Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Vipassana

(Letto 2390 volte)

Vipassana

« del: 02 Settembre 2012, 20:11:42 »

Ho voluto aspettare un mese prima di scrivere questo post (actually ho aspettato un pò di più) in modo da avere un’opinione più concreta della mia prima esperienza nel mondo del Vipassana.

La maggior parte di voi si starà chiedendo “Di che diavolo stai parlando? È il nome di un nuovo pickup-artist?”. Non un nuovo maestro del rimorchio, anche se l’argomento ha collegamenti anche con il Sarge.

Sto parlando di una delle più antiche tecniche di meditazione indiane, ideata dal Buddha. La parola meditazione è però usata a sproposito, se la intendiamo nel significato occidentale del termine.

Vipassana è uno stile di vita, un nuovo modo di osservare il mondo e comprenderlo. È una tecnica che farà traballare tutte le vostre certezze e vi fornirà una nuova via di interpretare la vostra esistenza.

Per quelli che stanno già fuggendo da quest’articolo, voglio tranquillizzarvi: non ho mai fatto yoga, karate o qualsiasi cosa rientri nelle pratiche orientali di meditazione. Non sono mai stato uno spiritual guy per intenderci.
E per inciso, Vipassana non ha nulla a che fare con lo spirito. E’ forse la tecnica più pragmatica che possiate affrontare.

Non c’è alcun mantra da ripetere, nessun santone da venerare, nessuna candela da accendere. La sua semplicità sta nell’ascoltare finalmente ciò che accade all’interno del vostro corpo.

Per tutta la vita abbiamo continuato a preoccuparci di ciò che succedeva fuori di noi. Tutte le nostre azioni erano dettate da fonti esterne.
Per quanto riguarda il Sarge, possiamo pensare a tutte le volte che non abbiamo abbordato una ragazza perchè “Chissà che penserà di me chi mi vede” oppure “Chissà cosa potrà pensare questa ragazza di me”.

Ebbene, dalla nostra nascita, le conseguenze esterne hanno pilotato la nostra vita. Non ci siamo mai fermati a fare il discorso inverso: cosa sta succedendo dentro di me?
E se la prossima volta che una ragazza bellissima ci blocca, prestassi attenzione a me stesso?

IL CORSO

Dopo questa premessa passiamo alla parte più stramba della tecnica. Si, perchè esistono centri in tutto il mondo (di cui uno in italia) che organizzano corsi di 10 giorni, piuttosto intensivi direi.
La vostra missione sarà quella di abbandonare il mondo civilizzato per 10 giorni, tagliare ogni ponte di comunicazione e rispettare il silenzio per tutta la durata.

Si, avete capito bene! Per 10 giorni dovrete vivere come un vero e proprio monaco.
Non potrete parlare con nessuno, men che meno con chi è fuori dal centro (quindi ciao ciao ai vostri cellulari).
Niente Tv, libri, musica, ma non potrete neanche scrivere o disegnare.
Il vostro menu sarà completamente vegetariano e vi sveglierete alle 4 della mattina per andare a letto alle 22.

Avrete una tabella con i vari orari, ma mettete in preventivo che mediterete per almeno 6-7 ore nella giornata e mangerete solo a colazione e pranzo (niente cena!).

Per quale motivo tutte queste ristrettezze? Vogliono torturarvi per far uscir fuori la parte peggiore di voi?
Nulla del genere! Il corso è ideato per darvi la possibilità di rimanere 24 ore su 24 soli con voi stessi, anche se sarete circondati dagli altri partecipanti.
Avrete tutto il tempo che necessitate per essere a tu per tu con la vostra mente, senza che nessuno possa sviarvi o disturbarvi.

Ogni giorno avrete indicazioni sul da farsi dal maestro e vi assicuro che non sarà una cosa semplice.
Vivere un corso vipassana è come essere sulle montagne russe. Vi ritroverete un giorno ad essere al 7° cielo, in pace con il mondo e con tutte le risposte in mano, e crollare nell’inferno più profondo il giorno seguente, sommersi dallo sconforto.

IL COSTO

Questa è la parte che solitamente fa alzare le sopracciglia a chi ascolta.
Quanto può costare passare 10 giorni in una casa in piena campagna toscana, con maestri a vostra disposizione e cibo per colazione e pranzo.
La risposta è... assolutamente niente.

L’intero corso è gratuito, già pagato per voi da chi ha svolto il corso precedentemente. Infatti tutto il sistema si basa sulle donazioni ed il volontariato. Maestri, assistenti, cuochi... Tutti volontari che usano un pò del loro tempo per dare la possibilità a qualcun altro di conoscere la tecnica.

Una volta completato il corso vi sentirete talmente bene che vorrete assolutamente dare una donazione e condividere la vostra scoperta con chi vi sta a cuore. E' un sentimento di solidarietà che automaticamente vi crescerà dentro (ed ecco il perche del mio articolo!  Cheesy )

IL MIO RISCONTRO

Passiamo alla mia esperienza a riguardo.

Il mio corso è stato una girandola di emozioni. Sono arrivato pieno di curiosità, ho avuto un tracollo al quarto giorno pensando “Ma che diavolo sto facendo quà?”, per ritrovarmi euforico il giorno dopo e depresso quello dopo ancora.
Insomma... È stata davvero un’esperienza sui generis.

Ho però voluto aspettare tutto questo tempo prima di proporlo qui perchè volevo esser certo che la tecnica avesse funzionato.
Dopo più di un mese posso assicurarvi che i risultati ci sono tutti, almeno nel mio caso.

Il mio Ego si è sgonfiato come un palloncino, e seppur non sia scomparso, ha subito una ridimensionata che non credevo possibile!
Può sembrare esagerato ma mi sento davvero un’altra persona, libera da tante delle emozioni travolgenti che prendevano possesso della mia vita.

Ovviamente i 10 giorni non sono abbastanza per cambiare una vita, ma sono il primo passo. Dopo esser usciti dal “centro”, inizia la vera e propria sfida, visto che dovremo iniziare a vivere secondo uno stile completamente diverso, estraneo dal nostro vecchio atteggiamento.

Non so chi di voi abbia letto “The Power of Now” di Eckhart Tolle. Per chi lo avesse fatto, posso dirvi che la tecnica è molto simile, ma una cosa è leggere un libro ed un’altra sperimentare gli insegnamenti sulla propria pelle.

Spero riusciate a superare il legittimo scetticismo alla lettura di questo post. Qualcuno potrà credere che sono il classico fanatico religioso, altri che sto cercando di far pubblicità... Dal canto mio vi assicuro che ne varrà la pena... O male che vada, scapperete dal corso al secondo giorno (non ci sono fili spinati e catene!).

Vi lascio l’indirizzo del centro italiano da cui avere tutte le notizie di cui potreste aver bisogno!
http://www.atala.dhamma.org/pub/index.php

Loggato


--> My Stylelife Challenge <--

There is no growth in the comfort zone
There is no comfort in the growth zone

jotaro_kujo

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 44

Re: Vipassana

« Risposta #1 del: 04 Settembre 2012, 10:08:44 »

Molto interessante, grazie di aver postato.
Una curiosità: ho letto che vengono fatte moltissime ore di "meditazione". Cosa si intende precisamente con questo termine? Eravate lasciati a voi stessi o guidati in ciò, chessò, per quanto riguarda la postura, il respiro o la gestione del flusso dei pensieri? Qual è stata la tua esperienza a riguardo, cioè, come ti sei trovato?
Grazie in anticipo!

Loggato

Edward Bloom

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 160
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 34
  • Posts: 410

Re: Vipassana

« Risposta #2 del: 04 Settembre 2012, 10:18:31 »

Nel corso vieni guidato giorno per giorno nella tecnica. Ci saranno maestri che vi spiegheranno cosa fare e come farlo. Poi se avete qualche domanda, potete porla ai maestri o agli assistenti. Sono le uniche persone con cui potrete parlare.

Io mi sono trovato molto bene. Il corso è stato ben studiato negli anni e non avrete alcuna barriera nella comprensione della tecnica. L'unico scoglio è presente all'interno della vostra testa, che sopratutto nei primi giorni, farà di tutto per farvi scappare da quel posto.

Loggato


--> My Stylelife Challenge <--

There is no growth in the comfort zone
There is no comfort in the growth zone

jotaro_kujo

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 44
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: