Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Meccanismo sociale ed erotismo femminile

(Letto 1203 volte)

Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« del: 07 Settembre 2009, 21:12:12 »

Pubblico qui una parte di un lavoro mio piu' ampio (ancora in corso d'opera), che in qualche può riguardare le tematiche di cui qui discutiamo; per tagliare la testa al toro lo metto in off-topic; lo pubblico sul forum perchè in questo periodo di permanenza ho notato che molti, come me, hanno un elevato gusto per i pipponi teorico-intellettuali, e mi interessa l'opinione di questi (a qualcuno staran fischiando le orecchie!)

La nostra società, come in realtà la stragrande maggioranza delle società, si basa su tre cose: sesso,successo, possesso. Alla base di queste tre cose, a fare da trade d’union, quasi da oliante del meccanismo, vi è il danaro.
Si può anzi dire, che tutto il meccanismo si basa su questi elementi, e sulla loro differente distribuzione tra gli individui. Tra i principali perpetuatori di tale meccanismo vi sono le femmine (non che esse abbiano reali e coscienti responsabilità: a quanto rilevo però, esse subiscono in maniera , se possibile, ancor piu’ massiccia dei maschi, la pressione sociale; gli è che esse sono percepite, e si autopercepiscono, come premio; in merito numerosi sono i proverbi e le espressioni popolari, sul potere, o sull’effetto trainante della figa sui poveri maschietti)): chi ha successo, ha diritto, anche se non garantito, chiaramente, da nessuna legge scritta, ad avere donne, e a tramandare il proprio DNA. Se hai molte donne, automaticamente sei un vincente; se sei un vincente, hai molte donne. Se, fino a buona parte del novecento, la nostra società aveva, e rispettava anche altri idoli, quali, ad esempio, la famiglia, la patria, il buon nome, l’onore, in primis del gruppo di appartenenza e, mediante quello, della persona, il disgregarsi dei rapporti sociali, il crollo della famiglia, degli ideali, prima vivi ed ora scomparsi (permangono solo formalmente e nella retorica degli stolti), il vivere in un mondo “liquido”, per usare un’espressione di Bauman, ha reso tutto piu’ semplice e comprensibile (per chi abbia la buona volontà di voler capire): il vincente ha molto danaro, con cui compra, ed in brevissimo tempo consuma, tutte le escrementate che il sistema capitalistico produce; in secondo luogo, si scopa molte fighe (o almeno, ha tutta l’apparenza di essere uno che scopa come un riccio con molte fighe; che forse, questo è l’elemento importate: essere uno circondato da belle femmine, ed essere, nell’opinione altrui, uno che se le scopa spesso e volentieri, piu’, in realtà, del darsi concretamente a queste attività, che non è effettivamente rilevante). Tutto ruota attorno a questi elementi. Provo a dare una breve spiegazione del perchè la donna ricopra questo ruolo, come dire, sistemico, e di perpetuazione della situazione vigente. C'è un importante lato dell'erotismo femminile (e questo lo spiega bene Alberoni nel suo saggio sull'erotismo) che è collettivo; non personale, non individuale, ma collettivo. E' un lato dell'erotismo femminile, non il tutto; e non pretendo certo di spiegarlo in toto. Ma costituisce una differenza sensibile rispetto all'erotismo maschile. Ad un maschio, che una donna sia commessa, o un avvocato importante e riconosciuto, o, ancora meglio, capo di un'importante multinazionale o ministro del governo nazionale, importa, da un punto di vista erotico, davvero poco; egli vuole una donna bella, sensuale, che lo intrighi, e del fatto che abbia successo, gliene importa davvero poco. Se reputa una donna non attraente, cambia poco che questa abbia un ruolo socialmente vincente! Non cambierebbe mai una donna bellissima e sconosciuta, con una invece che spopola nel gossip ed in televisione, se egli la reputa brutta! Questo perchè la sua scelta avviene in base a criteri personali (anche se, c'è da dire, anche i criteri estetici maschili sono in parte influenzabili dal costume, dalle mode, dalla televisione, ecc). Nella donna è diverso. Scrive Milan Kundera “La donna non vuole l'uomo bello. Le donne cercano gli uomini che hanno avuto belle donne”. L'erotismo femminile è profondamente influenzato dal successo, dal ruolo sociale, dal potere dell'uomo. Ella vuole il divo, l'uomo che ha avuto belle donne, il capo. E questo è sicuramente un residuo atavico; secondo alcuni, le femministe in primis, le cose stanno così perchè è sempre stato l'uomo a detenere il potere; perciò, hanno imparato ad erotizzare il potere, cosa che non avviene nel maschio, nel quale c'è una totale scissione tra potere ed erotismo, tra potere e sessualità. Sempre ragionando in termini darwiniani, nel regno animale, specie nei mammiferi, la femmina si accoppia (o almeno, punta ad accoppiarsi) con il maschio che si disfa dei nemici, ed impone la sua autorità. In questo modo, si assicura un patrimonio genetico privilegiato. Stante così le cose, al giorno d'oggi, le femmine trovano attraenti, ad esempio, anche quella che qualcuno ha definito “l'elite senza potere”; ad esempio i cantanti rock, gli attori, i calciatori; tutti personaggi pompati dal mondo dei media e dello spettacolo, che, come sappiamo, tanto influenzano i nostri modi di vedere le cose. Personaggi che non detengono un reale e concreto potere, come manager, capi di stato ecc, ma sono messi al vertice della piramide sociale, per ragioni su cui non vale la pena di insistere troppo. Quello su cui voglio richiamare la vostra attenzione è che, se in un periodo inizia ad esser socialmente vincente un tipo di attività, qualsiasi essa sia, a prescindere dal suo reale contenuto; ebbene, chi svolga questa attività, si ritroverà ad esser socialmente vincente, ed, in automatico, attirerà a sé femmine, spinte appunto dal meccanismo su descritto. Il classico esempio è il calciatore; non compie alcun tipo di attività che abbia in sé una rilevanza, né può considerarsi una figura realmente di spicco; ma è sotto i riflettori, è osannato da tutti, e guadagna barche di danaro (dettaglio non secondario); e si tromba le veline! Se un domani, la categoria dei fabbricanti di monili cinesi riuscisse ad acquisire rilevanza ed esposizione mediatica, oltre che riconoscimento sociale, diventerebbero come i calciatori e gli attori: quindi, tromberebbero come ricci! La femmina, in virtù di questo suo essere suscettibile alla visibilità ed al ruolo, avvalla, di fatto, la pazzia del meccanismo sociale, aiutandolo ad autoperpetuarsi. Vi pregherei di non scorgere alcun tipo di accusa, o di misoginia nelle mie parole. Mi limito ad evidenziare un qualcosa che è evidente a tutti.

Nad84

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #1 del: 08 Settembre 2009, 09:41:28 »

Citato da: nad84 il 07 Settembre 2009, 21:12:12

La femmina, in virtù di questo suo essere suscettibile alla visibilità ed al ruolo, avvalla, di fatto, la pazzia del meccanismo sociale, aiutandolo ad autoperpetuarsi.

Sono d'accordo con il tuo discorso, che è una delle facce di una moneta. L'altra faccia, quella che probabilmente vedono le donne, è fatta di maschiacci che fanno continuamente a gara per chi ce l'ha più lungo, invece di dargli l'affetto che vorrebbero. Noi ci lamentiamo della loro reticenza allo stesso modo di come loro si lamentano della nostra insensibilità.

Se è di strategie evolutive che parliamo, i sessi se le sono spartite alla grande:
- MASCHI: ottenere status sociale per accedere alle risorse, tra cui le femmine. Trombare a destra e manca per aumentare le possibilità che altri accudiscano la propria prole.
- FEMMINE: fare accudire sè e la propria prole da un maschio di alto status, e farsi ingravidare da un altro maschio con un buon corredo genetico (ossia sposo il direttore di industria ma trombo con l'idraulico).

Queste due strategie si incastrano alla perfezione, spiegando il sesso, il successo e il possesso che citi all'inizio.
Quindi io non vedo colpe, o processi lineari del tipo causa-effetto. Vedo un sistema auto-organizzato, una relazione circolare.

Ovviamente imho!
Acqua

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #2 del: 08 Settembre 2009, 10:25:31 »

Citato da: Acqua il 08 Settembre 2009, 09:41:28

Queste due strategie si incastrano alla perfezione, spiegando il sesso, il successo e il possesso che citi all'inizio.
Quindi io non vedo colpe, o processi lineari del tipo causa-effetto. Vedo un sistema auto-organizzato, una relazione circolare.

Aggiungerei due considerazioni.
La prima è: se due gatti si azzuffano per una scatoletta di tonno, la "colpa" è della scatoletta di tonno?
La seconda è invece che per quanto mi sforzi non riesco ad immaginare equilibri differenti da quello esistente che permettano alla società di perpetrarsi. E la spiegazione di questo è forse data dal principio antropico debole: non c'è un motivo logico per cui l'equilibrio sia questo, ma se non fosse stato questo io non esisterei e non sarei neanche qui a pormi la domanda.
 

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #3 del: 08 Settembre 2009, 14:31:44 »

Citato da: nad84 il 07 Settembre 2009, 21:12:12

Stante così le cose, al giorno d'oggi, le femmine trovano attraenti, ad esempio, anche quella che qualcuno ha definito “l'elite senza potere”; ad esempio i cantanti rock, gli attori, i calciatori; tutti personaggi pompati dal mondo dei media e dello spettacolo, che, come sappiamo, tanto influenzano i nostri modi di vedere le cose. Personaggi che non detengono un reale e concreto potere, come manager, capi di stato ecc, ma sono messi al vertice della piramide sociale, per ragioni su cui non vale la pena di insistere troppo.

Nad84

Mhhh...bel rompicapo. Io non sono nessuno (calciatore, cantante, attore, tronista, ecc.), e non ho neppure i quattrini. Idiot

Come faccio ? Buck Buck

Alla fine siamo sempre lì : tutti noi siamo alla ricerca, in qualche modo, di riprova sociale, per aumentare il nostro successo con le femmine . Quello che tu hai definito "riconoscimento sociale" o "posizione al vertice della piramide sociale", altro non è che la traslazione, in grande, della riprova sociale che l' aspirante marpione tanto ricerca. Oggi la posseggono ai massimi livelli i tipi di personaggi che hai elencato, perchè oltre che i soldi, la loro prerogativa importantissima è la visibilità mediatica ; un domani potrebbero essere altri, così come in passato sono stati altri.

Del resto, calibrando il ragionamento in piccolo, adattandolo a mondi più vicino al nostro, per quale motivo un dj, un vocalist, e perfino un semplice pr, cuccano come matti ? Perchè sono più belli, più ricchi, o ci sanno fare di più ?Nulla di tutto ciò, anzi, spesso questi soggetti sono delle emerite nullità nella vita di giorno, fuori dai loro locali (non tutti, certamente anche lì ci saranno  persone intelligenti e colte) : però finchè sono lì dentro, in quel posto e in quel momento, sono loro a detenere la posizione di massima visibilità, quindi dettano legge .

Lapalissiano. Cool

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #4 del: 08 Settembre 2009, 14:48:40 »

Citato da: Acqua il 08 Settembre 2009, 09:41:28

Se è di strategie evolutive che parliamo, i sessi se le sono spartite alla grande:
- MASCHI: ottenere status sociale per accedere alle risorse, tra cui le femmine. Trombare a destra e manca per aumentare le possibilità che altri accudiscano la propria prole.
- FEMMINE: fare accudire sè e la propria prole da un maschio di alto status, e farsi ingravidare da un altro maschio con un buon corredo genetico (ossia sposo il direttore di industria ma trombo con l'idraulico).

Queste due strategie si incastrano alla perfezione, spiegando il sesso, il successo e il possesso che citi all'inizio.
Quindi io non vedo colpe, o processi lineari del tipo causa-effetto. Vedo un sistema auto-organizzato, una relazione circolare.

Ineccepibile!

Citato da: ^X^ il 08 Settembre 2009, 10:25:31

La seconda è invece che per quanto mi sforzi non riesco ad immaginare equilibri differenti da quello esistente che permettano alla società di perpetrarsi. E la spiegazione di questo è forse data dal principio antropico debole: non c'è un motivo logico per cui l'equilibrio sia questo, ma se non fosse stato questo io non esisterei e non sarei neanche qui a pormi la domanda.

Che non riusciamo ad immaginare modalità d'organizzazione sociale è in effetti un limite nostro, non necessariamente è impossibile una cosa del genere; ora, io non propugno rivoluzioni o cose del genere, tanto ogni rivoluzione finisce con l'insediarsi di una nuova società spesso peggiore della prima; ma mi pare di capire che l'evoluzione e la forma che sta assumendo la nostra sia assolutamente controproducente per noi singoli esseri umani, molto positiva per la "autoconservazione" della società stessa così com'è ora; ci sarà pure un motivo se la mallattia del secolo è la depressione (mentre prima la malinconia come umor nero era riservata ad artisti ed intellettuali), se i business che vanno per la maggiore sono da un lato i farmaci per la cura di queste situazioni, dall'altra forme di psicoanalisi, e di life coaching in stile americano (non dubito che si affermeranno pure da noi) per placare i disagi esistenziali di così tante persone! In che razza di mondo viviamo se in ogni dove si loda la libertà e le possibilità che questa ci garantisce, e, dall'altra parte, tutti fanno e si comportano allo stesso modo?
In definitiva sto cercando una mia via, che quella che mi si prospetta non mi piace; non mi piace l'idea di dover lavorare come un pazzo per comprare cose di cui non mi frega nulla, al fine di avere con me una donna che mi succhi le risorse; non voglio il percorso studio-lavoro-matrimonio-figli-vecchiaia-morte (cit. Acqua); non mi sta bene! Non mi sta bene faro lo schiavo illuso di non aver catene!
 La stessa questione rimorchio fa parte di questo; e ne sono schiavo io stesso, lo so; ho anche pensando di lasciarlo perdere, ma mi sentirei un vigliacco a farlo; mi sentirei la volpe che non arriva all'uva, e la schifa; quindi vado avanti sulla via del Pua, ma perchè sento di doverlo fare, nonostante sappia che non mi darà la felicità (come ben dice Edward nel suo post sulla felicità); è un gioco, è per tale va preso. Quindi giochiamo!

Nad84-Work in progress!

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #5 del: 08 Settembre 2009, 15:17:37 »

Citato da: Shark72 il 08 Settembre 2009, 14:31:44

Mhhh...bel rompicapo. Io non sono nessuno (calciatore, cantante, attore, tronista, ecc.), e non ho neppure i quattrini. Idiot

Come faccio ? Buck Buck

Alla fine siamo sempre lì : tutti noi siamo alla ricerca, in qualche modo, di riprova sociale, per aumentare il nostro successo con le femmine . Quello che tu hai definito "riconoscimento sociale" o "posizione al vertice della piramide sociale", altro non è che la traslazione, in grande, della riprova sociale che l' aspirante marpione tanto ricerca. Oggi la posseggono ai massimi livelli i tipi di personaggi che hai elencato, perchè oltre che i soldi, la loro prerogativa importantissima è la visibilità mediatica ; un domani potrebbero essere altri, così come in passato sono stati altri.

ma infatti il mio post è descrittivo di certe cose, non do giudizi di merito, o colpe; le cose stanno così; chi vuole si assoggetta alle regole del gioco, e gioca; a chi non piacciono, sta di trovarsi percorsi alternativi; solo che certe cose, come cassano che si scopa le strafighe, non nego mi stiano sul caxxo; onestamente preferivo un mondo in cui chi spaccava piu' testa al comando d'un esercito poi si trombava chi voleva; lo trovavo, paradossalmente piu' umano; ma tant'è!

Nad84

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #6 del: 07 Ottobre 2009, 09:47:04 »

Sono d'accordo con chi dice che le dinamiche sociali, e il ruolo della donna, siano condizionate dalla conservazione della SPECIE, che si è evoluta, senza pericoli naturali, verso una scalata verso il "successo" (e quindi nella scala gerarchica).

La nostra unica via di "salvezza", se non si vuole essere risucchiati in questo vortice verso la conquista del potere e quindi studio-lavoro-matrimonio-figli-vecchiaia-morte, è crearci un proprio percorso di successo, successo personale, di realizzazione, nel nostro mondo perfetto, da cui possiamo dire effettivamente di essere diventati degli uomini realizzati. Cosa che imho è molto più forte che diventare un personaggio di potere, ma perchè ti è stato imposto dall'esterno (impersonale).

Condivido infine le posizioni di Acqua e ^X^. Thumbs Up

Loggato


L'attrazione non è una scelta.

Il gioco non è uno schema ma nasce e si evolve.

The Legend

  • SI-Reliable User
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 19
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 34
  • Posts: 758
  • Forza ragazzi!

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #7 del: 07 Ottobre 2009, 18:29:22 »

Citato da: ^X^ il 08 Settembre 2009, 10:25:31

Aggiungerei due considerazioni.
La prima è: se due gatti si azzuffano per una scatoletta di tonno, la "colpa" è della scatoletta di tonno?
La seconda è invece che per quanto mi sforzi non riesco ad immaginare equilibri differenti da quello esistente che permettano alla società di perpetrarsi. E la spiegazione di questo è forse data dal principio antropico debole: non c'è un motivo logico per cui l'equilibrio sia questo, ma se non fosse stato questo io non esisterei e non sarei neanche qui a pormi la domanda.
 

Non sapevo che esistesse questo principio. Ho pensato le stesse parole mentre leggevo le ultime righe del post di acqua.

Loggato

Kierkegaard

  • Visitatore

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #8 del: 07 Ottobre 2009, 23:48:29 »

Interessante questo post, devo dire che Quoto quanto sopra detto da tutti, ma aggiungo la mia riflessione.

Citato da: nad84 il 07 Settembre 2009, 21:12:12

    … chi ha successo, ha diritto, anche se non garantito, chiaramente, da nessuna legge scritta, ad avere donne, e a tramandare il proprio DNA. Se hai molte donne, automaticamente sei un vincente; se sei un vincente, hai molte donne….

… il vincente ha molto danaro, con cui compra, ed in brevissimo tempo consuma, tutte le escrementate che il sistema capitalistico produce; in secondo luogo, si scopa molte fighe (o almeno, ha tutta l’apparenza di essere uno che scopa come un riccio con molte fighe; che forse, questo è l’elemento importate: essere uno circondato da belle femmine, ed essere, nell’opinione altrui, uno che se le scopa spesso e volentieri, piu’, in realtà, del darsi concretamente a queste attività, che non è effettivamente rilevante)…

… beh, qui non mi dici niente di nuovo, questo lo so anch’Io da quando sono nato, che il potere affascina e seduce più di mille aperture ed territori virtuali.  Razz

 

Citato da: nad84 il 07 Settembre 2009, 21:12:12

… Ad un maschio, che una donna sia commessa, o un avvocato importante e riconosciuto, o, ancora meglio, capo di un'importante multinazionale o ministro del governo nazionale, importa, da un punto di vista erotico, davvero poco; egli vuole una donna bella, sensuale, che lo intrighi, e del fatto che abbia successo, gliene importa davvero poco. Se reputa una donna non attraente, cambia poco che questa abbia un ruolo socialmente vincente! Non cambierebbe mai una donna bellissima e sconosciuta, con una invece che spopola nel gossip ed in televisione, se egli la reputa brutta! Questo perchè la sua scelta avviene in base a criteri personali (anche se, c'è da dire, anche i criteri estetici maschili sono in parte influenzabili dal costume, dalle mode, dalla televisione, ecc)…

… all’Uomo interessa che sia Giovane, Bella (e possibilmente non rompi scatole  Grin ) e che  riesca a portare avanti una gravidanza per questo quando gli Uomini ci provano o … tradiscono, lo fanno con una ventenne al massimo con una trentenne; se si fa poi un’indagine più approfondita emerge  che è riscontrabile anche in altre colture la ricerca di Belle ragazze giovani ed informa  (i canoni di bellezza, sono molto più uniformi di quanto si possa immaginare).
Gli unici che non cercano belle ragazze o proprio non le cercano sono di quattro categorie:

-   I Cesaroli, Mdp flippati di playstation e escrementate varie che … si e no gli tiri ancora;
-   Gli affamati, che … basta che respiri, si accontentano di tutto …ma proprio tutto !!!
-   Quelli dell’altra sponda … dalle mie parti si dice quelli che hanno la “vena dolze” (per me, più c’è ne sono meglio è);
-   Gli arrampicatori sociali (a caccia di fortuna ed eredità) e questi per arrivare dove vogliono arrivare uscirebbero anche con una mummia.

Vi e anche una quinta categoria … ma bisognerebbe discuterne in un altro post ad Hoc.

Citato da: nad84 il 07 Settembre 2009, 21:12:12

… Nella donna è diverso. Scrive Milan Kundera “La donna non vuole l'uomo bello. Le donne cercano gli uomini che hanno avuto belle donne”. L'erotismo femminile è profondamente influenzato dal successo, dal ruolo sociale, dal potere dell'uomo. Ella vuole il divo, l'uomo che ha avuto belle donne, il capo. E questo è sicuramente un residuo atavico; secondo alcuni, le femministe in primis, le cose stanno così perchè è sempre stato l'uomo a detenere il potere; perciò, hanno imparato ad erotizzare il potere, cosa che non avviene nel maschio, nel quale c'è una totale scissione tra potere ed erotismo, tra potere e sessualità. Sempre ragionando in termini darwiniani, nel regno animale, specie nei mammiferi, la femmina si accoppia (o almeno, punta ad accoppiarsi) con il maschio che si disfa dei nemici, ed impone la sua autorità. In questo modo, si assicura un patrimonio genetico privilegiato. Stante così le cose, al giorno d'oggi, le femmine trovano attraenti, ad esempio, anche quella che qualcuno ha definito “l'elite senza potere”; ad esempio i cantanti rock, gli attori, i calciatori; tutti personaggi pompati dal mondo dei media e dello spettacolo, che, come sappiamo, tanto influenzano i nostri modi di vedere le cose. Personaggi che non detengono un reale e concreto potere, come manager, capi di stato ecc, ma sono messi al vertice della piramide sociale, per ragioni su cui non vale la pena di insistere troppo…

…. Il classico esempio è il calciatore; non compie alcun tipo di attività che abbia in sé una rilevanza, né può considerarsi una figura realmente di spicco; ma è sotto i riflettori, è osannato da tutti, e guadagna barche di danaro (dettaglio non secondario); e si tromba le veline… 

Quello che cerca una donna e principalmente EMOZIONI.
Quello che le attrae:
-   Non é il belloccio o vecchio imprenditore che esce dalla Ferrari, ma l’emozione l’ebbrezza che potrebbe avere salendo su quella macchina.
-   Non sono i soldi che le attraggono ma … la capacità che si ha tramite i soldi di realizzare molte cose che alle persone normali non riescono. (perché con stipendi da fame).
-   Le donne sono così drogate di emozioni che le cercano ovunque: nel ballo, nel teatro, nel cinema …ecc.

Loro cercano quello ricco, non perché vogliano avere una vita agiata, … quello e una conseguenza … e, che essendo in una posizione di dominanza (manager, capi di stato …ecc.) e logico pensare che ci sia stato già una preselezione … quindi egli è il migliore, ed essendo il migliore, potrà garantire stabilità è qualità di vita a se stesso a Lei ed a i suoi figli.

Citato da: nad84 il 07 Settembre 2009, 21:12:12

  …. Se, fino a buona parte del novecento, la nostra società aveva, e rispettava anche altri idoli, quali, ad esempio, la famiglia, la patria, il buon nome, l’onore, in primis del gruppo di appartenenza e, mediante quello, della persona, il disgregarsi dei rapporti sociali, il crollo della famiglia, degli ideali, prima vivi ed ora scomparsi (permangono solo formalmente e nella retorica degli stolti), il vivere in un mondo “liquido” ….
 

… l’unico vero valore attuale sono i soldi, ed e logico e doveroso  cercare di averne sempre di più… sui modi onesti per diventarlo però ho perso da molto tempo le speranze;
-   l’onesto quando “LAVORA” non riesce ad avere una progettualità del futuro per se e per la propria famiglia … anche perché oggi giorno non c’è più nessun lavoro che voglia darti una garanzia … ma tutti, ed in diversi ambiti te lo chiedono ... la garanzia.
-   Il “FURBETTO DEL QUARTIERINO” non solo non “LAVORA”, ma trova ogni giorno il sistema per inculare gli altri, e magari lo premiano anche (SCUDO  FISCALE) … ed oltre avere inculato le persone oneste si incula anche le belle HB.

… Soluzione…

Siamo ormai in una giungla … quindi si tratta solo di scegliere se continuare ad essere prede, o diventare PREDATORI.

 … Hanno rubato …. Ruba anche tu …
… Non pagano le tasse … Non pagarle anche tu …
… Fanno truffe … Falle anche Tu…

 … questa è la legge della giungla, adeguati  o resterai sempre preda. (e ti inculeranno)

… Si incula una Velina … Te la Inculerai anche Te …

 by esty75.

Loggato


"Se, Dio el xe, dappertutto ed in ogni luogo El xe anche in mona." (Giorgio Baffo)
"Io non conquisto, mi sottometto, non ho mai cercato la gloria come amante. . cerco un attimo che valga una vita intera.
L'infelicità non è attraente. Se volete essere amato, dovete meritare di essere amato, la prima regola. La seconda, siate la fiamma, non la falena".
Heath Ledger, nel film "Casanova".
''Le gambe delle donne sono dei compassi che misurano il globo terrestre in tutti sensi donandogli i suo equilibrio e la sua armonia''. Francois Truffaut nel film ''L'Uomo che amava le Donne''.

esty75

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 10
  • Offline Offline
  • Posts: 253
  • Il Mondo e bello perchè e AVARIATO

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #9 del: 09 Ottobre 2009, 15:23:37 »

Saro' brevissimo.

Strano che nessuno abbiamo ancora risposto sparando il classico: "discorsi limitanti.."
Il tuo discorso alla fin fine riporta al vecchio:  ho soldi, fama,faccio parte del jet set, successo, prestigio ---> scopo alla grande.

Sicuramente e' vero, ma a noi poveri cristi normali (non bastano 5000 euro al mese ed una bmw per entrare nella categoria di cui sopra) oltre a prendere atto della cosa
che ce ne frega?

Ti consiglio di editarlo con un po' di spaziature, grassetto, capitalazione... messo giu' cosi' e' faticoso da leggere fino in fondo.

Loggato


Donna de quarant'anni buttela a fiume co' tutti li panni. (proverbio romano)

maxcavezzi

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: genova
  • Posts: 1118

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #10 del: 09 Ottobre 2009, 16:33:32 »

Citato da: esty75 il 07 Ottobre 2009, 23:48:29

… Soluzione…

Siamo ormai in una giungla … quindi si tratta solo di scegliere se continuare ad essere prede, o diventare PREDATORI.

Esiste una terza via, esplorata e ricercata da quelli come me (perdonate l'immodestia) che odiano  questo meccanismo: uscirne. Rendersene indipendenti.
Siamo in una giungla di predatori e prede? Sii l'albero, che osserva e se ne sbatte di tutto.
Di cosa hai bisogno? Di sole e acqua, che grossomodo sono disponibili indipendentemente dai risultati della lotta predatori/prede.
Di cosa ha bisogno un uomo? Cibo, un tetto=sicurezza fisica, donne. I primi due fattori -per fortuna- sono ormai garantiti con un qualsiasi lavoro nei paesi occidentali, il terzo puo' essere svincolato dal successo materiale con un grosso lavoro su se stessi.

Citato da: esty75 il 07 Ottobre 2009, 23:48:29

… Hanno rubato …. Ruba anche tu …
… Non pagano le tasse … Non pagarle anche tu …
… Fanno truffe … Falle anche Tu…

Questo non è possibile, perchè il sistema è studiato apposta per far pagare al ladro dilettante anche i crimini del ladro professionista. Se non mi credi, prova.

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #11 del: 09 Ottobre 2009, 17:13:06 »

Citato da: ^X^ il 09 Ottobre 2009, 16:33:32

Esiste una terza via, esplorata e ricercata da quelli come me (perdonate l'immodestia) che odiano  questo meccanismo: uscirne. Rendersene indipendenti.
Siamo in una giungla di predatori e prede? Sii l'albero, che osserva e se ne sbatte di tutto.
Di cosa hai bisogno? Di sole e acqua, che grossomodo sono disponibili indipendentemente dai risultati della lotta predatori/prede.
Di cosa ha bisogno un uomo? Cibo, un tetto=sicurezza fisica, donne. I primi due fattori -per fortuna- sono ormai garantiti con un qualsiasi lavoro nei paesi occidentali, il terzo puo' essere svincolato dal successo materiale con un grosso lavoro su se stessi.

Ti amo! Hai espresso in neanche 10 righe quello che cerco da tempo di esprimere ( chiarificando certe cose a me stesso) in pagine e pagine di analisi, riflessioni, paragoni ecc; la terza via, esattamente (anche se non stiamo parlando della terza via di Antony Giddens e Tony Blair); una situazione in cui hai soddisfatti i piaceri primari di epicureana memoria, e, dopodichè, hai a disposizione sufficiente tempo per coltivare quello che tu  valuti meritevole di essere coltivato, (anche la terra, se lo valuti importante).
+1!

Nad84

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #12 del: 09 Ottobre 2009, 19:04:11 »

Citato da: maxcavezzi il 09 Ottobre 2009, 15:23:37

Strano che nessuno abbiamo ancora risposto sparando il classico: "discorsi limitanti.."
Il tuo discorso alla fin fine riporta al vecchio:  ho soldi, fama,faccio parte del jet set, successo, prestigio ---> scopo alla grande.

Sicuramente e' vero, ma a noi poveri cristi normali (non bastano 5000 euro al mese ed una bmw per entrare nella categoria di cui sopra) oltre a prendere atto della cosa
che ce ne frega?

Max, il mio era un puro discorso di analisi; nato da un certo mio fastidio verso certe dinamiche; sono dell'avviso che solo analizzando e capendo piu' a fondo il perchè di certe cose, si può poi decidere di ignorarle (vedi il discorso di X, che quoto alla grande).
Lo scritto è un po' pesante, me ne rendo conto! Grazie per averlo letto!

Nad84

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #13 del: 09 Ottobre 2009, 19:17:02 »

Citato da: nad84 il 09 Ottobre 2009, 17:13:06

Hai espresso in neanche 10 righe quello che cerco da tempo di esprimere ( chiarificando certe cose a me stesso) in pagine e pagine di analisi, riflessioni, paragoni ecc

Il motivo è uno solo: sono troppo pigro per scrivere pagine e pagine di analisi e riflessioni. Sembra una battuta, ma non lo è  Wink

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Meccanismo sociale ed erotismo femminile

« Risposta #14 del: 11 Ottobre 2009, 01:37:41 »

Io ci butto anche una questione di autostima (bassa) dell'essere umano medio, e dunque anche della donna:
E' ricco, potente e di successo --> Ha avuto tante belle donne --> Pur potendo scegliere  tra tutte le altre donne, degna me della sua attenzione --> Sono fiera di essere il suo oggetto del desiderio --> Gliela do --> Il fatto che un('altr)a(?) bella donna gliel'abbia data lo rende ricco, potente e di successo e come tale desiderabile.

In fin dei conti, è un po' un serpente che si morde la coda, e mi pare un atteggiamento speculare al mortodipippismo dilagante nel genere maschile... con la differenza, come giustamente afferma Nad, che sesso, successo e possesso sono sostituiti quasi totalmente dal mero lato estetico. Guarda caso, così come per una donna risulta più interessante un uomo indifferente (o quanto meno, non vittima) della sua bellezza; gli uomini di successo cercano donne attratte non solo dal loro portafogli.

Penso risieda in questo circolo vizioso anche il senso della validità del principio antropico debole citato da ^X^; è come chiedersi se viene prima l'uovo o la gallina. Wink In campo economico si chiamano "aspettative che si autorealizzano": Se gli operatori si aspettano un calo del titolo inizieranno tutti a vendere, e effettivamente il titolo perderà valore.

« Ultima modifica: 11 Ottobre 2009, 01:44:05 da a to z »

Loggato

a to z

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 11
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Roma
  • Posts: 422
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: