Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

L'Equazione

(Letto 1018 volte)

L'Equazione

« del: 02 Agosto 2014, 22:57:30 »

buonasera a tutti,
seguo il forum in maniera passiva da qualche tempo e mi capita sempre più spesso di imbattermi in topics, dove l'utente MdP medio riferisce la maggior parte (se non la totalità) delle cause che portano alla sua condizione da MdP nell'equazione : gnocca = fisico decente, anche trascrivibile in G = Fd.
ora, l'argomento è stato trattato e ritrattato in miliardi di salse e questo post non vuole di certo negare totalmente la correlazione che c'è tra questi elementi, buttando magari là un paio di teorie sul fatto che fare gli splendidi e brillanti vi porterà a poter trombare trascurando completamente il vostro fisico. no ovviamente.
Termynator spiega bene nel TM quanto sia importante dal punto di vista delle donne l'esistenza puramente fisica di un determinato genere di caratteri nell'uomo che inconsciamente trasmettono sensazioni affidabili alla donna stessa.  è inopinabile il fatto che avere un fisico prestante (soprattutto durante la fase del montone genetico) aiuti e dia una spinta iniziale o possa contribuire verso la fine, sempre se avete giocato bene durante il vostro gioco d'intermezzo, aggiungendo quel valore in più che forse necessariamente non serviva, ma da l'ultima conferma alla donna per concedersi a voi. fatte queste premesse voglio semplicemente ora portare la mia testimonianza personale. forse ai più non sembrerà nulla di particolarmente utile o nulla di non-già-detto ma forse a qualcuno può aiutare, magari qualcuno si identificherà nella stessa situazione, magari qualcuno avrà da contestare. sappiate che io posto per contribuire, dunque rispondete con tutto ciò che ritenete opportuno dire.

L'Equazione

negli ultimi anni ho incominciato a sviluppare una sorta di presagio, quasi un presentimento che i miei rapporti con le donne fossero tutti causati dalle stesse cause e fossero anche tutti incentrati verso alcuni punti di maggiore rilievo. mi spiego meglio.
ho sempre avuto la consapevolezza, da quando ho discernimento, di essere sottopeso. non esageratamente sottopeso, ma nemmeno moderatamente. diciamo abbastanza sottopeso.
ho sviluppato la mia altezza massima all'età di 18 anni, ma il mio peso non è praticamente mai variato dai 16 anni in poi, fino a tutt'ora. sono alto 181 cm e peso 60 kg. sono due cifre che non ho difficoltà a dimenticare, visto la ormai loro invariabilità cronica.
a 23 anni, con 181 cm, pesare 60 kg vuol dire essere sottopeso.
il mio fisico è secco e scheletrico, la media dei miei amici in generale ha le braccia che sono grandi come le mie gambe e i miei polsi sono mediamente più stretti o uguali a quelli delle ragazze che incontro. e queste sono solo alcune piccole caratteristiche per darvi un idea. sono un pelle e ossa, nominativo a me assai conosciuto.
nonostante questa condizione fisica (assolutamente rimediabile per dio, con dell'impegno e dell'attività fisica), non ho mai sentito il bisogno di cambiare la mia realtà.
perchè? perchè ho amici, studio, lavoro, esco, viaggio, faccio un sacco di cose e soprattutto, trombo.
ora alcuni si chiederanno, certo ma se sei la mummia di Tutankhamon, chi minchia ti trombi? delle cesse incontenibili ai limiti della decenza umana? ebbene no, trombo con ragazze normalissime, alcune carine, alcune gnocche, alcune molto gnocche. altre non le trombo perchè non mi piacciono.
fatta questa premessa necessaria, anche se non mi piace dover classificare in questo modo del tutto soggettivo la natura dei miei acchiappi, posso spiegarvi cosa mi ha portato a questa situazione. o forse meglio, posso spiegarvi cosa mi ha aiutato a capire come mai, nonostante la mia trascurata forma fisica, ho una vita sessuale funzionante e un'esistenza globale felice.
come tutti sappiamo, c'è un momento nel quale ci accorgiamo della nostra diversità in ambito fisico (qualora ce l'abbiamo). questo momento avviene quando abbiamo la possibilità, la necessità, o la costrizione di doverci confrontare con i nostri simili riguardo una specifica caratteristica. in questo caso la forma fisica del nostro corpo. badate bene alla differenza che c'è tra possibilità, necessità e costrizione, perché è un punto fondamentale per capire il concetto.
ora, come ben sapete nessuno dice a se stesso di essere sbagliato fino a quando qualcuno non ve lo fa notare.

1. possibilità di confrontare la propria forma fisica con quella degli altri : fenomeno che avviene dal momento che tu come persona esisti e convivi in società con altri esemplari simili a te. la possibilità di confrontarci è inutile dirlo incomincia da quando semplicemente entriamo in contatto con i nostri simili. questo non vuol dire che se possiamo farlo, dobbiamo sentire una necessità.

2. necessità di confrontare la propria forma fisica con quella degli altri : questo aspetto di confronto avviene per i più svariati motivi. normalmente, se parliamo di seduzione, avviene nella fase del montone genetico, dove come spiegato poc'anzi, le donne, ancora ragazze di solito, tendono a dirigere i propri interessi verso i maschi con i fisici più prestanti.
in questa fase il maschio, datagli la possibilità da largo tempo, sente la necessità di dover confrontare il proprio fisico con quello degli altri simili, per potersi accertare che rientri tra i parametri accettati dalle donne in generale. questa fase in genere è relativamente breve, in quanto coincide con il periodo di tempo nel quale il maschio raccoglie informazioni più o meno chiare per poter fare un autocritica del proprio status fisico. già in questo momento, nel caso ci accorgiamo per la prima volta di essere fuori dagli standard evolu-genetici di moda in quel momento, la necessità di doversi confrontare può portare alla seguente costrizione di doversi confrontare.

3. costrizione di confrontare la propria forma fisica con quella degli altri :
abbiamo appena scoperto di essere troppo grassi, o troppo magri, o troppo rigidi o troppo flessi, o troppo troppi.
ora possiamo spiegare diverse cose, dalla nostra scarsità o mediocrità a tennis fino a capire come mai non ci hanno ancora convocato alle olimpiadi di atletica, ma a quelle di beer-pong si però!
dentro di noi tutto è finalmente chiaro, ma la cosa ancora più chiara è : ecco perchè non trombo! i miei simili tutti fisicamente prestanti e uguali tra di loro bombano senza pietà, mentre io mingherlo fringuello o bombardone ciccione non ne posso nulla, tutto per colpa del mio status corporale fisico.
sono costretto, è finalmente il caso di dirlo, a dover confrontare continuamente il mio corpo con quello degli altri. in palestra durante l'attività fisica a scuola, in piscina, al mare e a torso nudo al fiume d'estate. ci faccio caso continuamente. vedo e constato senza ombra di dubbio che le tipe non sono attirate dal mio corpo, ma da quello di tutti gli altri bellimbusti si. è solo quello! questa costrizione forzata a doverci sempre confrontare con tutti non solo, essendo un fattore di ripetizione costante, da l'ulteriore convinzione e certezza al maschio della propria biodiversità sbagliata, ma sfocia nel finale nell'equazione soprammenzionata G = Fd e da qui tutto va a prostitute.

come ben sapete l'equazione divora l'uomo, che dopo aver preso consapevolezza, si comporta in diversi modi.

c'è chi ancora prima di aver concepito l'equazione, annusa puzza di bruciato e si lascia perdere, arrivando poi all'equazione in uno stato di confusione tale da non poter nemmeno permettergli di vedere il problema per com'è. sono i casi più rari, ma esistenti.

c'è chi se ne fotte fortemente, vive nella sua condizione da MdP e conduce tutte le cause all'equazione, magari un giorno si deciderà a cambiare, chi lo sa? per ora mi va bene cosi. grassi o magri e senza figa è bello!

c'è chi reagisce di petto e prende per il collo l'equazione, si iscrive in palestra, perde kg su kg, o ne guadagna in massa muscolare. ma concentrando tutte le proprie energie sulla soluzione dell'equazione, trascura gli altri fondamentali. e si ritroverà ad essere come quell'omino avvantaggiato da un buon fisico descritto da me sopra come premessa di fondo. e con un po' di intelligenza e acume magari scoprirà che esistono anche altre equazioni da risolvere, di stampo culturare,sociale e generale. magari se reagirà in egual modo, risolverà anche quelle. e diventerà un VU. ma non è di lui che vogliamo parlare.

esiste un altro tipo di individuo anch'egli cosciente dell'equazione, della quale come risoluzione ne fa una cosa diversa : una Anti-equazione.

L'Anti-equazione

ammettendo che al mio arrivo alla scoperta dell'equazione, nessuno dei miei altri fondamentali era ancora sviluppato. quindi amici, ero un MdP.
non avevo prestanza fisica, le donne me lo facevano presente di continuo, frequentavo MdP, avevo interessi e hobby che può avere un'adolescente dopo essere uscito dal periodo di cannabiaceità massima che solo l'adolescenza può darti. ero un prezzo scontato, e per di più credevo che la sola causa di tutto questo fosse l'equazione. sono un grissino e le donne se ne fottono.

...

ora sarebbe semplice raccontarvi che dopo aver sviluppato tutti gli altri fondamentali a dovere, la mia situazione è cambiata, a tal punto che lo sviluppo degli altri fondamentali è ora talmente evoluto che posso permettermi di essere sottopeso e rimorchiare senza pensieri.
in parte è vero, è andata anche così. e posso comunque giurarvi che lo sviluppo degli altri fondamentali, seppur in buona parte avvenuto casualmente è comunque stato in parte, per alcune cose duro e faticoso.
i successi però arrivarono inaspettatamente presto, anche ad uno stadio molto precoce di sviluppo degli altri fondamentali... cosa strana, rara. non era cambiato quasi niente eppure qualcosa si muoveva.
dalla presa di consapevolezza della mia situazione le cose erano cambiate di poco, ma nonostante quello le donne incominciavano a interessarsi, e notai pure un altra cosa.
molte donne mi fecero notare di come fossi magro, ma non più con quell'aria di monito come per dire :"vai in palestra sfigato".
prendevano (ah e lo fanno tuttora) la briga di concedere una finita affermazione che più o meno ha sempre recitato : .... 'mazza, a parte tutto però sei magro da morire..'
non sono mai riuscito a decifrare quale fosse la causa del perché nonostante tutto le cose cambiavano.
comodo in questa situazione non ho ovviamente mai reagito per migliorare la mia forma fisica, e i risultati arrivavano. certo io evolvevo negli altri fondamentali e non ho mai deciso di iscrivermi in palestra. i miei rimorchi sono sempre rimasti un mistero, per me e per tutti, comprese le ragazze direi.
questo fino a pochi anni fa.
nonostante io non sapevo darmi meriti ragionevoli e lasciavo a andare le cose come andassero, dentro di me si nascondeva un presagio che ora come ora si è formulata in un altra equazione vera e propria, l'Anti-equazione.
mi spiego meglio.
guardando il mio gioco di ora e quello passato, tranne nello sviluppo dei fondamentali che mi agevolano le cose, non vedo grandi differenze.
ho sempre conosciuto ragazze, messo in moto i miei meccanismi naturali, e chiuso. finita lì.
oggi so perché le donne mi fanno notare tutte e spesso quanto sono magro, rapportando questa constatazione come se fosse una rarità.
ho scoperto di aver sempre, dal momento della scoperta dell'equazione, inconsciamente, fatto in modo di potermi dimostrare altrettanto prestante a livello puramente fisico quanto gli altri.
senza voler ostentare nessun tipo di confronto diretto non ho mai di dimostrato timore alcuno a rapportare la mia condizione in qualsiasi situazione mi fosse apparsa davanti. ho sempre avuto dentro di me la consapevolezza di non essere come tutti gli altri, ma non ho mai fatto in modo che ciò mi impedisse di esserlo.
per usare una metafora abbastanza simpatica, dicono che il calabrone in rapporto alla sua massa e capacità alare, egli non dovrebbe, per le leggi della fisica, essere capace di volare. eppure vola (e di brutto) proprio perché non lo sa.
il mio esempio è simile ma non identico, io ho sempre saputo di essere sottopeso, ma come ho scritto prima, non ho mai fatto dell'equazione IL PROBLEMA. anzi, senza rendermene conto ho sempre messo in condizione il mio corpo a cercare di fare tutto e come gli altri, anche pur sapendo di non poter fare mister spiaggia 2008 o 2009 me ne stavo a torso nudo esattamente uguale agli altri. partecipando a competizioni di tutti i livelli, aspirando a tutti sogni dei giovani, approciando tutte le gnocche che mi andava di rimorchiare.
sono arrivato al punto ora che, è proprio questo il mio punto raro e il mio fondamentale più forte, tentare senza timore qualsiasi sfida (anche essendo consapevoli della propria diversità) ma non farla da subito un handicap, proprio perché è dimostrato, nei casi di vittoria (e ce ne sono stati anche molti, in tutti i campi) attirerai molta più attenzione proprio per la tua diversità.
tutte quelle volte che, spinto dal puro interesse personale delle cose, mi sono trovato a fare cose teoricamente fuori luogo per la mia condizione, come iscrivermi al torneo di braccio di ferro al concerto metal o partecipare a una gara di hot dog e birra (quasi vincendola, tra l'altro) o buttarmi da sbronzo nella rissa da bar della bettola di paese, ho ironicamente e non, suscitato interesse verso qualcuna. e di questi esempi ne avrei un migliaio, alcuni correlabili maggiormente, altri meno.
fattostà cari miei che l'Equazione è risolvibile con l'Anti-equazione, che è traducibile in G = Fd*x, ovvero Gnocca = Fisico decente elevato alle X volte nelle quali esso, per qualsiasi ragione, debba essere usato e messo in mostra senza nessun timore.

buona notte
DT

Loggato

darktrain

  • Osservatore
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 6

Re: L'Equazione

« Risposta #1 del: 03 Agosto 2014, 01:32:07 »

Trascuri secondo me un particolare.... e cioè il fatto che le donne non valutano il fisico come lo valutiamo noi maschi.  Per le donne l'aspetto fisico di un maschio è fatto al 90% dal viso..quindi se hai un volto simmetrico e sei bello di faccia..per molte donne conta eccome..e non  importa che tu sia un campione di sollevamento pesi.  A tutto questo aggiungici il fatto che se si sviluppano certi fondamentali  e si stupisce una donna..si tromba tranquillamente...e mi riferisco a fondamentali come la creatività. Questo spiega anche perché in disco ci sono dei gorilla che non scopano...mentre un ballerino può trombare alla grande anche se non è un bodybuilder.

Tuttavia avere un fisico in forma aiuta e direi che è importante.Io partivo da una condizione simile alla tua 1.84 per 52!!! e la palestra aiuta eccome Wink

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: L'Equazione

« Risposta #2 del: 07 Agosto 2014, 19:58:45 »

Post sicuramente interessante. Anche e io ho un inadeguatezza fisica difficilmente risolvibile(pelle estesa causa forte dimagrimento)ma al contrario tuo sono 1.83 x 77kg con spalle larghe e vita stretta

Certo che la ragazza che guarda per Il 90% il viso mi sembra una percentuale forzata però..

Loggato

Goldseeker

  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 24
  • Offline Offline
  • Età: 30
  • Posts: 182

Re: L'Equazione

« Risposta #3 del: 18 Agosto 2014, 18:21:56 »

 Ci sono ragazzi che scopano perchè hanno un volto simmetrico e un fisico proporzionato senza essere dei machi...se una donna dovesse valutare un uomo solo dalla prestanza fisica allora non si spiegherebbe come questi scopano.

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: L'Equazione

« Risposta #4 del: 19 Agosto 2014, 10:29:13 »

Io sono brutto, perche non ho il viso simmetrico, ho il mento sporgente e sopracciglia piccole ed angolate male, il tono della mia voce non e per nulla bello, ed un difetto di denti non risolvibile, mi fa sembrare la "s" yn sibilo. Questo mi sega in partenza, gia all'apertura.
Spesso, mi e capitato che alla mia apertura corrispondessero occhi spalancati e risata divertita, voi non sapete quanto cio sia umiliante.

Loggato


per la forza di volontà che ci metti nel superarti sempre©beeblebrox
Sono convinto che ce la farai©^X^
Bello come descrivi il sesso, dovrebbe essere sempre così©Acqua
Sei una splendida persona, dentro, fuori e ricoperto@Amica
Ottimo osservatore@Termynetor
Si vede che stai diventando forte. Continua così e tra poco ce l' avrai fatta@Shark
mi piaci, uno che dice le cose dirette come stanno, fanculo il politically correct @Kleos
Sfigatto è uno che ci prova incessamente a differenza di moltissimi altri @ SunBeam

Micione

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 120
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 44
  • Residenza: Terra di mezzo
  • Posts: 2334
  • In hoc signo vinces (§)

Re: L'Equazione

« Risposta #5 del: 19 Agosto 2014, 10:34:28 »

Citato da: sfigatto il 19 Agosto 2014, 10:29:13

Io sono brutto, perche non ho il viso simmetrico, ho il mento sporgente e sopracciglia piccole ed angolate male, il tono della mia voce non e per nulla bello, ed un difetto di denti non risolvibile, mi fa sembrare la "s" un sibilo. Tra l'altro ho la bocca piccola, che quando rido trasforma le mie labbra in due grossi spaghetti. Questo mi sega in partenza, gia all'apertura.
Spesso, mi e capitato che alla mia apertura corrispondessero occhi spalancati e risata divertita, voi non sapete quanto cio sia umiliante.

Loggato


per la forza di volontà che ci metti nel superarti sempre©beeblebrox
Sono convinto che ce la farai©^X^
Bello come descrivi il sesso, dovrebbe essere sempre così©Acqua
Sei una splendida persona, dentro, fuori e ricoperto@Amica
Ottimo osservatore@Termynetor
Si vede che stai diventando forte. Continua così e tra poco ce l' avrai fatta@Shark
mi piaci, uno che dice le cose dirette come stanno, fanculo il politically correct @Kleos
Sfigatto è uno che ci prova incessamente a differenza di moltissimi altri @ SunBeam

Micione

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 120
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 44
  • Residenza: Terra di mezzo
  • Posts: 2334
  • In hoc signo vinces (§)

Re: L'Equazione

« Risposta #6 del: 19 Agosto 2014, 11:36:59 »

Citato da: sfigatto il 19 Agosto 2014, 10:29:13

Io sono brutto, perche non ho il viso simmetrico, ho il mento sporgente e sopracciglia piccole ed angolate male, il tono della mia voce non e per nulla bello, ed un difetto di denti non risolvibile, mi fa sembrare la "s" yn sibilo. Questo mi sega in partenza, gia all'apertura.
Spesso, mi e capitato che alla mia apertura corrispondessero occhi spalancati e risata divertita, voi non sapete quanto cio sia umiliante.

io invece ti capisco dato che non mi sono mai considerato un adone...però devi capire una serie di concetti:

primo noi siamo qui per imparare a sedurre....cosa che chi è bello alla lunga non imparerà mai a fare....perchè avendo la bellezza non sa cosa si debba fare per creare curiosità in una donna..la bellezza a una certa età passerà..ma il carisma di chi sa leggere le donne e si è sempre impegnato a capire il mondo femminile..non passa mai. Chi è bello non si deve impegnare per creare un personaggio..non sa cosa sia l'umorismo, non sa come si legga una donna.
Inoltre se belli non si è..curando se stessi si può diventare carini... l'estetica oggi mette a disposizione diverse soluzioni...un volto che simmetrico non è...può essere affascinante perchè misterioso. essistono attori con volti asimmetrici che scopano eccome.

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: L'Equazione

« Risposta #7 del: 19 Agosto 2014, 11:48:13 »

Citato da: Armwrestle il 19 Agosto 2014, 11:36:59

io invece ti capisco dato che non mi sono mai considerato un adone...però devi capire una serie di concetti:

primo noi siamo qui per imparare a sedurre....cosa che chi è bello alla lunga non imparerà mai a fare....perchè avendo la bellezza non sa cosa si debba fare per creare curiosità in una donna..

Quesxto è vero, chi non ha mai avuto problemi particolari nel rimorchiare grazie al suo piacevole aspetto, non avrà mai la motivazione per migliorarsi in altri ambiti e andare oltre.

Citato da: Armwrestle il 19 Agosto 2014, 11:36:59

la bellezza a una certa età passerà..ma il carisma di chi sa leggere le donne e si è sempre impegnato a capire il mondo femminile..non passa mai. Chi è bello non si deve impegnare per creare un personaggio..non sa cosa sia l'umorismo, non sa come si legga una donna.

Condivido abbastanza, salvo che la prima frase : è vero che la bellezza passa, ma quell' età, per fortuna o purtroppo (a seconda dei punti di vista) non arriva così presto. Uno di 40-45 anni ben portati può benissimo fare concorrenza a gente di 15-20 anni di meno anche sul piano fisico. Semmai il discorso da fare è un altro : una donna che rivolge le sue attenzioni a un uomo non più giovanissimo, valuta anche altri elementi, perchè non è interessata al classico bellimbusto senza cervello. Ma da qui a dire che la prestanza fisica non conta più col tempo, ce ne corre.

Citato da: Armwrestle il 19 Agosto 2014, 11:36:59

Inoltre se belli non si è..curando se stessi si può diventare carini... l'estetica oggi mette a disposizione diverse soluzioni...un volto che simmetrico non è...può essere affascinante perchè misterioso. essistono attori con volti asimmetrici che scopano eccome.

Già, ma sono attori...se fossero lavoratori in tuta blu, o colletto bianco, ecc., come la mettiamo? Con l' impegno tutto si migliora, ma non è sempre facile, ovvio e scontato.

S.

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: L'Equazione

« Risposta #8 del: 19 Agosto 2014, 11:54:17 »

Ma io non capisco invece non riesco a qualificarmi..ho avuto feedback di ogni genere dal Figo, carino, al "fatti una plastica" mah

Però se sto in mezzo alle ragazze me ne frego altamente. Mai avuto c&b ma ho aperto ancora poco in street

Loggato

Goldseeker

  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 24
  • Offline Offline
  • Età: 30
  • Posts: 182

Re: L'Equazione

« Risposta #9 del: 19 Agosto 2014, 12:24:45 »

Citato da: Shark72 il 19 Agosto 2014, 11:48:13

Condivido abbastanza, salvo che la prima frase : è vero che la bellezza passa, ma quell' età, per fortuna o purtroppo (a seconda dei punti di vista) non arriva così presto. Uno di 40-45 anni ben portati può benissimo fare concorrenza a gente di 15-20 anni di meno anche sul piano fisico. Semmai il discorso da fare è un altro : una donna che rivolge le sue attenzioni a un uomo non più giovanissimo, valuta anche altri elementi, perchè non è interessata al classico bellimbusto senza cervello. Ma da qui a dire che la prestanza fisica non conta più col tempo, ce ne corre.

Già, ma sono attori...se fossero lavoratori in tuta blu, o colletto bianco, ecc., come la mettiamo? Con l' impegno tutto si migliora, ma non è sempre facile, ovvio e scontato.

Chi ha più di quarant'anni ed è sempre stato bello...se alla lunga non dimostra di saper conoscere le donne...si ritroverà a morire di seghe in quanto...per rimorchiare una ventenne dovrà non solo battere una certa concorrenza...ma subentra un GAP e cioè quello della differenza d'età...il suo tentativo di portrsela a letto potrebbe suonare come viscido....dovrà quindi saperci fare e saper condurre l'interazione...spesso chi è sempre stato un bellone si adagia sugli allori. per quanto riguarda il volto asimettrico e l'esteticità in generale...io penso che nonostante il nostro fisico vada sempre coltivato e valorizzato..la qualità più grande di un seduttore è sempre la creatività..ci sono uomini che non sono bellissimi....che hanno un volto asimettrico e non sono attori..ma per il personaggio che incarnano rimorchiano eccome....ci sono maestri di ballo, artisti di strada, pittori ecc. che suscitano curiosità...e rimorchiano alla grande senza essere attori. ma il punto centrale del gioco con le donne..per me resta sempre lo stesso...essere portatori di un valore aggiunto..distinguendosi dagli altri.

Questo è quello che ho imparato sul campo quando in discoteca ballando latino ho aperto una tipa ottenendo il numero..era pieno di belloni che non sapevano ballare..ma forse è stato proprio quello a farmi aprire con un pizzico di originalità...poi ovvio che un numero non è niente e che la partita va sempre giocata fino in fondo...però per aprire occorre generare curiosità..e la curiosità è sempre frutto di qualcosa che facciamo e che non deve rientrare negli schemi.

« Ultima modifica: 19 Agosto 2014, 12:28:43 da Armwrestle »

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: