Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Dottrine del successo.

(Letto 978 volte)

Dottrine del successo.

« del: 19 Ottobre 2014, 11:30:08 »

Dopo aver letto questo post di Termy ( http://seduzioneitaliana....fone-e-bello-a-mamma-sua/ ) mi sento reo confesso e mi vengo a costituire. Da pentito spero  di ricevere uno sconto della pena. Intanto con questo post desidero collaborare con la giustizia.

Termy nel sopracitato editoriale ha attribuito la causa dello scollamento (tra valori posseduti e valori manifestati) all'ambiente. Quest'ultimo fornisce dei messaggi esaltanti ai quali si finisce per crederci, non importa quanto la realtà si diversa. Anzi, se qualcuno li mette in dubbio, o è stupido o in malafede.

Vorrei qui sintetizzare (perché non ho tanta voglia di scrivere, e perché ce ne sarebbe da dire) un'altra causa molto diffusa nella community che porta allo stesso risultato: quello di credersi ciò che non si è.

La dottrina del successo.

Le nostre librerie straripano di libri che ci vogliono insegnare come avere successo. Questi libri che si vorrebbero vendere come scientifici si basano su delle ideologie del successo (in genere PNL o orientalismo spicciolo). Non mi dilungo oltre perché li conoscete benissimo, così come conoscete benissimo i loro dogmi, ehm scusate, volevo dire insegnamenti.

Lo scollamento che risulta dalla lettura di questi libri è dovuta al fatto che, ci portano a credere che la conoscenza della teoria del successo ci porti automaticamente ad essere degli uomini di successo. E quindi finiamo col credere alla nostra nuova religione di appartenenza, che ci fornisce un'immagine distorta del mondo e di noi stessi. Facendo la fine di coloro che avendo letto due manuali di tennis si credono di saperlo giocare.

Con la differenza che chi scrive un manuale di tennis è presumibilmente un maestro di tennis, il quale a tennis ci ha giocato per anni. Mentre chi scrive sul successo, in genere, è un venditore di pentole riciclatosi a guru.

La mia pigrizia dominicale mi impone di fermarmi qui. Non appena avrò tempo e forze approfondirò la questione. Vorrei però dire che questi temi sono tutti strettamente connessi con alcuni temi già trattati da termy, quale l'editoriale sulle maschere e il delirio sulla matrice.

Cià!

« Ultima modifica: 19 Ottobre 2014, 11:32:52 da LegioneStraniera »

Loggato


Non ha l’ottimo artista alcun concetto
c’un marmo solo in sé non circonscriva
col suo superchio, e solo a quello arriva
la man che ubbidisce all’intelletto.

LegioneStraniera

  • SI-Reliable User
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Posts: 148

Re: Dottrine del successo.

« Risposta #1 del: 21 Ottobre 2014, 11:11:57 »

sai leggendo il tuo post mi è venuto in mente che oggi le librerie sono piene di libri sul successo ( e non solo di successo con le donne) ma anche di successo economico e lavorativo....

sai i libri in cui è scritto " Ciao amico lettore....vuoi diventare miliardario??" ebbene secondo me simili libri sono amenità

molta gente crede che il segreto di una vita appagante siano i soldi ma si sbaglia...ciò che ci appaga di più è la gnocca...preferisco una vita da normale cittadino pieno di gnocca che scopa su una ape car  Exclamation...piuttosto che avere una vita fatta solo di lavoro Smile

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Dottrine del successo.

« Risposta #2 del: 21 Ottobre 2014, 12:06:28 »

In genere l'introduzione è del tenore "Ero brutto, sfigato e povero. Poi ho scoperto il segreto e sono diventato bello ricco e potente. Grazie all'applicazione del segreto tutti possono diventare belli, ricchi e potenti."

Sì, sei diventato ricco grazie al libro che hai scritto. E poi se hai scoperto il segreto che risolve tutti i problemi perché stai a scriverlo a me e non sei invece in Costa Rica a goderti la vita?

Per quanto riguarda l'avere successo finanziario, sono d'accordo in parte con te. Se una persona è sinceramente appagata dal suo successo lavorativo che gli procura delle notevoli entrate, perché no? La postilla finale sul post della "matrice" è proprio riferito a questo. E' un desiderio sentito o indotto? E lo stesso discorso può anche dirsi per l'avere tante donne. Ciò che conta dal mio punto di vista è godersi la vita, e ci vuole un po' di tutto.

Personalmente per tanto tempo dopo aver scoperto il mondo della seduzione, aspiravo a diventare un grande seduttore e altre amenità simili. Ma non era ciò che desideravo veramente. Era il mio spirito di revanche nei confronti di un mondo che mi aveva preso, masticato e sputato a chiedermelo.

Tornando in topic, dopo aver letto tanti libri sul miglioramento personale che propinavano segreti di tutti i generi per ottenere successo mi sento di dire questo: il segreto è che non ci sono segreti. Certo, ci sono delle abilità che si possono sviluppare ma con sangue, sacrificio e tempo. E non c'è lettura che tenga. Con ciò non voglio dire che leggere non serva a niente, ma intendo dire che alla buona lettura va abbinata la buona pratica.

Loggato


Non ha l’ottimo artista alcun concetto
c’un marmo solo in sé non circonscriva
col suo superchio, e solo a quello arriva
la man che ubbidisce all’intelletto.

LegioneStraniera

  • SI-Reliable User
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Posts: 148

Re: Dottrine del successo.

« Risposta #3 del: 21 Ottobre 2014, 15:18:19 »

Citato da: LegioneStraniera il 21 Ottobre 2014, 12:06:28

Tornando in topic, dopo aver letto tanti libri sul miglioramento personale che propinavano segreti di tutti i generi per ottenere successo mi sento di dire questo: il segreto è che non ci sono segreti. Certo, ci sono delle abilità che si possono sviluppare ma con sangue, sacrificio e tempo. E non c'è lettura che tenga. Con ciò non voglio dire che leggere non serva a niente, ma intendo dire che alla buona lettura va abbinata la buona pratica.

Esatto! Un conto è avere un'idea precisa di chi si vuole essere; un'altra cosa è essere nella pratica quella persona...

Loggato

Tuco

  • Visitatore

Re: Dottrine del successo.

« Risposta #4 del: 21 Ottobre 2014, 17:50:54 »

Citato da: Tuco il 21 Ottobre 2014, 15:18:19

Esatto! Un conto è avere un'idea precisa di chi si vuole essere; un'altra cosa è essere nella pratica quella persona...

Se posso chiederti, quali sono state le difficoltà, gli attriti, che hai incontrato nel passare dall'ideale al reale? Prendendo ovviamente in considerazione il tuo percorso di crescita.

Loggato


Non ha l’ottimo artista alcun concetto
c’un marmo solo in sé non circonscriva
col suo superchio, e solo a quello arriva
la man che ubbidisce all’intelletto.

LegioneStraniera

  • SI-Reliable User
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Posts: 148

Re: Dottrine del successo.

« Risposta #5 del: 21 Ottobre 2014, 19:33:12 »

Citato da: LegioneStraniera il 21 Ottobre 2014, 17:50:54

Se posso chiederti, quali sono state le difficoltà, gli attriti, che hai incontrato nel passare dall'ideale al reale? Prendendo ovviamente in considerazione il tuo percorso di crescita.

L'unica vera difficoltà è la paura inconscia di fare qualcosa pur sapendo che con i mezzi a propria disposizione la si può affrontare senza troppi problemi, e su quella non puoi farci niente. Devi imparare a "destabilizzarla" razionalmente, goccia su goccia, fino a quando non impari a vincerla.
Tutte le altre difficoltà sono quelle che ci poniamo noi stessi perché settiamo obiettivi troppo al di fuori della nostra capacita pratica in quel momento. L'unica cura lì è l'umiltà
Ma se hai obiettivi proporzionati alla tua abilità nella pratica di gestire le cose, allora vedi che va tutto più liscio.

Loggato

Tuco

  • Visitatore

Re: Dottrine del successo.

« Risposta #6 del: 21 Ottobre 2014, 19:44:48 »

Citato da: Tuco il 21 Ottobre 2014, 19:33:12

L'unica vera difficoltà è la paura inconscia di fare qualcosa pur sapendo che con i mezzi a propria disposizione la si può affrontare senza troppi problemi, e su quella non puoi farci niente. Devi imparare a "destabilizzarla" razionalmente, goccia su goccia, fino a quando non impari a vincerla.
Tutte le altre difficoltà sono quelle che ci poniamo noi stessi perché settiamo obiettivi troppo al di fuori della nostra capacita pratica in quel momento. L'unica cura lì è l'umiltà
Ma se hai obiettivi proporzionati alla tua abilità nella pratica di gestire le cose, allora vedi che va tutto più liscio.

Grazie  Smile

Loggato


Non ha l’ottimo artista alcun concetto
c’un marmo solo in sé non circonscriva
col suo superchio, e solo a quello arriva
la man che ubbidisce all’intelletto.

LegioneStraniera

  • SI-Reliable User
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Posts: 148

Re: Dottrine del successo.

« Risposta #7 del: 22 Ottobre 2014, 12:19:30 »

Citato da: Armwrestle il 21 Ottobre 2014, 11:11:57

sai leggendo il tuo post mi è venuto in mente che oggi le librerie sono piene di libri sul successo ( e non solo di successo con le donne) ma anche di successo economico e lavorativo....

sai i libri in cui è scritto " Ciao amico lettore....vuoi diventare miliardario??" ebbene secondo me simili libri sono amenità

molta gente crede che il segreto di una vita appagante siano i soldi ma si sbaglia...ciò che ci appaga di più è la gnocca...preferisco una vita da normale cittadino pieno di gnocca che scopa su una ape car  Exclamation...piuttosto che avere una vita fatta solo di lavoro Smile

Quoto.
Il vendere istruzioni per ottenere successo economico è la nuova panacea dei ladri di polli.
LA strategia è abbastanza semplice e si articola in punti che si trovano nei manuali di marketing da due lire:

1) inventarsi titoli altisonanti.
2) Inventarsi una società con nome altisonante, con sede in qualche paese con meno tasse.
3) Sfoggiare ricchezze sempre e comunque.
4) Mostrare pubblicamente che i propri servigi hanno prezzi da capogiro.

Tutto questo dovrebbe dimostrare agli occhi di chi osserva che questi signori sono molto richiesti, talmente richiesti da potersi permettere quote di ingaggio degne di un chirurgo.

In realtà, questi soggettoni si comportano in modo diametralmente opposto a quello che vorrebbero far credere:
1) ti scrivono in mail propinandoti i loro corsi, e qualcuno arriva anche a rispondere se esprimi perplessità (pensate quanto tempo hanno, altro che superimpegnati)
2) Le società sono fasulle o reali ma non operative (ovvero sciolte anni prima...). Di fatto quindi, inesistenti.
3) I prezzi dei servigi servono solo a poter dire "non ti preoccupare, quei prezzi sono per gente ricca.  A te, che mi sei simpatico, darò una mano per la metà! (che è sempre un furto...)

Insomma, diffidate da questi truffatori e state con gli occhietti bene aperti... Wink

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10009

Re: Dottrine del successo.

« Risposta #8 del: 22 Ottobre 2014, 15:01:24 »

Citato da: TermYnator il 22 Ottobre 2014, 12:19:30

Quoto.
Il vendere istruzioni per ottenere successo economico è la nuova panacea dei ladri di polli.
LA strategia è abbastanza semplice e si articola in punti che si trovano nei manuali di marketing da due lire:

1) inventarsi titoli altisonanti.
2) Inventarsi una società con nome altisonante, con sede in qualche paese con meno tasse.
3) Sfoggiare ricchezze sempre e comunque.
4) Mostrare pubblicamente che i propri servigi hanno prezzi da capogiro.

Tutto questo dovrebbe dimostrare agli occhi di chi osserva che questi signori sono molto richiesti, talmente richiesti da potersi permettere quote di ingaggio degne di un chirurgo.

In realtà, questi soggettoni si comportano in modo diametralmente opposto a quello che vorrebbero far credere:
1) ti scrivono in mail propinandoti i loro corsi, e qualcuno arriva anche a rispondere se esprimi perplessità (pensate quanto tempo hanno, altro che superimpegnati)
2) Le società sono fasulle o reali ma non operative (ovvero sciolte anni prima...). Di fatto quindi, inesistenti.
3) I prezzi dei servigi servono solo a poter dire "non ti preoccupare, quei prezzi sono per gente ricca.  A te, che mi sei simpatico, darò una mano per la metà! (che è sempre un furto...)

Insomma, diffidate da questi truffatori e state con gli occhietti bene aperti... Wink

Pensavi forse al torello?  Afro

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: Dottrine del successo.

« Risposta #9 del: 22 Ottobre 2014, 19:21:45 »

Citato da: Shark72 il 22 Ottobre 2014, 15:01:24

Pensavi forse al torello?  Afro

Pensavo al truffatore medio...

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10009
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: