Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

ho un grosso problema nella fase comfort..

(Letto 752 volte)

ho un grosso problema nella fase comfort..

« del: 31 Dicembre 2008, 03:33:29 »

ho notato che spesso non riesco entrare nel confort (sviluppare un rapporto dialogico al fine di creare un sentimento di agio e fiducia, un senso di connessione) con le hb..
desidero consigli.

agio?
fiducia?
connessione?

sento che spesso mi perdo nel dialogo cioe` parliamo di tutto il mondo, di lei e un poco di me ma senza creare agio,fiducia e connessione.

agio mi sembra che forse con calma in modo rilasato conversando puo scatenare per sbaglio la sensazione di agio.

fiducia un vero problema.

come si fa a connettere(grosso problema)quando noi ragioniamo col cervello e loro ragionano con col cuore..
a parte questo ho la sensazione che molte cose lo vedo diversamente da loro e quindi sono quasi sempre in dissaccordo.

Loggato

brandon

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 7
  • Offline Offline
  • Posts: 53

Re: ho un grosso problema nella fase comfort..

« Risposta #1 del: 31 Dicembre 2008, 10:18:40 »

Tutte le tecniche di seduzione che si leggono in giro servono, alla fine, per difendere noi stessi da quello che noi avvertiamo un pericolo, e cioè il rifiuto da parte di una ragazza. Servono per indurre in lei uno stato ricettivo, per esempio, oppure per anticipare alcune risposte che potrebbe darci, per fare in modo cioè che riusciamo a gestire delle situazioni che potrebbero crearsi nel corso di un appuntamento, possibilmente senza fare la figura dei bsognosi o dei cretini. Le tecniche di seduzione, quindi, non presumono la fiducia di TE in LEI, anzi tutto il contrario. Mirano soltanto ad accattivarsi la sua e basta.
Quindi è nomale che tu non avverti fiducia in una ragazza che hai catturato seducendola in questo modo.
Ma la seduzione è anche e soprattutto un DARE. E la seduzione del DARE, diversamente da quella dell'ottenere, presume la fiducia tua in lei. Perchè non c'è donna che non desideri ricevere attenzioni e sensazioni da una persona alla quale tiene o dalla quale è attratta. La fiducia in lei nasce allora dal fatto che TU DAI. Non sto dicendo di dare indiscriminatamente, una persona deve meritarsi i tuoi doni, e tu devi avere una tua "legge" che decide chi se li merita, e quali compotamernti non sono invece ammessi, pena l'esclusione.
Ma se sei ripiegato su te stesso e sui tuoi bisogni, un tarlo nella testa ti ricorderà sempre che lei non ha nessun motivo per rispondere positivamente a te, a meno che tu non riesca a conservare l'incantesimo che le hai creato attorno. Il che però ti impedisce di rilassarti, poichè devi prestare attenzione ad un'infinità di dettagi: BL, EC, voce, etc. etc. Tu dici di non riuscire a fare a meno di ragionare col cervello. E' probabilmente perchè hai creato un'illusione (seduzione) che si è basata solo sul potere del tuo cervello, e sulla paura di perderne il controllo.

Loggato

johnny

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 16
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 37
  • Posts: 95

Re: ho un grosso problema nella fase comfort..

« Risposta #2 del: 31 Dicembre 2008, 11:59:21 »

Citato da: brandon il 31 Dicembre 2008, 03:33:29

come si fa a connettere(grosso problema)quando noi ragioniamo col cervello e loro ragionano con col cuore..
a parte questo ho la sensazione che molte cose lo vedo diversamente da loro e quindi sono quasi sempre in dissaccordo.

Ciao,
mi sembra una semplificazione molto forzata, ma partiamo proprio da qui: diciamo che in generale l'approccio maschile ai ragionamenti è logico / strutturato, mentre quello femminile è spesso emozionale/relazionale.
Molto bene: lo sai che molte donne che conosco mi hanno confessato di essere profondamente attratte dall'approccio razionale maschile? Esattamente come noi siamo attratti dal confuso ma molto funzionale approccio intuitivo/emozionale femminile.
Quindi non è il modo diverso di ragionare il problema, quanto piuttosto il vedere le due modalità in contrasto netto.
Dovresti fissare due punti in testa:
1) la conversazione che stai facendo ti deve piacere, devi sentirla come un arricchimento di entrambi non come uno strumento di seduzione
2) quando si discute di un argomento, il diverso approccio puo' servire per una migliore comprensione del mondo per entrambi, non deve essere una battaglia vinco/perdo, ho ragione/hai torto. In sostanza la conversazione uomo/donna non dovrebbe secondo me essere competitiva (non sempre, insomma) ma assomigliare ad un lavoro di gruppo

In questo modo generi sia connessione che fascinazione (dimostri comprensione e fornisci ricchezza alla conversazione in corso).

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: ho un grosso problema nella fase comfort..

« Risposta #3 del: 01 Gennaio 2009, 13:07:08 »

grazie ragazzi mi siete stati di grande aiuto.. Thumbs Up
era proprio la dritta che mi ci voleva.se venite a firenze vi offro un drink  Wink

Loggato

brandon

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 7
  • Offline Offline
  • Posts: 53
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: