Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

(Letto 2299 volte)

Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« del: 30 Marzo 2011, 03:13:29 »

Capì che in un momento di difficoltà, quando vedi le tue certezze vacillare, tendi ad incolparti di colpe che non hai, e che per liberarti da questo peso alteri la realtà. Kurghan si rese conto di aver fatto del male  a Sigmundea. Ma più di ogni altra cosa, si rese conto di aver mancato di rispetto a se stesso.
Kurghan prese quindi una tela in cantina, un tubo di colore ed un pennello. Si mise davanti allo specchio, e scrisse sulla tela:

"Nessun insulto può uccidere un uomo, a meno che quell'insulto non venga da egli stesso."

Appese la tela sopra il suo Cezanne, e la contemplò lungamente.
K:"Bello, mi piace..."
Kurghan, accese il suo stereo, infilando il suo CD preferito per pensare:

<a href="http://www.youtube.com/v/tDnrJoHrft0&amp;ap=%2526fmt%3D18&amp;rel=0" target="_blank">http://www.youtube.com/v/tDnrJoHrft0&amp;ap=%2526fmt%3D18&amp;rel=0</a>

Poi mise il suo grembiule da cucina, lo stesso che usava per preparare le sue cenette intime, e cucinò: guazzetto di gamberi, aragosta al court bouillon, e salmone in tartine come antipasto.
Cucinò per il piacere di cucinare, l'unico spettatore della sua performance, era infatti lui stesso.
Kurghan era un amante della perfezione: apparecchiò la tavola con tanto di argenteria e piatti metallici.
Un solo posto: argento su blu di prussia della tovaglia, ed un candeliere in mezzo al tavolo. Appena si sedette, davanti ai suoi occhi volarono le sofferenze della sua infanzia da superdotato incompreso.
Pensò allla sua nascita, al fatto che si considerasse l'unico ad aver prodotto un ricordo di quell'evento. L'incontro con il Maestro, le mille tappe del suo cambiamento. Dolly, Gundbjorn, e Fiore di Lotto.
Quel turbinio di immagini lo sconvolse, e  piangente, Kurghan vide la sua immagine: quella che non aveva visto fino ad allora: l'immagine distruttiva, quella che l'avrebbe ridotto in cenere se le avesse lasciato campo libero. Kurghan si rese conto di essrere tremendamente solo.
Si stese sul divano, e contemplà le opere d'arte che conteneva la sua casa.
Pensò a quanta passione dovevano aver messo gli autori dei bronzi che sorreggevano il bastone delle sue tende, pensò a quanta sofferenza c'era nei quadri che aveva appeso alle pareti, pensò a quanta voglia di vita c'era in tutti quei tentativi di superare il limite della perfezione.
Kurghan vide la sua immagine sola in mezzo agli uomini: e si rese conto che l'emergere dalla massa, implica il distacco dalla stessa.
Cambiò di nuovo CD: 

<a href="http://www.youtube.com/v/_r49L0T7N4o&amp;ap=%2526fmt%3D18&amp;rel=0" target="_blank">http://www.youtube.com/v/_r49L0T7N4o&amp;ap=%2526fmt%3D18&amp;rel=0</a>

E capì che lui stesso era un artista: un artista del rimorchio. Un artista dell'emozione, un artista della parola e del comando. Ciò che i grandi maestri suscitavano nel cuore delle persone, lui lo destava muovendosi, parlando e toccando. Kurghan capì che le motivazioni che lo avevano portato all'odio, erano inesistenti: che ognuno di noi sceglie il corso della propria vita, e che a nessuno si può fare una colpa di questa scelta. Perchè il primo a pagare, è proprio chi sceglie.
Non ha quindi importanza se un uomo decide di sedurre, o essere l'oggetto di seduzione.
Non ha quindi importanza l'essere amati o l'amare. L'uomo deve compiacersi dell'esistenza dell'amore, e favorirlo in ogni sua forma. Anche se questa forma dovesse procurargli dolore. La gioia è nel sapere che la felicità, da qualche parte esiste.
Il fatto di sapere che esiste, ci da uno scopo da raggiungere, una speranza di felicità: la speranza di non sentirsi più soli. L'unico modo per alleviare il peso del pensiero più tetro che possa tormentarci: la morte.
E per l'ennesima volta nella sua vita, Kurghan sentì il bisogno di uscire, di esprimere la sua passione, di creare un nuovo momento di eternità.
E Kurghan uscì, e di nuovo creò.  In uno splendido rimorchio che generò di nuovo amore.
Kurghan era di nuovo vivo.
Kurghan era di nuovo Kurghan.

E sulle splendide note del secondo movimento del "chiaro di luna" di Beethoven, che mi ha accompagnato in tante notti di passione, Kurghan torna alla sua vita e vi saluta.
Augurandomi che la sua vita, possa in qualche modo ispirare anche la vostra.

Fine.

« Ultima modifica: 30 Marzo 2011, 03:58:34 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10009

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #1 del: 30 Marzo 2011, 08:10:21 »

In bocca al lupo Kurghan....

Loggato

jamescobain85

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 2
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 32
  • Residenza: Londra
  • Posts: 260
  • coito ergo sum :D

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #2 del: 30 Marzo 2011, 20:17:24 »

Citazione

In bocca al lupo Kurghan....

...e GRAZIE TermY!  Cry

Loggato


- Mc -

- Mc -

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 9
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 330

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #3 del: 31 Marzo 2011, 20:34:44 »

C'è un Kurghan in tutti noi.  Thumbs Up

Loggato


First Real Fucking FeroAllievo.

GuyMontag

  • SI-Reliable User
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 134
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Residenza: Off Topic
  • Posts: 941
  • Sogna e Osa.

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #4 del: 31 Marzo 2011, 21:54:03 »

Citato da: TermYnator il 30 Marzo 2011, 03:13:29

Non ha quindi importanza l'essere amati o l'amare. L'uomo deve compiacersi dell'esistenza dell'amore, e favorirlo in ogni sua forma. Anche se questa forma dovesse procurargli dolore. La gioia è nel sapere che la felicità, da qualche parte esiste.

questa parte però non l'ho capita... sembra una frase da film, ma so che non lo è...
 Idiot

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1374

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #5 del: 31 Marzo 2011, 22:45:00 »

Infatti non lo è. Prova però a pensare a questo:
se a te piace andare al mare, nel momento in cui sei al mare, avrai voglia di fare altro, dopo un po'.
Perchè dopo un pomeriggio al sole, ti sarai stufato di star li come un lezardo del Botswana meridionale.
Cercherai quindi di fare una partita a beach volley, una partita a biglie, un castello di sabbia, o una cagata dietro a un cespuglio (la scelta dipende fondamentalmente dal momento della giornata).
Difatto, la partita a beach volley, puoi farla in qualsiasi lago (se la fai in acqua) o nel deserto (se giochi su sabbia). Il castello di sabbia, puoi farlo nel cantiere edile accanto a casa tua, con il mucchio di pozzolana che useranno per gli intonaci. E per la cagata, va benissimo a Parco Sempione.
Perchè quindi andare al mare, se poi al mare fai cose che potresti tranquillamente fare a casa tua?
Perchè è l'idea di stare al mare che ti fa star bene. Il fatto di sapere che è li, alla tua portata.
Ciò che ti rende felice, è il sapere che non esistono ostacoli fra il tuo desiderio di mare e l'oggetto mare.
Quando torni  a casa, sei felice quando ripensi al periodo passato al mare.
Perchè sai che il mare esiste, e che può essere alla tua portata.
Questo, ti porterà a desiderare il momento delle ferie, ti spingerà a risparmiare onde comprarti un canotto per andare a pesca, o ad iscriverti ad un corso di salvataggio. Il sapere che il mare esiste, è quindi uno sprono a vivere, a far delle cose. Insomma a popolare la vita di sensazioni ed aspirazioni nei momenti in cui non sei al mare.
E' quindi l'attesa insita nel desiderio la molla che spinge l'uomo all'azione. E nel caso dell'amore, spesso è più produttivo sapere che l'amata vive bene ed è felice (anche senza di te), piuttosto che non lo star li a triturarsi il cervello nella speranza di riconquistarla. Perchè messa l'anima in pace, comincerai a desiderare un nuovo amore, riscoprirai te stesso, ti farai bello, imparerai cose nuove, e sarai un uomo migliore.
E di questo non dovrai ringraziare nessuna donna: perchè la donna del tuo futuro amore, non la conosci ancora Smile

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10009

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #6 del: 31 Marzo 2011, 23:01:01 »

Citato da: TermYnator il 31 Marzo 2011, 22:45:00

E nel caso dell'amore, spesso è più produttivo sapere che l'amata vive bene ed è felice (anche senza di te), piuttosto che non lo star li a triturarsi il cervello nella speranza di riconquistarla. Perchè messa l'anima in pace, comincerai a desiderare un nuovo amore, riscoprirai te stesso, ti farai bello, imparerai cose nuove, e sarai un uomo migliore.
E di questo non dovrai ringraziare nessuna donna: perchè la donna del tuo futuro amore, non la conosci ancora Smile

questo è un pensiero di una bellezza infinita; sono altresì piuttosto convinto che le persone in grado di arrivare ad una tale nobiltà d'animo si contino sulle dita d'una mano...ma arrivarci è un traguardo in sè, e come dici c'entra poco con le donne in sè

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #7 del: 31 Marzo 2011, 23:04:46 »

Citato da: nad84 il 31 Marzo 2011, 23:01:01

questo è un pensiero di una bellezza infinita; sono altresì piuttosto convinto che le persone in grado di arrivare ad una tale nobiltà d'animo si contino sulle dita d'una mano...ma arrivarci è un traguardo in sè, e come dici c'entra poco con le donne in sè

"Le donne sono lo specchio della nostra anima" (autocit)
Ma non sono la nostra anima: quella, è roba nella quale frughiamo solo noi.

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10009

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #8 del: 01 Aprile 2011, 08:57:58 »

Citato da: TermYnator il 31 Marzo 2011, 22:45:00

E' quindi l'attesa insita nel desiderio la molla che spinge l'uomo all'azione. E nel caso dell'amore, spesso è più produttivo sapere che l'amata vive bene ed è felice (anche senza di te), piuttosto che non lo star li a triturarsi il cervello nella speranza di riconquistarla. Perchè messa l'anima in pace, comincerai a desiderare un nuovo amore, riscoprirai te stesso, ti farai bello, imparerai cose nuove, e sarai un uomo migliore.
E di questo non dovrai ringraziare nessuna donna: perchè la donna del tuo futuro amore, non la conosci ancora Smile

E questo sta all'origine dell'apparente disinteresse che hanno i grandi seduttori nei confronti dell'amore appena finito... mentre i morti di pippe stanno a torturarsi il cervello nel desiderio egoistico della propria ex-amata.

Loggato


III TermYraduno: io c'ero!

La seduzione è l'arte che ci porta a conoscere realmente chi siamo.-TermY

Un Vero Uomo ha come Maestro ed Idolo solo se stesso.-TermY

L'armonia con se stessi, è il premio per aver fatto di se un'opera d'arte.-TermY

Il fare di te stesso un'opera d'arte, il conoscerti rispecchiandoti in una donna, il trovare in lei una complice, il diventare il suo punto di riferimento e l'uomo nelle cui braccia lei si abbandonerà-Me medesimo

blackhat

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 48
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: provincia milanese
  • Posts: 259

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #9 del: 01 Aprile 2011, 09:20:19 »

Citato da: TermYnator il 31 Marzo 2011, 22:45:00

E' quindi l'attesa insita nel desiderio la molla che spinge l'uomo all'azione. E nel caso dell'amore, spesso è più produttivo sapere che l'amata vive bene ed è felice (anche senza di te), piuttosto che non lo star li a triturarsi il cervello nella speranza di riconquistarla. Perchè messa l'anima in pace, comincerai a desiderare un nuovo amore, riscoprirai te stesso, ti farai bello, imparerai cose nuove, e sarai un uomo migliore.
E di questo non dovrai ringraziare nessuna donna: perchè la donna del tuo futuro amore, non la conosci ancora Smile

E' davvero un pensiero stupendo, il significato di vivere accettando il momento senza stare a torturarsi con i "e se..." legati al passato. : )  Thumbs Up

« Ultima modifica: 01 Aprile 2011, 09:23:43 da JBGrenouille »

Loggato


life is too short to be afraid

JBGrenouille

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 95
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 38
  • Residenza: La Perfida Albione
  • Posts: 1209

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #10 del: 01 Aprile 2011, 11:32:17 »

Citato da: TermYnator il 31 Marzo 2011, 22:45:00

Perchè è l'idea di stare al mare che ti fa star bene. Il fatto di sapere che è li, alla tua portata.
Ciò che ti rende felice, è il sapere che non esistono ostacoli fra il tuo desiderio di mare e l'oggetto mare.

 Thumbs Up

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1374

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #11 del: 03 Aprile 2011, 14:32:27 »

Citato da: TermYnator il 31 Marzo 2011, 22:45:00

E' quindi l'attesa insita nel desiderio la molla che spinge l'uomo all'azione. E nel caso dell'amore, spesso è più produttivo sapere che l'amata vive bene ed è felice (anche senza di te), piuttosto che non lo star li a triturarsi il cervello nella speranza di riconquistarla. Perchè messa l'anima in pace, comincerai a desiderare un nuovo amore, riscoprirai te stesso, ti farai bello, imparerai cose nuove, e sarai un uomo migliore.
E di questo non dovrai ringraziare nessuna donna: perchè la donna del tuo futuro amore, non la conosci ancora Smile

Questa parte di testo è bellissima!
Grazie per la Kurghan's story ! Mi ha aiutato molto Smile

 + Thumbs Up

Loggato

Bosem

  • CSI-2-Iced
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 32
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 177

Re: Kurghan's Story 25) L'alter ego nascosto.

« Risposta #12 del: 21 Febbraio 2013, 19:49:43 »

Grazie della storia Termynator... è bella, contiene molti spicchi di verità e soprattutto e istruttiva perchè proviene dalle tue esperienze. Nient'altro  Wink

Loggato

neogiove1xxx

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 12
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: