Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Questioni riguardanti l'approach in generale.

(Letto 1048 volte)

Questioni riguardanti l'approach in generale.

« del: 17 Gennaio 2009, 18:36:39 »

Premessa: finito di scrivere il post, mi sono reso conto di aver scritto una cosa lunghissima senza, peraltro, aver CHIESTO nulla di particolare. Purtroppo mi manca il cuore per cancellare tutto. In breve la questione è: non so usare i FTC e gli openers in generale, due questioni ampiamente discusse in qualsiasi libro sul P.U. Inoltre, c'è il problema "tappabuchi", da me analizzata verso la fine del thread. Al massimo, tanto per giustificare l'abmnorme discussione, vi pregherei di darmi la vostra opinione su quali siano le opzioni migliori tra quelle che ho riportato. Tutto il resto è una pompata prolissa e letterariamente non entusiasmante. Ho sottolineato, "for your convenience", i passaggi 'salienti'. Uglystupid

--
 
Tutta la letteratura che ho consultato insiste sull'importanza dei FTC. E' anche immediato capirne il motivo: nel momento in cui dichiari di avere poco tempo e di dovertene andare a breve, gli interlocutori si sentiranno immediatamente meglio disposti a 'sopportarti', finendo per non sentirsi affatto infastiditi dalla tua presenza.
Facendo una metafora: una volta, quand'ero bambino, mia madre aveva messo in camera mia un nuovo armadio per poter fare un po' d'ordine tra tutta la roba che avevo. Questo nuovo armadio mi faceva schifo, non lo volevo. Ho cominciato ad accettarlo solo nel momento in cui mi sono reso conto che, spostando il nuovo armadio in un altro posto e facendo un paio di scambi, l'equilibrio estetico della stanza avrebbe ritrovato la sua armonia. Naturalmente, una volta compiuto questo ragionamento, non ho nemmeno sentito la necessità di operare questi spostamenti: il fatto stesso che ESISTESSE una possibilità che il fastidio sparisse aveva fatto sparire il fastidio.

In breve, i FTC sembrano essere una potente (e geniale) trovata psicologica per farsi accettare in un gruppo di persone sconosciute. Epperò non ho mai usato questa tecnica, principalmente perchè non credo di essere in grado di formulare una simile scusa in modo scorrevole e credibile. Inoltre, uscendo quasi sempre da solo, non ho nessun 'amico' da cui tornare, quindi non sarebbe credibile esordire con un "ho solo un attimo, poi devo tornare dai miei amici, però..."
Il problema è proprio che, quasi sempre, il motivo del proprio time constraint è qualche amico che bisogna raggiungere a breve. Inventarsi degli amici per l'occasione rischia di renderti ridicolo nel momento in cui dimostri di non aver nessun gruppo di amici da raggiungere.

Voi come utilizzate i false time constraint quando siete in giro da soli? Avete avuto l'occasione di osservare i risultati a seconda dei FTC usati, e di tracciare una stima di quelli che sono più efficienti e più facilmente applicabili alle diverse situazioni?

Ad esempio, copia-incollando alcuni FTC trovati in giro:

"scusatemi, mi chiedevo se voi poteste dedicarmi un secondo per darmi la vostra opinione su..." e poi opinion opener. Un tantinello servile, non molto da Alpha male.

"ciao, stasera sono in giro a vedere gente e quindi non potrò dedicarvi molto del mio tempo, però...". Questa è fin troppo spavalda, bisognerebbe saperla dire in modo amichevole per non passare per dei pieni di sé. Però quel "vedere gente" (da me mal tradotto dall'inglese) ti fa subito apparire come un alpha.

In generale, a parte i FTC, bisognerà pure avere qualcosa da dire. Tornerebbero utili gli opinion openers, ma anche qui la strada può diventare impervia: come giustificare il fatto che tu stia chiedendo l'opinione a degli sconosciuti, quando, idealmente, tu dovresti essere pieno di amici a cui chiedere? Un idea potrebbe essere

"è tutto il giorno che penso a una questione e mi sono convinto che la cosa migliore sia introdurre un parere esterno e bibì e bibò"

Il che comunque non risolve la questione principale: a proprosito di COSA chiedere l'opinione. Sinceramente non sono il tipo da tirare fuori le porcate girl-friendly.

Infine (prima o poi riuscirò a concludere il thread), non sono molto bravo a 'riempire il buco' che immancabilmente si viene a formare dopo pochi minuti. Finita la recita iniziale, irrimediabilmente ci sono quei due tre secondi di silenzio imbarazzante che non so riempire. A quel punto, il più delle volte, saluto cordialmente e mi allontano (e naturalmente nessuna pensa mai di trattenermi in lacrime per il braccio pregandomi di non lasciarla, ehehe).

Ad esempio, un giorno mi stavo esercitando con una tipa che nemmeno mi interessava. In breve è andata così:

EYE CONTACT:
Io: Ehi, non saluti?
Lei: ....e chi sei?
Io: brava, hai superato il test!

... dopo un po' ci si riincrocia e lei mi guarda come se fossi un pazzo e allora io sorrido e le spiego che volevo solo fare il fesso, per vedere se lei fosse una di quelle persone che, per paura di aver dimenticato la faccia di qualcuno, dissimulano fingendo di conoscerlo.

Ad un certo punto finisce la spiegazione, e non trovo un tappabuchi, per cui le faccio: "vabbò, tutto qua, puoi scappare... è il tuo momento!"... Potete ben immaginare che non se l'è fatto scappare...  Laughing

Insomma, tutto il discorso si traduce in "come apparire naturali mentre si sta mettendo in atto una strategia sociale che di naturale ha ben poco?".

« Ultima modifica: 17 Gennaio 2009, 18:38:29 da panurge »

Loggato

panurge

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Posts: 68

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #1 del: 17 Gennaio 2009, 19:24:08 »

Citato da: panurge il 17 Gennaio 2009, 18:36:39

Insomma, tutto il discorso si traduce in "come apparire naturali mentre si sta mettendo in atto una strategia sociale che di naturale ha ben poco?".

Adattando la strategia alla tua personalità, che mi sembra (da come scrivi) parecchio interessante. Gli opener preconfezionati, così come i falsi vincoli temporali, sono stati scritti da altri per essere usati da altri ancora. Quindi sono decontestualizzati e depersonalizzati.

Ad esempio questa apertura contiene un vincolo temporale e la richiesta di un opinione contemporaneamente, lo potevi usare in quel locale dove la musica era troppo alta:

"Ciao! Senti ho visto che hai un'aria sveglia (o qualsiasi cosa ti abbia veramente fatto pensare)... prima che vado a sculacciare (o prendere a calci nel culo, a seconda della classe sociale con cui parli) il DJ, mi dai conferma che la musica è troppo alta?"

Non aspetti nemmeno che risponde, e attacchi un discorso che, seppure non c'entri niente sul piano strettamente logico, c'entri con la "musica alta"... ad esempio:

"sì, la dea della musica, che in realtà era bassa, ma dopotutto le persone basse sono grintose, pensa avevo un amico bassissimo che... BLA BLA BLA"

Che ora che ci penso era difficile da dire se la musica era veramente alta, però ci siamo capiti giusto? Nel best Of trovi il "metodo TermYnator", c'è un capitolo sulle "CORRISPONDENZE". Ti dovrebbe risolvere i problemi.

Il solidale,
Acqua

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #2 del: 17 Gennaio 2009, 22:48:06 »

Concordo con acqua che sembri avere un apersonalità davvero particolare, da quello che ho letto.
Ma credo di capire quello che provi nel dover chiedere queste informazioni.....ci siamo passati tutti, o almeno io Wink.

Un po' di tempo fa mi chiedevo come potevo  rendere meno ridicoli questi opener senza raccontare parecchie cazzate, oltretutto a me non è mai piaciuto raccontare cazzate e se lo avessi fatto mi sarei sentito ridicolo, e le donne lo riescono a capire Rolling Eyes

Il consiglio che ti posso dare è di costruire un tuo modo di approciare le tipe secondo la tua personalità, creati il tuo metodo.

Ogni volta che esci a rimorchiare prenditi degli appunti (acqua ha aperto un topic in proposito), usa le frasi che ti senti di dire, elimina quelle che non funzionano e riutilizza quelle che funzionano.
E mano mano continui così fino al passo successivo...
Così capirai dove hai sbagliato in modo tale da prendere provvedimenti.

La cosa più importante è essere congruente con quello che dici.

Quello che voglio dire è se apri una tipa con una frase tipica da Alpha con un BL chiuso, la tipa lo capisce subito che stai dicendo una cazzata, non sei congruente.

Se sei timido è meglio aprire con una frase da timido, ma almeno risulti congruente.

Io intendo questo come un timido "sicuro", perché un timido non si azzarderebbe mai ad aprire una che non conosce Smile

Personalmente io apro in questo modo:
"Ciao, scusa se ti disturbo, sono timidissimo, ma ti ho visto prima e non ho potuto fare a meno di venirti a conoscere...."

Ovviamente questo va tutto contro il mito dell'alpha americano, ma con me funziona perché ho trovato il mio metodo che cerco di migliorare ogni volta, ma l'importante è che si adatti alla mia persona.

Il tutto IMHO. Wink

falco

Loggato


"Un uomo può essere felice con qualsiasi donna purché non ne sia innamorato"  (O. Wilde)

falco

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 32
  • Residenza: abruzzo
  • Posts: 337

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #3 del: 18 Gennaio 2009, 13:36:38 »

Citato da: falco il 17 Gennaio 2009, 22:48:06

Personalmente io apro in questo modo:
"Ciao, scusa se ti disturbo, sono timidissimo, ma ti ho visto prima e non ho potuto fare a meno di venirti a conoscere...."

+ 1. Bellissimo

Loggato

Kant

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 170
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1372

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #4 del: 18 Gennaio 2009, 14:01:08 »

Citato da: kant il 18 Gennaio 2009, 13:36:38

+ 1. Bellissimo

Troppo buono Smile

Loggato


"Un uomo può essere felice con qualsiasi donna purché non ne sia innamorato"  (O. Wilde)

falco

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 32
  • Residenza: abruzzo
  • Posts: 337

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #5 del: 18 Gennaio 2009, 14:52:34 »

Nessuno ti obbliga a dire cose che abbiano troppo senso.
Il tuo scopo dvrebbe essere l'avere un'amabile conversazione con un'altrettanto amabile ragazza, e il senso della comunicazione dovrebbe perdersi in questo. Anzi, se la conversazione ha troppo senso, se il discoso è troppo impegnato e "pensato", finisci per focalizzare la sua (di lei) attenzione sulla conversazione, anzichè su di te. Il che è male. TU devi spiccare e non il contenuto della tua conversazione.
Sei fuori strada se pensi di dover trovare argomenti efficaci. Gli argomenti efficaci sono quelli abbastanza futili da far pensare che il motivo del tuo approccio non sia l'argomento in sé. Una personalità espansiva e aperta non ha bisogno di un motivo, o di un argomento, per parlare con una persona. A lui piace "il parlare" e non "l'argomento", ed è del "parlare" che va alla ricerca.   
Il punto è che le ragazze che vengono aperte nei pub o in simili occasioni sociali da ragazzi sconosciuti sanno benissimo che a questi non importa nulla della loro opinione. Per questo non dovresti insistere troppo con questo proposito dell'opinione, o lei capirà immediatamente che stai dissimulando. D'altra parte, spesso le ragazze apprezzano un ragazzo che conosca le regole sociali che fan sì che tu debba inizialmente trovare un gancio o una scusa per rompere il ghiaccio con uno sconosciuto, o una battuta per rendere tutto più easy. Ma sia lei che te sapete che non è questo il motivo per cui l'hai avvicinata. Quindi non sostenere il teatrino dell'opener troppo a lungo, passa rapidamente da un argomento all'altro (come se l'argomento della conversazione non fosse realmente importante- infatti NON lo è) e se davvero l'hai avvicinata per conoscerla, falle qualche domanda. Magari qualcosa di orginale, e poi utilizza la sua risposta per fare una battuta simpatica o costruirci una storia. 

In generale dimostra che ti diverti, che non prendi la conversazione troppo sul serio, che sei aperto e parli con tutti e non solo con lei.   

« Ultima modifica: 18 Gennaio 2009, 15:05:46 da johnny »

Loggato

johnny

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 16
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 37
  • Posts: 95

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #6 del: 18 Gennaio 2009, 15:26:55 »

Citato da: falco il 18 Gennaio 2009, 14:01:08

Troppo buono Smile

veramente, un direct timido, da incorniciare!
+1 Grin

Panurge, mi sembri una persona molto razionale, forse troppo. Anche io, come vedi dalle mie risposte, lo ERO. Ho imparato ad essere più istintivo, ho SVILUPPATO l'istinto.

Una cosa che ho imparato è che non necessariamente devi FORNIRE una spigazione razionale per ogni cosa che fai. Se chiedi una cosa a qualcuno può essere altrettanto valido il semplice MOTIVO "perché mi va".

Non so se ti appassioni anche di filosofia, in caso ti consiglio di leggere qualcosa di Hume, anche il libro del liceo andrà benissimo.
Se ricordo bene egli sosteneva che la ragione non è sufficiente a mettere in pratica azioni, per quello ci vuole MOTIVAZIONE, che non deriva dalla ragione ma è una EMOZIONE (anche etimologicamente l'emozione è la cosa che "muove da" è la forza che permette l'azione).

In più ho visto che si appassionato di musica e di matematica, quindi ti consiglio di sentire e leggere e interiorizzare questo video a proposito di Lateralus dei Tool e della serie di Fibonacci. Per me è stato un mantra e mi ha permesso di focalizzare alcuni concetti molto importanti.
h..p://www.youtube.com/watch?v=wS7CZIJVxFY

InnerLight e ... i suoi fratelli

« Ultima modifica: 18 Gennaio 2009, 15:45:01 da InnerLighT »

Loggato


Be the Light (Waterboys)

HIGH ENERGY MENTALITY -> HIGH ENERGY STATE

"Come esseri umani siamo tutti sulla stessa barca: egoisti, inappagati e arrapati fracichi." (Escalus)

"Bisogna farsi il mazzo con metodo" (-eFFe-)

Il mio mantra per il 2009 (v2.0): "Siamo fatti per incontrarci"

InnerLighT

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 69
  • Offline Offline
  • Posts: 538

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #7 del: 24 Gennaio 2009, 17:12:12 »

Citato da: InnerLighT il 18 Gennaio 2009, 15:26:55

Panurge, mi sembri una persona molto razionale, forse troppo. Anche io, come vedi dalle mie risposte, lo ERO. Ho imparato ad essere più istintivo, ho SVILUPPATO l'istinto.

Una cosa che ho imparato è che non necessariamente devi FORNIRE una spigazione razionale per ogni cosa che fai. Se chiedi una cosa a qualcuno può essere altrettanto valido il semplice MOTIVO "perché mi va".

Non so se ti appassioni anche di filosofia, in caso ti consiglio di leggere qualcosa di Hume, anche il libro del liceo andrà benissimo.
Se ricordo bene egli sosteneva che la ragione non è sufficiente a mettere in pratica azioni, per quello ci vuole MOTIVAZIONE, che non deriva dalla ragione ma è una EMOZIONE (anche etimologicamente l'emozione è la cosa che "muove da" è la forza che permette l'azione).

In più ho visto che si appassionato di musica e di matematica, quindi ti consiglio di sentire e leggere e interiorizzare questo video a proposito di Lateralus dei Tool e della serie di Fibonacci. Per me è stato un mantra e mi ha permesso di focalizzare alcuni concetti molto importanti.
h..p://www.youtube.com/watch?v=wS7CZIJVxFY
InnerLight e ... i suoi fratelli

Sì, tendo a giustificare razionalmente un po' troppe mie azioni, ma devo dire che ho scritto questo post una serata che avevo le balle in giostra. Sto cominciando a sbattermene un po' di più.
PS: I tool sono un grande gruppo.

Loggato

panurge

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Posts: 68

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #8 del: 24 Gennaio 2009, 17:39:36 »

Citato da: InnerLighT il 18 Gennaio 2009, 15:26:55

In più ho visto che si appassionato di musica e di matematica, quindi ti consiglio di sentire e leggere e interiorizzare questo video a proposito di Lateralus dei Tool e della serie di Fibonacci. Per me è stato un mantra e mi ha permesso di focalizzare alcuni concetti molto importanti.
h..p://www.youtube.com/watch?v=wS7CZIJVxFY

InnerLight e ... i suoi fratelli

To know the rules but break them,
To think outside the box,
To think for ourselves
Instead of living in a narrow-minded, linear way, live laterally, like the Fibonacci spiral; always developing, flourishing and thriving...

& following our will & wind we may just go where no one's been.
we'll ride the spiral to the end & may just go where no one's been.
spiral up. keep going.

caxxo fratello, parole santissime, che oltre ad essere belle ti fanno veramente venire la voglia di spaccare il mondo!!!!

+1 e grazie, conoscevo la canzone (così come i tool) da svario tempo ma non mi ero mai soffermato sul vero significato di questo testo... me lo metto in firma!

Loggato

a to z

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 11
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Roma
  • Posts: 422

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #9 del: 26 Gennaio 2009, 15:35:53 »

Citato da: panurge il 24 Gennaio 2009, 17:12:12

Sì, tendo a giustificare razionalmente un po' troppe mie azioni, ma devo dire che ho scritto questo post una serata che avevo le balle in giostra. Sto cominciando a sbattermene un po' di più.
PS: I tool sono un grande gruppo.

Esattamente la mia reazione: arrivato a saturazione ho iniziato a sbattermente e tutto è andato molto meglio Grin
Segnati questa: delle donne te ne devi sbattere, ma proprio tante  Laughing

Citato da: a to z il 24 Gennaio 2009, 17:39:36

To know the rules but break them,
To think outside the box,
To think for ourselves
Instead of living in a narrow-minded, linear way, live laterally, like the Fibonacci spiral; always developing, flourishing and thriving...

& following our will & wind we may just go where no one's been.
we'll ride the spiral to the end & may just go where no one's been.
spiral up. keep going.

caxxo fratello, parole santissime, che oltre ad essere belle ti fanno veramente venire la voglia di spaccare il mondo!!!!

+1 e grazie, conoscevo la canzone (così come i tool) da svario tempo ma non mi ero mai soffermato sul vero significato di questo testo... me lo metto in firma!

WOW! grandioso!!! Grazie del +1 e grandi Tool.
A me la parte che fa venire i brividi è

"spiral out... keep going"
e poi i rif di chitarra finali: mi fanno addirittura passare il mal di testa...

Grin

Loggato


Be the Light (Waterboys)

HIGH ENERGY MENTALITY -> HIGH ENERGY STATE

"Come esseri umani siamo tutti sulla stessa barca: egoisti, inappagati e arrapati fracichi." (Escalus)

"Bisogna farsi il mazzo con metodo" (-eFFe-)

Il mio mantra per il 2009 (v2.0): "Siamo fatti per incontrarci"

InnerLighT

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 69
  • Offline Offline
  • Posts: 538

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #10 del: 26 Gennaio 2009, 16:57:48 »

Citato da: panurge il 17 Gennaio 2009, 18:36:39

Ad un certo punto finisce la spiegazione, e non trovo un tappabuchi, per cui le faccio: "vabbò, tutto qua, puoi scappare... è il tuo momento!"... Potete ben immaginare che non se l'è fatto scappare...  Laughing

Piccolo suggerimento, non dire "puoi scappare", è come dire "ti sto importunando", al massimo sei tu che scappi da lei se non ti soddisfa, ma tu per lei sei il premio  Wink

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1373

Re: Questioni riguardanti l'approach in generale.

« Risposta #11 del: 26 Gennaio 2009, 17:05:48 »

Citato da: InnerLighT il 18 Gennaio 2009, 15:26:55

In più ho visto che si appassionato di musica e di matematica, quindi ti consiglio di sentire e leggere e interiorizzare questo video a proposito di Lateralus dei Tool e della serie di Fibonacci. Per me è stato un mantra e mi ha permesso di focalizzare alcuni concetti molto importanti.
h..p://www.youtube.com/watch?v=wS7CZIJVxFY

essendo pigro nel tradurre l'inglese ho trovato questo http://www.dissacration.c...0/fibonacci-in-lateralus/

da cui riporto quella che ritengo sia la frase chiave

“Over thinking, over analyzing separates the body from the mind.
Withering my intuition leaving opportunities behind.”

Ovvero

“Il pensarci troppo, l’analizzare eccessivamente, separa il corpo dalla mente
Fa sparire la mia intuizione e lascia alle spalle le opportunità”

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1373
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: