Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Yes man

(Letto 2962 volte)

Yes man

« del: 26 Aprile 2009, 12:48:09 »

Tutti hanno visto sicuramente il (caruccio) film con Jim Carrey...
(se non l'avete visto, guardatelo, ed eccovi una recensione: http://it.wikipedia.org/wiki/Yes_Man_(film) ).

In pratica parla di una persona che, stufa della propria vita, accetta di seguire la regola:
dire sempre di si, di fronte a qualsiasi situzione.
Il film è basato su una storia vera nonché biografia dell'umorista inglese Danny Wallace.
Spinto dalla curiosità, ho letto il libro e sinceramente non mi è spiaciuto, è godibile.

Quindi ho fatto un piccolo sunto dei principi che il protagonista ha imparato durante la sua scelta.

-Innanzitutto si possono rilevare 5 livelli del si:
1) quotidiano (es. al bar, prendimi una birra)
2) quotidiano con sorriso (es. si ti faccio (volentieri) il caffè)
3) cose controvoglia (es. andare a trovare la zia rompipalle)
4) cose spiacevoli (es. lavare il water della nonna)
5) cose spiacevoli e sgradevoli (es. partecipare al matrimonio della persona che ti sta sulle palle sapendo che sua moglie ti odia).

- Dire di si, agire, diventa agire POSITIVO CON FIDUCIA. Non si rimane uguali a prima. Il dire si è allo stesso tempo divertente ma anche una forma di educazione, la fine di un'adolescenza prolungata. Un SI COME CRESCITA: sacrificare una parte della libertà per progredire, assumersi RESPONSABILITA'.

- Il si è anche un modo di cambiare il destino, in quanto quest'ultimo è una somma di scelte, di cambiamenti.

- Ciò che la vita propone, che ci troviamo di fronte, ha una caratteristica per noi: abbiamo 0 CONTROLLO, sulla scelta di ciò che ci accade. Non scegliamo noi il futuro, ci capita: OGNI FATTO E' UN INSEGNAMENTO, e si può vedere il tutto come una serie di scelte di una entità superiore che ci migliora. Un Dio informe ma sempre presente.

- Fattore importante l'APERTURA MENTALE, sia nelle cose quotidiane che in quelle più importanti, una caratteristica che deve essere NATURALE, PIACEVOLE e ABITUDINE.

- La casualità quindi in generale non esiste, siamo noi con le nostre scelte personali, che le facciamo accadere.

- Meglio un rimorso che un rimpianto. IL RIMORSO è un fatto, accaduto, è "IMPARATO", è UNA POSSIBILITA'.  Il rimpianto è indefinito, non è accaduto, non si può sapere.

- L'inconscio è un luogo sconosciuto e profondo, ma ha dentro di se tutte le risposte. Se sei rilassato, tu fai una domanda e lui ti risponde: se la risposta non è immediata, "lavora in silenzio", fino a quando "con un intuizione" si presenta la risposta: la casualità non esiste.

- (per non rovinare la sorpresa) Solo una volta il protagonista si è sbagliato, si può fallire, ma si diventa migliori. Non è andato perso, NON SI E' FALLITI: bisogna riconoscere il merito di una situazione (che scoprirete solo concludend il libro).

- Tutto questo condito con le variabili del caso, con la situazione personale di ognuno: insomma un percorso, una progressione verso l'eccellenza.

A mio avviso in conclusione il libro merita, giunge a conclusioni positive ed è piacevole: gli do un 7,5 ergo leggete.

Vi lascio con le immagini del libro e del film...

* Iscriviti per visualizzare le immagini         * Iscriviti per visualizzare le immagini

Loggato


L'attrazione non è una scelta.

Il gioco non è uno schema ma nasce e si evolve.

The Legend

  • SI-Reliable User
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 19
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 34
  • Posts: 758
  • Forza ragazzi!

Re: Yes man

« Risposta #1 del: 26 Aprile 2009, 13:50:03 »

Ho visto il film, mi è piaciuto. Grazie della recensione.

Loggato


"Sunbeam: il porco per antonomasia." -TermYnator
"Mai sottovalutare la stupidità femminile." -ex ragazza

SunBeam

  • SI-Creators
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 329
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Monte di Venere
  • Posts: 4866
  • WWW

Re: Yes man

« Risposta #2 del: 26 Aprile 2009, 15:38:35 »

Io giuro che per 2 giorni ho provato ad essere uno yes man, ma non ci sono riuscito, è semplicemente impossibile. A me hanno chiesto di farmi dal centro a casa mia a piedi, e li ho detto di no.

Però l'idea di fondo è figa

Loggato

Mailin

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 142
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 19
  • Posts: 466
  • Bocchini.

Re: Yes man

« Risposta #3 del: 26 Aprile 2009, 15:44:46 »

Ma come dice l'inventore del "yes man" verso il finale, dire di sì a tutto è solo un pretesto: un pretesto per rendersi conto che dopo un po' si ha voglia davvero di fare certe cose, un modo per dire cogli le occasioni che la vita ti lancia, mettiti in gioco e sfruttale, non vivere in sala d'aspetto.

Loggato


"Sunbeam: il porco per antonomasia." -TermYnator
"Mai sottovalutare la stupidità femminile." -ex ragazza

SunBeam

  • SI-Creators
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 329
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Monte di Venere
  • Posts: 4866
  • WWW

Re: Yes man

« Risposta #4 del: 26 Aprile 2009, 16:00:27 »

Citato da: SunBeam il 26 Aprile 2009, 15:44:46

Ma come dice l'inventore del "yes man" verso il finale, dire di sì a tutto è solo un pretesto: un pretesto per rendersi conto che dopo un po' si ha voglia davvero di fare certe cose, un modo per dire cogli le occasioni che la vita ti lancia, mettiti in gioco e sfruttale, non vivere in sala d'aspetto.

Si, ma dire di si alle occasioni vuole anche dire "Alzati, sali sul tavolo, spogliati e balla"
Bo io non sono molto d'accordo, il NO a volte è di fondamentale importanza, anche per la filosofia "i'm the prize"

Ad ogni modo un giorno sarò uno yesman

Loggato

Mailin

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 142
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 19
  • Posts: 466
  • Bocchini.

Re: Yes man

« Risposta #5 del: 26 Gennaio 2010, 10:14:43 »

Io l' ho visto durante il weekend e anche io ci ho trovato spunti interessanti per tutti noi.

Le donne con cui ha a che fare: sia l' ex moglie che la fidanzata attuale trovano molto affascinante il lui l' imprevedibilita',tipo il fatto che si reca in aeroporto e sale sul primo volo in partenza.

Non si puo' dire YES a tutto, ma credo che spesso capiti a tutti di trovarsi di fronte a delle scelte che possono aprirci o chiuderci delle porte: ad es. poniamo che stiamo organizzando il nostro sabato sera:
-A) soluzione per noi confortevole: solita birra a 4 passi da casa con gli amici di sempre
-B)  soluzione per noi sconfortevole: riceviamo l' invito da un conoscente ad una festa da lui, dove non conoscremo praticamente nessuno.

Quale delle 2 ipotesi ci dara' maggiori possibilita' di smuovere la nostra situazione?

Loggato


Donna de quarant'anni buttela a fiume co' tutti li panni. (proverbio romano)

maxcavezzi

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: genova
  • Posts: 1118

Re: Yes man

« Risposta #6 del: 26 Gennaio 2010, 11:59:53 »

Il film è molto carino,ma sicuramente il libro rende più l'idea del percorso e delle conseguenze che si possono avere dal dire "sì a tutto".
credo che un applicazione quotidiana e costante del "sì"sia alla lunga deleteria,ma,se diretto verso un aspetto specifico ,realizza la sua massima espressione.
Provate a dire di sì non a tutto,ma (visto il tema del forum) a ogni occasione di interazione sociale,a ogni occasione dove ci sia una gonna(e possibilmente gambe depilate....),magari rendetelo più specifico del tipo:dire sì a tutte le occasioni di socializzazione dalle 19 alle 0.00(anche più volte nella stessa sera)e durante tutto il fine settimana....

Loggato

Dioniso

  • SI-Reliable User
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 2
  • Offline Offline
  • Posts: 47
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: