Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2 3   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

(Letto 3878 volte)

Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« del: 28 Marzo 2011, 13:31:27 »

Tra alcuni mesi james.mar dovrebbe laurearsi, dopo 5 faticosi anni.
Che figata.
Ma prima di chiudermi in un ufficio per 60 ore alla settimana (se mi va bene Exclamation ), vorrei prendermi un break.
Anno sabbatico, semestre sabbatico, 4 mesi di vacanza, non so ancora bene come programmare la cosa (né ho la certezza di farlo).

L'idea che alberga in me è quella di comprare un biglietto di sola andata per Londra/Parigi/Stoccolma/New York/Los Angeles/Berlino o quel che è, prendere un appartamento in affitto e trasferirmi lì per 1-2-3 mesi. Dopodiché, eventualmente, ripetere il procedimento ad libitum.

Il motivo principale di questa scelta è quello di cambiare aria e vivere in una nuova città per un periodo sufficientemente lungo da poter valutare se è una città in cui sono disposto a lavorare e vivere oppure no.
Una settimana di vacanza non è mai sufficiente per capirlo, si è troppo presi dall'entusiasmo e si ignorano inconsciamente tutti gli svantaggi della città in questione. 

Veniamo al motivo per cui ho aperto il 3d.
Ok che di mio sono un mezzo asociale/lupo solitario, ma ciononostante si pone il problema di come socializzare e trovare qualche anima pia disposta a uscire con me la sera per ubriacarsi e andare a molestare le vacche presenti nei locali.
Tendenzialmente, non ho troppi problemi a socializzare ed entrare in simpatia con le persone, il problema è che ciò è fortemente dipendente dal contesto.
Fare amicizia con qualcuno che è ben integrato nell'ambiente e che ha già uno o due circoli sociali stabili è molto difficile.
Bisogna invece sfruttare il fatto di trovarsi in una città internazionale e dinamica e fare amicizia con degli "immigrati" come noi che condividono gli stessi problemi: ciò è sicuramente più semplice.
Ma come bisogna fare e dove bisogna andare per trovare queste persone e avere così l'opportunità di interagirci?
Se ora fossi in una città come Londra, da solo nel mio appartamento, faccio fatica ad immaginare cosa dovrei fare per risolvere questa cosa in modo efficace ed efficiente.

A voi la parola Thumbs Up

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #1 del: 28 Marzo 2011, 14:10:32 »

Citato da: james.mar il 28 Marzo 2011, 13:31:27

Tra alcuni mesi james.mar dovrebbe laurearsi, dopo 5 faticosi anni.
Che figata.

Bravo!

Citato da: james.mar il 28 Marzo 2011, 13:31:27

Bisogna invece sfruttare il fatto di trovarsi in una città internazionale e dinamica e fare amicizia con degli "immigrati" come noi che condividono gli stessi problemi: ciò è sicuramente più semplice.

Uhm, non sono mica sicuro sai. Beh, magari dipende dal contesto in cui ti muovi, o dalla citta' che sceglierai, e soprattutto dal tuo carattere, ma la mia esperienza non e' stata cosi'.
Non ho avuto particolari problemi a fare amicizia con gente del luogo, ma mi sono trovato in difficolta' invece a relazionarmi con gli altri italiani, in genere. Questo perche' purtroppo molti degli italiani all'estero fanno di tutto per apparire come il classico italiano che ce l'ha piu' duro, che e' piu' furbo e che prova sempre ad incularti in qualche modo. Ma io parto prevenuto.

Citato da: james.mar il 28 Marzo 2011, 13:31:27

Ma come bisogna fare e dove bisogna andare per trovare queste persone e avere così l'opportunità di interagirci?

Al pub, o al parco d'estate. Non di rado nei paesi civili si organizzano inoltre vere e proprie giornate per immigrati allo scopo di mettere al corrente i nuovi arrivati sulle possibilita', i diritti ed i servizi a disposizione, oltre ovviamente a fornire occasioni per socializzare.
Qui ad esempio il comune organizza giornate di questo tipo ogni mese, e vi e' un apposito ufficio in comune al quale rivolgersi per tutte le informazioni del caso, nel quale si possono anche ricevere gli elenchi di tutte le associazioni (sportive, culturali, ecc) dedicate agli expat.

Un'altro posto dove incontrare altri expat "interessanti" sono secondo me i corsi di lingue: normalmente questi generano automaticamente una forte selezione, si tende a fare gruppo, e ci si trova in un circolo sociale nuovo senza difficolta', con la possibilita' di conoscere quindi altre persone.
Non so se sia cosi' in tutta Olanda, ma nella mia citta' (Den Haag, ovvero l'Aia) il comune organizza corsi di olandese gratuiti per expat (non per me, in generale dico). Essendo gratuiti, tendenzialmente vi si iscrivono tante persone. Poi dopo poche settimane molti desistono, perche' il comune che ti da il corso e i libri e tutto il materiale didattico gratuitamente, pretende in cambio i risultati e se non ti impegni sei fuori. Un mio amico vi partecipa e mi ha confermato di aver fatto amicizie e incontri molto interessanti in tale ambiente.

My two cents,

-- Expat

Loggato

Expat

  • CSI-4-Iced
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 8
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 42
  • Residenza: the Netherlands
  • Posts: 91

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #2 del: 28 Marzo 2011, 14:13:15 »

Citato da: Expat il 28 Marzo 2011, 14:10:32

Uhm, non sono mica sicuro sai. Beh, magari dipende dal contesto in cui ti muovi, o dalla citta' che sceglierai, e soprattutto dal tuo carattere, ma la mia esperienza non e' stata cosi'.
Non ho avuto particolari problemi a fare amicizia con gente del luogo, ma mi sono trovato in difficolta' invece a relazionarmi con gli altri italiani, in genere. Questo perche' purtroppo molti degli italiani all'estero fanno di tutto per apparire come il classico italiano che ce l'ha piu' duro, che e' piu' furbo e che prova sempre ad incularti in qualche modo. Ma io parto prevenuto.

Immigrati intendevo from all over the world, non per forza italiani.
Poi oh, io gira che ti gira, ogni volta che vado all'estero (vedi anche un anno in erasmus) faccio amicizia soprattutto con gli italiani....

Comunque grazie per la risposta Thumbs Up

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #3 del: 28 Marzo 2011, 18:18:38 »

Parlando di Londra in particolare (anche se, ci sono stato 20 anni fa...  Grin  )

a) Informati subito dove affittano stanze. Il mio landlord ad esempio , aveva molti "buildings" che affittava a stanze. In ogni stanza c'erano uno o più inquilini, e spesso si condividevano cucina o servizi.
Dopo un paio di giorni, conosci tutto il palazzo.

b) Piazza il tuo curriculum o le tue attidudini in un job center.
A differenza dell'Italia, li funzionano bene, e se vali qualcosa ti inseriscono da qualche parte anche in giornata.
Ovviamente, se hai fretta, troverai lavori che vanno dallo scolaverdure al cassiere. Ma se hai un minimo di culo, puoi trovare un lavoro figo (io disegnai le illustrazioni e la composizione grafica per due leaflets di una catena di Job Centers) , e conoscere gente un po' più introdotta.

c) Iscriviti ad un corso di inglese.
E' pieno di patata, e si conoscono molte persone.

d) Vai in disco. Magari evitando le disco troppo periferiche, e privilegiando quelle del centro.

Ci sono anche gruppi di individui italiani, che si mischiano poco con chi sta per due o tre mesi a Londra:
l'ambiente diplomatico, e quello dei bancari.
L'enorme difetto di questi ambienti, è che sono composti prevalentemente da maschi, e che sono tutti un po' più grandi di te. Personalmente, li consideravo mortalmente noiosi, quindi eviterei...

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #4 del: 28 Marzo 2011, 18:32:52 »

Citato da: TermYnator il 28 Marzo 2011, 18:18:38

d) Vai in disco. Magari evitando le disco troppo periferiche, e privilegiando quelle del centro.

Tutto ottimo ma su questo punto rispettosamente dissento  Wink Cheesy. Discoteche: sicuramente Fabric e Ministry (E&C), quelle del centro invece le eviterei, specialmente quelle di Soho ( e più di tutte quelle vicino alla fermata di Leicester Square)....poi se uno è un fanatico della techno e gli piace vincere facile (ma con il grosso rischio di contrarre erpes e mononucleosi) può sempre andare al Fridge (Brixton) Wink
Invece, se non piace la musica disco può sempre farsi un giro all'Underworld a Camden oppure al Metro (Oxford St.). Evil Cheesy Wink

Loggato


Lo stupido è uno sciocco che non parla, e in questo è più sopportabile dello sciocco che parla.

G. Casanova

Liam

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Nella Città Dolente
  • Posts: 495

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #5 del: 28 Marzo 2011, 19:11:55 »

Citato da: TermYnator il 28 Marzo 2011, 18:18:38

Parlando di Londra in particolare (anche se, ci sono stato 20 anni fa...  Grin  )

è una delle ipotesi più papabili

Citato da: TermYnator il 28 Marzo 2011, 18:18:38

a) Informati subito dove affittano stanze. Il mio landlord ad esempio , aveva molti "buildings" che affittava a stanze. In ogni stanza c'erano uno o più inquilini, e spesso si condividevano cucina o servizi.
Dopo un paio di giorni, conosci tutto il palazzo.

Thumbs Up

Citato da: TermYnator il 28 Marzo 2011, 18:18:38

b) Piazza il tuo curriculum o le tue attidudini in un job center.
A differenza dell'Italia, li funzionano bene, e se vali qualcosa ti inseriscono da qualche parte anche in giornata.
Ovviamente, se hai fretta, troverai lavori che vanno dallo scolaverdure al cassiere. Ma se hai un minimo di culo, puoi trovare un lavoro figo (io disegnai le illustrazioni e la composizione grafica per due leaflets di una catena di Job Centers) , e conoscere gente un po' più introdotta.

ho dimenticato di scrivere che non vado per lavorare.

Citato da: TermYnator il 28 Marzo 2011, 18:18:38

c) Iscriviti ad un corso di inglese.
E' pieno di patata, e si conoscono molte persone.

uhm, è abbastanza una perdita di tempo visto che l'inglese lo parlo benissimo, e cmq dovrei simulare di non parlarlo Exclamation

Citato da: TermYnator il 28 Marzo 2011, 18:18:38

d) Vai in disco. Magari evitando le disco troppo periferiche, e privilegiando quelle del centro.

la trovo dura stringere amicizia con qualcuno andando in disco da soli.
Non impossibile, certo, ma difficile.

Citato da: TermYnator il 28 Marzo 2011, 18:18:38

Ci sono anche gruppi di individui italiani, che si mischiano poco con chi sta per due o tre mesi a Londra:
l'ambiente diplomatico, e quello dei bancari.
L'enorme difetto di questi ambienti, è che sono composti prevalentemente da maschi, e che sono tutti un po' più grandi di te. Personalmente, li consideravo mortalmente noiosi, quindi eviterei...

probabilmente sono i miei ambienti futuri Exclamation

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #6 del: 28 Marzo 2011, 19:18:08 »

Citato da: Expat il 28 Marzo 2011, 14:10:32

Questo perche' purtroppo molti degli italiani all'estero fanno di tutto per apparire come il classico italiano che ce l'ha piu' duro, che e' piu' furbo e che prova sempre ad incularti in qualche modo. Ma io parto prevenuto.

Strano, nei miei periodi all'estero ho legato molto facilmente proprio con altri italiani. Cosa che una volta abbiam tutti considerato insolita visto che appunto, in patria, tendiamo a fare a gara di lunghezza attributi  Razz

Visto che cmq l'inglese lo parli (o almeno cosi pare Grin ) prova a cercare qualche "tavolata internazionale": sono quelle serate in cui gli stranieri si riuniscono per conoscersi ed esercitarsi nella lingua locale.
Qui ci sono andato un paio di volte e mi ha permesso di iniziare a costruire un circolo sociale, in germania invece le "tavolate erasmus" erano uno dei miei campo di gioco preferiti  Evil

Loggato


life is too short to be afraid

JBGrenouille

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 95
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 38
  • Residenza: La Perfida Albione
  • Posts: 1209

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #7 del: 28 Marzo 2011, 19:20:05 »

Citato da: JBGrenouille il 28 Marzo 2011, 19:18:08

Visto che cmq l'inglese lo parli (o almeno cosi pare Grin ) prova a cercare qualche "tavolata internazionale": sono quelle serate in cui gli stranieri si riuniscono per conoscersi ed esercitarsi nella lingua locale.
Qui ci sono andato un paio di volte e mi ha permesso di iniziare a costruire un circolo sociale, in germania invece le "tavolate erasmus" erano uno dei miei campo di gioco preferiti  Evil

ok per le eventuali tavolate internazionali, ma inserirmi in un contesto erasmus da esterno mi metterebbe un tantino a disagio per come sono fatto.

(ovvio che nelle uscite in solitario privilegerò le serate erasmus per avere il rimorchio facile Exclamation )

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #8 del: 28 Marzo 2011, 19:45:02 »

Citato da: james.mar il 28 Marzo 2011, 13:31:27

Tra alcuni mesi james.mar dovrebbe laurearsi, dopo 5 faticosi anni.
Che figata.
Ma prima di chiudermi in un ufficio per 60 ore alla settimana (se mi va bene Exclamation ), vorrei prendermi un break.
Anno sabbatico, semestre sabbatico, 4 mesi di vacanza, non so ancora bene come programmare la cosa (né ho la certezza di farlo).

L'idea che alberga in me è quella di comprare un biglietto di sola andata per Londra/Parigi/Stoccolma/New York/Los Angeles/Berlino o quel che è, prendere un appartamento in affitto e trasferirmi lì per 1-2-3 mesi. Dopodiché, eventualmente, ripetere il procedimento ad libitum.

Il motivo principale di questa scelta è quello di cambiare aria e vivere in una nuova città per un periodo sufficientemente lungo da poter valutare se è una città in cui sono disposto a lavorare e vivere oppure no.
Una settimana di vacanza non è mai sufficiente per capirlo, si è troppo presi dall'entusiasmo e si ignorano inconsciamente tutti gli svantaggi della città in questione. 

Veniamo al motivo per cui ho aperto il 3d.
Ok che di mio sono un mezzo asociale/lupo solitario, ma ciononostante si pone il problema di come socializzare e trovare qualche anima pia disposta a uscire con me la sera per ubriacarsi e andare a molestare le vacche presenti nei locali.
Tendenzialmente, non ho troppi problemi a socializzare ed entrare in simpatia con le persone, il problema è che ciò è fortemente dipendente dal contesto.
Fare amicizia con qualcuno che è ben integrato nell'ambiente e che ha già uno o due circoli sociali stabili è molto difficile.
Bisogna invece sfruttare il fatto di trovarsi in una città internazionale e dinamica e fare amicizia con degli "immigrati" come noi che condividono gli stessi problemi: ciò è sicuramente più semplice.
Ma come bisogna fare e dove bisogna andare per trovare queste persone e avere così l'opportunità di interagirci?
Se ora fossi in una città come Londra, da solo nel mio appartamento, faccio fatica ad immaginare cosa dovrei fare per risolvere questa cosa in modo efficace ed efficiente.

A voi la parola Thumbs Up

ho amici che all'estero si sono ambientati bene

1)Fare amicizia in appartamento
prendi una stanza in un appartamento grande, magari con studenti e vedi che non siano sfigati completi, esci con loro e pian piano ti inserisci
2)magari vai in palestra e cerchi di fare amicizia con qualcuno
3)se sei a londra cerca di lavorare da abercrombie D

Loggato

TheMadHatter

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 149

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #9 del: 28 Marzo 2011, 19:47:26 »

Citato da: TheMadHatter il 28 Marzo 2011, 19:45:02

1)Fare amicizia in appartamento
prendi una stanza in un appartamento grande, magari con studenti e vedi che non siano sfigati completi, esci con loro e pian piano ti inserisci

la questione appartamento è particolare: per 2 mesi non trovi facilmente appartamenti std e affittati a studenti.

Citato da: TheMadHatter il 28 Marzo 2011, 19:45:02

2)magari vai in palestra e cerchi di fare amicizia con qualcuno

c'è da trovare la palestra adatta...ma va a culo

Citato da: TheMadHatter il 28 Marzo 2011, 19:45:02

3)se sei a londra cerca di lavorare da abercrombie D

niente lavoro.

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #10 del: 28 Marzo 2011, 19:50:00 »

Citato da: james.mar il 28 Marzo 2011, 19:47:26

la questione appartamento è particolare: per 2 mesi non trovi facilmente appartamenti std e affittati a studenti.c'è da trovare la palestra adatta...ma va a culo

niente lavoro.

1)Hmm non sono cosi sicuro, cmq vabbè, anche professionisti, basta che siano uomini non particolarmente sfigati
2)si, ma qualche uomo si becca sempre, magari vai in quelle grandi
3)sei mai stato in un negozio abercrombie? quella è una miniera di passere d'oro Smile

Loggato

TheMadHatter

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 149

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #11 del: 28 Marzo 2011, 19:53:00 »

Citato da: TheMadHatter il 28 Marzo 2011, 19:50:00

1)Hmm non sono cosi sicuro, cmq vabbè, anche professionisti, basta che siano uomini non particolarmente sfigati

ne sono abbastanza sicuro (circa le difficoltà, non che sia impossibile)

Citato da: TheMadHatter il 28 Marzo 2011, 19:50:00

2)si, ma qualche uomo si becca sempre, magari vai in quelle grandi

lol chiaro, ma da lì a uscirci e farci amicizia ce ne passa  Cheesy

Citato da: TheMadHatter il 28 Marzo 2011, 19:50:00

3)sei mai stato in un negozio abercrombie? quella è una miniera di passere d'oro Smile

e sticazzi che c'è figa Cheesy  anzitutto cerco una compagnia maschile (detto così sembra gaio e sfigato Exclamation ), seconda cosa se non vado per lavorare, vuol dire che non vado per lavorare Thumbs Up 

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #12 del: 28 Marzo 2011, 20:00:13 »

Citato da: james.mar il 28 Marzo 2011, 19:53:00

ne sono abbastanza sicuro (circa le difficoltà, non che sia impossibile)
lol chiaro, ma da lì a uscirci e farci amicizia ce ne passa  Cheesy

e sticazzi che c'è figa Cheesy  anzitutto cerco una compagnia maschile (detto così sembra gaio e sfigato Exclamation ), seconda cosa se non vado per lavorare, vuol dire che non vado per lavorare Thumbs Up 

2)Beh è un buon posto per conoscere gente, poi vedi tu se qualcuno ti può andare bene, non si sa mai
3)Beh il tuo lavoro può essere
-trombarti tutte le commesse
-trombarti qualche cliente
-fare amicizia con qualche alpha che lavora li Smile

Loggato

TheMadHatter

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 149

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #13 del: 28 Marzo 2011, 20:11:32 »

A sto punto allora tanto vale che ti iscrivi a qualche club per praticare uno sport a squadre, tipo calcio o pallacanestro.

Oppure se vai in una città non anglofona, tipo parigi o berlino, iscriviti a un corso di francese/tedesco. I corsi di inglese non sono gli unici frequentati dagli stranieri  Wink

« Ultima modifica: 28 Marzo 2011, 20:13:32 da JBGrenouille »

Loggato


life is too short to be afraid

JBGrenouille

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 95
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 38
  • Residenza: La Perfida Albione
  • Posts: 1209

Re: Ambientarsi all'estero (non sapevo che titolo scrivere Azn )

« Risposta #14 del: 28 Marzo 2011, 20:15:03 »

Citato da: JBGrenouille il 28 Marzo 2011, 20:11:32

A sto punto allora tanto vale che ti iscrivi a qualche club per praticare uno sport a squadre, tipo calcio o pallacanestro.

preferisco dedicarmi al sollevamento pesi, perlopiù(cit.)

Citato da: JBGrenouille il 28 Marzo 2011, 20:11:32

Oppure se vai in una città non anglofona, tipo parigi o berlino, iscriviti a un corso di francese/tedesco.

absolutely Thumbs Up

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550
Pagine: [1] 2 3   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: