Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2 3   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

(Letto 21451 volte)

Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« del: 15 Febbraio 2011, 00:37:07 »

Bene, nelle due parti precedenti ho tentato di spiegare due concetti:
1) l'importanza di trovare dei contesti sociali adatti alle nostre caratteristiche e aspirazioni, e nei quali è possibile valorizzare ciò che sentiamo essere le nostre parti migliori
2) come portare innovazione nei circoli sociali, essere creativi e ritagliarci uno spazio di leadership
Questa terza parte tratterà invece il principio di preselezione femminile, ovvero quel fenomeno per il quale se “quel tipo piace a tante donne allora piace anche a me”.
Come molti dei comportamenti umani abbastanza codificati e prevedibili, anche questo genera sicuramente a chi lo scopre per la prima volta un certo senso di repulsione e fastidio; credo che il primo pensiero che ho avuto sia stato “ma che schifo, che roba abietta, ma possibile che le donne siano così stupide”?
In realtà non solo questo fenomeno non è limitato affatto alle donne, ma fa parte di una serie di comportamenti (come l'impulso al pregiudizio, la paura del diverso ecc...) assolutamente necessari alla sopravvivenza umana. Dal momento che il nostro cervello è abbastanza limitato come potenza di calcolo, ha dovuto sviluppare tutta una serie di scorciatoie per poter prendere alla svelta delle decisioni spesso di vita e di morte.
Se pensate all'enorme numero di fattori che una donna deve valutare per capire il valore dell'uomo che ha davanti, non è difficile capire perchè facciano il possibile per cercare scorciatoie: se un uomo piace a molte altre donne, allora è sicuramente di qualità, allora piace anche a me (almeno fino a prova contraria).
La bella notizia è che questi corti circuiti emozionali possono essere sfruttati a nostro vantaggio, con un po' di malizia e capacità di marketing. Infatti se fosse vero che un numero enorme di donne già impazzisce per noi, non saremmo qui sul forum a scervellarci su come sedurne altre...
Il trucco sta nel far credere alle varie ragazze che incontriamo che in altri gruppi sociali differenti siamo estremamente apprezzati; è ovvio che questo non va fatto in modo grossolano, perchè se la mano venisse “vista” e il bluff scoperto e troppo spudorato, l'effetto è diametralmente opposto!
Regola 1 quindi anche qui andare graduali e non esagerare, regola 2 è mai sbandierare e sempre “far sospettare” in modo implicito. Riempire Facebook di foto di noi abbracciati a donne sempre diverse puo' al limite impressionare qualche maschio un po' ingenuo, ma certamente non basta con le donne che non la vedranno affatto come una buona cosa (nel senso che se sono attratte da noi ci vedono come un prostitutiere, se invece hanno già qualche dubbio consolidano l'idea dello sfigato che prova ad impressionare).
Il modo migliore, come ho già detto nella seconda parte, è quello di portare continuamente ragazze nuove nel giro di ragazze e ragazzi che si ha già, ovviamente se in quel giro si è rispettati e si piace anche a livello platonico. La prima cosa che farà la nuova ragazza appena introdotta nel nostro circolo sociale sarà infatti valutare attentamente quanto importanti siamo agli occhi degli uomini, e quanto affascinanti siamo agli occhi delle donne. Se abbiamo lavorato bene in precedenza, il rafforzamento della nostra immagine sarà biunivoco: la nuova arrivata sarà piu' interessata a noi (per il principio di preselezione) e le altre rafforzeranno l'idea che hanno di persona affascinante. Un bel circolo virtuoso!
C'è un trucco che ho imparato nel tempo per essere circondato da amiche che, pur senza esagerare perchè magari già occupate con altri, lanciano “vibrazioni positive” che sono captabilissime dalle altre donne: baciarle almeno una volta dopo un'escalation piu' giocosa che seduttiva.
Non so bene per quale motivo, ma io la famosa frase “ma io ti vedo solo come amico” non l'ho mai sentita, e non ho neanche mai avuto reazioni negative immediate (spintonato via) o successive (perdita dell'amicizia). Il piu' delle volte dopo il bacio ci sono state risate un po' imbarazzate da parte loro, che io ho sempre specchiato sdrammatizzando sempre ridendo (senza MAI fare escrementate tipo scusarmi o cose del genere).
Le ragazze che sono passate da questa fase, senza alcun seguito erotico-sentimentale, sono in genere le mie ambasciatrici piu' attive. Ho dato un colpetto verso l'alto alla loro autostima, e loro mi premiano parlando bene di me (se non altro per non autosabotarsi: sono stata baciata da un ragazzo QUINDI non puo' essere uno sfigato altimenti lo sarei anch'io...).
Una cosa da non dimenticare è ovviamente di fare attenzione all'isolamento e alla discrezione: se vi presentate spesso con ragazze diverse nel gruppo ma non fate nulla di esplicito davanti a tutti, i ragazzi penseranno che in seguito ve la siete scopata, e le ragazze spettegoleranno positivamente di voi. Ma se ogni settimana vi presentate con un troione a cui cacciate la lingua in bocca davanti a tutti, la vostra reputazione andrà a picco in un attimo e tutto quello che ho scritto non vale piu'.
Il difficile di tutto questo è iniziare, nel senso che l'obiezione piu' comune è “ma se nessuna donna mi caga se altre donne non mi cagano, come cavolo faccio partire il circolo virtuoso?”. Come dicevo prima, con le allusioni; a me ha aiutato molto il fatto di vivere da ormai 10 anni in bilico tra città sempre diverse: ogni volta che sono in una città per qualche giorno, cerco di far trapelare quanto sia interessante la mia vita nelle altre... è ovvio che inizialmente bisogna usare la fantasia (senza esagerare, ripeto).
Purtroppo mi rendo conto che tutto quello che ho scritto non è applicabile alla lettera: occorre assolutamente che ognuno di voi faccia una rielaborazione e, alla luce della sua esperienza, ripesare e rivalutare cio' che per me ha funzionato.
In sostanza il messaggio che volevo mandare è sempre lo stesso: l'aspetto fisico è importante, ma se non c'è... pazienza! E' inutile crogiolarsi in scuse e occorre combattere la tentazione all'autocommiserazione, perchè chi non l'ha fatto si è portato a casa le sue belle soddisfazioni.

Loggato


-eFFe-: quando parli di figa, mi trovi sempre Smile
TermYnator:Gli unici soggetti irrecuperabili sono i morti. Sei vivo? Allora esci, rimorchia e tromba! E se non è oggi, sarà domani.

Think globally, fuck locally!

Età: 36 37 38 39 anni

^X^

  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 252
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Posts: 1687

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #1 del: 15 Febbraio 2011, 02:15:38 »

Citato da: ^X^ il 15 Febbraio 2011, 00:37:07

Bene, nelle due parti precedenti ho tentato di spiegare due concetti:
1) l'importanza di trovare dei contesti sociali adatti alle nostre caratteristiche e aspirazioni, e nei quali è possibile valorizzare ciò che sentiamo essere le nostre parti migliori
2) come portare innovazione nei circoli sociali, essere creativi e ritagliarci uno spazio di leadership
Questa terza parte tratterà invece il principio di preselezione femminile, ovvero quel fenomeno per il quale se “quel tipo piace a tante donne allora piace anche a me”.

L'aspetto che mi fa sempre di più investire sul punto 1 è che coltivando le proprie passioni si entra in nuovi circoli sociali DURANTE il miglioramento personale, quando fino a poco tempo fa le vedevo come attività separate.

Per il 2 ok, sul terzo devo ancora muovere i primi passi.

Sei sempre fonte di ispirazione... +1, Best Of e centinaia di vergini lussuriose

Loggato


Whenever you find yourself on the side of the majority, it is time to pause and reflect. - M. Twain
__________________

http://pieroit.org/blog
__________________

100% Maschio Alphonso

Acqua

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = -353
  • Offline Offline
  • Posts: 2831
  • P-ano

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #2 del: 15 Febbraio 2011, 10:27:20 »

Tutto ottimo, in effetti però sussiste il problema di farlo partire, quel circolo virtuoso che hai minuziosamente descritto. Tu l' hai fatto, però va detto che io ti ho conosciuto di persona, e non ti trovo brutto, ma normale.

Ma al di là di questo, io ti stimo molto perchè oltre ad essere tra i pochissimi ad aver implementato un impianto di gioco "tutto suo", sei uno che non le manda a dire, quindi voglio porti una domanda secca, e per certi versi brutale. Tu hai parlato in questo trittico di post, e anche altrove, in particolare nel tuo well, quasi esclusivamente di dinamiche sociali, personaggi e contesti in cui far emergere determinate qualità.

Io invece ti chiedo questo : riguardo, per contro, al classico gioco a freddo (club, street, spiaggia, piscina e affini) se si è  brutti, ma si hanno altre qualità, quante chances effettive si hanno ? E conseguentemente, come far emergere quelle medesime qualità in questo tipo di gioco, senza metter su tutto l' ambaradan che hai descritto così minuziosamente ?

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della patata" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 296
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3880
  • Fino alla Fine

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #3 del: 15 Febbraio 2011, 15:40:28 »

Bel post, ma una considerazione con domanda.

Di solito dopo aver frequentato degli ambienti sociali mi faccio il mio circoletto in cui pongo volutamente più ragazze che ragazzi e inizialmente tutto fila liscio, creo trame di gelosia etc ma ho notato che poi bisogna essere rapidi a farsi una del circolo per vari motivi:
- Se aspetti troppo o pensano che sei gay o sei il provolone che non conclude nulla.
- Se provi a farti una e fallisci diventi il bigotto del gruppo e addio alla fama conquistata.
- Se ti fai una e poi la molli in fretta appari come il prostitutiere.

La mia domanda è: secondo te che fare quindi per farsi una, mantenerla come amica scopabile senza far si che sparli di me e di come l'ho usata al gruppo? Cioè, come farmi una ma contemporaneamente lasciarmi la strada spianata per le altre?

Loggato

CheNome

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 94

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #4 del: 16 Febbraio 2011, 17:14:34 »

Il cosiddetto social proof è senza dubbio una potente arma di persuasione, non solo nel campo della seduzione  ma un pò in tutti gli ambiti della vita in cui è necessario stimolare una certa immagine nella fantasia altrui. Nel nostro campo specifico si apre però un interrogativo: il social proof è  causa o invece solo conseguenza del successo nel campo seduttivo? In altre parole, sono convonto che un seduttore avrà sempre e comunque un suo indiscutibile social proof... ma  ciò come conseguenza, appunto, del proprio fascino. Viceversa sono perplesso sul contrario: è improbabile che uno sfigato possa utilizzare un accettabile social proof in quanto ne sarà con tutta probabilità sprovvisto. E nel momento in cui disporrà di un social proof accettabile, è ragionevole pensare che avrà lavorato in precedenza per sviluppare delle  specifiche caratteristiche da seduttore.  E dunque, essendo già carismatico e avendo lavorato su certe qualità interiori, potrà affermarsi in un determinato contesto.
Faccio un esempio con la mia esperienza. L'ambito sociale in cui mi muovo è composto esclusivamente da maschi, più o meno sfigati come me. Una dozzina di 30-40enni di media cultura e di media bellezza, ciascuno dei quali non ha amicizie femminile, un gruppo composto da  single in astinenza affettiva e sessuale da anni (a parte quelli che con regolarità hanno deciso di frequentare le escort). Ora, un elemento inserito in un  gruppo così composto come può concretamente attirare amicizie femminili? Una persona sveglia potrebbe rispondere, con un pò di logica: deve staccarsi da quel gruppo e inserirsi in gruppi di altro livello, comunque composti  da un numero sufficiente di donne. La nota dolente però è proprio nella difficoltà di individuare e inserirsi in questi contesti sociali sicuramente più vivaci e dinamici. Una difficoltà che genera quindi solitudine e frustrazione, emozioni negative che vengono in parte compensata attraverso la legge del simile che attrae il simile: sicchè l'individuo che non riesce a entrare (o addiritura individuare) in un contesto sociale  profittevole, si "accontenta" di passare il tempo libero con i suoi stessi simili. In definitiva mi piacerebbe mettere in luce questo aspetto: un ampio consenso in un contesto sociale di livello  alimenta certamente le potenzialità seduttive, tuttavia sono convinto che senza capacità seduttive sia improbabile affermarsi in un contesto sociale di livello.

« Ultima modifica: 16 Febbraio 2011, 17:18:21 da ArturoBandini »

Loggato

ArturoBandini

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 4
  • Offline Offline
  • Posts: 133

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #5 del: 16 Febbraio 2011, 17:23:38 »

Citato da: ArturoBandini il 16 Febbraio 2011, 17:14:34

In definitiva mi piace mettere in luce questo aspetto: un ampio consenso in un contesto sociale di livello  alimenta certamente le potenzialità seduttive, tuttavia sono convinto che senza capacità seduttive sia improbabile affermarsi in un conteso sociale di livello.

facile: ti fai amico uno che e' in un circolo sociale cosi' e lui ti presentera' ai suoi amici Cheesy conosci gente sargiando e ti daranno la possibilita' di entrare in altri circoli sociali

che servano abilita' seduttive per affermarsi in un gruppo e' indubbio ,ma sicuramente non e' la bellezza un'aspetto fisico rilevante cioe' quello che afferma ^X^ con questi post...serve interessarsi degli altri e tutto quello che c'e' scritto nel libro: come trattare gli altri e farseli amici

cioe': interessarsi realmente agli altri
non tentare di usarli senza dargli nulla in cambio
se puoi aiutali nei loro progetti
cerca di capirli
ecc...(sinceramente l'ho letto 4 anni fa' tra una settimana ti sapro' dire di piu')

ps.arturo il tuo post mi e' piaciuto, finalmente stai evitando di piangerti addosso e stai diventando sempre piu' quello che davvero vuoi essere(sensazione) hai capito che sono da sviluppare alcune capacita' seduttive e che non fare nulla equivale a calci nei denti e nell'autostima
 
JAs

« Ultima modifica: 16 Febbraio 2011, 17:25:46 da Jason N. Dohring »

Loggato


l'unico modo per diventare un giocatore furbo e' giocare contro giocatori piu' furbi di te...

comportati come se avessi 1000 donne e avrai 1000 donne...

Jason N. Dohring

  • Dreamer
  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 136
  • Offline Offline
  • Residenza: Salerno
  • Posts: 1472
  • Nulla e' reale...tutto e' lecito...

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #6 del: 16 Febbraio 2011, 17:37:20 »

Citato da: Shark72 il 15 Febbraio 2011, 10:27:20

Io invece ti chiedo questo : riguardo, per contro, al classico gioco a freddo (club, street, spiaggia, piscina e affini) se si è  brutti, ma si hanno altre qualità, quante chances effettive si hanno ? E conseguentemente, come far emergere quelle medesime qualità in questo tipo di gioco, senza metter su tutto l' ambaradan che hai descritto così minuziosamente ?

e se andassimo sotto i radar, la conquistassimo con tutte le nostre qualita' attraenti che abbiamo, fino a farla innamorare? e a quel punto nulla potra' scalfire il legame magico che si e' venuto a creare?

esempio :
io sono brutto e voglio una ragazza che si chiama monikaHB10 tutti le sbavano dietro ma io vado li' e le inizio a parlare e mano a mano facciamo conoscenza e a filo a filo con la Friend zone le facciamo notare quanto siamo dolci,colti,determinati,felici,che non abbiamo bisogno di nulla,che non siamo i soliti tappetini che incontra e quanto sia bella la nostra realta', finche' lei non vorra' iniziare a farne parte e diventera' dipendente da quello che le facciamo provare e alla prima ragazza che lei vedra' al nostro fianco ovviamente scatteranno in lei dei meccanismi biologici che ci porteranno a scoparci una 10 anche se siamo un 4 Cheesy o anche senza ragazza possiamo mostrare il nostro lato mascolino davanti a lei(kino non intenzionale) in modo da farle venire in mente che forse le piacciamo (e' praticamente un esempio d'approccio con il TM(se ho segato e non e' TM picchiatemi))

i bravi ci riescono in pochissimo tempo(dall'oretta alle 10) i meno bravi con piu' difficolta'(dalle 10 ore in su') e per questo bisogna fare allenamento Cheesy

cosa ne pensi? e in che modo lo miglioreresti?

Loggato


l'unico modo per diventare un giocatore furbo e' giocare contro giocatori piu' furbi di te...

comportati come se avessi 1000 donne e avrai 1000 donne...

Jason N. Dohring

  • Dreamer
  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 136
  • Offline Offline
  • Residenza: Salerno
  • Posts: 1472
  • Nulla e' reale...tutto e' lecito...

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #7 del: 16 Febbraio 2011, 17:42:37 »

Citato da: Jason N. Dohring il 16 Febbraio 2011, 17:23:38

facile: ti fai amico uno che e' in un circolo sociale cosi' e lui ti presentera' ai suoi amici Cheesy conosci gente sargiando e ti daranno la possibilita' di entrare in altri circoli sociali

che servano abilita' seduttive per affermarsi in un gruppo e' indubbio ,ma sicuramente non e' la bellezza un'aspetto fisico rilevante cioe' quello che afferma ^X^ con questi post...serve interessarsi degli altri e tutto quello che c'e' scritto nel libro: come trattare gli altri e farseli amici

ps.arturo il tuo post mi e' piaciuto, finalmente stai evitando di piangerti addosso

Jas ti ringrazio per l'incoraggiamento. Per tornare all'argomento, ti risponderei così: quel libro di Carnegie l'ho letto e apprezzato molto, è un bel libro ma le cui tecniche trovo un pò obsolete e controproducenti se applicate alla società contemporanea. In ogni caso, il punto è che se a 20-30 anni è relativamente facile "farsi amici" ed entrare a far parte dei gruppetti , alla soglia dei 40 diventa tutto dannatamente difficile. I tuoi coetanei sono per lo più sposati o conviventi, non sargiano,  non hanno una vita sociale molto attiva, difficilmente frequentano ambienti favorevoli a questo tipo di dinamiche. In genere la scelta è tra lo sfigato solo come te e la coppietta che esce con l'altra coppietta per andare al cinema o una serata al pub. I più giovani, quelli che invece frequentano questi ambienti favorevoli, sono appunto giovani e la differenza di età si accompagna sempre a un certo tipo di diffidenza e di distanza. Per questo ti dico che non è così facile....

Loggato

ArturoBandini

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 4
  • Offline Offline
  • Posts: 133

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #8 del: 16 Febbraio 2011, 18:42:46 »

Citato da: ArturoBandini il 16 Febbraio 2011, 17:42:37

Per questo ti dico che non è così facile....

potra' non essere facile ma non e' impossibile..inoltre qui' da noi abbiamo vari locali per le MILF credo esistano anche da te...parla con gli altri 40enni che cercano MILF o contatta quelli del forum della tua zona e fatti dire dove sono questi locali e poi chiedigli se puoi andare con loro Cheesy

nessuno dice mai di no Tongue

Loggato


l'unico modo per diventare un giocatore furbo e' giocare contro giocatori piu' furbi di te...

comportati come se avessi 1000 donne e avrai 1000 donne...

Jason N. Dohring

  • Dreamer
  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 136
  • Offline Offline
  • Residenza: Salerno
  • Posts: 1472
  • Nulla e' reale...tutto e' lecito...

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #9 del: 16 Febbraio 2011, 20:50:39 »

Citato da: Jason N. Dohring il 16 Febbraio 2011, 18:42:46

potra' non essere facile ma non e' impossibile..inoltre qui' da noi abbiamo vari locali per le MILF credo esistano anche da te...parla con gli altri 40enni che cercano MILF o contatta quelli del forum della tua zona e fatti dire dove sono questi locali e poi chiedigli se puoi andare con loro Cheesy

nessuno dice mai di no Tongue

haaha ma si, sono andato. le 15 euro peggio spese della mia vita Smile

Loggato

ArturoBandini

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 4
  • Offline Offline
  • Posts: 133

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #10 del: 16 Febbraio 2011, 20:51:52 »

Citato da: Jason N. Dohring il 16 Febbraio 2011, 18:42:46

nessuno dice mai di no Tongue

non tutti dicono sempre di no.

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #11 del: 16 Febbraio 2011, 21:04:47 »

Citato da: ArturoBandini il 16 Febbraio 2011, 20:50:39

haaha ma si, sono andato. le 15 euro peggio spese della mia vita Smile

perche'?
cosa hai fatto quella sera?
sai cosa dovevi fare?
cosa dovevi fare per farlo funzionare come volevi tu?
perche' non lo hai fatto?
se hai provato e non funziona dopo 10 volte hai cambiato metodo?
e poi come e' andata?
hai capito il problema? come vuoi risolverlo?
a che domanda hei desistito? Tongue

Citazione

non tutti dicono sempre di no.

chi e' quel pezzo di... che dice sempre di no?

Loggato


l'unico modo per diventare un giocatore furbo e' giocare contro giocatori piu' furbi di te...

comportati come se avessi 1000 donne e avrai 1000 donne...

Jason N. Dohring

  • Dreamer
  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 136
  • Offline Offline
  • Residenza: Salerno
  • Posts: 1472
  • Nulla e' reale...tutto e' lecito...

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #12 del: 16 Febbraio 2011, 21:16:46 »

Citato da: Jason N. Dohring il 16 Febbraio 2011, 21:04:47

chi e' quel pezzo di... che dice sempre di no?

Io lo dico spesso Thumbs Up

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #13 del: 16 Febbraio 2011, 21:23:01 »

mar, mi vuoi dare 100 euro?

Loggato

Naddolo

  • CSI-6
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 280
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 117
  • Posts: 2057

Re: Quindi che fare se si è brutti? (parte 3)

« Risposta #14 del: 16 Febbraio 2011, 21:32:31 »

no

Loggato

james.mar

  • SI-Bannati
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 209
  • Offline Offline
  • Posts: 3550
Pagine: [1] 2 3   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: