Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2 3 ... 5   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Il vostro metodo di studio

(Letto 3452 volte)

Il vostro metodo di studio

« del: 20 Luglio 2011, 10:43:27 »

Ciao ragazzi,vorrei porvi alcuni quesiti.
Dato che ho intenzione di iscrivermi all'università,desidererei ricevere alcune delucidazioni riguardo al metodo di studio da adottare.
Ve lo chiedo perchè,fino ad ora,non ho mai seguito una scaletta vera e propria in questo senso.Infatti il mio ''metodo di studio'' consisteva perlopiu' in ammazzate suicide in prossimità di interrogazioni o compiti in classe.Libri di testo toccati poco o niente(tranne che per Matematica e Fisica),e sostituiti dagli appunti presi in classe e che poi a casa leggevo il giorno stesso.
Nonostante io abbia conseguito la maturità scientifica con un voto alto,ho comunque paura di intraprendere un cammino cosi' importante che è l'università,senza avere un metodo che mi permetta di memorizzare una grande mole di informazioni,costantemente nel tempo.

Ps: Mi iscriverò ad economia e commercio,ergo sono ben accetti consigli provenienti da economisti o aspiranti tali.

« Ultima modifica: 20 Luglio 2011, 10:46:27 da sixteen »

Loggato

éclat de rire

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 32
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Posts: 295

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #1 del: 20 Luglio 2011, 12:09:55 »

Citato da: sixteen il 20 Luglio 2011, 10:43:27

.Infatti il mio ''metodo di studio'' consisteva perlopiu' in ammazzate suicide in prossimità di interrogazioni o compiti in classe.Libri di testo toccati poco o niente(tranne che per Matematica e Fisica),e sostituiti dagli appunti presi in classe e che poi a casa leggevo il giorno stesso.

se andrai a economia o facoltà di difficoltà paragonbabili, potrai continuare a fare più o meno lo stesso (anzi, in realtà te lo chiedono: fare 4/5/6 esami in 2 mesi significa avere non più di 2 settimane per preparare un esame, il he vuol dire farsi delle superchiuse ogni vlta pregando iddio di farcela)

in realtà da quel che ho visto anche i miei amici ingegneri non avevano un modo di studiare diverso dal mio; si andava a lezione, studio quasi nulla durante i corsi, se non per la leggera infarinata che ti da andare a lezione e prendere pigramente appunti, e poi studio suicida prima dell'esame

forse l'unico caso in cui conviene studiare un po' di più è il primo anno: il contatto con materie mai viste può lasciare un attimo perplessi, e può servire un po' più di tempo per capire di che minchia si sta parlando

ma una volta che entri nell'ottica, vai spedito

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #2 del: 20 Luglio 2011, 12:36:31 »

L'università è una cazzata. E non sto scherzando.

EDIT: l'unico consiglio che ti do è non seguire le lezioni, sono una perdita di tempo.
L'unico motivo per seguirle è per crearsi il circolo de patate all'inizio, quindi al primo semestre del primo anno. Dopodiché fottitene e trova qualcuno di fidato a cui chiedere gli appunti.

« Ultima modifica: 20 Luglio 2011, 12:39:06 da james.mar »

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #3 del: 20 Luglio 2011, 13:12:20 »

Mi toccherà studiare come un kamikaze anche all'università quindi  Exclamation

Citato da: Nad il 20 Luglio 2011, 12:09:55

forse l'unico caso in cui conviene studiare un po' di più è il primo anno: il contatto con materie mai viste può lasciare un attimo perplessi, e può servire un po' più di tempo per capire di che minchia si sta parlando

ma una volta che entri nell'ottica, vai spedito

Infatti è da qualche settimana che sto dando un'occhiata a varie dispense di Macroeconomia e Microeconomia,giusto per capire a cosa andro' incontro.

Citato da: james.mar il 20 Luglio 2011, 12:36:31

L'università è una cazzata. E non sto scherzando.

Ti credo,anche se quando nell'altro topic hai scritto che da 2 mesi non hai vita sociale,mi hai turbato non poco  Cheesy

Riguardo al non frequentare tutte le lezioni,è una cosa che mi hanno detto varie persone,quindi fondamentale.

Loggato

éclat de rire

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 32
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Posts: 295

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #4 del: 20 Luglio 2011, 13:37:00 »

Citato da: sixteen il 20 Luglio 2011, 13:12:20

Ti credo,anche se quando nell'altro topic hai scritto che da 2 mesi non hai vita sociale,mi hai turbato non poco  Cheesy

Vabbè ma io studio ingegneria al Politecnico di Milano, mica Economia.
E ho anche una certa media del 25.8 che per ingegneria è una media moolto alta.

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #5 del: 20 Luglio 2011, 14:06:15 »

La memoria è una cosa fisica, semplice da gestire, basta avere piccole accortezze.
Le informazioni che si fissano nel cervello perchè il percorso neurale che riproduce l'informazione si è stabilizzato.

per memorizzare un'informazione devi leggerla una prima volta e fissata in testa, poi devi rinfrescare il percorso neurale a intervalli fissi, dopo un'ora, un giorno, una settimana, un mese, un anno, in questo modo le informazione principali si fissano, e le collaterali il cervello le ricava dalle principali.

a seconda delle persone ci sono diversi tipi di memoria, visiva, uditiva, percettiva, cioè ognuno tende a usare uno o più sensi per collegare e memorizzare le informazioni.
Devi prima scoprire cosa ti permette di ricordare più facilmente le informazioni, e poi lavori su quelle.
Ad esempio se tu sei un visivo, come me, puoi usare le immagini per ricordare le informazioni.

in generale ti suggerisco un autore, tony buzan, ha scritto diversi libri con metodi più o meno semplici e veloci per memorizzare, anche interi libri, e ricordare non solo le informazioni, ma anche le singole pagine, righe etc.

non ci sono scorciatoie, si deve faticare, ma allo stesso tempo se usi i metodi giusti ed entra nel tuo modo di pensare, praticamente dovrai leggere solo un paio di volte le cose per memorizzarle.

La fatica più grande è divisa in due parti, la prima è imparare e rendere tue le metodologie per memorizzare le cose, la seconda è prendere appunti con le tue logiche.

la prima la fai leggendo un libro di buzan, mentre il secondo sta a te.
Ogni anno tengo diversi corsi, in diversi campi, e ho sempre un buon successo perchè ho trovato il modo giusto di far entrare nelle zucche le informazioni, cioè non le faccio entrare io, ma le rielaborano gli studenti....

Se tu vedi un'informazione, e la scrivi così com'è è il pensiero e l'interpretazione di un altro, ma se tu la comprendi e la scrivi come tu la pensi e la interpreti ottieni due cose, sia che ragionandoci inizia fissare il percorso neurale, sia che pensandola a modo tuo, ti sarà più facile ricordarla, e ricostruirla se ne ricordi solo una parte.

buon lavoro.
la fortuna aiuta le menti ben preparate.

Loggato


Posso migliorare, posso imparare, posso fare meglio di ora...

EmoPusher

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 13
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 44
  • Residenza: il mio mondo ;-)
  • Posts: 59

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #6 del: 20 Luglio 2011, 14:14:14 »

sixteen, lassa perde ste cose complicate di tony capuozzo...iscriviti a economia e vai tranquillo, che ho visto passare gli esami ai peggio spastici

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #7 del: 20 Luglio 2011, 14:21:21 »

Citato da: james.mar il 20 Luglio 2011, 13:37:00

Vabbè ma io studio ingegneria al Politecnico di Milano, mica Economia.
E ho anche una certa media del 25.8 che per ingegneria è una media moolto alta.

Posso solo immaginare quanto sia difficile Ingegneria e avere una media del genere in quella facoltà.
Qualche mese fa ,un ingegnere che lavora sotto mio padre mi fece vedere alcuni suoi appunti di Ingegneria Civile.
Incutevano timore

Citato da: Nad il 20 Luglio 2011, 14:14:14

sixteen, lassa perde ste cose complicate di tony capuozzo...iscriviti a economia e vai tranquillo, che ho visto passare gli esami ai peggio spastici

Sicuramente le tecniche di Tony Bucion funzioneranno pure,ma se dovessi aspettare di saperle usare prima di dare un esame,mi ritroverei 15 anni fuori corso e con le pezze al Bucion,per l'appunto.

« Ultima modifica: 20 Luglio 2011, 14:35:41 da sixteen »

Loggato

éclat de rire

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 32
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Posts: 295

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #8 del: 20 Luglio 2011, 14:33:01 »

Citato da: sixteen il 20 Luglio 2011, 14:21:21

Sicuramente le tecniche di Tony Bucion funzioneranno pure,ma se dovessi aspettare di saperle usare prima di dare un esame,mi ritroverei 15 anni fuori corso e con le pezze al Bucion,per l'appunto.

i metodi principali si imparano in 20 minuti, se non impari ad usare il cervello, che serve averlo...

una persona saggia mi ha insegnato una cosa: "spesso l'uomo per la pigrizia di non fare un piccolo sforzo, si trova a faticare mille volte di più."

se non conosci una tecnica, come puoi pensare che ti ci vuole tanto ad impararla?
ragazzi questo atteggiamento negativo porta male tanto quanto autoconvicersi che una non ci sta ancor prima di averla vista... diverso ambito, stesso risultato.

riflessione a posteriore dei miei 38 anni...
c'è un motivo per cui ci sono tanti laureati in giro a cui non farei lavare la macchina, e poche persone che usano il cervello, e sanno molto più di chi ha un pezzo di carta...

imparate ad usare il cervello, perchè quando non avrete il libro, lo scritto, google per cercare come risolvere una questione, il cervello è la vostra unica risorsa.

vi prego di capire che parlo in senso ironico, e non voglio creare flame o altro, però uno dei più grandi problemi della scuola moderna è proprio il fattore di diseducazione allo studio, non viene dato un metodo nè per studiare, nè per ragionare, e di conseguenze i ragazzi masticano informazioni per il tempo dell'esame per poi gettarle via, col risultato che le lauree servono a certificare che hanno dato esami e fatto tot anni, non a preparare le persone al lavoro vero, in ogni campo.

ho lavorato con designer laureati che mettevano il baricentro al di fuori degli oggetti, con il risultato che una volta realizzato l'oggetto dal loro bel progettino al computer non stava in piedi... eppure il baricentro si studia alle medie... scuola dell'obbligo...

oppure vi ritrovate con auto blasonate (non tico la marca, ma stavo per comprarla un mese fa) dove la barra dello sterzo viene montata bassa, a 10 cm da terra, per cui basta una buca in città per spaccare l'asse...

usate la testa, ho scoperto che c'è penuria di questa qualità e le donne lo trovano pure sexy...

Loggato


Posso migliorare, posso imparare, posso fare meglio di ora...

EmoPusher

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 13
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 44
  • Residenza: il mio mondo ;-)
  • Posts: 59

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #9 del: 20 Luglio 2011, 15:18:05 »

Citato da: EmoPusher il 20 Luglio 2011, 14:33:01

i metodi principali si imparano in 20 minuti, se non impari ad usare il cervello, che serve averlo...

una persona saggia mi ha insegnato una cosa: "spesso l'uomo per la pigrizia di non fare un piccolo sforzo, si trova a faticare mille volte di più."

se non conosci una tecnica, come puoi pensare che ti ci vuole tanto ad impararla?
ragazzi questo atteggiamento negativo porta male tanto quanto autoconvicersi che una non ci sta ancor prima di averla vista... diverso ambito, stesso risultato.

riflessione a posteriore dei miei 38 anni...
c'è un motivo per cui ci sono tanti laureati in giro a cui non farei lavare la macchina, e poche persone che usano il cervello, e sanno molto più di chi ha un pezzo di carta...

imparate ad usare il cervello, perchè quando non avrete il libro, lo scritto, google per cercare come risolvere una questione, il cervello è la vostra unica risorsa.

vi prego di capire che parlo in senso ironico, e non voglio creare flame o altro, però uno dei più grandi problemi della scuola moderna è proprio il fattore di diseducazione allo studio, non viene dato un metodo nè per studiare, nè per ragionare, e di conseguenze i ragazzi masticano informazioni per il tempo dell'esame per poi gettarle via, col risultato che le lauree servono a certificare che hanno dato esami e fatto tot anni, non a preparare le persone al lavoro vero, in ogni campo.

ho lavorato con designer laureati che mettevano il baricentro al di fuori degli oggetti, con il risultato che una volta realizzato l'oggetto dal loro bel progettino al computer non stava in piedi... eppure il baricentro si studia alle medie... scuola dell'obbligo...

oppure vi ritrovate con auto blasonate (non tico la marca, ma stavo per comprarla un mese fa) dove la barra dello sterzo viene montata bassa, a 10 cm da terra, per cui basta una buca in città per spaccare l'asse...

usate la testa, ho scoperto che c'è penuria di questa qualità e le donne lo trovano pure sexy...

Con la mia frase intendevo solo dire,con tono scherzoso, che queste tecniche non sono facili da padroneggiare.Alcune mnemotecniche già lo conosco,come per esempio la Tecnica dei Loci o un'altra che consiste nell'associare concetti ad immagini paradossali e dinamiche(V.A.P).Non è che mi siano servite molto,e tu stesso affermi che hai insegnato ad alcuni studenti come utilizzare nel modo giusto queste metodologie di apprendimento.Ecco,io penso che tecniche del genere vadano insegnate da persone competenti ,in modo da evitare gli errori tipici di chi impara qualcosa da autodidatta.
Inoltre una paternale del genere potevi pure evitarla,e visto che hai tirato l'amo,io abbocco e ti chiedo di insegnarci ad usare la testa,tu che ne hai il potere...

« Ultima modifica: 20 Luglio 2011, 15:33:05 da sixteen »

Loggato

éclat de rire

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 32
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Posts: 295

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #10 del: 20 Luglio 2011, 15:36:43 »

se inizi economia, mettiti in testa da subito di uscire nel tempo minimo e col massimo dei voti, altrimenti è tempo sprecato

Loggato

Dylan

  • Utente serio
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 115
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 33
  • Posts: 1104
  • Un seduttore in GH e cravatta

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #11 del: 20 Luglio 2011, 16:00:20 »

Citato da: sixteen il 20 Luglio 2011, 14:21:21

Posso solo immaginare quanto sia difficile Ingegneria e avere una media del genere in quella facoltà.
Qualche mese fa ,un ingegnere che lavora sotto mio padre mi fece vedere alcuni suoi appunti di Ingegneria Civile.

Scherzavo, quest'anno ho riportato la media del 29 Exclamation

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #12 del: 20 Luglio 2011, 19:49:24 »

orcozio che nervoso ai 29. orcozio.

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #13 del: 20 Luglio 2011, 22:21:23 »

Citato da: james.mar il 20 Luglio 2011, 16:00:20

Scherzavo, quest'anno ho riportato la media del 29 Exclamation

.

Loggato

éclat de rire

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 32
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Posts: 295

Re: Il vostro metodo di studio

« Risposta #14 del: 20 Luglio 2011, 22:50:39 »

Non mi parlate di 29. Voto infausto, pessimo e indesiderato.

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550
Pagine: [1] 2 3 ... 5   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: