Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Le inibizioni che rendono morti di pippe

(Letto 2458 volte)

Le inibizioni che rendono morti di pippe

« del: 13 Luglio 2011, 19:14:30 »

Mi è stata recentemente posta una domanda: ma se tu rimorchi una donna, riesci ad andarci a letto, e poi non fai evolvere la cosa in una relazione (sapendo che lei invece lo vorrebbe), allora stai facendo una cosa sbagliata? non la stai in qualche modo ingannando, anche al limite senza dirle escrementate (senza quindi farle promesse di amore eterno), ma evitando comunque di dirle che l'unica cosa che vuoi è farvi una sana sgroppata, per poi mandarla subito dopo a fare in culo? non sarebbe questo un comportamento eticamente scorretto?

Bene. A me fottesega di fare valutazioni su cosa sia etico e cosa non lo sia, ma sta di fatto che ho sentito parecchie volte questa storia, e mi è stata anche rinfacciata da qualche femina (eh, ma te dovevi mettere le cose in chiaro prima di scopartela; viceversa sei disonesto)

mmmmm

In tutta onestà non credo che sia un inganno vero e proprio, per il motivo che un inganno presuppone che da un determinato atto qualcuno ci guadagni a discapito dell'altro; e se qui il discrimen è il sesso, beh lei non ci perde proprio una minchia. Voglio dire: il sesso è palese che per le femine è una merce di scambio, è un bene che loro si giocano al fine di avere qualcosa (è già questo è una cacca; basterebbe questo per rendere pienamente legittima ogni volontà maschile puramente trombereccia)

ora: dal momento che non stiamo nel 700, e scopare con un tizio per una femina non porta conseguenze irreparabili, ne dal punto di vista dell'onore, ne circa la possibilità concreta di rimanere in cinta, allora abbiamo ogni ragione di fottercene delle aspirazioni feminili

Dopotutto, se uno pensa "eh, ma lei poi ci rimane male, sono scorretto" sta ponendo il sistema di valori feminile al di sopra del proprio; e che cosa gliene viene? boh

Non mi pare che le femine si facciano tanti scrupoli a parti invertite: non ho mai sentito nessuno dire "eh ma poveraccio, quello voleva solo scopare un po', e ora è rimasto incastrato in un rapporto co quella megera; che prostituta lei"

La cultura dominante, i pensieri che alloggiano nella mente dei più, sembrano sostanzialmente esser ritagliati su misura per proteggere le aspirazioni feminili; di questo ne parla molto bene il termolo qui http://seduzioneitaliana....termydelirio-18-fe-minus/

in sostanza, i maschi vengono costantemente inibiti e limitati, educati nel falso mito del rispetto della donna; le femine vengono cresciute in una logica di mercato, in cui la topa diventa bene scarso, e grazie al quale esse possono avanzare tutte le pretese che più gli si confano.

Il maschio è per sua natura antieconomico; lui è per gli atti gratuiti: una scopata è una scopata; non sta li a pensare al se, al come, al quando , al cosa succederà ecc essa ha valore di per sè. Le femine sono molto più distanti da questa impostazione, molto più legate alla dimensione temporale (è la genetica, pochi cazzi)

a questo punto: io mi sono ritrovato più di una volta con pensieri di questo tipo che mi frullavano nella mente; pensieri che mi hanno anche giocato contro in taluni casi, facendomi perdere scopate quasi certe, per non aver voluto dire qualche mezza cazzata

Io credo che la fuoriscita dalla condizione di mdp comporta anche un rendersi conto che questi pensieri sono

prostitutATE STORICHE DI MATRICE FEMINISTA

bisogna riconoscerne la natura, in modo da potersene piano piano emancipare. la vita è troppo breve per poterci permettere il lusso di porre le aspettative, i desideri di altri, al di sopra di noi stessi, al di sopra delle nostre legittime aspettative, che sono perlomeno (e dico perlomeno) sullo stesso piano di quelle altrui (ma per me almeno 3 gradini sopra); specie poi quando dall'adesione a queste minchiate a noi maschi non ce ne viene proprio nulla

« Ultima modifica: 13 Luglio 2011, 19:23:11 da Nad »

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #1 del: 13 Luglio 2011, 19:26:33 »

Bisogna riappropriarsi del gusto di scoparsi vacche (cit.ormai introvabile sul forum)

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #2 del: 13 Luglio 2011, 19:56:53 »

Citato da: Nad il 13 Luglio 2011, 19:14:30

Mi è stata recentemente posta una domanda

Grazie Nad +1  Smile
volevo aggiungere una cosa.
si può però dire che se prometti mari e monti a una donna (tipo che vuoi fidanzarti...) solo per fartela e poi la lasci stare e non la chiami o le rispondi più questo è un comportamento disonesto.
nel senso che può benissimo succedere che una donna prima di dartela ti chieda se tu te la vuoi solo fare o se ti ci stai fidanzando. tu a quel punto come credi che sia giusto comportarsi? come risponderesti?
ciao.

Loggato

Spiderman84

  • Cacasenno
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 32

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #3 del: 13 Luglio 2011, 20:03:31 »

Citato da: Spiderman84 il 13 Luglio 2011, 19:56:53

si può però dire che se prometti mari e monti a una donna (tipo che vuoi fidanzarti...) solo per fartela e poi la lasci stare e non la chiami o le rispondi più questo è un comportamento disonesto.

mai detto che devi promettere mari e monti; io sono più per le omissioni che per gli inganni diretti

Citato da: Spiderman84 il 13 Luglio 2011, 19:56:53

nel senso che può benissimo succedere che una donna prima di dartela ti chieda se tu te la vuoi solo fare o se ti ci stai fidanzando. tu a quel punto come credi che sia giusto comportarsi? come risponderesti?

non credo che qualcuna arriverà mai a porti una domanda così netta; te lo faranno capire, faranno di parole; e a quel punto si svisa, si glissa, si cerca di non dare risposte troppo dirette, e senza dire una cazzata troppo grossa

La bravura sta anche nel non farsela porre la domada

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #4 del: 13 Luglio 2011, 20:12:46 »

Citato da: Nad il 13 Luglio 2011, 20:03:31

La bravura sta anche nel non farsela porre la domada

Con la bocca piena il problema non sussiste Exclamation

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #5 del: 13 Luglio 2011, 20:29:22 »

Citato da: Nad il 13 Luglio 2011, 20:03:31

mai detto che devi promettere mari e monti;

si certo era una domanda in più per chi invece lo fà Smile

Loggato

Spiderman84

  • Cacasenno
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 32

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #6 del: 13 Luglio 2011, 23:59:16 »

Sacrosante verità. Bravo Nad +1  Thumbs Up
Io sinceramente mi interrogo su quanto l'emancipazione femminile sia diventata in qualche modo una tendenza sessista a favore delle donne e non in cerca dell'uguaglianza...
Quoto in pieno che l'arte sta nel non promettere nulla e nell'omettere informazioni.
L'epilogo del post poi spiega tutto. Dobbiamo smettere di anteporre gli interessi altrui ai nostri.

Loggato

Saccottino

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Residenza: Bologna
  • Posts: 82

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #7 del: 14 Luglio 2011, 00:41:49 »

Citato da: Saccottino il 13 Luglio 2011, 23:59:16

L'epilogo del post poi spiega tutto. Dobbiamo smettere di anteporre gli interessi altrui ai nostri.

Sottoscrivo, controfirmo, e timbro. Questa frase me la faccio tatuare sul braccio destro.

Regards

Loggato


Sorridi ed il mondo sorriderà con te, piangi e piangerai da solo...

nevrotico

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 4
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 37
  • Residenza: Padova
  • Posts: 49

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #8 del: 25 Luglio 2011, 11:12:14 »

Non credo che siano quelle le inibizioni che rendono MdP, se non in un numero esiguo di casi. In genere la vera ragione è molto più semplice, ovvero l' aver paura di mettersi in gioco, il sentirsi inadeguato, ecc., in sostanza le motivazioni che stanno dietro l' ansia di approccio.

Altra cosa deleteria, il pensare troppo : se ci fai caso, come più volte hai sottolineato te stesso, bifolchi, truzzi e tamarri, magari con strappone o donne di valore non eccelso, ma intanto scopano, perchè non stanno tanto lì a pensare, si fanno avanti e la chiedono, finchè qualcuna non glie la dà.

Comunque trovo molto importante questo ragionamento, direi il nocciolo dell' ambaradan :

Citato da: Nad il 13 Luglio 2011, 19:14:30

..................................................................................

prostitutATE STORICHE DI MATRICE FEMINISTA

bisogna riconoscerne la natura, in modo da potersene piano piano emancipare. la vita è troppo breve per poterci permettere il lusso di porre le aspettative, i desideri di altri, al di sopra di noi stessi, al di sopra delle nostre legittime aspettative, che sono perlomeno (e dico perlomeno) sullo stesso piano di quelle altrui (ma per me almeno 3 gradini sopra); specie poi quando dall'adesione a queste minchiate a noi maschi non ce ne viene proprio nulla

La seduzione è l' apoteosi dell' egocentrismo, pertanto chi vuole intraprendere questo cammino, come prima cosa deve smettere di pensare agli altri prima che a sè . Ci sono un paio di miei cari amici che sono MdP proprio per questo motivo : mettono le aspettative degli altri prima delle loro. E in passato ci sono cascato anch' io. Il miglioramento esponenziale l' ho avuto quando ho seriamente deciso di porre me stesso al centro della mia esistenza, prima con con piano fondamentali, poi AdM, ecc. Riconosco che adesso, oggettivamente, esagero : nel corso di una discussione col mio babbo di qualche tempo addietro, lui mi fa " Te per due peli di fica hai mandato in culo tutto e tutti " .

Però purtroppo la verità è questa : se nella tua vita gli altri vengono prima di te stesso, devi fare il volontario della croce rossa, il boy scout o il chierichetto, non il seduttore.

« Ultima modifica: 25 Luglio 2011, 11:20:08 da Shark72 »

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3879
  • Fino alla Fine

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #9 del: 25 Luglio 2011, 12:15:59 »

no, chiaro; non sono queste le motivazioni che rendono mdp; però ho messo in evidenzia alcuni tratti comuni comuni dei mdp, e sopratutto la matrice che tenta di indurre determinati pensieri, al fine di frenare gli ormoni maschili, irregimentandoli in modo che siano profucui per le donne, in termini di relazioni, e quindi per la società (il meccanismo è sempre lo stesso che spiega bene freud nel disagio della civiltà)

cmq sia, io sono sempre rimasto colpito dal fatto che la gente che scopa tanto è quasi sempre gente che non si tira indietro dinanzi a nulla; che pur di scopare sarebbe capace di promettere qualsiasi cosa, e la costante che tutti quanti sono disposti a dire tutto quel che le femine in media vogliono sentirsi dire in certe situazione pur di smollargli la fica; cosa che, personalmente mi ha sempre dato fastidio; tendenzialmente mi da abbastanza fastidio l'idea di carpire qualcosa con l'inganno

ammetto pure che la mia onestà sta pian piano scemando, e qualche cazzata (nulla di monumentale) inizio a dirla anche io...

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #10 del: 25 Luglio 2011, 14:05:39 »

Questo è davvero un ottimo thread e la risposta di shark lo completa.

Sinceramente mi ha riportato a tanti(troppi) discorsi fatti con "amiche" varie (sopratutto le care ed amate figlie di Maria) quando mi imbonivano in tutte le maniere per incasellarmi nella matrice.
Alle donne piace questo, non devi uscire con più di una donna per volta, non ci devi provare con quella perchè.... ma pensa a cosa succede se.... tante frasi che rimbombano nella testa per seppellire la nostra vera essenza sotto chili di razionalità artefatta.

Anche per me il cominciare a fare questo cammino ha coinciso con un mettere me stesso al centro del mondo, dice bene Shark: il seduttore è egocentrico, è il superuomo, quello che la morale se la fa da se, senza per questo diventare un poco di buono. I grandi seduttori che conosco non sono persone cattive, però sono spregiudicate, se ne sbattono delle "regolette" e agiscono di conseguenza, credendo sempre fino in fondo in quanto fanno; per questo vengono spesso identificati come gli "escrementi che tanto piacciono alle donne"

Loggato


III TermYraduno: io c'ero!

La seduzione è l'arte che ci porta a conoscere realmente chi siamo.-TermY

Un Vero Uomo ha come Maestro ed Idolo solo se stesso.-TermY

L'armonia con se stessi, è il premio per aver fatto di se un'opera d'arte.-TermY

Il fare di te stesso un'opera d'arte, il conoscerti rispecchiandoti in una donna, il trovare in lei una complice, il diventare il suo punto di riferimento e l'uomo nelle cui braccia lei si abbandonerà-Me medesimo

blackhat

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 48
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: provincia milanese
  • Posts: 259

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #11 del: 25 Luglio 2011, 19:07:55 »

Citato da: Shark72 il 25 Luglio 2011, 11:12:14

La seduzione è l' apoteosi dell' egocentrismo,
Però purtroppo la verità è questa : se nella tua vita gli altri vengono prima di te stesso, devi fare il volontario della croce rossa, il boy scout o il chierichetto, non il seduttore.

Tempo fa, affrontai anche io questo ragionamento arrivando alla conclusione che se non si da in primis a sè,  agli altri si può dare veramente poco.
Prima di arrivare alla mia conclusione però, ho pensato ai grandi personaggi che hanno dedicato la propria vita agli altri come ad esempio Gandhi, Maria Teresa di Calcutta , Cristo ecc..
Non trovando una risposta soddisfacente, ho effettuato una piccola ricerca ed ho trovato una risposta piuttosto completa nel "delirio" di Termy.

Mi sorge un dubbio: l'egocentrismo porta all'esibizionismo ? O lo evita perchè, mettendo in primo piano noi stessi , si riesce ad acquisire più sicurezza e quindi meno bisogno di conferme da parte altrui ?

Se la domanda non è inerente al post apro un thread a parte.

« Ultima modifica: 28 Marzo 2017, 15:55:47 da TermYnator »

Loggato

Bosem

  • CSI-2-Iced
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 32
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 177

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #12 del: 25 Luglio 2011, 20:23:51 »

Citato da: BoseM. il 25 Luglio 2011, 19:07:55

Mi sorge un dubbio: l'egocentrismo porta all'esibizionismo ? O lo evita perchè, mettendo in primo piano noi stessi , si riesce ad acquisire più sicurezza e quindi meno bisogno di conferme da parte altrui ?

no. ego-centrismo, come dice il termine, significa mettere al centro il proprio io; significa porre se stessi e le proprie esigenze come preponderanti rispetto a quelle degli altri, e degli altri in generale

si tratta poi di capire quali siano queste esigenze

ora: l'avere un palcoscenico, la necessità di un pubblico (inteso in senso lato) che sia testimone del nostro agire, è necessità di ogni essere umano (perlomeno occidentale, non tiratemi in ballo i monaci tibetano che mi incaxxo...);  la differenza sta nella numerosità di tale pubblico, che può essere minimo (chiamo come testimoni i miei amici più stretti, i miei genitori, la mia ragazza ecc) oppure può essere un pubblico molto più vasto; in quel caso sorge la necessità di esibirsi, in senso più stretto

il modo in cui ha apostrofato il termine esibizionismo ha di per sè una connotazione negativa, e chiama alla memora più che un attore, o una persona molto estrosa che si rende mattatore di una serata, un tipo che tenta di mettersi in mostra pur non avendo le caratteristiche che renderebbero bello il suo fare; insomma uno sfigato; questa è la differenza

ripeto: l'esibirsi è necessità di tutti, e non ha nulla di negativo; quello che serve è la misura (che termine desueto...)

se poi per esibizionismo intendiamo proprio la vocazione a grossi palcoscenici, beh non è per nulla correlato all'egocentrismo; è piuttosto una caratteristica dei singoli individui

si può poi benissimo essere un egocentrico totale, che pensa sempre ed esclusivamente ai cazzi propri, pur essendo una persona totalmente discreta, senza la minima vocazione alla spettacolarizzazione di sè

se poi ancora, come dici nella seconda parte della frase che quoto, intendi il far mostra di sè al fine di ottenere feedback positivi dal mondo, da chi ci guarda, beh anche quello è normalissimo; solo i pazzi non hanno bisogno di feedback, ed il quadrare se stessi, il trovare una giusta misura del nostro agire nel mondo è sicuramente vincolato ad un periodo di prove ed errori, in cui sbaglieremo, in cui ci mostreremo in modo non adeguato alle circostanze, che sia in difetto o in eccesso; quello che dici come "non aver bisogno di conferme" diventa tale quando ti sei testato e sperimentato a sufficienza, e sai come il mondo reagisce al tuo mostrarti; ed allora il mostrar sè non avviene più al fine di aver feedback, ma perchè esibirsi è una cosa che ci piace fare (un po' come nel rimorchio, terminata la fase in cui si va al rimorchio al fine di testare le nostre capacità rimorchiatorie, si inizia a rimorchiare perchè una tipa ci piace, e ce la vogliamo scopare, e basta)

« Ultima modifica: 25 Luglio 2011, 20:30:04 da Nad »

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #13 del: 26 Luglio 2011, 16:14:16 »

Citato da: Nad il 25 Luglio 2011, 20:23:51

si può poi benissimo essere un egocentrico totale, che pensa sempre ed esclusivamente ai cazzi propri, pur essendo una persona totalmente discreta, senza la minima vocazione alla spettacolarizzazione di sè

Ok hai centrato il punto. Questo che hai descritto è esattamente l'egocentrismo che intendevo nell'ambito seduttivo.
Grazie per la risposta completa Nad Smile

Loggato

Bosem

  • CSI-2-Iced
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 32
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 177

Re: Le inibizioni che rendono morti di pippe

« Risposta #14 del: 01 Agosto 2011, 15:39:34 »

Alcune ragionamenti letti nel topici inziale li condivido anche..la società attuale ti dice che sei almeno carina hai tanti privilegi e servitori pronti..
la verità è che per uscire dal mdp bisogna inanzitutto spegnere il cervello ed inziare a divertirsi, ogni ragionamento in questo campo per buono che sia porta con se seghe mentali.

Loggato


Donna de quarant'anni buttela a fiume co' tutti li panni. (proverbio romano)

maxcavezzi

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: genova
  • Posts: 1118
Pagine: [1] 2   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: