Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Rischi a lungo termine degli opener.

(Letto 1758 volte)

Rischi a lungo termine degli opener.

« del: 08 Marzo 2009, 07:39:48 »

E' fantastica la notte. Trovo che sia un momento di grande confronto con se stessi; nessuna distrazione.

Nel MM vi è scritto che gli opener prefabbricati hanno la peculiarità di evitare tensione e ansia nell' aspirante seduttore.
In poche parole, risparmiano energia cognitiva utilizzabile nell' interazione e danno una sicurezza con la quale far "leva su se stessi".  Inoltre in linea con la regola dei tre secondi, permettono un' apertura tempestiva, senza alcun bisogno di pensare a un aggancio. Possono essere capi espiatori dei nostri insuccessi o gloriosi idoli dei nostri trionfi. Un opener testato è un' apertura che non tradisce.

Sapete qual è il problema? Che è fottutamente vero.

E' un po' come minacciare qualcuno con una pistola in mano, son tutti capaci. Ma senza pistola, sono le stesse persone?

Cosa spinge una persona che ha ansia nel cold approach, a indirizzarsi verso la preda scelta, aprire la bocca e con un sorriso stampato in volto recitare la sua parte. Cosa gli ha dato coraggio? Perchè si disinteressa dei rischi, come ha fatto a zittire quella parte dentro di se che elenca una serie di immagini fallimentari. Perchè non conta più il fatto che potrebbe perdere quella ragazza che tanto gli piace?

E' da Gennaio che ho deciso di prendere seriamente in considerazione il Termypensiero, così messi da parte le cose precedentemente acquisite, ho provato a cimentarmi. Mi sono ritrovato a litigare con me stesso sul fatto che non riuscissi a pensare fuori dagli schemi MM e simili. Spesso a fine serata realizzavo che avevo dimenticato di prendere in considerazione il TM e che avevo continuato a fare come avevo imparato a fare sino a quel momento. Bisogna investire una certa quantità di energia per acquisire certe cose e cambiare, e ce ne vuole altrettanta per cambiare ulteriormente. Con pazienza ho abbandonato per un paio di mesi il forum, ho smesso di pensare in termini di sarge, di alphaman, uscendo esclusivamente con gli amici, parlando di patata, di provarci, rimorchiare, cazzate varie ecc ecc. Ho perso delle sicurezze e acquisito delle insicurezze. Ho riniziato a leggere letteratura, prima leggevo esclusivamente testi universitari o libri di psicologia. Scoperto nuove passioni, come lo snowboard. Ho fatto un colloquio di lavoro e adesso sto iniziando a costruire le basi pratiche e non solo accademiche per il mio futuro; è dura, non si vede un centesimo, ma quante persone sto conoscendo e con quante sto imparando a calibrare a seconda del loro ruolo sociale e lavorativo. Un conto è essere abituati a parlare di escrementate con gli amici, un altro con un presidente di azienda. Non che prima non avessi tempo per questo, ma adesso la mia energia è concentrata solo su me stesso e non su cosa devo fare per apparire agli altri; non so se mi spiego.

Stanotte sono stato in una disco, tra le tante ragazze pisellabili o veramente interessanti ne porto in considerazione una in particolare. Una donna, sì, non una figa qualsiasi, era un donna sulla trentina, una di quelle che non mi fanno pensare "cacca ho 23 anni", ma di quelle "C'è da fare scintille..".
Ma il pensiero dominante mi diceva solo quale grande avventura sarebbe stata conoscerla, anche solo confrontarmi con lei.
La sensazione che avevo in corpo in ogni caso, era che fosse già mia. Sì, dagli sguardi, da quell' istante in cui guardandola negli occhi ho sentito quella sensazione che si ha quando si guarda in quel modo una donna: sono un uomo.
Aggirandomi con discrezione, scomparendo alla sua vista, decido di aprirla, andare lì e dirle semplicemente "mi piaci" guardandola negli occhi. Come spesso faccio e piace fare. Ho già deciso, sono gasato sto per andare.

No basta, questo è quello che ho sempre fatto. Ma cosa voglio imparare a fare? Voglio confrontarmi, scoprire me stesso come è successo nel mio primo approccio al lavoro. Voglio vivere quell' avventura che Termy suggerisce di vivere con una donna. Non contrarre le distanze della seduzione, ma viaggiare senza perdere il panorama, prima di arrivare a destinazione. Incuriosirla, scoprirla, raccontarmi, portarla in un mondo nel quale entrambi siamo attori.
Bene, e adesso allora che faccio, come agisco?
Perchè di un tratto mi sento così insicuro?
Lasciamo stare, vado di diretto è così facile, spesso ho avuto successo in questo modo, ma sì.

Eppure ho resistito, non ho aperto. Non perchè avessi ansia, anzi il fatto di poter andare lì e recitare il mio opener mi dava sicurezza, ma non volevo apparire per quello che questa apertura tira fuori da me.
Ho perso questa avventura.

Fare affidamento su di una frase, abituarsi a comportarsi in una certa maniera, responsabilizzare un opener, rischia di disarmare il seduttore il quale, senza pistola, non trova modo di minacciare alcuno.
Così, c'è la possibilità che se una persona apre senza alcuna ansia, forse non è un uomo che sta esponendo se stesso, ma uno che espone una "abitudine", una zona nella quale ormai fallimento o successo non ha importanza. Perchè è solo l'immagine di seduttore ideale che ha fallito, non la persona stessa.
Un opener è un scudo dietro al quale in taluni casi, un PUA nasconde se stesso per paura di esporsi. E' solo la via più semplice: "Ma sì, l'ho fatto tante volte"

Ora comprendo che gli argomenti di questo post sono ridondanti con altre cose già scritte. Ma qui riporto solo un ulteriore punto di vista nel quale provo a far coincidere pensieri ed esposizione.

Ringrazio Dave Brucker, Miles Davis, Jhon Coltrane rispettivamente per Take five, Autumn Leaves e Blue in green. Le note che mi hanno accompagnato nella scrittura del post.
Voi per l'attenzione. Wink
Chet Baker con il quale finalmente andrò a dormire, sulle note di My funny Valentine

.. La mamma il papà e tutti quelli che mi conoscono ahahahha Tongue

P.S.
Dimenticavo una citazione venuta in mente per associazione poco fa:
"Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, quello con la pistola è un uomo morto!"

« Ultima modifica: 08 Marzo 2009, 07:46:45 da Escalus »

Loggato


Its a long way to the top if ya wanna Rock and Roll

Zlatan: "Un solo babbo, ma due figli di prostituta!"

Escalus

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 63
  • Offline Offline
  • Posts: 362

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #1 del: 08 Marzo 2009, 13:38:36 »

ho riflettuto anche io su alcune cose che hai citato,  propio ieri sera prima di uscire  Smile

bella esca  Thumbs Up

Loggato


- Io appartengo al Guerrierio in cui la vecchia via si è unita alla nuova

- Non esiste sconfitta nel cuore di chi LOTTA!


Knives,Nat,Axel,zak,asufel,kyros,bluesky.
Sempre nel mio Heart.

lu

  • ( ) )======D
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 325
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 31
  • Residenza: Another Dimension
  • Posts: 1746

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #2 del: 08 Marzo 2009, 16:02:05 »

Hai ragione, il miglioramento si ottiene solo coi sacrifici, è molto più semplice recitare una strofetta che osservare e suscitare curiosità a seconda del soggetto!!

Quando un uomo con una freccia incontra un uomo con un elicottero, l'uomo con la freccia è un uomo morto... se non è John Rambo  Evil
Il TM è il manuale del piccolo rambo

Loggato

Hancock

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 48
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 445

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #3 del: 08 Marzo 2009, 18:26:01 »

Citato da: Escalus il 08 Marzo 2009, 07:39:48

Così, c'è la possibilità che se una persona apre senza alcuna ansia, forse non è un uomo che sta esponendo se stesso, ma uno che espone una "abitudine", una zona nella quale ormai fallimento o successo non ha importanza. Perchè è solo l'immagine di seduttore ideale che ha fallito, non la persona stessa.

Questa è una considerazione molto profonda! Soprattutto perchè oltre a smascherare la natura avvilente degli opener preconfezionati, metti in discussione un modo di fare statistico, ossia il provarci nello stesso modo con tutte finchè non becchi quella che te la da. "Robot sociale" è una dicitura che deriva dall'esasperazione di questo atteggiamento.
La figura del seduttore è confusa troppo spesso con la figura del Party-boy. Tutti capiscono sulla propria pelle (prima o poi) che il seduttore agisce in modo sottile, spendendo il minimo delle energie possibili per ottenere il massimo risultato. Il seduttore lo è ovunque e 24/7, non esiste un luogo o un tempo di rimorchio. Il party-boy invece è solo un povero coglione che dopo aver animato la festa, si sveglia con il cerchio alla testa e vegeta aspettando la prossima.

E' bello vedere come ti metti in discussione, assimilando nuove prospettive e sfasciandoti il cranio per confrontarle con quelle che già avevi. Insomma, ti faccio i miei sinceri complimenti e auguri.

Il DIRETTO.
Anche io ultimamente quando non so come aprire vado di diretto, perchè è sicuramente più facile di trovare un'apertura originale, che colpisca.
Quando inizi lo studio della seduzione il diretto è una specie di mito, poi paradossalmente diventa un modo (semplice) per tagliare corto sui rimorchi. Della serie: "se ci sta, ci sta da subito, se no mi risparmio il tempo".

A proposito, nel fare il diretto sono convinto che sia meglio avvicinarsi e dire qualcosa del tipo "mi incuriosisci, <motivazione legata ad un dettaglio che hai notato di lei>" che il direttissimo "mi piaci", perchè poi le tipe tendono a capitalizzare troppo il vantaggio che gli dai (nel senso che anche se non se la tirano, si cullano nello status di oggetto del desiderio senza fare niente per relazionarsi attivamente). Il "mi piaci" lo riserverei in caso di sicurezza assoluta, ossia dopo che ci hai fatto EC per sei ore senza sbattere gli occhi... Wink

Bel post... +1

Il tiburtino,
Acqua

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #4 del: 08 Marzo 2009, 18:30:02 »

Ottima considerazione di esc,è qualcosa a cui non sono arrivato ma qualcosa a cui aspiro molto presto!

Escalus è passato al livello successivo complimenti!!  Thumbs Up

Loggato


"Per questo, l'apprendere l'arte della seduzione non può essere ridotto allo studio di tattiche, ma deve partire dalla costruzione di un uomo che si fidi di se stesso"

"... liberandoti da quei caxxo di schemi mentali che ti impongono di essere "un superseduttore", quando in realtà ti basterebbe una sola donna che ti coccola e ti fa sentire al centro del mondo."

"ora se vedi sto campo fiorire di giorno in giorno, vuol dire che qualcuno lo ha seminato dopo aver tolto con le proprie mani le ortiche"
METAFORE OBBLIGATE!

nuke

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 50
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 29
  • Residenza: Somewhere, United Kingdom
  • Posts: 443
  • IlTuoDiploma InFallimento è UnaLaurea Per Reagire

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #5 del: 08 Marzo 2009, 19:23:12 »

Citato da: Acqua il 08 Marzo 2009, 18:26:01

A proposito, nel fare il diretto sono convinto che sia meglio avvicinarsi e dire qualcosa del tipo "mi incuriosisci, <motivazione legata ad un dettaglio che hai notato di lei>" che il direttissimo "mi piaci", perchè poi le tipe tendono a capitalizzare troppo il vantaggio che gli dai (nel senso che anche se non se la tirano, si cullano nello status di oggetto del desiderio senza fare niente per relazionarsi attivamente).

Non sono daccordo acqua.
se nel direttissimo dici "mi piaci" in un modo stra needy ness , PV velocissimo , BL in lean in e fai vedere che sei in astinenza di figa , allora sono daccordo con te che si cullano nello status di oggetto del desiderio.

Ma se lo dici perchè ti piace veramente e quindi l'hai osservata e valutata , risulti congruo , tutto questo rimanendo sempre con fermezza e
stile ( BL e PV ) .

Citato da: Acqua il 08 Marzo 2009, 18:26:01

Il "mi piaci" lo riserverei in caso di sicurezza assoluta, ossia dopo che ci hai fatto EC per sei ore senza sbattere gli occhi... Wink

io l'ho fatto in tutti e 2 i modi. sia che non mi dava EC , sia che non me lo dava ... se vai a vedere qualche mio vecchio report  "sei stato direttissimo" li sono saltato dal nulla senza fare Ec di 6 ore...

ovviamente poi è sempre un parere mio personale individuale che ad 1 altro , nella sua realtà , può apparire diversamente.

al di la di questo , ritengo che poi diventi veramente monotono recitare un "copione" fisso.. quindi sono daccorddissimo con te caro fratello  Cheesy ( e come ho detto sopra anche con esca )

ps: e anche TermY

kiss all

Loggato


- Io appartengo al Guerrierio in cui la vecchia via si è unita alla nuova

- Non esiste sconfitta nel cuore di chi LOTTA!


Knives,Nat,Axel,zak,asufel,kyros,bluesky.
Sempre nel mio Heart.

lu

  • ( ) )======D
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 325
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 31
  • Residenza: Another Dimension
  • Posts: 1746

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #6 del: 09 Marzo 2009, 01:20:48 »

Citato da: Escalus il 08 Marzo 2009, 07:39:48

Eppure ho resistito, non ho aperto. Non perchè avessi ansia, anzi il fatto di poter andare lì e recitare il mio opener mi dava sicurezza, ma non volevo apparire per quello che questa apertura tira fuori da me.
Ho perso questa avventura.

Caro Escalus, non hai perso un'avventura, ne hai appena iniziata una eccezionale ed unica in tutta la tua vita:
il viaggio dentro te stesso.
Ho più volte scritto che la corazza esteriore costruita da routines e stereotipi,
oltre che essere funzionante su una tipologia ristretta di femine, comporta un colossale svantaggio:
quello di creare un forte scollamento fra la personalità del seduttore e l'atto seduttivo.
Quello che è successo, è che il tuo orgoglio di uomo non ha retto all'anteporre una maschera
all'Escalus che scalpita nascosto e che non vede l'ora di manifestarsi:
il Vero Escalus.
Lasciarlo vivere, conferirgli i mezzi per renderlo più efficace potenziando le sue qualità, lo renderà
tremendamente seducente.
Le insicurezze che hai scoperto in te, saranno sostituite dall'entusiasmo di scoprire aspetti di te
che neanche supponevi di possedere mettendo in piazza il fantasma di altri.
E la soddisfazione del rimorchio sarà totale, atavica: perchè da ora, è veramente roba tua.
+ Thumbs Up
Per questo grande salto.

TermYnator

« Ultima modifica: 09 Marzo 2009, 01:24:56 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10009

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #7 del: 09 Marzo 2009, 10:33:39 »

Citato da: lu il 08 Marzo 2009, 19:23:12

Non sono daccordo acqua.
se nel direttissimo dici "mi piaci" in un modo stra needy ness , PV velocissimo , BL in lean in e fai vedere che sei in astinenza di figa , allora sono daccordo con te che si cullano nello status di oggetto del desiderio.

Non credo sia il mio caso... per il resto sono d'accordo; il tuo discorso vale per il diretto quanto per l'indiretto.

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #8 del: 09 Marzo 2009, 13:41:28 »

Citato da: Acqua il 09 Marzo 2009, 10:33:39

Non credo sia il mio caso... per il resto sono d'accordo; il tuo discorso vale per il diretto quanto per l'indiretto.

ma infatti non era riferito a te
un abbraccio : )

Loggato


- Io appartengo al Guerrierio in cui la vecchia via si è unita alla nuova

- Non esiste sconfitta nel cuore di chi LOTTA!


Knives,Nat,Axel,zak,asufel,kyros,bluesky.
Sempre nel mio Heart.

lu

  • ( ) )======D
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 325
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 31
  • Residenza: Another Dimension
  • Posts: 1746

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #9 del: 09 Marzo 2009, 15:05:35 »

Grazie ragazzi per la comprensione e le risposte.   Su questo forum, a distanza di molto tempo che siamo qui, è un po' come crescere insieme nella stesso piccolo paese, sul muretto della piazza. ;)ù

@lu
Se ci fai caso, succede spesso che diverse persone qui sul forum pensino alla stessa cosa nello stesso periodo.  E' una cosa fantastica! Wink
Bella lu.

@Hancock
Vero quello che dici. Ma prova a cambiare la parolo "sacrificio" con "vita" o "avventura". Wink Io stesso sono consapevole che ciclicamente mi metto in discussione per qualcosa, sono periodi difficili, ma ormai so che fanno parte della normalitò e li affronto sapendo che riesco sempre a trovare una soluzione, succede sempre. Ed è come un avventura, eccitante.

@Acqua
Non mettersi in discussione significa aver raggiunto risultati non soddisfacenti. Anche se poi, c'è sempre qualcosa che non va a genio, magari vorremo una sfumatura in più, un emozione, provare determinate cose. Se non sbaglio sei proprio te a dire che si ha sempre voglia di fare di più.

@nuke
Si tratta solo di capire cosa è sbagliato. Scovare la trappola che si nasconde dietro una falsa sicurezza. A volte purtroppo non basta solo leggere la soluzione, ma provarlo sulla propria pelle. Magari già sei quello che vorresti essere, ma ancora non l'hai capito. Non è una questione di parole, ovvero di un discorso che fai a te stesso, ma di sensazioni. Scusami se appaio criptico, ma è l'unico modo che ho trovato per spiegarmi.
Ciao Nuke

@Termy
Esatto, è quello che spero, iniziare una nuova avventura, questa volta più reale e personale. Sono estremamente orgoglioso, nel bene e nel male. E' come un cavallo, a volte lo lascio libero di correre, altre invece devo sforzarmi di tenere le redini e prenderne il controllo.
Grazie Termy

Grazie a tutti ragazzi!

« Ultima modifica: 09 Marzo 2009, 15:08:05 da Escalus »

Loggato


Its a long way to the top if ya wanna Rock and Roll

Zlatan: "Un solo babbo, ma due figli di prostituta!"

Escalus

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 63
  • Offline Offline
  • Posts: 362

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #10 del: 09 Marzo 2009, 15:58:32 »

Citato da: Acqua il 08 Marzo 2009, 18:26:01

La figura del seduttore è confusa troppo spesso con la figura del Party-boy. Tutti capiscono sulla propria pelle (prima o poi) che il seduttore agisce in modo sottile, spendendo il minimo delle energie possibili per ottenere il massimo risultato. Il seduttore lo è ovunque e 24/7, non esiste un luogo o un tempo di rimorchio. Il party-boy invece è solo un povero coglione che dopo aver animato la festa, si sveglia con il cerchio alla testa e vegeta aspettando la prossima.

Ma sai che per me questa è una delle migliori cose che hai scritto?  +1

Mentre leggo i manuali di questi pseudo guru americani mentalmente ambiento sempre queste iterazioni sociali nel buio di un club serale..
la tipica scena da film in cui il protagonista esce la sera a bere da solo, si siede su uno sgabello vicino al bancone e nel giro di 5 minuti arriva qualche tettona con la camicietta sbottonata a sedersi allo sgabello di fianco.. 2 drink insieme e poi a scopare nel Motel..

Non so se in america funzioni veramente cosi'..ma in europa direi di no.

Loggato


Donna de quarant'anni buttela a fiume co' tutti li panni. (proverbio romano)

maxcavezzi

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: genova
  • Posts: 1118

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #11 del: 09 Marzo 2009, 18:40:56 »

la nota distinzione tra seduttore e PUA.
Mi pare se ne fosse parlato tempo fa...

Loggato


"ti avverto: stasera non ho intenzione di fare niente"
fclose ;-)
-
"Le conferme di effe sono come la panna sulle tette, sempre graditissima" - sfigatto

-eFFe-

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 164
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 2232

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #12 del: 09 Marzo 2009, 19:01:49 »

Citato da: -eFFe- il 09 Marzo 2009, 18:40:56

la nota distinzione tra seduttore e PUA.
Mi pare se ne fosse parlato tempo fa...

Per me la figura del seduttore è di levatura nettamente superiore a quella del PUA : il vero seduttore riesce ad attrarre senza fare assolutamente nulla, non si sbatte ad aprire e prendere C&B. Gli basta comunicare la sua personalità semplicemente di BL, e riceve inevitabilmente segnali di interesse dal suo target.
Se infatti andiamo a rivederci la definizione esatta di Master, ciò che riesce a fare non è dissimile. Smile

Ciao

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #13 del: 24 Marzo 2009, 01:50:12 »

Citato da: Escalus il 08 Marzo 2009, 07:39:48

Ringrazio Dave Brucker, Miles Davis, Jhon Coltrane rispettivamente per Take five, Autumn Leaves e Blue in green. Le note che mi hanno accompagnato nella scrittura del post.
Voi per l'attenzione. Wink
Chet Baker con il quale finalmente andrò a dormire, sulle note di My funny Valentine

Comunque io adoro questo ragazzo, una delle menti più geniali del forum. Anche se non sembra.

Loggato


First Real Fucking FeroAllievo.

GuyMontag

  • SI-Reliable User
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 134
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Residenza: Off Topic
  • Posts: 941
  • Sogna e Osa.

Re: Rischi a lungo termine degli opener.

« Risposta #14 del: 25 Marzo 2009, 00:49:13 »

Citato da: GuyMontag il 24 Marzo 2009, 01:50:12

Comunque io adoro questo ragazzo, una delle menti più geniali del forum. Anche se non sembra.

Allora meglio che io non apra più bocca, dovessi toglierti ogni dubbio. Tongue

Ahahahahahahah

Loggato


Its a long way to the top if ya wanna Rock and Roll

Zlatan: "Un solo babbo, ma due figli di prostituta!"

Escalus

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 63
  • Offline Offline
  • Posts: 362
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: