Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Il duro mestiere dell'insegnante di seduzione.

(Letto 2287 volte)

Il duro mestiere dell'insegnante di seduzione.

« del: 11 Giugno 2010, 16:00:00 »

Apri la tua pagina di posta elettronica e trovi un nuovo messaggio:
Ciao TermYnator, sono Ernesto Masturbelli. Sul Forum ErmastBL.
Ho problemi con le donne, e sono interessato all'ADM. Cosa devo fare?

Segue una comunicazione via skype, e generalmente un incontro dal vivo.
Qui, comincia un percorso estremamente difficile.
Ernesto ha uno sguardo torvo, parla a macchinetta e si magia le parole. Non si muove affatto mentre parla, ed ha toni montanti a fine frase, come a chiedere sempre conferme dell'attenzione del suo interlocutore.
Ha la trippa, si veste a caxxo (non ha una percezione chiara della sua Immagine Reale), e cammina ignaro dell'impatto che da.
E' comunque intelligente, ma è anche permaloso. Si vede che nonostante io cerchi di metterlo a suo agio, è imbarazzato nel parlare di se, e nasconde qualcosa. Il corso è gia cominciato.
Lentamente, e con estremo garbo, prospetto ad ErmastBL i suoi problemi. Asserisce, anche se cerca di minimizzare. Dice che glielo hanno gia detto, ed ovviamente non gli rispondo " ed allora perchè non hai fatto nulla?". ErmastBL in realtà, sta cercando di mantenere un contegno perchè si sente scoperto.
E' normale, anche se il più grande problema di ErmastBL sta emergendo chiaro: la sua immagine di MdP è il modo con il quale viene accettato dalle persone che conosce. Cambiare, per lui significherebbe mettere in discussione i suoi rapporti con gli amici: il suo ruolo nella società. Si è creato un cerchio di amicizie esponendo un personaggio perdente, che gli consente di non entrare mai in conflitto, evitando di doversi misurare con gli altri. ErmastBL è nella vera ed unica zona confort: non dovrò combattere solo con lui per fargli superare se stesso, ma anche con i feedback dei suoi amici, che tenderanno a riportarlo nella condizione originale impedendo qualsiasi cambiamento.
La domanda che mi faccio è: "E' abbastanza determinato? Ce la può fare, o a metà corso mollerà tutto perchè non riesce ad affrontare un mondo che è sempre stato ostile a quello che lui vorrebbe essere?"

E qui comincia il duro mestiere del seduttore. Perchè prima ancora di rendere ErmastBL seducente, dovrò sedurre lui per dargli quella spinta che da solo non ha mai trovato. E sarà altrettanto dura levargliela quando lo lascerò da solo ad affrontare il mondo con la sua nuova immagine. E comincia una storia.
Una storia fra uomini, che spesso diventa un'amicizia ed esula dal contesto di un corso. Una storia sul filo del rasoio, nella quale lo devo spingere al limite della resa, cercando di capire prima quando si arrenderà perchè la spinta è troppo forte. Ed è tremendamente difficile farlo.
Non puoi calarti troppo nei panni del tuo allievo, perchè rischi di giustificare la sua zona confort. Ma non puoi manco investirlo della tua libertà, perchè penserebbe che lui non potrà mai fare altrettanto, che non è portato per questo. E quindi devi mimetizzarti ed esporti piano piano. Le prime uscite sul campo, devono essere tranquille: apri sul divertente, senza dar sfoggio di stile per non spaventarlo. E piano piano, lo devi spingere a far da solo. Ma anche qui, non è semplice. Molti cercano un qualcuno da imitare, ma se sono a zero, non capiscono quello che fai, e producono teorizzazioni che non funzionano. Quindi devi continuare a spiegare ogni gesto che fai, cercando di farglielo fare perchè sa cosa c'è dietro quel gesto, e come cambia quel gesto se cambia il contesto. Ma per farlo, devi muoverti in modo sempre in modo leggermente migliore del suo, per fargli capire che può arrivare a far la stessa cosa. Ma senza spaventarlo con comportamenti che non ritiene alla sua portata.
Il rischio, è che cominci a giocare male pure tu. Ti servono quindi dei parametri di riferimento, rileggere quello che hai fatto in continuazione per non regredire, e prendere te stesso come modello.

In sintesi, è veramente un lavoro impegnativo che richiede stacchi netti per recuperare se stessi.
Ma ne vale la pena...

TermYnator

« Ultima modifica: 11 Giugno 2010, 16:18:58 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Il duro mestiere dell'insegnante di seduzione.

« Risposta #1 del: 11 Giugno 2010, 16:57:32 »

Citato da: TermYnator il 11 Giugno 2010, 16:00:00

ErmastBL è nella vera ed unica zona confort

Hai centrato uno dei punti chiave

Citato da: TermYnator il 11 Giugno 2010, 16:00:00

Cambiare, per lui significherebbe mettere in discussione i suoi rapporti con gli amici: il suo ruolo nella società.

Significa anche mettere in discussione il suo rapporto con se stesso, il suo modo di vedersi; significa inoltre prendersi delle responsabilità che prima non aveva perchè solo ora comincerà a gestire realmente lui la sua vita e ad essere indipendente a livello sociale.

Citato da: TermYnator il 11 Giugno 2010, 16:00:00

ma anche con i feedback dei suoi amici, che tenderanno a riportarlo nella condizione originale impedendo qualsiasi cambiamento.

"amici" che hanno paura del suo cambiamento, "amici" che conoscono ErmastBL come "il debole" e lo possono gestire e non accettano che lui diventi più forte e non più gestibile a piacimento.

Citato da: TermYnator il 11 Giugno 2010, 16:00:00

Ma ne vale la pena...

 Wink

+1

p.s. ma sei riuscito a postare alle 17.00.00 secondi in punto?!

Loggato




.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 144
  • Offline Offline
  • Posts: 1374

Re: Il duro mestiere dell'insegnante di seduzione.

« Risposta #2 del: 13 Giugno 2010, 18:15:18 »

Grosso. Non aggiungo altro altrimenti diventerei polemico su soggetti di terze parti Grin

Loggato


"Sunbeam: il porco per antonomasia." -TermYnator
"Mai sottovalutare la stupidità femminile." -ex ragazza

SunBeam

  • SI-Creators
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 329
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Monte di Venere
  • Posts: 4866
  • WWW

Re: Il duro mestiere dell'insegnante di seduzione.

« Risposta #3 del: 24 Ottobre 2011, 15:02:16 »

GRAZIE maestro!  Shocked
Partito MODELLING!  Cool
VOGLIO recuperare il tempo perduto! Grin

Saluti dall'umilissimo accacibì  Wink

Loggato


"L'unica cosa che mi interessa é la vita, la vita."

H.C.B.

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 15

Re: Il duro mestiere dell'insegnante di seduzione.

« Risposta #4 del: 24 Ottobre 2011, 16:16:09 »

grazie per quanto fai per noi ogni giorno  Thumbs Up

Loggato


III TermYraduno: io c'ero!

La seduzione è l'arte che ci porta a conoscere realmente chi siamo.-TermY

Un Vero Uomo ha come Maestro ed Idolo solo se stesso.-TermY

L'armonia con se stessi, è il premio per aver fatto di se un'opera d'arte.-TermY

Il fare di te stesso un'opera d'arte, il conoscerti rispecchiandoti in una donna, il trovare in lei una complice, il diventare il suo punto di riferimento e l'uomo nelle cui braccia lei si abbandonerà-Me medesimo

blackhat

  • SI-Reliable User
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 48
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: provincia milanese
  • Posts: 259

Re: Il duro mestiere dell'insegnante di seduzione.

« Risposta #5 del: 25 Ottobre 2011, 10:05:19 »

Citato da: blackhat il 24 Ottobre 2011, 16:16:09

grazie per quanto fai per noi ogni giorno  Thumbs Up

Thumbs Up

Loggato


"L'unica cosa che mi interessa é la vita, la vita."

H.C.B.

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 15

Re: Il duro mestiere dell'insegnante di seduzione.

« Risposta #6 del: 25 Ottobre 2011, 13:55:50 »

avrei una domanda per il maestro, non so se siamo ancora in tempo utile vista la data del post di oltre un anno fa.

Te accetti qualsiasi allievo, o ne valuti le motivazioni o ancor di più i margini di miglioramento?
come valuti questo, con un colloquio preliminare ?

Cioè IMHO tutte le persone hanno margini di miglioramento ma per alcuni casi in effetti ci sono margini di ritardo grossi: cioè uno può essere bruttino, un po' goffo e mal vestito, insicuro di se,
su questo si può lavorare, ma su altri casi disperati non so se i margini seriamente ci siano.

Loggato


Donna de quarant'anni buttela a fiume co' tutti li panni. (proverbio romano)

maxcavezzi

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 39
  • Residenza: genova
  • Posts: 1118

Re: Il duro mestiere dell'insegnante di seduzione.

« Risposta #7 del: 25 Ottobre 2011, 15:15:57 »

Citato da: maxcavezzi il 25 Ottobre 2011, 13:55:50

Te accetti qualsiasi allievo, o ne valuti le motivazioni o ancor di più i margini di miglioramento?
come valuti questo, con un colloquio preliminare ?

Nel vecchio manifesto ADM, c'era scritto come avviene il contatto preliminare. Quando qualcuno mi chiede di fare un corso, la prima cosa che faccio è capire chi ho davanti. Generalmente, ci passo un paio d'ore in video, ma se posso, cerco di passarci un po' di tempo dal vivo.
In questo incontro, valuto 5 fattori fondamentali, strettamente interconnessi fra loro:
a) il livello di fondamentali.
b) La capacità di adattamento.
c) Lo scollamento fra IR ed IV
d) Cosa si prefigge di raggiungere l'aspirante alla fine del corso.
e) Quanto l'aspirante è disponsto ad investire per raggiungere i suoi scopi.

I fondamentali, sono intesi in senso TM, quindi valuto anche i valori derivati (simpatia, permalosità, spocchia, estetica, cura del se etc).
Il quadro iniziale, fornisce compatibilmente  con la mia esperienza, il punto effettivamente raggiungibile in 6 mesi (tanto durano i corsi ora).
Giunti a questo punto del colloquio, fornisco all'aspirante la mia valutazione riguardo al raggiungimento dei suoi obiettivi. Se reputo lo sforzo adeguato alle motivazioni, lo prendo. Altrimenti, lo invito ad aspettare un momento migliore, consigliandogli magari qualcosa di alternativo da fare nel frattempo.
Quest'ultimo caso è molto più frequente di quanto non si possa pensare, e spesso questi consigli risolvono definitivamente il problema senza bisogno di fare un corso.

Citazione

Cioè IMHO tutte le persone hanno margini di miglioramento ma per alcuni casi in effetti ci sono margini di ritardo grossi: cioè uno può essere bruttino, un po' goffo e mal vestito, insicuro di se,
su questo si può lavorare, ma su altri casi disperati non so se i margini seriamente ci siano.

Come scrivo più su, è solo una questione di obiettivi. Se da me viene uno brutto e stupido che si aspetta dopo il corso di chiudersi la Shiffer in 4 minuti, lo mando dagli americani o dalla "concorrenza".
Se da me viene uno brutto e goffo,  ma umile ed intelligente, gli faccio capire invece quali saranno i suoi margini d'azione dal mio punto di vista, e come dovrà muoversi per ottenere risultati e trovare il suo ambiente elettivo. Ovviamente, rimanendo con i piedi per terra (che spesso è una terra che il tipo in questione non pensava di poter calpestare...)

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: