Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Piccole Storie Zen #1 "Il Tagliaboschi"

(Letto 249 volte)

Piccole Storie Zen #1 "Il Tagliaboschi"

« del: 28 Novembre 2017, 01:42:10 »

Salve a tutti Marpionss,
A causa del periodo attuale, pieno di impegni, non potrò postare report lunghi o post impegnativi...

Potrò però inaugurare una nuova categoria di Mini post.

Dal titolo sovraespresso
"Piccole Storie Zen"

Gli argomenti vari, riguarderanno la seduzione, la crescita personale, ed anche altri topic ad esso collegati.

Posterò di tanto in tanto.
Buona lettura..

Quella di oggi è una storia molto semplice,ma con un significato fortemente evocativo e che mi ha fatto pensare.

Spesso ci si sarà chiesto cosa sia più importante tra la teoria e la pratica sul campo, e spesso ci si sarà interrogati sul motivo per cui spendere molto tempo prezioso, per migliorare e rifinire, le proprie capacità seduttive a casa, davanti allo specchio,o sui libri,invece che di fronte a un paio di occhi,tette e culo.
Io stesso mi ero fatto questa domanda rispondendomi che solo "la pratica rende perfetti".

Ma in realtà non è proprio così.

Infatti, se ci pensate bene non basta sapere la teoria, bisogna esserne padroni.
Perché?
Risparmiare tempo.

Immaginiamo che stiamo facendo 5 set a settimana e stiamo ottenendo risultati medio bassi,  continuiamo così per un mese e il risultato andrà a migliorare seppur con uno spreco di tempo considerevole.
Ora prendiamo invece lo stesso arco di tempo ma inseriamo in esso una settimana intera di sola formazione teorica.
Ci sembrerà di perdere tempo, eppure ne avremo risparmiato tantissimo.
Infatti saremo più padroni di noi stessi e di ciò che dobbiamo applicare.

A tal proposito vi racconto la storia del Tagliaboschi
Che può anche essere usata e confezionata come routine per alcuni momenti nella seduzione,a seconda delle esigenze.

 Il Tagliaboschi un giorno stava segando un albero in mezzo alla Foresta,con lo scopo di abbatterlo.
Egli stava segando l'albero da ormai ore, quando un passante lo vide si fermò e gli chiese: "Da quanto tempo stai segando?"
lui rispose: "sono già 5 ore ma non ci sono molti miglioramenti..."
Allora il passante suggerì: "perché non ti fermi un attimo e affili la sega?.. Sono certo che dopo andrà meglio!"
Il tagliaboschi senza nemmeno guardarlo rispose: "Non posso fermarmi ad affilare la sega, sono troppo impegnato a segare".

Se non ci fermiamo ad affilare la sega rischiamo di perdere tempo nello svolgimento di cose che richiederebbero molto meno tempo altrimenti.

Leone

Loggato


Ecco, io vi mando come pecore in mezzo ai lupi..

Leone

  • Aspirante Istruttore ADM/CSI
  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 86
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 265

Re: Piccole Storie Zen #1 "Il Tagliaboschi"

« Risposta #1 del: 28 Novembre 2017, 10:38:09 »

Da esperto in seghe, confermo l'assoluta validità del post di Leone.

Il tema del rapporto tra teoria e azione non è mai troppo esplorato in questo ambito.

Da parte mia, mi limito a testimoniare che aver fatto mente locale a posteriori sugli eventi del raduno di venerdì scorso (al fine di scrivere il feedback), mi ha fatto tornare alla mente alcuni utili dettagli interessanti dell'interazione, che altrimenti non avrei mai realizzato (solo azione è un modo inefficiente di agire).

Inoltre, le interazioni della serata mi hanno portato a realizzare alcune cose dei raccontini preparati nel mese scorso (troppo lunghi in alcuni punti; una risata suscitata dove non mi sarei aspettato, ecc.), il che mi ha portato a rivederli in alcuni punti in questo inizio settimana (l'azione al servizio della teoria al servizio dell'azione).

E' incredibile quanto la ricerca della vagina possa assumere sfumature a tratti zen Exclamation

Loggato

-Nova-

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 104
  • Offline Offline
  • Posts: 621

Re: Piccole Storie Zen #1 "Il Tagliaboschi"

« Risposta #2 del: 11 Dicembre 2017, 22:04:15 »

La conoscevo ma con l'ascia al posto della sega  Grin

Comunque molto istruttiva, +1 !

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1373

Re: Piccole Storie Zen #1 "Il Tagliaboschi"

« Risposta #3 del: 09 Gennaio 2018, 12:01:30 »

Leggo in ritardo perchè mi ero concentrato sul tenere in ordine il forum e tu essendo un utente fidato, ho procrastinato la lettura di questo interessante topic.

Qualche anno fa ebbi una conversazione simile con una persona riguardo al "fare fare fare" per ottenere un risultato, quando basterebbe un solo "fare" preceduto da una riflessione su cosa sia più utile nel nostro caso.

Citato da: AlterEgo il 11 Dicembre 2017, 22:04:15

La conoscevo ma con l'ascia al posto della sega  Grin

Credo che parlando di asce, il pubblico si sarebbe immedesimato molto meno.  Laughing

+1 Leone  Thumbs Up

Loggato


- Per richieste di moderazione clicca QUI -

Cuore messicano

Emix

  • SI-Moderator
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana (25 anni)
  • Posts: 1232

Re: Piccole Storie Zen #1 "Il Tagliaboschi"

« Risposta #4 del: 09 Gennaio 2018, 12:57:36 »

Ahaha è esattamente cosi...
Tra l'altro questa storia è affine anche a quello che ci siamo detti in questi giorni..
Ora caro il mio messicano aspetto con ansia un vaticinio sulle prossime storie

Loggato


Ecco, io vi mando come pecore in mezzo ai lupi..

Leone

  • Aspirante Istruttore ADM/CSI
  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 86
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 265
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: