Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2 3 ... 9   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Libro: The Game

(Letto 26483 volte)

Libro: The Game

« del: 24 Giugno 2009, 21:18:15 »

In questo periodo, sto facendo un lavoro di editing e bibliografia del mio scritto.
Per evitare di dare per mie cose scritte da altri, e per palliare alla mia ignoranza in materia, sto leggendo molti testi sacri, sia di seduzione, che di PNL (Voltarecchie è un ottimo mentore oltre che un conoscitore della materia).
Fra questi testi, c'è ovviamente The Game di Neil Strauss.

IL libro.
Il libro si presenta come un massiccio tomo nero con scritte oro. Sotto al titolo, troneggia un sottotitolo estremamente pretenzioso per un cristiano, ma anche per un seduttore: "La bibbia dell'artista del rimorchio".
In realtà, questo sottotitolo è la vera chiave del testo.

In sintesi estrema, il libro narra del percorso di trasformazione dell'autore, in seno alla community americana,
e di come lui ne sia diventato il più illustre esponente.
L'inizio è avvincente: la narrazione dei primi seminari con Mystery desta molta curiosità e l'idea che Mystery sia realmente un mito. Ma presto, ci si trova a cozzare contro particolari che lasciano un po' stupiti.

In particolare, si nota come tutto il libro sia permeato della filosofia dell'American Dream, ovvero del fatto che in America, qualsiasi sfigato possa diventare qualcuno.
Il secondo punto terrificante, è legato all'impatto che ebbero i fumetti della Marvel nella cultura americana.
Un esempio di questo aspetto, sono i lottatori di Wrestling.
ognuno di loro si differenzia per una particolarità, per una specializzazione.
E così viene presentata la community dei guru della seduzione americana: Ross Jeffries, è l'uomo che pilota le menti, De Angelo, l'eroe dell'umorismo cazzuto, poi ci sono i tagliabioschi, l'incappucciato e i due che lavorano in coppia e praticano la magia degli sciamani,
Insomma, Style, il protagonista, assorbe tutte le armi di questi mutanti della seduzione, e diventa l'arma X dell'ultimo Wolverine: il seduttore perfetto.
Da questo punto in poi, cominciano a venir fuori sempre più dettagli sulle donne rimorchiate da questi superseduttori.
Sintomatica una frase di Mystery parlando del suo peacock:
"Mi vesto per le ragazze più oltraggiose dei club,per le prostitutelle in calore, per quelle che non potrei mai avere"
Più volte si parla nel testo di ragazze uvbriache o fatte, o che a distanza di poco spompinano prima Mystery poi style.
Sintomatica ancje la frase di Mystery che descrive la ragazza di cui è innamorato ( e che quindi si presume di valore)
"una povera alcolizzata".
Ci sono altri punti, come la narrazione di una botta di sesso a tre di Style, che connotano ulteriormente lo spirito di queste prede.
In un episodio, una gli chiede di venirgli in bocca. Lui esegue.
Lei sputa lo sperma in bocca all'altra, e cominciano a baciarsi...  Buck
Insomma, le prede di questi seduttori, sono scarti, bellissimi soprammobili con una realtà sessuale e sociale vagamente devastata.
Il che spiega come facciano a cadere in routines così banali, sono prede facili, in perfetto italiano: STRAPPONE.
La narrazione continua con la storia del Project Hollywood, la comunità dei seduttori.
Una variante dei film sui ritrovi da allievi di college riveduta in chiave business.
Il racconto temina non appena nella vita di Style entra una vera donna: cio che io definisco una femina, con la quale l'ambaradam mysteriano fallisce myseramente.

Salienti sono la descrizione di Mystery, che viene dipinto come un povero frustrato con problemi mentali, e di Tyler Durden, spennellato come un viscido traffichino che discredita chiunque.
Altra cosa divertente, è la totale ignoranza di qualsiasi precedente nella storia della seduzione da parte di Style,
che lascia esterrefatti.
Ad esempio descrive il parlar male dei propri antagonisti in amore una "tecnica di mystery".
Probabilmente non ha letto la storia dell'antica grecia, ne tantomeno quella egizia...

Insomma, un testo utile per avere una idea della società americana,e per rendersi conto di quanto quello che viene proposto come un sistema assoluto, sia in realtà funzionale solo su una ristretta nicchia di persone.
Ma dal punto di vista del rimorchio, la vera Bibbia contiene molto di più...

TermYnator

« Ultima modifica: 24 Giugno 2009, 21:25:28 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10003

Re: Libro: The Game

« Risposta #1 del: 24 Giugno 2009, 22:59:42 »

si salva qualcosa in questo libro?

Loggato


'solo  il pelo di figa può dire quanto sei bravo con le donne'

cassim


Sono un sof storico, ce l'ho piccino e amo la palla

trombler

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 19
  • Offline Offline
  • Posts: 209

Re: Libro: The Game

« Risposta #2 del: 24 Giugno 2009, 23:07:36 »

Citato da: TermYnator il 24 Giugno 2009, 21:18:15

In questo periodo, sto facendo un lavoro di editing e bibliografia del mio scritto.
Per evitare di dare per mie cose scritte da altri, e per palliare alla mia ignoranza in materia, sto leggendo molti testi sacri, sia di seduzione, che di PNL (Voltarecchie è un ottimo mentore oltre che un conoscitore della materia).
Fra questi testi, c'è ovviamente The Game di Neil Strauss.

IL libro.
Il libro si presenta come un massiccio tomo nero con scritte oro. Sotto al titolo, troneggia un sottotitolo estremamente pretenzioso per un cristiano, ma anche per un seduttore: "La bibbia dell'artista del rimorchio".
In realtà, questo sottotitolo è la vera chiave del testo.

In sintesi estrema, il libro narra del percorso di trasformazione dell'autore, in seno alla community americana,
e di come lui ne sia diventato il più illustre esponente.
L'inizio è avvincente: la narrazione dei primi seminari con Mystery desta molta curiosità e l'idea che Mystery sia realmente un mito. Ma presto, ci si trova a cozzare contro particolari che lasciano un po' stupiti.

In particolare, si nota come tutto il libro sia permeato della filosofia dell'American Dream, ovvero del fatto che in America, qualsiasi sfigato possa diventare qualcuno.
Il secondo punto terrificante, è legato all'impatto che ebbero i fumetti della Marvel nella cultura americana.
Un esempio di questo aspetto, sono i lottatori di Wrestling.
ognuno di loro si differenzia per una particolarità, per una specializzazione.
E così viene presentata la community dei guru della seduzione americana: Ross Jeffries, è l'uomo che pilota le menti, De Angelo, l'eroe dell'umorismo cazzuto, poi ci sono i tagliabioschi, l'incappucciato e i due che lavorano in coppia e praticano la magia degli sciamani,
Insomma, Style, il protagonista, assorbe tutte le armi di questi mutanti della seduzione, e diventa l'arma X dell'ultimo Wolverine: il seduttore perfetto.
Da questo punto in poi, cominciano a venir fuori sempre più dettagli sulle donne rimorchiate da questi superseduttori.
Sintomatica una frase di Mystery parlando del suo peacock:
"Mi vesto per le ragazze più oltraggiose dei club,per le prostitutelle in calore, per quelle che non potrei mai avere"
Più volte si parla nel testo di ragazze uvbriache o fatte, o che a distanza di poco spompinano prima Mystery poi style.
Sintomatica ancje la frase di Mystery che descrive la ragazza di cui è innamorato ( e che quindi si presume di valore)
"una povera alcolizzata".
Ci sono altri punti, come la narrazione di una botta di sesso a tre di Style, che connotano ulteriormente lo spirito di queste prede.
In un episodio, una gli chiede di venirgli in bocca. Lui esegue.
Lei sputa lo sperma in bocca all'altra, e cominciano a baciarsi...  Buck
Insomma, le prede di questi seduttori, sono scarti, bellissimi soprammobili con una realtà sessuale e sociale vagamente devastata.
Il che spiega come facciano a cadere in routines così banali, sono prede facili, in perfetto italiano: STRAPPONE.
La narrazione continua con la storia del Project Hollywood, la comunità dei seduttori.
Una variante dei film sui ritrovi da allievi di college riveduta in chiave business.
Il racconto temina non appena nella vita di Style entra una vera donna: cio che io definisco una femina, con la quale l'ambaradam mysteriano fallisce myseramente.

Salienti sono la descrizione di Mystery, che viene dipinto come un povero frustrato con problemi mentali, e di Tyler Durden, spennellato come un viscido traffichino che discredita chiunque.
Altra cosa divertente, è la totale ignoranza di qualsiasi precedente nella storia della seduzione da parte di Style,
che lascia esterrefatti.
Ad esempio descrive il parlar male dei propri antagonisti in amore una "tecnica di mystery".
Probabilmente non ha letto la storia dell'antica grecia, ne tantomeno quella egizia...

Insomma, un testo utile per avere una idea della società americana,e per rendersi conto di quanto quello che viene proposto come un sistema assoluto, sia in realtà funzionale solo su una ristretta nicchia di persone.
Ma dal punto di vista del rimorchio, la vera Bibbia contiene molto di più...

TermYnator

Recensione che condivido. Eppure questo libro è interpretato stranamente dalla maggior parte dei lettori.
Si conclude infatti chiarendo che Mystery ha evidenti problemi mentali. Eppure Mystery grazie a questo libro è diventato famoso come un "guru" della seduzione e non come uno psicolabile.
Sembra che le persone che leggono questo libro si dimentichino del finale (eppure è quello che generalmente si ricorda in un romanzo). Io trovo la cosa molto curiosa e non sono mai riuscito a darmi una spiegazione convincente.

Loggato

nemesi

  • SI-Bannati
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 2
  • Offline Offline
  • Posts: 154

Re: Libro: The Game

« Risposta #3 del: 24 Giugno 2009, 23:41:18 »

Citato da: trombler il 24 Giugno 2009, 22:59:42

si salva qualcosa in questo libro?

Non ho detto che sia da buttare, anzi ne consiglio la lettura a scopo culturale
ed antropologico.
Ma non è un testo che metterei fra i titoli formativi per chi vuole imparare a rimorchiare.

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10003

Re: Libro: The Game

« Risposta #4 del: 24 Giugno 2009, 23:52:29 »

Citato da: nemesi il 24 Giugno 2009, 23:07:36

Recensione che condivido. Eppure questo libro è interpretato stranamente dalla maggior parte dei lettori.
Si conclude infatti chiarendo che Mystery ha evidenti problemi mentali. Eppure Mystery grazie a questo libro è diventato famoso come un "guru" della seduzione e non come uno psicolabile.
Sembra che le persone che leggono questo libro si dimentichino del finale (eppure è quello che generalmente si ricorda in un romanzo). Io trovo la cosa molto curiosa e non sono mai riuscito a darmi una spiegazione convincente.

Ci sono due motivi alla tua giusta osservazione Sati.
Il primo è prettamente tecnico.
Lo stile narrativo, decade paurosamente nel finale, creando forte distrazione.
A questo, va aggiunto che chi si avvicina a questo libro, lo faccia sperando
di trovare delle soluzioni al problema rimorchio, che nel finale vengono praticamente smentite:
tantostà, che Style per trombarsi Lisa, ammette di fare cose da SOF.

Il secondo è che Mystery viene comunque dipinto come l'unico che in realtà ha partorito un
metodo, mentre gli altri glielo hanno scopiazzato cambiando qualche particolare.
Infatti, nel finale, Style sostiene che la community si è allargata a dismisura, e che tutti,
autoproclamatisi guru, insegnano di fatto le stesse routines.
Ha quindi senso parlare di "seduzione all'americana" rifacendosi all'MM, perchè di fatto,
fatta eccezione di autori precedenti, come Weber e Jeffries, è la matrice comune a tutti i novi guru.
Va da se che chi cerchi una guida al rimorchio, sia indifferente al fatto che Mystery sia descritto come uno psicolabile, non dovendoci uscire insieme, ma lo consideri sull'altro aspetto, ovvero uno che può insegnate come risolvere il problema

« Ultima modifica: 25 Giugno 2009, 00:00:25 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10003

Re: Libro: The Game

« Risposta #5 del: 25 Giugno 2009, 00:02:00 »

Dico solo che questa recensione è fortemente utilitaristica, è in pratica soltanto una denigrazione.
Che utilità ha fare un post come questo?
Ma.....

Loggato

Kant

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 170
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1372

Re: Libro: The Game

« Risposta #6 del: 25 Giugno 2009, 00:53:02 »

Citato da: kant il 25 Giugno 2009, 00:02:00

Dico solo che questa recensione è fortemente utilitaristica, è in pratica soltanto una denigrazione.
Che utilità ha fare un post come questo?
Ma.....

a) Far spostare questo libro dallo scaffale "Libri per rimorchiare" a quello "Fatti relativi al rimorchio".
b) Far capire che non è tutto oro quello che luccica.
c) Rendere una idea di quali siano le ragioni di rimorchi fatti con tanta semplicità.
d) Evitare che i niubbi credano ad esseri soprannaturali, e subiscano la frustrazione di non arrivare
MAI ad emularli.
e) Stabilire una volta per tutte, che una RMP americana non è come una normale italiana.
f) Rendere ben chiaro il concetto che un Guy Montag, che qui consideriamo uno tranquillo e pacato che non s'atteggia minimamente, tradotto a Las Vegas fa i numeri  di questi supereroi descrivono come imprese mirabolanti continuando a non atteggiarsi.

In due parole, che questi superpua stanno alla figa come i wrestlers stanno al combattimento:
un fenomeno pompato all'estremo per avere un pubblico estremamente vasto di nerds creduloni
ed obesi, che si rimpinzano di burro di arachidi e si arrapano con il silicone contenuto nelle tette.
Da noi il burro si fa con il succo di pocce di mucca, ed il silicone si mette nella vasca da bagno
perchè le tette ci piacciono VERE, e non ci arrapiamo davanti allo scaffale della ferramenta.
Sono fermamente convinto del fatto che la nostra cultura, così come i nostri valori, vadano
salvaguardati da questi miseri tentativi di raggiro.
Ci sono stati italiani che hanno venduto il Colosseo a questi campioni di furbizia:
ora vogliamo farci vendere come si rimorchia da loro?
Bah...

« Ultima modifica: 25 Giugno 2009, 00:56:58 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10003

Re: Libro: The Game

« Risposta #7 del: 25 Giugno 2009, 06:59:11 »

La recensione è tagliente e divertente, però credo sia disonesto trafugare il significato di fondo del libro.
Style non fa altro che "mitizzare" questa community per poi smontarla piano piano; parla di Mystery all'inizio come di un messiah, poi come di un narcisista suicida; descrive il pick up prima come la rivelazione, poi come una buffonata da nerd. Arriva persino a paragonare il pick up a Scientology.
Inizia descrivendo le donne come oggetti, poi finisce in one-itis e poi si fidanza con la stessa, smettendo di parlare di routine e passando ai sentimenti.
Descrive il rimorchio prima in ascesa e poi in discesa, trattandolo in modo piuttosto equilibrato.

Nella tua recensione del libro c'è tutto tranne il suo senso principale, ossia la messa in discussione dei valori del rimorchio e dei personaggi che ne sono portatori (se vuoi dare una controllatina c'è una critica al pick up praticamente in ogni fine capitolo).

Acqua

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Libro: The Game

« Risposta #8 del: 25 Giugno 2009, 08:44:31 »

Citato da: Acqua il 25 Giugno 2009, 06:59:11

La recensione è tagliente e divertente, però credo sia disonesto trafugare il significato di fondo del libro.
Style non fa altro che "mitizzare" questa community per poi smontarla piano piano; parla di Mystery all'inizio come di un messiah, poi come di un narcisista suicida; descrive il pick up prima come la rivelazione, poi come una buffonata da nerd. Arriva persino a paragonare il pick up a Scientology.
Inizia descrivendo le donne come oggetti, poi finisce in one-itis e poi si fidanza con la stessa, smettendo di parlare di routine e passando ai sentimenti.
Descrive il rimorchio prima in ascesa e poi in discesa, trattandolo in modo piuttosto equilibrato.

Nella tua recensione del libro c'è tutto tranne il suo senso principale, ossia la messa in discussione dei valori del rimorchio e dei personaggi che ne sono portatori (se vuoi dare una controllatina c'è una critica al pick up praticamente in ogni fine capitolo).

LOL! Io cerco di non infierire più di tanto, per non far incazzare chi la pensa come Kant, e tu mi bacchi perchè non infierisco per mantenere il pluralismo. Non dovevo darti retta Smile
A tal proposito, autorizzo Kant a postare il PM che gli ho mandato 6 ore prima di questa tua osservazione.

Mi sono volutamente astenuto dal dare una interpretazione morale della volontà dello scrittore, per non togliere a questo libro il suo principale motivo di acquisto: ovvero l'essere ritenuto la chiave per entrare nel mondo della seduzione scientifica. Se avessi scritto che la "bibbia del rimorchio" è stata scritta per distogliere dal rimorchio, avrei praticamente scritto "Non comprate questo contraddittorio libro, leggetevi Gioia, e fate prima". Questo è essere disonesti.
La "morale", se di morale vogliamo parlare, è un'altra ed è quella che ho introdotto per sommi capi:
la community americana si rivolge e funziona su donne fasulle, perchè su donne VERE le tattiche del master guru
americani sono inefficaci. Tantostà che Style non seduce Lisa con le tattiche, ma con strategie "SOF".
Style ammette quindi che si vuole una donna VERA, non bastano le routine di  Mystery,  che rimorchia psicopatiche come lui, ma è meglio MOSTRARE LE PROPRIE REALI CAPACITA'.
Solo una donna VERA, infatti, ti consente una vita VERA, che non si concilia con quella di una community fatta di uomini nascosti dietro a routines che rimorchiano porcelline ubriache.
Ma questa è una constatazione, non la morale, perchè anche su questa vita vera, Style getta un velo di dubbio.
Non possiamo infatti dimenticare l'ultimo capitolo, ovvero l'intervista a Weber, e quindi il punto focale e conclusivo del libro. Weber è il primo guru convertito della seduzione,redento e sposato e con due figlie,
che come Style smette di rimorchiare per dedicarsi ad una sola donna.
Beh, il quadro non è idilliaco, e smentisce la tua tesi: weber non si dice contento, l'autore legge nei suoi occhi che c'è ancora voglia di scendere sul campo, cosa che per rispetto delle convenzioni Weber si astiene dal fare.
La morale che fornisce Weber è che il rimorchio, al pari del matrimonio,  ti riveste di temporanee sicurezze che non colmano mai il gap iniziale: se nasci morto di pippe, muori morto di pippe cercando invano di risolvere il problema.
La vita reale è quindi al pari di quella della community,  una serie di convenzioni e di prassi che non ti rendono comunque felice. Style ritiene conclusa la sua fase di artista del rimorchio ritenendola inadatta a farlo felice, e ritorna alla monogamia cominciando una nuova avventura continuando la sua ricerca di felicità. Ma lo fa senza illusioni.
La vera e decisiva morale di The Game, se proprio vogliamo cercarne una, è che il rimorchio come il matrimonio fasi di una ricerca di sicurezza che speri di trovare.
Ma la conclusione è: "E alla fine muori".

TermYnator

« Ultima modifica: 25 Giugno 2009, 08:46:11 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10003

Re: Libro: The Game

« Risposta #9 del: 25 Giugno 2009, 10:27:35 »

Quoto in pieno Kant,tanto più che penso il 90% di quelli qui ha letto the game e non credo che la gente sia stupida così tanto da bere le cose senza cervello e dal non discernere realtà da finzione.
Ad ogni modo..

Citato da: TermYnator il 25 Giugno 2009, 00:53:02

a) Far spostare questo libro dallo scaffale "Libri per rimorchiare" a quello "Fatti relativi al rimorchio".

The game non credo venga considerato da nessuno "libro per rimorchiare", è un semplice romanzo..
Non l'ho mai visto in libreria nel reparto manualistica,anzi c'è chi dice di averlo visto nel reparto "letteratura d'umosismo"

Citazione

b) Far capire che non è tutto oro quello che luccica.

Giusto proposito, come detto sopra però la gente non è stupida

Citazione

c) Rendere una idea di quali siano le ragioni di rimorchi fatti con tanta semplicità.

Questo obiettivo l'hai perseguito affermando che le donne del racconto sono tutte porcelline, strafatte e rifiuti..
Oltre ad essere una tua interpretazione (in realtà si parla anche di una ventottenne vergine ed altri esempi che hai volutamente omesso che ora a distanza di tempo non ricordo) che non ti fa molto onore visto che mi sembra poco rispettosa delle donne c'è anche da dire che se bastasse andare con le ragazze facili non ci sarebbero tutti questi sof.
Nella realtà solo perchè una ragazza è facile non è detto che venga con te, questo chiunque lo sa.

Citazione

d) Evitare che i niubbi credano ad esseri soprannaturali, e subiscano la frustrazione di non arrivare
MAI ad emularli.

Come detto sopra, nella realtà come è già stato detto lo stesso neil strauss ridimensiona più volte l'onnipotenza della community.

Citazione

e) Stabilire una volta per tutte, che una RMP americana non è come una normale italiana.

Concetto più volte ribadito anche nel TAF

Citazione

f) Rendere ben chiaro il concetto che un Guy Montag, che qui consideriamo uno tranquillo e pacato che non s'atteggia minimamente, tradotto a Las Vegas fa i numeri  di questi supereroi descrivono come imprese mirabolanti continuando a non atteggiarsi.

Non conosco guy di persona ma sono sicuro che ciò che dici sia vero.
E' pur vero che un romanzo è naturale che sia scritto in maniera pomposa, altrimenti nessuno lo leggerebbe.

Citazione

In due parole, che questi superpua stanno alla figa come i wrestlers stanno al combattimento:
un fenomeno pompato all'estremo per avere un pubblico estremamente vasto di nerds creduloni
ed obesi, che si rimpinzano di burro di arachidi e si arrapano con il silicone contenuto nelle tette.
Da noi il burro si fa con il succo di pocce di mucca, ed il silicone si mette nella vasca da bagno
perchè le tette ci piacciono VERE, e non ci arrapiamo davanti allo scaffale della ferramenta.
Sono fermamente convinto del fatto che la nostra cultura, così come i nostri valori, vadano
salvaguardati da questi miseri tentativi di raggiro.
Ci sono stati italiani che hanno venduto il Colosseo a questi campioni di furbizia:
ora vogliamo farci vendere come si rimorchia da loro?
Bah...

Nella realtà questa recensione dovrebbe essere una promozione dell'italianità..
Nello specifico visto che tu sei un seduttore italiano che propone un metodo se ne deve dedurre che con questa recensione vuoi rivalutare il tuo metodo offuscando gli altri.
Il che non sarebbe la prima volta, però mi astengo da ulteriori polemiche perchè il tempo passato a litigare è tempo perso.

Tanto più che bene o male ti do ragione, The game ti carica di aspettative elevate, però con il tempo chi esce sul campo si accorge della realtà dei fatti..

La cosa da dire però è che se vuoi smentire l'efficacia degli americani come controparte dovresti dimostrare l'efficacia del tuo.

E' inutile ribadire che statisticamente quelli che hanno percorso la strada di mystery hanno migliorato quasi tutti la loro vita sessuale e sociale ( me compreso) mentre ad oggi non ci sono riscontri effettivi sul tuo metodo.
Questo discorso lo lascio ad altri.

è inutile anche parlare di mystery come uno psicopatico solo per sprostitutarlo perchè nella realtà un sacco di persone con problemi psicologici hanno dato enormi contributi all'umanità, molti più di quelli che ha dato mystery.
Il giudicare qualcuno perchè ha avuto problemi di depressione è abbastanza razzista come atteggiamento.

In concreto il tuo punto focale è che: - il MM vale solo su donne attratte o incuriosite a priori
                                                    - Il TM attraverso un'attenta osservazione con tarli e contrasto sarebbe in grado di generare curiosità e di permetterti di proseguire l'interazione con donne che non ti avrebbero mai considerato.

Ora visto che nell'altro thread non mi hai risposto ti chiederei di nuovo gentilmente di darmi la dimostrazione che anche il tuo metodo non presuppone un minimo grado di recettività.
Perchè per la mia esperienza la recettività è un presupposto di OGNI rimorchio.

Prima di tutto alcune domende chiare -quali sono per te Termy le donne che non sono seducibili in assoluto (o che comunque hanno margini trascurabili di possibilità)?
-quali sono i set che forse sarebbero chiudibili ma che comunque è meglio lasciare stare per ragioni logistiche? (poco tempo a disposizione ecc.)E soprattutto, questi sono riscontrabili con l'osservazione?
-Sei sicuro che i tarli e il contrasto non funzionino solamente sulle donne che sono comunque disposte a farsi tarlare e riusciresti a dimostrarlo? perchè per conto mio un tarlo presuppone un certo interesse.Se ad una ragazza non frega nulla di te perchè dovrebbe interessarsi del fatto che giri con uno djembè senza suonarlo?

Su queste cose è bene fare chiarezza perchè altrimenti fai cadere il sogno americano dei newbie, ma non dai loro una contropartita valida.
Nel concreto osservare una donna e cercare di trovare un pretesto per aprirla è bene o male quello che fanno tutti i sof.

Questa volta arriviamo ad una conclusione per piacere??
Senza che mi si dica che sono un troll che viene a rompere i coglioni per sprostitutarti magari.

Perchè se si trattano così tutti quelli come me che cercano di capire qualcosa questo forum si svuoterà.
E resterai solamente tu che proponi le tue teorie a quei pochi discepoli.
E allora qualcuno ha ragione a dire che vuoi fare del forum il tuo territorio virtuale.

P.S. ho visto che in un post passato Mailin è andato a dire che mi conosce e che ha chattato con me e che Termy parla meglio di me.
Voglio precisare che io Mailin non solo non lo conosco e neanche mi frega di conoscerlo, ma non ricordo neppure il suo nick. E oltretutto non ho neanche Msn.
Quindi suppongo sia un esempio di condizionamento, ma non sono problemi miei.

« Ultima modifica: 25 Giugno 2009, 10:42:12 da Dally85 »

Loggato


BANNATO

Dally85

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 565

Re: Libro: The Game

« Risposta #10 del: 25 Giugno 2009, 11:18:26 »

Citato da: Dally85 il 25 Giugno 2009, 10:27:35

Giusto proposito, come detto sopra però la gente non è stupida.

«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»

Albert Einstein

Per il resto della polemica, sei off topic ed è un discorso trito e ritrito che almeno personalmente non ho più voglia di sentire.
Non so gli altri. Ti prego comunque di riaprirlo nelle giuste sezioni, tanto lì sei rimasto mesi fa e lì puntualmente hai ripreso.

Per il resto la recensione più obbiettiva e realista che abbia mai letto, soprattutto la parte finale in cui effettivamente la "donna" di Style risulta essere la prima vera femina che incontra. D'accordissimo.

Per tutti quelli che dicono "ma Style ha fatto un ritratto bruttissimo della community", vi ricordo che è uno di quelli che ne ha tratto i maggiori guadagni proprio vendendo il tipo di insegnamento che tanto criticava.

Loggato


"Sunbeam: il porco per antonomasia." -TermYnator
"Mai sottovalutare la stupidità femminile." -ex ragazza

SunBeam

  • SI-Creators
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 329
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Monte di Venere
  • Posts: 4866
  • WWW

Re: Libro: The Game

« Risposta #11 del: 25 Giugno 2009, 11:54:18 »

Citato da: SunBeam il 25 Giugno 2009, 11:18:26

Per il resto della polemica, sei off topic ed è un discorso trito e ritrito che almeno personalmente non ho più voglia di sentire.
Non so gli altri. Ti prego comunque di riaprirlo nelle giuste sezioni, tanto lì sei rimasto mesi fa e lì puntualmente hai ripreso.

Il discorso è stato aperto nelle apposite sezioni in realtà ma la risposta non l'ho ricevuta.

http://seduzioneitaliana....-modalita-di-apertura/30/

Io più che altro vedo il tuo stesso atteggiamento di mesi fa e vedo che mi accusi di fare polemiche quando in realtà voglio solo capire le cose come stanno.
In realtà mi sembra chiunque possa capire che non c'è vena polemica visto che mi sono espresso in modo educato e civile.
Tant'è che io non ho nessuna ritrosia nei confronti di termy, nessun dissapore e nessuna ipotetica vendetta da attuare.Lo dimostra il fatto che ci siamo sentiti in tutta tranquillità in privato anche dopo l'ultima discussione su IL.

Se ben vedi anche altri hanno notato un che di tendenzioso nella recensione.
La conclusione è sempre che il MM è valido solo su attrazione pregressa.
E' sempre li che si va a parare.Quindi a ben vedere neanche qui mi pare di essere troppo off topic.
Siccome sai bene come la penso è inutile che mi ri inviti nel forum e poi non mi permetti di esprimere la mia opinione e cerchi di snobbarmi dicendo che faccio discorsi triti e ritriti.

Nella realtà rivedo la stessa atmosfera di mesi fa dove c'è termy che lanci frecciate a mystery e agli altri non è concessa replica.
Se è così basta dirlo, in questi mesi senza IL sono sopravvissuto lo stesso, l'unico motivo che mi ha spinto a scrivere quel post è perchè acqua ha rispecchiato un'idea che sto avendo recentemente.Però non venire a parlare di rinnovamento del forum,perchè a me sembra tiri sempre la stessa aria (con qualche membro in meno)

Perchè se è così anche nel TAF qualcuno può andare ad aprire una recensione parlando male del TM e tacciando ogni voce contraria.
Così però ogni forum si fa i cazzi suoi e non si arriva a nessuna conclusione produttiva non credi??

Se invece per te sono solo un rompipalle, un personaggio scomodo, basta dirlo..
Come me ne sono andato l'altra volta dal forum posso pure sparire ora.
L'altra volta mi hai accusato di essere un troll, ora non ti preoccupare che non ci sarà motivo di cadere così in basso se vuoi che me ne vada dal forum.

Se Termy crede di porre rimedio alle carenze del MM forse però è il caso di portare dimostrazioni concrete.

E' inutile fare tante chiacchere sui dettagli.
Prima si arriva alla radice e poi si parla delle altre cose.

nella realtà come ha detto giustamente qualcun altro non si può dire nulla di scientifico riguardo al rimorchio.
nella realtà mystery parlando di rimorchio finisce nel reparto "letteratura umoristica" e termy in un forum dove ride di lui gente che passa la prorpia vita a giocare a stupidi giochetti online tra una sega su youpon e l'altra.

Per come la vedo io non ci sono nè prove scientifiche che il MM funzioni nè che il TM funzioni.
Ci si basa solo su esperienze personali di ciò che ha funzionato e ciò no.
Però non si può venire a dire "il suo metodo ha funzionato perchè ha culo, il mio invece funziona per certo"
Bisogna anche dimostrarlo.

Quindi Sunbeam prima di tornare a darmi del rompicoglioni polemico chiediti perchè lo stai facendo e chiediti  se forse la discussione non possa portare a qualche risvolto positivo per qualcuno .

e per favore non scomodare einstein che non è proprio il caso

« Ultima modifica: 25 Giugno 2009, 12:25:26 da Dally85 »

Loggato


BANNATO

Dally85

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 565

Re: Libro: The Game

« Risposta #12 del: 25 Giugno 2009, 12:20:58 »

Io ho letto solo parti del libro, le quali non mi hanno convinto a leggerlo tutto, quindi non posso fare una recensione,ma parto da uno dei presupposti indicati da Termynator.. che condivido 100%.

La societa' anglosassone e' terribilmente diversa dalla nostra.. io ne ho viste e conosciute di STRAPPONE americane/inglesi, ragazze che sanno divertirsi e stare al mondo.. ma pensare di importare le tecniche USA per portarsi a letto le italiche.. ragazzi..su sveglia.. quello e' un altro mondo.

Loggato


Donna de quarant'anni buttela a fiume co' tutti li panni. (proverbio romano)

maxcavezzi

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: genova
  • Posts: 1118

Re: Libro: The Game

« Risposta #13 del: 25 Giugno 2009, 12:24:28 »

Dally credo che qui stiam parlando del libro "The game" e non del confronto tra MM e TM.
La recensione mi sembra tutto sommato obiettiva.

Non é la prima che leggo in cui si evidenzia come i PUA del libro rimorchino soprattutto in certi contesti (Clubs)  ed un certo tipo di donne, con in mezzo a volte alcool e droga, soprattutto quando inizia il project Hollywood.

Di rimorchio in senso stretto si parla soprattutto nei primi capitoli, prima che Strauss diventi Style, dove vengono spiegate le basi del MM e i suoi concetti piú comuni (routines, kino, neg etc...).
Poi il libro va piú sul narrativo e meno sul tecnico; insomma se dovessi imparare a rimorchiare leggerei piú il Venusian handbook (cosa che ho fatto)

Quanto all´applicabilitá pratica di questa storia: il rimorchio per Style a un certo punto diventa un lavoro arrivando a formare con le stesse routines interi plotoni di pua in erba, tanto da arrivare ad esaurire le ragazze da sargiare (quando Style usa l´aperura delle migliori amiche e loro dicono "ce l´han fatta giá due volte oggi  Shocked). Insomma io fatico a immaginare queste cose in italia

Poi regá, i problemi psicologici di mystery li descrive neil strauss mica termynator, e The Game é stato un bestseller per molti anni.
Nonostante tutto mystery é famoso come guru della seduzione ed ha avuto pure il suo reality show, quindi non mi pare che abbia ricevuto acttiva pubblicitá.

Inoltre alla fine si legge una disillusione di fondo, perché nessuno dei protagonisti sembra essere davvero felice grazie alla abilitá nel rimorchio in sé, che viene usata o per fare soldi o per riempire altri vuoti psicologici (tipo Extramask).
Comunque alla fine é un libro interessante

nota di gossip: la morosa di style poi lo ha mollato per robbie williams

« Ultima modifica: 25 Giugno 2009, 12:29:19 da JBGrenouille »

Loggato


life is too short to be afraid

JBGrenouille

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 93
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 38
  • Residenza: La Perfida Albione
  • Posts: 1209

Re: Libro: The Game

« Risposta #14 del: 25 Giugno 2009, 12:34:15 »

Citato da: JBGrenouille il 25 Giugno 2009, 12:24:28

Dally credo che qui stiam parlando del libro "The game" e non del confronto tra MM e TM.
La recensione mi sembra tutto sommato obiettiva.

La recensione è abbastanza obiettiva nei contenuti ma piuttosto tendenziosa nello stile.
Tant'è che si conclude dicendo che noi italiani abbiamo venduto a loro il colosseo quindi non si sa perchè debbano insegnarci a rimorchiare.
E questo mi pare non si pertinente al libro ma solo un tentativo di fare ancora una volta un confronto.
e' ovvio che se si vuole fare un confronto io sono ben lieto di portare civilmente il mio punto di vista se noi pazienza.

P.S per JB, nella realtà in effetti sulla batterista Lisa nulla fa supporre sia differente dalle altre, anzi è la migliore amica di courtney love.
Il solo fatto che ci abbia messo di più a starci con style (ti credo conosceva la community) non rende le altre donne delle mignotte con problemi.

Loggato


BANNATO

Dally85

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 565
Pagine: [1] 2 3 ... 9   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: