Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Kurghan's Story :14) La dignità.

(Letto 1469 volte)

Kurghan's Story :14) La dignità.

« del: 21 Novembre 2010, 02:05:46 »

M:"Ahhh... Meglio dell'acqua nel deserto del Sahel..."
K:"Ci sei stato, Maestro?"
M:"No, è un tarlo che faccio alle femine per fargli credere che ci sono stato... Di che ti stavo parlando?"
K:"Del codice d'onore: Dignità, giustizia, costanza, rispetto. Dicevi che c'è dell'altro..."
M:"Ah si, c'è dell'altro. Un Uomo, nella vita, deve avere un ideale per cui combattere. Altrimenti, si spenge nella noia della quotidianità. Gli ideali partono dal migliorare se stessi, al migliorare il mondo, passando per l'ideale di famiglia. Un Vero Uomo, prima o poi dovrebbe seriamente pensare di metter su famiglia. Ma per farlo, deve essere pronto a tutto: deve dominare se stesso, e garantire alla sua prole l'incolumità ed il benessere. Un uomo completo, che arrivi a bastare a se stesso, è come una fontana alla quale hanno tappato gli ugelli: deve spargere l'acqua di cui si sente pieno, altrimenti esplode."
K:"Ma tu non hai famiglia!"
M:"Stupido: tu sei la mia famiglia anche se non sono tuo padre!
K:"uhm...Quindi, serve un ideale. Ma come si fa a scegliere un ideale che soddisfi le prime quattro regole?"
M:"L'ideale che soddisfa le quattro regole, deve essere giusto: quindi deve far contento il maggior numero di persone. Deve essere un ideale di rispetto: quindi deve far soffrire il minor numero di persone. Deve essere una cosa che puoi portare avanti per tutta la tua vita, e deve essere un ideale per il quale non scendi mai a compromessi. Ora prendi carta e penna, ti detterò dei punti, seguendo i quali non potrai mai sbagliare."
K:"Si, Maestro!".

Kurgan corse veloce come il vento, e tornò con un rotolo di scottex ed una penna:

K:"Ecco Maestro, ora puoi dettare tutto quello che vuoi!"
M:"(raglio) Si... allora scrivi:
Un Vero Uomo ha come primo valore la dignità. La dignità ti impone di non mentire ne agli altri, ne a te stesso. Spesso si mente per non rivelare una propria debolezza, o non ammettere di essere stati colti in fallo. L'uomo ha quindi bisogno di fortificarsi, e di avvicinarsi alla parte reale delle cose. Per farlo, devi sempre essere coerente. Se vieni colto in fallo, per dignità devi ammettere il tuo errore. Imparando dai tuoi errori, diventerai sempre più vicino alla realtà, e pochi potranno più coglierti in fallo.
La dignità ti consente di guardarti in faccia fiero, e di non provare rimorsi perchè ti senti in colpa. La dignità, ti preserva dall'invidia, che è un sentimento indegno proprio dei senzapalle. Un uomo degno, di ogni cosa che possiede ha fatto una conquista. La moneta che paga per ottenere qualcosa, la deve  alla ricchezza che ottiene dal suo impegno. Perchè la sua moneta è l'impegno. Per questo, quando vede persone che hanno più di lui, prova ammirazione, non invidia. L'uomo degno, che prova ammirazione, cercherà di imparare dall'uomo che ha più di lui, per ottenere ciò che gli manca."

K:"Ma allora, se vinco al superenalotto, divento un uomo indegno? Dovrei regalare tutto?"
M:"Assolutamente no: se tu regalassi tutto, non saresti un uomo degno ma un uomo stupido. Guarda quei due che stanno passando: il primo è bello e curato, ed appare ancora più bello. L'uomo che gli sta accanto invece, doveva avere dei bei lineamenti, ma la sua arroganza nel riterensi bello lasciandosi andare ad ogni sorta di eccesso, lo ha fatto diventare brutto. Entrambi, alla nascita, hanno vinto al superenalotto della vita: sono nati belli, ricevendo un di più rispetto agli altri. Ma il primo si è impegnato per valorizzare il dono ricevuto, mentre il secondo lo ha sperperato. Il primo è un uomo che ha una sua dignità: egli non ha nessun merito nell'aver ricevuto il dono iniziale, ma ha il merito di averlo perfezionato e potenziato. Il secondo invece, non solo non ha merito per il dono iniziale, ma ha la colpa di non averlo usato profiquamente. Di fatto, tutti alla nascita riceviamo dei doni: ma solo pochi sono in grado di sfruttarli. Quelli che non riescono in quest'opera, danno la colpa al mondo e lo odiano. Essi provano invidia, ed esprimono astio per chiunque essi pensino possa avere più di loro. Non concepiscono il merito, ma pensano che tutto sia frutto della fortuna. E non capiscono che essi non hanno, non per mancanza di fortuna, ma per mancanza di dignità
K:"Ho capito."
M:"Bravo Figliuolo, ora ti parlerò del coraggio"

Segue...

« Ultima modifica: 22 Novembre 2010, 01:28:38 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Kurghan's Story :14) La dignità.

« Risposta #1 del: 22 Novembre 2010, 12:29:19 »

Citato da: TermYnator il 21 Novembre 2010, 02:05:46

K:"Ma tu non hai famiglia!"
M:"Stupido: tu sei la mia famiglia anche se non sono tuo padre!

bello Smile

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1374

Re: Kurghan's Story :14) La dignità.

« Risposta #2 del: 22 Novembre 2010, 12:55:38 »

Citazione

M:"Ahhh... Meglio dell'acqua nel deserto del Sahel..."
K:"Ci sei stato, Maestro?"
M:"No, è un tarlo che faccio alle femine per fargli credere che ci sono stato...

ottimo spunto!

Loggato


- Mc -

- Mc -

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 9
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 330

Re: Kurghan's Story :14) La dignità.

« Risposta #3 del: 22 Novembre 2010, 13:46:28 »

Citato da: TermYnator il 21 Novembre 2010, 02:05:46

Un Vero Uomo ha come primo valore la dignità. La dignità ti impone di non mentire ne agli altri, ne a te stesso. Spesso si mente per non rivelare una propria debolezza, o non ammettere di essere stati colti in fallo. L'uomo ha quindi bisogno di fortificarsi, e di avvicinarsi alla parte reale delle cose. Per farlo, devi sempre essere coerente

Loggato

-Nova-

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 105
  • Offline Offline
  • Posts: 623

Re: Kurghan's Story :14) La dignità.

« Risposta #4 del: 19 Dicembre 2010, 14:18:35 »

Molto interessante... e ben scritto.

Loggato


L'attrazione non è una scelta.

Il gioco non è uno schema ma nasce e si evolve.

The Legend

  • SI-Reliable User
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 19
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 34
  • Posts: 758
  • Forza ragazzi!
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: