Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

(Letto 1513 volte)

Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« del: 30 Marzo 2010, 17:53:25 »

non sono qui per parlare di qual è la dimensione ideale, di quanto è la media o altro...NON CI INTERESSA..
PASSIAMO A PARLARE DI QUELLO CHE CI INTERESSA (ecco perchè ho postato qui in generale)

Avete mai notato quante battute sulle dimensioni si fanno tra di loro gli stessi uomini? capita spesso
Avate mai notato che spesso quando si è in compagnia di amici e si parla di sesso si va a parare li e che le donne si confidano su questi dettagli? capita ancora più spesso.

DI certo il problema non sussisterebbe se il nostro pene fosse visibile o avessimo scritto in fronte le nostre dimensioni.
Infatti le tette sono visibili, e i commenti o battute sono pari come numero ad un 1/10 di quelli fatti sul pene.

Le donne comunque sia parlano di dimensioni! NON TUTTE, ma io direi che un 70% minimo ne parla. Sicuramente l’ocaggine, come si suol dire, è più tipica delle adolescenti, ma basta vedersi qualche puntata di SEX AND THE CITY per vedere come è cambiato il mondo femminile sulle tematiche del sesso.
Più promiscue, con più esperienza, ormai la donna ha raggiunto la perfetta parità dei sessi, almeno di sicuro a letto.

E va bene. NE parlano. D’altronde è sempre una sorpresa la cosa  Laughing  , e confidarsi con le amiche CI STA come cosa.

Ma quello su cui voglio riflettere è questo: secondo voi, è il classico pettegolezzo sportivo o davvero la cosa può condizionare alcune dinamiche sociali?

mi spiego meglio: Cosa succede quando si dice che X ce l’ha piccolo o che Y ce l’ha grande? all’interno di una comitiva, X o Y assumono meno o più valore agli occhi di una donna?
si?no?forse?in qualche modo la cosa condiziona?
Quando in comitiva, un ragazzo fa una battuta di questo genere ad un altro membro maschile della comitiva, come si può rispondere per risultare ALPHA agli occhi delle ragazze circostanti?
Insomma come uscirne VINCENTI in queste cose?

« Ultima modifica: 30 Marzo 2010, 17:56:48 da player88 »

Loggato

player88

  • Osservatore
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 5

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #1 del: 30 Marzo 2010, 18:27:39 »

Citato da: player88 il 30 Marzo 2010, 17:53:25

Insomma come uscirne VINCENTI in queste cose?

Sbattitene Smile

Al limite preparati dei bei re-frame per eventuali battute a cui vuoi rispondere dal vivo...

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #2 del: 30 Marzo 2010, 18:57:13 »

Un mio amico ha una fava da pornostar, la gente mormora e scopa a destra e a sinistra.
Forse il fatto che le ragazze sanno delle dimensioni fuori dal comune le spinge a provare, ma per me invece il fatto che scopa dipende dalla sicurezza che questa situazione gli conferisce.
Per lo stesso meccanismo uno con l'uccello piccolo si sente inferiore.
Quando se ne parla in gruppo, si sfocia presto nello sfottimento e diventa una specie di amoggaggio.

Il miglior reframe? Dire subito che hai un cazzettino corto, fino e storto.

Loggato

Hancock

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 48
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 445

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #3 del: 30 Marzo 2010, 19:08:44 »

Citato da: player88 il 30 Marzo 2010, 17:53:25

Infatti le tette sono visibili, e i commenti o battute sono pari come numero ad un 1/10 di quelli fatti sul pene.

intendi 10 volte? Wink

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #4 del: 30 Marzo 2010, 19:30:26 »

sono spacciato....

Loggato

Emmett

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 325

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #5 del: 30 Marzo 2010, 19:46:01 »

E' un discorso che è totalmente marginale rispetto a quanto conta invece la tua personalità

Loggato

Kant

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 170
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1372

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #6 del: 30 Marzo 2010, 22:56:17 »

Citato da: player88 il 30 Marzo 2010, 17:53:25

Insomma come uscirne VINCENTI in queste cose?

Metti una foto su facebook dove ti sei attaccato un pisello enorme con photoscopppppppe  Wink

Loggato


l'unico modo per diventare un giocatore furbo e' giocare contro giocatori piu' furbi di te...

comportati come se avessi 1000 donne e avrai 1000 donne...

Jason N. Dohring

  • Dreamer
  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 136
  • Offline Offline
  • Residenza: Salerno
  • Posts: 1472
  • Nulla e' reale...tutto e' lecito...

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #7 del: 31 Marzo 2010, 00:18:57 »

o senza fotoschioppo usa un obiettivo grandangolare per scattarla  Laughing

Scherzi a parte, secondo me il punto è che è una caratteristica fisica "positiva" come possono esserlo un bel fisico, un bel viso, una vispa intelligenza , etc...
Queste caratteristiche hanno l'effetto diretto di essere attraenti, e l'effetto indiretto di aiutare nell'ottenere un riscontro sociale positivo dalle persone. Sicuramente possono aiutare a trombare di più, ma non sono una condizione sufficiente per riuscire a trombare.

E' sempre l'insieme di tutte le caratteristiche+l'azione+la perseveranza che ti rende rimorchiante.

Loggato


Per aspera ad astra!

Alfaleffo

  • Photo Expert
  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 30
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Roma
  • Posts: 570
  • Naso Magister Erat

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #8 del: 31 Marzo 2010, 01:29:56 »

E' vero che le donne parlano sempre piu' liberamente tra di loro di sesso... ma non solo di dimensioni: anche e soprattutto di durata, di qualità dei preliminari, di coinvolgimento ambientale, del post...
Insomma, per loro il sesso è un'esperienza multisensoriale: se ce l'hai piccolo fai della durata la tua forza (generalmente un pisello piu' piccolo è piu' facile da tenere in erezione perchè occorre meno sangue)...

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #9 del: 31 Marzo 2010, 02:15:21 »

Citato da: ^X^ il 31 Marzo 2010, 01:29:56

(generalmente un pisello piu' piccolo è piu' facile da tenere in erezione perchè occorre meno sangue)...

ecco perchè da ubriaco non mi si alza mai, madonna *****.

comunque, alcune donne guardano le mani e le dita sperando di trarre nozioni utili.

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #10 del: 31 Marzo 2010, 09:18:01 »

Citato da: Emmett il 30 Marzo 2010, 19:30:26

sono spacciato....

Scusa se mi permetto di intervenire direttamente sul tuo reply, ma ho letto diversi tuoi post, diverse tue risposte ad altri post, e noto in te un atteggiamento piuttosto particolare: da una parte percepisco una voglia enorme di cambiare totalmente, dall'altra c'e' sempre un atteggiamento che ti tiene legato sulle tue posizioni, secondo me non (del tutto) consapevolizzato.

Ora, dato che oggettivamente non sono cazzi miei e tu hai tutto il diritto di farmelo notare, ti espongo la mia opinione affinche' tu possa, se lo vuoi, trarne qualche elemento di riflessione. Altrimenti sentiti libero di ignorare bellamente questo post. Smile

Sicuramente ho notato un tuo cambiamento dai primi post pubblicati ad oggi, ma non posso fare a meno di visualizzarti incatenato da un "frame" che secondo me ti rende molto difficile spiccare davvero il volo.
In particolar modo mi riferisco a due tematiche: il tuo pisello e la tua firma.

Quando parli del tuo pisello, come in questo caso, sei direttamente disfattista. Eppure gia' in un altro thread ti hanno fatto notare che le tue dimensioni sono tranquillamente superiori alla media nazionale.
Mi viene da pensare che il pisello per te non sia la fonte di un disagio, bensi' un capro espiatorio dietro al quale giustificare la tua insucurezza.
Sicuramente non te ne frega niente, ma io con un pisello piu' piccolo del tuo mi diverto sempre un casino. E tuttavia il mio problema non e' incentrato sulle dimensioni, ma su altre cause ben piu' evidenti. Se ti interessa puoi leggerne i dettagli nel mio post di presentazione. Eppure, continuo a divertirmi un casino.
Riesco a procurare orgasmi molti intensi alla mia donna con la sola penetrazione, cosa che il suo ex superdotato non e' mai stato in grado di fare. Pensi che preferisca provare orgasmi con un pisello medio e parzialmente malridotto o non provarne quasi mai con dimensioni piu' grandi?

Il sesso non e' solo penetrazione, e per le donne in particolar modo lo e' solo in minima parte. Per una donna, probabilmente per la maggioranza di esse, il sesso si fa soprattutto con il cervello. Personalmente mi e' capitato di NON fare sesso per il cervello, per paranoie simili alle tue, che mi causavano ansia da prestazione dal quale derivavano due conclusioni tipiche: o la mancanza di erezione, o l'eiaculazione precoce.
Perche'? Per un motivo molto semplice: mi sentivo insicuro della mia sessualita', ed il mio inconscio cercava di difendermi da questo mio disagio, evitandomi di iniziare un rapporto sessuale per la mancanza di erezione o almeno assicurandosi di fare terminare tutto al piu' presto, da qui l'eiaculazione precoce.

Il mio inconscio aveva generato in me delle insicurezze, che si trasformano in paranoie, dalle quali ne conseguivano problemi oggettivi con il pisello, che aumentavano le insicurezze.
Ci ho riflettuto molto a posteriori. Ho capito che se volevo spezzare questa catena, dovevo lavorare sulla base, ovvero risolvere le insicurezze. Nel frattempo il mio inconscio aveva elaborato pero' una nuova strategia, piu' semplice: le insicurezze possono essere risolte, ma anche evitate. E l'unico modo per evitarle era farmi sprofondare nell'apatia. Smettendo di essere interessato ad uscire, ad incontrare gente, insomma a vivere, ero al riparo dalle mie insicurezze. Eppure stavo peggio di prima. Ogni giorno di piu'.

E qui mi ricollego, finalmente, al secondo tema che ti ho citato: la firma. Ho iniziato a risalire la cima soltanto quando ho cambiato il mio atteggiamento. Ho deciso di cambiare me stesso: se metti un paio di occhiali da sole con lenti gialle, e non li togli per diverse ore, continui a vedere il mondo giallo ma ti ci abitui, percio' per te e' normale che il mondo sia giallo. Se cambi occhiali da sole, tuttavia, il mondo pur muovendosi apparentemente allo stesso modo, viene da te percepito in tutt'altro modo.
La cosa buffa e' che cio' vale in due direzioni: se il giallo ti deprime, e vedi tutto giallo, ti atteggerai da persona depressa e tutti ti vedranno per quello che sei: depresso. Se il rosso ti esalta, e ti metti gli occhiali con lenti rosse, sarai piu' pimpante ed energetico, e tutti ti vedranno per quello che sei: una persona allegra e brillante.

Ora forse dovresti fare una riflessione: gli occhiali che mi sono messo, che pure mi sembravano adeguati, sono veramente quelli giusti per me alla luce della mia esperienza? Tradotto: scrivere quella frase in firma, che avrebbe dovuto spronarti a migliorare, ha dato i risultati che ti aspettavi in tutto questo tempo?

Nel mio caso non funziono'. Dovetti cambiare occhiali. Mi sono accorto che se mi consideravo un fallito, se mi consideravo un cesso (vergine non lo ero piu' da molti anni, ma non faceva alcuna differenza), la gente mi vedeva cosi': come un cesso. Io non sono mai stato attratto da un gabinetto, perche' dovrebbero esserlo i miei amici o belle ragazze sconosciute?
Per cambiare come persona ho dovuto iniziare da me: ho dovuto cambiare per piacere a me stesso. Mi sono osservato per capire quali lati del mio atteggiamento mi davano fastidio, come se avessi davanti un'altra persona. Ho iniziato a cambiare in questo modo. Da quando ho iniziato a piacermi, e' stata una escalation, questa volta verso l'alto: le persone che vedevano al mia energia conferita dagli occhiali con le lenti rossi hanno inziato ad avvicinarsi a me. Ed io ho iniziato scopare. E poi ho imparato pure a fare l'amore, ma ci e' voluto molto tempo.

Ci sarebbe tanto da dire ancora, tanto da precisare, ma ho gia' scritto troppo per questo post e mi fermo qui.
Grazie per la pazienza se sei riuscito a leggere tutto!

Loggato

Expat

  • CSI-4-Iced
  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 8
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 42
  • Residenza: the Netherlands
  • Posts: 91

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #11 del: 31 Marzo 2010, 09:39:46 »

...FAI una domanda e su 10 ti risponde UNO con qualcosa di inerente al soggetto...

sentite, qui non si voleva parlare di complessi o altre escrementate...ne del fatto che conta più la personalità o del fatto che le donne parlino anche della durata, della qualità dei preliminari...E ALLORA?!IO ho superato la fase delle gare a chi ce l'aveva più lungo...spero anche voi, quindi se volete dare un contributo a questo post, fatelo nel modo corretto, per piacere.
Qui si voleva provare a parlare di come affrontare quei discorsi a tema sessuale, che io trovo assolutamente simpatici, in maniera "alpha", in maniera scherzosa... Punto.

Loggato

player88

  • Osservatore
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 5

Re: Riflessione sul PENE e le DINAMICHE SOCIALI ad esso collegate

« Risposta #12 del: 31 Marzo 2010, 10:11:23 »

Citato da: player88 il 31 Marzo 2010, 09:39:46

...FAI una domanda e su 10 ti risponde UNO con qualcosa di inerente al soggetto...

sentite, qui non si voleva parlare di complessi o altre escrementate...ne del fatto che conta più la personalità o del fatto che le donne parlino anche della durata, della qualità dei preliminari...E ALLORA?!IO ho superato la fase delle gare a chi ce l'aveva più lungo...spero anche voi, quindi se volete dare un contributo a questo post, fatelo nel modo corretto, per piacere.
Qui si voleva provare a parlare di come affrontare quei discorsi a tema sessuale, che io trovo assolutamente simpatici, in maniera "alpha", in maniera scherzosa... Punto.

Relax, take it Eaaaaaaaasy!  Wink

Loggato

Kierkegaard

  • Visitatore
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: