Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

(Letto 1283 volte)

Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« del: 05 Settembre 2008, 11:48:40 »

Come al solito parto con un aneddoto di vita reale vissuta, dal quale sviluppero' un'idea che vorrei porre al vostro vaglio critico.

Un paio di mesi fa ero fuori con tre donne, per un rilassante dopocena; quando non ho voglia di stare ad alta energia, sopporto anche il fatto che la somma delle età delle tre donne superasse abbondantemente i 100 anni e che eravamo in un posto strafighetto Sad

In questi casi mi metto li, ascolto e osservo parlando il meno possibile.

Ad un certo punto una di loro (chiamiamola DonnaA - vista l'età non riesco neanche a definirla HB) si mette a parlare della sua visione della vita e delle cose, saltando abbastanza abilmente da un argomento all'altro in modo da mostrare una certa coerenza interna e sicurezza.

Come risultato, DonnaB si mette in modalità DBB, sgrana gli occhioni e inizia ad elogiare in modo esagerato DonnaA con frasi del tipo... "Io non capisco come mai sei single. Sei io fossi un uomo impazzirei per te! Sei una grande, ti adoro ecc..."

Questo atteggiamento mi ha fatto riflettere. Io, che uomo sono davvero, trovavo DonnaA totalmente non seducente. Non brutta, anzi curata a dovere. Non scema, non noiosa. Semplicemente non seducente.

Non mi interessa qui analizzare il perchè esatto, ma quasi sicuramente DonnaB valutava DonnaA con gli occhi di una DONNA... quindi DonnaA piaceva a DonnaB (e non a me) per una serie infinita di caratteristiche mascoline nel suo modo di fare (la classica donna che si autodefinisce con le palle, l'equivalente femminile degli uomini dolci e sensibili).

Non è questo il punto del post; quello che volevo era solo sottolineare che il ricevere troppi complimenti da parte di persone appartenenti al nostro stesso sesso può essere un campanello d'allarme... vuol dire che stiamo seducendo loro e non le HB, e che quindi occorre ripensare i nostri atteggiamenti.

Lo dico perchè a me succede spesso: vedete quindi di andare a cagare, brutti adulatori finocchi! Cheesy

Scherzi a parte, che ne pensate?

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #1 del: 05 Settembre 2008, 13:12:14 »

Citato da: ^X^ il 05 Settembre 2008, 11:48:40

Non è questo il punto del post; quello che volevo era solo sottolineare che il ricevere troppi complimenti da parte di persone appartenenti al nostro stesso sesso può essere un campanello d'allarme... vuol dire che stiamo seducendo loro e non le HB, e che quindi occorre ripensare i nostri atteggiamenti.

Ottimo spunto: + Thumbs Up

Hai scritto una verità inoppugnabile, ma si può andare oltre.
Ci sono uomini che riescono a sedurre in modo incredibile altri uomini, ma con le donne non battono un chiodo.
Perchè?
Se hai letto il post che ho fatto sul carisma:
http://seduzioneitaliana....um/index.php?topic=1811.0
fra le qualità che deve possedere il carismatico, viene elencata la capacità di dar valore agli altri.
E' evidente che ciò che le donne considerino un valore, non sia necessariamente quello che consideriamo noi.
Un carismatico, che si rivolge ad una platea selezionata sessualmente, avrà quindi degli argomenti che non
può usare con l'altro sesso per ottenere carisma.

Ma c'è di più, e qui vengo a noi.
Nelle varie teorie sulla seduzione, viene data enorme importanza a qualità che piacciono a noi maschi in altri maschi.
(i miei test cominciano a fare l'effetto voluto...  Grin)
Si trovano quindi aberrazioni (l'uomo alpha ne è un esempio evidente) che sono molto seducenti per un ragazzo,
ma che per una donna rasentano il ridicolo.
A titolo di esempio, prendiamo il mito della sicurezza basata sul nulla: un uomo al quale ti mostri sicuro,
non starà li a far shit test come una donna.
Penserà "Ah, che figo questo", come vorrei essere come lui.
Mentre una donna tenterà in ogni modo di saggiare su cosa si basa questa sicurezza.
Non è quindi la sicurezza che dovrebbe costituire lo scopo degli sforzi di un marpione,
ma il come ottenerla e dimostrarla sviluppando doti e qualità.
E' quindi evidente che sostenere "sviluppa queste cose, e dimostrarai sicurezza", è sicuramente meno
seducente agli occhi degli uomini rispetto al dire "Ti farò diventare sicuro", ma
è altrettanto chiaro che il secondo assunto non porti alcun vantaggio nell'interagire.

Così l'estetica per le donne: a 18 anni sono bonissime e piene come bignè.
Senza rughe, pelle liscia e tette dritte.
Poi entrano nel circuito delle donne adulte, e vengono sedotte dalla corrente androgina, che altro non è che
un modo di sedurre le donne proponendo un modello maschile.
E le raggianti diciottenni si mettono a dieta.
Tempo 2 mesi, vedono le tette calare, il culo sgonfiarsi...
Ma se ne sbattono "perchè vestite non si vede". Non lo fanno per noi uomini quindi, ma per le altre donne,
visto che noi facciamo di tutto per tenerle svestite il più possibile.

Questi sono i difetti dell'agire su teorie improntate al fascino del sesso sull' omosesso.
Quindi, aprite gli occhi!

TermYnator

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10003

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #2 del: 05 Settembre 2008, 13:30:04 »

Grazie per l'ottimo approfondimento!

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #3 del: 05 Settembre 2008, 16:34:37 »

Citato da: TermYnator il 05 Settembre 2008, 13:12:14

Nelle varie teorie sulla seduzione, viene data enorme importanza a qualità che piacciono a noi maschi in altri maschi.
(i miei test cominciano a fare l'effetto voluto...  Grin)
Si trovano quindi aberrazioni (l'uomo alpha ne è un esempio evidente) che sono molto seducenti per un ragazzo,
ma che per una donna rasentano il ridicolo.
A titolo di esempio, prendiamo il mito della sicurezza basata sul nulla: un uomo al quale ti mostri sicuro,
non starà li a far shit test come una donna.
Penserà "Ah, che figo questo", come vorrei essere come lui.
Mentre una donna tenterà in ogni modo di saggiare su cosa si basa questa sicurezza.
Non è quindi la sicurezza che dovrebbe costituire lo scopo degli sforzi di un marpione,
ma il come ottenerla e dimostrarla sviluppando doti e qualità.
E' quindi evidente che sostenere "sviluppa queste cose, e dimostrarai sicurezza", è sicuramente meno
seducente agli occhi degli uomini rispetto al dire "Ti farò diventare sicuro", ma
è altrettanto chiaro che il secondo assunto non porti alcun vantaggio nell'interagire.

TermYnator

davvero interessante... intanto ti becchi un +1 per avermi ILLUMINATO Wink

a questo punto mi viene spontanea la domanda... la VERA sicurezza su che basi si fonda?? sulle esperienze di vita?? sull'"allenamento" con le donne? sul riavvicinamento con gli istinti?? sull'essere appieno un Vero Uomo?
secondo me qui c'è il nocciolo dell'inner...

Loggato


First we get the talkin, then we get the touchin
If we get pass the phone games we'll be fuckin
-50 Cent

hiwalani

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 19
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 207
  • new life

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #4 del: 05 Settembre 2008, 23:18:43 »

Qui ci sta un +1 a tutti e due!
Quando si sviluppa un modello è bene conoscerne anche i limiti e quello che proponi tu ^X^ sembra un buon campanello d'allarme.

Evidentemente uomini e donne rispondono a stimoli diversi. Se l'effetto che produciamo negli altri è aver riscontri positivi più da persone del proprio sesso che da persone del sesso opposto vuol dire che stiamo agendo nella direzione sbagliata: siamo amiconi ma non seduttori.

Naturalmente è più facile che un uomo ragioni con i parametri dell'uomo e quindi si dia degli obiettivi che interessano l'uomo.

Esempio estremo: il campione delle gare di rutti sarà sempre il beniamino delle serate tra uomini, ma questa sua dote non vale nulla (a meno di uno spirito molto particolare e poco femminile) per conquistare una donna, anzi.

Credo che invece un discorso a parte valga quando si attraggono persone del proprio sesso ma con orientamento omosessuale. In quel caso credo che ci si trovi davanti ad un effetto collaterale quasi inevitabiel di quando ci si muove nella direzione giusta (fermo restando il pericolo della cosa  Shocked)
Nel precedente periodo di sarge (prima della LTR) al massimo della forma ricevevo molti IOI da gay Shocked. Sapete com'è, si dice che hanno buon gusto! Anzi raccontavo la cosa come DHV e con un certo successo.

^X^ leggendo solo il titolo credevo che il post trattasse di quest'ultimo caso... Idiot

« Ultima modifica: 05 Settembre 2008, 23:28:30 da InnerLighT »

Loggato


Be the Light (Waterboys)

HIGH ENERGY MENTALITY -> HIGH ENERGY STATE

"Come esseri umani siamo tutti sulla stessa barca: egoisti, inappagati e arrapati fracichi." (Escalus)

"Bisogna farsi il mazzo con metodo" (-eFFe-)

Il mio mantra per il 2009 (v2.0): "Siamo fatti per incontrarci"

InnerLighT

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 69
  • Offline Offline
  • Posts: 538

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #5 del: 06 Settembre 2008, 00:24:56 »

Citato da: hiwalani il 05 Settembre 2008, 16:34:37

davvero interessante... intanto ti becchi un +1 per avermi ILLUMINATO Wink

Grazie!

Citazione

a questo punto mi viene spontanea la domanda... la VERA sicurezza su che basi si fonda?? sulle esperienze di vita?? sull'"allenamento" con le donne? sul riavvicinamento con gli istinti?? sull'essere appieno un Vero Uomo?
secondo me qui c'è il nocciolo dell'inner...

La sicurezza, come mi sembra ormai assodato, dipende dal contesto di applicazione.
La vera sicurezza con le donne è la certezza di fare la cosa giusta al momento giusto, senza
timori.
Qesto significa che la ottieni con la fiducia nei tuoi mezzi di seduzione,
ottenuta sul campo con la conferma della loro validità teorica e dell'essere in grado di applicarli.
Questo è quello che si chiama esperienza.
La sicurezza è quindi esperienza.
L'esperienza, a seguito di errori fatti, ti da anche un'altra cosa, che è ancor più potente
della sicurezza: la capacità di osare.
Osare è oltre l'essere sicuri: è un salto nel buio che fai perchè sei sicuro di essere sicuro.
Sembra un gioco di parole, ma è proprio così.
La risposta alla tua domanda, è quindi questa:
la vera sicurezza è la capacità di osare senza avere alcun timore.

Citato da: InnerLighT il 05 Settembre 2008, 23:18:43

Qui ci sta un +1 a tutti e due!

Grazie!

Citazione

Naturalmente è più facile che un uomo ragioni con i parametri dell'uomo e quindi si dia degli obiettivi che interessano l'uomo.
Esempio estremo: il campione delle gare di rutti sarà sempre il beniamino delle serate tra uomini, ma questa sua dote non vale nulla (a meno di uno spirito molto particolare e poco femminile) per conquistare una donna, anzi.

Esatto, ottima considerazione.

Citazione

Credo che invece un discorso a parte valga quando si attraggono persone del proprio sesso ma con orientamento omosessuale. In quel caso credo che ci si trovi davanti ad un effetto collaterale quasi inevitabiel di quando ci si muove nella direzione giusta (fermo restando il pericolo della cosa  Shocked)

Vero per gli omosessuali uomini, falso per le donne.
Ma c'è un ma.
Io penso che gli omosessuali maschi siano attratti da maschi etero che pur possedendo
le qualità per piacere alle donne, non le manifestano.
E' un concetto complicato da esprimere, e si basa su osservazioni empiriche e personali.
Supponendo che io sia un seduttore, ovvero che questa qualità sia apparsa ad un certo punto
della mia esistenza, sarebbe logico supporre che da quel momento in poi io l'abbia mantenuta,
anche se non la ho esercitata.
Ebbene ho notato, che in tutti i periodi nei quali non esercitavo questa qualità (periodi di LTR intense,
o periodi di gran Mortodipippismo dovuto a traumi post Ltr), attraevo gli omosessuali.
Mentre quando ero ben presente sul campo, questo non succedeva.
Perchè?

TermYnator

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10003

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #6 del: 06 Settembre 2008, 12:09:15 »

Citato da: TermYnator il 06 Settembre 2008, 00:24:56

Io penso che gli omosessuali maschi siano attratti da maschi etero che pur possedendo
le qualità per piacere alle donne, non le manifestano.
E' un concetto complicato da esprimere, e si basa su osservazioni empiriche e personali.

Aiuto Termy!!!
Se riusciamo a risolvere anche questo nodo potrei fare dei balzi avanti della madonna.
Confermo sulla mia pelle quello che scrivi.
Sebbene io non mi sia mai ritenuto un seduttore, i miei successi pratici con le donne erano molto superiori fino a 3-4 anni fa... ho sempre pensato che fosse soprattutto una questione di età, e che quindi dovevo ritenermi contento del fatto che grazie al Game non fossi crollato totalmente ma avessi comunque mantenuto una discreta abilità.
Ora mi stai facendo venire il primo forte dubbio.
L'altro dato empirico è che da un anno circa, vengo continuamente abbordato da Gay - soprattutto francesi e fuori dall'Italia (questo potrebbe essere solo un fatto culturale, un gay che abborda in Italia fuori dai locali preposti secondo me rischia ancora di essere picchiato selvaggiamente).
Anche qui, pensavo di avere atteggiamenti troppo "femminili".

Ci penserò su...

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #7 del: 06 Settembre 2008, 12:56:26 »

Citato da: ^X^ il 05 Settembre 2008, 11:48:40

Questo atteggiamento mi ha fatto riflettere. Io, che uomo sono davvero, trovavo DonnaA totalmente non seducente. Non brutta, anzi curata a dovere. Non scema, non noiosa. Semplicemente non seducente.

Non mi interessa qui analizzare il perchè esatto, ma quasi sicuramente DonnaB valutava DonnaA con gli occhi di una DONNA... quindi DonnaA piaceva a DonnaB (e non a me) per una serie infinita di caratteristiche mascoline nel suo modo di fare (la classica donna che si autodefinisce con le palle, l'equivalente femminile degli uomini dolci e sensibili).

Qua uomini e donne sono diversi:
il fatto è che le donne vedono la capacità di un uomo di fare da leader su altri uomini come un DHV, quindi questo le attrae...
Invece noi siamo diversi, a noi non ce ne frega un caxxo che una donna sia una brava leader (anzi forse preferiamo il contrario), per noi non è importante per la riproduzione che una donna sia leader, quello dobbiamo esserlo noi...
uomini e donne hanno parametri diversi con cui si valutano l'un l'altro per constatare quanto la persona ci piace.

per quanto riguarda il discorso sui gay:
facendo il ballerino conosco un po' di omossessuali e ho constatato che in generale quando devi fare delle fantasie sessuali guardano l'aspetto fisico (come facciamo noi uomini guardando una bella figa "me la scoperei...ma non ci starei mai insieme non è proprio il mio tipo"), mentre si sentono attratti (nel senso che vorrebbero provarci seriamente) da quei maschi che possono piacere alle donne in generale, ma che non hanno quei tipici caratteri alpha, quel comportamento da VERO UOMO tipico. Non piace a loro l'aria da seduttore di donne, ma magari un bel ragazzo tranquillo che non mostra di essere uno sciupafemmine...non so se mi sono spiegato bene, in ogni caso il discorso è generalizzato, come in ogni cosa ci sono i casi particolari

Loggato


the one who hesitates...masturbates

Neji

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 29
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 28
  • Posts: 389
  • Re-Emotioning

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #8 del: 07 Settembre 2008, 02:17:16 »

Citato da: TermYnator il 06 Settembre 2008, 00:24:56

Grazie!
Vero per gli omosessuali uomini, falso per le donne.
Ma c'è un ma.
Io penso che gli omosessuali maschi siano attratti da maschi etero che pur possedendo
le qualità per piacere alle donne, non le manifestano.
E' un concetto complicato da esprimere, e si basa su osservazioni empiriche e personali.
Supponendo che io sia un seduttore, ovvero che questa qualità sia apparsa ad un certo punto
della mia esistenza, sarebbe logico supporre che da quel momento in poi io l'abbia mantenuta,
anche se non la ho esercitata.
Ebbene ho notato, che in tutti i periodi nei quali non esercitavo questa qualità (periodi di LTR intense,
o periodi di gran Mortodipippismo dovuto a traumi post Ltr), attraevo gli omosessuali.
Mentre quando ero ben presente sul campo, questo non succedeva.
Perchè?

TermYnator

In effetti quello era il periodo poco prima che iniziassi a chiudere per bene (leggi f-close). Forse è proprio l'abilità seduttiva unita ad una punta di frenesia/insicurezza che scaturisce nei periodi di poco f-close ci rende più attraenti per i gay, cosa che sembra confermata anche dalle osservazioni sul campo di Neji...

Citato da: Neji il 06 Settembre 2008, 12:56:26

Qua uomini e donne sono diversi:
per quanto riguarda il discorso sui gay:
[cut] si sentono attratti (nel senso che vorrebbero provarci seriamente) da quei maschi che possono piacere alle donne in generale, ma che non hanno quei tipici caratteri alpha, quel comportamento da VERO UOMO tipico. Non piace a loro l'aria da seduttore di donne, ma magari un bel ragazzo tranquillo che non mostra di essere uno sciupafemmine...non so se mi sono spiegato bene, in ogni caso il discorso è generalizzato, come in ogni cosa ci sono i casi particolari

in ogni caso iol'ho sempre visto come buon segno sulla strada verso i close sostanziosi.
Sarò un inguaribile ottimista?

Innerlight

Loggato


Be the Light (Waterboys)

HIGH ENERGY MENTALITY -> HIGH ENERGY STATE

"Come esseri umani siamo tutti sulla stessa barca: egoisti, inappagati e arrapati fracichi." (Escalus)

"Bisogna farsi il mazzo con metodo" (-eFFe-)

Il mio mantra per il 2009 (v2.0): "Siamo fatti per incontrarci"

InnerLighT

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 69
  • Offline Offline
  • Posts: 538

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #9 del: 07 Settembre 2008, 11:30:54 »

Citato da: TermYnator il 06 Settembre 2008, 00:24:56

Ebbene ho notato, che in tutti i periodi nei quali non esercitavo questa qualità (periodi di LTR intense,
o periodi di gran Mortodipippismo dovuto a traumi post Ltr), attraevo gli omosessuali.
Mentre quando ero ben presente sul campo, questo non succedeva.
Perchè?

Ha ragione ^X^: questo aspetto sarebbe da approfondire, sembra un punto fondamentale.  Exclamation
Sono parecchio d'accordo sul fatto che quando si è a mille i gay non li si notano nemmeno; in periodi di stasi psicologica invece, bisogna proteggersi le chiappe...  Laughing

Citato da: InnerLighT il 05 Settembre 2008, 23:18:43

Credo che invece un discorso a parte valga quando si attraggono persone del proprio sesso ma con orientamento omosessuale. In quel caso credo che ci si trovi davanti ad un effetto collaterale quasi inevitabiel di quando ci si muove nella direzione giusta (fermo restando il pericolo della cosa  Shocked)

Puoi spiegarti meglio?  Smile
Sono d'accordo nel dire che attrarre i gay dà una certa soddisfazione, perchè anche se non sei minimamente interessato a ricambiare, hai la prova di essere figo. Soprattutto considerando che i gay hanno un senso estetico molto sviluppato.
Sull' essere nella direzione giusta invece, ho dei dubbi. I gay mi hanno sempre avvicinato in periodi in cui ero concentrato solo sullo studio, o in cui ero depresso (le due cose coincidono spesso). Questo per dirti che in realtà non ero per niente in fase di rimorchio, bensì di riflessione. Come la pensi?

Citato da: Neji il 06 Settembre 2008, 12:56:26

Invece noi siamo diversi, a noi non ce ne frega un caxxo che una donna sia una brava leader (anzi forse preferiamo il contrario), per noi non è importante per la riproduzione che una donna sia leader, quello dobbiamo esserlo noi...

A me piacciono un sacco le donne leader, soprattutto se lo fanno con stile, eleganza e delicatezza.

Citazione

Non piace a loro l'aria da seduttore di donne, ma magari un bel ragazzo tranquillo che non mostra di essere uno sciupafemmine...non so se mi sono spiegato bene, in ogni caso il discorso è generalizzato, come in ogni cosa ci sono i casi particolari

Questa potrebbe essere la chiave della discussione.  Wink
Che altro ti hanno rivelato sui loro gusti?

L'incuriosito,
Acqua

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #10 del: 07 Settembre 2008, 13:24:01 »

@Acqua:
a me non è che hanno rivelato i loro gusti o ne abbiamo parlato, sono delle considerazioni che ho fatto io notandoli quando si andava in giro...

Loggato


the one who hesitates...masturbates

Neji

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 29
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 28
  • Posts: 389
  • Re-Emotioning

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #11 del: 07 Settembre 2008, 21:29:12 »

Citato da: Acqua il 07 Settembre 2008, 11:30:54

Sono d'accordo nel dire che attrarre i gay dà una certa soddisfazione, perchè anche se non sei minimamente interessato a ricambiare, hai la prova di essere figo. Soprattutto considerando che i gay hanno un senso estetico molto sviluppato.
Sull' essere nella direzione giusta invece, ho dei dubbi. I gay mi hanno sempre avvicinato in periodi in cui ero concentrato solo sullo studio, o in cui ero depresso (le due cose coincidono spesso). Questo per dirti che in realtà non ero per niente in fase di rimorchio, bensì di riflessione. Come la pensi?

Evidentemente sei molto più figo di me: quando io sono in fase down, non attraggo neanche i rospi... Per arrivare al livello di attrazione per cui ricevo IOI dai gay (cosa che ci tengo a precisare non è minimamente un mio obiettivo, ma che puntualmente accade e vedo come segnale di percorso corretto) vuol dire che ho fatto passi da gigante su aspetto fisico, convinzione, spigliatezza...
Il passo immediatamente successivo è che le HB cascano tra le mie braccia come per incanto...
Anceh io sono convinto ceh i gay abbiano una spiccata sensibilità estetica ed emotiva, è per questo che mi fido del loro giudizio e spesso faccio tesoro dei loro consigli.

Loggato


Be the Light (Waterboys)

HIGH ENERGY MENTALITY -> HIGH ENERGY STATE

"Come esseri umani siamo tutti sulla stessa barca: egoisti, inappagati e arrapati fracichi." (Escalus)

"Bisogna farsi il mazzo con metodo" (-eFFe-)

Il mio mantra per il 2009 (v2.0): "Siamo fatti per incontrarci"

InnerLighT

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 69
  • Offline Offline
  • Posts: 538

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #12 del: 07 Settembre 2008, 22:07:16 »

Citato da: InnerLighT il 07 Settembre 2008, 21:29:12

Il passo immediatamente successivo è che le HB cascano tra le mie braccia come per incanto...

Sei mlto più figo tu: questo non mi è mai successo  Wink

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Piacere agli esponenti del nostro stesso sesso

« Risposta #13 del: 08 Settembre 2008, 01:03:23 »

Citato da: Acqua il 07 Settembre 2008, 22:07:16

Sei mlto più figo tu: questo non mi è mai successo  Wink

Hai ragione tu: so più figo io!  Laughing Laughing
Bhè, persto fugheremo questo dubbio!

Citato da: InnerLighT il 07 Settembre 2008, 21:29:12

Il passo immediatamente successivo è che le HB cascano tra le mie braccia come per incanto...

Dai su, si fa per dire, mi son sempre fatto un Xulo come un secchio per rimorchiare, solo che quando sono in state ed in forma fisica ci riesco.
Il successo è al 10% ispirazione, e al 90% traspirazione. (Thomas Alva Edison)

Loggato


Be the Light (Waterboys)

HIGH ENERGY MENTALITY -> HIGH ENERGY STATE

"Come esseri umani siamo tutti sulla stessa barca: egoisti, inappagati e arrapati fracichi." (Escalus)

"Bisogna farsi il mazzo con metodo" (-eFFe-)

Il mio mantra per il 2009 (v2.0): "Siamo fatti per incontrarci"

InnerLighT

  • SI-Reliable User
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 69
  • Offline Offline
  • Posts: 538
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: