Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

(Letto 2560 volte)

TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« del: 24 Febbraio 2009, 15:10:51 »

Forse per la prima volta, uso due termini non miei per descrivere due categorie di persone,
che da che mondo è mondo spingono il carretto della conoscenza.
I termini derivano dalla stereofilia degli anni ottanta, e furono coniati da una nota rivista di
settore: Suono.
Il misurone, è colui che per arrivare ad un risultato migliore, confronta dati, misura fenomeni,
ed alla fine si ferma e trae una legge universale che applica alla pratica.
Lo smanettone, invece, fidandosi solo della propria soggettività, procede per tentativi e per
esclusione. Egli modifica la realtà per tentativi.
Potremmo dare altre definizioni di queste due tipologie di persone, ad esempio introversi ed estroversi,
scientisti ed empiristi, ma sono tutte denominazioni che rischierebbero di tirarmi addosso la piattola
cavillosa di turno che si ferma sulla parola, senza aver minimamente capito il concetto:
quindi, misuroni ed ascoltoni va benissimo.

L'ascoltone
L'ascoltone, ascolta, e dice "bello sto suono", potrebbe essere migliore però.
Quindi procede a delle sostituzioni nell'impianto, cambia amplificatore, casse, cavi e quant'altro,
al fine di raggiungere un risultato che secondo il suo orecchio sia migliore.
A prima vista, sembrerebbe il processo ottimale, in fondo è il suo orecchio che deve essere soddisfatto.
Il problema dell'ascoltone, è che svegliandosi una mattina, e dimenticandosi la finestra aperta,
dal momento che egli non capisce perchè il suono è migliorato, invece di chiudere la finestra per riportare
l'ambiente alla sua primitiva sonorità, ricomincerà a far cambi, per ritrovare il suono originale.
Stessa cosa succederà se una mattina si sveglia con una mosca addormentata nell'orecchio.
L'ascoltone quindi, adotta delle soluzioni di compromesso, ma non arriva mai a toccare l'origine del fenomeno,
in quanto si ferma solo sul risultato finale, e solo su quello formula valutazioni.
L'ascoltone si diverte molto nel fare cambi, cio lo fa sentire attivo.
Ma è anche vero che più sono i cambi possibili, più sarà difficile ottenere un mix perfetto, anche solo per il tempo
necessario ad effettuare tutte le possibili permutazioni.
L'ascoltone, non arriverà quindi mai ad una modellizzazione del fenomeno, ne alla ideazione di nuovi elementi
che portino ad una misura che si avvicini alla perfezione: ragionando per quanti e logica permutativa, non è in
grado di progettare e quindi creare. L'ascoltone è l'utente finale di un processo, non il suo fautore.

Il Misurone
Il misurone affronta i problemi in modo diverso: se qualcosa non gli piace, cerca dei riscontri oggettivi per capire
il perchè una cosa gli piace piuttosto che un'altra. Questo scindere il fenomeno in variabili, lo porta a scegliere
un componente piuttosto che un altro, in base a caratteristiche oggettive, che egli trova scritte.
L'ascoltone, quindi, in base alle sue conoscenze, prevede l'esito del mix di componenti.
In questo processo, egli proietta un risultato che ancora non esiste nel futuro, e lo realizza in base alle sue previsioni.
Apparentemente si potrebbe dire che è la stessa cosa, l'uno valuta oggetto per oggetto, l'altro valuta gli
oggetti in base a caratteristiche che li suddividono in famiglie omoproprieta.
In realtà, c'è una grossa differenza.
L'ascoltone, per catalogare un oggetto, ha bisogno di provarlo, di viverlo . Mentre al misurone basta leggere
le caratteristiche dell'oggetto per dedurne il comportamento.
Le cose si complicano nel momento in cui le variabili in gioco, diventano una scelta del soggetto:
L'Ascoltone unirà a caso elementi che ritiene vincenti singolarmente, ma non sarà certo del risultato, in quanto non
è in grado di prevedere come questi elementi interagiranno fra di loro, a meno che non abbia gia provato
quella combinazione.
Il misurone, invece, in base alle variabili cartacee si renderà perfettamente conto di come gli elementi interagiranno
fra loro, cosa che gli consente a tavolino di optare una scelta, di esito prevedibile.
Il misurone quindi, manipola la realtà creandola. cosa che non può fare l'ascoltone, che è vittima della realtà.

L'approccio delle due categorie al fenomeno.
Da quanto scritto, appare evidente che le due categorie avranno comportamenti sostanzialmente diversi nell'applicarsi
al reale. Ad esempio, prendiamo un misurone ed un ascoltone, e schiaffiamoli in una discoteca.
L'ascoltone, si butterà in pista a prendo a destra e sinistra, combinando cio che conosce finchè non chiude.
Il misurone si fermerà ad osservare le variabili ambiente-topa-se stesso, cercando le caratteristiche per creare l'approccio
migliore. Il misurone, se non ritiene che ci siano elementi per ottenere il risultato, potrebbe anche non agire, cosa che non farà
mai l'ascoltone: la sua prassi conoscitiva è l'agire, quindi agisce per principio.

IL risultato
Se il misurone si muove, è perchè prevede il risultato. Quindi, a meno che non abbia correttamente modellizzato l'ambiente,
otterrà quello che si è immaginato. Cosa che non è vera per l'ascoltone, che non è in grado di prevedere il risultato.
Supponiamo che entrambe vadano in bianco: il misurone saprà esattamente perchè, mentre l'ascoltone riterrà che non ha
trovato gli elementi giusti, o che non ha avuto tempo o fortuna nel trovarre gli elementi a lui noti per effettuare la giusta
combinazione.
Ma di fatto, non ha imparato un gran che: egli impara solo quando ottiene, e memorizza quella precisa combinazione che tenderà
a replicare per ottenere il successo. Il suo gioco tende quindi a diventare statico, e funzionante solo in presenza di determinati requisiti
che devono esistere a priori.

L'espressione del fenomeno nel misurone: l'esigenza della forma.
Un misurone, per misurare, ha bisogno di parametri, ovvero di una resa formale di un fenomeno reale.
Un misurone non può comparare due fenomeni sull'affermazione  "questo suona meglio di quest'altro",
perchè questa affermazione non ha nessuna valenza per modificare il risultato.
Un Misurone, per comparare un risultato ha bisogno di scindere i parametri in modo formale: il suono sarà quindi
individuato da parametri come distorsione, frequenza, etc etc.
Un suono sarà migliore di un altro SE avrà meno distorsione, ed un'arco di frequenze più ampio.
Va da se, che se un misurone deve accoppiare una cassa con un ampli che ha troppi acuti, sceglierà una cassa che li attenua.
Ma se è obbligato ad usare quella cassa, userà un ampli con carateristiche opposte.
In questo modo, egli bilancia il risultato sulla carta, ed otterrà l'effetto voluto. Cosa che non farà l'ascoltone, il quale dirà
"quest'impianto non suona bene", ma senza mai capire il vero perchè, finchè non va sul campo e comincia la solita serie
di permutazioni, al fine di ottenere il pacchetto funzionante.

I metodi, i seduttori e la topa.
La topa è indubbiamente un fenomeno. E come tale può essere trattato come qualsiasi altro fenomeno.
Ci si può avvicinare alla topa per tentativi, combinando a caso una apertura con una transizione o un atteggiamento, oppure
si può cercare di estrarre da questi componenti delle caratteristiche "tecniche", che consentano di prevedere il risultato.
Questo tentativo formale di traduzione in variabili al fine di prevedere il risultato, è quello che nella seduzione, ed in qualsiasi
altro campo dell'applicazione dell'uomo chiamiamo "metodo".
I metodi sono scritti da misuroni, e vanno presi come tali. Gli ascoltoni scrivono "prassi", che come descritto, essendo combinazioni
fisse, funzonano solo in ambiti ristretti.
Non ha senso applicare un metodo traducendolo in prassi, così come non ha senso il pensare di seguire un metodo se non
se ne accetta l'interpretazione formale delle variabili. Si può discquisire se questa interpretazione sia corretta, ma questo equivale
a calarsi nella forma mentis dell'estrapolazione di variabili dal contesto, e non più dell'osservazione del contesto come un fenomeno
a se stante. Questa sostanziale differenza è quello che divide il pensiero scientifico dall'empirismo.

TermYnator e le discussioni sulla seduzione.
TermYnator è uno che ragiona da misurone: quindi tenta in ogni modo di dare una rappresentazione formale dell'universo,
al fine di ottenere risultati ripetibili nel tempo. Va da se, che io ritenga questo tipo di approccio fondamentale, altrimenti
sarei rimasto l'empirico che ero a 16 anni, ovvero la prima volta che ha funzionato, ma senza capire perchè.
Conseguentemente, quando discuto con qualcuno, cerco di andare a fondo dei problemi, per eviscerare al massimo la loro
vera natura. Riportare un fatto senza motivarlo con i perchè il fatto è avvenuto, è per me di nessun interesse dialettico:
un fatto è un insieme di eventi, ed ogni fatto è diverso dagli altri perchè cambia l'insieme degli eventi che lo compongono.
Cambiano le variabili.
L'interesse di un forum come questo, è quindi la ricerca e la comprensione di queste variabili, perchè questo è l'unico modo
per rendere l'enunciazione di un field report un'esperienza utile al gruppo, piuttosto che una ricerca di consenso da parte degli
altri per soddisfare la voracità di un ego in crescita.

Conclusione
Sedurre è quindi un processo che per essere costante, necessita di uno sforzo intellettuale non indifferente. Sedurre con costanza,
senza ogni volta lamentare la sfortuna, la mancanza d'occasione, o la volontà di Dio e del destino, significa piegarsi con umiltà al duro
lavoro dello studente, sia per conoscere il mondo, sia per interpretarlo anche in base alle esperienze altrui per capire le variabili che
governano il mondo stesso.
Applicarsi in questo modo è una scelta personale, non farlo significa stare nella propria confortevole indolenza, e prendere il mondo dalla
parte sbagliata: il culo.

TermYnator

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #1 del: 24 Febbraio 2009, 15:28:58 »

Citato da: TermYnator il 24 Febbraio 2009, 15:10:51

Ad esempio, prendiamo un misurone ed un ascoltone, e schiaffiamoli in una discoteca.
L'ascoltone, si butterà in pista a prendo a destra e sinistra, combinando cio che conosce finchè non chiude.
Il misurone si fermerà ad osservare le variabili ambiente-topa-se stesso, cercando le caratteristiche per creare l'approccio
migliore. Il misurone, se non ritiene che ci siano elementi per ottenere il risultato, potrebbe anche non agire

E infatti parecchi anni fa, vedendo in azione alcuni miei amici, e la loro altissima percentuale di successi con le donne , mi faceva attribuire -ERRONEAMENTE- a loro una capacita' che in realta' non avevano : la capacita' di sedurre CHIUNQUE.

Non era cosi'.
La frase andava completata : erano capaci di conquistare CHIUNQUE -> ESSI DESIDERAVANO CONQUISTARE , in base alle loro possibilita'.
Quello che i miei occhi non vedevano (o non volevano vedere) erano le SCELTE che i seduttori operavano in base alle variabili da te descritte.

Mentre io pensavo che procedevano a caso, in realta' le loro azioni non erano frutto del caso, ma ben pensate e tarate sulle loro capacita' e sull'AMBIENTE in cui venivano a trovarsi in quel preciso momento.

(...i pezzi del mio puzzle stanno andando al loro posto...uno ad uno.... Smile )

Ma l'ho scoperto solo dopo parecchi anni.
Beh...meglio tardi che mai !

Wink

Grazie T.

Ora finisco di leggere il tuo post eheh

Loggato

Sting

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 56
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 652

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #2 del: 24 Febbraio 2009, 15:33:08 »

Citato da: TermYnator il 24 Febbraio 2009, 15:10:51

Ma di fatto, non ha imparato un gran che: egli impara solo quando ottiene, e memorizza quella precisa combinazione che tenderà a replicare per ottenere il successo.

L'esperienza e'quello che ot­tieni quando non ottieni quello che desideri

Loggato

Sting

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 56
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 652

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #3 del: 24 Febbraio 2009, 15:39:27 »

Citato da: Sting il 24 Febbraio 2009, 15:33:08

L'esperienza e'quello che ot­tieni quando non ottieni quello che desideri

Molto d'effetto, ma secondo me non corretto. L'esperienza la ottieni in entrambi i casi, semmai l'evoluzione è qualcosa che ottieni quando hai un obbiettivo che non riesci a raggiungere e modifichi il tuo comportamento a tal proposito..

Loggato

Social_Hacker

  • SI-Reliable User
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 15
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 41
  • Residenza: Roma
  • Posts: 95

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #4 del: 24 Febbraio 2009, 16:01:46 »

bel post sicuramente, seguito da un +1
Comunque c'è qualcosa che mi sfugge tra misurone e scoltone....

Con quale sicurezza si può dire che il misurone, una volta finita la fase di osservazione e quindi la valutazione delle variabili avrà successo?

Dici dell'ascoltone:
L'Ascoltone unirà a caso elementi che ritiene vincenti singolarmente, ma non sarà certo del risultato, in quanto non
è in grado di prevedere come questi elementi interagiranno fra di loro, a meno che non abbia gia provato
quella combinazione.

e

L'ascoltone, si butterà in pista a prendo a destra e sinistra, combinando cio che conosce finchè non chiude

Quando dici "a meno che non abbia già provato quella combinazione", vuol dire che in un certo senso che, il tizio in questione sia arrivato a conclusione che in certe determinate variabili, si verificano situazioni in cui si può chiudere, e se non sarà stupido la prossima volta osservarà cha tali variabili si verifichino e agirà, riuscendo nel risultato.

Ora la domanda mi si porge spontanea... come fa il misurone a divenire misurone?

L'ascoltone è una categoria a sè o l'ascoltone evolve in misurone?

è possibile saltare il lungo percorso di formazione che ti porta ad essere quello che sei?(misurone)

Ti dico questo perchè mi pare di aver letto che un periodo ti aggiravi lungo le spiagge facendoti chiamare Vikingo (mi pare), approcciando le tipe, e dicesti che non fù molto fruttuoso (posso anche aver letto male).

Mi rendo conto di aver generalizzato molto, ma spero comunque il concetto sia lo stesso facile da capire.
falco

« Ultima modifica: 24 Febbraio 2009, 16:05:05 da falco »

Loggato


"Un uomo può essere felice con qualsiasi donna purché non ne sia innamorato"  (O. Wilde)

falco

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 32
  • Residenza: abruzzo
  • Posts: 337

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #5 del: 24 Febbraio 2009, 16:34:20 »

Citato da: falco il 24 Febbraio 2009, 16:01:46

bel post sicuramente, seguito da un +1
Comunque c'è qualcosa che mi sfugge tra misurone e scoltone....
Con quale sicurezza si può dire che il misurone, una volta finita la fase di osservazione e quindi la valutazione delle variabili avrà successo?

INtanto grazie del + Thumbs Up
Perchè il misurone verifica la validità delle sue teorie replicando i risultati, anche in situazioni nuove.
Cosa sconosciuta agli ascoltoni, perchè non hanno elementi di giudizio, ma solo insiemi
che hanno gia funzionato.
Credo sia necessario un esempio pratico, anche se banale:
Supponiamo che io sia in un locale di sconvoltoni, e veda una tipa che non c'entra nulla col contesto,
appartenente a tutt'altro ambiente, e pure un po spaurita, evento, descritto nel mio LR :
http://seduzioneitaliana....rum/index.php?topic=835.0

Il misurone comincia ad osservare e ad eviscerare in variabili:
a) Non fa parte di questo ambiente.
b) Ci sono fattori di disturbo, che non la fanno sentire a suo agio.
c) E sotto pressione .
d) non mi considera abbastanza uomo per lei (è più grande)
d) non me la darà mai se non faccio qualcosa di eclatante.

Il misurone, estrapolate le variabili pianifica una strategia:
a) La lascio da sola, in preda ai "diretti" dei miei concorrenti.
b)La porto a desiderare una via d'uscita pur di sfuggire ai fastidiosi competitors.
c) Faccio un colpo di mano che in altre occasioni mi avrebbe provocato uno schiaffo, ma che in questa
mi da valore di uomo che possiede la situazione

Il misurone attua la strategia:
a) me ne sono andato, lasciandola in balia dei pesanti diretti dei froci.
b) ho aspettato che fosse cotta, verificando con la coda dell'occhio, ed evitando
che mi usasse come rifugio gratis, non facendomi vedere.
c) quando ho visto che era cotta, sono andato li, senza ne se ne ma, e l'ho pomiciata direttamente,
ed im modo estremamente alpha.

Un ascoltone avrebbe fatto il protettivo nel migliore dei casi (ottenendo di farla sentire protetta senza dover dar nulla in cambio)
o peggio avrebbe tentato un approccio pure lui, aumentando il disagio.

Citazione

Ora la domanda mi si porge spontanea... come fa il misurone a divenire misurone?

Cominciando ad osservare le cose invece di buttarcisi a pesce.
Guardando gli altri, e cercando di capire cosa differenzia l'approccio di una persona che riesce da una che non riesce.
Mettendo tutto insieme, e provando a fare la stessa cosa in base al principio stabilito.

Citazione

L'ascoltone è una categoria a sè o l'ascoltone evolve in misurone?

Io, per la mia storia, sono sempre stato portato all'analisi degli altri per essere accettato, quindi sono stato facilitato.
Ma appena risolti i miei problemi, per la foga giovanile ho avuto un lungo periodo di facchinaggio della figa
tipico degli ascoltoni. IL passare degli anni, e quindi l'insorgere di nuovi problemi nel rimorchiare donne molto più
giovani, mi ha costretto a riprendere in mano le "misure"... Smile

Citazione

è possibile saltare il lungo percorso di formazione che ti porta ad essere quello che sei?(misurone)

Certo che si: sfruttando l'esperienza di altri misuroni, per verificare se le variabili che hanno eviscerato corrispondono
alla realtà, e se sono applicabili al tuo gioco.
L'accettazione piè pari è ncontroproducente, perchè non ti consente di sviluppare la forma mentis da misurone,
e quindi limita la tua crescita al periodo in cui apprendi.
Invece, l'apprendimento deve essere solo un'instradazione ad un percorso che va avanti per tutta la tua vita,
e che percorrerai solo con te stesso: te stesso come il maestro di te stesso. Quante volte l'ho ripetuta sta frase...

Citazione

Ti dico questo perchè mi pare di aver letto che un periodo ti aggiravi lungo le spiagge facendoti chiamare Vikingo (mi pare), approcciando le tipe, e dicesti che non fù molto fruttuoso (posso anche aver letto male).

Era una battuta che ho fatto al buon Jason: ogni marpione ha avuto la sua fase di "Vikingo"
(che è invece un personaggio reale del riminese), ovvero quella nella quale fai "beach" come se facessi "street".

TermYnator

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #6 del: 24 Febbraio 2009, 22:52:12 »

Uhm, termydelirio particolare.. stavolta non ti rivolgi agli MDP (misuroni/introversi per definizione), quanto ai Facchini della Figa.. che purtroppo, in quanto ascoltoni non arriveranno mai a leggere il papiro fino in fondo Laughing

Interessante quando riprendi il concetto che se non erro hai già espresso da qualche parte, del facchinaggio della figa come tappa del cammino del seduttore. Uno schemetto di comune cammino evolutivo (tipo da scimmia a homo sapiens) del seduttore potrebbe essere quindi molto a grandi linee il seguente?

NERDACCIO (misurone/introverso) -> FACCHINO DELLA FIGA (ascoltone/estroverso) -> SEDUTTORE (misurone again)

Perché se così fosse, alla luce di questo, il classico PUAggio/cold approach abbestia/"apro di qua e apro di là" risulterebbe né giusta né sbagliata: quanto invece una possibile fase di transizione nel passaggio dalla prima alla seconda fase. Meno efficiente senza dubbio (anche se il PENEssere non ne risente perché chi più apre più è soggetto alle botte di culo), ma pur sempre un valido allenamento nel passaggio dall'introversione all'estroversione (da qui il successo dell'EMMEEMME e dei suoi eroi mitologici, che -pur con tutti i limiti che sappiamo- sono riusciti a spingere all'azione una generazione di MDP).

Fine della pippa mentale da misurone, ma l'argomento mi intrippava Grin

« Ultima modifica: 24 Febbraio 2009, 22:56:51 da Nova99 »

Loggato

-Nova-

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 105
  • Offline Offline
  • Posts: 623

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #7 del: 25 Febbraio 2009, 00:07:08 »

Citato da: Nova99 il 24 Febbraio 2009, 22:52:12

Uhm, termydelirio particolare.. stavolta non ti rivolgi agli MDP (misuroni/introversi per definizione), quanto ai Facchini della Figa.. che purtroppo, in quanto ascoltoni non arriveranno mai a leggere il papiro fino in fondo Laughing

Considerazione di estremo interesse, che pur essendo un misurone non ho fatto.
Ma prima o poi lo leggeranno...  Wink

Citazione

Interessante quando riprendi il concetto che se non erro hai già espresso da qualche parte, del facchinaggio della figa come tappa del cammino del seduttore. Uno schemetto di comune cammino evolutivo (tipo da scimmia a homo sapiens) del seduttore potrebbe essere quindi molto a grandi linee il seguente?
NERDACCIO (misurone/introverso) -> FACCHINO DELLA FIGA (ascoltone/estroverso) -> SEDUTTORE (misurone again)

Io mi sono proposto di dimostrare che questo cammino sia un obbligo per gli autodidatti, ma sia una perdita di tempo
per chi dispone dei mezzi per arrivare alla seduzione per trasmissione culturale.
Che senso ha partire da uno stato mentale giusto, ma che parte da presupposti sbagliati,
cancellarlo e poi riprenderlo solo perchè hai acquisito i presupposti giusti, se puoi imparare direttamente questi
presupposti da altri?
Il corso sperimentale si propone proprio questo: eliminare lo step "facchino", e passare da morto di pippe a seduttore
direttamente.
I primi risultati, (su un campione estremamente ristretto) dicono:
sul 50% funziona, e si vedono i primi risultati, direttamente proporzionali alle ore di corso.
un 25% ha problemi motivazionali o esterni (tempo) e abbandona in corso d'opera
( è pur vero che il CS è gratis, quindi manca la spinta pago-mi impegno)
un 25% (i facchini in corsa) hanno difficoltà a tornare indietro, e procedono a rilento, in
quanto stentano ad abbandonare la loro mentalità (che ritengono una conquista e la liberazione dallo stato MdP),
e continuano a fare errori da facchino della figa.
Posso quindi affermare che contrariamente a quanto sosteneva NAT, il TM non è apprendibile
solo da coloro che provengono dall'MM perchè hanno gia una visione globale del problema,
ma l'esatto contrario: il TM attecchisce molto meglio su terreno vergine, perchè su questo
non ci sono da eradicare precetti sbagliati.

TermYnator

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #8 del: 25 Febbraio 2009, 00:37:00 »

A ogni modo ora comprendo davvero quanto c'è di rivoluzionario nel tuo metodo.

I natural rimorchiano in totale estroversione.
Il PUA "si costruisce" un modo per rimorchiare estroverso, eventualmente finendo per evolversi in natural stesso.

Un metodo per rimorchiare introverso sà di rivoluzione copernicana.. + Thumbs Up e misuronerie Wink

Loggato

-Nova-

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 105
  • Offline Offline
  • Posts: 623

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #9 del: 25 Febbraio 2009, 01:48:02 »

Citato da: TermYnator il 24 Febbraio 2009, 15:10:51

Conclusione
Sedurre è quindi un processo che per essere costante, necessita di uno sforzo intellettuale non indifferente. Sedurre con costanza,
senza ogni volta lamentare la sfortuna, la mancanza d'occasione, o la volontà di Dio e del destino, significa piegarsi con umiltà al duro
lavoro dello studente, sia per conoscere il mondo, sia per interpretarlo anche in base alle esperienze altrui per capire le variabili che
governano il mondo stesso.
Applicarsi in questo modo è una scelta personale, non farlo significa stare nella propria confortevole indolenza, e prendere il mondo dalla
parte sbagliata: il culo.

Essendo anche io un misurone, appoggio tutto.
Anche se qua mancano i difetti dei misuroni...

P.S.: complimenti a Nova99 per le considerazioni. Wink

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #10 del: 25 Febbraio 2009, 02:44:13 »

Citato da: Acqua il 25 Febbraio 2009, 01:48:02

Essendo anche io un misurone, appoggio tutto.
Anche se qua mancano i difetti dei misuroni...

Lo splendido Acqua...
Sai che sei cambiato tantissimo?
La prima volta che ti ho visto, ho pensato: è intelligente, peccato sia brutto.
Sabato scorso ho visto che sei anche diventato bello.
Che sia la tua immagine virtuale che si concretizza, e diventa materiale?
Forse non sono poi così visionario e poco concreto, se il solo riflettere su
delle frasi scritte ti ha cambiato così tanto.

Sarei felice se tu completassi questo thread eviscerando il problema che poni:
i difetti dei misuroni.

TermYnator

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #11 del: 25 Febbraio 2009, 08:13:21 »

Il problema è capire quanto si è misuroni.. perche' il confine tra le misure e le seghe mentali limitanti è veramente labile.
Agire come fa l' ascoltone secondo me è sempre rispettabile,anche se attaccare a testa bassa senza logica puo' essere distruttivo.

Comunque credo che lo scema di percorso che ho letto sopra da @NOVA99 abbia un senso:
NERDACCIO (misurone/introverso) -> FACCHINO DELLA FIGA (ascoltone/estroverso) -> SEDUTTORE (misurone again)

Ma il Nerd e il seduttore sono misuroni in modo molto diverso, comunque credo che la fase intermedia sia molto facoltativa.

« Ultima modifica: 25 Febbraio 2009, 08:15:01 da maxcavezzi »

Loggato


Donna de quarant'anni buttela a fiume co' tutti li panni. (proverbio romano)

maxcavezzi

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: genova
  • Posts: 1118

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #12 del: 25 Febbraio 2009, 12:33:46 »

Se ho ben capito, l'ascoltone si butta senza farsi troppe domande, il misurone invece si fa mille domande e poi forse entra in azione forse no.

E' possibile essere entrambi? per esempio un misurone che esamina le variabili e l'ambiente attorno a lui e decide che, per le sue capacità, non c'è speranza di ottenere successi... ma poi si butta a destra e a manca proprio per "sudiare" ogni set che apre e capire dove può migliorare e quindi riconsiderare il tutto con nuove variabili a suo vantaggio.

Per il post +1

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1374

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #13 del: 25 Febbraio 2009, 12:44:53 »

Citato da: TermYnator il 25 Febbraio 2009, 02:44:13

Forse non sono poi così visionario e poco concreto, se il solo riflettere su
delle frasi scritte ti ha cambiato così tanto.

Ti ho sempre ringraziato per aver messo a disposizione di tutti il TP.  Thumbs Up

Citazione

Sarei felice se tu completassi questo thread eviscerando il problema che poni:
i difetti dei misuroni.

Volentieri!
I difetti dei misuroni derivano a mio avviso da un qualsiasi "sbilanciamento" delle sue capacità analitiche, che ne rappresentano anche il principale punto di forza.
Sono convinto che il misurone sia in costante pericolo di pippa mentale; soprattutto quando le variabili che vuole tenere in considerazione diventano troppe, e finisce per dimenticare persino i fondamenti consolidati del suo pensiero.

In altre parole, il misurone gioca d'anticipo sul mondo ed è sicuro a priori dei risultati che otterrà. Essendo però 'insaziabile' tenderà a spingere questo giochino finchè non sarà molto più difficile, per poi magari ritrovarsi col culo per terra. Per usare le tue parole, il misurone può "non modellizzare correttamente l'ambiente", e questo è a mio avviso inevitabile quando vuole ottenere di più rispetto a quello che ha già realizzato.
Per esperienza personale, questo mi succede periodicamente, con cicli di due-tre mesi. A seguito di bei numeri progetto numeri ancora più grossi, poi strepitosi, finchè non faccio un piccolissimo errore che mi porta a rimettere in discussione tutto. Riparto da 0 (o meglio, da quei principi che ritengo affidabili).

L'ascoltatore invece, pur agendo secondo uno schema poco nobile e poco proficuo, si tiene spesso alla lontana da pensieri amletici. Da qui la passione per questa comunity per concetti quali il "NOW", che è in completa antitesi con la seduzione ragionata.

Ovvio che per me è sempre meglio spaccarsi la schiena da misurone che vivere alla cieca da ascoltoni, ma per completezza era meglio scrivere il risvolto della famosa medaglia.

Il bello di notte,
Acqua

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: TermYdelirio 11) Ascoltoni, Misuroni e topa.

« Risposta #14 del: 25 Febbraio 2009, 15:45:36 »

Il mio punto di equilibrio è questo:

1
Impossibile attaccare a testa bassa senza un minimo di ragionamento:il sarge seriale da strada (fermare la gente come fanno i testimoni di Geova) puo' essere una buona tattica per il 17enne durante lo struscio del sabato pomeriggio in centro,ma direi che è un fase della vita assai limitata..
In diversi manuali si invita a riflettere meno e pensare all' azione.. ma va fatto con raziocinio.
2
Riflettere è giusto ma facciamolo principalmente su come migliorare il game.
Spesso si hanno pensieri limitanti del tipo.. non ci posso provare con quella HB9.. non mi "cagherà" nemmeno di striscio..
Nel momento in cui cerchiamo di carpire l'opinione che hanno gli altri di noi, o a prevedere l' effetto che avranno su di loro le nostre azioni irrimediabilmente desisteremo.
Una dote necessaria secondo me è la freddezza di raccogliere tutte le occasioni buone,e uno stato interiore sereno e libero da seghe mentali limitanti.

« Ultima modifica: 25 Febbraio 2009, 15:47:13 da maxcavezzi »

Loggato


Donna de quarant'anni buttela a fiume co' tutti li panni. (proverbio romano)

maxcavezzi

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: genova
  • Posts: 1118
Pagine: [1] 2   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: