Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2 3   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

La donna: incomprensibile fino a che punto?

(Letto 2749 volte)

La donna: incomprensibile fino a che punto?

« del: 03 Settembre 2009, 15:32:24 »

Se non è la sezione adatta prego i gentili mod di spostare il topic ( Laughing).

Sto attraversando, ormai da diversi mesi, un periodo abbastanza confusionario, stressante, pesante della mia vita.
Non mi sto a dilungare perchè non è questo il tema del 3d. Fatto sta che, per coincidenza o meno, in questo stesso periodo,
mi capita spesso, durante la conoscenza di una ragazza, di trovarmi di fronte
a situazioni che di logico hanno veramente poco.

Sono due i casi dove capita di non capire il modo di pensare della ragazza e le loro reazioni:

-al primo o secondo incontro
-dal day3 in poi.

Nel primo caso do un peso relativo alla cosa, per vari motivi; ad esempio perchè essendo ancora una
conoscienza primordiale il legame tra me e l'HB in questione è logicamente superficiale.
A volte sono capitate occasioni in cui l'HB era di un certo livello e il fatto di perderla, di non riuscire a gestirla o di non
saper comportarmi adeguatamente nei suoi confronti mi faceva perdere la testa ma dopo pochi giorni il mio pensiero
era già dirottato verso altri obiettivi.
Visto il cammino di miglioramento che ho tenuto e che tengo a fare, come tutti del resto, c'è sempre
stata la voglia di capire se avevo sbagliato io qualcosa, cos'era questo qualcosa, che cosa avrei
potuto modificare nel mio game per far si che le cose andassero diversamente, se avrei potuto ottenere
in qualche modo un risultato migliore ecc ecc.
Senza considerare che la conoscenza tra me e l'HB, essendo fresca fresca poteva essere influenzata da miliardi (in euro)
di fattori impedendomi di andare oltre.
Un esempio recente potrebbe essere la situazione che ho trovato e che ho reportato in "Zlatan contro tutti".
L'avrei potuta scopare indipendentemente dalle resistenze mie personali/seghe mentali/morale ? Le pressioni fatte dai
suoi genitori hanno influenzato l'HB? E se si quanto?
Ad una settimana dalla sua partenza il mio pensiero a tali problemi potrebbe tornare in vita per pura
curiosità, quindi chiusa la parentesi alla Luciano Onder, passo al secondo caso.

Nel secondo caso il problema cresce, dal mio punto di vista. Perchè? Semplicemente perchè
accadono cose inspiegabili quando la conoscenza tra me ed un'HB sta prendendo una certa piega, e di
conseguenza il legame è più solido sia da parte mia che, per quanto mi facciano capire, anche da parte loro.
Inoltre i miliardi di fattori che potevano influenzare il contesto a mio avvisto diminuiscono.

Non sono mai stato fidanzato seriamente, ho avuto delle storie pre-sarging del tipo prendo-quello-che-capita.
Quindi non ho mai provato niente di molto forte. Dal mio ingresso del game non mi sono mai accontentato
volendomi divertire e puntare al massimo (soggettivo). Di conseguenza non conosco bene le dinamiche del processo che va
da una conoscenza più approfondita fino al fidanzamento e non conosco bene i tipi di problemi che possono capitare.
Per tanto ritengo da una parte che le situazioni che mi si sono presentate siano anche normali, dall'altra non capisco
il perchè di tanti problemi, tante seghe mentali, tante difficoltà, un sacco di cose illogiche e inspiegabili, tante prove
che mi trovo a dover superare per raggiungere un obiettivo, nonostante gli IOI che ricevo siano seri e solidi.

E questo è un periodo che di situazioni cosi me ne sono capitate spesso, più altre in passato.

L'essere qui in mezzo a voi, l'essere quindi in questo mondo, aver fatto certe letture mi ha più volte aiutato a leggere fra le righe
dei comportamente feminili, viste le differenza di ragione in generale tra i due sessi. Ma i fatti che mi sono accaduti vanno ben al di la.
E scervellandomi sulle cause plausibili sono arrivato anche a pensare:

-Si starà divertendo a prendermi per il culo
-Avrà dei problemi in famiglia
-E' stupida
-E'immatura
-L'avere un ragazzo/sposo/amante non è per lei in questo periodo l'obiettivo precipuo
-Non si sente pronta ma non me lo dice
-Ha paura di me
-Non si sente alla mia altezza/si sente superiore a me ma vuol vedere se cambio
-Ecco un'altra matta...
-ecc ecc

Ho valutato anche la possibilità di trovarmi di volta in volta di fronte a degli ST, ma credo di saperli riconoscere d'impatto o cmq saper
valutare la situazione per capire se si trattava di ST o meno.

Causa la mia discontinua presenza sul forum negli ultimi mesi mi ha impedito di postare le varie situazioni e chiedere consigli di volta
in volta. Ora sarebbe una cosa impossibile da fare.

Cmq, vorrei sapere, nel caso c'aveste capito qualcosa, se è normale, se anche a voi succede cosi, se mi devo tagliare l'uccello, se
ci sono cose del mio game che devo cambiare, se ci sono aspetti nel processo che devo curare di più per evitare i suddetti problemi...

Inoltre mi piacerebbe se ognuno scrivesse sotto le proprie esperienze, dai più banali ai più complessi, senza timore.
Esempio stupido (ma anche no):

"Una ragazza mi ha rimandato l'appuntamento poco prima dell'ora prestabilita perchè doveva portare d'urgenza il cane dal veterinario,
visto che aveva mangiato un osso e non riusciva a cagarlo. In realtà, ho scoperto che dopo che si era lavata la testa non riusciva a farsi venire
l'acconciatura che desiderava. Non piacendosi e non volendosi farsi vedere da me ha rimandato l'incontro."

Dopo quello che ha detto Freud:

"Il grande problema che non è mai stato risolto, e che io non sono mai stato capace di risolvere nonostante
i miei trenta anni di ricerca sull’anima femminile, è: che cosa vuole una donna?"

non pretendo certo di interpretare ogni singola mossa dell'essere feminile, anche perchè non ci sarebbe più gusto...
mi accontento si ascoltare i vostri pareri e consigli di ogni tipo (anche letture, smettila di farti le seghe con i piedi, hai scritto delle cazzate, ...)

Il rincoglionito,
Zlatan

Loggato


Kant, Dylan, Bonnie, Reaper, Delbuon, link, intrepido, Extreme, bagnoale, sexypit, omega, Sunbeam, alpine, zak, Ags, thirsty, Ozio, scrat, Pitix, Anrea, hitch, Partyboy, William, MrPsycho, Andy, Alfasigma, JohnH, Lupin, Dante1982, DocSleazo, Ivanilgrande, Sombrero, G-Key, Narciso, eFFe, Fabrix, Ruby, Lovedreamer, Innerlight, Brandon, Nat, Seeker, SAKU39, Estìlo/james.mar, Poncho, Silvers, Cassim, Neij, Trombler, AlterEgo, Winner, TermYnator, ErDandi, ErFreddo, Yowriter, erick.83, Smooth, Edward Bloom, doppiume, Nuke, Alfaleph, Acqua, Dan, Dr Jerry, Alex de Large, Mailin, Nova99, Escalus, a to z, Athos, Zheeno, Torello, Blackhat, PaladinoFugace, Voltarecchie, Sunrise, hustler2k8, Zerg010, Guy Montag, Hancock, Social_Hacker, Hitman, pippo, Humanist & Pivot, Boyz, RK, Festadanzante, Shark72, Kleos. Expeausition, MVA, Neo1987, Spider



II TermYraduno: "AlY' Papà e i 40 Marpioni". Io c'ero.


Ogni ostacolo che si pone tra te e i tuoi sogni non è altro che una prova per verificare quanto veramente desideri raggiungerli


Se le persone che non si comprendono, comprendessero almeno di non comprendersi, si comprenderebbero meglio di quando, non comprendendosi, non comprendono nemmeno che non si comprendono - Gustave Ichheiser

zlatan

  • 100% Key Joker
  • SI-Reliable User
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 223
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 33
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 2855
  • Only god can judge me

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #1 del: 03 Settembre 2009, 16:06:38 »

caxxo, dopo la telepatia con termY, telepatia con zlatan!

in questi giorni anch'io mi ritrovo a pensare più o meno alle stesse cose riguardo ai comportamenti delle ragazze, ai comportamenti completamente illogici e irrazionali, a quelli incoerenti, a quelli semplicemente matti o incomprensibili...e più ci penso, più non ci capisco na fava e preferisco dire a me stesso: "bon, prosegui per la tua strada, vedi come va a finire, e magari a posteriori ci capirai qualcosa di più" (riferito magari ad un singolo comportamento di oggi, che sarà più chiaro solo l'indomani).

tali dubbi li percepisco in modo più "assillante" a causa della mia forte razionalità e logica, che tendono a impormi di vedere le cose attraverso legami di causa-effetto, non per forza lineari, ma pur sempre di causa-effetto e sottostanti alla logica.
quando questa viene meno, pertanto, mi dico "boh".

ad esempio ora sono alle prese con una svedese che mi ha approcciato (attrazione o pura estroversione?), dopo un po'di conoscenza mi ha mezzo scagato (non gliene importava di me o era imbarazzata/bloccata dalla presenza dei fratelli?), ha reagito in modo strano alla mia richiesta del numero (prima me l'ha quasi negato e poi quando io mi ero rassegnato tranquillamente al c&b me l'ha messo di nascosto nella giacca...==> ?), mi ha dato un primo mini-pacco al telefono dicendo semplicemente che era "impegnata" e non poteva uscire (non le importa di me, o era realmente impegnata?), alla seconda richiesta via sms mi ha detto che era malata (c&b [e a quel punto cosa rispondi a fare?], o lo è realmente e vuole ancora vedermi?).
insomma in questo mini-report ci sono alcuni di quei 10000 comportamenti che spesso non riusciamo ad interpretare nelle donne.
per inciso, ho chiesto feedback a 3 amiche donne e ho avuto 3 spiegazioni un po'opposte.......

per quel che mi riguarda, i miei dubbi si limitano ora alla fase di conoscenza, quindi day-1 e (planning for) day-2.

in conclusione: manco io ci capisco un caxxo.

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #2 del: 03 Settembre 2009, 16:34:36 »

Ciao Zlatan,
ovviamente alla età di 28 anni suonati e dopo 14 anni di "carriera", posso dirti di aver avuto storie importanti, storielle, avventure, flirt, e, a volte, è successo anche a me di non capire certi atteggiamenti.
Ho sempre cercato di chiedermi il perché e il per come, in modo da poter crescere, migliorarmi, e non commettere più gli stessi errori. Ma , ahi me, spesso mi sono accorto che stavo perdendo tempo su un qualcosa che sarebbe stato materiale più per un psicologo Buck
Le donne hanno una psicologia più complessa degli uomini; il mio consiglio è di non stare li a scervellarti su queste cose, fidati, non ne vale la pena. Il mondo è pieno di tradimenti e incoerenza.
Sii te stesso, e goditi la vita...fidati, fortunatamente, ci sono anche donne semplice e spontanee ma soprattutto mature. Non so la tua età, ma le donne dai 24 circa in poi è tutto un altro mondo Wink
un saluto

« Ultima modifica: 03 Settembre 2009, 16:37:27 da lorenzo81 »

Loggato

lorenzo81

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 17

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #3 del: 03 Settembre 2009, 16:52:32 »

bel post!
Si potrebbe scrivere per giorni, ma non posso farlo in questo momento, ne' forse ho la verita' in tasca...

Mi sembra di essere tornato ai dubbi di una volta, quando di donne non sapevo quasi niente e mi ostinavo a cercare una spiegazione (con la logica maschile, peraltro Mad ).
Poi sono giunto sui forum, ho letto un sacco di roba, ho partecipato a discussioni, letto manuali, appreso esperienze di altri e cosi' ho cominciato un po' a spiegarmi le vicende con HB passate e ne ho vissute di nuove.

Ora, secondo me la questione fondamentale e' mal posta.
Ha poco senso chiedersi perche' le donne si comportino in un certo modo (ci sono numerose spiegazioni, teorie, esperienze ecc, ma rimane pur sempre una buona dose di aleatorieta' dovuta al momento, al contesto, alla calibrazione, a so un cavolo ecc). La conclusione pratica e' sapere come si comportano, sapere che spesso hanno comportamenti imprevisti ma curiosamente ripetitivi e concentrarsi su cosa e' meglio fare per ottenere i nostri scopi.

In altre parole:
ha poco senso chiedersi perche' le donne si comportano in un certo modo, ma conviene chiedersi cosa fare in certe situazioni per ottenere i nostri scopi.

Vado oltre:
dare una spiegazione a tutto e' inutile perche' le donne non seguono la logica (che e' un'invenzione maschile!). Poi sanno anche comportarsi in maniera molto razionale, ma non e' quella la principale caratteristica della loro indole, ne' il motore che muove le loro decisioni.

E qui vado a rispondere alla domanda fondamentale che tanto assillava Freud:
LE DONNE VOGLIONO EMOZIONI.

Loggato


"ti avverto: stasera non ho intenzione di fare niente"
fclose ;-)
-
"Le conferme di effe sono come la panna sulle tette, sempre graditissima" - sfigatto

-eFFe-

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 164
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 2232

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #4 del: 03 Settembre 2009, 16:55:30 »

Ogni opinione che si rispetti inizia con una citazione di Oscar Wilde, ed io non voglio essere da meno:  Grin
A parte gli scherzi, questa la trovo azzeccata:

«Non bisogna mai cercare di capire una donna. Le donne sono delle immagini; gli uomini sono dei problemi. Se vuoi sapere che cosa una donna veramente intenda (il che comunque è sempre pericoloso) guardala, non ascoltarla.»

Questo è stato il mio percorso recente: non so se sia considerabile come un'evoluzione verso il "meglio" o il "peggio", solo da qualche tempo ho deciso di smettere di dare una direzione precisa al mio miglioramento e di seguire l'onda. Ma questo è un altro discorso, non so neanche se mi sentirei di consigliarlo, anche se su di me sta dando risultati che mi piacciono.
Per venire al caso specifico: ultimamente ho smesso di chiedermi cosa vogliano le donne, perché si comportino in un modo piuttosto che in un altro, perché spesso abbiano tutta una serie di atteggiamenti senza senso. Semplicemente, a volte c'è un motivo. A volte no. Chissenefrega. Il fatto è che mi sono accorto che perdevo un sacco di tempo ad analizzare i loro comportamenti, ora basta. Risparmio tempo, che posso dedicare ad altri settori della vita. Qualche tempo fa ho realizzato, con orrore, quanto preziosissimo tempo avevo investito a capire queste benedette fanciulle. Morale: ora me ne sbatto molto di più. Me ne frego di più delle loro reazioni. In sostanza: do molta meno importanza ai loro comportamenti, al loro modo di trattarmi. Do loro molto meno potere di cambiarmi la giornata in meglio o in peggio. Ergo sono più sereno, più autocentrato. Meno needy, ma non perché faccio finta di fregarmene, proprio perché me ne sbatto sul serio. Le donne non vanno sopravvalutate.
E poi, aldilà di questo: non c'è cosa peggiore di capire davvero a fondo una donna: quando capisci esattamente come ragiona, come "funziona" la sua testa, finisce la passione. Le mie storie sono finite sempre per questo motivo. Mi
sbattevo tanto a capire tutto che poi quando ci riuscivo spariva il fascino, il mistero. Non a caso i ragazzi che non sono affascinanti, cioè quei ragazzi che che dopo 10 minuti di dialogo già intuisci perfettamente come sono fatti, solitamente non piacciono granché alle ragazze.  Wink

Loggato

Edward Bloom

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 160
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 34
  • Posts: 410

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #5 del: 03 Settembre 2009, 17:21:37 »

Citato da: Edward Bloom il 03 Settembre 2009, 16:55:30

«Non bisogna mai cercare di capire una donna. Le donne sono delle immagini; gli uomini sono dei problemi. Se vuoi sapere che cosa una donna veramente intenda (il che comunque è sempre pericoloso) guardala, non ascoltarla.»

Non posso che risponderti con un'altro aforisma wildeano:< Le Donne sono delle sfingi senza mistero>
Ha detto un sacco di verità nel tuo post, tra cui una che merita davvero attenzione: Le donne non vanno sopravvalutate.  Me la scolpirò nella memoria! +1!!

nad84

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #6 del: 03 Settembre 2009, 23:07:56 »

Citato da: zlatan il 03 Settembre 2009, 15:32:24

E scervellandomi sulle cause plausibili sono arrivato anche a pensare:

-Si starà divertendo a prendermi per il culo
-Avrà dei problemi in famiglia
-E' stupida
-E'immatura
-L'avere un ragazzo/sposo/amante non è per lei in questo periodo l'obiettivo precipuo
-Non si sente pronta ma non me lo dice
-Ha paura di me
-Non si sente alla mia altezza/si sente superiore a me ma vuol vedere se cambio
-Ecco un'altra matta...
-ecc ecc

Secondo me è un effetto del fatto che negli ultimi anni ti è aumentata l'autostima. Se ci fai caso tutte le frasi che hai scritto dando la colpa del brutto sentimento all'esterno, e non a te stesso. Mentre quando eri un nerd pensavi e ripensavi che fosse sempre colpa tua ("le ragazze non mi vogliono", "mi accontento"), adesso che sei figo sfoghi il conflitto all'esterno ("le donne mi hanno rotto", "vogliono trombarmi una figa").
Quindi imho è un buon segno, poi fà quello che te pare.

Ho visto che leggi tanto, quindi ti consiglio di leggere un manuale di psicologia sociale, ci trovi questa roba. Se già l'hai fatto, ti consiglio qualcosa di più specialistico in PM. Smile

Lo sciolto,
Acqua

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #7 del: 04 Settembre 2009, 00:50:05 »

Citato da: zlatan il 03 Settembre 2009, 15:32:24

"Una ragazza mi ha rimandato l'appuntamento poco prima dell'ora prestabilita perchè doveva portare d'urgenza il cane dal veterinario,
visto che aveva mangiato un osso e non riusciva a cagarlo. In realtà, ho scoperto che dopo che si era lavata la testa non riusciva a farsi venire
l'acconciatura che desiderava. Non piacendosi e non volendosi farsi vedere da me ha rimandato l'incontro."

Caro Figlio, ultimamente ci siamo sentiti poco. E mi dispiace un po' vederti arrovellato nella spirale pelosa della logica feminile.
Sono ormai anni che frequento donne, e se dovessi dirti in una frase quello che vogliono è:

Le donne vogliono che tu faccia quello che vuoi.

O se preferisci, vogliono sentirsi al cospetto di un uomo che le possieda.
Tutte le menate interpretate in chiave maschile come gli ST, altro non sono che il desiderio delle donne di tastare il tuo potere di possederle.
Ma l'educazione, i condizionamenti, ed il feminismo, hanno privato sia le donne che gli uomini del loro relativo potere di collocarsi nella giusta maniera.
Una donna posseduta vuole un maschio forte, fermo, e capace di fronteggiare qualsiasi situazione.
Nel corso dell'interazione, non farà altro che tastare quanto tu risponda a questi requisiti, a costo di non vederti.
Se non rispondi, riuscirà a farsi una ragione dell'averti perso: non eri adatto.
Se la scopi nonostante (a parole) sostiene che lei non è la persona da avventura, si innamorerà perdutamente e si creerà un altro alibi: l'amore.
La logica delle donne, è finalizzata a giustificare strumentalmente le loro azioni, mentre la nostra, è finalizzata a crearle.
Va da se, che un uomo non possa confrontarsi logicamente con una donna.
Un uomo deve agire su un piano diverso con le donne: l'istinto.
Certo, bisogna affascinarle, sedurle, in qualche caso rigirarle a seconda di come sono fatte, non si può certo andare li e metterglielo in mano a bruciapelo...
Ma va considerato che il mancato esercizio della fermezza, le porta a non sentirsi possedute, a poter pensare di fare come vogliono, ed in sintesi a staccarsi perchè perdono motivazione.
Essere fermo, non significa guardarle a brutto muso con fare minaccioso: significa guardarle con una punta di sorriso su una faccia che non teme nulla pensando (e qualche volta dicendo) "ciuccia il caxxo".
Probabilmente sei troppo educato, troppo portato a concedere: ma la tua volontà è sovrana nel rispetto dell'integrità fisica e psichica dell'altra persona.
Esercita questa volontà ed impara a fregartene un po' di più, il resto, sono pippe mentali...

Un bacio.

TermYnator

« Ultima modifica: 04 Settembre 2009, 00:52:57 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Online Online
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10003

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #8 del: 04 Settembre 2009, 01:43:05 »

termy, non è possibile che da un po'di tempo a questa parte io trovi le tue parole così fottutamente illuminanti!!!  Thumbs Up

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #9 del: 04 Settembre 2009, 09:12:10 »

Citato da: nad84 il 03 Settembre 2009, 17:21:37

Le donne non vanno sopravvalutate.  Me la scolpirò nella memoria! +1!!

qualcuno disse anche:
"la donna ha l'importanza che le dai"  Cool

Citato da: TermYnator il 04 Settembre 2009, 00:50:05

La logica delle donne, è finalizzata a giustificare strumentalmente le loro azioni, mentre la nostra, è finalizzata a crearle.
Va da se, che un uomo non possa confrontarsi logicamente con una donna.
Un uomo deve agire su un piano diverso con le donne: l'istinto.

applausi!  Thumbs Up

Loggato


"ti avverto: stasera non ho intenzione di fare niente"
fclose ;-)
-
"Le conferme di effe sono come la panna sulle tette, sempre graditissima" - sfigatto

-eFFe-

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 164
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 2232

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #10 del: 04 Settembre 2009, 09:52:08 »

Citazione

Essere fermo, non significa guardarle a brutto muso con fare minaccioso: significa guardarle con una punta di sorriso su una faccia che non teme nulla pensando (e qualche volta dicendo) "ciuccia il caxxo".
Probabilmente sei troppo educato, troppo portato a concedere: ma la tua volontà è sovrana nel rispetto dell'integrità fisica e psichica dell'altra persona.
Esercita questa volontà ed impara a fregartene un po' di più, il resto, sono pippe mentali...

Condivido, per istinto, quello dice il termy, il punto è come porre in essere queste frasi, dato che di solito si passa per maschilisti ed arroganti, almeno per esperienza personale....

Loggato


per la forza di volontà che ci metti nel superarti sempre©beeblebrox
Sono convinto che ce la farai©^X^
Bello come descrivi il sesso, dovrebbe essere sempre così©Acqua
Sei una splendida persona, dentro, fuori e ricoperto@Amica
Ottimo osservatore@Termynetor
Si vede che stai diventando forte. Continua così e tra poco ce l' avrai fatta@Shark
mi piaci, uno che dice le cose dirette come stanno, fanculo il politically correct @Kleos
Sfigatto è uno che ci prova incessamente a differenza di moltissimi altri @ SunBeam

Micione

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 119
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 44
  • Residenza: Terra di mezzo
  • Posts: 2334
  • In hoc signo vinces (§)

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #11 del: 04 Settembre 2009, 10:56:30 »

Citato da: zlatan il 03 Settembre 2009, 15:32:24

Quindi non ho mai provato niente di molto forte. Dal mio ingresso del game non mi sono mai accontentato
volendomi divertire e puntare al massimo (soggettivo). Per tanto ritengo da una parte che le situazioni che mi si sono presentate siano anche normali, dall'altra non capisco il perchè di tanti problemi, tante seghe mentali, tante difficoltà, un sacco di cose illogiche e inspiegabili, tante prove che mi trovo a dover superare per raggiungere un obiettivo, nonostante gli IOI che ricevo siano seri e solidi.

E scervellandomi sulle cause plausibili sono arrivato anche a pensare:
...

Ciao Omonimo, mi son posto anche io queste domande durante questo ultimo periodo di rimorchio intenso.
L' unica spiegazione che mi sono dato é che siano una sorta capire se sei reale o stai fingendo, da qui i comportamenti assurdi.
Come per dire "troppo bello per essere vero"? in questo concordo con quello che dice il Sor Acqua Smile

Citato da: TermYnator il 04 Settembre 2009, 00:50:05

Le donne vogliono che tu faccia quello che vuoi.

O se preferisci, vogliono sentirsi al cospetto di un uomo che le possieda.
Tutte le menate interpretate in chiave maschile come gli ST, altro non sono che il desiderio delle donne di tastare il tuo potere di possederle.
Ma l'educazione, i condizionamenti, ed il feminismo, hanno privato sia le donne che gli uomini del loro relativo potere di collocarsi nella giusta maniera. Una donna posseduta vuole un maschio forte, fermo, e capace di fronteggiare qualsiasi situazione. Nel corso dell'interazione, non farà altro che tastare quanto tu risponda a questi requisiti, a costo di non vederti. Se non rispondi, riuscirà a farsi una ragione dell'averti perso: non eri adatto.

Probabilmente sei troppo educato, troppo portato a concedere: ma la tua volontà è sovrana nel rispetto dell'integrità fisica e psichica dell'altra persona. Esercita questa volontà ed impara a fregartene un po' di più, il resto, sono pippe mentali...

tanto per cambiare quoto al 100%  Thumbs Up

(OT: anche se questa storia del femminismo sarebbe da analizzare, non fosse altro per le discussioni che sto leggendo in altri forum a maggioranza femminile in cui tutte le mie amiche ritengono che le donne siano "sotto attacco" e vittime di una societá maschilista Confused)

« Ultima modifica: 04 Settembre 2009, 11:22:54 da JBGrenouille »

Loggato


life is too short to be afraid

JBGrenouille

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 93
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 38
  • Residenza: La Perfida Albione
  • Posts: 1209

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #12 del: 04 Settembre 2009, 12:51:01 »

Citato da: sfigatto il 04 Settembre 2009, 09:52:08

Condivido, per istinto, quello dice il termy, il punto è come porre in essere queste frasi, dato che di solito si passa per maschilisti ed arroganti, almeno per esperienza personale....

la chiave sta nel concetto di Cocky&Funny, teorizzato da David DeAngelo (ma non l'ha certo inventato lui):
e' quell'atteggiamento misto di arroganza (Cocky) e simpatia (Funny) tipico dei "simpatici mascalzoni" che tanto piacciono alle donne Wink

Se sei troppo C, allora diventi arrogante e finisci per stare sul caxxo; viceversa soltanto F diventi un giullare e in definitiva l'amicone (=niente sesso)  Sad

Citato da: JBGrenouille il 04 Settembre 2009, 10:56:30

(OT: anche se questa storia del femminismo sarebbe da analizzare, non fosse altro per le discussioni che sto leggendo in altri forum a maggioranza femminile in cui tutte le mie amiche ritengono che le donne siano "sotto attacco" e vittime di una societá maschilista Confused)

Trovo anch'io un po' troppo frequente il richiamo a questo famigerato femminismo, fenomeno di cui (come il '68) forse si parla a sproposito senza troppa cognizione di causa  Confused

Ne vogliamo parlare in apposito thread? JB, lo apri te citando magari qualche passo del forum femminile che stai seguendo? Wink

Loggato


"ti avverto: stasera non ho intenzione di fare niente"
fclose ;-)
-
"Le conferme di effe sono come la panna sulle tette, sempre graditissima" - sfigatto

-eFFe-

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 164
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 2232

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #13 del: 04 Settembre 2009, 12:57:26 »

Citato da: -eFFe- il 04 Settembre 2009, 12:51:01

Trovo anch'io un po' troppo frequente il richiamo a questo famigerato femminismo, fenomeno di cui (come il '68) forse si parla a sproposito senza troppa cognizione di causa  Confused

Ne vogliamo parlare in apposito thread? JB, lo apri te citando magari qualche passo del forum femminile che stai seguendo? Wink

Mi accodo alla richiesta, sarebbe molto interessante parlarne!  Smile

Nad84

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: La donna: incomprensibile fino a che punto?

« Risposta #14 del: 04 Settembre 2009, 13:03:18 »

Citato da: -eFFe- il 04 Settembre 2009, 12:51:01

Trovo anch'io un po' troppo frequente il richiamo a questo famigerato femminismo, fenomeno di cui (come il '68) forse si parla a sproposito senza troppa cognizione di causa  Confused
Ne vogliamo parlare in apposito thread? JB, lo apri te citando magari qualche passo del forum femminile che stai seguendo? Wink

OT: devo cercarli con attenzione, comunque era una discussione partita da un commento sui "complimenti da strada" e  degenerata su FB dopo che ho postato un video.
Comunque il suddetto forum e' privato ed avra' si e non una 20ina di utenti, oltre ad essere moderato dalla mia ex  Tongue

Loggato


life is too short to be afraid

JBGrenouille

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 93
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 38
  • Residenza: La Perfida Albione
  • Posts: 1209
Pagine: [1] 2 3   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: