Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

Imparare ad approcciare gratis

Imparare a sedurre gratis

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

(Letto 467 volte)

Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

« del: 16 Giugno 2016, 23:47:50 »

Durante la fase di Game, noto che un pensiero inquina la mia mente: "Lei è troppo per me".
E' un peccato: perché i risultati mi hanno confermato il contrario solo che non riesco a cancellarlo definitivamente.
A meno che non sia "a mente libera" e questo mi succede solo quando sono molto stanco da pensare solo a fare Game: normalmente, osservo una ragazza e dimentico di concentrarmi solo sul fare gioco e divertirmi.
Anche se ho alle spalle numerosi approcci ben riusciti: entro nel loop distruttivo e finisco per auto sabotarmi.

Come demolire questa convinzione limitante senza fingere di essere quello che non sono?
Come amare veramente me stesso: senza confrontarmi con gli altri maschi?

Spero di essere stato chiaro nell'esporre il mio problema e spero di ricevere altrettante risposte semplici e chiare.

Un saluto e una buona notte.

« Ultima modifica: 16 Giugno 2016, 23:51:19 da CastorTroy »

Loggato

CastorTroy

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 32
  • Residenza: Torino
  • Posts: 17

Re: Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

« Risposta #1 del: 17 Giugno 2016, 00:43:14 »

Citato da: CastorTroy il 16 Giugno 2016, 23:47:50

Durante la fase di Game, noto che un pensiero inquina la mia mente: "Lei è troppo per me".
E' un peccato: perché i risultati mi hanno confermato il contrario solo che non riesco a cancellarlo definitivamente.
A meno che non sia "a mente libera" e questo mi succede solo quando sono molto stanco da pensare solo a fare Game: normalmente, osservo una ragazza e dimentico di concentrarmi solo sul fare gioco e divertirmi.
Anche se ho alle spalle numerosi approcci ben riusciti: entro nel loop distruttivo e finisco per auto sabotarmi.

Come demolire questa convinzione limitante senza fingere di essere quello che non sono?
Come amare veramente me stesso: senza confrontarmi con gli altri maschi?

Spero di essere stato chiaro nell'esporre il mio problema e spero di ricevere altrettante risposte semplici e chiare.

Un saluto e una buona notte.

Teniamo molto al rispetto delle regole del forum che assicurano anche un certo ordine...l'altra volta ti ho linkato la guida per muoverti nel forum e dovresti aver capito che ogni sezione è dedicata a un tema. Di fatto hai chiesto un consiglio pertanto sposto tutto nella sezione apposita.

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 120
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1960

Re: Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

« Risposta #2 del: 17 Giugno 2016, 12:02:29 »

Citato da: CastorTroy il 16 Giugno 2016, 23:47:50

Spero di essere stato chiaro nell'esporre il mio problema e spero di ricevere altrettante risposte semplici e chiare.

sei stato molto chiaro. Il problema è che la materia cerebrale non è semplice come il modo un po' piennellistico che usi per inquadrare il problema.
La "convinzione limitante" è di fatto un comportamento che hai sviluppato per evitarti danni. Non è quindi un qualcosa di sovrapposto, ma un qualcosa che ti appartiene e fa parte del tuo modo di affrontare la realtà per preservarti da danni, ovvero sopravvivere.

La causa di questo richiederebbe molto tempo per essere trovata, e sicuramente ti porterebbe a risolvere altre problematiche (dici di non voler altra teoria, ma temo tu ne abbia un gran bisogno) che probabilmente ti affliggono.

Il sistema più rozzo e semplice per affrontare il tuo problema, è una cosa che scrissi su usenet una quindicina di anni fa: la "tecnica Bracardi".

Giorgio Bracardi era uno dei comici preferiti da Renzo Arbore, ed aveva fra i suoi personaggi un pianista pazzo, che ogni tanto, prendendosela con il pubblico, lo arringava dicendo "l'hai mai vista la Muti la mattina eh?"
La chiosa proseguiva lasciando l'ascoltatore immaginarsi Ornella Muti la mattina appena alzata, con la faccia pesta e l'alito pesante mentre va in bagno e si abbandona al primordiale atto di defecare.
Beh, l'immagine della Muti che ne usciva non era più quella di una strafiga, ma semplicemente quella di un normale essere umano.

Tale tecnica di visualizzazione (perchè di questo si tratta) è applicabile a qualsiasi donna, e con un minimo di immaginazione è estremamente potente. Prova.

Puoi anche leggere un mio post dove si tratta l'argomento in maniera molto più approfondita nell'ambito del TM: è il post sul GAP.

 Heart

« Ultima modifica: 17 Giugno 2016, 12:04:36 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1607
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9397

Re: Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

« Risposta #3 del: 17 Giugno 2016, 19:54:22 »

Citato da: TermYnator il 17 Giugno 2016, 12:02:29

sei stato molto chiaro. Il problema è che la materia cerebrale non è semplice come il modo un po' piennellistico che usi per inquadrare il problema.
La "convinzione limitante" è di fatto un comportamento che hai sviluppato per evitarti danni. Non è quindi un qualcosa di sovrapposto, ma un qualcosa che ti appartiene e fa parte del tuo modo di affrontare la realtà per preservarti da danni, ovvero sopravvivere.

La causa di questo richiederebbe molto tempo per essere trovata, e sicuramente ti porterebbe a risolvere altre problematiche (dici di non voler altra teoria, ma temo tu ne abbia un gran bisogno) che probabilmente ti affliggono.

Il sistema più rozzo e semplice per affrontare il tuo problema, è una cosa che scrissi su usenet una quindicina di anni fa: la "tecnica Bracardi".

Giorgio Bracardi era uno dei comici preferiti da Renzo Arbore, ed aveva fra i suoi personaggi un pianista pazzo, che ogni tanto, prendendosela con il pubblico, lo arringava dicendo "l'hai mai vista la Muti la mattina eh?"
La chiosa proseguiva lasciando l'ascoltatore immaginarsi Ornella Muti la mattina appena alzata, con la faccia pesta e l'alito pesante mentre va in bagno e si abbandona al primordiale atto di defecare.
Beh, l'immagine della Muti che ne usciva non era più quella di una strafiga, ma semplicemente quella di un normale essere umano.

Tale tecnica di visualizzazione (perchè di questo si tratta) è applicabile a qualsiasi donna, e con un minimo di immaginazione è estremamente potente. Prova.

Puoi anche leggere un mio post dove si tratta l'argomento in maniera molto più approfondita nell'ambito del TM: è il post sul GAP.

 Heart

Ho letto tutto con molta attenzione Term.
In effetti è proprio così: penso dipenda dal fatto che non so fare a botte e ho sempre evitato lo scontro.
A partire da Settembre intendo iscrivermi a Boxe: la palestra non mi ha dato grosse soddisfazioni, ha ingrossato e definito ma per quanto riguarda il prendere botte, penso di non averne prese abbastanza da abituarmi.
Mi è solo successa una volta di alzare le mani ma per la verità ho solo preso per il bavero il babbeo di turno e  l'ho lanciato via.
Insomma: quello che sto dicendo è che non hai avuto la necessità di imparare a combattere a mani nude.
So difendermi piuttosto bene a parole: nel mio lavoro se non ti fai rispettare (specie da parte di donne incazzate, mestruate, divorziate, manager) è facile che diventi la puttana del  gruppo.
A volte penso di prendermi troppe libertà persino con l'amministratore delegato: eppure sembra che questo atteggiamento di non - curanza (che a me sembra più arroganza) sia addirittura rispettato e invidiato.

Comunque: sto leggendo un pò tutto su questo sito; se hai in mente da dove dovrei partire, basta che mi metti l'indice e magari anche i link.

Grazie.

Loggato

CastorTroy

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 32
  • Residenza: Torino
  • Posts: 17

Re: Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

« Risposta #4 del: 17 Giugno 2016, 19:55:06 »

Citato da: Armwrestle il 17 Giugno 2016, 00:43:14

Teniamo molto al rispetto delle regole del forum che assicurano anche un certo ordine...l'altra volta ti ho linkato la guida per muoverti nel forum e dovresti aver capito che ogni sezione è dedicata a un tema. Di fatto hai chiesto un consiglio pertanto sposto tutto nella sezione apposita.

Sorry Arm: pensavo fosse la sezione giusta.

Loggato

CastorTroy

  • Partecipante
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 32
  • Residenza: Torino
  • Posts: 17

Re: Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

« Risposta #5 del: 17 Giugno 2016, 23:10:24 »

Citato da: CastorTroy il 17 Giugno 2016, 19:54:22

Ho letto tutto con molta attenzione Term.
In effetti è proprio così: penso dipenda dal fatto che non so fare a botte e ho sempre evitato lo scontro.

Capisco ciò che intendi. Paradossalmente pensavo la stessa cosa nel periodo della pubertà, ovvero quando venivo bullato. Poi ho capito che il mondo si divideva in picchiatori e scopatori, ed ho preferito trombare le tipe dei picchiatori mentre loro si divertivano a parare pugni col muso. Per sfizio a 18 anni mi iscrissi ad una palestra dove facevano kung fu, ma dal punto di vista feminile non portò nulla più di quanto gia' facevo. La maschilità è infatti insita nel tuo potenziale deterrente e nel tuo carisma, non nella tua capacità di picchiare.

Citazione

Comunque: sto leggendo un pò tutto su questo sito; se hai in mente da dove dovrei partire, basta che mi metti l'indice e magari anche i link.

parti da qui:
http://seduzioneitaliana....forum-per-i-principianti/

 Heart

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1607
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9397

Re: Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

« Risposta #6 del: 20 Giugno 2016, 16:07:42 »

Citato da: TermYnator il 17 Giugno 2016, 23:10:24

Capisco ciò che intendi. Paradossalmente pensavo la stessa cosa nel periodo della pubertà, ovvero quando venivo bullato. Poi ho capito che il mondo si divideva in picchiatori e scopatori, ed ho preferito trombare le tipe dei picchiatori mentre loro si divertivano a parare pugni col muso. Per sfizio a 18 anni mi iscrissi ad una palestra dove facevano kung fu, ma dal punto di vista feminile non portò nulla più di quanto gia' facevo. La maschilità è infatti insita nel tuo potenziale deterrente e nel tuo carisma, non nella tua capacità di picchiare.parti da qui:
http://seduzioneitaliana....forum-per-i-principianti/

 Heart

si vantano di picchiare non valendo una sega di carisma...se uno lo avesse non dovrebbe ricorrere alla violenza...è uno degli aspetti collaterali del sistema "io ce l'ho più lungo del tuo.."

Loggato

Pintahouse

  • SI-Mr. Seduzione Italiana
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 39
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Pornassio
  • Posts: 657

Re: Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

« Risposta #7 del: 26 Luglio 2016, 16:15:10 »

Citato da: TermYnator il 17 Giugno 2016, 12:02:29

[...]

Giorgio Bracardi era uno dei comici preferiti da Renzo Arbore, ed aveva fra i suoi personaggi un pianista pazzo, che ogni tanto, prendendosela con il pubblico, lo arringava dicendo "l'hai mai vista la Muti la mattina eh?"
La chiosa proseguiva lasciando l'ascoltatore immaginarsi Ornella Muti la mattina appena alzata, con la faccia pesta e l'alito pesante mentre va in bagno e si abbandona al primordiale atto di defecare.
Beh, l'immagine della Muti che ne usciva non era più quella di una strafiga, ma semplicemente quella di un normale essere umano.

[...]

Potrebbe essere un'idea geniale, ma quando uno pensa a se stesso la mattina ... il discorso va a farsi benedire Smile

Loggato

PINASO

  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 0
  • Offline Offline
  • Posts: 69

Re: Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

« Risposta #8 del: 26 Luglio 2016, 20:15:53 »

Citato da: PINASO il 26 Luglio 2016, 16:15:10

Potrebbe essere un'idea geniale, ma quando uno pensa a se stesso la mattina ... il discorso va a farsi benedire Smile

ma tu hai mai provato queste tecniche di visualizzazione in un rimorchio?

Loggato

Pintahouse

  • SI-Mr. Seduzione Italiana
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 39
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Pornassio
  • Posts: 657

Re: Come allontanare il pensiero "Lei è troppo per me"

« Risposta #9 del: 26 Luglio 2016, 21:12:25 »

Solo una volta mi è capitato di pensare una cosa del genere, e cmq approcciai ugualmente... Bisogna partire dal presupposto che tutte le donne hanno lo stesso valore e quelle fighe non hanno esigenze diverse dalle normali

Loggato

Enri

  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 9
  • Offline Offline
  • Posts: 775
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: