Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

(Letto 1656 volte)

Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« del: 01 Luglio 2013, 17:22:46 »

Buon pomeriggio a tutti.
Ho deciso di scrivere questa serie di topic con una storia piuttosto lunga, a causa di una situazione che si protrae praticamente da sempre e che si è conclusa ieri sera, quando ho deciso che era veramente troppo.
Come il titolo politically incorrect indica, quanto scriverò sarà altrettanto politically incorrect: sono tutte cose che ho realmente fatto, e se vi darò l'impressione di essere stato un vero pezzo di cacca, vi informo che non ho nulla di cui pentirmi. Io sono una persona molto buona, ma se mi vengono calpestate le palle con una certa recidività, non rispondo di me.
I post non vogliono essere un compendio esaustivo per risolvere il problema che andrò a trattare, quanto piuttosto, un distillato di amor proprio da cui spero qualcuno possa trarre utili spunti e insegnamenti.

Noi, poveri tapini. Il MdP che inizia un percorso di crescita personale, impara presto ad adottare una politica mentale atta al perseguimento di determinati risultati. Il più importante di questi obiettivi, che è anche il fine ultimo della crescita personale, è quello di cercare liberamente la propria strada, costruirsi la propria rete sociale "giusta" e crearsi le occasioni.
Ogni tassello che va a comporre il mosaico serve al potenziamento dei propri fondamentali e al perseguimento della felicità, o almeno, serve a trovare se stessi. Tutto questo, viene quindi realizzato passo dopo passo, briciola dopo briciola, come la formica che trasporta il cibo nella tana passando accanto alla cicala che sta sul ramo a grattarsi i coglioni. Quindi, se è importante raggiungere gli obiettivi giorno per giorno, è altrettanto importante difendere il duro lavoro fatto. Con qualsiasi mezzo.

L'amico piacione. Tutti abbiamo conosciuto almeno un amico che piace e strapiace, carismatico, con un forte magnetismo, che risulta simpatico a tutti in qualunque giro di amicizie, e se le tromba tutte e subito.
Probabilmente, qualche volta abbiamo anche pensato di torturarlo fino alla pazzia pur di farci svelare i suoi segreti, cosa che, in tuttà onestà, ha sempre fatto. Eppure, mai abbiamo avuto successo, e anche se lo frequentiamo da due-tre-ventordici anni, siamo sempre rimasti al punto di partenza.
Ad un certo punto, ci è venuto spontaneo pensare di essere sbagliati noi, di essere inetti e somari nel rimorchio, e abbiamo continuato a chiedergli come conquistare quella certa altra ragazza, quell'altra e quell'altra ancora. Tutte senza successo.
A lungo andare si sfocia in una sorta di complesso di inferiorità nei suoi confronti, e ci si avvilisce, e nonostante questo, il processo di inferiorità nel nostro cervello ci spinge ancora di più a cercarlo nella speranza di carpire davvero la formula magica.

Il buco nero. Sì, parlo di quello che immaginate voi, brutti maiali: parlo della tendenza del nostro amico piacione a non averne mai abbastanza.
"E ci mancherebbe, che non ne ha mai abbastanza!", mi risponderete voi. Fin qui ci siamo, avete ragione.
Ma andiamo avanti. Prendiamo il fatto che noi poveri MdP, per anni, gli abbiamo ingenuamente indicato decine e decine di ragazze che ci piacevano e per le quali gli abbiamo chiesto ingenuamente centinaia di consigli su come provarci. Avete preso questo fatto? Bene, ora mettetelo accanto al fatto che i suoi consigli non funzionavano mai.
Notate niente di strano? Vi do un aiuto: lui conosce tutte le ragazze che gli avete indicato.
Quindi, in realtà, il vero problema è che, nel momento in cui gli chiedete un consiglio per provarci con quella che vi piace, lui ripensa al pompino che la stessa tipa gli ha fatto la sera precedente.
Magari qualche volta vi è anche venuto il sospetto e gliel'avete detto, e l'unica risposta che avete avuto è stata "ma no tranquillo, veramente".
Bene, questa persona dentro di sé ha una sorta di buco nero, vuole solo prendere, usurpare e saccheggiare senza mai dare, senza mai guardare in faccia nessuno, nemmeno gli amici. Il duro lavoro di creare dei giri di amicizie ad alto potenziale gnocca, lo lascia fare a noi grattandosi i coglioni sul ramo, e poi tramite noi e la nostra bontà, si infila in questi giri e li prosciuga, li usurpa senza pietà alcuna.
La brutta notizia, è che da questo super facchino della figa abbiamo solo da imparare: è talmente bravo nelle sue arti illusorie, ed è talmente egoista e opportunista, che ci fregherà sempre qualunque donna di nostro gradimento noi gli indicheremo.
La buona notizia, è che un certo TermYnator ci ha lasciato una grande eredità, quindi questo amico non ci serve a un caxxo.

Il sonno si fa leggero. Tutto parte dal secondo anno dell'università, quando ho iniziato ad essere meno assopito ed ignaro del mio grande potenziale.
Pian piano, ho allargato i confini della mia socialità e ho iniziato a cercare di parlare con tutti, perché dopo un anno mi ero reso conto di non aver legato ancora con nessuno.
Socialmente, però, dipendevo ancora dal mio amico amico del cuore, che chiameremo Mario: lo conosco dalla prima elementare e poi l'ho ritrovato nella mia classe per tutti i 5 con del liceo, e ora siamo all'università insieme.
Mario era, ed è, un ragazzo che riesce sempre a trombarsele tutte, anche se è affetto da sindrome da modello vincolante.
Comunque, com'è intuibile, era lui che apriva, lui che attaccava bottone, ecc... io, banalmente mi accodavo anche se con risultati piuttosto scadenti, perché tutti prendevano più in considerazione lui anziché me.
Nell'unica piccolissima cerchia di amicizie universitarie che ero riuscito a crearmi per conto mio, c'era una ragazza che mi piaceva (chiamiamola Giovanna), e io ovviamente da gran coglione gliela indicai. Un giorno la incontrai sul treno di ritorno. Ero con Mario, e non contento, gliela presentai.
Come ho detto, era sempre stato il mio migliore amico, ma un paio di settimane dopo quella presentazione, per la prima volta in vita mia, iniziai ad odiarlo profondamente. Quando con noi era presente Giovanna, intuivo che qualcosa non andava, e siccome Mario aveva sempre avuto la fama di essere un gran prostitutiere, presto mi venne il sospetto che lui ci provasse con lei.
Ricordo che una volta, abbastanza alterato, gli dissi di tenerci a Giovanna e che almeno poteva evitare di provarci, e lui, come da copione, assunse un atteggiamento da amico e mi rispose "ma no tranquillo... no davvero, figurati".
Tra "crederci" e "decidere di crederci", la differenza è sottile. Io decisi di crederci, e di continuare ad essergli amico, ma da quel momento, più o meno inconsciamente, iniziai a fare tutt'altro.
Per la prima volta in vita mia, dentro di me sentii attivarsi l'amor proprio senza compromessi: Mario era diventato un mio nemico, e vie di mezzo non ne esistevano più.
Ed essendo diventato un mio nemico, iniziai ad avere una visione diversa di lui, fatta esclusivamente di punti deboli su cui infierire.
Al prossimo post.

Lupo

Loggato

Lupo

  • CSI-2-Iced
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 57
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Posts: 874

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #1 del: 01 Luglio 2013, 18:22:40 »

Citato da: Lupo il 01 Luglio 2013, 17:22:46

[...]
Tra "crederci" e "decidere di crederci", la differenza è sottile. Io decisi di crederci, e di continuare ad essergli amico, ma da quel momento, più o meno inconsciamente, iniziai a fare tutt'altro.
Per la prima volta in vita mia, dentro di me sentii attivarsi l'amor proprio senza compromessi: Mario era diventato un mio nemico, e vie di mezzo non ne esistevano più.
Ed essendo diventato un mio nemico, iniziai ad avere una visione diversa di lui, fatta esclusivamente di punti deboli su cui infierire.
Al prossimo post.

Lupo

Lupo, ne hai preso coscienza. Aspettiamo di leggere il resto, ma infierire ti fa sentire meglio?
Forse Mario non è mai stato un amico ma non farlo diventare nemmeno un nemico.
Vabe, aspettiamo di leggere il resto.

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #2 del: 01 Luglio 2013, 20:48:30 »

Ti capisco Lupo perchè pure io ho avuto un amico così....gran donnaiolo.....ma lo sai qual'è la differenza fra noi e i donnaioli? che noi abbiamo il metodo TM che ci dà una conoscenza molto più profonda delle dinamiche femminili...certo i donnaioli hanno un'abilità innata...ma secondo me ci corre un mare tra noi e loro. Siamo qui per imparare a sedurre e ognuno ha i suoi motivi. io personalmente non consideravo più il mio amico come tale perchè l'amicizia è fatta di fiducia reciproca. Se io gli dico che tengo a una donna...se è mio amico per amore nei miei riguardi (l'amicizia è una forma di amore) la lascia perdere, a maggior ragione quando sa quanta gnocca può trovare....ma se non lo fa non è un amico. Un VU il donnaiolo se lo mangia a colazione!!!!!

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #3 del: 01 Luglio 2013, 21:12:17 »

Lupo, la tua condizione di MdP conclamato non è dipesa da Mario, ma da una serie di vistose lacune TUE. Non serve a nulla imputare i propri insuccessi al comportamento scorretto degli altri. L' errore di fondo, che ho commesso anch' io  in passato, sta nell' aver riposto le proprie speranze di rimorchio non su di sé, ma sull' eventuale contributo delle compagnie frequentate affinché ci venisse presentata qualche tipa con cui provarci. Invece ci dobbiamo arrangiare, siamo soli! Gli altri, semmai, se possono, ci prendono, col caxxo che ci danno . È normale, ed è per certi versi giusto.

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #4 del: 01 Luglio 2013, 21:45:00 »

Citato da: Spartacvs il 01 Luglio 2013, 18:22:40

Lupo, ne hai preso coscienza. Aspettiamo di leggere il resto, ma infierire ti fa sentire meglio?
Forse Mario non è mai stato un amico ma non farlo diventare nemmeno un nemico.
Vabe, aspettiamo di leggere il resto.

Non è questione di sentirsi meglio o meno. E' questione di difendere il proprio territorio e basta, ovvero il territorio del quale vogliamo diventare gli alpha incontrastati.
Nessuno infierisce senza che tu gliene dia motivo... solo gli stupidi che ce l'hanno con il mondo, lo fanno. Io non sono sadico, non sono cattivo, non porto rancore: chi non si comporta bene con me è stato già punito abbastanza dalla vita anche senza il mio contributo, e la cosa peggiore che puoi fare ad una persona, è tagliarla fuori dalla tua vita. Se non gliene frega niente, allora non è mai stata davvero tua amica.
Io sono stato costretto a notare questi punti deboli e a regolarmi di conseguenza.
Molto semplicemente, il discorso è questo: se ti avvicini ad un cane per accarezzarlo, e lui ringhia, devi sapere che nella sua mente il ringhio equivale ad un avvertimento più che sufficiente che per dirti di levarti dalle balle.
Se tu ignori questo messaggio, e continui a disturbare il cane che ti ha già ringhiato, nella sua testa pensa "Ahò, ma allora sei de coccio!", e abbaia più forte digrignando i denti.
Se ignori il messaggio anche questa volta, il cane senza fiatare ti porta via la mano con un morso.
A quel punto piangi perchè ti fa male la mano e vorresti prenderlo a calci... beh, ti sfugge un particolare: nessuno ti aveva chiesto di rompere i coglioni al cane.

Citato da: Armwrestle il 01 Luglio 2013, 20:48:30

io personalmente non consideravo più il mio amico come tale perchè l'amicizia è fatta di fiducia reciproca. Se io gli dico che tengo a una donna...se è mio amico per amore nei miei riguardi (l'amicizia è una forma di amore) la lascia perdere, a maggior ragione quando sa quanta gnocca può trovare....ma se non lo fa non è un amico. Un VU il donnaiolo se lo mangia a colazione!!!!!

Non sono d'accordo.
Se nessuno rimorchiasse le amiche degli altri, probabilmente la nostra specie si sarebbe estinta già da tempo.
Quindi, in realtà, io trovo assolutamente ammissibile che ci si provi con l'amica di un nostro amico, anche se piace ad entrambi. Come si dice, vinca il migliore.
Ma posso ammetterne, una, due, tre... non tutte quante indistintamente! Perchè a quel punto non si tratta più di rimorchio e basta, si tratta di collezionare tutte le fiche che piacciono al tuo amico che poveretto sta messo peggio di te, e quindi te ne approfitti!
Ad occhio, già si capisce benissimo chi è che ha un atteggiamento da bracconiere selvaggio e incivile e chi invece caccia rispettando le regole. E' solo che siccome queste regole non sono scritte da nessuna parte, spesso si fa finta di non vederle.

Citato da: Shark72 il 01 Luglio 2013, 21:12:17

Lupo, la tua condizione di MdP conclamato non è dipesa da Mario, ma da una serie di vistose lacune TUE. Non serve a nulla imputare i propri insuccessi al comportamento scorretto degli altri.

Dove hai letto queste cose? Non sto dando la colpa a nessuno, anzi... forse da questo post ancora non puoi capirlo.

Citato da: Shark72 il 01 Luglio 2013, 21:12:17

L' errore di fondo, che ho commesso anch' io  in passato, sta nell' aver riposto le proprie speranze di rimorchio non su di sé, ma sull' eventuale contributo delle compagnie frequentate affinché ci venisse presentata qualche tipa con cui provarci. Invece ci dobbiamo arrangiare, siamo soli! Gli altri, semmai, se possono, ci prendono, col caxxo che ci danno . È normale, ed è per certi versi giusto.

Non a caso, questa prima parte è intitolata "Il torpore" Smile c'è quel periodo in cui dormiamo, e non ci accorgiamo di quanto valiamo e di quanto molte persone che sembrano aiutarci, in realtà abbiano tutto l'interesse a tenere spento il nostro potenziale.
Non è affatto un bene, il circolo vizioso di vivere all'ombra dell'amico che ci sa fare sperando di rimorchiare, perchè come hai visto mi ha fatto passare per dei complessi di inferiorità, mi ha reso succube, e mi ha portato alle conclusioni in fondo al post, e a tutto il resto che leggerai in seguito.
Il nodo centrale del tema che voglio trattare, al di là dell'amico escremento, è proprio quello di rialzarsi, farsi la propria vita senza dipendere da nessuno, e ottenere risultati, difendendoli con le unghie e con i denti! Altrimenti facciamo come quello che andò a raccogliere le mele e poi trovò il paniere vuoto perchè il figlio le aveva mangiate di volta in volta Buck

« Ultima modifica: 01 Luglio 2013, 22:15:19 da Lupo »

Loggato

Lupo

  • CSI-2-Iced
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 57
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Posts: 874

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #5 del: 01 Luglio 2013, 22:09:41 »

Lupo hai colto esattamente il mio punto di vista. Anche io credo come te che un amico se ne rimorchia una o due si possa accettare....ma quando le rimorchia tutte  se ne approfitta. é quello che volevo dire io....cioé se una ragazza piace okay vinca il migliore....una volta, due volte....ma quando alla terza gli dico che sono interessato a quella donna e lui ripete il copione allora scassa le palle!!! dovrebbe arrivare un momento in cui l'amico capisce che sta mettendo a repentaglio il rapporto....e tirarsi indietro almeno per una volta. comunque sono d'accordo con shark72 non serve crearsi degli alibi....quando non riusciamo a sedurre dipende sempre dalle nostre lacune. il mio amico donnaiolo io l'ho lasciato nei ricordi del passato e oramai non ci penso più. sedurre dipende solo da noi stessi.

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #6 del: 01 Luglio 2013, 22:23:53 »

Citato da: Armwrestle il 01 Luglio 2013, 22:09:41

comunque sono d'accordo con shark72 non serve crearsi degli alibi....quando non riusciamo a sedurre dipende sempre dalle nostre lacune. il mio amico donnaiolo io l'ho lasciato nei ricordi del passato e oramai non ci penso più. sedurre dipende solo da noi stessi.

Non parlo propriamente di sedurre.
Un MdP inizia ad uscire dalla propria condizione? Ok. Cosa fa? Inizia a potenziare i fondamentali. Uno di questi è la vita sociale, e lui, affrontando se stesso e le proprie paure, pian piano riesce a crearsela sputando veleno. Perchè lo fa? Perchè vuole un ritorno in termini di gnocca, e mi sembra giusto.
Ora facciamoci questa domanda: sarà in grado di rimorchiare questa gnocca? Dal punto di vista della mia trattazione è indifferente: il MdP può anche non essere in grado di rimorchiarne nessuna. Il punto, è che non trovo giusto che il MdP si sia fatto il culo per entrare in giri di amicizie nuovi, e poi arrivi il suo amico piacione zitto zitto e cacchio cacchio che in un baleno se le scopa tutte e si sostituisce a te come alpha del territorio che tu stavi coltivando. Questo atteggiamento da sanguisuga mi fa salire il sangue al cervello.
Vuoi conoscere nuove ragazze da trombare? Nessuno te lo impedisce...
Vuoi conoscere le persone giuste per te con cui passare il tempo? Nessuno te lo impedisce...

ma arrangiati per i cazzi tuoi esattamente

come ho fatto io.

« Ultima modifica: 01 Luglio 2013, 22:29:41 da Lupo »

Loggato

Lupo

  • CSI-2-Iced
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 57
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Posts: 874

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #7 del: 01 Luglio 2013, 22:42:43 »

Si hai pienamente ragione anche a me farebbe incazzare da matti un atteggiamento del genere......la cosa migliore da fare è sganciarsi da simili amicizie....perchè continueranno sempre a ROMPERE IL caxxo!!!!

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #8 del: 01 Luglio 2013, 23:08:51 »

D'accordo anche io!! L'unica soluzione per proteggere il giro dalla presenza invadente del "natural" è evitare i contatti per i primi tempi. Secondo me però bisogna lavorare moltissimo sulla nostra disposizione verso l'"amico" invadente. Non possiamo sentirci inferiori a vita nei suoi confronti, prima o poi la scelta sarà includerlo nel nostro giro e sovrastarlo con la nostra personalità, o escluderlo da qualsiasi tipo di contatto con noi. Purtroppo si tratta di persone che hanno il dono di riuscire in quello che per chiunque su questo forum ha richiesto un minimo di applicazione, e il vederli ambientarsi così facilmente ci da terribilmente al caxxo, ricordando il sangue e veleno sputato da noi per ottenere gli stessi risultati.

Loggato

Trip

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Età: 27
  • Residenza: Torino
  • Posts: 12

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #9 del: 01 Luglio 2013, 23:15:33 »

Citato da: Trip il 01 Luglio 2013, 23:08:51

D'accordo anche io!! L'unica soluzione per proteggere il giro dalla presenza invadente del "natural" è evitare i contatti per i primi tempi. Secondo me però bisogna lavorare moltissimo sulla nostra disposizione verso l'"amico" invadente.

Secondo me invece, se si comporta in quel modo, va fatta una damnatio memoriae di quelle alla grande.

Citato da: Trip il 01 Luglio 2013, 23:08:51

Non possiamo sentirci inferiori a vita nei suoi confronti, prima o poi la scelta sarà includerlo nel nostro giro e sovrastarlo con la nostra personalità, o escluderlo da qualsiasi tipo di contatto con noi.

Discorso interessante. In effetti non è pensabile di passare tutta la vita ad evitarlo perchè "temiamo" la sua presenza e abbiamo paura che ci rovini sempre la piazza.
Però, fino a quando non raggiungeremo il suo livello, è inevitabile il distacco: starci accanto servirà solo a svilirci, e non cresceremo mai.
E detto tra noi: una volta che saremo diventati meglio di lui, sia nel rimorchio che nell'integrità morale; una volta che saremo diventati VU... ma sai cosa ce ne fregherà di uno che ha solo trombato giocando di espedienti alle nostre spalle? Pfffffffffffffffffffff

Citato da: Trip il 01 Luglio 2013, 23:08:51

Purtroppo si tratta di persone che hanno il dono di riuscire in quello che per chiunque su questo forum ha richiesto un minimo di applicazione, e il vederli ambientarsi così facilmente ci da terribilmente al caxxo, ricordando il sangue e veleno sputato da noi per ottenere gli stessi risultati.

Io invece mi incaxxo perchè non hanno rispetto per il tuo lavoro, che è molto diverso dall'invidiarli semplicemente. Invidiarli non serve.

« Ultima modifica: 01 Luglio 2013, 23:23:32 da Lupo »

Loggato

Lupo

  • CSI-2-Iced
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 57
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Posts: 874

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #10 del: 02 Luglio 2013, 08:55:58 »

Citato da: Lupo il 01 Luglio 2013, 21:45:00

Dove hai letto queste cose? Non sto dando la colpa a nessuno, anzi... forse da questo post ancora non puoi capirlo.

Dal tono con cui scrivi, appare più evidente il risentimento verso "l' amico piacione" che quello verso la tua "MdPpaggine" .

Citato da: Lupo il 01 Luglio 2013, 21:45:00

Il nodo centrale del tema che voglio trattare, al di là dell'amico escremento, è proprio quello di rialzarsi, farsi la propria vita senza dipendere da nessuno, e ottenere risultati, difendendoli con le unghie e con i denti! Altrimenti facciamo come quello che andò a raccogliere le mele e poi trovò il paniere vuoto perchè il figlio le aveva mangiate di volta in volta Buck

A mio avviso questo è un problema assai marginale. Nella mia lunga esistenza da MdP, quelli che rimorchiavano non avevano certo bisogno di fregare le possibili prede a noi disperati, anzi, al contrario, eravamo noi che speravamo di raccogliere qualche briciola di avanzi dai loro lauti pasti.

Se qualche volta poi succede, è la legge del più forte :  il lupo va a caccia, e con una lotta estenuante riesce a catturare una pecora, ma se in quel momento compare un puma, se ne deve andare e cedergli la preda. E lo stesso deve fare il puma se sopraggiunge un orso.

Quindi, devi metterti nella condizione di essere te il puma, e poi l' orso, più che restare lupo e limitarti a cercare di ostacolarli !

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #11 del: 02 Luglio 2013, 09:03:14 »

Vado controcorrente..... e se invece di staccarci totalmente dal natural avessimo l'umiltà di stargli vicino senza invidiarlo... osservare, capire ed imparare? Coltivarla veramente l'amicizia e capire se è veramente tale? O era anche una comodità nostra stargli vicino? Pure qui di sfumature ce ne sono migliaia.

Me lo chiedo perchè mi faccio una domanda.

A parti invertite sarei il buon samaritano che non toccherebbe mai l'infatuata dell'amico sfigato o anche io cederei alle (normali) pulsioni giovanili-adolescenziali? E dato che è la donna a scegliere, come si fa?
Ve lo dico perchè mi è capitato di essere sia incudine che martello.

Lupo tu mi rispondi di non portare rancore quando il post prima scrivi:

"iniziai ad avere una visione diversa di lui, fatta esclusivamente di punti deboli su cui infierire."

Alla faccia! Smile

Lo so, ho scritto una cosa talmente "politicamente scorretta" da generar le ire dei più.
Perdonatemi.  Laughing

Loggato


Per chi vuole: restiamo in contatto via Pm.

Spartacvs

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 96
  • Offline Offline
  • Età: 42
  • Posts: 1687

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #12 del: 02 Luglio 2013, 09:31:57 »

Citato da: Spartacvs il 02 Luglio 2013, 09:03:14

Vado controcorrente..... e se invece di staccarci totalmente dal natural avessimo l'umiltà di stargli vicino senza invidiarlo... osservare, capire ed imparare? Coltivarla veramente l'amicizia e capire se è veramente tale? O era anche una comodità nostra stargli vicino? Pure qui di sfumature ce ne sono migliaia.

Sai, come discorso fila, ma  credo che difficilmente possa portare a risultati tangibili. Puoi osservare le sua azioni, i suoi atteggiamenti, ma da lì a trarre indicazioni utili per te, ce ne corre. E' dimostrato che stargli vicino per avere qualche briciola di gnocca che avanza nel suo piatto, non è una strategia premiante, nè ambiziosa, e nemmeno dignitosa. Te dici, vediamo allora di imparare come fa lui. Puoi coltivare l' amicizia, stargli vicino, osservarlo, capire come si muove. Ma c'è un problema : te non sei lui . Il suo gioco va bene per lui, non per te.

Io, ad esempio, negli anni (molti) da MdP, ho avuto amici natural che erano bravi a rimorchiare in disco : li vedevo avvicinarsi alla tipa in pista, dirle due cazzate all' orecchio, dopo un pò ballavano insieme, e poi limonavano. Quando gli dicevo "grande, come  hai fatto?" , lui rispondeva in buona fede : "ma niente, è una escrementata! mi sò avvicinato, gli ho detto due cazzate nell' orecchio, ho visto che ci stava, e ci ho limonato! Poi me la sò portata al bagno e l' ho scopata lì !".

Come dargli torto? E' andata proprio in quel modo, ma vediamo di analizzare queste poche parole del natural, esplicitare i passaggi, e capire quanta forza di fondamentali c' è dietro.

1) "mi sò avvicinato" - già questo è un problema, per i tanti portatori di ansia di approccio : per avvicinarsi alla tipa con il piglio di chi sà il fatto suo, già occorre una sicurezza di sè non comune, impensabile per chi è MdP conclamato
2) "gli ho detto due cazzate nell' orecchio" - corollario del punto 1- sono due cazzate, ma questo significa che la tipa se le è fatte dire, ovvero non ti ha girato le spalle mentre ti avvicinavi, quindi il preliminare approccio non verbale è stato perfetto, e quello verbale è stato sciolto, sicuro.
3) "ho visto che ci stava" - questo presuppone la capacità di leggere il linguaggio del corpo e le espressioni facciali della tipa, e di sfruttare il conseguente "semaforo verde" per spingersi oltre. Quindi, esperienza, e sicurezza ai massimi livelli !
4) "ci ho limonato" - aver capito che era il momento, e soprattutto, aver creato le premesse.
5) "l' ho portata in bagno e scopata lì" - come sopra.

Lo vedete quanta abilità, sicurezza ed esperienza c'è dentro una riga di racconto di un natural? Sembrano cazzate, quelle due parole...ma se chiedete come ha fatto a rimorchiare quella mora tettona in pista, è proprio così che vi risponde.

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #13 del: 02 Luglio 2013, 09:56:33 »

Citato da: Shark72 il 02 Luglio 2013, 09:31:57

Sai, come discorso fila, ma  credo che difficilmente possa portare a risultati tangibili. Puoi osservare le sua azioni, i suoi atteggiamenti, ma da lì a trarre indicazioni utili per te, ce ne corre. E' dimostrato che stargli vicino per avere qualche briciola di gnocca che avanza nel suo piatto, non è una strategia premiante, nè ambiziosa, e nemmeno dignitosa. Te dici, vediamo allora di imparare come fa lui. Puoi coltivare l' amicizia, stargli vicino, osservarlo, capire come si muove. Ma c'è un problema : te non sei lui . Il suo gioco va bene per lui, non per te.

Io, ad esempio, negli anni (molti) da MdP, ho avuto amici natural che erano bravi a rimorchiare in disco : li vedevo avvicinarsi alla tipa in pista, dirle due cazzate all' orecchio, dopo un pò ballavano insieme, e poi limonavano. Quando gli dicevo "grande, come  hai fatto?" , lui rispondeva in buona fede : "ma niente, è una escrementata! mi sò avvicinato, gli ho detto due cazzate nell' orecchio, ho visto che ci stava, e ci ho limonato! Poi me la sò portata al bagno e l' ho scopata lì !".

Come dargli torto? E' andata proprio in quel modo, ma vediamo di analizzare queste poche parole del natural, esplicitare i passaggi, e capire quanta forza di fondamentali c' è dietro.

1) "mi sò avvicinato" - già questo è un problema, per i tanti portatori di ansia di approccio : per avvicinarsi alla tipa con il piglio di chi sà il fatto suo, già occorre una sicurezza di sè non comune, impensabile per chi è MdP conclamato
2) "gli ho detto due cazzate nell' orecchio" - corollario del punto 1- sono due cazzate, ma questo significa che la tipa se le è fatte dire, ovvero non ti ha girato le spalle mentre ti avvicinavi, quindi il preliminare approccio non verbale è stato perfetto, e quello verbale è stato sciolto, sicuro.
3) "ho visto che ci stava" - questo presuppone la capacità di leggere il linguaggio del corpo e le espressioni facciali della tipa, e di sfruttare il conseguente "semaforo verde" per spingersi oltre. Quindi, esperienza, e sicurezza ai massimi livelli !
4) "ci ho limonato" - aver capito che era il momento, e soprattutto, aver creato le premesse.
5) "l' ho portata in bagno e scopata lì" - come sopra.

Lo vedete quanta abilità, sicurezza ed esperienza c'è dentro una riga di racconto di un natural? Sembrano cazzate, quelle due parole...ma se chiedete come ha fatto a rimorchiare quella mora tettona in pista, è proprio così che vi risponde.

é vero è esattamente così....il donnaiolo ha una abilità innata che va bene solo per lui....non credo che cercando di ricalcare il suo gioco si ottengono risultati. Il motivo è semplice....perché quando cerchi di ricalcare qualcosa fatto da lui...è come vestirsi con dei vestiti stretti che non ti stanno bene. Cioé se ti sforzi di mostrare delle qualità che non hai la tipa se ne accorge e la risposta è "non mi scocciare". le stesse cazzate le dice il donnaiolo...risultato gambe aperte. io credo che nella seduzione...e quindi nell'approccio e nel TV conta anche essere se stessi....cioé costruire il proprio personaggio e il proprio gioco. ognuno di noi ha il suo che va bene per se stesso. poi certo nella seduzione ci sono dei principi base che valgono per tutti. vedi il termypensiero. io personalmente adoro andare a braccio....non mi sono mai trovato bene con le routine perchè non ti fanno crescere e non ti danno una visione completa delle dinamiche sociali. ma quello che c'è di peggio amplificano l'ansia da approccio. il ragazzo va li che si deve ricordare cosa dire e ha paura di non saperlo dire o di dimenticarselo. credo che l'ansia da approccio abbia anche questa radice. la convinzione sbagliata di dover seguire unoschema complicato di discorsi e routine. Se c'è una cosa che istintivamente non mi sono mai sognato di fare perché non mi faceva sentire bene è ricopiare quello che diceva il mio amico per rimorchiare. é per questo che amo il TM perché è completo, semplice e si adatta bene a me.

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 121
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1999

Re: Confidential: "Della crudeltà e delle palle stracciate 1) Il torpore"

« Risposta #14 del: 02 Luglio 2013, 10:16:15 »

Citato da: Shark72 il 02 Luglio 2013, 08:55:58

A mio avviso questo è un problema assai marginale. Nella mia lunga esistenza da MdP, quelli che rimorchiavano non avevano certo bisogno di fregare le possibili prede a noi disperati

E allora, se non hai bisogno di fregarle, perchè diavolo lo fai ogni santa volta? La risposta è che lo fai perchè devi calpestare tutto e tutti... e guarda, a questo punto io personalmente ti mando a cagare.

Citato da: Shark72 il 02 Luglio 2013, 08:55:58

Se qualche volta poi succede, è la legge del più forte :  il lupo va a caccia, e con una lotta estenuante riesce a catturare una pecora, ma se in quel momento compare un puma, se ne deve andare e cedergli la preda. E lo stesso deve fare il puma se sopraggiunge un orso.

Ho già risposto a questo, qui

Citato da: Lupo il 01 Luglio 2013, 21:45:00

Se nessuno rimorchiasse le amiche degli altri, probabilmente la nostra specie si sarebbe estinta già da tempo.
Quindi, in realtà, io trovo assolutamente ammissibile che ci si provi con l'amica di un nostro amico, anche se piace ad entrambi. Come si dice, vinca il migliore.
Ma posso ammetterne, una, due, tre... non tutte quante indistintamente! Perchè a quel punto non si tratta più di rimorchio e basta, si tratta di collezionare tutte le fiche che piacciono al tuo amico che poveretto sta messo peggio di te, e quindi te ne approfitti!
Ad occhio, già si capisce benissimo chi è che ha un atteggiamento da bracconiere selvaggio e incivile e chi invece caccia rispettando le regole. E' solo che siccome queste regole non sono scritte da nessuna parte, spesso si fa finta di non vederle.

Citato da: Spartacvs il 02 Luglio 2013, 09:03:14

Vado controcorrente..... e se invece di staccarci totalmente dal natural avessimo l'umiltà di stargli vicino senza invidiarlo... osservare, capire ed imparare? Coltivarla veramente l'amicizia e capire se è veramente tale? O era anche una comodità nostra stargli vicino? Pure qui di sfumature ce ne sono migliaia.

Se il natural è un gran figlio di prostituta e noi siamo molto più deboli di lui a livello marpionico, stargli accanto serve a poco. Servirà solo ad avvilirci.
Non solo: continueremo con quella spirale di dipendenza che continuerà a farci accontentare delle briciole che lui ci lascerà... se le lascerà. Come dice Shark questa non è la strada giusta.

Citato da: Spartacvs il 02 Luglio 2013, 09:03:14

A parti invertite sarei il buon samaritano che non toccherebbe mai l'infatuata dell'amico sfigato o anche io cederei alle (normali) pulsioni giovanili-adolescenziali? E dato che è la donna a scegliere, come si fa?

Stessa risposta che ho dato a Shark. Ragazzi ma leggete per intero le cose che scrivo? Laughing

Citato da: Spartacvs il 02 Luglio 2013, 09:03:14

Lupo tu mi rispondi di non portare rancore quando il post prima scrivi:

"iniziai ad avere una visione diversa di lui, fatta esclusivamente di punti deboli su cui infierire."

Alla faccia! Smile

Il cane che ti porta via la mano, sa benissimo che in quel modo ti farà male. Ma sei te che lo porti a concepire questo pensiero... perchè se non gli rompi i coglioni, non si curerà neanche dell'esistenza della tua mano. Quindi non è che il cane porta rancore, è che reagisce a ciò che tu gli fai.
Da alcune vostre risposte, sembra che nella vostra mente vi siate fatti questo schema
Azione di Lupo > Reazione di Mario
In realtà, è esattamente al contrario
Azione di Mario > Reazione di Lupo

Io non sono uno che porta rancore nel senso che se qualcosa non mi piace, semplicemente mi allontano (ed è ciò che ho fatto in questa storia). Do per scontato che la persona capisca che ci siano cose che non mi vanno a genio. Ma se invece quella persona continua a scassare i coglioni con nonchalance senza neanche essersi posta il problema, lì iniziano a girarmi.
Poi ad essere sincero, da stamattina sto iniziando ad accumulare risentimento, per un sacco di cose. Ma mi sa che è meglio se pubblico il seguito altrimenti qui non se capimo proprio Buck


E leggete meglio le mie risposte, per favore Cheesy che la gatta frettolosa fece i figli ciechi

« Ultima modifica: 02 Luglio 2013, 10:23:27 da Lupo »

Loggato

Lupo

  • CSI-2-Iced
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 57
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Posts: 874
Pagine: [1] 2   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: