Arrivai a Londra  alle 7 di sera. Il viaggio era stato stressante, ero
seduto fra due giapponesi che parlavano di microcips scambiandosi i relativi
schemi, in lingua originale.
Come vedere un film in turco sottotitolato in cirillico...
Il mio chiodo fisso non mi aveva abbandonato, ed avevo elaborato altre 36
varianti di sodomizzazione punitiva da praticare alla belva ed al suo
platinato amante. Dopo un nebbioso atterraggio presi un treno per Londra,
ipnotizzato dal "mohowk" (cresta di capelli sulla sommità del capo) multicolore di
alcuni teppisti presenti nel vagone.
Uscii da Victoria Station aggravato da terrificanti pesi che rendevano il
mio intercedere difficoltoso e goffo: zaino tattico con vestiario per tre
mesi, porta vestiti luis vuitton made in cartone Algerino, valigetta in
alluminio contenente l'intera gamma Ecoline, più qualche strato di Pantone per il
modico peso di una decina di kili.
Chiesi ad un poliziotto delle informazioni su dove poter dormire. Il
"parrot" (I poliziotti erano chiamati "pappagalli" per un piccolo e gracchiante
ricetrasmittente che portavano su una spalla.), capendo che non parlavo inglese,
mi trattò malissimo: in modo sprezzante. Evidentemente, lui alto rossiccio e lentigginoso,
non amava trattare con quelli scuri di capelli e dalla pelle olivastra.
Uscendo da Victoria Station, respirai per la prima volta  l'aria della metropoli:
era buio, c'era un po' di nebbia, e l'aria era frizzante.
Fuori dalla stazione vidi un fast food con esposto un tricolore
italiano, e decisi di chiedere informazioni ad un conterraneo, sicuramente
più prodigo del pappagallo dalla purpurea chioma.
Animato da barlume di speranza, dopo una rapida occhiata a sinistra
contemporanea all'elaborazione della trentasettesima variante di
sodomizzazione, lesto attraversai la strada. Sentii uno stridio di gomme
accompagnato da un tremendo colpo al ginocchio destro, e mi ritrovai per terra,
sotto lo zaino tattico, con i miei preziosi Pantone sparsi per la via.
Un maledetto Cab, sorta di taxi inglese nero come un carro funebre, mi aveva
appena investito. Un energumeno ornato di pesanti basette di elvissiana
memoria, scese dal nero carro imprecando in un linguaggio a me sconosciuto.
Rimasi per qualche istante tramortito, in pochi attimi, mentre quelle
incomprensibili grida mi rimbalzavano da un orecchio all'altro, mi chiesi
che caxxo ci facevo li per terra , sotto lo sguardo dei mille ficcanasi
radunatisi, in quel caxxo di posto sotto tutti quei bagagli.
Espressi tutta quella rabbia e quel dolore in un unico grido: alzai la
faccia al nero cielo e lanciai una bestemmia così forte da far indietreggiare
il basettato tassinaro.
Poi una mano amica mi tirò su, cacciai un'altra bestemmia, stavolta al
femminile, e la mano mi disse "Stai bene?".
Era il pizzettaio del locale di fronte, era accorso incuriosito dal
trambusto. Si mise a discutere animatamente con l'emulo di Elvis, poi mi
condusse nel suo locale.
La "bestemmia" gli aveva rivelato la mia nazionalità e per questo mi aveva
soccorso.
Mi spiegò che in Inghilterra i sensi di marcia sono invertiti, e che gli
inglesi sono abituati a fermarsi di fronte ad un pedone solo sulle
zebra-stripes, sorta di nostre "strisce pedonali", spesso indicate da file
di borchie metalliche sull'asfalto.
Il tassinaro, quindi , per la norma inglese non aveva sbagliato più di
tanto.
Il mio ginocchio sembrava un melone di Ceylon, e così dopo alcune
indicazioni, mi recai in un bed and breakfast, sorta ostello della gioventù
dove per poche sterline si dorme e si fa colazione.
Esausto, pieno di dolori,  demoralizzato per non ricordare come si
concludeva la trentasettesima variante sodomitica, consegnai sette sterline
ad una cozza che amministrava il locale.
Mi portò nella mia stanza, una stanza con sette letti per altrettante
persone.
Mi buttai sul letto esausto,.e  Morfeo si impadronì di me.

Continua...

--
TermYnator

sUINo 25204003----------------------------------
Terrore della Topa
GranMaestro di ISM
Vate del Ballo Coatto
Re del Piedino Subtabulam
Redentore ufficiale dei MdP
TermYnatore ufficiale dei DJ jamaicani
Angelo dello sterminio di Sodoma Gomorra e Rimini
Sodomizzatore della befana (in realtà è una Playmate travestita)
Presidente del Movimento di Liberazione del Vero Uomo

To reply remove GREATDICK from header but not from Wallers