Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

L'ansia d'approccio...

(Letto 1514 volte)

L'ansia d'approccio...

« del: 19 Giugno 2013, 16:24:15 »

..che attanaglia i visitatori passivi (altrimenti detti lurker ) . Smile

Perché non affrontarla ed iniziare a chiedere consigli/postare le vostre esperienze/ idee ecc. ???
Si apprende molto di più confrontandosi in maniera attiva, si arricchisce il forum e vi arricchite "voi".

Ovviamente l'invito si rivolge anche agli utenti iscritti ma che non postano  Wink

Dai dai..

Loggato


"Perché è di questo che si tratta: di maestria. Le donne vanno sapute trattare al primo approccio, bisogna entrare nella loro mente e nella loro anima, cercare la situazione giusta, capire se è l'ora di mille fiori o se è il momento di battere in ritirata. Ma quando la porta è socchiusa è inutile metteri a bussare: bisogna entrare."

Nessuno

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 23
  • Offline Offline
  • Posts: 745
  • Nessuno è perfetto..

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #1 del: 19 Giugno 2013, 17:58:56 »

Sono l'unico che non ha capito il senso del post? Qual'è il tema da discutere?

Loggato


"I veri uomini non hanno fetta, perché dentro di loro sanno che prima o poi quello che vorranno lo avranno. "

Dante

  • CSI-6
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 28
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 27
  • Residenza: Seven Kingdoms
  • Posts: 82

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #2 del: 19 Giugno 2013, 18:08:39 »

E che c'è da discutere???   Smile

Loggato


"Perché è di questo che si tratta: di maestria. Le donne vanno sapute trattare al primo approccio, bisogna entrare nella loro mente e nella loro anima, cercare la situazione giusta, capire se è l'ora di mille fiori o se è il momento di battere in ritirata. Ma quando la porta è socchiusa è inutile metteri a bussare: bisogna entrare."

Nessuno

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 23
  • Offline Offline
  • Posts: 745
  • Nessuno è perfetto..

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #3 del: 19 Giugno 2013, 18:20:55 »

Praticamente hai aperto questo post solo per invitare i nuovi utenti a postere esperienze/idee?

Loggato


"I veri uomini non hanno fetta, perché dentro di loro sanno che prima o poi quello che vorranno lo avranno. "

Dante

  • CSI-6
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 28
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 27
  • Residenza: Seven Kingdoms
  • Posts: 82

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #4 del: 19 Giugno 2013, 19:23:52 »

Aggiungo che non c'è nulla di male in questo, volevo solo capire per cosa era nato in post, in modo da eventualmente partecipare. Visto che mi sento tra i "nuovi"

Loggato


"I veri uomini non hanno fetta, perché dentro di loro sanno che prima o poi quello che vorranno lo avranno. "

Dante

  • CSI-6
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 28
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 27
  • Residenza: Seven Kingdoms
  • Posts: 82

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #5 del: 19 Giugno 2013, 19:34:15 »

Mannoooooo  Smile

Non volevo incitare  i "nuovi" di scrivere di più, anzi, sono  nuovo anch'io.

Il senso, che probabilmente non ho espresso bene, era un altro.
Io per primo, sono stato a leggere circa 6 mesi, senza mai intervenire; ma è da quando scrivo che inevitabilmente ho appreso di più, avendo la possibilità di confrontarmi in maniera più diretta.
Naturalmente  ognuno scrive se/quando ha voglia. Ci  mancherebbe ... io mi riferivo principalmente a quegli utenti che hanno zero post o addirittura non sono nemmeno registrati ma leggono spesso.

Poi, vuol essere solo uno sprone Smile

Loggato


"Perché è di questo che si tratta: di maestria. Le donne vanno sapute trattare al primo approccio, bisogna entrare nella loro mente e nella loro anima, cercare la situazione giusta, capire se è l'ora di mille fiori o se è il momento di battere in ritirata. Ma quando la porta è socchiusa è inutile metteri a bussare: bisogna entrare."

Nessuno

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 23
  • Offline Offline
  • Posts: 745
  • Nessuno è perfetto..

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #6 del: 19 Giugno 2013, 21:29:17 »

Citato da: Gardenia il 19 Giugno 2013, 16:24:15

..che attanaglia i visitatori passivi (altrimenti detti lurker ) . Smile

Perché non affrontarla ed iniziare a chiedere consigli/postare le vostre esperienze/ idee ecc. ???
Si apprende molto di più confrontandosi in maniera attiva, si arricchisce il forum e vi arricchite "voi".

Ovviamente l'invito si rivolge anche agli utenti iscritti ma che non postano  Wink

Dai dai..

Quoto. Fuori, timidoni!!!!!
Qui uno vede "500 post, karma 100" e ha il timore reverenziale di stare a parlare con rodolfo lavandino.
Io sono come Gardenia, questo deve essere un laboratorio di idee paritario in cui non ci dobbiamo dimenticare che basta un nonulla per farci ridivntare da trombatori a mdp.

Ps: sto rischiando una Ltr, c'è un esorcista fra voi?

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #7 del: 19 Giugno 2013, 21:30:21 »

Citato da: Dante il 19 Giugno 2013, 19:23:52

Aggiungo che non c'è nulla di male in questo, volevo solo capire per cosa era nato in post, in modo da eventualmente partecipare. Visto che mi sento tra i "nuovi"

E parlace di  te...... Wink

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #8 del: 20 Giugno 2013, 08:50:14 »

Citato da: Spartacvs il 19 Giugno 2013, 21:29:17

Qui uno vede "500 post, karma 100" e ha il timore reverenziale di stare a parlare con  rodolfo lavandino.

 Laughing

Loggato


"Perché è di questo che si tratta: di maestria. Le donne vanno sapute trattare al primo approccio, bisogna entrare nella loro mente e nella loro anima, cercare la situazione giusta, capire se è l'ora di mille fiori o se è il momento di battere in ritirata. Ma quando la porta è socchiusa è inutile metteri a bussare: bisogna entrare."

Nessuno

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 23
  • Offline Offline
  • Posts: 745
  • Nessuno è perfetto..

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #9 del: 20 Giugno 2013, 09:20:32 »

Sì, nel senso che visto ad esempio il mio livello, va bene anche il buco del lavandino.  Afro

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #10 del: 20 Giugno 2013, 11:07:22 »

Citato da: Spartacvs il 19 Giugno 2013, 21:30:21

E parlace di  te...... Wink

Che ti posso dire Spartacvs? Vuoi un outing?

Sono un ragazzo di 23 anni, che ha avuto 3 ltr(tutto partito sempre online), una più terribile dell'altra. Due anni fa, dopo l'ultima terribile ltr, avevo rinunciato alle ragazze. Ero stanco di essere sfruttato, di essere uno zerbino e mi sono dedicato principalmente allo studio, la mia grande passione. Oltre a questo c'è stato un f-close, ma è successo perché in erasmus avevo trovato una messicana incredibilmente sportiva - lei mi ha invitato a ballare, lei mi ha dato il k-close, lei si è invitata a casa mia.

Sono un ragazzo strano, ma questo in realtà è un bene perché genera molta curiosità. Con le persone mi annoio spesso, motivo percui sono sempre brillo alle feste(o anche solo in compagnia) e quando una ragazza inizia a parlare con me non sia aspetta mai che io sappia un sacco di cose di filosofia, scienza, psicologia, letteratura o che parli diverse lingue o sappia scrivere un po' di giapponese(solo hiragana)... Però quando il gioco deve passare al livello successivo, sono nervoso, impacciato e voi sapete meglio di me quanto le donne - specie giovani - non sopportino il ragazzo nervosetto.

Esco di casa sporadicamente, solitamente per frequentare qualche tipa - che mi mette sempre in FZ o per giocare di ruolo con i miei amici mdp. Da quando sono a Barcellona, mi sono imposto feste universitarie e serate in discoteca, dove però mi sento spesso un pesce d'acqua e divento divento triste in un battibaleno. Intendiamoci, nonostante gli ambienti fortemente energetici mi mettano in difficoltà, non ho problemi a socializzare ma alle persone in generale, ho sempre preferito i libri, lo studio e il lavoro.

Ho una vita di cacca dietro, dove mi sono dovuto occupare di mia madre da quando avevo 8 anni. Questo probabilmente ha lasciato dentro di l'immagine che le donne siano deboli e vadano sempre aiutate. Ho provato a cambiare questa caratteristica, ma devo essere cavaliere servente dentro... E comunque la mia ossessione nel non far soffrire le donne, non ha mai pagato come potete immaginare, anzi...

Ho i miei vantaggi, come l'aspetto - ricevo spesso AI e di tanto in tanto vengo pure aperto senza che faccia nulla, o leggendo continuamente la cultura, ma ho tanto lavoro da fare a livello di innergame.

Per il momento non sono al livello di persona normale, figurati se posso contribuire in modo significativo. ^^
Ma magari potrei aprire qualche topic per parlavi di emotional mastery tramite tecniche di mindfulness(a me hanno aiutato un sacco), letture delle microespressioni(ci sono dei bellissimi libri di paul ekman), potrei spiegarvi un sacco di cose a livello neuroscientifico sull'attrazione uomo/donna, potrei integrare il TM con le mie conoscenze di scienze cognitive etc... Ma è tutta roba che viene dai libri più che dall'esperienza diretta.

Non sono qui perché voglio far diventare la figa lo scopo della mia vita, vorrei solo un pompino tra un libro e un altro. Grin

Loggato


"I veri uomini non hanno fetta, perché dentro di loro sanno che prima o poi quello che vorranno lo avranno. "

Dante

  • CSI-6
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 28
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 27
  • Residenza: Seven Kingdoms
  • Posts: 82

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #11 del: 22 Giugno 2013, 16:12:28 »

Dunque, se hai avuto 3 ltr partite on line, dove conta l'impatto immagine, non devi essere un cesso ambulante ed è un buon inizio, no?

Citato da: Dante il 20 Giugno 2013, 11:07:22

Sono un ragazzo strano, ma questo in realtà è un bene perché genera molta curiosità. Con le persone mi annoio spesso, motivo percui sono sempre brillo alle feste(o anche solo in compagnia) e quando una ragazza inizia a parlare con me non sia aspetta mai che io sappia un sacco di cose di filosofia, scienza, psicologia, letteratura o che parli diverse lingue o sappia scrivere un po' di giapponese(solo hiragana)..

Questo è un dono degno della "parabola dei talenti" perchè ti permette di genereare curiosità, interesse, tarli ecc ecc.. Hai dei contenuti. Vatti a rileggere il termypensiero in merito! Smile

Citato da: Dante il 20 Giugno 2013, 11:07:22

Però quando il gioco deve passare al livello successivo, sono nervoso, impacciato e voi sapete meglio di me quanto le donne - specie giovani - non sopportino il ragazzo nervosetto.

Su questo devi lavorarci e probabilmente è collegato al fatto che le tue storie siano sempre iniziate on line.
Ci hai descritto tanto di te ma, in questa fase, ti limiti a due righe. Ci devi aiutare un po' di più, non siamo psicologi (a meno che non ce ne sia qualcuno lurker) però più mettiamo assieme informazioni e più ci vengono idee.

Citato da: Dante il 20 Giugno 2013, 11:07:22

Esco di casa sporadicamente, solitamente per frequentare qualche tipa - che mi mette sempre in FZ o per giocare di ruolo con i miei amici mdp. Da quando sono a Barcellona, mi sono imposto feste universitarie e serate in discoteca, dove però mi sento spesso un pesce d'acqua e divento divento triste in un battibaleno Intendiamoci, nonostante gli ambienti fortemente energetici mi mettano in difficoltà, non ho problemi a socializzare ma alle persone in generale, ho sempre preferito i libri, lo studio e il lavoro. .

La prima parte in neretto... scordateli.. è brutto ma è così, ti riuscchieranno in una spirale senza fine
Per la seconda parte in neretto c'è da approfondire come l'aspetto di prima, un ambiente divertente quando genera tristezza è un argomento complicato da affrontare, almeno qui sopra, senza troppi elementi,

Citato da: Dante il 20 Giugno 2013, 11:07:22

Ho una vita di cacca dietro, dove mi sono dovuto occupare di mia madre da quando avevo 8 anni. Questo probabilmente ha lasciato dentro di l'immagine che le donne siano deboli e vadano sempre aiutate. Ho provato a cambiare questa caratteristica, ma devo essere cavaliere servente dentro... E comunque la mia ossessione nel non far soffrire le donne, non ha mai pagato come potete immaginare, anzi...

Se siamo qui e parliamo con te di queste cose forse ti capicamo più di quanto creda.
E forse cominciano ad esserci alcune risposte alle domande di prima sui tuoi disagi nel medio gioco.
Sei gia consapevole di tuo che questa è una cosa che va risolta e ci devi lavorare.... da solo o con l'aiuto di qualcuno. ok? Wink

Citato da: Dante il 20 Giugno 2013, 11:07:22

Ho i miei vantaggi, come l'aspetto - ricevo spesso AI e di tanto in tanto vengo pure aperto senza che faccia nulla

E te pare poco? Smile

Citato da: Dante il 20 Giugno 2013, 11:07:22

Per il momento non sono al livello di persona normale, figurati se posso contribuire in modo significativo. ^^

Se me ne trovi uno normale qui dentro ti pago un vitalizio.  Laughing

Citato da: Dante il 20 Giugno 2013, 11:07:22

Ma magari potrei aprire qualche topic per parlavi di emotional mastery tramite tecniche di mindfulness(a me hanno aiutato un sacco), letture delle microespressioni(ci sono dei bellissimi libri di paul ekman), potrei spiegarvi un sacco di cose a livello neuroscientifico sull'attrazione uomo/donna, potrei integrare il TM con le mie conoscenze di scienze cognitive etc... Ma è tutta roba che viene dai libri più che dall'esperienza diretta.

Dacci qualche spunto, potrebbe essere interessante parlarne, sono argomenti che, almeno personalmente, conosco poco e in modo basilare.

Citato da: Dante il 20 Giugno 2013, 11:07:22

Non sono qui perché voglio far diventare la figa lo scopo della mia vita, vorrei solo un pompino tra un libro e un altro. Grin

Beh, se leggi parecchio, alla fine diventerebbe lo scopo della tua vita comunque....  Laughing

Forza!

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #12 del: 22 Giugno 2013, 16:14:31 »

Citato da: Shark72 il 20 Giugno 2013, 09:20:32

Sì, nel senso che visto ad esempio il mio livello, va bene anche il buco del lavandino.  Afro

"Brutti, sporchi, cattivi e affamati".
Ieri ho monopolizzato un tavolo di un matrimonio con questa disamina.... Wink

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #13 del: 23 Giugno 2013, 13:44:04 »

Ho scritto tanto di me, perché sentivo di averne il bisogno.
E spesso è più facile parlarne qui, nell'anonimato, dietro un nick, piuttosto che nella vita reale.

So di avere un buon potenziale, lo sento e lo vedo. Riuscissi solo ad incanalare positivamente quello che ottengo con l'attrazione pregressa, penso potrei ottenere dei buoni risultati,
Se unito a questo, riuscissi a padroneggiare il TM, penso potrei vivere veramente la vita che desidero.

Io so anche cosa devo fare per risolvere i miei problemi, ovvero provare provare e provare ancora.
Un po' come ho fatto per le feste universitarie. I primi periodi, mi terrorizzava andare ad una festa dove non conoscevo nessuno, oggi vivo questi eventi con una tranquillità impensabile fino a qualche tempo fa.

Chiudo il mio caso dicendo solo una cosa a tutte le persone che si trovano a fronteggiare situazioni di partenza piuttosto deprimenti. Ragazzi, io sono giunto ad un conclusione.
 O accettiamo la vita per com'è, e prendiamo quello che ci da, sperando che la sorte sia buona con noi, o nella seduzione cosi come ogni campo della vita possiamo dire:"Vaffanculo, io non ci sto!" e spingerci al limite.... Forse soffriremo, faremo la figura dei caxxoni, forse alla fine non otterremo nulla comunque. Ma caxxo! Alla fine ci avremmo provato e anche se non avremmo ottenuto quello che desideravamo, guadandoci indietro avremmo la soddisfazione di esserci messi in gioco e avercela messa tutta. E personalmente credo che questo tipo di soddisfazione non credo l'abbiano provata in tanti. Ammetto che può sembrare un immensa banalità. Ma applicarlo e tutt'altro che banale.

« Ultima modifica: 23 Giugno 2013, 14:02:08 da Dante »

Loggato


"I veri uomini non hanno fetta, perché dentro di loro sanno che prima o poi quello che vorranno lo avranno. "

Dante

  • CSI-6
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 28
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 27
  • Residenza: Seven Kingdoms
  • Posts: 82

Re: L'ansia d'approccio...

« Risposta #14 del: 23 Giugno 2013, 19:30:32 »

Dante, torna a Torino, dobbiamo uscire;)

Loggato

travis

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 5
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Residenza: Torino
  • Posts: 122
Pagine: [1] 2   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: