Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

(Letto 2216 volte)

Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« del: 06 Giugno 2010, 02:56:54 »

Sapete vecchi sof, sono abbastanza scettico sull'opportunità di raccontarsi pubblicamente.
Ho sempre pensato (anzi, continuo tuttora a pensarlo) che dietro ogni sfogo si nasconda un evidente bisogno di compiangersi. E la cosa mi aggrada ben poco.
Detto questo però - mandando dunque a fare in culo ogni tipo di coerenza - stanotte non riesco a non farlo.
Quindi per onestà ci tengo ad avvertirvi: questa pagina è un "unseduction" per eccellenza, un off-topic in cui ripercorrerò alcuni momenti personali per cercare di riordinare il più possibile il forte disorientamento emotivo di questi giorni ( e soprattuto di questa notte, prostituta eva).

Mi ricordo cha da bambino mi vergognavo tremendamente, forse un po' come tutti noi, di raccontare agli altri maschi quelle che erano le prime sensazioni piacevoli che si provano a contatto con l'altro sesso.
" L'amore è una cosa da femmine", si diceva. E io in fondo ci credevo a 'sta cosa, facendo di tutto per nascondere ogni parte del mio lato emotivo.

Poi però solitamente le cose dovrebbero evolvere. Si cresce, s'inizia a maturare e, poco a poco, ci si accorge che l'altro sesso non fa poi così schifo (come invece si pensava fino a poco tempo prima).
Questo è il tempo delle scuole medie, tempo dei primi amori, dei primi baci, delle prime cotte (e perchè no, anche delle prime seghe  Exclamation).
In questo periodo della mia vita mi sono divertito come un deficiente: ero, diciamo così, il "leader" del gruppo, e con le ragazzette riscuotevo un discreto successo.
Il mio primo bacio lo diedi a 13 anni dietro ad un albero, per far sì che i camerati non mi vedessero.

Ricordo che lei, Elena, dopo avermi baciato mi chiese: "Ma tu mi vuoi bene?". Io risposi: "No"
Lei pianse, io mi sentivo un figo. Che poi non era nemmeno vero. Lei mi piaceva, forse le volevo anche bene. Ma questa cosa prima ancora che agli altri compari, non volevo ammetterla a me stesso.
Tutta la mia vita di adolescente è stata impostata sulla soddisfazione del mio Io narcisistico, cinico e riluttante verso ogni espressione di affetto.
E la cosa incredibile è che il narcisismo era talmente forte che oscurava realmente tutta la sfera dei sentimenti.

Al liceo le cose presero una piega diversa.
Diciamo che fino ai 15 anni, il trend rimase lo stesso che ho raccontato nel paragrafo sopra: storielle idiote, limoni duri, autocompiacimento nel prendere per il culo le ragazze(tte)

Poi però ad un certo punto, gli altri coetanei iniziavano a crescere, oltre che fisicamente, anche emotivamente.
I miei amici e i miei compagni di classe inziavano a raccontarmi delle prime loro "relazioni", dei primi "petting" e poi anche delle prime scopate.

Io invece ero rimasto bloccato, fisicamente ed emotivamente. E da un giorno all'altro ( lo ricordo ancora chiaramente) le ragazze intorno a me iniziarono a sparire. E lì nacque Expeuasition-MdP.
Un adolescente sedicenne, colto, cinico, maturo, anaffettivo e senza figa.

Quello che mi rodeva però non era il fatto di non avere qualcuna con cui condividere un sentimento, bensì non essere riconosciuto nel mio Io, nell'immagine vincente di me stesso che mi ero costruito.

Passai due anni pessimi, tra i 15 e i 17, uscendo pochissimo, mandando affanculo parecchie amicizie e rinchiudendomi rabbiosamente in me stesso.

Poi arrivò Alice, la nuova compagna di classe. Possiamo anche dire "la bella" della classe, oltretutto un anno più grande di noi. Io avevo diciassette anni, lei maggiorenne. Ne rimasi colpito subito ma non ebbi un'infatuazione.
Poi, col passare dei giorni, il mio interesse cominciava a crescere e qualche cosa a livello emotivo iniziava a cambiare. Sentivo che in lei non cercavo più soltanto delle conferme narcisistiche ma ero intenzionato a qualcosa di più "profondo". Iniziai a corteggiarla - come ogni morto di pippe che si rispetti - e lei continuava a darmi picche rivendicando la sua fedeltà. Ma io avevo capito di non esserle indifferente.
Diedi vita ad un corteggiamento serrato e pressante, finchè riuscii a entrarle in testa in maniera fortissima.

Lei lasciò il suo ragazzo e si innamorò perdutamente di me. Poi però per una serie di motivi che sarebbero troppo lunghi e noiosi da spiegare, le cose non funzionarono.
E' difficile da spiegare: usando una metafora, potrei dire che il nostro rapporto è stato un treno. Sul quale, però, non siamo mai riusciti a salire nello stesso momento.

In ogni caso Alice fu la prima ragazza con cui andai a letto. Non so se si trattasse di "fare sesso" o di "fare l'amore", ma fu comunque un'esperienza per me unica. Ero arrivato a 17 anni senza aver mai dato un abbraccio sentito ad una ragazza, senza aver mai avuto qualche scambio di tenerezza. Esser stato con lei mi cambiò. Mi si aprì un mondo nuovo, che per me era rimasto chiuso troppo a lungo, ed iniziai ad aver una spinta molto forte a recuperare tutto il tempo perduto. Passò qualche tempo ed io iniziai ad allontanarmi da lei.
Lei mi cercò a lungo, si dichiarò sinceramente, ma non cambiò nulla. Io e lei prendemmo due direzioni diverse.

Questo avvenne nel 2004. Sono passati ormai 6 anni da quel periodo. In tutto questo tempo posso dire con sicurezza assoluta che non ho mai più riprovato le stesse sensazioni, gli stessi sentimenti, per nessun altra ragazza. Oh certo, c'è stata qualche trombatina di mezzo, qualche infatuazione nata presto e finita ancora prima, ma comunque nulla che si avvicinasse a quel "sentire".

Poi è arrivata lei, Sara,
L'ho conosciuta a febbraio (il 14 per l'esattezza) ad un pranzo a casa di mio fratello (casa libera, mia madre assente.) Erano 6 persone, tre ragazzi, tre ragazze. Io la notai subito: non saprei sinceramente spiegarvi cosa mi passò per la testa in quel momento, ma è come se avessi avuto fin da subito, a pelle, una sensazione particolarmente positiva. Lei era fidanzata con sto tizio, un furbacchione che se la pigliava come trombamica facendole credere chissà quali sentimenti. E lei ovviamente ci cascava in pieno. Nel frattempo comunque tra noi cominciava ad instaurarsi una buona confidenza, ed io poco alla volta scoprivo una ragazza davvero splendida.
Splendida non soltanto nel suo modo d'essere così femmina, eppure così "alla mano" (niente doppi sensi, o vi taglio il pisello),  ma anche nella sua bontà un po' ingenua, senza però essere una stupida.

A causa sua ( forse stupidamente) mandai pure affanculo un paio di tizie ( cfr report "la ragazza del treno" e " la cameriera e le tribù indiane").
Non mi interessava altro, ero arrivato ad un buon punto con lei, me l'ero "giocata" bene tarlandola sul comportamento bastardo del suo tipo e proponedomi indirettamente come quello che invece lei realmente cercava.
Avevamo fissato un appuntamento, aperitivo. Ma non ci andai. Sapevo che questo avrebbe comportato un fottio di menate col suo tipo (e gli amici del tipo, nonchè amici di mio fratello). I sensi di colpa e il buon senso prevalsero. Mi tirai indietro ed iniziai a vederla molto meno, poi non la vidi più: nel frattempo ripresi in mano con costanza il forum e decisi di iscrivermi all'AdM (almeno questa, è stata una scelta saggia).

Aprile e maggio sono passati lisci, senza vederla, senza sentirla. Credevo addirittura di essermene dimenticato.

Poi questa settimana, mercoledì, l'ho rivista.
Era con mio fratello e un altro tizio a guardarsi la partita del Brescia, comodamente seduta sul divano.
Com'è stato rivederla? Mah... Avete presente un destro nello stomaco? Ok, forse non così incisivo ma quasi.

Abbiamo parlato, scherzato, fumato una sigaretta insieme sul terrazzo. Ora non sta più col tizio, è single.
Single fisicamente ma, da quanto appreso stasera, ancora occupata mentalmente.
Dice che i fiori che ci sono sul terrazzo le piacciono particolarmente: il giorno dopo, fotografo la rosa che lei aveva guardato, carico la fotografia su Facebook, e la taggo. Semplice no? " Tu sei una rosa" è il significato.
E' un gesto romantico, in fondo. Serve a un caxxo, intendiamoci, però per essere romantico è romantico.

Quando lei quella sera mi saluta, torno in camera mia e mi dico: "Expeausition, maremma maiala, erano due mesi che non la vedevi e ti sono bastate due ore con lei per ritrovarti in questo stato? E' inutile che ti prendi per il culo."

E io, cari amici sof, non mi prendo più per il culo.
Finalmente, dopo Alice, sta passando un altro treno. Stasera eravamo ad una festa insieme. Lei piuttosto brilla e sul depresso andante, io cercavo il momento giusto per mettere in pratica i consigli del paziente Termy senza però riuscirci. Me ne sono andato verso l'1.30, lei era infrattata da qualche parte col suo ex.
Non stavano trombando nè facendo alcunchè, parlavano. Tanto mi è bastato per cambiare aria.

Ma c'è una cosa che rimane sicura in tutto questo: sarà quel che sarà, finirà bene o finirà male, ma io stavolta me la gioco fino in fondo e non scappo. Se lei mi vuole chiudere la porta in faccia, lo farà soltanto dopo che io le avrò detto tutto. So benissimo che "tecnicamente" è una caccata, ma lo faccio per me.

Se devo essere rifiutato, voglio che lei sappia esattamente cosa sta rifiutando.

Voglio guardarla negli occhi, accarezzarle quel viso ancora un po' da ragazzina, ed aprirmi.
Dirle: "Fanculo a tutti, prendiamo insieme questo Treno ed andiamocene io e te"

Non dirò queste esatte parole, ma stavolta vado fino in fondo.

Poi boh, Sara quel che sarà...

Loggato

Expeausition

  • Visitatore

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #1 del: 06 Giugno 2010, 15:00:10 »

I miei complimenti per la padronanza dell' arte narrativa e la lucidità nell' individuare e analizzare le fasi personali degli anni trascorsi. Penso che gli sfoghi possano essere utili, soprattutto se usati per ricapitolare, sistemare le idee e poi andare a capo con fermezza.

Loggato

Saccottino

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Residenza: Bologna
  • Posts: 82

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #2 del: 06 Giugno 2010, 20:35:24 »

Kleos: ti ringrazio, effettivamente resta ben poco da dire. Mi sa che sono stato già abbastanza prolisso io.

Saccottino: grazie anche a te. Queste "mazzate", almeno un lato positivo ce l'hanno: sviluppano l'ispirazione e la creatività.

Loggato

Expeausition

  • Visitatore

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #3 del: 07 Giugno 2010, 00:58:35 »

Gli uomini passano per essere crudeli, le donne invece lo sono. Le donne sembrano sentimentali, gli uomini invece lo sono.

Friedrich Nietzsche

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #4 del: 07 Giugno 2010, 09:25:33 »

Citato da: nad84 il 07 Giugno 2010, 00:58:35

Gli uomini passano per essere crudeli, le donne invece lo sono. Le donne sembrano sentimentali, gli uomini invece lo sono.

Friedrich Nietzsche

frase dell'anno, caxxo! Thumbs Up

Loggato


"ti avverto: stasera non ho intenzione di fare niente"
fclose ;-)
-
"Le conferme di effe sono come la panna sulle tette, sempre graditissima" - sfigatto

-eFFe-

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 164
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 2232

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #5 del: 07 Giugno 2010, 11:24:27 »

Citato da: nad84 il 07 Giugno 2010, 00:58:35

Gli uomini passano per essere crudeli, le donne invece lo sono. Le donne sembrano sentimentali, gli uomini invece lo sono.

Friedrich Nietzsche

Frase stupenda!

@Expeausition: complimenti per il post, sei davvero bravo a scrivere. Smile
ma soprattutto mi han colpito le storie delle tue donne, del treno che che passava su cui salire o meno.

La vicenda di Alice mi ha fatto ricordare il mio amore ai tempi del liceo, solo non corrisposto da parte sua Sad
Anche io avevo 15-16 anni e son rimasto chiuso a fare il mdP per ben due anni...

In bocca al lupo con Sara, ma son sicuro che, comunque vada, sara' un successo  Smile

Loggato


life is too short to be afraid

JBGrenouille

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 93
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 38
  • Residenza: La Perfida Albione
  • Posts: 1209

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #6 del: 07 Giugno 2010, 11:31:02 »

Citato da: nad84 il 07 Giugno 2010, 00:58:35

Gli uomini passano per essere crudeli, le donne invece lo sono. Le donne sembrano sentimentali, gli uomini invece lo sono.

Friedrich Nietzsche

Eh sì, un po' di verità c'è.

Anche se il buon Nietzsche, per quanto riguarda le donne, non è propriamente un modello da seguire.
Non fosse altro che a forza di andare a troie di basso livello, s'è beccato la sifilide ed è impazzito.

Loggato

Expeausition

  • Visitatore

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #7 del: 07 Giugno 2010, 11:39:37 »

Citato da: JBGrenouille il 07 Giugno 2010, 11:24:27

@Expeausition: complimenti per il post, sei davvero bravo a scrivere. Smile
ma soprattutto mi han colpito le storie delle tue donne, del treno che che passava su cui salire o meno.

La vicenda di Alice mi ha fatto ricordare il mio amore ai tempi del liceo, solo non corrisposto da parte sua Sad
Anche io avevo 15-16 anni e son rimasto chiuso a fare il mdP per ben due anni...

In bocca al lupo con Sara, ma son sicuro che, comunque vada, sara' un successo  Smile

Grazie JB.

Sembrerà strano, ma nonostante non abbia ottenuto nulla di concreto con Sara, tutta la situazione m'è servita comunque per capire un paio di cose fondamentali:

1- C'è molta più umanità su un forum di "seduttori" come IL, che tra i MdP comuni. Qui molti di noi sanno cosa significa essere rifiutati o avere problemi con le ragazze, ci lavorano, e tentano un percorso di miglioramento.
Fuori, a parte pochi, sono tutti pronti a giudicarti con superiorità e senza un minimo di empatia.

2- Ho capito di non essermi iscritto a questo forum - e in generale di non essermi avvicinato a questo mondo - con l'intento di diventare un "seduttore seriale" che scopa in gran quantità. Il mio vero obiettivo è vincere certi limiti e certi atteggiamenti che in alcuni casi si rivelano sbagliati nell'approcciare una donna.
In ogni caso, non me ne servono cinquanta. Ora come ora, me ne basterebbe una.

Loggato

Expeausition

  • Visitatore

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #8 del: 07 Giugno 2010, 12:22:25 »

Citato da: Expeausition il 07 Giugno 2010, 11:39:37

1- C'è molta più umanità su un forum di "seduttori" come IL, che tra i MdP comuni. Qui molti di noi sanno cosa significa essere rifiutati o avere problemi con le ragazze, ci lavorano, e tentano un percorso di miglioramento.
Fuori, a parte pochi, sono tutti pronti a giudicarti con superiorità e senza un minimo di empatia.

2- Ho capito di non essermi iscritto a questo forum - e in generale di non essermi avvicinato a questo mondo - con l'intento di diventare un "seduttore seriale" che scopa in gran quantità. Il mio vero obiettivo è vincere certi limiti e certi atteggiamenti che in alcuni casi si rivelano sbagliati nell'approcciare una donna.
In ogni caso, non me ne servono cinquanta. Ora come ora, me ne basterebbe una.

Pertfettamente d'accordo con te.
Aggiungerei che siamo qui anche per imparare ad esprimere noi stessi al meglio: sticazzi dei "pua".

Loggato


selezione all'ingresso nei posti
per garantire che, siano proprio tutti escrementi.

Lew Griffin

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 27
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 324

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #9 del: 07 Giugno 2010, 13:53:26 »

Nietzsche stava troppo avanti con il pensiero per essere un seduttore.
Il seduttore nel bene o nel male si deve adeguare alla controparte e al controsistema.
Magari fa lui il gioco, ma deve rispettare le regole.
Quell'uomo l'unica cosa che ha rispettato è l'implosione della mente.
Piccolo off topic, pardon....

Loggato


La poesia prudente
e gli uomini
prudenti
durano
solo lo stretto
necessario
per morire
tranquilli


Charles Bukowski

sofficemaremoto

  • CSI-2-Iced
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 24
  • Offline Offline
  • Posts: 439

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #10 del: 08 Giugno 2010, 16:38:11 »

Citato da: sofficemaremoto il 07 Giugno 2010, 13:53:26

Nietzsche stava troppo avanti con il pensiero per essere un seduttore.
Il seduttore nel bene o nel male si deve adeguare alla controparte e al controsistema.

Quella che tu definisci "controparte" è la vita vissuta.

Qui poni una questione fondamentale, altro che off-topic.
"Pensiero-Ragione-Genio" oppure  "Vita-Sentimento-Passione"?

(in realtà è un po' fuorviante porre la questione in termini dualistici, ma non è comunque questo l'argomento)

Se fino a poco tempo fa mi avessero chiesto: "In quali dei due ambiti vorresti diventare un numero uno?", non avrei avuto esitazione a rispondere: " Nel Pensiero", con tutte le conseguenze del caso (magari evitando di prendere la sifilide, quello sì  Exclamation).

Ora, onestamente, non ne sono più tanto convinto.

Loggato

Expeausition

  • Visitatore

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #11 del: 08 Giugno 2010, 17:17:43 »

Citato da: Expeausition il 08 Giugno 2010, 16:38:11

Quella che tu definisci "controparte" è la vita vissuta.

Qui poni una questione fondamentale, altro che off-topic.
"Pensiero-Ragione-Genio" oppure  "Vita-Sentimento-Passione"?

(in realtà è un po' fuorviante porre la questione in termini dualistici, ma non è comunque questo l'argomento)

Se fino a poco tempo fa mi avessero chiesto: "In quali dei due ambiti vorresti diventare un numero uno?", non avrei avuto esitazione a rispondere: " Nel Pensiero", con tutte le conseguenze del caso (magari evitando di prendere la sifilide, quello sì  Exclamation).

Ora, onestamente, non ne sono più tanto convinto.

Idem....

Loggato


La poesia prudente
e gli uomini
prudenti
durano
solo lo stretto
necessario
per morire
tranquilli


Charles Bukowski

sofficemaremoto

  • CSI-2-Iced
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 24
  • Offline Offline
  • Posts: 439

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #12 del: 09 Giugno 2010, 07:51:29 »

Bellissimo post e bellissimi commenti. Non scrivo spesso quà, ma dimostrate una maturità di pensiero che spesso mi lascia basito.

Loggato


Dice il Budda, se hai una pentola piena di riso e acqua, puoi anche stare a pregare davanti a essa per tutto il giorno. Ma se non ti alzi e accendi il fuoco, non avrai mai il riso bollito...

elango

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 66
  • Offline Offline
  • Posts: 337

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #13 del: 09 Giugno 2010, 08:56:09 »

Citato da: elango il 09 Giugno 2010, 07:51:29

Bellissimo post e bellissimi commenti. Non scrivo spesso quà, ma dimostrate una maturità di pensiero che spesso mi lascia basito.

Elango torna a visitarci piu' spesso:
da questa parte siamo andati molto piu' avanti sul fronte del pensiero, dei valori e di certe questioni profonde  Thumbs Up

Loggato


"ti avverto: stasera non ho intenzione di fare niente"
fclose ;-)
-
"Le conferme di effe sono come la panna sulle tette, sempre graditissima" - sfigatto

-eFFe-

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 164
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 2232

Re: Sfogo notturno, tendenzialmente autobiografico, a tratti melanconico...

« Risposta #14 del: 21 Giugno 2010, 11:11:37 »

io il primo amore ce l'ho avuto in quarto liceo  Shocked alle medie ero troppo accupata a fare a botte col compagnetto di classe  Buck
muwhahahahahahhahahah
comunque a parte gli scherzi...
 vedere che hai preso una decisione, che ti vuoi far conoscere da questa ragazza e vuoi provarci veramente penso sia ... "la prima cosa bella" ...
non pensare a come andrà, buttatici e basta! non è facile trovare al giorno d'oggi persone che ti fanno provare determinate sensazioni => giocatela!
 
dai ex  Thumbs Up
tonico e disinvolto  Kiss

PS la foto della rosa... mmmmmmmmmmmmmmm... fantastica! noi adoriamo questi piccoli gesti ... non è vero che non è servito a niente fidati!

Loggato


conosco una donna che continua a comprare puzzle puzzle cinesi cubi cavi pezzi che alla fine si incastrano
in qualche ordine. ci lavora matematicamente risolve tutti i suoi puzzle vive giù in riva al mare mette lo zucchero fuori per le formiche e crede da qualche tempo in un mondo migliore. ha i capelli bianchi
li pettina di rado ha i denti storti e indossa ampi copritutto senza forme su un corpo che molte donne vorrebbero avere. per anni mi ha irritato con ciò che consideravo le sue eccentricità -come i gusci d'uovo a mollo (per nutrire le piante col calcio) ma infine quando penso alla sua vita e la paragono ad altre vite
più eccitanti, più belle e originali mi accorgo che lei ha ferito meno gente di tutti quelli che conosco
(e per ferire intendo semplicemente ferire).ha passato periodi tremendi, periodi in cui avrei forse potuto
aiutarla di più perché è la madre del mio unico figlio e siamo stati un tempo grandi amanti, ma ne è uscita, come ho detto ha ferito meno gente di tutti quelli che conosco,e se guardi le cose così, be',
ha creato un mondo migliore.ha vinto.
Frances, è tua questa poesia.
H. C. Bukowski

http://www.youtube.com/watch?v=v-N5KyfsnDk
http://www.youtube.com/watch?v=o7qHMYLk7EE

matilde

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Posts: 81
  • is this love
Pagine: [1] 2   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: