Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Qui serve una mano, almeno per iniziare

(Letto 759 volte)

Qui serve una mano, almeno per iniziare

« del: 15 Giugno 2013, 18:39:34 »

Mah...
come ho scritto nella sezione "presentazioni" è da poco tempo che leggo il forum, e fino a ieri credevo che il Termypensiero fosse solo un singolo post (che già mi son dimenticato quale).
Non vorrei partire col piede sbagliato e in modo confuso un percorso più che altro mirato al miglioramento personale, e la seduzione è un aspetto della mia vita a cui ho dedicato veramente pochetto.
Un po' per proteggermi, paura ma non so precisamente di cosa. Qualche volta anche la paura di riuscire, o meglio di mettemi in condizioni di riuscire, anche perchè nel mio immaginario ho molto spesso delle colleghe e non è una cosa che mi piaccia moltissimo. 
Leggendo un po' a capocchia qui e lì nel forum, quando si descrivono a grandi linee un MdP come un niceguy o un Vero Uomo, mi pare di riconoscermi a tratti un po' di ognuno.
Riconosco da tempo di avere dei problemi nei rapporti interpersonali, a me stesso più che altro e non in piazza.
Chiamiamole difficoltà dai.
Questo mi serviva da introduzione, perchè comunque mi vien da usare le colleghe un po' come uno specchio per capirne un po' di più, e trovo veramente molto spesso un mix di atteggiamenti nei miei confronti, ricorrenti direi, che in definitiva non mi fanno capire una mazza.
Sono comunque uno che parla, scherza, ma mi faccio abbastanza gli affari miei.
Succede che magari una passa mi guardano e mi sorride un po' maliziosa (non come la commessa di un negozio intendo), certe volte cercano il mio sguardo, ma penso di esserele simpatico o che comunque che non mi considera un cesso. Se c'è da far qualche confidenza però non vengono da me e nonostante non prendano mai l'iniziativa di venire a parlare con me se non le cago per un qualche motivo ho l'impressione che inizino a parlare con gente che fin prima non parlavano mai, come per farmi vedere che non sono l'unico.
Non riesco a capire se mi considerano un coglione, un MdP che potrebbe non esserlo, un quasi amico o che altro, boh?
Tutte con il ragazzo tra l'altro.
Adesso, dopo un minimo di outing, le cose che veramente penso mi manchino, a meno che non arrivino suggerimenti o considerazioni dalla regia (voi) a mio parere sono:
1. l'intenzione.
Quando comincio a parlare con una non è la prima cosa che mi viene in mente
quella di scoparla e punto.
2. confidenza.
Non riesco a creare confidenza. Non me ne frega un caxxo essere un confidente dei loro problemi (cagate di solito poi), ma gli argomenti mantengono sempre una dose di superficialità che poi alla lunga a me rompe le balle e mi stufo. Mi allontano, iniziano a darmi fastidio.
3. che ne so?
Aspetto un qualche tipo di feedback, potete insultare, suggerire, aiutami a capire, chiedere altro...basta che non ignorate che allora vi tiro una bazookata.
Alla proxima

Loggato

Sian

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 15

Re: Qui serve una mano, almeno per iniziare

« Risposta #1 del: 15 Giugno 2013, 23:04:08 »

Sian pure io mi sono iscritto da poco...e ti posso dire che con le donne sono un DISASTRO...quindi consigli da darti non ne ho...però un piccolo consiglio te lo posso dare volentieri. nella fase della confidenza ( fase nella quale essendo un eterno romantico del caxxo sono sempre stato un campione...sai la fase quella dove parlate un po' di tutto dove lei ti racconta di se.....) per lo sviluppo di una conversazione ti può essere utile stare sempre aggiornato su temi che alle donne interessano: moda, shopping, cucina; arredamento per la casa ecc. evita sempre parlare di temi che loro considerano noiosi come politica, tecnologia, lavoro. giornali, gossip. risveglia un po' il tuo lato femminile ma non troppo. trova qualcosa che interessi sia a te che a loro. Questo ti può essere utile nello sviluppare una conversazione......su questo forum mi è stato detto che il seduttore è un attore che gioca un ruolo...bene sta a te giocare un ruolo...hai detto una cosa importante secondo me...che sono superficiali...è vero ma cerca di usare questa superficialità come un punto di forza...renditi interessante...facendole parlare di cose che le appassionano......spero di averti dato un piccolo aiuto Smile

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Qui serve una mano, almeno per iniziare

« Risposta #2 del: 16 Giugno 2013, 15:03:05 »

Intanto grazie, molti di quei temi a dir la verità li ho sempre usati come materiale per prenderle per il culo.
Come fai a deviare poi, a capire se una è interessata o parla giusto per passar il tempo. Le ragazze con me parlano volentieri, ma è come se restassi in una specie di limbo, come se causa inesperienza non riuscissi ad avanzare di "quel" step. Magari sono io che voglio mantenere tutto sul piano superficiale, dello scherzo.
Ma che poi ogni tanto succede che mi dicano che sono interessante, ma caxxo, da lì a inchiappettarla mi sembra un passo allucinante.

Loggato

Sian

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 15

Re: Qui serve una mano, almeno per iniziare

« Risposta #3 del: 16 Giugno 2013, 19:17:17 »

Allora credo che siamo sulla stessa barca.......pure io riscontro la tua stessa situazione....anche io voglio imparare a sargiare per ora sto trovando di grande aiuto il file di termynator credo si chiami termypensiero ma alcuni link molto utili sono quelli di shark72 cerca sul forum la seduzione pane e salame di shark 72. Poi speriamo di imparare qualcosa Grin

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Qui serve una mano, almeno per iniziare

« Risposta #4 del: 17 Giugno 2013, 12:46:04 »

Citato da: Sian il 15 Giugno 2013, 18:39:34

Mah...come ho scritto nella sezione "presentazioni" è da poco tempo che leggo il forum, e fino a ieri credevo che il Termypensiero fosse solo un singolo post (che già mi son dimenticato quale).

Il TP è un'opera gratuita che ci ha regalato una persona generosa.

Citato da: Sian il 15 Giugno 2013, 18:39:34

Leggendo un po' a capocchia qui e lì nel forum, quando si descrivono a grandi linee un MdP come un niceguy o un Vero Uomo, mi pare di riconoscermi a tratti un po' di ognuno.
Riconosco da tempo di avere dei problemi nei rapporti interpersonali, a me stesso più che altro e non in piazza. Chiamiamole difficoltà dai.

Io l'ho detto più volte, che la classificazione da MDP a VU non è statica nel tempo, cambia assieme a noi.
Comunque gia esserne consapevoli dei propri limiti è un buon punto di partenza no?

Citato da: Sian il 15 Giugno 2013, 18:39:34

Questo mi serviva da introduzione, perchè comunque mi vien da usare le colleghe un po' come uno specchio per capirne un po' di più, e trovo veramente molto spesso un mix di atteggiamenti nei miei confronti, ricorrenti direi, che in definitiva non mi fanno capire una mazza.
Sono comunque uno che parla, scherza, ma mi faccio abbastanza gli affari miei.
Succede che magari una passa mi guardano e mi sorride un po' maliziosa (non come la commessa di un negozio intendo), certe volte cercano il mio sguardo, ma penso di esserele simpatico o che comunque che non mi considera un cesso. Se c'è da far qualche confidenza però non vengono da me e nonostante non prendano mai l'iniziativa di venire a parlare con me se non le cago per un qualche motivo ho l'impressione che inizino a parlare con gente che fin prima non parlavano mai, come per farmi vedere che non sono l'unico.
Non riesco a capire se mi considerano un coglione, un MdP che potrebbe non esserlo, un quasi amico o che altro, boh?
Tutte con il ragazzo tra l'altro.
Adesso, dopo un minimo di outing, le cose che veramente penso mi manchino, a meno che non arrivino suggerimenti o considerazioni dalla regia (voi) a mio parere sono:
1. l'intenzione.
Quando comincio a parlare con una non è la prima cosa che mi viene in mente
quella di scoparla e punto.
2. confidenza.
Non riesco a creare confidenza. Non me ne frega un caxxo essere un confidente dei loro problemi (cagate di solito poi), ma gli argomenti mantengono sempre una dose di superficialità che poi alla lunga a me rompe le balle e mi stufo. Mi allontano, iniziano a darmi fastidio.
3. che ne so?
Aspetto un qualche tipo di feedback, potete insultare, suggerire, aiutami a capire, chiedere altro...basta che non ignorate che allora vi tiro una bazookata.
Alla proxima

Prime domande. Tu dalle donne che vuoi? E che vuoi fare della tua vita?
La parte in neretto c'è da rifletterci un po'.
Tu non devi diventare un confidente o un cavalier servente, ma devi trasmettere l'empatia necessaria affinchè si crei un feeling.
Senza quello non si va avanti. Spesso può anche essere una rottura di coglioni, ma una tappa necessaria.

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: Qui serve una mano, almeno per iniziare

« Risposta #5 del: 17 Giugno 2013, 21:32:24 »

eeeeesattamente.
Empatia, ho sbagliato io.
Intendevo proprio quello, ho sempre pensato di arrivare fino ad un certo punto e poi basta per questioni di affinità. Ogni tanto poi penso di essere preso per il culo con moine o frazi cazze tipo dove mi porti in ferie?
Leggendo il forum mi pare di aver fatto collezione oltre che di errori, anche di situazioni in cui si trovano o si sono trovato altri. Proprio per "cosa vuoi fare tu della vita" ho cominciato a muovermi parecchio tempo fa, con cosidette scelte impopolari e non, e credo che sto pagando il non. E come detto proprio l'aspetto affettivo è stato tralasciato. Si può usare qui affettivo, si? perchè se la domanda era - vuoi recuperare il tempo perduto e a scopare una al giorno? essere apprezzato giusto per non essere visto come robot corazzato?
mah...quasi quasi entrambe.

Loggato

Sian

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 15

Re: Qui serve una mano, almeno per iniziare

« Risposta #6 del: 18 Giugno 2013, 08:15:33 »

Citato da: Sian il 17 Giugno 2013, 21:32:24

eeeeesattamente.
Empatia, ho sbagliato io.
Intendevo proprio quello, ho sempre pensato di arrivare fino ad un certo punto e poi basta per questioni di affinità. Ogni tanto poi penso di essere preso per il culo con moine o frazi cazze tipo dove mi porti in ferie?

Sian, è un gioco dove a loro gli hanno dato il manuale e a noi no.
Poi sta a te sedurle col gioco ed evitare di diventarne il cavalier servente.
"Io e te siamo due zingari e io ti porto in capo al mondo" detto col tono giusto (l'ho rubata a Tizzone, Servillo e Sorrentino")

<a href="http://www.youtube.com/v/DpOMDMY64YY&amp;ap=%2526fmt%3D18&amp;rel=0" target="_blank">http://www.youtube.com/v/DpOMDMY64YY&amp;ap=%2526fmt%3D18&amp;rel=0</a>

Citato da: Sian il 17 Giugno 2013, 21:32:24

Leggendo il forum mi pare di aver fatto collezione oltre che di errori, anche di situazioni in cui si trovano o si sono trovato altri. Proprio per "cosa vuoi fare tu della vita" ho cominciato a muovermi parecchio tempo fa, con cosidette scelte impopolari e non, e credo che sto pagando il non.

Ottima consapevolezza e ,ripeto, ottimo punto di partenza.

Citato da: Sian il 17 Giugno 2013, 21:32:24

E come detto proprio l'aspetto affettivo è stato tralasciato. Si può usare qui affettivo, si? perchè se la domanda era - vuoi recuperare il tempo perduto e a scopare una al giorno? essere apprezzato giusto per non essere visto come robot corazzato?
mah...quasi quasi entrambe.

SACRILEGIO! Adesso la santa inquisizione ti condannerà alla trazione per corda e alla tortura della vergine di Norimberga. Smile
Sian, qui sopra c'è chi combatte " affamato, con la lama al moschetto di trincea e trincea" e chi, invece "gioca di fioretto con eleganza, su un palco". Dipende da noi, dal nostro vissuto.
L'affettività è qualcosa di imprescindibile, chi non se la porta appresso? E sarebbe riduttivo rispondere con dieci righe alla tua risposta. Anche perchè devi farlo tu, con decisione.

Ps: fra il serio e il faceto Smile per quel che mi riguarda non c'è bisogno di chiedere se una parola può essere usata o meno (ho comunque colto la tua ironia Smile )... qui dentro siamo tutti uguali, variabilim nel tempo fra morti di pippe e veri uomini che cercano di costruire un laboratorio di idee utili a tutti.  Laughing

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: Qui serve una mano, almeno per iniziare

« Risposta #7 del: 18 Giugno 2013, 20:59:48 »

Citato da: Spartacvs il 18 Giugno 2013, 08:15:33

http://www.youtube.com/wa...mbedded&v=DpOMDMY64YY

Bellissimo : )

Loggato

jamesp

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 8
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 67
  • Posts: 67
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: