Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

(Letto 258 volte)

The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« del: 18 Dicembre 2017, 23:45:15 »

Oggi è una giornata fredda, con una leggera nevicata, che non fa danno alcuno se non chiudere le persone dentro in casa o nei centri commerciali. Queste giornate sono però utili per riflettere, pensare, imparare, creare... e come posso non cogliere tale occasione per mettere giù la prima pietra di un progetto che da tempo è dentro me.
Partiamo da una domanda semplice semplice, quante volte v'è capitato di uscire per divertirvi, magari con la speranza di fare qualcosa di diverso, ma a fine giornata s'è tornati a casa con l'amaro in bocca?
Oppure quante volte avete avuto voglia di far qualcosa di nuovo, ma smuovere il gruppo dalle solite routine è come "fermare un carro armato con palline di carta con lo sputo"? suppongo molte.
L'unico modo per soddisfare i propri desideri, è farlo da solo. Ma questa idea vi spaventa un po'.
Siamo sinceri, quanti temono di sentire la pressione della solitudine o peggio ancora, quella del giudizio altrui. Si ha paura di essere visti come degli appestati a cui nessuno osa rivolgere parola in quanto inferiori. Ma è veramente così? Veramente chi esce da solo è perché nessuno lo vuole come amico oppure perché non vale abbastanza per gli altri?
Vi racconterò una cosa. Ultimamente mi sono trovato a viaggiare da solo. Si, avete capito bene, ho preso armi e bagagli e me ne sono andato per gli affari miei. Volete sapere com'è stato? una figata pazzesca!
Per rendervi meglio l'idea, vi parlerò brevemente del mio viaggio a Cracovia. L'aereo finalmente si ferma, la gente come al solito si affretta ad alzarsi, per stare li fermi in una posa fantozziana, per minimo di cinque minuti; poi arriva l'ordine di uscire, e come metto la testa fuori dal portellone, vengo accolto da una ventata d'aria, non quella delle montagne, ma quella dell'avventura. Di li a poco mi trovo in un autobus verso il centro, in mezzo a persone sconosciute, ma tutte in qualche modo interessanti.
La vacanza continua con la prima sera a spasso per la città, girando bar e discoteche, ridendo e scherzando con gente appena conosciuta, forse l'alcol, o forse l'atmosfera, ma ci si sentiva amici da una vita. Con il proseguire trovo due ragazze carine, indeciso su quale puntare, mi butto sulla bionda (si c'ho un debole) e la serata si conclude con lei che mi parla che vuole metter su famiglia, mentre io guardo l'amica che limona con un ragazzo appena conosciuto (mannaggia a me!). Potrei benissimo continuare con il raccontare di quando ho fatto amicizia con un barista ed abbiamo improvvisato una festa nel suo bar, oppure delle tre ragazze in città per un workshop e che "non facciamo tardi" ma quando le ho accompagnate all'albergo era l'alba; oppure dell'incontro con la viaggiatrice coreana, al ritorno dalle miniere del sale, oppure la serata con il mio amico finita al ghetto ebraico...
Insomma, tutto questo per farvi rendere conto di cosa, molto spesso le persone si perdono, di ciò che non vogliono vedere, il tutto perché si chiudono dietro a delle convenzioni, che forse nemmeno esistono.
Ma ovviamente non sono qui a tirarmela e a cercare di avere consensi; anzi tutt'altro, perché non mi sento per nulla arrivato, sono cosciente che molto ho da fare, ma che altrettante saranno le soddisfazioni.
Non voglio nemmeno pormi come un specie di messia del XXI° secolo, che vanno di moda, e che vogliono "svegliare le coscienze"; anzi questa serie di articoli avranno lo scopo di aiutare me stesso in primis e contemporaneamente dare degli spunti, a chi come me ha sofferto/soffre della situazione di stallo in cui s'è trovato.
Perciò qui aspettatevi un cammino, fatto di strade tortuose, sentieri in salita, che ci porterà a prendere piena coscienza delle nostre capacità e di come, anche nei momenti in cui saremo soli, riusciremo ad avere delle esperienze, che ogni volta, quando andremo a dormire, ci metteranno un sorriso nel nostro viso.
Concludo dicendo che il mio scopo non è quello di elogiare la solitudine, di spingere le persone ad allontanarsi da chi ci vuole (veramente) bene, o peggio ancora,  spingere verso la misantropia.. anzi tutt'altro, come avrete capito il mio è un elogio alla vita, specialmente alla vita condivisa con il prossimo (meglio una prossima  Grin Grin).
Il messaggio che voglio dare è quello di non fermarsi alla prima boa "sicura". bensì mollarla, e nuotare verso nuovi orizzonti, perché voi siete dei nuotatori provetti e avete tutto ciò che vi permetta di sopravvivere. Poi se ogni tanto vorrete vedere quella cara boa, nessuno ve lo impedirà, l'importante è non farne il proprio mondo.

Loggato


"Kept you waiting, huh?"

Snake

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 46
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 407

Re: The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« Risposta #1 del: 19 Dicembre 2017, 08:46:18 »

Grande Snake!
Concordo con te e il mio recente viaggio in solitaria a Monaco, ho incontrato tanta gente interessante...
Si andare da soli è una buona cosa perchè senza il guscio del gruppo ci si deve per forza relazionare con l'esterno e si conoscono nuove persone e sopratutto nuove ragazze...

 Wink

Loggato


“Che una bella donna conceda o neghi i suoi favori, le piace sempre che le vengano chiesti.” - Ovidio

"Non riuscivo a far nulla, le mie tecniche non funzionavano più.
Aveva il potere di far riaffiorare la mia paura, e su quella mi gestiva come una marionetta.
Per questo scrivo che le paure non si vincono con una sbornia.
Le paure si vincono fermandosi, e parlando sinceramente con se stessi.
Altrimenti, abbiamo solo dato le spalle a Sacha, ma appena ci giriamo, ce la ritroviamo davanti." - TermYnator

"Non sarò politically correct, come non lo è l'assegnazione della figa nella realtà." - TermYnator

"I miei pensieri sono avvolti in una nuvola di bestemmie." - Acqua

"Perché una volta che inizi devi arrivare fino in fondo, devi farcela, altrimenti rimarrai un incompiuto, ma con l'aggravante di aver scoperto che la colpa è solo tua." - Edward Bloom

tide75

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 9
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Neverland
  • Posts: 215

Re: The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« Risposta #2 del: 19 Dicembre 2017, 13:05:43 »

confermo che il viaggio in solitaria regna  Thumbs Up Thumbs Up

Loggato

-Nova-

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 105
  • Offline Offline
  • Posts: 624

Re: The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« Risposta #3 del: 19 Dicembre 2017, 23:05:43 »

Citato da: tide75 il 19 Dicembre 2017, 08:46:18

Grande Snake!
Concordo con te e il mio recente viaggio in solitaria a Monaco, ho incontrato tanta gente interessante...
Si andare da soli è una buona cosa perchè senza il guscio del gruppo ci si deve per forza relazionare con l'esterno e si conoscono nuove persone e sopratutto nuove ragazze...

 Wink

Monaco è una bellissima città, ci sono stato a Pasqua, ma sta volta con un amico. La prima volta che viaggi da solo ti sembra strano, cioè ti senti come catapultato in un mondo completamente nuovo, e sai che non c'è nessuno a cui puoi appigliarti. Proprio per questo inizia il bello. Devo pure ammettere che questo effetto continua a pervadere in me ad ogni viaggio.
Il mio intento è quello di capire, e divulgare, come mantenere un tale atteggiamento positivo anche in casa nostra; perché parrà strano, ma ci facciamo una miriade di blocchi se non ci siamo abituati. Paradossalmente, il viaggio, può risultare più semplice...

Loggato


"Kept you waiting, huh?"

Snake

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 46
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 407

Re: The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« Risposta #4 del: 19 Dicembre 2017, 23:06:32 »

Citato da: -Nova- il 19 Dicembre 2017, 13:05:43

confermo che il viaggio in solitaria regna  Thumbs Up Thumbs Up

Dopo il primo viaggio in solitaria, ho capito che quello sarebbe stato il primo di una lunga serie!

Loggato


"Kept you waiting, huh?"

Snake

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 46
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 407

Re: The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« Risposta #5 del: 20 Dicembre 2017, 03:33:33 »

Grandissimo post che dovrebbe svegliare la coscienza di molti ed essere di ispirazione per chiunque aspiri ad aumentare la propria libertà. Ho cominciato la mia carriera in solitaria ed son sempre andato avanti da solo, sbattendomene dell'eventualità che qualche caprone potesse pensar male di uno che esce da solo
o che va in vacanza da solo... Alla fine, quelli che dicono male dei solitari, sono solo gli invidiosi privi di una identità al di fuori del branco. E non si può farsi condizionare da degli sfigati  Exclamation

+ Thumbs Up

 Heart

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10009

Re: The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« Risposta #6 del: 20 Dicembre 2017, 11:09:37 »

Citato da: TermYnator il 20 Dicembre 2017, 03:33:33

[...]
Alla fine, quelli che dicono male dei solitari, sono solo gli invidiosi privi di una identità al di fuori del branco
[...]

Parole sante  Wink
Che valgono non solo per quelli che dicono male dei solitari, ma in modo più ampio per tutti quelli che dicono male, a qualsiasi proposito, di quello che sei e fai tu.

Loggato


Trahit sua quemque voluptas (Virgilio)

Voltarecchie

  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 15
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Medio Adriatico
  • Posts: 223

Re: The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« Risposta #7 del: 20 Dicembre 2017, 13:36:49 »

Citato da: Snake il 19 Dicembre 2017, 23:05:43

Monaco è una bellissima città, ci sono stato a Pasqua, ma sta volta con un amico. La prima volta che viaggi da solo ti sembra strano, cioè ti senti come catapultato in un mondo completamente nuovo, e sai che non c'è nessuno a cui puoi appigliarti. Proprio per questo inizia il bello. Devo pure ammettere che questo effetto continua a pervadere in me ad ogni viaggio.
Il mio intento è quello di capire, e divulgare, come mantenere un tale atteggiamento positivo anche in casa nostra; perché parrà strano, ma ci facciamo una miriade di blocchi se non ci siamo abituati. Paradossalmente, il viaggio, può risultare più semplice...

Vera la sensazione strana all'inizio, poi però si capisce che è la sensazione di libertà e si sta leggeri... bah non mi ci far ripensare che sennò riparto subito!!!! Dannati impicci... senti Snake quali altri posti sei o hai intenzione  di visitare? Così almeno mi faccio un'idea... a me intrigava Amsterdam... Wink

Loggato


“Che una bella donna conceda o neghi i suoi favori, le piace sempre che le vengano chiesti.” - Ovidio

"Non riuscivo a far nulla, le mie tecniche non funzionavano più.
Aveva il potere di far riaffiorare la mia paura, e su quella mi gestiva come una marionetta.
Per questo scrivo che le paure non si vincono con una sbornia.
Le paure si vincono fermandosi, e parlando sinceramente con se stessi.
Altrimenti, abbiamo solo dato le spalle a Sacha, ma appena ci giriamo, ce la ritroviamo davanti." - TermYnator

"Non sarò politically correct, come non lo è l'assegnazione della figa nella realtà." - TermYnator

"I miei pensieri sono avvolti in una nuvola di bestemmie." - Acqua

"Perché una volta che inizi devi arrivare fino in fondo, devi farcela, altrimenti rimarrai un incompiuto, ma con l'aggravante di aver scoperto che la colpa è solo tua." - Edward Bloom

tide75

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 9
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Neverland
  • Posts: 215

Re: The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« Risposta #8 del: 23 Dicembre 2017, 15:07:06 »

Citato da: tide75 il 20 Dicembre 2017, 13:36:49

Vera la sensazione strana all'inizio, poi però si capisce che è la sensazione di libertà e si sta leggeri... bah non mi ci far ripensare che sennò riparto subito!!!! Dannati impicci... senti Snake quali altri posti sei o hai intenzione  di visitare? Così almeno mi faccio un'idea... a me intrigava Amsterdam... Wink

Ad Amsterdam non ci sono ancora stato, sebbene sia una delle mie prossime mete. Indubbiamente è una città da vedere. Parto con il dire che vorrei aver visto di più ed infatti mi sto rifacendo, però tra le città più importanti che ho visto, ci sono Roma, Parigi, Barcellona, Vienna, Monaco e Budapest, poi in secondo piano Bratislava, Colonia e Lubiana (anche se è solo una cittadina, non mi ha ispirato).
Mi mancano Praga e Amsterdam, quelle vorrei vedere, poi mi interessano molto Lisbona, Atene e Berlino. Uno dei miei sogni è la Russia, vorrei visitare San Pietroburgo, in quanto è una città di alto valore artistico.
Tornando in topic, viaggiando da solo mi piace andare in città più vive culturalmente, ovvero con eventi di vario genere e con vari intrattenimenti; perché l'idea di passare una marea di tempo in zone prettamente di divertimento, mi annoia alla lunga. E' vero però, che queste sono pure le zone più vive a livello di incontri; per questo ritengo sia utile trovare dei luoghi bilanciati.

Loggato


"Kept you waiting, huh?"

Snake

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 46
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 407

Re: The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« Risposta #9 del: 23 Dicembre 2017, 15:10:03 »

Citato da: Voltarecchie il 20 Dicembre 2017, 11:09:37

Parole sante  Wink
Che valgono non solo per quelli che dicono male dei solitari, ma in modo più ampio per tutti quelli che dicono male, a qualsiasi proposito, di quello che sei e fai tu.

Il bello è sentire le persone che si oppongo a te quando racconti di voler fare/aver fatto qualcosa da solo. Fa sorridere sentire le loro motivazioni; poi quando chiedi loro se quello che fanno solitamente li soddisfa, e se hanno mai fatto veramente ciò che vogliono, beh qui casca il palco e non sanno più che rispondere, per non voler ammettere l'onta della sconfitta. Ovviamente c'è chi in compagnia è spesso soddisfatto di ciò che fa, e non a caso è chi non si permette di criticare.

Loggato


"Kept you waiting, huh?"

Snake

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 46
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 407

Re: The Snake Pit: Introduzione all'uscita in solitaria

« Risposta #10 del: 23 Dicembre 2017, 15:12:59 »

Citato da: TermYnator il 20 Dicembre 2017, 03:33:33

Grandissimo post che dovrebbe svegliare la coscienza di molti ed essere di ispirazione per chiunque aspiri ad aumentare la propria libertà. Ho cominciato la mia carriera in solitaria ed son sempre andato avanti da solo, sbattendomene dell'eventualità che qualche caprone potesse pensar male di uno che esce da solo
o che va in vacanza da solo... Alla fine, quelli che dicono male dei solitari, sono solo gli invidiosi privi di una identità al di fuori del branco. E non si può farsi condizionare da degli sfigati  Exclamation

+ Thumbs Up

 Heart

Come non dare ragione alle tue parole! E' innegabile che muoversi da soli all'inizio sia un attimino "più difficile"/"diverso", però proprio per questo, ti spinge nella direzione che vuoi raggiungere; cosa non sempre possibile con le zavorre...

Loggato


"Kept you waiting, huh?"

Snake

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 46
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 407
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: