Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Guia bàsica de Barcelona

(Letto 949 volte)

Guia bàsica de Barcelona

« del: 22 Gennaio 2009, 20:47:03 »

Grin

Barcelona... ci ho vissuto per 10 mesi, in Erasmus, e la amo.
Premessa: l'ambiente tipico è ESTREMAMENTE diverso da quello cui siamo abituati. Gli iberici in genere, ed i catalani in particolare, vanno fieri della propria informalità. La regola è andare in disco in t-shirt e converse consumate, i posti da camicia sono l'eccezione.
I locali sono regolarmente sovraffollati, rumorosi, e saturi di fumo. C'è da farci l'abitudine, il primo impatto rischia di essere un trauma per i più fighetti Laughing ma una volta ambientati diventa qualcosa di incredibile...

Nota: parlo per esperienza personale, ma relativamente all'anno che va dall'estate 2006 a quella 2007. Dovessero essere cambiate gestioni da allora ad oggi, non lo saprei. Però almeno vi fate un'idea. Sono comunque in contatto con molta gente che vive li e che mi tiene più o meno aggiornato sulle novità (es: se riaprisse La Paloma me lo direbbero e sarei li col primo volo per la reinaugurazione), e qualche posto l'ho rivisitato nel 2008 (sono tornato in città 3 volte - a febbraio, settembre e novembre), quindi ho annotato le novità di cui sono al corrente.

Ho diviso la guida in tre sezioni: disco, bar notturni e bar diurni, ed ognuna in zone.

Disco

Il Tibidabo è il monte alle spalle di Barcelona. In cima sono concentrati a pochissima distanza 4 locali: Danzatoria, Atlantic, Rosebud e Mirablau.Vista bellissima e bell'ambiente, più raffinato della media cittadina, ma sempre accessibilissimo.
Il Danzatoria ora come ora è chiuso per lamentele dei vicini (troppo rumore), ma si sa mai che riapra. Era una disco in villa su più piani.
L'Atlantic era l'unica con l'entrata a pagamento del lotto, ma normalmente si entrava gratis con i flyer dati all'uscita dal Danzatoria (che chiudeva attorno alle 3... in pratica la gente andava al Danzatoria, usciva, prendeva il flyer, attraversava la strada e entrava all'Atlantic). Stessa gente, stesso stile, stesso ambiente.
Il Rosebud era l'altra disco della zona per fare mattina, molto più easy-cazzara delle due precedenti.
Il Mirablau era essenzialmente un bar con vista sulla città, con al piano di sotto un dancefloor... vale la pena di farci un salto anche solo per vedere com'è.

Il Port Olimpic è, appunto, il nuovo porto della città, costrtuito a cavallo tra anni '80 e '90. Ci sono essenzialmente due disco, Catwalk, sotto l'enorme pesce dorato, considerata una delle disco più turistiche della città, e Shoko, in riva al Mediterraneo, di ambientazione vagamente giapponese. Buone tutte e due, specie la seconda... la prima un po' overpriced.
C'era una terza disco, il Baja Beach, che però mi risulta essere stata venduta e ristrutturata come ristorante. In ogni caso, è letteralmente di fianco allo Shoko, quindi vedete subito se c'è qualcosa. L'ambiente è anche qui leggermente più curato della media.

Paral·lel... l'anima sporca di Barcelona. Se volete vedere come si diverte la gente del posto, Apolo. Disclaimer: SONO CAZZI VOSTRI. Io ci andavo spesso con le coinquiline, ma non l'ho mai sopportato. Tanto fumo nell'aria da finire ogni volta lacrimando dopo un paio d'ore. Ogni volta che andavo beccavo musica di cacca. Adesso comunque è sede della miglior serata del lunedì, Nasty Mondays, che prima stava al Fellini (sulla Rambla)... il Fellini boh, evitatelo pure, io ci andavo appunto solo il lunedì.
Poco distante la Plataforma, altro posto che mal sopportavo. Infine, Les Enfants, dove sono finito una notte senza rendermene conto, per niente malvagio, consigliato però solo ai grupponi che vanno a far festa per divertirsi, non ai cacciatori di passere.

Nell'Eixample, l'enorme centro della città, ci sono il City Hall (all'inizio di Rambla de Catalunya, a due passi dalla piazza principale), iper-turistico; e andando a nord il Sutton, raffinato, probabilmente il più simile alle disco cui siamo abituati in Italia.
In culo al mondo, il Pacha, che personalmente sconsiglio a meno che non riusciate a rimediare un ingresso gratuito (ripeto, in culo al mondo e non vale i soldi dell'entrata, considerando che con ogni probabilità trovereste un posto migliore dove entrare gratis); l'Otto Zutz, carina, onesta, con serate a tema interessanti (es.: Sex & The City Night = cosmopolitan GRATIS); il BeCool, carinissimo, ospitava serate Erasmus... su due piani, meglio l'interrato, il piano terra tende ad essere un groviglio di corpi. Poco distante la Sala Bikini, bel posto davvero, curato e tutto.
Tengo per ultima la disco leggendaria: il Razzmatazz, più comunemente noto come Razz. 4 sale per qualsiasi gusto musicale, dal rock all'electro... un paradiso. Altamente informale. Mi dicono comunque che stia diventando uno smazzo andarci per via delle code kilometriche all'entrata...

Il Barrio Gotico è il cuore della città vecchia; più che discoteche, è pieno di bar notevolissimi. Mi limito a citare il Sidecar, per chi preferisce le serate rock all'elettronica più spinta è validissimo.

Raval: Moog, per un motivo o per l'altro non son mai riuscito ad andare, ma me ne han sempre parlato benissimo; e, defunta, La Paloma... la più bella discoteca conosciuta all'uomo, in una sala da ballo modernista del 1903... la devono ristrutturare per insonorizzarla e renderla sicura in caso di incendi. Se ci passate vicino rendetegli omaggio con un sospiro.

Locali consigliati da un amico con me in Erasmus, dove non sono stato, o che non ricordo: Opium, Mojito, Universal, Sol, Azucar, Buda. Probabilmente alcuni di questi sono per balli latino-americani, lui aveva sto pallino...

Bottom line: cercate posti dove potete entrare gratis, li troverete di sicuro. Saranno iper-affollati, ma è quello il bello Grin

Bar notturni

Buesti li ho consumati, io sono più da bar che da disco:
La "VIA CRUCIS ALCOLICA": Champanyeria -> Cin Cin -> Rabipelao.
Tutti attaccati, alla fine della Via Laietana.
La Champanyeria è sto posto dove vendono prodotti tipici e cava, lo spumante catalano... dopo le 18 si riempiva di ragazzi e non si riusciva ad uscire fino alle 22:30, orario di chiusura. In pratica vendevano panini a circa un euro, e prendendo due panini si poteva ordinare una bottiglia di cava, a qualcosa come 2, 3 euro... Si andava in comitive da 20 persone ed ognuno offriva un giro, IL DISASTRO. Ora hanno smesso di vendere bottiglie dopo le 18, per cui si può solo andare di bicchieri singoli. Consigliatissimo comunque per sentire la Cava rosé più buona del mondo.
Il Cin Cin è uno spritz bar di proprietà di Alberto, un ragazzo di Bassano del Grappa, con cui a fine anno ero non dico in rapporti parentali ma quasi. Se mai vi dovesse venire nostalgia del nostro paese, fateci un salto... aperto anche di pomeriggio.
Il Rabipelao è un bar venezuelano o qualcosa del genere. È una leggenda cittadina. Da provare la guarapita. Happy hour devastante.

Nel Barrio Gotico è pieno di bar notevoli, basta girare a caso. Ce ne sono parecchi concentrati in Plaça Reial. Segnalo in particolare il Jamboree, dove fanno sessioni jazz live, e c'è parecchio spazio per ballare dopo i live stessi.
Un po' più in la El Bosc De Les Fades... non vi dico nulla, andateci e godetevelo. Le ragazze lo adorano.

All'inizio della Rambla, scendendo sulla destra, c'è un cocktail bar storico, il Boadas. Costa, e mi sembra che non ci si possa più entrare in maglietta o pantaloni corti... ce l'hanno abbastanza a morte coi turisti... ma se vi piace bere bene, è il posto dove andare. Sembra di essere stati catapultati indietro nel tempo.
Li vicino, pronto l'alter-ego: La Ovella Negra, una taverna con calcetto, biliardo e sangria A FIUMI. FIUMI. Economico, divertente... tante tavolate lunghe dove le comitive finiscono per mischiarsi.

Vicino all'Apolo c'è la birreria Petit Apolo, dove ogni tavolo ha una botte di birra, e appeso al soffitto c'è un display che indica la quantità di litri bevuti a ciascun tavolo... si entra per una birra e via e si finisce a dar battaglia a sconosciuti... caro ma divertentissimo.

Vicino al Sutton c'è La Bolsa, un bar dove i prezzi dei drink variano a seconda della richiesta... bell'ambiente, e pure questo divertentissimo.

Nel Raval diversi posti carini, in particolare uno appena sulla sinistra alla fine della Rambla del Raval, dove è tradizione andare di assenzio (non ricordo il nome, mi spiace =( ); e soprattutto il Pastis, un BUCO ad ambientazione francese con cabaret/musica dal vivo e fiumi di... pastis. Consigliatissimo!

Il quartiere di Gracia, infine, è strapieno di bar da spono. Personalmente adoravo il Saint Germain, un bar francese dove oltretutto si mangia bene e come porci (in particolare il cous cous è infinito), ma ci sono veramente una infinità di bar ovunque. D'estate pare ci sia molto meno movimento per il semplice fatto che è una zona più da cittadini che da turisti, quindi risente delle vacanze (tra posti che son chiusi ed altri semivuoti comunque), ma durante il resto dell'anno è d'obbligo passarci almeno una serata. PERDETEVICI! Tanto poi basta andare in discesa per ritrovarsi in centro. Plaça del Sol e del Diamant hanno tanti bar, Carrer Verdi se volete mangiare medio-orientale.

Bar diurni

La Teteria (C/ Comtessa de Sobradiel 4) e La Clandestina (Baixada Viladecols 2) nel Barrio Gotico, sono difficili da trovare (vi ho messo gli indirizzi apposta!) ma valgono davvero la pena. Cucina esotica e succhi/lassi/etc spettacolari.
Organic Market nel Raval, dietro La Boqueria, è un angolino dove mangiare sano e bene... ha un soppalco interno carinissimo.
Se dovesse capitarvi di essere a Sants, ma non vedo nessun motivo per cui dovrebbe capitarvi, a parte dover prendere un treno (la stazione principale è li), la Val d'Espir, nella via quasi omonima (C/ Valldespir), una bettola economicissima e gorda.
Se proprio non riuscite a rinunciare alle catene di fast food, quanto meno fatelo con stile, e andate da Lizzaran, una catena che prepara i tipici pintxos baschi. Ce n'è uno in C/ de Mallorca all'incrocio con il Paseig de Gracia ed uno di fianco alla Sagrada Familia.
In giro per la città comunque è pieno di baretti di tapas e pintxos.

In ogni caso, la regola aurea è: più il posto dove volete mangiare vi sembra una bettola, meglio mangerete.
Se poi volete ristoranti fighi è un altro discorso, e non saprei indirizzarvi: io ragiono con il budget di un 20enne studente fuori sede...

Se mi vengono in mente correzioni o altre cose, le aggiungo. Bella per tutti Thumbs Up

Loggato

euroslut

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 58

Re: Guia bàsica de Barcelona

« Risposta #1 del: 22 Gennaio 2009, 21:15:57 »

Citato da: euroslut il 22 Gennaio 2009, 20:47:03

...
Li vicino, pronto l'alter-ego: La Ovella Negra, una taverna con calcetto, biliardo e sangria A FIUMI. FIUMI. Economico, divertente... tante tavolate lunghe dove le comitive finiscono per mischiarsi.
...

Confermo: La Ovella Negra è un bellissimo posto, c'ero stato con mia cugina che era li per Erasmus (prima di te pero').

Complimenti, hai davvero vissuto la città! +1  Thumbs Up

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Guia bàsica de Barcelona

« Risposta #2 del: 22 Gennaio 2009, 21:47:38 »

Citato da: euroslut il 22 Gennaio 2009, 20:47:03

Disco

Il Port Olimpic è, appunto, il nuovo porto della città, costrtuito a cavallo tra anni '80 e '90. Ci sono essenzialmente due disco, Catwalk, sotto l'enorme pesce dorato, considerata una delle disco più turistiche della città, e Shoko, in riva al Mediterraneo, di ambientazione vagamente giapponese. Buone tutte e due, specie la seconda... la prima un po' overpriced.
C'era una terza disco, il Baja Beach, che però mi risulta essere stata venduta e ristrutturata come ristorante. In ogni caso, è letteralmente di fianco allo Shoko, quindi vedete subito se c'è qualcosa. L'ambiente è anche qui leggermente più curato della media.

Questo è il posto che ho frequentato di più nei miei soggiorni a Barcelona..  Thumbs Up Posso dire che per il Catwalk come per le altre disco, quasi all'ingresso e fino a tarda ora ci sono i PR che danno le riduzioni, quindi vale la pena stazionare un po' in giro, a volte sono proprio loro che ti vengono ad offrire gli inviti.. (Stessa situazione sulla Rambla per altre disco)
Degni di nota, sempre nella stessa zona, sono i disco-pub proprio a due passi da queste discoteche, tutte molto valide!! Sul porto vero e proprio, sotto a Pizza Hut, si trovano una serie di locali dove l'ingresso è quasi per tutti gratuito e dove i PR per invogliarti ad entrare ti offrono un chupito ogni volta che passi, il sabato c'è una marea di gente che invade quei posti e ce n'è per tutti i gusti!!

Vorrei aggiungere che come compagnie aeree lowcost, oltre Ryanair, che è un po' scomoda perché atterra a Girona che si trova a più di un'ora da Barcelona, c'è clickair che arriva proprio a Barcellona ed in 15 minuti dall'aeroporto si è a Placa Catalunya, proprio all'inizio della Rambla, da non perdere!!
Un'ultima nota sui taxi, abbastanza economici e molto numerosi anche di notte, a volte c'è pure la fila per prenderli soprattutto davanti al Casinò..

Loggato


dai a un uomo un pesce e lo sfamerai per un giorno, dagli una canna da pesca e lo sfamerai per tutta la vita - Confucio

Faber est suae quisque fortunae

Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità di esecuzione - Il Necchi

Se ti ci metti con impegno puoi raggiungere qualsiasi risultato - Marty McFly

Persistence is the price of success

PartyBoy

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 4
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Nord nord Milano - Roma est
  • Posts: 52

Re: Guia bàsica de Barcelona

« Risposta #3 del: 22 Gennaio 2009, 21:50:44 »

Quasi dimenticavo.. +1 a euroslut!! Ben fatto!!  Thumbs Up

Loggato


dai a un uomo un pesce e lo sfamerai per un giorno, dagli una canna da pesca e lo sfamerai per tutta la vita - Confucio

Faber est suae quisque fortunae

Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità di esecuzione - Il Necchi

Se ti ci metti con impegno puoi raggiungere qualsiasi risultato - Marty McFly

Persistence is the price of success

PartyBoy

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 4
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Nord nord Milano - Roma est
  • Posts: 52

Re: Guia bàsica de Barcelona

« Risposta #4 del: 22 Gennaio 2009, 21:55:24 »

Uh, si, compagnie aeree io mi sento di consigliare Vueling e Clickair, o Iberia se trovate offerte (capita spesso di pagare la stessa cifra che si pagherebbe a volare con compagnie low cost).

Grazie per i più uni  Kiss

Loggato

euroslut

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 58
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: