo (neanche fumo sigarette...), e l'alcool sempre in maniera molto contenuta.
Invece per quanto riguarda il pc, purtroppo invece in passato posso dire di averne abusato parecchio per dei periodi.
Però non riscontro alcun guadagno degno di nota dal punto di vista mnemonico visivo, anche perchè studiare sui libri è una attività che dovrebbe essere proprio mnemonica visiva, e mi risulta più faticosa di prima.

Hai mica modo di rintracciare l'articolo che citi? Mi piacerebbe poterlo leggere.

Mi spiace ma lo avevo scovato anni fa in occasione dell'uscita di ManHunt, un game che aveva suscitato scalpore negli stati uniti in quanto c'erano stati casi di emulazione tra adolescenti che avevano tentato di ammazzare genitori o amichetti.
Però prova a fare una ricerca su google, sono sicuro che la rete sia strapiena di analisi e studi su questi argomenti...

A.

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: