Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Essere autonomi

(Letto 1183 volte)

Essere autonomi

« del: 08 Maggio 2013, 09:19:02 »

Ciao a tutti ragazzi come state?
E' da tanto tempo che non venivo più sul forum, per vari motivi, tra cui la mancanza di connesisone internet.
In questo periodo ho rimorchiato tanto, ma veramente tanto. Naturalmente i successi sono sempre stati preceduti da una miriade di fallimenti.

Loggato

Theblueprince

  • Visitatore

Re: Essere autonomi

« Risposta #1 del: 08 Maggio 2013, 09:21:06 »

Per me il fallimento è sempre da tenere in conto. Soprattutto quando provi a rimorchiare in situazione difficili e ambienti non molto favorevoli.

Loggato

Theblueprince

  • Visitatore

Re: Essere autonomi

« Risposta #2 del: 08 Maggio 2013, 09:22:40 »

In questi anni ho capito che la seduzione in solitario è la via migliore per migliorare e il salto di qualità.

Loggato

Theblueprince

  • Visitatore

Re: Essere autonomi

« Risposta #3 del: 08 Maggio 2013, 09:28:10 »

Ho avuto un lungo periodo che uscivo sempre in gruppo, per serate dedicate al cazzeggio o per approcciare.
Fino a quando lo stare insieme anche solo per fare una bevuta è diventato asfissiante e massacrabte ( per le mie palle) . Si, dopo pochi minuti la compagnia di amici che conoscevo da una vita, diventava ingestibile.
Non tolleravo più la loro presenza e la loro forma mentale.

Loggato

Theblueprince

  • Visitatore

Re: Essere autonomi

« Risposta #4 del: 08 Maggio 2013, 09:32:28 »

Mi sono allontanato, poco alla volta. Senza la necessità di troncare il rapporto in maniera brusca. Ma dolcemente e gradualmente. Io ho preso la mia strada e gli altri hanno mantenuto la loro.
Invariata, immutata, con un modo di pensare e vedere al vita identico a quando li ho conosciuti.
Una persona crescendo diventa più matura, è vero, più saggia ( si spera ), magari con più esperienza della vita.
Però il modo in cui filtra la vità, ho notato, in tutti quelli che conosco da anni, non cambia di una virgola.

Loggato

Theblueprince

  • Visitatore

Re: Essere autonomi

« Risposta #5 del: 08 Maggio 2013, 09:46:09 »

Poi il distacco totale. Io non cercavo loro e loro non cercavano me. Naturalmete siamo sempre amici, non ho mai litigato con nessuno di loro, sono brave persone, però non sono  più adatto alla loro compagnia e quindi ho la mia strada, inevitabilmente da solo.

Loggato

Theblueprince

  • Visitatore

Re: Essere autonomi

« Risposta #6 del: 08 Maggio 2013, 10:14:24 »

Non sono se questo allontanaento dal modo di pensare comune sia capitato anche a voi, però io non lo tolleravo più e mi sentivo inquinato da quel pessimismo e ipocrisia.
Tutti sono sempre pronti a criticare e a giudicare, chi agisce e rischia. Ma nessuno è disposto a mettersi in gioco e a sopportare il giudizo altrui.
Le cosi dette figurette di cacca o situazioni di pressione sociale, sono sempre prudentemente evitate.
Il buttarsi nell' arena è sempre rimandato, o meglio evitato.
La battaglia per ottenere quello che realmente si vuole ( e non quel poco che uno riesce ad ottenere con facilità)  non si intraprende mai , e rimane solo un sogno che muore con la persona alla fine della sua vita.
Si nasce tondi e si muore nello stesso modo.
Io ho scelto un' atra strada, dove le difficoltà me le vado  a cercare . Senza avversità e problemi mi sentirei un'ameba, un criceto in gabbia. Le sfide fortificano il carattere, e una volta superate ti trasformi, ti evolvi.
L'evoluzione è adattamento!  Ma senza uno stimolo esterno, come può avvenire tale adattamento ?
Indi per cui, sono diventato un cacciatore di stimoli esterni, partendo da quelli più lievi fino a puntare a quelli più estremi ( allontanati in maniera radicale da chi ricerca il quieto vivere ).
Ed eccoci arrivari al punto, se siete in questa situazione, dove dipendete dal gruppo o che per fare le cose necessitate dell'approvazione altrui, ed evitate con prudenza il giudizio negativo, dove svegliarvi!!!
Siete preda del condizionamento sociale e delle vostre paure, vi stanno dominando e magari non vene rendete nemeno conto. La soluzione per darvi una sveglia è abbracciate le vostre paure, non evitatele, non negatele, non fingete della loro esistenza. Anche se le accantonerete, nella situazione di stress torneranno, più forti che mai.
La scelta più logica che potete fare è solo una, abbracciatele, adateli incontro. Cercate le situazioni che vi stressano dove vi sentite a disagio ( non parlo solo di rimorchio, sono tantissime le situazioni dove la pressione emortiva è prersente a vari livelli), e poco alla volta con gradualità, le paure si dissolveranno, e quando non le avrete più, vi sembrera di non averle mai avute, è uan sensazione indescrivibile e una soddisfazione inenarrabile.
Se invece avete iniziato a percorrere la via dell'autonomia e dell'annichilazione dei vostri limiti, non demordete e non cedete alle difficoltà, mollare non sarà la cura, e solo la fatica e lo stringere i denti vi porterà un adattamento che vi farà evolvere. Lo stare fermi ed evitare le situazioni di stress ( come fanno la maggorparte delle genti ) è anti fisiologico. Il vostro essere vuole evolvere e l'infellicità che con cui la maggiorparte convive e solo la punta dell' iceberg  della mancata volotà  di azione.
Quindi...... siate autonomi !!!

Loggato

Theblueprince

  • Visitatore

Re: Essere autonomi

« Risposta #7 del: 19 Maggio 2013, 13:58:29 »

Ciao Theblueprince,

mi hai incuriosito su questo aspetto del "solitario" .. molti tuoi concetti li approvo a pieni voti in quanto per esperienza personale ho potuto constatare che i famigerati "gruppi sociali" alla fin fine non servono un gran che per fare conquiste,anzi spesso e volentieri sono anche più deleteri di quanto si possa immaginare ... es,. sei in una compagnia fai una cazzata con una tipa e automaticamente sei fregato per tutte le altre .. oppure qualcuno dei "leader" non ti vede di buon occhio e sei fregato .. potrei andare avanti all infinito ma le cose le conosciamo tutti ...

Tempo fa anche io come te presi la strada del solitario .. ma ahimè senza successo ...

Qualche suggerimento o indicazione in merito?
Ad esempio tu come ti muovi quando esci da solo?
Stare al di fuori dei circoli sociali presenta anche degli svantaggi.. es. le ragazze tendono a preferire sempre l'amico del gruppo o l'amico dell amico e quindi tu arrivi sempre in seconda posizione... come affronti tutto questo?

Grazie Alessandro

Loggato

ale81

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 2
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Residenza: modena
  • Posts: 91

Re: Essere autonomi

« Risposta #8 del: 24 Giugno 2013, 16:32:35 »

theblueprince permettimi di farti i mei complimenti per il tuo topic  Wink .....io lo condivido in pieno...pure io sono un lupo solitario e credo che la psicologia dell'essere autonomi sia fondamentale. personalmente ci sono passato in tutti gli anni della mia vita e non solo è vero che bisogna essere autonomi dalla psicologia del gruppo e non cercare l'approvazione altrui. ma la cosa più importante é convincersi che se si vuole qualcosa ( nel mio caso la gnocca) SIAMO SOLI  e ce lo dobbiamo prendere!!! ti quoto

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: