Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Il valore dell'esperienza

(Letto 1101 volte)

Il valore dell'esperienza

« del: 11 Gennaio 2015, 23:13:51 »

Quando faccio un corso ad un ragazzo, per fargli capire come funziona l'apprendimento in questo settore uso sempre una metafora:

La metafora dell'imbuto
"Io ti insegno a sedurre in circa 36 ore di corso. Queste 36 ore corrispondono ai trentasei (36) anni che ho passato sul campo a rimorchiare. Pensa a quante cose possono essrmi successe in uno solo di quegli anni, e pensa quanto sia difficile raccontarle in una sola ora. Quello che ti dirò, è quindi un piccolo riassunto dove ho tolto tutto quello che riguarda solo me e le mie abilità. Quello che ti dico in un'ora è quindi l'esperienza che ho tratto da quell'anno di vita sul campo. L'insegnamento è quindi come un imbuto nel quale io sono dalla parte larga e tu sei da quella stretta: io ti trasmetto un concentrato che per essere utilizzato, deve essere di nuovo arricchito di infiniti piccoli dettagli che solo vivendo certe esperienze, memore di quanto ti ho insegnato, riuscirai ad ottenere. L'insegnamento è quindi una sorta di luce che ti fa vedere in modo offuscato quello che per me è chiaro e che per i più non esiste nemmeno. Ma per vederlo chiaramente anche tu, devi fare esperienza."

Quanti fanno veramente esperienza?
I più leggono il forum, cercano qualcosa di facile da fare, poi tentano di fare qualcosa. Questo attivismo è tipicamente maschile, così come è tipicamente maschile la tendenza ad accumulare decine di testi sulla seduzione, video di tutti i tipi etc etc, come se aver più roba aiutasse a diventare un figo. Ma quanti sono quelli che si buttano nelle vie o nelle discoteche al fine di superare i propri limiti? Pochi, pochissimi. Ma a che serve realmente l'esperienza? Non basta sapere cosa fare?

Essere d avere
Molti anni fa, quando questo forum era solo un cucciolo, mi lanciai contro le routines e certi modi di fare. Spiegai in un innumerevole numero di post che non serve a nulla copiare le movvenze di un seduttore famoso se non si capisce cosa gli passava per la testa in quel momento. Lui probabilmente reagisce ad uno stimolo con una espressione, una mossa o una frase. Ma chi non conosce quello stimolo, non riuscirà mai ad ottenere lo stesso risultato, foss'anche copiando le espressioni di Casanova una per una.
Ciò che veramente serve per diventare un grande seduttore sono quindi molte QEV, ma anche molto colpo d'occhio, ovvero l'arte di captare nell'aria da piccoli segnali, che un qualcosa di proficuo sta per prodursi. E quando un seduttore fiuta questo qualcosa, va sempre a mettersi nel posto giusto.
Ecco spiegate le "botte di culo" quindi: un seduttore capisce come sfruttare una opportunità, mentre un MdP nono si accorge di nulla, se non a cose fatte. Come vedete il fare di questo esempio non è classificabile: varia di volta in volta in base a ciò che decide il seduttore. Essere un seduttore non è quindi una questione di mero fare, ma una questione di essere in un certo modo e con una particolare visione delle cose. L'esperienza, nella sua enorme variabilità, crea l'occhio clinico che consente di riconoscere la situazione opportuna. Più si possiede esperienza, prima si saprà come comportarsi e più tempo si avrà per attuare le opportune strategie.

La via che porta da x ad y è tracciata?
Certo che lo è: ma passa per il sudore della tua schiena. Se ti tappi in casa a vedere video di sfigati cercando di capire cosa fare, sei fuori strada. Quello che devi fare è leggere sul forum le info per capire il mondo, uscire e vedere se realmente lo hai capito. Quindi parlare con le persone, interagire, tentare la fortuna, rischiare. Questo è il percorso che ti darà fortuna e successo!
Ora che lo sai, che fai ancora davanti al pc?  Exclamation

« Ultima modifica: 11 Gennaio 2015, 23:17:11 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10009

Re: Il valore dell'esperienza

« Risposta #1 del: 12 Gennaio 2015, 11:09:26 »

 Thumbs Up

in poche parole...conta essere e non apparire.

Lavorare sulle QEV per svilupparle al massimo e far si che l'esperienza crei l'intuito per saper leggere bene le occasioni.

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Il valore dell'esperienza

« Risposta #2 del: 12 Gennaio 2015, 21:10:02 »

Citato da: TermYnator il 11 Gennaio 2015, 23:13:51

La via che porta da x ad y è tracciata?
Certo che lo è: ma passa per il sudore della tua schiena. Se ti tappi in casa a vedere video di sfigati cercando di capire cosa fare, sei fuori strada. Quello che devi fare è leggere sul forum le info per capire il mondo, uscire e vedere se realmente lo hai capito. Quindi parlare con le persone, interagire, tentare la fortuna, rischiare. Questo è il percorso che ti darà fortuna e successo!
Ora che lo sai, che fai ancora davanti al pc?  Exclamation

Avevo capito che c'era un riferimento al mio precedente post.. Cheesy
mi trovo d'accordo su tutto, ma mi permetto di aprire un ragionamento su quanto detto, e chiunque voglia arricchire il dibattito è il ben venuto Cheesy

se conta essere A, e io non sono A ma sono B e voglio essere A, devo necessariamente cambiare me stesso
coraggio
Perchè io ipotetico morto di pippe, mi metto davanti al computer e non mi lancio per strada a fare esperienza sul campo?
1. perchè è comodo
2. perchè fuori fa freddo
3. perchè dovrei togliermi il pigiama e vestirmi bene
4. perchè "tanto..."
5. perchè fammi leggere ancora qualche post di Termy

insomma, avete tutti capito bene che la vera causa del perchè uno sta qui a premere bottoni sulla tastiera invece che andare li a fare figure di cacca ( o ottime figure) è perchè non ha il coraggio di farlo.

la mia discussione parte proprio da qui: il coraggio.
Qualche giorno fa nelle vacanze natalizie, tornato finalmente a casa ho avuto il piacere di fare una chiacchierata con mia sorella. l'argomento della discussione era proprio il cambiare.
Siamo stati li a parlare di cosa è stato per noi cambiare, che cosa ha significato,di quanto ci ha cambiato stare per mesi in un altro paese, (lei in australia io in giappone per circa due mesi in anni diversi) quando abbiamo capito che siamo cambiati, fino a che non siamo arrivati al punto centrale della discussione.

Lei ha capito che nella sua vita "sentiva" che in quella data situazione era "pronta", di intraprendere una strada che prima non aveva il coraggio di intraprenderla.
e tutto questo l'ha fatto con il minimo sforzo e senza spese di energie immani. per lei cambiare è stato naturale.
Faccio riferimento ad esempio fare un viaggio da soli, partire per mesi lontano da casa, iniziare nuove attività e hobby senza essere spinti da nessuno visto che quando si è in due o comunque con amici, ci si fa forza a vicenda.

La sua conclusione è stata che non si intraprendono nuove strade finchè non si è pronti, e non ci si può chiamare questo coraggio  da soli, non si può autoinnescare la scintilla che ti fa alzare dalla sedia e rompere gli schemi prefissati!
Io posso chiamare a me il coraggio di iniziare nuovi percorsi?
Posso farmi una iniezione di coraggio?  Buck Evil

Io credo, o almeno lo spero, che esista un modo per accelerare la venuta di questa prontezza che deve esserci per poter iniziare strade nuove, ma ancora non ho capito qual è!
Sarei curioso di sapere come la pensate voi, come è stato per voi cambiare..
La parola a voi!

Loggato


Il mondo va avanti lo stesso, un errore è solo una virgola nella sintassi della tua vita.

"La pietra grezza, appena estratta dalla cava, deve essre tagliata nella giusta forma prima di essere collocata nella costruzione. Rappresenta l'Apprendista che ha iniziato il suo viaggio e che deve lavorare per migliorare se stesso, per passare da uno stato imperfetto, passivo e incosciente ad uno più elevato, creativo e disciplinato."

VenerabYle

  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 31
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Residenza: Torino
  • Posts: 292

Re: Il valore dell'esperienza

« Risposta #3 del: 13 Gennaio 2015, 00:45:16 »

Ti rispondo io con un mio modesto parere.

Non bisogna accelerare la prontezza e il fatto di essere pronti e preparati.

Il coraggio nn è presente nel momento in cui devi decidere se buttarti o no.
La prontezza di fare il tuffo giusto non arriva nei momenti in cui stai spingendo il trampolino.
Ma il coraggio,l'essere pronti a buttarsi si raggiunge nel singolo istante in cui la gravitá è zero e tu sei sospeso nel vuoto,solo allora quando starai per entrare nell'acqua,nel salire l'ultimo gradino sarai pronto,pronto ad iniziare il tuo cammino.

Loggato

mana cerace

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 5
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 306

Re: Il valore dell'esperienza

« Risposta #4 del: 13 Gennaio 2015, 00:56:57 »

Un bellissimo post. Secondo me la BASE. Termy l'ha scritto apposta per aiutare tutti noi. Ha scritto cose bellissime  in questo sito e si impegna sempre, per noi. Continua a farlo, sempre. Ora sono molto sbronzo e non sono in grado di continuare un discorso ben fatto. Lo farò al più presto. Per ora concludo con una sua frase:

'Con la schizofrenia non si è mai soli'

Vi voglio bene ragazzi

Notte

Loggato




  • 'Yeah Darling go make it happen, Take the world in a love embrace, Fire all of your guns at once, And explode into space, Like a true nature’s child, We were born, born to be wild, We can climb so high, I never wanna die'
  • 'I don't want to be buried in a Pet Sematary,
    I don't want to live my life again'

some

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 16
  • Offline Offline
  • Posts: 206

Re: Il valore dell'esperienza

« Risposta #5 del: 13 Gennaio 2015, 01:42:43 »

Citato da: some il 13 Gennaio 2015, 00:56:57

Un bellissimo post. Secondo me la BASE. Termy l'ha scritto apposta per aiutare tutti noi. Ha scritto cose bellissime  in questo sito e si impegna sempre, per noi. Continua a farlo, sempre. Ora sono molto sbronzo e non sono in grado di continuare un discorso ben fatto. Lo farò al più presto. Per ora concludo con una sua frase:

'Con la schizofrenia non si è mai soli'

Vi voglio bene ragazzi

Notte

+ Thumbs Up
Certi post, anche se off topic, non possono e non devono passare inosservati  Smile
SIAMO CON TE FRATELLO!!
 Laughing

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10009

Re: Il valore dell'esperienza

« Risposta #6 del: 13 Gennaio 2015, 10:21:34 »

Ovviamente condivido, e aggiungo la mia.
La teoria, ovvero leggere quanto più materiale possibile, ma avendo un sifficiente spirito critico per filtrare i contenuti validi e utili dalla spazzatura, è senz' altro utile. Quando io mi sono affacciato a questo mondo nell' ormai lontano 2008, per alcuni mesi mi sono tappato in casa a "divorare" materiale di ogni tipo. Sabati sera inclusi : i pochi amici che mi erano rimasti dopo la fine del mio matrimonio uscivano, io invece volevo studiare. Mi affascinava ciò che leggevo. Ben presto però sono passato al campo, tant' è che i primi report qua dentro risalgono agli inizi del 2009.

Ad onor del vero, va precisata una cosa : nel dire "quando mi sono affacciato a questo mondo", intendo quello delle community e della seduzione "studiata", perchè ovviamente a 35 anni suonati il mio retroterra di esperienze sul campo, incluso matrimonio con prole, lo avevo.

Per quanto concerne le tematiche di questo 3d in senso stretto, oltre a condividere quanto afferma TermY, aggiungo che l' aspirante seduttore deve sì apprendere nel miglior modo possibile quanto il maestro cerca di trasmettergli, ma deve farlo sviluppando un modo SUO di approcciare la seduzione, in base a quelli che sono i suoi punti di forza e di debolezza, altrimenti rischia di diventare una "brutta copia" del maestro.
Ricordo che quando avevo 15 anni, da grandissimo estimatore dei Pink Floyd, volevo imparare a suonare la chitarra praticamente solo per risuonare a casa i solo di Gilmour in Confortably Numb, On The Turning Away e Sorrow. Riuscii a trovare vicino casa mia un valido insegnante che nel colloquio preliminare ascoltò le mie esigenze, ma mi disse : "Ok, una volta imparata la tecnica di base a un sufficiente livello, ti potrai divertire a rifare quello che ti pare, ti darò pure le basi midi dei pezzi che vuoi. Ma non è questa la strada su cui ti indirizzerò, bensì ti metterò in condizione di avere un  TUO  modo si suonare, altrimenti, al massimo potrai essere la brutta copia di Gilmour, in quanto non avrai mai la sua classe e il suo tocco".
Come dargli torto?  Coolsmiley

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: Il valore dell'esperienza

« Risposta #7 del: 13 Gennaio 2015, 13:52:37 »

Ok sono rinsavito  Grin

L'esperienza serve. Vedendo le persone credo che molti intraprendano la strada della seduzione e sicuramente molti non hanno mai letto manuali in vita loro. Tutto quello che fanno è basato sulla pratica e sull'esperienza. Noi abbiamo la 'fortuna' di avere una vagonata di materiale da spulciare, arrovellandoci spesso su cosa si pensi sia giusto, adatto, cosa in teoria funziona di più o di meno, tattiche e mille altre cose. Ci impegniamo pure a dare un nome ad ogni minimo gesto di un'interazione preoccupandoci di far corrispondere quello che succede nel reale a quello che è scritto sulle pagine del pc. Senza esperienza si corre il rischio di avere una visione della realtà un po distorta secondo me. Quel che c'è la fuori non è quello scritto nei manuali. Una persona magari legge tonnellate di roba, si fa la sua idea e decide cosa vada bene per lui, si crea una sorta di armatura che lo calzi a pennello; esce, applica quello che ha letto convinto che funzioni e fallisce. Torna a casa e se ne costruisce un'altra. E fallisce. Senza la pratica si rischia di convincersi di un metodo, una tecnica, ritenendola infallibile ancor prima di averne la prova. E la prova è data proprio dalla pratica e dall'esperienza. Quello che mi piace del Termypensiero e Termydeliri annessi è che non ti offrono trucchi o scorciatoie e difficilmente rischi di perderti in 'false credenze'. Ti offrono una descrizione, una visione delle cose, come sono. La TUA strada la devi percorrere tu. Allora potrebbe bastare anche la sola pratica? Quindi buttiamo tutto nel cestino, libri, pc e manuali? Probabilmente sarebbe la cosa giusta da fare e questo forum non esisterebbe. MA questo forum esiste ed è fatto di persone. Il forum ci dona una cosa importantissima; ci offre la possibilità di fare esperienza senza uscire di casa. Non intendo l'esperienza dovuta all'insegnamento di tattiche, ma l'esperienza che si accumula quando parliamo e scriviamo tra noi, scherziamo e ci 'seduciamo' a vicenda. Quando mi iscrissi avevo preso il forum come un manuale, un elenco di nozioni e un'indagine statistica su cosa funziona e cosa no, un posto dove potermi sfogare. Il fatto è che ognuno di noi è diverso e la statistica può fare brutti scherzi  Smile . I nuovi iscritti (soprattutto chi nella vita reale è molto timido, ansioso, chiamiamolo come ci pare) dovrebbero scrivere molto invece, 'sedursi' e partecipare. Questa è esperienza, la si fa senza uscire di casa e in un certo senso ti rende sicuramente più 'coraggioso'. Tira fuori le palle qui, fuori ne avrai il doppio  Wink .

Loggato




  • 'Yeah Darling go make it happen, Take the world in a love embrace, Fire all of your guns at once, And explode into space, Like a true nature’s child, We were born, born to be wild, We can climb so high, I never wanna die'
  • 'I don't want to be buried in a Pet Sematary,
    I don't want to live my life again'

some

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 16
  • Offline Offline
  • Posts: 206

Re: Il valore dell'esperienza

« Risposta #8 del: 13 Gennaio 2015, 15:49:23 »

Citato da: some il 13 Gennaio 2015, 13:52:37

Ok sono rinsavito  Grin
L'esperienza serve. [...] Senza esperienza si corre il rischio di avere una visione della realtà un po distorta secondo me.

E mi trovi perfettamente d'accordo. L'esperienza è anche quello che capita a noi, sulla nostra pelle. Quando scrivi che hai parlato ad una sconosciuta e ne sei rimasto entusiasta per 20 minuti sono strafelice per te, tu hai fatto esperienza, io ne ho ricevuta un po' della tua, ma se l'avessi fatta io sarebbe stato diverso, avrei accumulato più esperienza se avessi vissuto la storia in prima persona che davanti a uno schermo ( e mi sembra ovvio.. )

Citazione

[...] Il forum ci dona una cosa importantissima; ci offre la possibilità di fare esperienza senza uscire di casa. Non intendo l'esperienza dovuta all'insegnamento di tattiche, ma l'esperienza che si accumula quando parliamo e scriviamo tra noi, scherziamo e ci 'seduciamo' a vicenda.

Esatto.
Io quando ho scritto di voler trovare la bussola tra i miliardi di consigli fortunatamente donatici da questo bellissimo forum, e da chi lo tiene vivo,volevo proprio raccogliere tutte le esperienze in un unico pentolone, per poi servirlo a tutti voi, e  a chi curiosamente passa per questo forum senza parteciparvi attivamente

Citazione

Quando mi iscrissi avevo preso il forum come un manuale, un elenco di nozioni e un'indagine statistica su cosa funziona e cosa no, un posto dove potermi sfogare. Il fatto è che ognuno di noi è diverso e la statistica può fare brutti scherzi  Smile . I nuovi iscritti (soprattutto chi nella vita reale è molto timido, ansioso, chiamiamolo come ci pare) dovrebbero scrivere molto invece, 'sedursi' e partecipare. Questa è esperienza, la si fa senza uscire di casa e in un certo senso ti rende sicuramente più 'coraggioso'. Tira fuori le palle qui, fuori ne avrai il doppio  Wink .

Qui ci troviamo di fronte alla questione da me posta prima..!
Perchè passa tanto tempo dal momento in cui mi iscrivo qui al momento in cui inizio io a scrivere? Come accorcio questo tempo? è possibile accorciarlo? se passo dal leggere a scrivere,  vuol dire che mi è scattato qualcosa! quel qualcosa è governabile da me? o non posso? cosa ti ha spinto a tirare fuori le palle? e cosa ti ha trattenuto dal farlo prima?
Boh più il tempo passa e più credo che questa spinta che ricevo non è governabile.. forse è una questione di conoscenza della materia, quindi superamento di alcune insicurezze.. Vogliamo saperne di più prima di iniziare a giocare dal vivo, per non farci male oppure per non farci male inutilmente ?
Tu che mi scrivi tira fuori le palle, mi trasmetti coraggio, perchè più vi leggo, più scrivo. e questo è positivo.
ma cosa farei se non ci foste voi? posso contare SOLO su di me?
Forse è proprio l'impostazione mentale ad essere sbagliata.. ovvero il voler sentirsi pronti prima di iniziare.. ( ammetto che è un mio limite personale che emerge ogni volta che inizio qualcosa di nuovo, ma sarebbe meglio aprire un 3d a parte)
Forse è proprio sbagliato il pensare che si possa sempre conoscere qualcosa prima di iniziare..

Comunque sia colgo l'occasione per ringraziarvi tutti, per riconoscervi la buona azione che state facendo, per l'aiuto incondizionato che date, senza chiedere nulla in cambio..
Un abbraccione!

Loggato


Il mondo va avanti lo stesso, un errore è solo una virgola nella sintassi della tua vita.

"La pietra grezza, appena estratta dalla cava, deve essre tagliata nella giusta forma prima di essere collocata nella costruzione. Rappresenta l'Apprendista che ha iniziato il suo viaggio e che deve lavorare per migliorare se stesso, per passare da uno stato imperfetto, passivo e incosciente ad uno più elevato, creativo e disciplinato."

VenerabYle

  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 31
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Residenza: Torino
  • Posts: 292

Re: Il valore dell'esperienza

« Risposta #9 del: 13 Gennaio 2015, 18:13:48 »

Citazione

Forse è proprio l'impostazione mentale ad essere sbagliata.. ovvero il voler sentirsi pronti prima di iniziare..

Più che sbagliata secondo me è 'naturale' e radicata nell'essere umano. Hai centrato un punto importante. Purtroppo non è come studiare e fare esercizi di matematica dove studi, fai l'esame e se hai studiato bene prendi 10. Il nostro istinto non basta, perchè abbiamo un gran cervello. Noi lo sappiamo e non essendo sicuri del risultato abbiamo paura. Per certe persone, ed io ne sono una prova vivente, non avere e non conoscere le armi giuste per ottenere un risultato è un problema (è proprio una sega mentale grande come una casa). Ma questo campo è tangibile e i risultati si possono solo vedere all'atto pratico. Il modo più veloce per avere il coraggio di fare, purtroppo o per fortuna è proprio il fare  Smile magari poco, agendo in sordina, ma fare.

Loggato




  • 'Yeah Darling go make it happen, Take the world in a love embrace, Fire all of your guns at once, And explode into space, Like a true nature’s child, We were born, born to be wild, We can climb so high, I never wanna die'
  • 'I don't want to be buried in a Pet Sematary,
    I don't want to live my life again'

some

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 16
  • Offline Offline
  • Posts: 206
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: