Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

La tecnica delle corrispondenze in chiave comica!

(Letto 1384 volte)

La tecnica delle corrispondenze in chiave comica!

« del: 13 Novembre 2008, 12:50:05 »

Come segno di ammirazione nei confronti di Termynator, posto un adattamento bergonzoniano alla suddetta tecnica! (A. Bergonzoni - "E' già mercoledì e io no")...  Grin

Ho cambiato barbiere.
Mi ha fatto accomodare e mi ha detto:
"Barba, capelli, shampoo, acqua, olio, un'occhiatina al cuore?".
Poi mi ha steso un lenzuolo dal collo ai piedi e mi ha tolto le scarpe per sicurezza. Ha acceso la motosega, e prima di tagliare abbiamo parlato del più e del meno.
“È la prima volta che ci vediamo, vero?”
“Sì.”
“Mi sembrava, infatti, di averla già vista...”
“È sposato?”
“No.”
“Anch'io.”
“Che coincidenza, eh?”
“Tipo quella del diretto delle otto e quaranta proveniente da Vienna.”
“Lei è uno che viaggia parecchio?”
“No, però perdo spesso il treno.”
“Pensi che ci sono re che per una coincidenza perdono il trono...”
“Casi estremamente monarchici...”
“Lei è mai stato re?”
“No, almeno non in questa vita.”
“Conoscevo una donna che aveva il suo stesso problema.”
“Quale problema?”
“Non mi ricordo.”
“Guardi... ha visto? È passato un gabbiano...”
“Non era un gabbiano, mi sembrava un sacchetto di plastica.”
“Ah... ero convinto del contrario...”
“Per lei il contrario di gabbiano è sacchetto di plastica?”
“Non dico questo, ma ogni volta che torno dalla spesa mi trovo la casa invasa dai gabbiani…”
­”... Questo è un altro discorso... scusi, ma lei dove vive?”
“A Squatuorro sul Meno, tra la polka delle Adalgise e Santo Domingo. Un paesullo, ma non ci vivo male.”
“Solo o con famiglia?”
“Solo con famiglia.”
“Numerosa?”
“Non pochista: due belle maschie, un bimbo, una bomba e un bombo.”
“Ma ha detto che non era sposato...”
“Diciamo che vivo la vedovanza a contraltare di un'esistenza grigia su fondo bianco Olè.”
“Ah, ma lei ha sangue spagnolo...”
“Non mi lamento.”
“E se le sego un orecchio?”
“Mi lamento.”
“Conosco gli uomini come lei: ne conosci molti, ma non faccio nomi.”
“Li faccia, li faccia: sarò una tromba.”
“No, non voglio offendere la sua intimità.”
“Ah, guardi che per offendere la mia intimità ci vuol altro: basta una racchettata nei testicoli...”
“Mi ha capito al volo.”
“Che bella cosa il volo...”
“Ha mai volato, lei?”
“Non me ne parli, tra un po' prenderò anche il brevetto.”
“Icaro è un grande: pensi, un giorno s'è svegliato e sa cosa ha fatto?”
“Colazione...”
“Esatto: lei sì che è perspicace.”
“Trova?”
“Quando cerco.”
“A proposito, ha già fatto colazione? Posso offrirle qualcosa, un tè, una spremuta, una pasticceria, un bar...”
“Prenderei volentieri un panino al formaggio.”
“Ci vuole anche il topo?”
“No grazie, soffro di asteroidi.”
“Allora non insisto, ma non faccia complimenti: io sono un barbiere diverso dagli altri.”
“Me ne sono accorto da alcuni particolari.”
“Dato che siamo in confidenza, mi tolga una curiosità.”
“Se però lei, dopo, mi mette un dubbio.”
“Volentieri.”
“Ha mai ucciso una formica?”
“Sì, durante una rapina.”
“L’ha calpestata involontariamente?”
“No, durante una colluttazione: era una formica bandito, io ero il  cassiere.”
“Una vita movimentata, la sua...”
“La sua?”
“La mia.”
“La loro?”
“Chissà!”
“Crede nella provvidenza celeste?”
“No, sono daltonico.”
“E coi semafori?”
“Ah, be', scendo e sento quale colore ema­na più calore, risalgo e parto.”
“Uno strazio, in città. Ma perché non va a piedi?”
“Sono daltonico.”
“Ho capito, ma camminando non importa distinguere i colori.”
“Questo lo dice lei.”
“Perché, lo vuol dire lei?”
“Mi piacerebbe tanto... posso?”
“Ma certo!”
“Non importa distinguere i colori.”
“Contento?”
“Molto.”
“Lei è uno che è felice con poco, vero?”
“Dipende.”
“La vedo perplesso.”
“Ho paura di essermela fatta addosso.”
“Le capita sovente?”
“Ogni volta che qualcuno dice "la vedo perplesso".”
“Mi scusi, non volevo.”
“E come poteva immaginarlo?”
“Sono un intuitivo, dovevo immaginarlo. Come dice il poeta "Conosci il tuo prossimo come me stesso". Qual è il suo poeta preferito?”
“Dante, sicuramente. Perché è di Firenze, e se c'è una città che adoro è Perugia. Da notare che i miei genitori erano di Firenze, ma io sono stato l'unico figlio nato per sortilegio.”
“Crede negli spiriti del male?”
“Vuol dire il demonio?”
“No, proprio gli spiriti del male.”
“Ah, non il diavolo...”
“No, gli spiriti del male.”
“Sì.”
“Sì?”
“No, dico sì che non ci credo.”
“E al diavolo ci crede?”
“No, al diavolo sì.”
“Sì o no?”
“Non credo agli spiriti maligni, quelli no...”
“Quindi nemmeno al diavolo?”
“Sì, al diavolo no.”
“Che cos'è per lei la paura?”
“La paura per me è quella cosa che pur sommando o sottraendo fa sempre novanta.”
“Lei non ha il senso del macabro.”
“Non dico questo.”
“Allora cosa dice?”
“Dico che son tutte belle le mamme del mondo.”
“Ha un ricordo particolare della mia infanzia?”
“Della sua?”
“Eh sì, troppo facile della sua.”
“Mi faccia pensare... si.”
“Quale?”
“Ho detto tanto per dire.”
“Lei dice spesso per dire?”
“Quando non ho da fare tanto per fare!”
“Posso leggerle il piede?”
“Ecco perché mi ha tolto le scarpe!”
“Certo, voglio sapere il suo futuro. Siccome non so come la toserò, vedendo nel futuro lo capisco e copio.”
“Lei è un veggente?”
“Non dico questo.”
“Allora cosa dice?”
“Il diavolo.”
“Non gli spiriti maligni?”
“No, gli spiriti maligni sì, il diavolo no.”
“Sente anche lei questo odore di bruciato?”
“No.”
“Il diavolo?”
“Sì.”
“Io sento uno strano odore di bruciato.”
“Saranno le candeline del suo ultimo compleanno che si stanno squagliando.”
“Possibile, li ho compiuti ieri.”“Quanti?”
“Indovini.”
“Dodici.”
“Da cosa lo ha capito?”
“Da alcuni pezzi di ostia che ha agli angoli della bocca: ha fatto da poco la prima comunione.”
“Come ha fatto a indovinare?”
“Da alcuni pezzi di ostia...”
“Ma lei dice sempre la stessa cosa?”
“Certo, se lei mi fa sempre la stessa domanda.”
“Repetita iuvant!”
“Cioè?”
“Giove repete.”
“Conosce la lingua latina?”
“No, ma so distinguere se uno ha mangiato qualcosa che gli ha fatto male.”
“Esempio?”
“Se ha del sangue sulla lingua, vuoi dire che ha appena mangiato un coltello.”
“E se ha del sangue nelle feci?”
“Vuoi dire che l'ha bello che digerito.”
“Ma che schifo...”
“Non è mica colpa mia se durante un esempio Tizio s'è mangiato una baionetta.”
“Sì, ma l'esempio l'ha fatto lei.”
“Cosa vuoi dire?”
“Che poteva fame un altro.”
“Colpito. Ha ragione. Mi pento e mi dolgo.”­
“Perdonato, amici come prima.”
“Ha mai tradito un amico?”
“Cioè, vuol sapere se sono andato a letto con un altro amico?”
“Sì.”
“No.”
“Parola di lupetto?”
“Parola di lupetto.”
“Non del diavolo...”
“Del diavolo no... degli spiriti maligni invece si...”
“Crede nell'amicizia?”
“Dipende da quando inizia.”
“Mah. Io so che ce n’è una alle venti e trenta e un'altra a mezzanotte.”
“Preferisco il secondo spettacolo...”
“Va spesso al cinema?”
“Non saprei.”
“E ci va solo o male accompagnato?”
“Con due amici, sempre. Perché se entrando al cinema uno viene investito almeno vado al cinema con l'altro.”
“Lei è il classico utilitarista...”
“Sì, ma mi piacciono molto anche le auto sportive, se me le regalano...”
“Lei è un po' un approfittatore.”
“Solo se un negozio è chiuso.”
“Cioè?”
“Cioè con beneficio d'inventano.”
“Capisco.”
“Ho i miei dubbi.”
“Non faccia l'insolente.”
“Non volevo offenderla.”
“Non mi ha offeso.”
“Bene, caro escremento.”
“Adesso sì che mi ha offeso.”
“Senza volere, beninteso.”
“Beninteso.”
“E’ tempo di chiarimenti...”
“Perché, che ore sono?”
“Le dodici suonate.”
“La saluto, allora: adesso ho da fare”
“Cosa?”
“Devo andare dal barbiere.”
“Anch'io ho da fare.”
“Cosa?”
“Ho un cliente in negozio.”
“Mi vedo... la lascio al suo lavoro.”
“Ci vediamo un'altra volta.”
“Arrivederci.”
“Alla prossima.”
“Viva.”
“Viva.”
Il barbiere ha spento la motosega, mi ha tolto il lenzuolo che mi ricopriva, io mi sono infilato le scarpe e sono uscito.
Tutto ciò che è sogno è forse utopia.
“Uto”, dal greco che vuol dire “impossibilità di toccarsi la punta dei piedi col coccige”; “Pia”, dal latino “va' a quel paese”. L'utopia è infatti un'apoteosi dell'inavverabile, così come il sogno è l'impossibilità dell'avverato.

Loggato


"Y'see, madness, as you know, is like gravity. All it takes is a little...push."

TheJoker

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 17
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 209
  • Mai danzato col diavolo nel pallido plenilunio?

Re: La tecnica delle corrispondenze in chiave comica!

« Risposta #1 del: 13 Novembre 2008, 12:59:25 »

Bellissimo..Bell'idea postarlo +1

Loggato


BANNATO

Dally85

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 565

Re: La tecnica delle corrispondenze in chiave comica!

« Risposta #2 del: 13 Novembre 2008, 13:54:35 »

Citato da: TheJoker il 13 Novembre 2008, 12:50:05

“Conoscevo una donna che aveva il suo stesso problema.”
“Quale problema?”
“Non mi ricordo."

Che trip... Shocked
Grazie per averlo postato! Wink

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: La tecnica delle corrispondenze in chiave comica!

« Risposta #3 del: 13 Novembre 2008, 14:22:32 »

Bergonzoni è geniale in un campo, Termynator in un altro, ieri stavo rileggendo questo dialogo che conosco da una vita e mi è venuto in mente il TermYpensiero ed eccolo qua, omaggio comico.
Grazie per il +1 a Dally e grazie ad Acqua, sapevo che lo avresti apprezzato! Grin

Loggato


"Y'see, madness, as you know, is like gravity. All it takes is a little...push."

TheJoker

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 17
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 209
  • Mai danzato col diavolo nel pallido plenilunio?

Re: La tecnica delle corrispondenze in chiave comica!

« Risposta #4 del: 13 Novembre 2008, 14:33:41 »

Bergonzoni e' un Genio, quel libro ce l'ho e contiene delle perle insuperabili come:
"car'odiario... oggi odio tutti"
"ieri sono venuti i ladri a casa mia: fin qui nulla di strano...il fatto e' che non se ne volevano piu' andare e mi rubavano la roba di continuo!"  Laughing

Qualcuno ha letto "Le Balene Restino Sedute"? merita?

Loggato


"ti avverto: stasera non ho intenzione di fare niente"
fclose ;-)
-
"Le conferme di effe sono come la panna sulle tette, sempre graditissima" - sfigatto

-eFFe-

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 164
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 2232

Re: La tecnica delle corrispondenze in chiave comica!

« Risposta #5 del: 13 Novembre 2008, 15:59:55 »

ahahaha fantastico Joker! Ottima idea quello di postarla!  Thumbs Up

Zlatan

Loggato


Kant, Dylan, Bonnie, Reaper, Delbuon, link, intrepido, Extreme, bagnoale, sexypit, omega, Sunbeam, alpine, zak, Ags, thirsty, Ozio, scrat, Pitix, Anrea, hitch, Partyboy, William, MrPsycho, Andy, Alfasigma, JohnH, Lupin, Dante1982, DocSleazo, Ivanilgrande, Sombrero, G-Key, Narciso, eFFe, Fabrix, Ruby, Lovedreamer, Innerlight, Brandon, Nat, Seeker, SAKU39, Estìlo/james.mar, Poncho, Silvers, Cassim, Neij, Trombler, AlterEgo, Winner, TermYnator, ErDandi, ErFreddo, Yowriter, erick.83, Smooth, Edward Bloom, doppiume, Nuke, Alfaleph, Acqua, Dan, Dr Jerry, Alex de Large, Mailin, Nova99, Escalus, a to z, Athos, Zheeno, Torello, Blackhat, PaladinoFugace, Voltarecchie, Sunrise, hustler2k8, Zerg010, Guy Montag, Hancock, Social_Hacker, Hitman, pippo, Humanist & Pivot, Boyz, RK, Festadanzante, Shark72, Kleos. Expeausition, MVA, Neo1987, Spider



II TermYraduno: "AlY' Papà e i 40 Marpioni". Io c'ero.


Ogni ostacolo che si pone tra te e i tuoi sogni non è altro che una prova per verificare quanto veramente desideri raggiungerli


Se le persone che non si comprendono, comprendessero almeno di non comprendersi, si comprenderebbero meglio di quando, non comprendendosi, non comprendono nemmeno che non si comprendono - Gustave Ichheiser

zlatan

  • 100% Key Joker
  • SI-Reliable User
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 223
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 33
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 2855
  • Only god can judge me

Re: La tecnica delle corrispondenze in chiave comica!

« Risposta #6 del: 17 Novembre 2008, 15:27:34 »

Citato da: -eFFe- il 13 Novembre 2008, 14:33:41

Qualcuno ha letto "Le Balene Restino Sedute"? merita?

Non ho avuto il piacere di leggere il libro ma ho visto il video tempo fa...trovai molto divertente e brillante anche quello, ma io faccio poco testo da appassionato! Grin

Mi fa piacere che sia piaciuto! Smile

Loggato


"Y'see, madness, as you know, is like gravity. All it takes is a little...push."

TheJoker

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 17
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 209
  • Mai danzato col diavolo nel pallido plenilunio?

Re: La tecnica delle corrispondenze in chiave comica!

« Risposta #7 del: 27 Settembre 2013, 18:18:47 »

Ullallà!!! NA BOMBA... grazie!!   Grin

PS: sono nuovo sul forum

Loggato

Alessio84

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 53
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: