Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Kurghan's Story 4) Il dubbio.

(Letto 1621 volte)

Kurghan's Story 4) Il dubbio.

« del: 14 Ottobre 2010, 18:43:53 »

Il bicchiere a tre facce
Un giorno, il Maestro si alzò di molto ispirato. Si sedette a capotavola della scapola di brontosauro, si versò del latte, e disse osservando il bicchiere:
"Vedi questo bicchiere Kurghan? Se lo si usa nel giusto verso, il bicchiere si lascierà usare per bere, offrendo rigidità all'impalpabilità del latte. Se lo si usa male e lo si rovescia, potrai versarci sopra tutto il latte del mondo, ma il bicchiere non ne conterrà che una goccia: quella che ospita il sotto del fondello. Se non si riesce ad usarlo e per rabbia lo si batte, il cristallo si romperà e taglierà le mani di chi lo maltratta.
Un bicchiere è come un maschio nelle mani di una donna. Se la donna si relaziona bene, egli la soddisfa e la vezzeggia lasciandola fare. Se la donna lo tratta in modo inadeguato, l'unica goccia di latte che egli conterrà, sarà pari alla sua volontà di non allontanare completamente la donna. Il minimo sostegno che darà, ovvero quella singola goccia, si chiama educazione. Ma se la donna tenterà di ferirlo, il maschio reagirà, e con eleganza punirà la donna, facendo si che la essa non ripeta l'errore che ha fatto.
Tutto cio, si chiama fermezza, ed è la prima regola che un maschio deve osservare  al cospetto di una femina."

K:"Uhm... Però, c'è sempre un aspetto servile... Io non accetto di essere usato.
Quale è la terza faccia del bicchiere, Maestro?"

M:"La terza faccia è quella che stai mostrando ora: la ricerca di una via d'uscita perchè temi di non riuscire ad essere un bicchiere utile, ma non accetti di essere un bicchiere rovesciato. Stai su un fianco, e finchè non ti decidi ad assumere posizione, rotolerai in eterno rimanendo di nessuna utilità."
K:"Quindi, non c'è scelta: o nero o bianco!"
M:"Non è vero. La terza scelta c'è sempre, ma ha come unica utilità il non far mai nulla: se sai cosa vuoi essere, per esserlo devi realizzare ciò che vuoi. Ma finchè non applichi, rimani a rotolare di qua e di la su per un tavolo."
Kurghan non era molto convinto. O meglio, non accettava il fatto che non ci fosse una scelta che gli consentisse di raggiungere ciò che voleva, senza modificare nulla. Egli era fermamente convinto che il solo fatto di essere sulla terra, dovesse in qualche modo conferirgli dei diritti.
E fra questi, c'era quello di riuscire con le donne.

La mutazione
Kurghan cominciò a pensare che stava perdendo tempo. In 5 anni, era diventato l'uomo più colto e sapiente della terra, mentre in tre mesi dal Maestro, aveva imparato solo 4 cose. Prese ad aver sfiducia nel Maestro, e a non fare più cio che egli gi diceva. Non riteneva utile stare per giorni a far cose non inerenti la seduzione e l'essere maschio: perchè quello era ciò che lui voleva sapere.
Una sera, il Maestro trnando nella caverna, trovò Kurghan che dormiva.
M:"Kurghan, hai portato al pascolo Dolly?"
K:"No, non ho più voglia di farlo: è una perdita di tempo"            
M: "Se tu non fossi andato al pascolo, non avresti scoperto il coraggio."
K: "Non c'era bisogno di andare tre mesi al pascolo per capire cosa era il coraggio: avresti potuto spiegarmelo direttamente. Così avrei imparato un sacco di altre cose. Invece..."
M: "Quindi tu sei convinto che basti spiegare per far si che una persona automaticamente sia in grado di capire e di fare?"
K:"Si."
M:"allora perchè non conoscevi il coraggio, pur avendo letto tutto ciò che è stato scritto sull'argomento?"K:"..."
M:"Vedi Kurgham tu sei giovane ed impulsivo. Tu vorresti tutto e subito, e questa è la molla che nella storia ha fatto si che siano sempre stati i giovani a rivoluzionare i costumi. I giovani, però, hanno sempre agito in base a degli ideali, e dietro agli ideali c'era sempre qualche vecchio furbo ed esperto che costruiva pensieri per infiammare gli animi e muovere le braccia. Ciò che muove l'uomo, è infatti il desiderio, cio che lo blocca la paura. In mezzo, c'è l'esperienza"
K:"Quindi, dove vuoi arrivare?"
M:"Tu sapevi perfettamente cosa fosse il coraggio. Ma non ne hai mai avuto l'esperienza. Eppure, hai sempre desiderato essere un coraggioso. Ciò che ti ha spinto a scoprire il tuo coraggio, è stato un ideale; l'integrità di Dolly. Il temere che il tuo ideale fosse infranto, ha fatto si che tu abbia pensato a come difenderlo, e ti ha dato la forza di agire. La scoperta del tuo coraggio, è quindi dovuta a tre fattori: l'averti condotto a provare un sentimento per Dolly, e l'averti collocato in un contesto nel quale il tuo sentimento potesse essere calpestato da un evento esterno.  L'evento, è stato la miccia che ha acceso il processo irreversibile che ti ha portato a scoprire il tuo coraggio. Io, non potevo fartelo scoprire parlandoti qui in caverna: ci sono cose, che ognuno di noi deve realizzare da solo, per formare l'esperienza. Per questo ho creato una situazione, e ti ho mandato sul campo."
K:"Ah! Certo! Ma sei stato fortunato: senza il caprone che ha montato Dolly, non sarebbe mai successo nulla!"
M:"Dici? allora vieni con me."
Il maestro uscì dalla caverna, e seguito da Kurgna si infilò in un cunicolo. alla fine del cunicolo c'erano due stalle: silla porta della prima, c'era scritto "Ugo", sulla porta della seconda, c'era scritto "Drugo."
M:"Apri la porta, Kurghan.".
K:"Ma... E' il caprone!!  Allora... Era tutta una nessa in scena?"
M:"Tutta l'esistenza è una messa in scena. E come in un film, c'è chi recita le parti e chi le scrive. L'essere uomo, è il passare da attore a creatore, rimanendo dentro al film. Tu mi hai chiesto come diventare uomo, ed io ho creato il contesto affinchè tu potessi scoprire di esserlo. Quindi, devi insistere, ed aspettare che giunga il momento in cui tu stesso arriverai a provare ogni singola verità. E cio avverrà ogni volta che ti manderò sul campo. Ogni volta ti darò i presupposti per capire quello che succederà, ed affrontare gli eventi. Ma solo se andrai quando te lo dico smetterai di essere un bicchiere che rotola su un fianco"

Segue...

« Ultima modifica: 14 Ottobre 2010, 22:34:02 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Kurghan's Story 4) Il dubbio.

« Risposta #1 del: 14 Ottobre 2010, 19:39:32 »

Sembra quasi che ci sia un'analogia con Siddaharta di Hermann Hesse.
Ciononostante devo dire che questo tipo di racconti mi piace molto perché è il cosidettomiscere utile dulci oraziano.
Questo è ciò che chiamo prendere 2 piccioni con una fava: dilettarsi con una storia divertente ed amena e riuscirne a sorseggiare pian piano gli insegnamenti.

Loggato

Despotes

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 11
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 26
  • Residenza: alla ricerca dell topa incantata
  • Posts: 156

Re: Kurghan's Story 4) Il dubbio.

« Risposta #2 del: 15 Ottobre 2010, 08:14:36 »

Citato da: TermYnator il 14 Ottobre 2010, 18:43:53

K:"Uhm... Però, c'è sempre un aspetto servile... Io non accetto di essere usato.

c'è realmente un aspetto servile come sospetta il personaggio?

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1374

Re: Kurghan's Story 4) Il dubbio.

« Risposta #3 del: 15 Ottobre 2010, 11:56:47 »

Non capisco, o tempo di malinterpretare, tre cose:

1 il bicchiere rovescio.
l'unica goccia di latte che egli conterrà, sarà pari alla sua volontà di non allontanare completamente la donna. Il minimo sostegno che darà, ovvero quella singola goccia, si chiama educazione. Ma se la donna tenterà di ferirlo, il maschio reagirà, e con eleganza punirà la donna, facendo si che la essa non ripeta l'errore che ha fatto.
Non capisco il sillogismo, e come questo sia poi definibile "fermezza"

2 usare il bicchiere.
Se il bicchiere che disseta è il maschio, il maschio deve farsi usare?
Addirittura essendo la donna a prenderlo in mano, è la donna che decide come tenerlo, se dritto o rovescio, zerbinismo ad oltranza allora?
O mi sfugge almeno un passaggio?

3 esistenza?
Tutta l'esistenza è una messa in scena. E come in un film, c'è chi recita le parti e chi le scrive. L'essere uomo, è il passare da attore a creatore, rimanendo dentro al film.
Non è un po da malattia mentale o come minimo da eccesso di protagonismo (megalomania?) un concetto espresso così duramente e tagliato con l'accetta?

Loggato


per la forza di volontà che ci metti nel superarti sempre©beeblebrox
Sono convinto che ce la farai©^X^
Bello come descrivi il sesso, dovrebbe essere sempre così©Acqua
Sei una splendida persona, dentro, fuori e ricoperto@Amica
Ottimo osservatore@Termynetor
Si vede che stai diventando forte. Continua così e tra poco ce l' avrai fatta@Shark
mi piaci, uno che dice le cose dirette come stanno, fanculo il politically correct @Kleos
Sfigatto è uno che ci prova incessamente a differenza di moltissimi altri @ SunBeam

Micione

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 120
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 44
  • Residenza: Terra di mezzo
  • Posts: 2334
  • In hoc signo vinces (§)

Re: Kurghan's Story 4) Il dubbio.

« Risposta #4 del: 15 Ottobre 2010, 16:20:29 »

Citato da: sfigatto il 15 Ottobre 2010, 11:56:47

essendo la donna a prenderlo in mano

difatti  Laughing

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1374

Re: Kurghan's Story 4) Il dubbio.

« Risposta #5 del: 15 Ottobre 2010, 19:17:33 »

Non vi dico un caxxo  Laughing
Kurghan's Story è una storia con approccio zen-maieutico.
A differenza di un Koan, non è scritta in ideogrammi, e non fa riferimento a culture a noi estranee.
Ma difatto, alle cose ci dovrete arrivare da soli.

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Kurghan's Story 4) Il dubbio.

« Risposta #6 del: 16 Ottobre 2010, 15:22:47 »

mentre leggevo la mia mente viaggiava al contrario...

l'uomo prende il bicchiere che è la donna.. se sa usarlo avrà tutto quel che vuole da questa.. sarà amato, rispettato e desiderato. (la donna te la da)
se lo rovescia riuscirà a contenere soltanto una goccia (hai cannato il rimorchio, non te la da ma non ti sfancula perchè sei stato socialmente adatto e/o corretto)
se lo rompe ti ferisce (ti manda a cagare, ti sprostituta, ti evita)

sono fermamente convinto che questa chiave di lettura di questo estrapolato sia più che valida, esattamente quanto sono convinto che non sia ciò che l'autore mi vuole comunicare.

 Idiot Idiot Idiot Idiot

Loggato

La Fleur

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 4
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 35
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 63

Re: Kurghan's Story 4) Il dubbio.

« Risposta #7 del: 27 Ottobre 2010, 08:35:06 »

Citato da: TermYnator il 14 Ottobre 2010, 18:43:53

Ciò che muove l'uomo, è infatti il desiderio, cio che lo blocca la paura. In mezzo, c'è l'esperienza"[/i]

Thumbs Up

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: