Ciao a tutti, sono qui a scrivervi perchè mi trovo in un vicolo cieco da cui non so uscire.
Sto con la mia ltr da metà febbraio e in così poco tempo siamo già molto in avanti con la storia. Per farvi capire, durante un viaggio a venezia, a fine aprile, le ho regalato l'anello di fidanzamento (sono uno all'antica  Grin ) e dopo ho conosciuto la sua famiglia. La nostra storia, salvo qualche piccola parentesi, sembra perfetta.
Il problema di fondo è il suo passato. Lei è stata per nove anni con un tipo che aveva anche un'altra relazione a distanza. Per tutto il tempo ha sopportato questo stato di cose, compresi i suoi allontanementi per stare con l'altra. Alla fine di agosto scorso lui decide di nuovo di stare con l'altra e, dato che ormai la cosa era gravemente danneggiata, lei ha capito di non voler stare più con lui . In precedenza c'era anche stato un gesto autolesivo che le ha fatto capire che aveva toccato il fondo e che non provava più amore.
Questo passato è però ancora presente per certi versi. Lui lavora con lei e questo nei primi periodi continuava a provarci; da qui la mia gelosia e fastidio. La cosa grave però sono le paure e le sofferenze in cui cade ad ogni discussione o litigata (dovute alle insicurezze che un rapporto come il precedente le hanno lasciato). Per capirci, alla prima litigata comincia a dubitare di tutto e a mettere in discuccione tutta la nostra storia.
Io non le ho mai dato alcun motivo per preoccuparsi o temere un tradimento ma anche una minima cosa la manda in crisi.
A questo punto non so bene che fare. Capisco che lei potrebbe non essere pronta per una storia seria e quindi la cosa migliore sarebbe lasciarla andare per un pò per poi riconttattarla quando magari avrà superato del tutto la cosa. Il fatto è che, in questo caso, rischio anche di perderla nel caso incontri un'altro. Evenienza che non mi piace.
Vorrei sapere se posso aiutarla in qualche modo a superare questo stato di insicurezza in cui si trova continuando a starci.