Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Il giusto equilibrio - Sè stessi e gli altri

(Letto 1080 volte)

Il giusto equilibrio - Sè stessi e gli altri

« del: 31 Luglio 2010, 10:16:50 »

Scrivo questo topic perchè voglio dire la mia a riguardo:

Nella vita non siamo da soli e siamo circondati da esseri umani come noi che trascorrono con noi questo viaggio . Ci hanno sempre voluto far credere che siamo tutti uguali, ma in realtà ognuno di noi  è una persona unica con i suoi pregi, i suoi difetti, le sue passioni, i suoi interessi...
Se fossimo tutti uguali non ci sarebbero problemi andremmo tutti d'accordo e festa finita. Stando alla realtà dei fatti questo non è ammissibile.
Nella vita quindi dobbiamo dare importanza sia a sè stessi che agli altri ed in questa cosa ci deve essere un giusto equilibrio perchè sennò si creano situazioni non proprio piacevoli:

* Se si pensa solamente a sè stessi si rimane da soli, ma in compenso si fa ciò che si vuole e se ne è contenti.

* Se si pensa esclusivamente agli altri noii non siamo nessuno e viviamo per conto di altri anche se si avranno certamente più persone intorno.

Per esperienza personale ho dato molta importanza agli altri, ai loro pensieri e al fatto di non turbarli e posso dire che per certi versi ripaga, ma ci sono cose che non voglio più continuare a fare perchè ti limitano come persona.

Parlerò un po' di me per farvi capire un po' meglio:

Da piccolo sono stato abituato dai miei genitori a non fare male agli altri e a rispettarli ( e a quell'età manco sapevo cosa volesse dire) e direi anche che è una cosa giusta. A me non era stato insegnato di fare torti agli altri bambini e di fatto non li facevo, ma molti si divertivano con me prendendomi in giro ed alzando qualche volta anche le mani. Io non reagivo : ero come una pianta impassibile ad ogni evento.
Ero un "bonaccione", non avevo la forza di reagire e pensavo di essere nel giusto. Rivedendo la situazione oggi pensando con la mia testa gliene avrei date tante se ne avessi avuto le capacità.  Knuppel

Quella che ho vissuto fino a pochi anni fa era vita? Mettere gli altri al primo posto sacrificando sè stessi...io non ci sto!

Altro caso più attuale : scrivo poco su questo forum ed indovinate perchè? Perchè molto spesso ho paura del giudizio degli altri, di quelli che ne sanno più di me e di molti in generale. Do troppa importanza agli altri e alla fine ci rimetto io. Ho detto del forum perchè è il caso che può essere più lampante qui , ma alla fine la cosa più brutta è che lo faccio nella vita reale e non è bello.
Occasioni PERSE perchè ho dato più peso a ciò che avrebbero pensato gli altri di me... Angry

Altra cosa:

NESSUNO saprà mai chi sei VERAMENTE e quindi io me la piglio comoda e cercherò di fare quello di cui ho voglia cercando di dare meno importanza agli altri quando si tratta di cose a cui veramente tengo.

Non si può pensare agli altri se prima non si pensa a sè stessi.

Se siete nella mia solita situazione pensateci su...io la mia l'ho detta e se volete dire la vostra c'è posto per tutti.

Ho vissuto come un pulcino piccolo ed indifeso, ma questo pulcino diventerà un carro armato che distruggerà chiunque si metta sulla strada se non rispetta i valori in cui crede.

Emix, il piccolo pulcino

Loggato


- Per richieste di moderazione clicca QUI -

Cuore messicano

Emix

  • SI-Moderator
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana (25 anni)
  • Posts: 1232

Re: Il giusto equilibrio - Sè stessi e gli altri

« Risposta #1 del: 31 Luglio 2010, 11:49:16 »

Bravo Emix, cerca solo di non esagerare nel senso opposto ora! Non tutto quello che ti hanno insegnato è sbagliato, occorre sempre contestualizzare e non fossilizzarsi nel buonismo eccessivo ma neanche nel totale egoismo.
Il solitario non sempre fa quello che vuole: semplicemente perchè gli altri non glielo lasciano fare!

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Il giusto equilibrio - Sè stessi e gli altri

« Risposta #2 del: 31 Luglio 2010, 14:14:16 »

Quoto ^X^... ci sono tante brave persone al mondo e sono quei pochi bastardi approfittatori a rovinarne del tutto la visione.
Quinci cattivo con chi se lo merita, senza pietà. Rispetto per tutti gli altri.
Abbiamo avuto una infanzia similissima... bella Emix

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Il giusto equilibrio - Sè stessi e gli altri

« Risposta #3 del: 31 Luglio 2010, 15:11:58 »

Citato da: ^X^ il 31 Luglio 2010, 11:49:16

Bravo Emix, cerca solo di non esagerare nel senso opposto ora! Non tutto quello che ti hanno insegnato è sbagliato, occorre sempre contestualizzare e non fossilizzarsi nel buonismo eccessivo ma neanche nel totale egoismo.
Il solitario non sempre fa quello che vuole: semplicemente perchè gli altri non glielo lasciano fare!

Esagerare compoterebbe a rimanere da soli e non è quello che voglio!
Bisogna trovare il giusto equilibrio sennò c'è qualche problema.
Io mi sono accorto di essere sbilanciato verso il dare importanza agli altri non tanto con le persone con cui sono a contatto, ma sopratutto per il pensiero che gli altri potrebbero avere di me. Ci sono molte cose che mi piace fare, ma a cui non do possibilità di vita perchè metto di mezzo l'educazione, il pensiero di alcune persone... ed alla fine di queste cose me ne frega niente però le seguo lo stesso.
Io sto parlando di cose comuni che non vanno a ledere o disturbare nessuno perchè sennò sarei nel torto io.

Citato da: Acqua il 31 Luglio 2010, 14:14:16

Quoto ^X^... ci sono tante brave persone al mondo e sono quei pochi bastardi approfittatori a rovinarne del tutto la visione.
Quinci cattivo con chi se lo merita, senza pietà. Rispetto per tutti gli altri.
Abbiamo avuto una infanzia similissima... bella Emix

Concordo a pieno! E' bello stare con gli altri e pensare a loro,ma c'è sempre gente pronta ad approfittare di questo eccessivo buonismo e mi fa incazzare non poco!
A me manca solamente da sviluppare la forza di farla pagare agli altri ed agire senza pietà nei confronti di chi non mi rispetta e si approfitta di me perchè i miei genitori non me l'hanno insegnato non perchè non volessero , ma perchè in fondo anche loro si comportano così : non sai quante volte in casa salta fuori la frase "Lo vedi che a essere troppo buoni lo si piglia in tasca!!!".

Ho l'esempio perfetto di quello che volevo spiegare : mi è venuto in mente solamente adesso!
Ieri ho telefonato ad un albergo per sentire se avevano posti liberi. Nel fare questo mi sono sentito un po' in colpa perchè in quell'albergo ho passato l'estate scorsa e mi sarebbe dispiaciuto dire alla signora dell'albergo "No non veniamo" perchè so che molto probabilmente in un albergo vicino.
Mi sento in colpa per una cosa che non mi riguarda...per questo voglio pensare più a me stesso!
Voglio andare in un altro albergo per una serie di motivi : ci vado e non mi devo sentire in colpa!
Ed infatti se andrò al mare in un altro albergo voglio andare a salutarli. Sono pipponi mentali inutili ...

Emix

Loggato


- Per richieste di moderazione clicca QUI -

Cuore messicano

Emix

  • SI-Moderator
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana (25 anni)
  • Posts: 1232

Re: Il giusto equilibrio - Sè stessi e gli altri

« Risposta #4 del: 31 Luglio 2010, 19:45:15 »

Quoto Acqua:per colpa di qualche escrementetto cominci a vedere una realtà totalmente distorta,in cui pensi che tutti siano escrementi e non so se ti capita(a me personalmente si)ma cominci a diventare piu sscettibile su tante cose,se non su tutte!
Rispetta chi ti rispetta e sfancula gli altri
Personalmente sto vivendo un periodo della mia vita in cui stanno crollando diverse certezze(inteso come persone di cui mi sono circondato e di cui mi "fido")
Quindi cerca di stare solo con chi ti stima per davvero,anche se trovarlo non è cosi facile!

Loggato

Zheeno

  • SI-Reliable User
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 4
  • Offline Offline
  • Posts: 104
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: