Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2 3 4   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Essere VERAMENTE se stessi

(Letto 3890 volte)

Essere VERAMENTE se stessi

« del: 23 Aprile 2011, 03:59:32 »

Questa sera sono veramente stanco. Torno da una serata passata con colleghi, partita bene con una cena poi finita "male" quando ci siamo spostati in una discoteca dove ci hanno raggiunto delle bariste che lavorano nel nostro stesso locale.
Naturalmente, all'arrivare delle ragazze, è iniziata la battaglia. Tutti i montoni a incornarsi a vicenda, presto debellati i cuccioli e i meno validi.
E me ne sono tornato a casa con le pive nel sacco.
Da solo, me la gioco bene, ma in una situazione così...perdo punti ad ogni minuto.
Il problema? Io sono uno sulle mie. Mi piace fare il coglione, scherzare, e quando mi ci metto con una ragazza sono stupido in modo incredibile. Allo stesso tempo, con una ragazza già un poco attratta o che posso giocare da solo, sulla pista da ballo la gioco sulla seduzione, puntando per lo più a ONS.
Però stasera, mi spiace ammetterlo, non sono riuscito ad essere l'alpha. Un paio dei presenti già non mi godevano troppo per vecchi trascorsi (e non aiuta) e l'alpha di turno era un ragazzo più grande di me, più alto, obettivamente in tutto più bello, e migliore nel concentrare su di se l'attenzione di un gruppo in una situazione come quella.
Ma il punto di questo post, non sono i nervi che vedo ancora tesi sotto la pelle, è piuttosto il dover, in uno scenario simile, essere quello che non sono. Essere simpatico o divertente in modo per me fin eccessivo (ho visto premiata, come spesso accade, la "clownaggine" piuttosto che qualcosa di più concreto) e nello stesso tempo "combattere" con gli altri alpha presenti...
E' qualcosa a me, al mio comportamento innato, estraneo. Qualcosa che ho più o meno imparato a fare in questi anni di pratica (come amoggare), ma che ancora non è entrato veramente in me perchè in fondo, anche se invidio I RISULTATI di chi riesce a farlo naturalmente, NON VOGLIO farlo entrare.
Quando vedo uno come l'alpha di cui sopra, escludendo le donne dall'equazione, penso solo che sia un coglio*e, e questo non credo riuscirò a toglierlo mai dal mio dna.
Il problema è che quello, e ormai lo so, purtroppo, è il comportamento natural che porta ad agganciare......
Non lo so ragazzi, forse questo post è solo un insieme di pensieri esplosi senza connessione sulla tastiera, ma spero che qualcuno capisca quello che intendo.
E' la voglia di dire ma vaffanculo ora me ne sto per i cazzi miei (o comunque non faccio così il clown) come mi verrebbe naturalmente da fare, e se qualcuna capisce quello che valgo sotto bene, altrmenti amen, di che si scopi il clown.
E' ancora ovvio dire che infine non è così, perchè quando la donna che volevi se ne va con il clown, tu finisci per guardarli con il tuo trucco poco credibile da pagliacco sciolto da una lacrima.
Non voglio fare i discorsi alla Mdp o alla MR. Nice Guy, spero sia chiara la differenza del mio discorso dal classico "io la tratto benissimo, le ragalo di tutto, e lei perchè va con il bastardo??", però per me è una continua battaglia tra quello che ho dentro, il tipo profondo romantico e serio, e il giocatore che sa quello che va fatto per portare a casa il risultato.
Non lo so ragazzi, ogni tanto mi viene davvero da mandare tutto a prostitute, e andarci anche io, che è più facile e costa meno.

Il sempre SOF inside,
Tuono

Loggato


Guardare negli occhi di una persona e volerla possedere, dopo aver studiato a lungo le tecniche per agevolare la cosa, aver personalizzato il processo, aver messo continuamente in discussione se stessi... non è arte da dilettanti, questa.
-Acqua

tuono

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Parma
  • Posts: 192

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #1 del: 23 Aprile 2011, 04:43:26 »

Mi rispondo da solo. Come spesso accade a dirle\scriverle, riusciamo a vedere le cose in modo più ampio.
Questo è successo a me, che ho riletto il mio post fino alla nausea tra spietati replay della serata  Cheesy
Per me questo è già un brutto periodo, per motivi più seri di una nuova hb, di cui potermi vantare qui  Grin. Un periodo di stress elevato, e lo prenderò come rampa di lancio per un cambiamento. Ho deciso di lasciare spazio a quello che sono veramente fregandomene di chiunque altro. E il problema è che io dentro ho un carattere del piffero Cheesy
Sarà dura come, per chi fa palestra, mettere su massa. Parti carico, ma alla prima traccia di pancetta già sei tentato di tornare indietro. Io rischio di allontanare alcune conoscenze, ganciare meno (e in presenza di obbiettivi sarà difficile tenere a bada i comportamenti ormai divenuti autonomi ed adattarli ad un nuovo modo di fare), ma credo che dopo un periodo anche lungo per stabilizzarmi, questo darà frutti anche nel nostro campo.
Intanto terrò magie e trucchi di prestigio in fresco per quando avrò trovato l'equilibrio giusto per usarli, o per la preda della vita Wink

Loggato


Guardare negli occhi di una persona e volerla possedere, dopo aver studiato a lungo le tecniche per agevolare la cosa, aver personalizzato il processo, aver messo continuamente in discussione se stessi... non è arte da dilettanti, questa.
-Acqua

tuono

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Parma
  • Posts: 192

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #2 del: 23 Aprile 2011, 11:08:14 »

Citato da: tuono il 23 Aprile 2011, 03:59:32

Il problema è che quello, e ormai lo so, purtroppo, è il comportamento natural che porta ad agganciare......
Non lo so ragazzi, forse questo post è solo un insieme di pensieri esplosi senza connessione sulla tastiera, ma spero che qualcuno capisca quello che intendo.
E' la voglia di dire ma vaffanculo ora me ne sto per i cazzi miei (o comunque non faccio così il clown) come mi verrebbe naturalmente da fare, e se qualcuna capisce quello che valgo sotto bene, altrmenti amen, di che si scopi il clown.
E' ancora ovvio dire che infine non è così, perchè quando la donna che volevi se ne va con il clown, tu finisci per guardarli con il tuo trucco poco credibile da pagliacco sciolto da una lacrima.

Ma fai bene a non fare il clown per farti notare...Ma tra essere te stesso e deprimerti per quello che ti circonda passa un bel pò..penso che la soluzione al tuo problema sia proprio lì, al di là della serata e del caso specifico. Per come la vedo io è una questione di dinamiche di gruppo. Mi spiego meglio: il comportamento del "clown" ha più influenza sul tuo di quanto la tua stessa presenza ne abbia sul clown. In questo modo non solo parti sconfitto ma rafforzi involontariamente la posizione del Clown. Cosa sarebbe accaduto secondo te se ti fossi comportato normalmente, come se il clown in questione non esistesse?

Citazione

però per me è una continua battaglia tra quello che ho dentro, il tipo profondo romantico e serio, e il giocatore che sa quello che va fatto per portare a casa il risultato.

Se la serata ti fosse andata bene e tu avessi chiuso al posto del Clown, ti saresti posto gli stessi problemi e domande?

Citazione

Non lo so ragazzi, ogni tanto mi viene davvero da mandare tutto a prostitute, e andarci anche io, che è più facile e costa meno.

Non si riduce tutto a mettere il pisello al caldo....e se scrivi questo post  ne sei ben consapevole Wink

Loggato


Lo stupido è uno sciocco che non parla, e in questo è più sopportabile dello sciocco che parla.

G. Casanova

Liam

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Nella Città Dolente
  • Posts: 495

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #3 del: 23 Aprile 2011, 12:22:08 »

Citato da: Liam il 23 Aprile 2011, 11:08:14

Ma fai bene a non fare il clown per farti notare...Ma tra essere te stesso e deprimerti per quello che ti circonda passa un bel pò..penso che la soluzione al tuo problema sia proprio lì, al di là della serata e del caso specifico. Per come la vedo io è una questione di dinamiche di gruppo. Mi spiego meglio: il comportamento del "clown" ha più influenza sul tuo di quanto la tua stessa presenza ne abbia sul clown. In questo modo non solo parti sconfitto ma rafforzi involontariamente la posizione del Clown. Cosa sarebbe accaduto secondo te se ti fossi comportato normalmente, come se il clown in questione non esistesse?

Non è deprimermi...mentre eravamo li anche se non ero con l'hb che puntavamo chiacchieravo con gli altri, ballavo con le altre bariste, niente di deprimente. E' solo che il mio modo di fare, "al naturale" diciamo, non è come quello, ma purtroppo mi sono fatto attirare nella rete... "non discutere mai con uno stupido. Ti porta al suo livello poi ti batte con l'esperienza"
Hai ragione, mi sarei dovuto comportare naturalmente ignorando il suo gioco di fianco a me, che sicuramente mi ha influenzato.
Durante la serata è capitato di andare in macchina entrambi con l'hb in questione (stavano andando soli, mi ci sono abilmente infilato. Il collega a fine serata non mi amava più come all'inizio) e li, dove contavano più le parole, riuscivo a tenere testa, anzi. Però sul dancefloor, non ce l'ho fatta ad essere me stesso.

Citazione

Se la serata ti fosse andata bene e tu avessi chiuso al posto del Clown, ti saresti posto gli stessi problemi e domande?

Beh se la serata finisce a letto diciamo che non sto molto a farmi dei problemi poi  Cheesy Il fine giustifica i mezzi, il rozzo se ne sbatte i coglio*i  Grin
Però si, anche se avessi guadagnato molti più punti (già si era parlato di uscire soli io e lei. Ieri sera avrei dovuto approfittarne per attrarla invece avevo questo marcantonio di fianco che non aiutava molto. E a fine serata, quando nel salutarci poi le ho detto "allora uno di questi giorni andiamo a bere qualcosa solo noi due", ha risposto con un "ci sentiamo" poco poco rassicurante), mi sarei fatto le stesse domande.
Perchè non è la prima volta che me le faccio. E' LA DOMANDA, quella che ha messo in crisi ognuno, o almeno me, all'inizio della trasformazione da MdP: Essere te stesso aiuta. Fino a che punto?

Citazione

Non si riduce tutto a mettere il pisello al caldo....e se scrivi questo post  ne sei ben consapevole Wink

eh lo so sarebbe tutto più semplice Wink

Loggato


Guardare negli occhi di una persona e volerla possedere, dopo aver studiato a lungo le tecniche per agevolare la cosa, aver personalizzato il processo, aver messo continuamente in discussione se stessi... non è arte da dilettanti, questa.
-Acqua

tuono

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Parma
  • Posts: 192

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #4 del: 23 Aprile 2011, 13:56:09 »

Citazione

Durante la serata è capitato di andare in macchina entrambi con l'hb in questione (stavano andando soli, mi ci sono abilmente infilato. Il collega a fine serata non mi amava più come all'inizio)

Perché? Non puoi certo chiuderla in una situazione del genere, tu stesso dici che ti trovi a disagio a giocartela accanto a lui. Se ti vedi debole in un campo e forte in un altro, stai nascosto dove sei debole e attacca dove ti ritieni forte.
Così come hai fatto, oltre a non ottenere niente, rischi di farti un nemico.
L'amara verità è che se la tipa la vuole smollare a costui, il modo prima o poi lo trova. Così come se la vuole smollare a te, questo succederà a patto che tu giochi nel tuo campo.

Loggato

La Fleur

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 4
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 35
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 63

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #5 del: 23 Aprile 2011, 14:13:26 »

si hai ragione. Non sono andato li per evitargli di andare in camporella (la tipa doveva solo andare a prendere la sorella e tornare indietro), quello lo so che se sono già nella situazione di farlo, lo faranno semplicemente con 10 minuti di ritardo.
Sono andato volentieri, gioco a parte, perchè li rimanevano solo pochi e conosciuti per lo più ieri sera, quindi preferivo in ogni caso stare con  l'hb e il collega.
Per quanto riguarda il gioco, come ho detto me la gioco male di fianco a lui in un contesto come la discoteca dove eravamo prima. In macchina, il gioco era tutt'altro, e come ho detto anche la dinamica di gruppo è stata completamente diversa.
Si, più che un nemico c'è la possibilità di non farsi quello che poteva essere un amico. Qualche punto con lui forse l'ho perso, così come lui con me, però è normale. Metti tra due uomini la donna che vogliono entrambi, ed il fair play andrà a farsi benedire.

Devo modellare il mio gioco per l'ennesima volta, strutturarlo meglio su di me. Devo imparare a non farmi influenzare tanto dall'ambiente attorno

Loggato


Guardare negli occhi di una persona e volerla possedere, dopo aver studiato a lungo le tecniche per agevolare la cosa, aver personalizzato il processo, aver messo continuamente in discussione se stessi... non è arte da dilettanti, questa.
-Acqua

tuono

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Parma
  • Posts: 192

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #6 del: 23 Aprile 2011, 14:54:26 »

Citato da: tuono il 23 Aprile 2011, 12:22:08

E' LA DOMANDA, quella che ha messo in crisi ognuno, o almeno me, all'inizio della trasformazione da MdP: Essere te stesso aiuta. Fino a che punto?
eh lo so sarebbe tutto più semplice Wink

Questo è un discorso articolato su cui ho riflettuto non poco. Allora, l'idea che mi sono fatto è questa:

  • Sii te stesso e accetta completamente quello che sei ora, senza sensi di colpa o auto-punizioni. Io sono così, punto. Non sarà bello, alcune cose non vanno bene, ma ora è così.
  • Quali sono gli aspetti del tuo modo di essere e comportarti che puoi cambiare per te stesso?
  • Avendo le idee chiare su quello che sei, quali tipi di ragazze ti interessano? In quale situazione sei "il migliore"? Vai dove ci sono le donne che ti piacciono, crea un territorio virtuale calibrato sulla tua persona ed i tuoi pregi e conducila a casa tua Smile

Avendo il carattere ed il modo di pensare che mi ritrovo, tendente come sono al pensare decisamente TROPPO, quando mi accorgo che sono confuso per emergere dalla nebbia con una rinnovata chiarezza... metto tutto da parte e mi dedico a rilassarmi e rifocalizzarmi su quello che sono. Perchè prima vengo io (e non mi si prenda per egoista perchè non lo sono affatto, so che capite cosa intendo).

Loggato


"Non avendo la mia dignità un prezzo, se una donna lede la mia dignità, molto cavallerescamente la mando affaculo. Con fermezza." -TermYnator

"I ragazzi di oggi sono rincoglioniti: non ci provano! Tu devi essere una MIETITREBBIA, e le donne sono il tuo campo di grano." (mio mentore)

"Le donne sono delicate, talmente delicate da aver imparato a far male senza muovere un dito." -Acqua

"una persona intelligente cerca sempre di prendere il meglio da ogni cosa" -TheMadHatter (senza lasciarsi intrappolare in un determinato schema di pensiero...e soprattutto cerca di pensare con la sua testa senza rigurgitare continuamente pensieri altrui, per quanto saggi siano...).

"viaggiare apre la mente ,ma fa' girare le palle" -Jason N. Dohring

Sawyer

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 69

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #7 del: 23 Aprile 2011, 14:56:03 »

Citato da: tuono il 23 Aprile 2011, 14:13:26

Devo modellare il mio gioco per l'ennesima volta, strutturarlo meglio su di me. Devo imparare a non farmi influenzare tanto dall'ambiente attorno

A non farti influenzare negativamente sono d'accordo.

Loggato


"Non avendo la mia dignità un prezzo, se una donna lede la mia dignità, molto cavallerescamente la mando affaculo. Con fermezza." -TermYnator

"I ragazzi di oggi sono rincoglioniti: non ci provano! Tu devi essere una MIETITREBBIA, e le donne sono il tuo campo di grano." (mio mentore)

"Le donne sono delicate, talmente delicate da aver imparato a far male senza muovere un dito." -Acqua

"una persona intelligente cerca sempre di prendere il meglio da ogni cosa" -TheMadHatter (senza lasciarsi intrappolare in un determinato schema di pensiero...e soprattutto cerca di pensare con la sua testa senza rigurgitare continuamente pensieri altrui, per quanto saggi siano...).

"viaggiare apre la mente ,ma fa' girare le palle" -Jason N. Dohring

Sawyer

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 69

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #8 del: 26 Aprile 2011, 14:21:52 »

Non puoi essere te stesso semplicemente perché sei già te stesso.
Il "te stesso" non è quello che cerca di imitare l'Alpha o che cerca continuamente espedienti per attrarre su di se l'attenzione, ma è quello che ha scritto questo post e si è accorto di quanto tutto ciò sia sbagliato.

Non piaci semplicemente perché non ti piaci.
Se volessi vendere la tua auto, chiunque sarebbe disposto a pagarla un po di più se a te quell'auto piace e ci tieni, anche se vuoi venderla. Se al contrario mentre me la vendi noto che non ne sei interessato, il mio prezzo si abbasserà e troverà un equilibrio con la tua insoddisfazione nei confronti di quell'auto.

Tu non vali più o meno di quello che chiami "l'Alpha", la differenza sta nella tua percezione di valutare te stesso rispetto a quella che ha l'Alpha di valutare se stesso. Quella percezione in realtà non è qualcosa di così astratto, di spirituale, di intangibile... al contrario ! E' paragonabile a quella sensazione di disagio che puoi provare quando entri in una stanza in cui è appena terminata una lite furibonda, oppure a quella che senti quando sei in presenza di una persona che ti vuole molto bene e che senti molto vicina. Quella sensazione esiste, anche quando la ignori.

Il problema di fondo è che purtroppo non puoi alzarti una mattina e dire "Ok! da oggi mi piaccio... fanculo tutti", non funziona così. E' un percorso che fai nel tempo e per il quale devi essere maturo... ed il sarge, la seduzione, le ONS... con questo non centrano nulla  Wink

In bocca al lupo

A.

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #9 del: 26 Aprile 2011, 17:09:53 »

Concetto mooolto complesso quello di "essere se stessi": in generale, diffidare da chi propone risposte semplici!
Io credo che gli altri percepiscano che non siamo noi stessi quando stiamo "facendo" qualcosa, ovvero quando puzziamo di artificiosità, quando si intravede una progettazione nei nostri comportamenti. Se tu volessi essere te stesso, dovresti semplicemente "essere", non calcolare, non pensare, essere istintivo, dire quello che ti viene come ti viene, parlare se hai voglia e startene zitto se ti va di stare zitto.
Da ciò si capisce come essere se stesso non sia la soluzione a tutti i mali, anzi.
La società non ti accetta "al naturale" (a meno che tu non sia perfetto al naturale, s'intende).
Quindi, il giochino è questo: migliorare questo "essere", in modo che tra un po' di tempo potrai essere te stesso, essere figo, ed essere accettato dalla società per quello che sei.
Come fare?
C'è il forum per questo.
In breve: non fingere, non "fare", inizia a limitare i tuoi difetti principali, poi inizia a coltivare i tuoi pregi, migliora corpo, mente, cultura, viaggia, DIVERTITI il più possibile (prima regola, senza di questa è tutto inutile), non giudicarti, non romperti le palle da solo, non fare i capricci su una tipa in particolare, non idealizzare le donne, non metterti in competizione con gli altri, non subordinare la tua felicità a niente in particolare ma godi di tutto quello che puoi, non prenderti troppo sul serio perché - stringi stringi - oggi ci sei, domani chissà (sgrat sgrat). Bisogna migliorare, certo, bisogna scopare, certo, bisogna essere felici, certo, ma sempre positivi, felici e riconoscenti per quello che abbiamo, sbattendosene un po' le palle se non abbiamo proprio tutto tutto, sennò si diventerebbe come quei bambini che piangono se non hanno il giochino che vogliono: con la differenza che ora il giochino ha le tette grandi, morbide e abbronzate.

Loggato

Edward Bloom

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 160
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 34
  • Posts: 410

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #10 del: 26 Aprile 2011, 18:46:19 »

Citato da: Edward Bloom il 26 Aprile 2011, 17:09:53

Se tu volessi essere te stesso, dovresti semplicemente "essere", non calcolare, non pensare, essere istintivo, dire quello che ti viene come ti viene, parlare se hai voglia e startene zitto se ti va di stare zitto.
Da ciò si capisce come essere se stesso non sia la soluzione a tutti i mali, anzi.
La società non ti accetta "al naturale" (a meno che tu non sia perfetto al naturale, s'intende).
Quindi, il giochino è questo: migliorare questo "essere", in modo che tra un po' di tempo potrai essere te stesso, essere figo, ed essere accettato dalla società per quello che sei.

Amen! + Thumbs Up

Loggato


"Non avendo la mia dignità un prezzo, se una donna lede la mia dignità, molto cavallerescamente la mando affaculo. Con fermezza." -TermYnator

"I ragazzi di oggi sono rincoglioniti: non ci provano! Tu devi essere una MIETITREBBIA, e le donne sono il tuo campo di grano." (mio mentore)

"Le donne sono delicate, talmente delicate da aver imparato a far male senza muovere un dito." -Acqua

"una persona intelligente cerca sempre di prendere il meglio da ogni cosa" -TheMadHatter (senza lasciarsi intrappolare in un determinato schema di pensiero...e soprattutto cerca di pensare con la sua testa senza rigurgitare continuamente pensieri altrui, per quanto saggi siano...).

"viaggiare apre la mente ,ma fa' girare le palle" -Jason N. Dohring

Sawyer

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 12
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 69

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #11 del: 27 Aprile 2011, 08:48:31 »

Citato da: Edward Bloom il 26 Aprile 2011, 17:09:53

Concetto mooolto complesso quello di "essere se stessi": in generale, diffidare da chi propone risposte semplici!

La società è stracolma di risposte complesse, di libri che articolano concetti ed estrapolano nozioni, di procedure da seguire per ottenere qualcosa. Questa complessità non mi pare abbia portato a grandi risultati. Io diffido al contrario di chi tenta di spiegare ogni cosa con il pensiero, anziché accettarla per ciò che è.

Citazione

Se tu volessi essere te stesso, dovresti semplicemente "essere", non calcolare, non pensare, essere istintivo, dire quello che ti viene come ti viene, parlare se hai voglia e startene zitto se ti va di stare zitto.
Da ciò si capisce come essere se stesso non sia la soluzione a tutti i mali, anzi.
La società non ti accetta "al naturale" (a meno che tu non sia perfetto al naturale, s'intende).
Quindi, il giochino è questo: migliorare questo "essere", in modo che tra un po' di tempo potrai essere te stesso, essere figo, ed essere accettato dalla società per quello che sei.

Essere se stessi non è una soluzione, non è nemmeno un problema, è semplicemente la condizione in cui si manifesta la vita. Un albero è se stesso e non pensa di dover essere migliore. Un pesce è se stesso, se si rendesse conto che avere le ali potrebbe rendergli la vita più semplice, inizierebbe a pensare come fare per ottenerle, non ce la farebbe ed alla fine diverrebbe triste come chiunque vuole ottenere ad ogni costo qualcosa, senza riuscirci.
"La società non ti accetta al naturale" è solo una tua illusione, è dovuta al tuo stesso non accettare le persone che hai attorno, a volerle migliori di come sono, quindi ciò si riflette su te stesso e sul tuo modo di percepire come ti vedono gli altri.
Sei talmente concentrato sulla società che non ti curi nemmeno di sentire ciò che vuoi tu. Ti basta soddisfare le necessità di chi ti sta attorno per godere di un po di pace e quando chi ti è attorno non ti accetta allora provi ansia.
Questa non è la strada per essere se stessi.
Non puoi "migliorare" te stesso, non puoi nemmeno peggiorarlo, non è un muscolo da sviluppare, una chioma da acconciare, un vestito da abbinare. Tutto ciò che in realtà fai non è altro che abbellire una maschera che cadrà sempre e comunque quando sarai solo con te stesso. Ogni volta e per il resto della tua vita.

Citazione

Come fare?
C'è il forum per questo.

Certo. Ci sono anche pastiglie per questo, ci sono libri per questo, ci sono persone che sotto compenso ti aiutano a fare questo, poi ci sono modelli da seguire per questo, istruzioni, scalette, consigli, opinioni, giudizi.
C'è tutto un mondo che può dirti come devi essere per essere accettato... ma dal mondo stesso, non da te stesso.

Citazione

In breve: non fingere, non "fare", inizia a limitare i tuoi difetti principali

Riesci a cogliere la profonda incoerenza di questa tua frase ?

Citazione

non giudicarti, non romperti le palle da solo... non metterti in competizione con gli altri, non subordinare la tua felicità a niente in particolare... Bisogna migliorare, certo, bisogna scopare, certo, bisogna essere felici, certo, ma sempre positivi, felici e riconoscenti per quello che abbiamo, sbattendosene un po' le palle se non abbiamo proprio tutto tutto

Riesci a cogliere l'incoerenza di ciò che dici ?

Dici di non fare, poi dici come fare.

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #12 del: 27 Aprile 2011, 09:25:03 »

Wow, ma allora sei davvero un maschio alpha!!   Laughing Laughing Laughing
Ti spiego educatamente perché non meriti risposta nel merito:
1. Un tono inutilmente arrogante e con atteggiamento di superiorità: non mi sta bene nella vita reale, figuriamoci su un forum.
2. Tenti di farmi un'analisi psicologica da fattucchiera, arrivando addirittura a concludere che sono talmente concentrato sulla società che non mi curo nemmeno di sentire ciò che voglio davvero: devi conoscermi davvero bene!
3. Accusi me di incoerenza, quando sei tu a non avere neanche provato a capire quello che ho scritto.
4. Anzi, non solo mi accusi di incoerenza, addirittura dubiti che io riesca a coglierla (qui sfiori il comico!)
5. Sette giorni fa gettavi cacca su questa forum, ora torni con l'atteggiamento peggiore possibile: quello di chi banalizza i problemi, non si sforza di capire il punto di vista degli altri, e attacca alla rinfusa per ottenere visibilità.
6. Quindi in definitiva con questi atteggiamenti non dimostri di essere "presuntuoso, saccente o più semplicemente un rompicoglioni": dimostri semplicemente scarsa intelligenza e insicurezza (ma non ti preoccupare, la seconda non è una malattia incurabile).
Se ti interessa (ma ne dubito) davvero un dialogo costruttivo su questi temi a me fa molto piacere, anche se le tue obiezioni sono così campate in aria che mi stupisce tu le sostenga in buona fede.
Riformula le tue obiezioni depurandole dagli atteggiamenti di superiorità e dalle pseudo-analisi psicologiche "for dummies" sulla mia persona, e ne discutiamo insieme con piacere e nel dettaglio.

Loggato

Edward Bloom

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 160
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 34
  • Posts: 410

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #13 del: 27 Aprile 2011, 10:21:23 »

Mi spiace tu ti sia sentito attaccato. Rispetto la tua opinione ed ho condiviso la mia.
Tu hai dato consigli a Tuono perché hai voluto insegnargli qualcosa.
Io ne ho dati a te per lo stesso motivo.
Ora tu ne dai a me per lo stesso identico motivo.
Come vedi ognuno ha voluto insegnare qualcosa all'altro. Il valore di una persona non è nelle parole, non ti ho giudicato come persona, conosco solo le tue parole.

Ho sostenuto che ci sia incoerenza in ciò che dici, lo sostengo ancora.

Ti auguro una buona giornata

Loggato


...ovviamente IMHO


=> Se ti sei sentito infastidito da questa mia risposta,
se pensi che io sia presuntuoso,
saccente o più semplicemente un rompicoglioni...
invece di guaire sterili offese da BETA,
mandami un PM e dai un senso alla tua protesta !!!
 Ci conto !!! Smile <=

Maschio Alpha

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 36
  • Posts: 917

Re: Essere VERAMENTE se stessi

« Risposta #14 del: 27 Aprile 2011, 10:51:38 »

Citato da: Maschio Alpha il 27 Aprile 2011, 10:21:23

Mi spiace tu ti sia sentito attaccato. Rispetto la tua opinione ed ho condiviso la mia.
Tu hai dato consigli a Tuono perché hai voluto insegnargli qualcosa.
Io ne ho dati a te per lo stesso motivo.
Ora tu ne dai a me per lo stesso identico motivo.
Come vedi ognuno ha voluto insegnare qualcosa all'altro. Il valore di una persona non è nelle parole, non ti ho giudicato come persona, conosco solo le tue parole.

Ho sostenuto che ci sia incoerenza in ciò che dici, lo sostengo ancora.

Ti auguro una buona giornata

No.
Prenditi le responsabilità di quello che dici, non nasconderti ora dietro un dito, non fare quello che lancia il sasso e poi si appiglia al politicamente corretto: diversamente, significa che non stiamo operando su un piano di reciproco rispetto.
Quindi, chiamiamo le cose con il loro nome.
Non mi sono sentito attaccato, mi hai attaccato. Sul piano personale.
Io ho dato consigli a Tuono perché ne aveva chiesti.
Tu non mi hai dato nessun consiglio: per dare un consiglio bisogna prima capire qual è il problema, se c'è un problema, se siamo in grado di aiutare a risolverlo, ecc. ecc.
Io, al tempo stesso, non ti ho dato alcun consiglio: non ti ho neanche risposto nel merito.

Per il resto, ribadisco, se davvero sei interessato ad avviare un dialogo costruttivo su questi argomenti, e quindi mi hai risposto in buona fede per avviare un dibattito interessante, sarà gradito un tuo riformulare le obiezioni senza giudizi nei miei confronti e senza atteggiamenti di superiorità.

Altrimenti, hai fatto la figura che hai fatto. Succede, io ne faccio di peggiori  Grin

Ciao, buona giornata anche a te

Loggato

Edward Bloom

  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 160
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 34
  • Posts: 410
Pagine: [1] 2 3 4   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: