Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

Imparare a sedurre gratis

Imparare a sedurre gratis

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Della masturbazione e altri dintorni

(Letto 820 volte)

Della masturbazione e altri dintorni

« del: 30 Giugno 2016, 21:26:10 »

Ciao Marpioni,
ho letto alcuni articoli sull'influenza della masturbazione e dell'autoerotismo sul rimorchio.
Sapete darmi qualche consiglio in merito?
E' vero che una masturbazione quotidiana può allontanare l'interesse al rimorchio o la spinta?

Grazie!

El mudo

Loggato

El mudo

  • Scribacchino
  • ***
  • Sei un figo = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 65

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #1 del: 30 Giugno 2016, 22:43:35 »

Citato da: El mudo il 30 Giugno 2016, 21:26:10

Ciao Marpioni,
ho letto alcuni articoli sull'influenza della masturbazione e dell'autoerotismo sul rimorchio.
Sapete darmi qualche consiglio in merito?
E' vero che una masturbazione quotidiana può allontanare l'interesse al rimorchio o la spinta?

Grazie!

El mudo

Cavolate...la masturbazione se rimane entro limiti di guardia è un bisogno fisiologico, diverso è il caso di chi ha una dipendenza da sesso...allora in quel caso occorre uscirne.

Loggato

Pintahouse

  • Consigliere
  • ******
  • Sei un figo = 24
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Pornassio
  • Posts: 445

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #2 del: 05 Luglio 2016, 10:59:57 »

Citato da: Pintahouse il 30 Giugno 2016, 22:43:35

Cavolate...la masturbazione se rimane entro limiti di guardia è un bisogno fisiologico...

segaiuolo...  Laughing

 Heart

Loggato


Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione?
Leggi  questo articolo
Oppure scrivimi a questo  questo indirizzo

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Sei un figo = 1511
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 8447

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #3 del: 05 Luglio 2016, 11:37:23 »

Citato da: El mudo il 30 Giugno 2016, 21:26:10

Ciao Marpioni,
ho letto alcuni articoli sull'influenza della masturbazione e dell'autoerotismo sul rimorchio.
Sapete darmi qualche consiglio in merito?
E' vero che una masturbazione quotidiana può allontanare l'interesse al rimorchio o la spinta?

La masturbazione maschile è un fenomeno presente persino in alcune specie animali.
Da secoli è considerata perniciosa, ovvero capace di arrecare danno. Sulla masturbazione maschile sono state scritte pagine e fatti paralleli agghiaccianti, quali quello secondo cui satana ( che è sterile) fa masturbare i maschi circuendoli al fine di rubarne il seme.

Quello che però è certo è che l'orgasmo maschile è una conseguenza dell'eiaculazione, ovvero dell'avvenuta deposizione del seme nella vagina della femina (o nella femina tout court per estensione  Exclamation ).
Un premio che spinge il maschio a rischiare. Un premio che dice al maschio "è fatta, puoi anche sparire". In natura però, il comportamento che porta al premio è il rimorchio.
Il premio quindi rinforza l'intima sensazione che il rimorchio faccia bene e faccia sentire bene, perchè è una cosa che nel nostro intimo porta a qualcosa di positivo.

Da questo punto di vista la masturbazione è deleteria, perchè non porta al rinforzo di una azione positiva, bensì al rinforzo di una azione contraria a quella necessaria per natura: stare a casa a farsi seghe.
Il premio nel caso della masturbazione avviene in qualsiasi caso: non è infatti richiesto nessun rapporto. La donna diventa un mero oggetto funzionale solo a garantire l'eccitazione del maschio (che si eccita sempre più difficilmente). Assolutamente contronatura, il premio avviene anche in presenza di pensieri scuri.
Il segaiuolo infatti non è del tutto escluso dal mondo: comunque egli vive in un contesto reale nel quale si relaziona con donne. Donne però, che non sono oggetti e che non si piegano al volere del segaiuolo.
Al primo approccio negato, il segaiuolo potrebbe andare a casa, e mosso da istinti di rivalsa, cercare un video che ritragga una tipa somigliante a quella che lo ha rifiutato per sfogarsi. Uno sfogo che contiene parti di violenza che viene comunque premiato.
Il pensiero oscuro prende quindi forma, e può diventare ricorrente o portare a seghe compulsive per esorcizzare la sensazione di impotenza nel rimorchio. Sensazione che viene rinforzata dal piacere e che va in qualche modo a sostituirsi alla naturale spinta a conoscere. Ma se anche non ci fosse questa "mutazione" rimane il fatto che la sega premia il non muoversi e lo rinforza. La sega ad oltranza è quindi il veleno che annulla la spinta al rimorchio. Un premio così importante può IMHO anche concorrere ad annullare la spinta stessa al sopravvivere faticando. Io penso infatti che troppe seghe possano portare al procrastinare eccessivamente. Ma ripeto IMHO.

Altri effetti
Sebbene le osservazioni che ho fatto possano portare a pensare che io sia assolutamente contrario alla masturbazione, così non è. Eiaculare fa bene. Lo dimostrano i dati sull'insorgenza del tumore prostatico: i grandi eiaculatori sono più sani rispetto a coloro che cessano di avere rapporti (il più delle volte causa moglie vecchia e/o inguardabile). L'eiaculazione dovrebbe però far parte di un  ciclo dell'orgasmo strutturato il più possibile come quello di un vero amplesso. Questo per "muovere" le sequenze di ormoni e smantellatori di ormoni in modo naturale. La masturbazione non dovrebbe MAI essere un fenomeno separato da una sana sessualità: ovvero sega si, ma se si fa anche del sano sesso. Perchè a dispetto di ciò che raccontano quei brutti tipi vestiti di nero con delle icone di morte al collo, il sesso fa bene. Ma va saputo fare e va saputo gestire.

Conclusioni
I masturbatori compulsivi sono dei malati. Andrebbero mandati dallo strizzapiselli soprattutto se cominciano a disdegnare le attività quotidiane o a procrastinare eccessivamente i loro compiti...
La masturbazione deve quindi essere un piacere solitario teso a sopperire la mancanza di sesso reale. Una cosa quindi che va fatta con oculatezza, non più di 2 volte a settimana, ma soprattutto ad almeno 48 ore dalla previsione di un amplesso. Da giovane ritenevo che masturbarsi prima di una serata galante potesse concedere prestazioni molto migliori in termini di durata. In realtà, si abbassa di molto l'eccitabilità, rischiando di produrre l'effetto contrario. L'optimum l'ho trovato con un giorno di completa astinenza.
Per quanto riguarda invece la motivazione, ritengo che quando essa manchi, si debba interrompere qualsiasi pratica onanistica finchè non si conseguono risultati di un certo rilievo. Non vado oltre, perchè si potrebbero ravvedere nelle mie parole strategie pericolose volte a rinforzare con seghe comportamenti che nullahanno a che vedere con il sesso. E Freud esulterebbe...  Exclamation

 Heart

« Ultima modifica: 05 Luglio 2016, 12:01:53 da TermYnator »

Loggato


Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione?
Leggi  questo articolo
Oppure scrivimi a questo  questo indirizzo

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Sei un figo = 1511
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 8447

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #4 del: 05 Luglio 2016, 13:22:54 »

Citato da: TermYnator il 05 Luglio 2016, 10:59:57

segaiuolo...  Laughing

 Heart

Cazzo mi hai scoperto Laughing Laughing

Loggato

Pintahouse

  • Consigliere
  • ******
  • Sei un figo = 24
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Pornassio
  • Posts: 445

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #5 del: 05 Luglio 2016, 13:38:09 »

TermY ti ha risposto saggiamente e aggiungo che la masturbazione fatta in presenza di video pornazzi o comunque di immagini porta a un altra grave conseguenza dimostrata scientificamente...si potrebbe dire il nemico numero uno per l'uomo: IMPOTENZA. dall'occhio si trasmettono stimolazioni nervose che vanno dirette al cervello si potrebbe dire che quando interagiamo con qualcosa di esterno il cervello non è un organo a se stante ma controlla tutto, come una centrale operativa. La masturbazione in presenza di porno porta alla produzione di dopamina che una sostanza eccitante che regala piacere...il problema è che il nostro cervello si abitua ad averla e ne pretende sempre di più...questo porta a lungo andare non solo a una dipendenza da porno ma all'impotenza sessuale. Cioè il malato di seghe ottiene il piacere solo tramite il porno...se la tipa del video gli si strusciasse addosso manco gli si rizzerebbe. A quel punto occorre seguire una cura che porti a riequilibrare il corretto rapporto con il sesso.

Farsi le seghe quindi non ha niente di demoniaco ma può diventare un nemico non da poco per la vita sessuale di un uomo. é stato dimostrato poi che i soggetti che  si fanno una sega ogni tanto o nel tempo si abituano a ridurne il numero hanno una vita sessuale più attiva fino alla mezza età.

conclusione: IMHO la miglior cura per le seghe è il buono e sano sesso.

« Ultima modifica: 05 Luglio 2016, 13:41:33 da Pintahouse »

Loggato

Pintahouse

  • Consigliere
  • ******
  • Sei un figo = 24
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Pornassio
  • Posts: 445

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #6 del: 06 Luglio 2016, 05:43:54 »

Io però avevo letto che se la masturbazione riesce non c'è impotenza...
Sembra che si possa risolvere con "astinenza" di 6-12 settimane...  Il problema è che ci vorrebbe l'alternativa reale

Loggato

Enri

  • Suggeritore
  • *****
  • Sei un figo = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 271

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #7 del: 06 Luglio 2016, 05:48:09 »

Citato da: TermYnator il 05 Luglio 2016, 11:37:23

La masturbazione maschile è un fenomeno presente persino in alcune specie animali.
Da secoli è considerata perniciosa, ovvero capace di arrecare danno. Sulla masturbazione maschile sono state scritte pagine e fatti paralleli agghiaccianti, quali quello secondo cui satana ( che è sterile) fa masturbare i maschi circuendoli al fine di rubarne il seme.

Quello che però è certo è che l'orgasmo maschile è una conseguenza dell'eiaculazione, ovvero dell'avvenuta deposizione del seme nella vagina della femina (o nella femina tout court per estensione  Exclamation ).
Un premio che spinge il maschio a rischiare. Un premio che dice al maschio "è fatta, puoi anche sparire". In natura però, il comportamento che porta al premio è il rimorchio.
Il premio quindi rinforza l'intima sensazione che il rimorchio faccia bene e faccia sentire bene, perchè è una cosa che nel nostro intimo porta a qualcosa di positivo.

Da questo punto di vista la masturbazione è deleteria, perchè non porta al rinforzo di una azione positiva, bensì al rinforzo di una azione contraria a quella necessaria per natura: stare a casa a farsi seghe.
Il premio nel caso della masturbazione avviene in qualsiasi caso: non è infatti richiesto nessun rapporto. La donna diventa un mero oggetto funzionale solo a garantire l'eccitazione del maschio (che si eccita sempre più difficilmente). Assolutamente contronatura, il premio avviene anche in presenza di pensieri scuri.
Il segaiuolo infatti non è del tutto escluso dal mondo: comunque egli vive in un contesto reale nel quale si relaziona con donne. Donne però, che non sono oggetti e che non si piegano al volere del segaiuolo.
Al primo approccio negato, il segaiuolo potrebbe andare a casa, e mosso da istinti di rivalsa, cercare un video che ritragga una tipa somigliante a quella che lo ha rifiutato per sfogarsi. Uno sfogo che contiene parti di violenza che viene comunque premiato.
Il pensiero oscuro prende quindi forma, e può diventare ricorrente o portare a seghe compulsive per esorcizzare la sensazione di impotenza nel rimorchio. Sensazione che viene rinforzata dal piacere e che va in qualche modo a sostituirsi alla naturale spinta a conoscere. Ma se anche non ci fosse questa "mutazione" rimane il fatto che la sega premia il non muoversi e lo rinforza. La sega ad oltranza è quindi il veleno che annulla la spinta al rimorchio. Un premio così importante può IMHO anche concorrere ad annullare la spinta stessa al sopravvivere faticando. Io penso infatti che troppe seghe possano portare al procrastinare eccessivamente. Ma ripeto IMHO.

Altri effetti
Sebbene le osservazioni che ho fatto possano portare a pensare che io sia assolutamente contrario alla masturbazione, così non è. Eiaculare fa bene. Lo dimostrano i dati sull'insorgenza del tumore prostatico: i grandi eiaculatori sono più sani rispetto a coloro che cessano di avere rapporti (il più delle volte causa moglie vecchia e/o inguardabile). L'eiaculazione dovrebbe però far parte di un  ciclo dell'orgasmo strutturato il più possibile come quello di un vero amplesso. Questo per "muovere" le sequenze di ormoni e smantellatori di ormoni in modo naturale. La masturbazione non dovrebbe MAI essere un fenomeno separato da una sana sessualità: ovvero sega si, ma se si fa anche del sano sesso. Perchè a dispetto di ciò che raccontano quei brutti tipi vestiti di nero con delle icone di morte al collo, il sesso fa bene. Ma va saputo fare e va saputo gestire.

Conclusioni
I masturbatori compulsivi sono dei malati. Andrebbero mandati dallo strizzapiselli soprattutto se cominciano a disdegnare le attività quotidiane o a procrastinare eccessivamente i loro compiti...
La masturbazione deve quindi essere un piacere solitario teso a sopperire la mancanza di sesso reale. Una cosa quindi che va fatta con oculatezza, non più di 2 volte a settimana, ma soprattutto ad almeno 48 ore dalla previsione di un amplesso. Da giovane ritenevo che masturbarsi prima di una serata galante potesse concedere prestazioni molto migliori in termini di durata. In realtà, si abbassa di molto l'eccitabilità, rischiando di produrre l'effetto contrario. L'optimum l'ho trovato con un giorno di completa astinenza.
Per quanto riguarda invece la motivazione, ritengo che quando essa manchi, si debba interrompere qualsiasi pratica onanistica finchè non si conseguono risultati di un certo rilievo. Non vado oltre, perchè si potrebbero ravvedere nelle mie parole strategie pericolose volte a rinforzare con seghe comportamenti che nullahanno a che vedere con il sesso. E Freud esulterebbe...  Exclamation

 Heart

Però dall'altro lato la cosa può essere un deterrente per l'ansia da approccio (del tipo se va male ho l'alternativa)

Loggato

Enri

  • Suggeritore
  • *****
  • Sei un figo = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 271

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #8 del: 06 Luglio 2016, 12:06:19 »

Citato da: Enri il 06 Luglio 2016, 05:48:09

Però dall'altro lato la cosa può essere un deterrente per l'ansia da approccio (del tipo se va male ho l'alternativa)

Enri, per cortesia quota solo il passo che commenti, oppure quoti la prima frase e la fai seguire da tre puntini se vuoi citare l'intero post (netiquette per non rendere il forum illeggibile). Grazie.

Riguardo alla tua osservazione, il masturbarsi non ha nulla a che vedere con l'ansia da approccio: altrimenti i nerd, noti MdP, sarebbero dei leoni sul campo.
E' invece l'esatto contrario: il rinforzo costituito dal masturbarsi devia il rapporto nei confronti delle donne normali, e lo finalizza solo all'orgasmo depauperandolo della componente di affermazione del se. Che è invece quella che va a creare autostima.
In sintesi, un onanista compulsivo è molto più prossimo ad un puttaniere che non ad un individuo normale.

 Heart

Loggato


Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione?
Leggi  questo articolo
Oppure scrivimi a questo  questo indirizzo

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Sei un figo = 1511
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 8447

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #9 del: 06 Luglio 2016, 14:57:51 »

Ovviamente la cosa andrebbe costruita, ma se si evita la compulsività si può trasformare la cosa a proprio vantaggio, per non dipendere dall'approvazione femminile che è la cosa peggiore in assoluto... Così come ogni tipo di dipendenza

Loggato

Enri

  • Suggeritore
  • *****
  • Sei un figo = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 271

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #10 del: 06 Luglio 2016, 19:11:53 »

Citato da: Enri il 06 Luglio 2016, 14:57:51

Ovviamente la cosa andrebbe costruita, ma se si evita la compulsività si può trasformare la cosa a proprio vantaggio, per non dipendere dall'approvazione femminile che è la cosa peggiore in assoluto... Così come ogni tipo di dipendenza

Sì ma tra la dipendenza dal contatto femminile e quella dalle seghe...  Laughing Laughing Laughing

Loggato


L'imbarazzo di un risveglio è di gran lunga preferibile alla solitudine di una notte.
Hank

Hank Moody

  • Scriba
  • ****
  • Sei un figo = 3
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 19
  • Residenza: Italia
  • Posts: 131

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #11 del: 07 Luglio 2016, 00:52:24 »

Citato da: Enri il 06 Luglio 2016, 14:57:51

Ovviamente la cosa andrebbe costruita, ma se si evita la compulsività si può trasformare la cosa a proprio vantaggio, per non dipendere dall'approvazione femminile che è la cosa peggiore in assoluto... Così come ogni tipo di dipendenza

A parte l'ovvia battuta di Hank Moody che ci sta tutta, devi spiegarmi come il troncarti di seghe possa renderti indipendente da una qualsiasi cosa.
Ti rende indipendente perchè ti toglie la spinta (ma non la voglia) per andare a rimorchiare? Ottimo, rimani comunque dipendente dal genere feminile, perchè anche se con immagini o films, tu ti dedicherai al tuo "hobby" con immagini di donne.
Il problema è che non elimini la pulsione ad andare con le donne...
Elimini la voglia di misurarti con loro per sedurle e quindi farci sesso. In sintesi, non diventi indipendente dalle donne ne dal loro giudizio, ma diventi dipendente dalle seghe.
Non mi sembra un grand'affare...  Exclamation

 Heart

Loggato


Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione?
Leggi  questo articolo
Oppure scrivimi a questo  questo indirizzo

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Sei un figo = 1511
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 8447

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #12 del: 07 Luglio 2016, 13:31:11 »

Non ci siamo capiti, ogni tipo di dipendenza non va bene e in ogni caso non bisogna perdere la spinta al miglioramento personale... . Ed è vero che a farsene per troppo tempo si perde la spinta, ma ci vorrebbe il partner prima

Loggato

Enri

  • Suggeritore
  • *****
  • Sei un figo = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 271

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #13 del: 09 Luglio 2016, 14:44:30 »

Citato da: Enri il 07 Luglio 2016, 13:31:11

Non ci siamo capiti, ogni tipo di dipendenza non va bene e in ogni caso non bisogna perdere la spinta al miglioramento personale... . Ed è vero che a farsene per troppo tempo si perde la spinta, ma ci vorrebbe il partner prima

Il problema Enri, è che questo ragionare è molto usato nella filosofia alphonza ( Non ce l'ho con te, intendi bene), ma non è molto applicabile all'essere umano. al pari delle minkiate politically correct.

Noi nasciamo schiavi (e quindi dipendenti) dal respirare, dal doverci nutrire, dal bere e dal far sesso. E se vogliamo vicvere decentemente, dobbiamo semplicemente accettare queste "schiavitù" chiamandole con l'effetto che ci danno quando le svolgiamo a dovere: piaceri.
Mangiare e scopare non sono quindi "dipendenze" ma piaceri. Queta filosofia, al contrario di quella alphonza è quella che ti porta avanti godendo ed applicandoti per godere facendo del percorso un godimento. Non esiste quindi schiavitù dalle donne, ma solo piacere di relazionarsi con esse. E se non ci si riesce subito, basta prendere tempo ed applicarsi per riuscirci dedicando le proprie energie a questo.   Wink

 Heart

Loggato


Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione?
Leggi  questo articolo
Oppure scrivimi a questo  questo indirizzo

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Sei un figo = 1511
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 8447

Re: Della masturbazione e altri dintorni

« Risposta #14 del: 10 Luglio 2016, 10:40:22 »

Citato da: Hank Moody il 06 Luglio 2016, 19:11:53

Sì ma tra la dipendenza dal contatto femminile e quella dalle seghe...  Laughing Laughing Laughing

Chi fa da se fa per tre Laughing

Loggato

Enri

  • Suggeritore
  • *****
  • Sei un figo = 3
  • Offline Offline
  • Posts: 271
Pagine: [1] 2   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: