Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

(Letto 1249 volte)

Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« del: 21 Maggio 2014, 13:02:33 »

Pensate che fingersi in pericolo, di stare male, possa davvero funzionare su una donna?
E' uscito fuori questo discorso con alcuni amici.
Io ho sempre pensato che se mostri i tuoi problemi a una donna, finisci per sembrare un debole, uno che da solo non ce la fa a risolvere il proprio problema. Che impietosirla possa servire solo a vivere un'illusione in cui ci riempiono di attenzioni ma pensano che in fondo non siamo altro che dei Beta.
Insomma, secondo me nn bisogna mai giocare ad impietosire una donna, per conquistarla.
Voi cosa ne pensate?

Loggato

Eian

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 79

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #1 del: 21 Maggio 2014, 13:57:35 »

Citato da: Eian il 21 Maggio 2014, 13:02:33

Pensate che fingersi in pericolo, di stare male, possa davvero funzionare su una donna?
E' uscito fuori questo discorso con alcuni amici.
Io ho sempre pensato che se mostri i tuoi problemi a una donna, finisci per sembrare un debole, uno che da solo non ce la fa a risolvere il proprio problema. Che impietosirla possa servire solo a vivere un'illusione in cui ci riempiono di attenzioni ma pensano che in fondo non siamo altro che dei Beta.
Insomma, secondo me nn bisogna mai giocare ad impietosire una donna, per conquistarla.
Voi cosa ne pensate?

Guarda, la domanda è pertinente, e secondo me è un po' scorrelata dal concetto di alpha, montone ecc ecc.
E' un discorso uscito fuori anche in un mio ambito sociale e trattato anche con delle donne.
Riportando il ragionamento come l'ho capito io (non sono uno psicologo) sembrerebbe che oltre al riconoscimento dei valori Alpha assoluti o relativi, la donna in questione venga "anche" attirata da alcune problematiche nella sfera dell'uomo da cui è attratta, ma non le considera come un qualcosa di invalidante per l'attrazione perché le colloca su un piano diverso da quello delle qualità dell'uomo stesso. (detto in parole povere... mi piace per le sue caratteristiche, i suoi problemi fanno parte del pacchetto, me li tengo volentieri, perché non dipendono direttamente da lui).
Ci sono pure dei "mercati di nicchia" di quelle che vengono impietosite, non so se magari rientrano nell'insieme descritto, ma se sei 'na palla al piede buono solo a lamentarti non so quanto possa essere efficace.... Wink
Poi siamo sempre li.... se sei un modello alla Garko puoi pure ca*arti in mano e darti una pizza in faccia, qualcosa la rimedi sempre.....

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #2 del: 21 Maggio 2014, 18:00:27 »

Attenzione...secondo me corri il rischio di sbagliare e ti spiego perché.

Far finta di stare male...lo trovo del tutto controproducente oltre che scorretto. viene a mancare quella che si chiama coerenza con se stessi...perché se fai finta di stare male allora puoi fare come fanno i misteriani che raccontano canned sulla propria vita del tutto inesistenti...ma alla fine quando manca la coerenza con se stessi ci si perde sempre sul piano seduttivo...per cui te lo sconsiglio vivamente.

Diverso invece è raccontare un aneddoto melodrammatico che abbia un risvolto positivo...per es. le racconti di quando ti è morto il pesce rosso e hai scoperto un valore fondamentale della vita ecc

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #3 del: 21 Maggio 2014, 18:47:01 »

Citato da: Armwrestle il 21 Maggio 2014, 18:00:27

Attenzione...secondo me corri il rischio di sbagliare e ti spiego perché.

Far finta di stare male...lo trovo del tutto controproducente oltre che scorretto. viene a mancare quella che si chiama coerenza con se stessi...perché se fai finta di stare male allora puoi fare come fanno i misteriani che raccontano canned sulla propria vita del tutto inesistenti...

Arm,fondamentalmente hai ragione: si corre il rischio incongruenza.
Ma, credimi, c'è chi ci riesce.
Se il motivo è quello che ho tentato di spiegare nel mio precedente intervento non lo so e mi sfugge, forse questi soggetti hanno la dote naturale di svincolare il proprio valore dalle esperienze esistenziali... e magari vai a vedere che si crea un enorme contrasto attrattivo anche li.. boh?

Sull'etica della correttezza............... li mi trovi meno d'accordo........ siamo in un campo dove il "corretto", "scorretto", "giusto", "sbagliato" corrono entro delle sfumature talmente nebulose e legate ai propri egoismi che.... proprio non lo so... Wink

« Ultima modifica: 21 Maggio 2014, 18:49:54 da Spartacvs »

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #4 del: 21 Maggio 2014, 19:18:48 »

Citato da: Spartacvs il 21 Maggio 2014, 18:47:01

Arm,fondamentalmente hai ragione: si corre il rischio incongruenza.
Ma, credimi, c'è chi ci riesce.
Se il motivo è quello che ho tentato di spiegare nel mio precedente intervento non lo so e mi sfugge, forse questi soggetti hanno la dote naturale di svincolare il proprio valore dalle esperienze esistenziali... e magari vai a vedere che si crea un enorme contrasto attrattivo anche li.. boh?

Sull'etica della correttezza............... li mi trovi meno d'accordo........ siamo in un campo dove il "corretto", "scorretto", "giusto", "sbagliato" corrono entro delle sfumature talmente nebulose e legate ai propri egoismi che.... proprio non lo so... Wink

Si ho letto il tuo intervento e in gran parte lo condivido....trovo che la incongruenza (parlo per esperienza personale) sia da evitare come la peste...perché le donne sono molto più brave di noi nel leggere le cazzate.
naturale che se uno è bello come brad pitt...si può creare un buon contrasto, come hai sottolineato. ma si parla di casi di montone genetico che per la fisicità che esprimono...le cose per loro cambiano. Lo stesso può non valere per altri.
Inoltre credo che essere incoerenti...faccia crescere una ansia da approccio ( motivo per cui i sistemi bastai sui canned non funzionano)

Io personalmente non faccio molta etica però..penso che un seduttore si distingua dagli uomini di cacca che recitano al solo scopo di una scopata.

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #5 del: 21 Maggio 2014, 19:47:31 »

Citato da: Eian il 21 Maggio 2014, 13:02:33

Pensate che fingersi in pericolo, di stare male, possa davvero funzionare su una donna?
E' uscito fuori questo discorso con alcuni amici.
Io ho sempre pensato che se mostri i tuoi problemi a una donna, finisci per sembrare un debole, uno che da solo non ce la fa a risolvere il proprio problema. Che impietosirla possa servire solo a vivere un'illusione in cui ci riempiono di attenzioni ma pensano che in fondo non siamo altro che dei Beta.
Insomma, secondo me nn bisogna mai giocare ad impietosire una donna, per conquistarla.
Voi cosa ne pensate?

Eian, non ho capito ... cosa intendi per "fingere di star male, di essere in pericolo"? Perchè una dovrebbe essere attratta da uno pieno di problemi, oltretutto finti? Una dovrebbe mettersi con te perchè "le fai pena" ? forse ho capito male io ...  Confused

Loggato


Learning to love yourself, it is the greatest love of all (W. Houston)

Rachel

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 24
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Età: 45
  • Posts: 165

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #6 del: 21 Maggio 2014, 20:12:05 »

Citato da: Armwrestle il 21 Maggio 2014, 19:18:48

Io personalmente non faccio molta etica però..penso che un seduttore si distingua dagli uomini di cacca che recitano al solo scopo di una scopata.

E vero, si distingue, e recitare non serve a nulla, però il tuo esempio è l'estremità delle sfumature.
Se ci pensi quando crei un territorio virtuale ogni tanto qualche stratagemma ci vuole.. potrebbe venire fuori uno a dire "ma creare un tarlo può essere indice di una sorta di manipolazione e non lo vedo eticamente corretto".
Anche se io non condivido una posizione del genere, in assoluto non si potrebbe nemmeno biasimare.
Come vedi non è così scontato piazzare l'asticella dell'etica... Wink

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #7 del: 22 Maggio 2014, 09:58:47 »

Citato da: Spartacvs il 21 Maggio 2014, 20:12:05

E vero, si distingue, e recitare non serve a nulla, però il tuo esempio è l'estremità delle sfumature.
Se ci pensi quando crei un territorio virtuale ogni tanto qualche stratagemma ci vuole.. potrebbe venire fuori uno a dire "ma creare un tarlo può essere indice di una sorta di manipolazione e non lo vedo eticamente corretto".
Anche se io non condivido una posizione del genere, in assoluto non si potrebbe nemmeno biasimare.
Come vedi non è così scontato piazzare l'asticella dell'etica... Wink

Hai assolutamente ragione  Smile...ma penso anche che un uomo affascinante e che sa suscitare interesse e curiosità...non abbia bisogno di mentire o di dire cazzate su di sé....questo lo fanno i senza palle che elemosinano un po' di gnocca. 

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #8 del: 22 Maggio 2014, 10:09:40 »

Citato da: Armwrestle il 22 Maggio 2014, 09:58:47

Hai assolutamente ragione  Smile...ma penso anche che un uomo affascinante e che sa suscitare interesse e curiosità...non abbia bisogno di mentire o di dire cazzate su di sé....questo lo fanno i senza palle che elemosinano un po' di gnocca. 

No, non mi sono spiegato.
Io credo che anche il miglior uomo, sincero e pieno di buone intenzioni, che sa suscitare interesse, attrazione, seduzione, alcune volte debba ricorrere non dico assolutamente a falsità, ma a stratagemmi per conquistare una donna che potrebbe essere attratta ma, contemporaneamente, resistere per tutta una serie di motivi. Se il gioco vale la candela, e quella donna la vuole perchè ne vale la pena, quell'uomo lo fa. E si comporta da uomo.
E qui l'esempio del "tarlo" che qualcuno potrebbe tacciare di manipolazione, cosa che non condivido, ma comunque soggetta ad opinione. E in mezzo un mare di sfumature etiche!  Laughing

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #9 del: 22 Maggio 2014, 10:38:00 »

Citato da: Spartacvs il 22 Maggio 2014, 10:09:40

No, non mi sono spiegato.
Io credo che anche il miglior uomo, sincero e pieno di buone intenzioni, che sa suscitare interesse, attrazione, seduzione, alcune volte debba ricorrere non dico assolutamente a falsità, ma a stratagemmi per conquistare una donna che potrebbe essere attratta ma, contemporaneamente, resistere per tutta una serie di motivi. Se il gioco vale la candela, e quella donna la vuole perchè ne vale la pena, quell'uomo lo fa. E si comporta da uomo.
E qui l'esempio del "tarlo" che qualcuno potrebbe tacciare di manipolazione, cosa che non condivido, ma comunque soggetta ad opinione. E in mezzo un mare di sfumature etiche!  Laughing

Condivido  Wink Thumbs Up

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #10 del: 22 Maggio 2014, 11:35:24 »

Ragazzi, ho letto i vostri interventi.
Nello specifico il discorso era: quando una ragazza/donna vede che stai male (le dici ad esempio che facendo pugilato, hai preso un colpo forte al timpano e adesso rischi di non poter combattere più, opppure che a causa di un problema cardiaco non potrai più giocare a calcio) nella donna compare l'istinto di protezione che la avvicina all'uomo.
Io, personalmente non ne vedo l'utilità.
Alla fine lo prenderebbe per un segno di debolezza e, comunque, agli occhi della genete che ti guarda, appari come un debole la cui donna è con lui solo perché bisognoso di cure, non so come spiegare.
Ovvio, se hai davvero un problema del genere e lo gestisci con dignità, non è affatto segno di debolezza.
Nel gioco breve (sedurre e andare a letto, lì puoi usare qualsiasi strategia, secondo me. se ti accorgi che lei è una tipa che cade bene in questo gioco, allora sfruttalo ma non tirare il gioco alla lunga, perché daresti l'idea del debole.
Io sono dell'idea che devi essere te stesso, mantenere una linea nei tuoi ateggiamenti (essere sempre tranquillo, gioviale, educato ma - con la donna che ti interessa - anche un pizzico sfrontato, cinico e mai troppo benevolo e non mostrare mai segni di debolezza o cedimenti - quest'ultima la dico per esperienza personale).
Secondo me la donna non ama mai l'uomo debole o indebolito, a meno che non stiamo parlando di una con bassa autostima e bassa carica sessuale

Loggato

Eian

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 79

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #11 del: 22 Maggio 2014, 19:31:10 »

Citato da: Eian il 22 Maggio 2014, 11:35:24

Ragazzi, ho letto i vostri interventi.
Nello specifico il discorso era: quando una ragazza/donna vede che stai male (le dici ad esempio che facendo pugilato, hai preso un colpo forte al timpano e adesso rischi di non poter combattere più, opppure che a causa di un problema cardiaco non potrai più giocare a calcio) nella donna compare l'istinto di protezione che la avvicina all'uomo.
Io, personalmente non ne vedo l'utilità.
Alla fine lo prenderebbe per un segno di debolezza e, comunque, agli occhi della genete che ti guarda, appari come un debole la cui donna è con lui solo perché bisognoso di cure, non so come spiegare.

E' vero siamo andati OT con l'etica....  Laughing
Guardiamola sotto un altro aspetto (ma secondo me già ti sei risposto da solo)...... Supponiamo che la stai seducendo, che vede le tue qualità completamente coincidenti con quelle della propria scala di valori di maschio alpha che aspettava da una vita. Insomma si sta innamorando di te e te le dici, con noncuranza, che non potrai più far pugilato per via del timpano. Secondo te tutto ciò rimette la cosa in discussione?

Magari il discorso è un altro. E' che in quella fase che ho scritto in neretto

- ci sono quelli bravi a sfruttare questo "valore aggiunto" e far scattare un ulteriore slancio di attaccamento
- ci sono quelli che alla frase in neretto non ci sono nemmeno arrivati (o forse ci stanno arrivando) ma sono bravi a far leva su quelle donne che hanno questa disposizione (e che non è detto che soffrano di bassa autostima)
- ci sono quelli che tentano di impietosire e rompono solo i coglioni e vengono evitati dalle donne come la peste.
- poi ci sono quelli che non la usano per niente

Sostanzialmente "l'impietosimento" può diventare una leva in più nei primi due casi, nel terzo ti dai la zappa sui piedi. Per il resto sono d'accordo con te, ma per esperienza ho visto donne attratte dai problemi, perchè come ti ho detto nella prima risposta, erano "esterni" o "successivi" al valore alpha (o montone, chiamalo come te pare Smile ) riconosciuto in precedenza.

Citato da: Eian il 22 Maggio 2014, 11:35:24

Secondo me la donna non ama mai l'uomo debole o indebolito, a meno che non stiamo parlando di una con bassa autostima e bassa carica sessuale

Non darlo per scontato. Mai dire mai. Wink

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #12 del: 24 Maggio 2014, 08:50:27 »

Ho conosciuto uno che raccontava con tono di estrema confidenza alle donne che durante un incidente in moto, era volato sopra il manubrio rimanendo praticamente ... Impigliato per l'ìuccello.
E raccontava che tale menomazione, pur essendo stata completamente corretta dal chirurgo a livello estetico, lo aveva lasciato con un membro assolutamente inutile dal punto di vista funzionale.

Beh, trombava come un riccio...

Ma attenzione: non è certo questa sua routine il segreto del suo successo: probabilmente era il modo con cui metteva in piazza questa storia unito a qualità fondamentali potentissime.
Io stesso, la sera in cui conobbi la mia prima ragazza, pur se con una faccia che non specifica in modo chiaro se dici la verità o una tremenda bugia,  giocherellavo a quello che subisce dei colpi tremendi.
Ed ho conosciuto anche diverse coppie formate da paziente ed infermiera.

Da qui a far la vittima quando non si è un gran che però, ne passa.

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #13 del: 24 Maggio 2014, 11:11:16 »

Citato da: Eian il 21 Maggio 2014, 13:02:33

Pensate che fingersi in pericolo, di stare male, possa davvero funzionare su una donna?
E' uscito fuori questo discorso con alcuni amici.
Io ho sempre pensato che se mostri i tuoi problemi a una donna, finisci per sembrare un debole, uno che da solo non ce la fa a risolvere il proprio problema. Che impietosirla possa servire solo a vivere un'illusione in cui ci riempiono di attenzioni ma pensano che in fondo non siamo altro che dei Beta.
Insomma, secondo me nn bisogna mai giocare ad impietosire una donna, per conquistarla.
Voi cosa ne pensate?

lo trovo scorretto

Loggato

italico94

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 5
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 178

Re: Il complesso dell'infermiera? Credete che esista?

« Risposta #14 del: 24 Maggio 2014, 12:46:08 »

Mah ... a prescindere dal discorso Alfa, Beta o Gamma, mi sembra che la domanda di Eian fosse leggermente diversa. Lui dice :

Citato da: Eian il 21 Maggio 2014, 13:02:33

Pensate che fingersi in pericolo, di stare male, possa davvero funzionare su una donna?
E' uscito fuori questo discorso con alcuni amici.
Io ho sempre pensato che se mostri i tuoi problemi a una donna, finisci per sembrare un debole, uno che da solo non ce la fa a risolvere il proprio problema. Che impietosirla possa servire solo a vivere un'illusione in cui ci riempiono di attenzioni ma pensano che in fondo non siamo altro che dei Beta.
Insomma, secondo me nn bisogna mai giocare ad impietosire una donna, per conquistarla.
Voi cosa ne pensate?

da qui la mia domanda:

Citato da: Rachel il 21 Maggio 2014, 19:47:31

Eian, non ho capito ... cosa intendi per "fingere di star male, di essere in pericolo"? Perchè una dovrebbe essere attratta da uno pieno di problemi, oltretutto finti? Una dovrebbe mettersi con te perchè "le fai pena" ? forse ho capito male io ...  Confused

Le vostre risposte si sono concentrate sull’etica e sull’eventuale correttezza/scorrettezza di questo comportamento, dove ognuno di voi ha espresso (giustamente) il proprio punto di vista. La domanda a mio avviso era più banale:  più che sul "giusto/sbagliato" era diretta al "funziona/non funziona".
Dico la mia quindi, sorvolando sull’etica.

Le due parole chiave sono: fingere/impietosire.

FINGERE:
Perchè fingere? Ma soprattutto, cosa fingere? Un conto è dire “mi sono preso una storta giocando a basket” e un’altra dire “il medico mi ha prospettato come unica soluzione il polmone d’acciaio” oppure “mi restano due ore di vita”.

 Se nel primo caso può effettivamente suscitare una momentanea simpatia e magari lei vi può dire “oh, davvero, fai vedere! Poverino!” e può essere un’occasione per un primo contatto fisico ( se lei è interessata potrebbe mettervi una mano sul ginocchio, sulla gamba come dimostrazione d’interesse, chiedervi di più ) nel secondo caso, oltre ad essere una balla bella e buona dubito che una ve la dia per questo motivo. Oltretutto  quando si venisse a scoprire che era effettivamente una balla fareste a) la figura dei fessi b) otterreste solo come risultato di farla arrabbiare per aver cercato di fregarla.

Quindi:

fingere lieve acciacco: va bene per i motivi sopra esposti. Se le interessate potrebbe far scattare in lei il “poverino, fai vedere”. Oltretutto come balla è credibile e difficilmente smascherabile.  Dà anche risultati immediati: tra il “mi sono fatto male giocando a calcio” e “poverino fai vedere” passano pochi minuti. Ovviamente da dosare con sapienza: se io incontro uno che oggi si è ustionato una mano facendo il caffé, ieri si era tagliato il dito affettando il salame e l’altro ieri si  fatto un livido cadendo dalla bicicletta il sospetto che sia un po' un idiota mi viene ...  Cheesy

Fingere malattia seria: di pessimo gusto e altamente fallimentare. Qualora anche trovaste una pazzoide con il complesso di Madre Teresa che pensa “voglio donare gli ultimi attimi di felicità ad un moribondo” tra il momento dell’annuncio e quando lei effettivamente dovesse portare a termine il compito che si è prefissata passerebbe troppo tempo e verreste scoperti (facendola quindi arrabbiare di brutto).

IMPIETOSIRE

Impietosire non va mai bene.  Vorreste che una si mette con voi perchè “le fate pena”? A raccontare con dovizia di particolari le proprie disavventure, sfighe, acciacchi, incidenti, menomazioni si rischia di risultare pallosi e menosi. Voi come la vedreste una che ogni volta che vi vede vi racconta di quando si è operata di appendicite, di quella volta che le hanno ingessato il braccio, di come è appena tornata dallo studio del gastroenterologo perchè ha sempre mal di pancia????

Diverso è il caso (come dice TermY) di uno che con leggerezza e ironia racconta un episodio che gli è successo.  Come tecnica secondo me ha un altissimo grado di successo, però bisogna  esserne capaci e non è assolutamente facile.  Esagerando con la “serietà” si rischia di essere pallosi ed esagerando con il lato comico si rischia di passare per Fantozzi con il risultato che lei scapperà a gambe levate!

Stiamo comunque parlando di una tecnica che è un'arte e che con l'impietosire non ha niente a che fare.  Wink

« Ultima modifica: 24 Maggio 2014, 13:09:19 da Rachel »

Loggato


Learning to love yourself, it is the greatest love of all (W. Houston)

Rachel

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 24
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Età: 45
  • Posts: 165
Pagine: [1] 2   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: