Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Incubo - Metafora del pescatore

(Letto 1387 volte)

Incubo - Metafora del pescatore

« del: 14 Marzo 2015, 15:59:28 »

Questo è il mio ultimo giorno in Italia, e in questi giorni ho fatto il giro delle persone, amici, ragazze che mi hanno fatto crescere, scoprire, maturare. Le persone chiave della mia vita sono due: la mia migliore amica (che spesso non sento per mesi, poi ci incontriamo per un pranzo, o per una birretta, e riesce a farmi emozionare ogni volta, una persona d'oro), e la mia ex (anche lei una persona d'oro aldilà della relazione, che non ho potuto salutare come avrei voluto, causa la mia imposizione di rompere qualsiasi tipo di rapporto in modo definitivo, per evitare di continuare a portare lo strascico di 5 anni favolosi buttati nel cesso per un periodo nero che mi ha accompagnato negli ultimi mesi di relazione, in cui mi sono comportato come un coglione bisognoso, e per una sua cazzata: invece di starmi vicino, mi ha prontamente mollato e si è scopata un altro).

Ieri torno a casa mezzo ubriaco dopo aver salutato gli ultimi amici, e mi metto a letto felicissimo, pronto per affrontare la nuova vita che mi aspetta all'estero, e ripartire da zero, da solo, senza condizionamenti di nessun genere, lontano da casa, e buttare finalmente quella maschera da bravo studente che non beve, non fuma e non eccede in nulla, che sono costretto a portare coi miei genitori "all'antica" (paese di poche centinaia di abitanti, mia madre religiosa, mio padre un uomo dai solidi valori).
Insomma, con la sfida di realizzare il mio ESSERE, libero da ogni pressione o condizionamento esterno. Sono eccitato!
Mi addormento.
Incubo.

Sogno l'ex.
Siamo nella mia stanza, e mi accorgo che mi piace ancora e ci voglio riprovare, voglio stare con lei, perdo la testa. Ci iniziamo a scaldare, petting spinto, ad un certo punto lei si blocca, e si inventa una scusa di circostanza (es. sono stata in palestra e mi fanno male le gambe, ho i crampi, ho il ciclo, ecc, ecc...quelle che a "sensazione" puzzano di cazzata, ci siamo capiti...). Leggo tra le righe il messaggio (no patata) e non mi scompongo (diciamo che alla terza, purtroppo, in passato mi alteravo, ed è un comportamento fastidiosissimo che devo correggere, anche perché quando ero fidanzato, l'idea di dover ricorrere alle pugnette mi mandava in bestia, nonostante la frequenza sessuale fosse di gran lunga più alta di quelle di amici e coppie che conosco).
Poi dice che deve scappare a fare dei giri (visite mediche, poste, altro), e mi chiede se l'accompagno a beccarmi tutta la rottura di coglioni di file e quant'altro. Accetto ma dico: poi però voglio stare un pò da solo con te, ne ho bisogno (terribile, un vero incubo solo a ripensarci, praticamente stavo ripetendo la trafila di errori che avevo commesso con lei nell'ultimo periodo, solo nel sogno ero impotente, non potevo cambiare gli eventi, e a mente lucida vedevo me stesso che si cimentava in atteggiamenti da MdP di prima categoria). E lei OVVIAMENTE mi fa: poi vediamo...(che tradotto voleva dire: no patata schiavetto). E continuo a fare il bambino piagnucolone che mette il muso. Un vero INCUBO.

Mi alzo di soprassalto e inizio a riflettere, e nella mia testa compare il TermY che mi racconta l'episodio di Kurghan che impara a pescare (tradotto=come evitare di passare per un bisognoso disperato, e come superare le resistenze che possono esserci più o meno all'ultimo minuto).

Premessa: farà schifo e non sono concentrato che ho mia madre che mi ronza intorno al monitor per farsi i cazzi miei e rompe i coglioni per qualsiasi cosa, oltre a voler pianificare (vanamente perché non la ascolto) ogni singola cazzata della mia vita (un altro ottimo motivo per andarmene), e mi passa la creatività.

Kurghan Sampei
Kurghan era affamato, non mangiava da quasi due giorni, e le sue forze stavano calando e la sua estrema razionalità stava venendo meno, e con lei, la pazienza. Dopo 7 ore di cammino ininterrotto, disidratato, Kurghan era riuscito a raggiungere un piccolo fiume. Bevve con foga, quasi si sentì male. Era stremato, aveva fame.
Ma la sua previdenza, e la sua conoscenza delle tecniche di pesca, che però non aveva mai sperimentato, potevano salvargli la vita. Aveva con se un rocchetto corto con un filo molto sottile, e un paio di ami. Prese un ramo robusto ma sottile, per avvolgere il filo. Poi fece una buca a terra, per trovare qualche verme.
Non aveva un galleggiante, così trovò una piccola insenatura lungo la riva del fiume, dove l'acqua era più ferma, e ci si appostò. Calò l'amo fino a posizionarlo ad una altezza accettabile.
La pazienza stava terminando e dopo quasi mezzora, nessuna trota aveva pizzicato l'esca. Si incupì.
Poi finalmente sentì vibrare, e la trota iniziò a lottare. Non voleva lasciarsela scappare, era il pasto della sua salvezza, era il primo pesce catturato. Sapeva che doveva far stancare il pesce, ma si intestardì, e comincio a tirare più forte della trota. Troppo forte, non aveva esperienza. Il filo si spezzò e la trota fuggi.
Abbattuto, prima di effettuare l'ultimo tentativo, si fermò a riflettere, e la sua mente si schiarì. Aveva capito come far abbassare le difese alla trota, e come evitare che la tensione del filo superasse quella di rottura.
Un'altra trota abboccò, e Kurghan, sapientemente, iniziò a giocare con la trota con un sorriso di sfida in volto. Avvertita la vibrazione, lasciò subito qualche metro di libertà al pesce, evitando che si allarmasse troppo e che iniziasse una disperata fuga per la sopravvivenza. Sentì di nuovo tirare, ma meno insistentemente. Il pesce era lì, e si stava riavvicinando. Cominciò a riavvolgere il filo, e a giocare con la trota, avvolgendo 10 giri e lasciandone 5 quando la trota provava a tirare. La fece stancare, e finalmente la trota abbandonò quasi completamente ogni difesa. La trota era finalmente sua.

Errori: verbalizzare o comunque manifestare palesemente la propria volontà (o ancora peggio, il bisogno) di ottenere: bacio, sesso, sentimenti equivale a tirare il filo come un pazzo e a mettere in allarme una donna. Scapperanno come la prima trota. Questo capita anche se la donna era già attratta (che era il mio caso), cioè se la trota aveva abboccato (in questo caso io sono la canna da pesca rimediata alla meno peggio, TermY sarebbe una canna in fibra di carbonio con un kit professionale al seguito), e genera resistenze dell'ultimo minuto e shit test per avere la conferma definitiva che sei un coglione, a cui segue una inevitabile fuga a gambe levate, nonostante fino ad un minuto prima aveva il desiderio di violentarti. Questo potrebbe generare una situazione di "limbo" nella quale continuerà a rompervi le palle, ad essere presente nella vostra vita, a contattarvi, a togliervi l'anima, ma saprete sempre che non l'avrete mai completamente (anche arrivando al sesso), perché non riuscirà mai ad abbandonarsi completamente.

Devo sistemare le ultime cose per la partenza, tra qualche giorno posterò la mia storia senza filtri, le esperienze che mi hanno segnato e due passaggi chiave delle ultime due relazioni che non riesco ancora completamente a spiegare.

E visto che voglio mettermi in gioco, che andrò fuori all'estero, da solo e avrò tutta la libertà (fuori dal lavoro), mi piacerebbe mettermi alla prova col TM, seguito a distanza dal maestro visto che voglio la redenzione dal mio status di morto di pippe. Prometto di prepararmi per qualsiasi esperimento (con teoria e pratica), di eseguirlo con dedizione e di rendere pubblici tutti i report significativi, per il bene di tutta la comunità.

Altra curiosità: ma qua siamo tutti ingegneri? Tongue

« Ultima modifica: 14 Marzo 2015, 16:13:37 da giulio88 »

Loggato

giulio88

  • SI-Reliable User
  • Cacasenno
  • *
  • Mi piace = 7
  • Offline Offline
  • Posts: 38

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #1 del: 14 Marzo 2015, 20:50:55 »

Bella storia,
mi auguro che le forze non ti mancheranno, né nei periodi buoni ma soprattutto né in quelli cattivi.
L'unico avvertimento che mi sento di darti è questo: stai attento ai demoni che sono "dentro" di te, non solo a quelli che sono fuori. Nella tua nuova vita capirai di cosa parlo, e sicuramente ne hai già un idea.

Citazione

Altra curiosità: ma qua siamo tutti ingegneri? Tongue

Eh per favore si metta in fila e prenda il numerino  Laughing  con te ne ho contati 7, non so quanti altri ce ne sono e dove si nascondono  Exclamation

Loggato


Il mondo va avanti lo stesso, un errore è solo una virgola nella sintassi della tua vita.

"La pietra grezza, appena estratta dalla cava, deve essre tagliata nella giusta forma prima di essere collocata nella costruzione. Rappresenta l'Apprendista che ha iniziato il suo viaggio e che deve lavorare per migliorare se stesso, per passare da uno stato imperfetto, passivo e incosciente ad uno più elevato, creativo e disciplinato."

VenerabYle

  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 31
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Residenza: Torino
  • Posts: 292

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #2 del: 14 Marzo 2015, 21:42:33 »

Grazie,grazie e ancora grazie,mi hai fatto capire una cosa molto importante che mi serve.

La nuova vita sarà  fantastica,cambiare luoghi gente e bellissimo.

p.s. che palle qua tutti matematici! Ahahahha

Loggato

mana cerace

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 5
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 306

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #3 del: 14 Marzo 2015, 22:03:53 »

Citato da: Venerabile il 14 Marzo 2015, 20:50:55

stai attento ai demoni che sono "dentro" di te, non solo a quelli che sono fuori. Nella tua nuova vita capirai di cosa parlo, e sicuramente ne hai già un idea.

Ci sto già facendo i conti...anche perché ripartire da zero e mettersi REALMENTE tutto alle spalle, è facile solo a parole...

Citato da: mana cerace il 14 Marzo 2015, 21:42:33

La nuova vita sarà  fantastica,cambiare luoghi gente e bellissimo.

L'ultima esperienza all'estero (6 mesi) è andata piuttosto male (con condizioni e presupposti molto diversi, sono partito "comodo", cioè con la ragazza...). Ma comunque è stata una esperienza significativa, e viaggiare, in generale mi piace parecchio!
Ma parto con l'idea che appena potrò trovare un lavoro apprezzabile tornerò a godermi la vita in Italia, perché signori, da fuori l' Italia è ancora più bella. Mangiamo bene, beviamo bene, fumiamo bene, possiamo parlare la nostra lingua (molto più ricca ed espressiva di un sintetico e sterile inglese), e ci sono posti del sud Italia che sono meravigliosi...
Ma la gnocca potrebbe farmi cambiare idea Tongue

Loggato

giulio88

  • SI-Reliable User
  • Cacasenno
  • *
  • Mi piace = 7
  • Offline Offline
  • Posts: 38

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #4 del: 15 Marzo 2015, 17:30:00 »

Citato da: giulio88 il 14 Marzo 2015, 15:59:28

...
Errori: verbalizzare o comunque manifestare palesemente la propria volontà (o ancora peggio, il bisogno) di ottenere: bacio, sesso, sentimenti equivale a tirare il filo come un pazzo e a mettere in allarme una donna. Scapperanno come la prima trota. Questo capita anche se la donna era già attratta (che era il mio caso), cioè se la trota aveva abboccato (in questo caso io sono la canna da pesca rimediata alla meno peggio, TermY sarebbe una canna in fibra di carbonio con un kit professionale al seguito), e genera resistenze dell'ultimo minuto e shit test per avere la conferma definitiva che sei un coglione, a cui segue una inevitabile fuga a gambe levate,

+ Thumbs Up
Sebbene con il tempo si impari a gestirsi ed a controllarsi sempre di più, posso però dirti che a questa sequenza di eventi si sfugge solo se della persona che hai davanti non ti importa nulla. Se invece ci tieni, c'è sempre il rischio che arrivi il momento in cui hai altri pensieri e tu non pensi a star li a gestire reazioni e parole.  Ti lasci un attimo andare  e se dall'altra parte c'erano rancori le uova si rompono.
Vai avanti, troverai di meglio.

Citazione

E visto che voglio mettermi in gioco, che andrò fuori all'estero, da solo e avrò tutta la libertà (fuori dal lavoro), mi piacerebbe mettermi alla prova col TM, seguito a distanza dal maestro visto che voglio la redenzione dal mio status di morto di pippe.

basta contattarmi: l'ADM on line è una realtà da ormai 5 anni.

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10006

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #5 del: 15 Marzo 2015, 22:15:43 »

Complimenti per questo grande cambiamento, ti faccio i miei migliori auguri. :*

Sappi che il tuo racconto mi ha aperto gli occhi, hai spiegato con semplicità una cosa che dovrebbe essere chiara a priori, ma non è mai così.
Più che altro mi chiedevo se il "dagli un po' di lenza e poi tiralo su" (cit.) possa valere anche nei confronti di un uomo; perché ho sempre manifestato la mia volontà o.o gli uomini spesso dicono che vorrebbero una che gli dicesse chiaro e tondo che vuole fare sesso...ma mi sa che son tutte fantasie che non trovano applicazione nella realtà, viste le reazioni di "paura" ed ansia (anche da prestazione)...ç_ç

Loggato


Ma nel sonno nulla può essere raggiunto.
Nella coscienza di un uomo addormentato, le sue illusioni, i suoi 'sogni', si mescolano alla realtà.
G. I. Gurdjieff

________________________________
Sono sempre in competizione con i maschi perché loro hanno più tette di me e io più palle di loro. ~cit
"NOI DONNE" è un'espressione che non ha alcun senso. A me, con certe donne da' fastidio persino condividere il genere. ~cit
Stai a vedere che alla fine mi ritroverò a ringraziare il mio carattere di cacca, per tutta la selezione naturale che fa ogni giorno.  ~ cit.

Vaguely S. U.

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 28
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Età: 25
  • Residenza: Nella testa di Zeus
  • Posts: 347

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #6 del: 16 Marzo 2015, 01:20:35 »

Citato da: TermYnator il 15 Marzo 2015, 17:30:00

+ Thumbs Up
Sebbene con il tempo si impari a gestirsi ed a controllarsi sempre di più, posso però dirti che a questa sequenza di eventi si sfugge solo se della persona che hai davanti non ti importa nulla. Se invece ci tieni, c'è sempre il rischio che arrivi il momento in cui hai altri pensieri e tu non pensi a star li a gestire reazioni e parole.  Ti lasci un attimo andare  e se dall'altra parte c'erano rancori le uova si rompono.
Vai avanti, troverai di meglio.basta contattarmi: l'ADM on line è una realtà da ormai 5 anni.

Il sogno è stato un riassunto a mente lucida che i demoni nella mia testa hanno sapientemente rielaborato nella fase onirica. Quello che è successo realmente con l'ex è stato questo:

Ci siamo lasciati, con l'idea di vivere un pò per conto nostro e provare a salvare il rapporto (ci siamo lasciati dopo una convivenza "forzata" con un: "evitiamo comunque di fare cazzate, vediamo come va"). E' andata con un altro. Dopo un paio di settimane ha ricominciato a contattarmi con delle scuse (e ha scritto ad amici in comune di aver fatto una cazzata immensa, i quali mi hanno girato i messaggi, cosa non chiesta tra l'altro, volevo già buttare la storia alle spalle). Dopo un altro paio di settimane di assestamento avevo ricominciato a vivere e a tornare a rompere le scatole ad altre ragazze, periodo nel quale mi sono segnato al forum per cercare di progredire con gli approcci e le fasi successive.
Poi è tornata nella stessa città...siamo usciti e la mia testa ha cominciato a svalvolare, proprio perché è una persona a cui sono emozionalmente e sentimentalmente legatissimo...
Comunque è la persona con cui ho più confidenza, quindi tutti i miei comportamenti durante l'uscita erano da "partner sessuale" ed erano poco "sentimentali", diciamo che dopo un pò eravamo avvinghiati nei divanetti in fondo ad un angolo buio di un locale. La invito a salire a casa mia con una scusa (fumarci un narghilè, cose che facevamo sempre entrambi), rifiuta, continuiamo a parlare per un pò, e propongo un altra scusa, rifiuta. La mattina successiva mi scrive: "non mi fido di te, non ce la faccio ad aprirmi, non con quello che sei diventato". Dopo aver pranzato insieme, entriamo in macchina e lei rimane sulla difensiva, non dice nulla, fissa il vuoto, io la guardo e rido, e lei mi fa: "mi tieni sotto sequestro?", e io: "si, adesso metto anche la sicura", un minuto di silenzio e mi fa: "stai giocando con un porcospino", a cui segue una risata liberatoria di entrambi. La bacio, resta immobile, non apre la bocca, non si sposta, non dice nulla. Quando la riaccompagno mi dice: "sei una testa di caxxo, non dovevi baciarmi", e le ho detto: "non ne sono così sicuro che non lo volessi", ridendo, e poi le ho detto (come un coglione): "tanto lo so che ti piaccio". Seguono vari shit test a cui non rispondo ridendo, e ci salutiamo con un abbraccio forte e lungo (più di 30 secondi direi). Speravo tornasse, si facesse sentire, io mi ero esposto, lei no. Una settimana di silenzio. Mi rimetto l'anima in pace, e continuo a studiare per un esame, che coincideva con l'ultimo giorno d'affitto. Finito l'esame avevo intenzione di fare un cenone con gli amici per salutarli. Succede qualcosa di veramente assurdo: mi chiama il tipo con cui si era iniziata a frequentare l'ex, chiedendo quasi "consolazione" per il fatto che lei non lo cagasse più  Idiot
Faccio metà esame, e il prof. mi dice di continuare l'esame alle 20:30 dopo una riunione (avevo fretta, e mi ha dato la possibilità di finirlo in giornata, gentilissimo).
Ancora esterrefatto, alzo la cornetta, e chiamo lei. Si scusa per il comportamento idiota del tizio, e iniziamo a parlare del più e del meno, e salta fuori nel discorso il fatto che dovevo liberare la stanza, fare una cena, e poi lasciare la città. Le chiedo senza malizia se può accompagnare gli amici (in comune tra l'altro) a fare la spesa, e organizzarla a casa sua, mentre faccio l'esame. Mi dice anche di avere un letto libero in un altra stanza, e accetto di rimanere a dormire (farsi 2/3 ore di macchina dopo un esame e un cenone alcolico non era il massimo effettivamente). La cena con gli amici salta, si era fatto tardi, ma decidiamo di cenare comunque da lei con i coinquilini. La serata fila tranquilla, e davanti a tutti ho evitato di fare qualsiasi mossa, se non un pò di contatto fisico. Finisce la serata, io ho qualche Jager in circolo, lei non ha volontariamente bevuto nulla per evitare di fare cazzate. Rimaniamo soli in cucina, la stuzzico, e lei rimane sulla difensiva. Le dico: "tanto non ascolto quello che dici, perché io vedo l'opposto", alchè va in escandescenza, mi manda a fanculo perché "sei il solito, non mi ascolti mai" e mi invita a dormire nella stanza opposta alla sua. Mi indica il letto e se ne va. Entro nel letto, ma decido di continuare a giocare. Lei entra in bagno, e corro a infilarmi nel suo letto. Mi vede e inizia a strillare come una pazza, mi invita gentilmente a togliermi dal caxxo, e mi scarica una tonnellata di vaffanculo. Io rimango composto, e iniziamo a parlare, si siede sul letto. Si calma e iniziamo a confidarci. Lei dice che aveva pensato di riprovarci, io pure. Ci baciamo. Ci abbracciamo. Ci mettiamo nel letto. Mi dice: "adesso ci credo un pò di più nel destino?", io: "un pò di più" (pensando tra me e me: "col caxxo, mi sono ficcato nel tuo letto e ho creato 800 occasioni...vabè..."). Dice che le nostre anime si sono finalmente rincontrate. Inizia il rituale che precede il sesso, le avverte che non vuole per un milione di motivi. Ci mettiamo a letto abbracciati, e per forza di cose, la punto. Mi riavverte...
Ho il sangue a mille, e non riesco a dormire: DOVEVO SCOPARLA. Niente, blocca ogni tentativo.
Mi sveglio alle 7 di mattina, e scappo a completare l'esame che il prof. aveva rimandato. Torno alle 9 e mezza vittorioso (almeno l'esame...) a casa sua. Ci rimettiamo a letto, e ricominciamo a scaldarci. Le bacio la pancia, poi salgo sui capezzoli, le sfilo la maglietta e inizio a scendere giù. Lei inizia a sbottonarmi. Poi si blocca e fa: "NO. Se lo facciamo mi riscatta la scintilla, ed è l'ultima cosa che voglio. Ho paura di soffrire, tu oggi te ne vai, e tra poco parti definitivamente. E poi sento che il tuo non è più amore, e io senza amore ho deciso di non fare più sesso."
IRREMOVIBILE.
Usciamo in balcone a prendere un pò di sole, e iniziamo a parlare con una empatia impressionante. Alchè poco prima di andarmene la invito a sedersi sulla mie gambe, e poi le sussurro: "quando sarò uscito da quella porta..." e le disegno un sorriso sul viso e sul cuore. Si mette a piangere, mi abbraccia...mi dice che verrà a trovarmi...e mi invita a rifare un'altra cena con gli amici che non ero riuscito a salutare, a casa sua, offrendomi di nuovo un posto letto.
Il giorno della cena, torno in città per consegnare delle scartoffie, e la mattina mi avvisa sul fatto di non poterci più mettere la casa (con una scusa improbabile). Non mi scompongo, le dico che troviamo qualche altro amico. Così faccio.
Lei mi scrive: "si ma dove dormi?", io: "tu ce l'hai un letto no?", lei: "si ma domani devo alzarmi presto, e non voglio fare tardi, tu fai festa con calma con gli amici", io: "poi vediamo dai, magari vuoi rimanere anche tu a festeggiare", e lei continuava a girarci intorno (per non farmi dormire da lei), the master of ciambella dialettica, e io continuavo a girarci intorno usando lo stesso linguaggio femminile, creando un "infinito" Cheesy Mi dice che comunque, in caso di emergenza, nel caso non trovo nulla, un posto c'è.
Finisce la serata, trovo solo un divano, e il giorno seguente devo prendere un aereo, alchè chiedo gentilmente un letto decente per dormire a cui segue una sua simpaticissima risposta: "ho detto ai coinquilini che non veniva nessuno dopo". Mentre si saluta con gli altri, scopro che ha lezione alle 11 (quindi non doveva svegliarsi presto, lo sapevo già, ma ci rimango un pò di cacca, e metto un pochettino di muso...non c'era bisogno di mentire...). Ci salutiamo in privato, e persa per persa, le dico che mi sarebbe piaciuto parlare con lei con un pò più di calma a casa sua. Lei dice: "non ha senso", e io le dico: "razionalmente non ha senso, ma questo..." indicando il cuore...
Tra uno "smettila" e l'altro, le riscappa una lacrima, e ci riabbracciamo. Mi dice: "finchè ci sei tu, io sono come bloccata, e non riesco più ad aprire il mio cuore". E finalmente dico: "se è questo quello che vuoi, se mi vuoi dimenticare, allora non scrivermi più, non cercarmi più, nemmeno per dirmi: come stai?". Ci abbracciamo e se ne va...FINE.
Il mio demone è ancora lì, credo che ci siamo ancora un pò sotto tutti e due (anche a giudicare dai sui stati di quel Fb di cacca che ti fa cadere nella tentazione di guardare i cazzi degli altri), ma ho già incontrato topa fresca, ho puntato una francesina vicina di stanza, ci ho scambiato due chiacchiere, le ho chiesto anche un cuscino per dormire, ci siamo rincontrati 3/4 volte per il corridoio fermandoci a parlare come se fossimo conoscenti da una vita (in un inglese incomprensibile ma con un bel feeling).
Mi piace un casino  Evil
Ma devo giocarmi bene le carte, se faccio cazzate, mi sprostituto per tutta la residenza (e sono arrivato oggi, l'azienda dove inizierò a lavorare domani mi ha trovato questo fantastico alloggio pieno di studentesse tope, metà italiane tra l'altro  Laughing ).

Citato da: TermYnator il 15 Marzo 2015, 17:30:00

basta contattarmi

Ti ho scritto sul malefico Fb Wink

Citato da: Vaguely S. U. il 15 Marzo 2015, 22:15:43

Complimenti per questo grande cambiamento, ti faccio i miei migliori auguri. :*

Grazie Wink

Citato da: Vaguely S. U. il 15 Marzo 2015, 22:15:43

gli uomini spesso dicono che vorrebbero una che gli dicesse chiaro e tondo che vuole fare sesso...

Dipende anche dalle tue intenzioni, se è per una cosa puramente "sportiva", altrimenti, se c'è il desiderio, il sesso si fa, e non si dice, si creano le condizioni, si crea l'atmosfera, e tutto sembra una inevitabile conseguenza, no?
Tipo la storia del "destino" di cui parlo sopra  Tongue

« Ultima modifica: 16 Marzo 2015, 01:38:58 da giulio88 »

Loggato

giulio88

  • SI-Reliable User
  • Cacasenno
  • *
  • Mi piace = 7
  • Offline Offline
  • Posts: 38

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #7 del: 16 Marzo 2015, 04:55:02 »

Citato da: giulio88 il 16 Marzo 2015, 01:20:35

Ti ho scritto sul malefico Fb Wink

Quando ?  Confused

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10006

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #8 del: 16 Marzo 2015, 11:28:18 »

Citato da: giulio88 il 16 Marzo 2015, 01:20:35

Dipende anche dalle tue intenzioni, se è per una cosa puramente "sportiva", altrimenti, se c'è il desiderio, il sesso si fa, e non si dice, si creano le condizioni, si crea l'atmosfera, e tutto sembra una inevitabile conseguenza, no?
Tipo la storia del "destino" di cui parlo sopra  Tongue

Parlavo di alcuni ragazzi seriamente tardi che manco con il cartello a lucine lo capirebbero, normalmente. Magari è gente che ho approcciato io inizialmente, senza che mostrassero palesemente un interesse nei miei confronti, quindi mi tocca far presente che se li sto cagando non è per dare inizio ad una nuova amicizia intellettuale, ma altro. Giusto perché alcuni sembrano andare a rilento...son stati pochi, ma l'idea di averli "intimoriti" si sta facendo largo nella mia testa x°D

Loggato


Ma nel sonno nulla può essere raggiunto.
Nella coscienza di un uomo addormentato, le sue illusioni, i suoi 'sogni', si mescolano alla realtà.
G. I. Gurdjieff

________________________________
Sono sempre in competizione con i maschi perché loro hanno più tette di me e io più palle di loro. ~cit
"NOI DONNE" è un'espressione che non ha alcun senso. A me, con certe donne da' fastidio persino condividere il genere. ~cit
Stai a vedere che alla fine mi ritroverò a ringraziare il mio carattere di cacca, per tutta la selezione naturale che fa ogni giorno.  ~ cit.

Vaguely S. U.

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 28
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Età: 25
  • Residenza: Nella testa di Zeus
  • Posts: 347

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #9 del: 16 Marzo 2015, 11:33:43 »

Citato da: Vaguely S. U. il 15 Marzo 2015, 22:15:43

Più che altro mi chiedevo se il "dagli un po' di lenza e poi tiralo su" (cit.) possa valere anche nei confronti di un uomo; perché ho sempre manifestato la mia volontà o.o gli uomini spesso dicono che vorrebbero una che gli dicesse chiaro e tondo che vuole fare sesso...ma mi sa che son tutte fantasie che non trovano applicazione nella realtà, viste le reazioni di "paura" ed ansia (anche da prestazione)...ç_ç

mah sai dipende dal valore percepito...in seduzione gli estremi non esistono, altrimenti sarebbe facile Wink

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #10 del: 16 Marzo 2015, 13:11:23 »

Citato da: Vaguely S. U. il 15 Marzo 2015, 22:15:43

... gli uomini spesso dicono che vorrebbero una che gli dicesse chiaro e tondo che vuole fare sesso...ma mi sa che son tutte fantasie che non trovano applicazione nella realtà, viste le reazioni di "paura" ed ansia (anche da prestazione)...ç_ç

Gli uomini vorrebbero una donna che manda inviti a piroettare e che non si tiri indietro quando vanno li a piroettare. Anche se nel piroettare si annodano...  Exclamation
Il punto è che gli uomini attuali sono talmente abituati a non essere corrisposti nelle loro avances, che quando vedono una che gli manda segnali che sono addirittura sessuali, pensano immediatamente ad una fregatura.
Le fregature possono essere tante e varie: donna malata, di malaffare, che vuole prenderti in giro o ancora talmente assatanata da farti rischiare la brutta figura. E' quindi normale che diventino diffidenti...

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10006

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #11 del: 16 Marzo 2015, 20:24:12 »

Citato da: TermYnator il 16 Marzo 2015, 04:55:02

Quando ?  Confused

Ieri sera, prova a cercare tra i messaggi, magari ti è sfuggito Smile

Potevo gestirla meglio la situazione di sopra? Domanda retorica...
L'ho descritta il più puntuale possibile comunque Wink
Mi sono dimenticato di dire che durante la prima ri-uscita, le ho raccontato praticamente questo report ( http://seduzioneitaliana..../progressi-e-confessioni/ ) dicendole che avevo ricominciato a vivere e a stare bene rompendo le scatole ad altre ragazze, cosa verissima tra l'altro (lei era andata con un altro, voglio dire, non pareggio neanche alla lontana con sta robetta, però una minuziosa dose di gelosia sarà scattata). Per questo mi ha scritto: "non ce la faccio ad aprirmi ora che sei cambiato", almeno immagino...

« Ultima modifica: 16 Marzo 2015, 20:35:23 da giulio88 »

Loggato

giulio88

  • SI-Reliable User
  • Cacasenno
  • *
  • Mi piace = 7
  • Offline Offline
  • Posts: 38

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #12 del: 16 Marzo 2015, 20:43:40 »

Citato da: giulio88 il 16 Marzo 2015, 20:24:12

Ieri sera, prova a cercare tra i messaggi, magari ti è sfuggito Smile

Controllato, FB è pulito. Sicuro di non aver spedito a qualcun altro?

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10006

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #13 del: 17 Marzo 2015, 18:50:20 »

Citato da: TermYnator il 16 Marzo 2015, 20:43:40

Controllato, FB è pulito. Sicuro di non aver spedito a qualcun altro?

Ti ho pure aggiunto, niente?

Loggato

giulio88

  • SI-Reliable User
  • Cacasenno
  • *
  • Mi piace = 7
  • Offline Offline
  • Posts: 38

Re: Incubo - Metafora del pescatore

« Risposta #14 del: 17 Marzo 2015, 20:27:54 »

Citato da: TermYnator il 16 Marzo 2015, 20:43:40

Controllato, FB è pulito. Sicuro di non aver spedito a qualcun altro?

Non ho ancora i PM abilitati, non riesco a risponderti in privato. Magari i messaggi arrivano su "Altro" e non te li notifica  Evil

Loggato

giulio88

  • SI-Reliable User
  • Cacasenno
  • *
  • Mi piace = 7
  • Offline Offline
  • Posts: 38
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: