Cari lodatori della figa.
Vi scrivo, reduce di una grande occasione buttata al vento e di un' enorme delusione delle proprie aspettative.

Parliamo di hb7,5: l'ho vista la prima volta circa 10 mesi fa e in quel periodo stava con un mio amico, il ragazzo più idiota che io abbia mai conosciuto (evito di raccontarvi quello che è successo in quel periodo con lui per questa ragazza, perché la tirerei troppo per le lunghe, ma vi fareste delle sane risate). Ebbi modo di conoscerla meglio, qualche mese dopo, passando una serata a Firenze, eravamo io, lei, hb6.5, hb6.5(2) e un mio amico che doveva uscire con hb7.5, ma che già da inizio serata, quando siamo andati a prendere le ragazze a casa (hb7.5 e hb6.5 convivono), si era bruciato ogni possibilità con un atteggiamento da needy (e anche qui evito di raccontarvi il resto della serata cosa ha combinato...).
Fatto sta, che il protagonista della serata sono stato io, conquistandomi le simpatie delle tre fanciulle.
Tutte e tre si sono subito dimostrate ragazze simpatiche, alla mano (se cercate il doppio senso, siete dei mdp) e intelligenti, insomma una buona compagnia.
Passiamo qualche serata insieme, grandi risate, ma nient'altro.

Circa un mese fa, risento hb7.5 e in comitiva andiamo a sperimentare il sushi a Firenze (città che lei mi aveva confidato di amare). Serata piacevolissima, ancora una volta riesco a mettere a loro agio le ragazze (eravamo 3 uomini e 4 donne, io ero il punto in comune) e le risate non mancano. Hb7.5 mi colpisce, mi piace, è diversa, è simpatica, è il mio tipo.
Passiamo altre 3 serate insieme

- Festa a sorpresa di hb6.5(2): bella serata, ho fatto molte conoscenze, ma decisamente troppo alcool.
Hb7.5 porta due dei miei migliori amici, il rum e la pera. Bicchierino dopo bicchierino, i sensi si affievolivano e lei continuava a propormi alcool (quella sera c'è stato molto kino). Oltre una ragazza, che poverina non si reggeva in piedi, i due più distrutti eravamo io e hb7.5, che in varie occasioni mi sono trovato a pochi centimetri dalla faccia e che potevo benissimo k-chiudere. Con la poca razionalità rimasta, resisto alla tentazione e evito di infilargli la lingua in bocca* (prima di darmi del gay, leggete quel che penso a riguardo).
La serata prosegue e cominciò a pensare a come passare la notte da loro, per ritrovarmi a tu per tu con hb7.5. Fino alla domanda di hb6.5: "Profex, ce la fai a guidare?"
Profex:"mmm... ci provo, ma probabilmente prenderò un albero...(se c'è una cosa di cui posso vantarmi è capire se sono in condizioni di guidare dopo aver assunto alcool o avendo sonnolenza e in quel caso potevo benissimo tornare a casa, a circa 20 km da lì).
Hb6.5:"allora dovete assolutamente restare a dormire da noi! La macchina la guido io." (Mission completed).
A casa loro parliamo a 4 occhi: lei stava molto meglio, ancora un po alticcia, ma se la cavava bene.
Io da quando eravamo a casa loro avevo dato a tutti l'impressione di stare bene, ma nel momento in cui l'amico che era con me dice "io vado a letto", io rispondo con "e io vado a sboccare". Va bhe, poco male.
La mattina sgattaioliamo fuori di casa , dopo avergli comprato la colazione (gesto che hb7.5 dirà che ha trovato carinissimo) e avergli lasciato un biglietto ringraziandole.

*Se piaci a una ragazza e la chiudi da ubriaca, lei ti giudicherà male o penserà di aver fatto una cazzata e ti eviterà in futuro (esperienza personale fatta con una amica, entrambi ubriachi, ma lei mi aveva già k-chiuso prima di cominciare a bere mentre ballavamo in disco).
Se non piaci alla ragazza, si farà una bruttissima opinione di te e bruci ogni possibilità.
Per farla breve, se non sei sicuro di f-chiudere (ma spesso anche in quei casi), evita le ragazze ubriache, tranne quelle in disco che non conosci e che ti si spalmano addosso.
Questo è un discorso che comunque sta alla morale di ognuno, ma penso di aver descritto i vari svantaggi che comporta.

-Finale degli europei: nonostante l'amarezza della pessima partita, molte risate e kino a sufficienza, ma niente di fatto.

-Serata in disco: molta conversazione durante il tragitto (la destinazione era una località di mare), ma in disco lei si allontana con le sue amiche (fra cui una "nuova", sua concittadina, che era venuta a trovarla per un paio di giorni). Cerco di non dare troppa importanza alla cosa e non gli corro dietro (al contrario dei due miei amici), ma con un occhio osservavo e ho notato che ha rifiutato praticamente tutti e sono stati tanti.
Bagno in mare alle 4 di notte, lei non può partecipare (problemi di donna) e le amiche sono solidali. Decidiamo di tornare la notte (il programma originario era di ripartire la mattina), tutti a dormire tranne io che guidavo. Lei cerca di tenermi compagnia, ma dopo una mezz'oretta crolla anche lei dormendomi sulla spalla.

E ora la parte fondamentale: gli eventi di ieri sera (se non avete voglia di leggere tutto, partite da qua)
Nell'ultima settimana è stata a casa da sola e dopo avergli dato buca sabato, perché esente da macchina, ieri l'ho invitata a cena fuori, in compagnia di un mio amico e la sua ragazza.
La vado a prendere alle 20, il mio amico arriverà dopo circa mezz'ora, così optiamo per l'aperitivo.
Lei pur mantenendo un aspetto sobrio, mi fa letteralmente sbavare e credo di non averla mai vista così tirata a lustro. c'è molta confidenza fra noi e parliamo praticamente di tutto, siamo entrambi a nostro agio.
Lei si blocca un po quando arrivano il mio amico e la sua ragazza, ma niente di grave.
Ridiamo, scherziamo e mi fa i complimenti per la scelta del posto: una pizzeria in un piccolo paesino molto suggestivo, con una bellissima vista del panorama tipico toscano.
Serata piacevolissima per tutti, molte risate e atmosfera ideale, mi sentivo a cavallo e sapevo che se sarebbe continuata così, avrei dovuto agire nel momento in cui mi sarei trovato sotto casa sua.
Proseguiamo la serata in un altro paesino nei dintorni, in cui ci sediamo in un piccolo pub deserto, dove le due ragazze parlano del più e del meno e il mio amico continuava a dirmi "Profex, dai gasseeee!!!"

Giunge il momento di riportarla a casa, occhiata di complicità con il mio amico e ci incamminiamo.
Parliamo, ridiamo e vicini a casa sua comincio a pensare "intrattienila con qualcosa", così comincio a parlare e il discorso va avanti a lungo, spengo la macchina e tiro il freno a mano davanti casa sua.
Continuiamo a parlare.
Di solito, arrivati a questo punto so già cosa fare, ma ieri sera mi sentivo bloccato: continuavo a ripetermi "fai qualcosa", ma riuscivo solo a divagare con le chiacchere. Forse perché le ultime ragazze che ho frequentato, sapevo già cotte a puntino (hb7.5 è molto difficile da comprendere, perché come già detto è molto socievole e non sai se il suo è interesse o se semplicemente è solo simpatia nei tuoi confronti), forse perché era da un bel po' che una ragazza mi piacesse oltre l'aspetto fisico o forse per entrambe le cose, ma alla chiamata di stamattina del mio amico, che mi chiedeva com'è andata, ho risposto: "mi sento l'uomo più gay del mondo..."

Ora dovrei rivederla in settimana, dopodiché partirà e ci rivedremo a settembre o a ottobre (se non vado a trovarlo, cosa che mi ha invitato a fare), la mia richiesta è di qualche consiglio per mantenere una certa lucidità per agire e per non ripetere quello che è accaduto ieri.

Cose che ho notato (purtroppo dopo):

-Ieri sera, nonostante fossero le 2 e lei da una parte voleva andarsene a dormire, cercava di continuare i discorsi. Ad esempio in alcuni momenti di silenzio lei diceva: "vabbuò.." (e io pensavo che concludesse con "ora è meglio se vado a letto"), si zittiva un secondo e apriva un nuovo discorso.

-Da parte mia c'è stato pochissimo kino.

-La ragazza del mio amico, che ci azzecca sempre (super sensi di donna), mi ha confermato che è difficile da capire come ragazza, ma che secondo lei interesse c'era.