Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Il cubo?!

(Letto 877 volte)

Il cubo?!

« del: 17 Febbraio 2015, 16:27:21 »

Signori,
Leggendo alcuni post ho trovato riferimenti ad una certa (tecnica del cubo?) (Cubo del deserto? )
Qualcuno può spiegrami cosa sarebbe?
Grazie Smile

Loggato


* Iscriviti per visualizzare le immagini

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano giocare
Better Safe than Sorry
I Need a Crowd of people but i can't face them day to day
Il difficile non è arrivare in cima,  il difficile è rimanerci
È il momento in cui dubiti di volare che perdi per sempre la facoltà di farlo
A volte il vincitore è un sognatore che non ha mai mollato
Verba Volant, Scripta Manent

Francesco

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 1
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 21
  • Residenza: Ferrara
  • Posts: 52

Re: Il cubo?!

« Risposta #1 del: 17 Febbraio 2015, 19:11:49 »

Citato da: Francesco il 17 Febbraio 2015, 16:27:21

Signori,
Leggendo alcuni post ho trovato riferimenti ad una certa (tecnica del cubo?) (Cubo del deserto? )
Qualcuno può spiegrami cosa sarebbe?
Grazie Smile

E una vecchia routine di cui ho elaborato una mia versione fine anni '80. La postai in un post che non si trova più, e sto lavorando sul database per farlo riemergere.
Temporaneamente riporto il testo integrale del post qui:

Cubo nel deserto: Variante TermYnator
« il: 04 Maggio 2008, 03:27:10 » Rispondi con citazioneCitazione 

--------------------------------------------------------------------------------
In genere non uso routines canned, ma mi è capitato spesso di non aver abbastanza stimoli per
creare storie fantastiche per portare la femina a concedersi.
In molti casi, ho chiuso con la routine del cubo.
Il cubo nel deserto, fa la sua apparizione dopo la metà degli anni '80.
Immediatamente adottato dalla loggia marpionica per le straordinarie possibilità di intrigare che consente, è stato
sprostitutato da molti aspiranti, che oltre che proporlo a gruppi, ne hanno fatto un uso smodato e
fuori luogo. Fattosta, è relativamente difficile trovare donne che non lo conoscono.
IL cubo rimane comunque un ottimo sistema per chiudere la fase che definisco "territorio Virtuale", ovvero la
fase che precede il K-Close.
Ovviamente ho elaborato una mia variante per farlo che vado ad esporre.

Variante TermYnator

Si crea una ciambella dialettica (leggere il TermYpensiero 5) sulla psiche umana, parlando
della potenza e dei misteri dell'ego. Si introduce l'argomento delle potenzialità nascoste e si
comincia a parlare dell'esistenza di test che rivelano queste potenzialità di alcuni lati
nascosti dell'Ego. 90 su 100 la preda dice:
"Mi piacerebbe fare uno di questi test"
Se dorme e non lo dice, si crea un tarlo dicendo che qualche anno fa, vi hanno fatto un test che
vi ha letteralmente lasciato a bocca aperta.
Se la tipa vi chiede quale è, rispondete che siete disposti a farla provare.
Non proponete mai il test di vostra spontanea iniziativa: deve essere richiesto.

Nel momento in cui accetta, cominciate col dire che ci vuole molta atmosfera, e che dovrà
assumere una posizione particolare affinchè il test riesca.
Giocate di C&f nel farle assumere la posizione, e tutte le volte che vi darà risposte stupide nella fase di preparazione.
Le farete porre i suoi piedi sui vostri, seduti uno di fronte all'altro. Le chiederete  di
porre le sue mani sulle vostre (che saranno appoggiate sulle vostre ginocchia). Con molta
calma, guardandola dritto negli occhi, le chiederete di chiuderli, e di cercare di rilassarsi.
Se dice di non riuscirci, ancora C&f, finchè non comincia a rilassarsi.
Cominciate a parlarle, abbassando il tono della voce, chinandovi leggermente verso di lei, in
modo da stare a circa trenta centimetri dalla sua testa.
Questo vi consentirà di usare un tono molto basso, spingendo l'aria con il diaframma piuttosto
che con la cassa toracica (respirate muovendo la pancia e bloccando la cassa toracica).
In questo modo, (cassa molto dilatata) il vostro timbro scenderà molto in basso.
La vostra voce verrà percepita anche a livello cutaneo per l'emissione di frequenze bassissime.
Tendenzialmente, abbassano la testa per poi rialzarla nella seconda fase.
Comincerete a chiederle cosa vede, condizionandola affinchè veda molta luce, luce gialla.
Continuate in questo condizionamento, parlando con una cadenza fissa, lentamente.
Talvolta mantengono una mimica facciale che vi consente di capire quanto state andando vicino
a quello che vede realmente.
Comincerete a muovere i vostri piedi su e giu, per farle perdere la sensazione di stabilità che
conferisce l'appoggio sul suolo: serve a farle perdere l'orientamento spaziotemporale.
Le direte che fa caldo, che sente sempre più caldo, che la luce che vede è il sole, e che
cammina su qualcosa di morbido: le rivelerete che sta camminando sulla sabbia.
Insistete finchè non ammette di sentire caldo.
Spesso se le chiedete dove sta, e siete stato bravo nel liberarla dagli stimoli circostanti,
vi dirà che è nel deserto, se non lo dice, prendete ancora tempo, e dopo un po,'
ditele che cammina nel deserto.
Ogni volta che le comunicate qualcosa, aspettate che lei veda quello che le avete detto di
vedere, poi proseguite.
La prima cosa che deve vedere nella sua camminata nel deserto, è un cubo.
Quindi le direte:
"cosa c'è davanti a te?" dirà qualche minchiata.
Ditele ancora,
"Osserva bene, c'è un cubo, tu vedi un cubo. Avvicinati e descrivilo."
Se non è gia "persa", dovrete con la voce farle "vivere" questo percorso di avvicinamento 
passo passo.
In questa fase non smettete di simulare la morbidezza della sabbia sotto i suoi passi, è gia
abbastanza deconcentrata e "ipnotizzata".
Il cubo è l'immagine che pensiamo gli altri vedano di noi.
La dimensione del cubo è relativa all'autostima, la trasparenza a quanto siamo aperti con il
mondo, il tipo di superficie quanto la vita ci ha scalfiti.
Deve descrivere il cubo, e se non lo fa, con il solito tono sempre più lento e grave, fatele
domande in modo che vi fornisca il massimo numero di dettagli.
Dopo la descrizione del cubo (cercherete di farla parlare, anche facendole  domande, ma sempre
con lo stesso tono di voce, le direte che c'è una scala, e  passerete a farvela descrivere.
La scala rappresenta i valori dell'amicizia.
Quindi più è vicina al cubo, più la persona teoricamente è vicina ai valori  dell’amicizia.
Una scala stesa in terra, è sinonimo di persona che non ha  amici "veri", così come una scala
solida significa che si crede in assoluto  all'amicizia.
Se la scala appoggia al cubo, in genere ci si trova al  cospetto di persone che credono
nell'amicizia, e che hanno amici del cuore.
Anche qui, sta a voi porre delle domande per farvi descrivere meglio  l'oggetto onde fornire
una interpretazione.
IL terzo oggetto, è un cavallo, che simboleggia il sesso. Lo stato di moto è la quantità di
sessso praticata, il colore quello che ci si aspetta o che  si pensa del sesso. Più è scuro,
più si ha una idea del sesso sporca. LA bellezza del cavallo è variabile da persona a persona.
Finite le domande, le comunicherete che il test è finito. Il tutto può richiedere anche 3 
quarti d'ora.
Fornirete la vostra interpretazione modificando di poco il tono, che deve rimanere grave, lento e sexy.
La vostra mimica sarà lentissima, con gesti ampi e descrittivi.
Se ci prendete, e non è molto difficile, avrete creato una situazione di confidenza molto alta.
Sicuramente qualcosa non le piacerà, e potrebbe esserci tensione.
Dopo il vostro verdetto, c'è sempre un momento di stasi, li serve un cambio di posto, o un
piccolo diversivo che cambi improvvisamente l'atmosfera.
Se rimane pensosa, è in fase di riprogrammazione dei valori.
Rilassate la tensione con un "bacio rubato".
Fissate le sue labbra con espressione incuriosita ma divertita. Lo noterà. Se vedete che tende
a sorridere, distogliete subito lo sguardo, guardate da un'altra parte e sorridete anche voi.
Se chiede perchè, rispondetele "Niente, pensavo ad una cosa..." se insiste, tenete duro e
assumete un'atteggiamento di leggera presa in giro, con atteggiamenti poco maschili (da
cucciolo).
Potrebbe arrivare a "picchiarvi" dicendo "E dai, dimmi che c'è".
A quel punto, l'avete accesa, ed è pronta per un bacio normale, ma veloce.

TermYnator
 
« Ultima modifica: 04 Maggio 2008, 03:33:18 da TermYnator »  Segnala al moderatore 
 

« Ultima modifica: 17 Febbraio 2015, 19:13:56 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1687
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 10005

Re: Il cubo?!

« Risposta #2 del: 17 Febbraio 2015, 20:35:34 »

Wow, fantastico!
Grazie "Gran Maestro" per la ricerca in archivio, +1
Queste cose mi sono sempre piaciute come intuire tratti del carattere di una persona dai suoi accessori!
Questa del " cubo del deserto" deve entrare a far parte nel mio repertorio.

Penso che la parte più ostica possa essere il. creare il clima adatto di collaborazione ed indirizzarla sulla luce gialla, poi il resto viene di conseguenza!

Grazie ancora!

Loggato


* Iscriviti per visualizzare le immagini

Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano giocare
Better Safe than Sorry
I Need a Crowd of people but i can't face them day to day
Il difficile non è arrivare in cima,  il difficile è rimanerci
È il momento in cui dubiti di volare che perdi per sempre la facoltà di farlo
A volte il vincitore è un sognatore che non ha mai mollato
Verba Volant, Scripta Manent

Francesco

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 1
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 21
  • Residenza: Ferrara
  • Posts: 52
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: