Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Sentimenti dell'attrazione

(Letto 6718 volte)

Sentimenti dell'attrazione

« del: 28 Febbraio 2012, 01:45:53 »

E'da tempo che mi pongo questa domanda. Io sono molto bravo a stabilire empatia con le persone. Riesco anche spesso a provocare divertimento o tristezza con i contenuti dei miei discorsi, oppure riesco a intavolare discussioni profonde suscitando interesse, confusione o stupore davanti a nuovi punti di vista. Però quello che mi domando è, quali sono i setimenti da procurare perchè scocchi la scintilla dell'attrazione? Molto spesso mi trovo a parlare molto e ottenere una grande stima dalle ragazze, ma in questi casi poche su tante poi provano un attrazione fisica. Diciamo che sono relegato a uno stereotipo di donna che dalle mie parti è piuttosto raro.
Che sentimenti si dovrebbero generare, che stati d'animo deve avere una ragazza per essere attratta e starci? Lusinga? Curiosità? Quali?

Loggato

Cool

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 65

Re: Sentimenti dell'attrazione

« Risposta #1 del: 28 Febbraio 2012, 03:08:24 »

Sicuramente è un grande vantaggio questa tua caratteristica. Saper parlare di tutto con tutti...mantenendo la leadership della comversazione, saper suscitare stati emotivi direi che è liu della meta del lavoro!

IMHO. Arrivati ad un certo punto (ovviamente considerando il contesto le persone presenti ecc) secondo me si dovrebbe portare il discorso anche un po sul sessuale... Alimentando l'empatia con il contatto fisico... Ovviamente e' una mi esperienza e un mio punto di vista..le variabili da considerare sono tante e sicuramente un aualcuno piu esperto puo far meglio chiarezza sulla cosa!

Loggato


DJ As Lifestyle

Alex0211

  • SI-Reliable User
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 2
  • Offline Offline
  • Posts: 141
  • Dj as lifestyle

Re: Sentimenti dell'attrazione

« Risposta #2 del: 28 Febbraio 2012, 16:14:21 »

Invece per me si stà trasformando in una caratteristica negativa, proprio come hai scritto tu riesco a mantenere la leadership della conversazione, però ho notato che tendo a fare monologhi, che risultano interessanti, ma troppo profondi a quanto mi sembra.Non perchè io li voglia fare per partito preso ma perchè l'altra tende a volere ascoltare quello che dico interessata.  Mi pare che anche se le cose risultino interessanti a chi ho davanti poi finisca per rendere un pò pesante il tutto. In genere sono relegato alle donne che amano molto il tipo pseudointellettuale e elegante, con modi signorili. Allo stesso tempo mi accorgo che la conversazione difficilmente poi si trasforma in un interesse sentimentale con le ragazze "medie". Mi sembra di diventare con le persone più superficiali, una specie di psicologo, cosa che non mi và. E mi sembra anche che si trovino a disagio se si capisce troppo della loro emotività o ci si entri troppo in empatia. Quello che volevo sapre è che sentimenti cercare di generare durante la conversazione, ad esempio, mi rendo conto che parlando con me la gente tende a sentirsi in soggezione, mentre a volte facendo più lo scemo ho riscosso più successo pratico. In genere le mie relazioni sono tutte con donne innamorate di me, almeno all'inizio in una maniera totale. Non mi è praticamente mai successo di riuscire a avere un rapporto fisico senza che la ragazza provasse amore. Per esempio, vorrei capire se invece si dovesse generare un clima di accettazione, oppure di allegria, anzichè profondità e sega mentale.
Avendo questa buona caratteristica vorrei imparare a indirizzarla nella giusta direzione, che stati d'animo generare? Quali sono gli stati d'animo dell'attrazione?

« Ultima modifica: 28 Febbraio 2012, 16:17:42 da Disperato »

Loggato

Cool

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 65

Re: Sentimenti dell'attrazione

« Risposta #3 del: 28 Febbraio 2012, 17:08:24 »

C'è qualcosa di incoerente in ciò che dichiari.
In realtà, l'empatia non è solo ed esclusivamente la capacità di percepire lo stato d'animo della persona che hai di fronte, ma anche quello di capire e SENTIRE ciò che genera o ha generato lo stesso.
Di fatti, spesso si parla erroneamente di empatia non considerando che siamo influenzati da stereotipi che ci indirizzano verso un giudizio che non ha a che fare con il vero significato della parola "empatia".
Spiego meglio.
La Fisiognomica e la Cinesica studiano come ad esempio i movimenti del corpo e le contrazioni muscolari possano essere condizionati da determinati stati d'animo, quindi è possibile determinare da un espressione del viso, da un tono di voce, da una postura... lo stato d'animo di un individuo.

MA QUESTA NON E' EMPATIA

Empatia è capire cosa ha scatenato questi stati d'animo senza che vi siano punti di riferimento.
Di fatto, non esiste alcuna scienza o esperimento che possa riprodurre o creare "empatia", o insegnare come crearla.
Ma di fatto esistono modi per riprodurre determinati stati d'animo ed emozioni in un interlocutore trasmettendoli con la mimica ed il Body Language.

QUINDI è altamente probabile che tu NON GODA DI EMPATIA quanto credi.

Nel tuo caso però questa è una buona notizia, perchè significa che non brancoli nel buio nella ricerca del tuo problema (quindi della soluzione) ma semplicemente ti sei fossilizzato (creato) su un falso problema.
Quindi supponendo per assurdo che io abbia ragione, ragioniamo in tali termini.

Citazione

tendo a fare monologhi... troppo profondi... perchè l'altra tende a volere ascoltare quello che dico interessata... poi finisca per rendere un pò pesante il tutto... la gente tende a sentirsi in soggezione... a volte facendo più lo scemo ho riscosso più successo pratico

Ti rendi conto che hai individuato il problema, le cause e la soluzione... da solo ?
Quello che tu definisci "fare lo scemo", sono sicuro che non riguardi il rendersi ridicolo o patetico agli occhi del tuo interlocutore, ma più leggero, più raggiungibile.
Ricordati questa parola: LEGGEREZZA.
Perché per molti, i problemi, il mondo... sono pesantezza e li vivono ogni giorno, ogni istante, costantemente. Tutti cercano leggerezza. Tutti amano chi sa donarla.

Citazione

Avendo questa buona caratteristica vorrei imparare a indirizzarla nella giusta direzione, che stati d'animo generare? Quali sono gli stati d'animo dell'attrazione?

Gli stati d'animo dell'attrazione, sono semplicemente quelli che attraggono la persona che hai davanti!
E LO SO, che ti sembra una risposta banale, ma la domanda è banale.
Non si può ridurre la sensazione di ATTRAZIONE ad un desiderio comune in egual modo, maniera e quantità ad ogni donna... significa sminuirne l'unicità. Ed in ogni caso è sbagliato. Inefficace.

Praticamente tu in questa domanda hai chiesto "Come si seducono le donne ?"
Mi sbaglio ? Una donna attratta è mezza sedotta...
OVVIAMENTE, non ha senso che io risponda ora a questa domanda... questo forum praticamente tratta solo di questo, è imballato di consigli, metodi, esperienze... LEGGI & SPERIMENTA & CREA ! Come ho fatto io, come hanno fatto quasi tutti qui dentro...

Ma smettila di focalizzarti sul falso problema dell'empatia che va talmente a fondo da far scappare le donne.
E' una scusa. Forse non conscia... ma lo è.

A.

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917

Re: Sentimenti dell'attrazione

« Risposta #4 del: 28 Febbraio 2012, 21:36:06 »

Penso di essermi mal espresso, probabilmente ignorando a pieno il significato di tale termine, o forse non ho capito la tua risposta.
Purtroppo con fare lo scemo intendev proprio fare lo scemo, con modi di fare stupidi ecc. Daltronde quello che hai scritto dopo mi ha ispirato, leggerezza, forse il vero problema è questo.
Molto spesso tendo a indirizzare la conversazione verso il riflessivo, ma troppo spesso mi accorgo di interessare ma generare con i discorsi uno stato di riflessione e allontanarla da uno stato d'animo adatto a "concludere". Era questo che intendevo con quali sono gli stati d'animo della seduzione, ovvero qual'è uno stato d'animo che facilita per esempio un kiss close? Faccio un esempio, sono uscito con una ragazza semplice e siamo finiti a parlare di un suo problema, l'abbiamo affrontato profondamente, e  quando l'ho accompagnata alla macchina era sul depresso e non mi sembrava il caso di provare a darle un bacio. Era questo che intendevo, secondo voi per esempio per n kiss close, una ragazza in che stato d'animo dovrebbe essere?  Forse sarò particolarmente duro di testa, ma mi piacerebbero degli esempi. Io capisco bene così. Ho letto dei field report ma trovo un pò di difficoltà nell'immaginare quale sia la cosa che chiedo. Un altra cosa che mi ha fatto pensare molto, è che spesso ho avuto più occasioni con ragazze a cui volevo davvero bene, e con le quali non mi sono comportato secondo le regole della seduzione, ma semplicemente come amico e proprio senza ulteriori scopi dietro. Mi sono perso! Cheesy Capisco che ogni ragazza è diversa, mettiamola allora diversamente, ci sono degli stati d'animo da evitare assulutamente di fare avere a una ragazza che si vuole sedurre?

Loggato

Cool

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 65

Re: Sentimenti dell'attrazione

« Risposta #5 del: 28 Febbraio 2012, 23:49:27 »

Per come la vedo io il bacio non è 'un momento' o una routine...per me è un qualcosa che devd succedere naaturalmente.
Mi spiego...non credo che solo parlando si arrivi al kclose...
Come ho gia scritto nel primo post secondo me bisogna alternare si i momenti riflessivi...a momenti leggero...farle provare emozioni e' ottimo ma va accompagnato secondo me da un buon kino che è fondamentale..

La mia esperienza , non so auanto possa essere rilevante perche in effetti bisognerebbe vedere come hai condotto il game fino a quel punto ecc ecc.. In generale ho notato una serie di fattori comuni... Molto kino, tono di voce , eyes contact ecc tutto questo per dirti che lo stato emotivo so costruisce con una buona dialettica si, ma anche e sopratuttto da una serie di piccoli accorgimenti fisici...imho

Loggato


DJ As Lifestyle

Alex0211

  • SI-Reliable User
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 2
  • Offline Offline
  • Posts: 141
  • Dj as lifestyle

Re: Sentimenti dell'attrazione

« Risposta #6 del: 28 Febbraio 2012, 23:55:04 »

Scusate l'italiano terribile (e il doppio post) ma sto scrivendo dal telefono Cheesy spero di essermi spiegato bene !

Loggato


DJ As Lifestyle

Alex0211

  • SI-Reliable User
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 2
  • Offline Offline
  • Posts: 141
  • Dj as lifestyle

Re: Sentimenti dell'attrazione

« Risposta #7 del: 29 Febbraio 2012, 09:49:08 »

@disperato:

la profondita' intellettuale era un punto di forza qualche decennio fa.
Attualmente va ASSOLUTAMENTE condita con una buona dose di autoironia.
Devi rendere palese il fatto che tu NON ti prendi sul serio.
Che sai, ma che sai che quello che sai è una cosa come le altre, nulla di speciale.
Se darai l'impressione che hai un tesoro dentro ma che per te non è niente di trascendentale ma una cosa normale (e questo lo palesi solo con l'autoironia),il contrasto generera' molto piu' fascino.

Un conto se parli a voce bassa e con occhi depressi della filosofia di Sartre.
Un conto se lo fai in stile Beppe Grillo.

Nel secondo caso l'interlocutore avra' una sensazione di maggiore completezza e contrasto, e, come ha detto Maschio Alfa, percepira' anche la sensazione di leggerezza, abbastanza fondamentale nei rapporti.

Loggato


La poesia prudente
e gli uomini
prudenti
durano
solo lo stretto
necessario
per morire
tranquilli


Charles Bukowski

sofficemaremoto

  • CSI-2-Iced
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 24
  • Offline Offline
  • Posts: 439

Re: Sentimenti dell'attrazione

« Risposta #8 del: 29 Febbraio 2012, 18:15:46 »

Ho capito! Questo è un discorso interessante. Quindi ricapitolando il tuo consiglio è di esprimere gli stessi concetti ma con modi più allegri e meno pesanti o gravi giusto?  Smile
Pensando, credo di essere arrivato alla conclusione che gli stati d'animo a cui mi riferivo debbano essere, relax, accettazione, serenità e un interesse che però rende entrambi sullo "stesso livello".
O comunque che non mette l'altra persona in condizione di disagio anche per apparenti inferiorità argomentative.

Loggato

Cool

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 65

Re: Sentimenti dell'attrazione

« Risposta #9 del: 29 Febbraio 2012, 21:49:37 »

Citato da: Disperato il 29 Febbraio 2012, 18:15:46

Ho capito! Questo è un discorso interessante. Quindi ricapitolando il tuo consiglio è di esprimere gli stessi concetti ma con modi più allegri e meno pesanti o gravi giusto?  Smile
Pensando, credo di essere arrivato alla conclusione che gli stati d'animo a cui mi riferivo debbano essere, relax, accettazione, serenità e un interesse che però rende entrambi sullo "stesso livello".
O comunque che non mette l'altra persona in condizione di disagio anche per apparenti inferiorità argomentative.

Puoi dire qualsiasi cosa, l'importante è il come e il quando.
Se dici cose elevatissime ma calando il linguaggio e lo stile al livello di comprensione e di accettazione dell'interlocutore (Umberto Galimberti dice che la vera intelligenza è questa) non fai pesare le inferiorita' argomentative dell'altro, rendi solo affascinanti le tue superiorita'.
In questo modo dai valore a te' stesso e all'interlocutore, perche' lo rendi partecipe e sai in anticipo come servirgli il piatto, se, come e quando farlo.
Se parti per la tangente fregandotene di cio' che l'interlocutore è in grado di comprendere, filtrare e apprezzare....non dai valore a lui.
E quando non dai valore alle persone, hai sempre perso nell'ambito interpersonale.

« Ultima modifica: 29 Febbraio 2012, 21:51:47 da sofficemaremoto »

Loggato


La poesia prudente
e gli uomini
prudenti
durano
solo lo stretto
necessario
per morire
tranquilli


Charles Bukowski

sofficemaremoto

  • CSI-2-Iced
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 24
  • Offline Offline
  • Posts: 439
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: