Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Termynator e Ross

(Letto 1455 volte)

Termynator e Ross

« del: 09 Ottobre 2009, 18:05:09 »

Rispondo qui ad una discussione iniziata nel well di Termynator riguardo Ross Jeffries.

E' leggermente piu' vecchio di te ma ha iniziato dopo (fine anni 80 credo). A causa pero' del suo aspetto fisico e del suo essere in origine nerd proviene da un passato di grandi insuccessi e frustrazione, all'inizio infatti aveva ancora una certa misoginia di riflesso.

Ho provato a studiarlo quando la prima volta avevo deciso di diventare un marpione, ma poi ho desistito perchè richiedeva molte energie da spendere da soli a casa, prima che sul campo. E inoltre il suo metodo non ha fasi definite in maniera netta ma consiste soprattutto in lavoro su se' stessi (inner game e convinzioni limitanti) e sviluppo di abilita' di comunicazione verbale.  Comunque mi ha sempre affascinato molto perchè ha una personalita' molto forte e riesce a trasformare anche casi disperati in successi clamorosi.  Inoltre il suo gioco è molto "maturo", meno clownesco del MM.
 
Guarda alcune delle idee che piu' racconta su quello che fa sul campo:

Osservare e comprendere una donna è una delle cause principali di attrazione: il principio è "Stabilisci un'autorita' sul suo mondo, raccontandole la sua vita e comprendendo i suoi sentimenti prima che te li comunichi lei" ---> confidenza in vitro (?)

Altra causa di attrazione è capire quando ti "cogliona" o ti racconta balle e reagire di consequenza, mantenendo una forte personalita' a differenza dei MdP che si inzerbinano.

Rapporto aperture/chiusure molto basso. Non gioca decine di set a sera ma pochi e meditati.
Apertura contestuale dopo l'osservazione relativa allo stato d'animo del target o diretta senza osservazione.

Apertura con body language e parlata "gay" con le donne piu' attraenti/incaxxose fino a modificare dopo 20/30 minuti completamente il linguaggio del corpo e della voce allo scopo di creare un forte contrasto. "Mi sembravi cosi' inapprocciabile che ho dovuto agire cosi', ma ora che ti conosco e ho notato che sei una persona socievole non ne ho bisogno".

Percorso diretto dall'apertura fino all'f - close se la partita è giocata bene, i suoi allievi migliori (Kamal e Orion) dicono di prendere il numero dopo il sesso.

Ma soprattutto la caratteristica principale del seduttore è l'abilita' verbale di generare emozioni tramite racconti articolati in cui vengono solleticati tutti i sensi. La sua base culturale è soprattutto la PNL di Bandler, di cui è stato allievo. All'inizio insegnava materiale canned, poi con il tempo ha preferito insegnare ad improvvisare e creare macro-temi discorsivi in cui l'allievo potesse cambiare ambientazione e tipo di emozione trasmessa. Questo avviene tramite strutture come le "frasi di aggancio" (E' proprio come quando, ti è mai capitato di..., e allora ha iniziato a raccontarmi, questo mi ricorda di).
Questa sequenza di racconti è intercalata a momenti in cui si lascia la donna esprimere il proprio vissuto interiore (estrazione dei valori) allo scopo di reagire di consequenza nella prosecuzione dei passi successivi, nei quali il coinvolgimento emotivo dei racconti (pattern ipnotici) viene creato anche e soprattutto dal suo apporto in termini di ricordi, esperienze, sensazioni.

Lui parla di "Capture and lead the imagination", Cattura e guida l'immaginazione verso lo scopo.

Alcuni degli esercizi che consiglia ai suoi allievi consistono nel passare ore allo specchio con un registratore e un metronomo in mano allo scopo di allenare l'espressivita' e il valore delle pause durante la recitazione del materiale canned (per i principianti) o improvvisato (per gli advanced). Altri consistono in esercizi di rilassamento e respirazione da praticare a casa per ore allo scopo di entrare nello stato mentale seduttivo... (ferotecnica?).

Non fa uso di DHV, neg, peacocking. Lavora soprattutto di giorno in ambienti rilassati (campus universitari, biblioteche, classi di yoga, caffe' e ristoranti).
Poi ci sono anche altri dettagli riguardo le critiche che fa a Mystery (di cui è stato ed è ancora, soprattutto un rivale commerciale) che ricordano molto quello che dici nei tuoi post.

Questi parallelismi non mi scandalizzano, anzi mi confortano. Dal momento che, non è che tu ti occupi di motori a scoppio e lui di coltivazione di carciofi, è molto ragionevole che abbiate dei punti di contatto.

« Ultima modifica: 09 Ottobre 2009, 18:09:43 da festadanzante »

Loggato

festadanzante

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 61
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 604
  • The game

Re: Termynator e Ross

« Risposta #1 del: 09 Ottobre 2009, 18:55:06 »

Secondo me il tuo discorso è corretto, ci sono molti punti di incontro.

Qualche mese fa, in un periodo di scaxxo, rilessi The Game.
La prima lettura mi diede la carica per partire, ma la seconda lettura mi indicò la retta via.
Style e compagnia sanno che alcune routine, atteggiamenti o cose del genere, funzionano, ma non sanno perchè. Nel TM c'è scritto.

Loggato

Hancock

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 48
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 445

Re: Termynator e Ross

« Risposta #2 del: 09 Ottobre 2009, 19:30:14 »

Citato da: Kleos il 09 Ottobre 2009, 19:11:43

Non c'entro un'emerita sega, ma dato che Ross ai tempi l'avevo letto e sperimentato, e quindi un pochino lo conosco, rispondo.

Leggere è una cosa, ascoltare e vedere è un'altra. I pattern costruiti a tavolino che hai letto sono materiale didattico per newbie. Nei video di Palo alto (che jazz e non l'ultimo dei fessi guardava tutti i giorni) ma gia' nei nastri del 1994 ci sono dei discorsi improvvisati che solo a sentirli ti fanno rimanere a bocca aperta.

Questa discussione nasce comunque sul campo, blackhat mi ha mostrato un esempio di corrispondenze e del materiale advanced sui racconti (la conchiglia calda di TermY) e dopo 20 minuti che improvvisava sono rimasto a bocca aperta, rapito, ipnotizzato  e gli ho detto "Bello questo pattern" e lui mi ha risposto "Pa cosa?"

E' stato proprio questo episodio a spingermi a desiderare di imparare il TermYmetodo e ad impegnarmi a fare tutti gli esercizi che servono.

« Ultima modifica: 09 Ottobre 2009, 19:41:51 da festadanzante »

Loggato

festadanzante

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 61
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 604
  • The game

Re: Termynator e Ross

« Risposta #3 del: 09 Ottobre 2009, 20:18:10 »

Rispondo in un unico blocco:

Citato da: festadanzante il 09 Ottobre 2009, 18:05:09

Ho provato a studiarlo quando la prima volta avevo deciso di diventare un marpione, ma poi ho desistito perchè
richiedeva molte energie da spendere da soli a casa, prima che sul campo. E inoltre il suo metodo non ha fasi
definite in maniera netta ma consiste soprattutto in lavoro su se' stessi (inner game e convinzioni limitanti) e
sviluppo di abilita' di comunicazione verbale.  Comunque mi ha sempre affascinato molto perchè ha una personalita' molto forte e riesce a trasformare anche casi disperati in successi clamorosi.  Inoltre il suo gioco è molto "maturo", meno clownesco del MM.
 

Ripeto la mia ignoranza sulla materia, avendo letto come unica fonte cio che riporta Style nel suo romanzo.
L'episodio citato, è un rimorchio al volo, nel quale Jeffries rimorchia una cameriera, ancorando ad un suo
movimento (il sollevare la mano frontalmente davanti al petto) una sensazione di accitazione estratta dalla
cameriera stessa.
L'episodio è sotto certi aspetti paradossale, per via del fatto che RJ, ogni volta che alza la mano, fa arrossire
la cameriera, come se possedesse una pompa per emozioni che usa a suo piacimento.
L'autore conclude che non sa dire se l'effetto di tale reazione sia dovuto all'effettivo funzionare delle ancore, o a qualche misteriosa caratteristica di Ross, ma ne attesta l'efficienza.
Comunque, anche in altri passi si nota che:

-Non ci sono fasi nette, mentre nel TM ci sono momenti di picco perfettamente connotabili.
E costantemente presente la ricerca di una sorta di potere volto al comando diretto (autorità)

-Nel TM, non esiste questo tipo di persuasione, essendo il soggetto a seguire spontaneamente il seduttore:
questo perchè ne è affascinato, e non "ipnotizzato".

-Se anche tu potessi conoscere perfettamente la vita di una persona (info) el TM non andrai mai a raccontargliela: lo considero un errore tremendo tipico di coloro che la buttano sullo "psicologico". L'esito è vedere le donne chiuse a riccio, perchè si sentono "scoperte".

-Nel TM il Bl evolve impercettibilmente e non crea contrasto con se stesso: se sposti l'asse sessuale in modo percettibile, appari incoerente. Un buon seduttore, varia il suo BL in modo così lento, da non rendere il cambiamento visibile.

-Nel TM non riveli mai che stai fregando una persona: se riveli il tuo gioco, non puoi più giocare d'anticipo, e perdi qualsiasi vantaggio. Possono giocare in questo modo solo persone realmente potenti, il che significa che prendi solo ciò per cui sei nato. E se sei nato umanamente poco dotato, prendi nulla.

-I pattern. Di fatto tutto può essere interpretato come un pattern. Ma non mi sentirai mai fare discorsi tipo
"senti la tua sedia calda sotto le chiappe... (pausa) ... il calore ti sale nel culo... (pausa) ...si si si, molto più su... etc etc".
Questo tipo di linguaggio, è tipicamente di scuola ipnotica, e si basa su un preciso schema (Milton Ericson docet). Un TV è una cosa molto molto diversa, visto che non usa questo schema logico, ne tantomeno questa tipologia dialettica.
L'unica similitudine, è che nella fase immediatamente precedente al bacio, il tono della voce si abbassa:
ma nel TM giustifico questo fare non tanto per ottenere una trance ipnotica, quanto per emettere suoni di bassissima frequenza, che sono tipici dei maschi con una grossa cassa toracica: un segnale genetico indirizzato alla parte istintiva quindi.

-Nel TM i DHV esistono e come. Ma non sono espliciti. Tutta la struttura del TM tende a rendere l'idea di trovarsi di fronte ad una persona dotata di creatività, che nel mio modello di pensiero è il più alto dei DHV.
Ma esistono anche DHV di livello più basso, che vengono nascosti nei raconti, in modo da essere recepiti con lieve ritardo. In sintesi, non passi mai come lo sborone di turno da liquidarsi dopo che ha esposto la merce...

-Il TM usa una forma molto sottile di esibizione, che per alcuni tratti può essere assimilata a peacocking.
Nel senso che un buon praticante, potrebbe uscire una sera con un libro estremamente particolare, ed andare in un locale dove quel libro diventi evidente, e generi curiosità, e quindi aperture che consentano di esprimere la propria personalità, o un personaggio sviluppato per l'occasione.

Citazione

Rapporto aperture/chiusure molto basso. Non gioca decine di set a sera ma pochi e meditati.
Apertura contestuale dopo l'osservazione relativa allo stato d'animo del target o diretta senza osservazione.

Percorso diretto dall'apertura fino all'f - close se la partita è giocata bene, i suoi allievi migliori (Kamal e
Orion) dicono di prendere il numero dopo il sesso.

Questo è forse un punto in comune, ma non dipende tanto dalla metodologia, quanto da quanto tu sia bravo Smile

La frase di Black, era probabilmente ripresa dal post Advanced 3) parlare da marpione, ed era un esempio di struttura dialettica partente dalla distruzione del finale scontato contenuto nei luoghi comuni di uso corrente, onde trarre l'interlocutore ad immaginare un finale non scontato.
Ma anche qui, cambia completamente il senso dell'azione:
la finalità (che giustifica la prassi) non è quella di focalizzare il soggetto sulle SUE emozioni, ma l'esatto contrario. Ovvero sostituire determinati suoi valori con altri, che vengono collegati alla nostra persona.
Questo per essere il Montone, senza confrontarsi con quelli che sono stati i montoni precedenti nella vita della persona.

Tacci vostra, m'avete fatto scrive a' divina commedia....

TermYdante

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10009

Re: Termynator e Ross

« Risposta #4 del: 09 Ottobre 2009, 20:26:26 »

Citato da: TermYnator il 09 Ottobre 2009, 20:18:10

Tacci vostra, m'avete fatto scrive a' divina commedia....

TermYdante

tanto termYpiove :-)

+1

Loggato

festadanzante

  • SI-Bannati
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 61
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 604
  • The game

Re: Termynator e Ross

« Risposta #5 del: 11 Ottobre 2009, 22:50:48 »

Citato da: TermYnator il 09 Ottobre 2009, 20:18:10

La frase di Black, era probabilmente ripresa dal post Advanced 3) parlare da marpione, ed era un esempio di struttura dialettica partente dalla distruzione del finale scontato contenuto nei luoghi comuni di uso corrente, onde trarre l'interlocutore ad immaginare un finale non scontato.

Precisamente!
"L'artista in Brera" è nata da un fatto apparentemente banale (la chiaccherata mia e di Innerlight con un artista di strada) rielaborata secondo i canoni espressi nel post "parlare da marpione".

Citato da: festadanzante il 09 Ottobre 2009, 19:30:14

Questa discussione nasce comunque sul campo, blackhat mi ha mostrato un esempio di corrispondenze e del materiale advanced sui racconti (la conchiglia calda di TermY) e dopo 20 minuti che improvvisava sono rimasto a bocca aperta, rapito, ipnotizzato  e gli ho detto "Bello questo pattern" e lui mi ha risposto "Pa cosa?"

In realtà le corrispondenze e l'improvvisazione servono a dirigere la conversazione verso la storia, come ho fatto quella sera stessa sul 2 set in coppia con hitch977.
Al momento in cui ve l'ho raccontata avevo alle spalle alcune ore di prove della stessa davanti allo specchio e in webcam, dopo i feedback sul campo ho fatto ulteriori prove allo specchio per definirla meglio.

Loggato


III TermYraduno: io c'ero!

La seduzione è l'arte che ci porta a conoscere realmente chi siamo.-TermY

Un Vero Uomo ha come Maestro ed Idolo solo se stesso.-TermY

L'armonia con se stessi, è il premio per aver fatto di se un'opera d'arte.-TermY

Il fare di te stesso un'opera d'arte, il conoscerti rispecchiandoti in una donna, il trovare in lei una complice, il diventare il suo punto di riferimento e l'uomo nelle cui braccia lei si abbandonerà-Me medesimo

blackhat

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 48
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: provincia milanese
  • Posts: 259

Re: Termynator e Ross

« Risposta #6 del: 12 Ottobre 2009, 20:30:48 »

Citato da: TermYnator il 09 Ottobre 2009, 20:18:10

-Il TM usa una forma molto sottile di esibizione, che per alcuni tratti può essere assimilata a peacocking.
Nel senso che un buon praticante, potrebbe uscire una sera con un libro estremamente particolare, ed andare in un locale dove quel libro diventi evidente, e generi curiosità, e quindi aperture che consentano di esprimere la propria personalità, o un personaggio sviluppato per l'occasione.

Che strano mi ricorda qualcosa...

+1 per l'approfondimento!

Loggato


Primo allievo ufficiale di Termynator

SilverS

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 45
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 46
  • Residenza: Milano
  • Posts: 310
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: